Report da ItLUG Porto San Giorgio 2013

(Brevissimo “report” dall’evento, più una scusa per segnalare le bellissime foto che altro.)

Lo scorso week-end, come annunciato, si è svolta la seconda edizione di “Brick n’ Build – ItLUG Porto San Giorgio“, nel Palasavelli di Porto San Giorgio (FE).

PSG

La manifestazione organizzata da RomaBrick con ItLUG è stata, come lo scorso anno, un grande successo (i visitatori dovrebbero essere stati circa 7000) e ha potuto contare su espositori e partecipanti da tutte le parti d’Italia.

I “pezzi forti” dell’esposizione sono stati sicuramente i due diorami più grandi: quello cittadino e quello medievale (parzialmente ispirato alla serie TV Game of Thrones e alla serie di libri a cui è ispirata “Le cronache del ghiaccio e del fuoco” di George R. R. Martin).

Potete trovare numerose foto dell’evento:

Possiamo riportare in dettaglio una veloce “descrizione” delle varie zone del diorama medievale, grazie a uno degli autori, Marco Cancellieri di RomaBrick.

Il diorama è composto dalle seguenti zone:

  • Il campo di battaglia con ben 1500 minifig e 3 navi è stato realizzato da Jody Padulano negli ultimi 2 mesi. L’area consta di 12 basi 48×48 più alcune file di 32×32 di mare.
  • Il porto medievale, come il teatro della diorama cittadino, l’angolare interno e i modulari asimmetrici sono opera di Manuel Montaldo. È un’area di 12 basi da 48 (3×4).
  • La bellissima cascata e il villaggetto tra il fiume (in plate round) e il mare sono di Luca D’Ottavio. È un’area di 6 basi da 48 (2×3).
  • Il villaggetto è di Marcello Amalfitano. Un modulo di 6 basi da 48 (2×3).
  • L’enorme mulino e le 3 basi che vanno verso la città medievale sono di Jonathan Petrongari.
  • La foresta è di Marco Cancellieri. Da qui iniziano le ambientazioni di Games of Thrones perché riprende la zona del “Tridente”, ma ci sono ancora citazioni liberamente fantasy come alcuni forestmen, le sirene e via dicendo. Si tratta di 18 basi 48×48 (6×3 con all’interno una di Jonathan).
  • La città medievale (con annessa Guarded Church di Dan Siskind) di Marco Cancelleri. Sono 10 basi da 48, più altre 5 da 48 fuori di verde.
  • Andando verso nord troviamo l’area delle Torri Gemelle, molto scenografica con le torri e il ponte in diagonale. Gli autori sono Jody Padulano e Federico Micocci. L’area è da 24 basi da 48 (6×4).
  • Il Moat Cailin con tanto di paludi e montagna a mo’ di quinta teatrale sono opera di Maurizio Di Palma. L’area è composta da 18 basi 48×48 (6×4).
  • L’ormai celeberrimo castello di Winterfell di Jonathan ammirato anche a Ballabio. L’area è composta da 24 basi da 48 (6×4).
  • Completa il diorama la grande Barriera ghiacciata, con ai piedi il Castello nero, di Marco Cancellieri. L’intera area è composta da 30 basi da 48×48 (6×5).

Complessivamente il diorama Castle occupa oltre 27 mq, la larghezza è fissata a 6 basi da 48 (2,31 m), la lunghezza è invece di 30 basi da 48 e una 32×32 (11,80 m).

Naturalmente non c’erano solo i due diorami comunitari… non posso non citare almeno il diorama western di Cremona Bricks, la zona pompieri di Sergio Berretta, i treni di Paolo Sbrascini, i Mindstorms di Gianluca Cannalire, i pirati di Andrea La Dolcetta e le casette di Stefano Nussbaumer!

Infine, oltre alle MOC c’era l’ormai tradizionale mosaico di Domenico Franco (che quest’anno raffigurava la Rocca di Porto San Giorgio) e il “Pick ‘n Build”, la gioia di grandi e bambini che possono “ravanare” tra pezzi usati e comprarli a peso… magari costruendoci qualcosa prima!

One thought on “Report da ItLUG Porto San Giorgio 2013

Rispondi