ItLUG @Robotchallenge2016 di Vienna

[Riceviamo dal nostro socio Valter Padovan (@Valter1966) il resoconto sulla manifestazione/competizione robotica “Robotchallenge 2016” di Vienna. ItLUG si congratula con le famiglie Padovan e Cadei per i risultati ottenuti nelle competizioni robotiche, frutto di una passione ed un impegno fuori dal comune costante negli anni. Dei risultati ottenuti nel 2015 ne avevamo parlato in un articolo l’anno scorso.]

Per il quarto anno consecutivo, il team italiano ItLUG ha partecipato alla competizione robotica “Robotchallenge” che si è svolta a Vienna (12-13 Marzo 2016). L’altissimo livello internazionale è stato confermato dalla presenza di 645 robots e più di 800 partecipanti provenienti da 39 paesi di tutto il mondo. Il team ItLUG, con familiari al seguito, era composto dalle famiglie Padovan e Cadei. Il nostri piccolo team, composto da solo 5 persone, ha comunque ottenuto un risultato eccezionale, riuscendo a conquistare complessivamente due medaglie d’oro, due di bronzo e un meritatissimo quarto posto nel medagliere finale. Le medaglie sono state conquistate nelle categorie LEGO Line Follower (robot costruiti esclusivamente con pezzi LEGO) e Nano Sumo (non LEGO). Per i risultati potete guardare qui “Risultati 2016”.

 Line Follower LEGO (59 robot iscritti, medaglia d’oro e di bronzo)

La giornata di Domenica inizia un pochino sottotono per il team ItLUG (4 robot iscritti) che al termine dei primi due turni di qualificazione ottiene soltanto il 4°, il 5°, il 7° e 8° tempo sul giro, con lo squadrone cinese con i primi 3 migliori tempi. Ma con grande determinazione e dedizione, al termine del terzo turno di qualifica, con una vera “artigliata”, VelociRaptor ottiene il miglior tempo sul giro e tutti i 4 robot del team accedono alla finale.

La fase finale a eliminazione diretta conferma le buone “performance” dei nostri robot e, grazie anche agli errori degli avversari, VelociRaptor ottiene il 1° posto (10,27 s) e Raffaello il 3° (11,76 s). Ha veramente dell’incredibile vedere sul podio 3 robot con programmatore RCX che nonostante l’età sembra ancora irraggiungibile dai più blasonati NXT ed EV3.

  • 1° Classificato: VelociRaptor – Italia – Famiglia Cadei, Team ItLUG (10,27 s)
  • 2° Classificato: Szczudlak – Polonia – Team Robokajtki (11,62 s)
  • 3° Classificato: Raffaello –  Italia – Famiglia Padovan, Team ItLUG (11:76 s)

 

LEGO Sumo (141 robot iscritti, 4° posto)

Quest’anno il team ItLUG non è riuscito a confermare il risultato del 2015, ma ha comunque portato in finale 4 dei 5 robot iscritti, vincendo i rispettivi gironi di qualificazione. Purtroppo anche quest’anno il tabellone della fase finale non è stato favorevole alla squadra Italiana, e i nostri LEGOSumoRobot sono stati eliminati uno dopo l’altro dal vincitore del torneo. Va comunque riconosciuto il merito alla squadra ungherese che inseguiva il successo da diversi anni e che ha conquistato tutto il podio.

Per la cronaca, SuperArty 4.0 ottiene il 4° posto e sfiora il podio.

 

Nano Sumo (13 robot iscritti, medaglia d’oro e di bronzo)

Nonostante non si tratti di una competizione tra robot costruiti con mattoncini LEGO®, merita sicuramente una menzione il risultato ottenuto nella categoria NanoSumo. Con una dimensione di 25x25x25 mm e un peso massimo di 25 g, i Nano Sumo sono i robot più piccoli presenti alla manifestazione: nonostante le loro ridotte dimensioni hanno tutte le caratteristiche dei loro fratelli maggiori nonché particolari obblighi (come la partenza radiocomandata dai giudici). Una vera sfida!

Per la prima volta un NanoSumo italiano si piazza primo nella competizione, davanti allo squadrone messicano e a un altro robot italiano.

  • 1° Classificato: BlackStar –  Italia – Famiglia Padovan, Team ItLUG
  • 2° Classificato: Iron Nano – Messico
  • 3° Classificato: Tixie2.2 –  Italia – Famiglia Padovan, Team ItLUG

Verso la prossima edizione…

Anche quest’anno l’esperienza è stata molto intensa ed emozionante, con tutto il team impegnato nelle varie competizioni, a fare le file per le qualifiche, a fotografare e filmare o anche soltanto a fare il tifo. Il livello della competizione sta aumentando di anno in anno, e il confronto con gli altri team si fa sempre più interessante. Chissà se riusciremo a partecipare anche il prossimo anno..  magari con qualche appassionato in più?!?

Rispondi