• Annunci

    • ItLUG

      Benvenuti nel nuovo forum di ItLUG!   20/02/2017

      Dal 1999 ad oggi, ovvero da quando i 'pionieri' di ItLUG iniziarono a 'chiacchierare' di LEGO tramite 'messaggi elettronici', la tecnologia ha fatto passi da gigante... in questo lasso di tempo molte cose sono cambiate ed anche ItLUG ha cercato di restare al passo adottando la piattaforma di 'discussione online' che, in quel determinato frangente, rispondesse alle esigenze del gruppo. Dopo un periodo di 5 anni e mezzo di utilizzo del sistema SMF - Simple Machine Forum si sentiva sempre più l'obsolescenza di tale piattaforma ed era quindi arrivato nuovamente il momento di adottarne una più versatile, più 'adattabile' ai device mobili e più ricca di funzionalità... continua a leggere

Classifica


Contenuti popolari

Contenuti con più Mi Piace dal 28/02/2017 in tutte le aree

  1. 15 Mi Piace
    Dal 1999 ad oggi, ovvero da quando i 'pionieri' di ItLUG iniziarono a 'chiacchierare' di LEGO tramite 'messaggi elettronici', la tecnologia ha fatto passi da gigante... in questo lasso di tempo molte cose sono cambiate ed anche ItLUG ha cercato di restare al passo adottando la piattaforma di 'discussione online' che, in quel determinato frangente, rispondesse alle esigenze del gruppo. Dopo un periodo di 5 anni e mezzo di utilizzo del sistema SMF - Simple Machine Forum si sentiva sempre più l'obsolescenza di tale piattaforma ed era quindi arrivato nuovamente il momento di adottarne una più versatile, più 'adattabile' ai device mobili e più ricca di funzionalità... La scelta è Invision Power Service Community Suite 4. Molti di voi, tra l'altro, già la conosceranno considerato che è la stessa utilizzata da Eurobricks! Nei precedenti due passaggi di piattaforma (LUGNET>Forum proprietario, Forum proprietario>SMF) ItLUG è stata costretta a lasciarsi indietro lo storico dei messaggi, iniziando ogni volta da un forum vuoto. Questa volta, grazie al tool di conversione integrato in IPS, ma soprattutto grazie ad un lavoro certosino di riadattamento e pulizia dei contenuti eseguito manualmente o con script PHP, siamo riusciti a fare una migrazione integrale preservando i quasi 60.000 messaggi pubblicati sul precedente forum. L'intera attività di migrazione, durata quasi 4 giorni, è stata preceduta da una migrazione di test mediante la quale abbiamo identificato alcuni problemi di conversione dei dati: da qui, la necessità di prenderci il 'giusto tempo' per eseguire la vera e propria migrazione che, oggi, riteniamo essere avvenuta nel migliore dei modi. Una migrazione quindi 'indolore', che preserva anni di contenuti offrendo allo stesso tempo uno strumento dalle caratteristiche più funzionali e potenti. Sicuramente, nella mole dei messaggi, qualcosa sarà sfuggito e, anche grazie alle segnalazioni che riceveremo, provvederemo a sistemare ulteriormente il forum (a tal proposito, sappiate che il 'vecchio forum' è comunque accessibile agli amministratori e che può essere recuperato/verificato qualsiasi contenuto pre-conversione). Contemporaneamente al cambio di piattaforma, si è colta l'occasione per riorganizzare i contenuti veri e propri rendendoli più organici e tematici, sia per facilitarne la consultazione, sia per identificare subito il giusto posto dove iniziare una nuova discussione. Non è escluso che, ad un primo approccio al nuovo forum, possiate trovarvi disorientati... ma vedrete che vi basteranno pochi minuti di 'surfing' tra le varie sezioni per sentirvi nuovamente 'a casa vostra'. Alcune cose (come gli 'avatar', ad esempio) abbiamo preferito non impostarle direttamente noi per dare l'opportunità a tutti gli utenti di fare un giro sul proprio profilo personale e provvedere in autonomia scoprendo, in questi modo, alcune delle nuove feature della piattaforma. Sicuramente c'è ancora del lavoro da fare, anche sulla base dei feedback/suggerimenti che voi soci ed utenti del forum vorrete inviare usando questa specifica discussione.
  2. 14 Mi Piace
    Ciao a tutti, ecco una nuova recensione (fatta a modo mio) di un set diventato famosissimo molti mesi prima ancora che uscisse in vendita. Sto parlando del 10255 Assembly Square l'ultimo modulare prodotto dalla LEGO ed in vendita a partire dal 1 gennaio 2017. Numero Set: 10255 Nome: Assembly Square Tema: Creator Expert Numero pezzi: 4.002 Prezzo: 239,99 € Uscita in Italia: 1 gennaio 2017 Impressioni: Fin dai primi giorni del mese di settembre 2016 ero ansioso di scoprire che cosa avessero ideato i Designer della LEGO per il set che festeggia i 10 anni di anniversario dalla nascita della serie dei modulari. Il primo modulare prodotto fu il Cafè Corner nel 2007. Nello stesso anno fu prodotto anche il Market Street e quindi dopo 10 anni sono stati ben 12 i modulari realizzati fino ad oggi. L'Assembly Square ha prodotto fin da subito grandi aspettative e molte curiosità a riguardo. Si pensava potesse essere una piazza che poteva servire come "centro nevralgico" della città contornata dagli altri modulari precedenti, ma poi dopo molte parole e supposizioni, finalmente il 17 ottobre 2016 comparvero le prime immagini ufficiali. Ci fu un po' di sconforto nel non vedere formalmente una vera e propria piazza ma altrettanto piacere nel vedere un doppio edificio piuttosto importante con molte colorazioni e pezzi interessanti già al primo sguardo. Per festeggiare il decimo anniversario questo modulare ha sulla carta dei numeri molto interessanti: è il modulare più grande prodotto fino ad ora con un conteggio di 4.002 pezzi il che lo posiziona all'undicesimo posto assoluto dei set LEGO più grandi di sempre (nel momento in cui scrivo). Iniziamo a chiacchierare: Con questa recensione non ho intenzione di descrivere in dettaglio il set in quanto esistono già alcune recensioni più che esaustive da autorevoli siti: Eurobricks: http://www.eurobricks.com/forum/index.php?/forums/topic/145383-review-10255-assembly-square/ Brickset: http://brickset.com/article/25234 In questa recensione voglio invece descrivere il set a livello personale e indicarvi alcune curiosità che ho riscontrato io nel costruirlo. La scatola è piuttosto grande ma il contenuto è ben compresso all'interno di essa. Qualche anno fa un set di queste dimensioni avrebbe avuto una scatola decisamente più grande (nonostante sia già enorme)! Vista sul fronte sembra uguale alle scatole degli altri modulari ma è profonda il doppio! D'altronde contiene praticamente il doppio dei pezzi di un modulare tradizionale. All'interno è presente un solo libretto di istruzioni, un volume considerevole di 306 pagine, purtroppo però non è imbustato e in alcuni casi potrebbe un pochino rovinarsi. Esiste inoltre una ulteriore scatola bianca all'interno della scatola stessa del set dove sono compresi 15 sacchetti (Fasi 1,2,3) + la baseplate 16x32. In tutto ci sono sei sezioni diverse da costruire per un totale di ben 33 sacchetti! Quando ho messo tutti i sacchetti sul tavolo ero impressionato dal numero di pezzi presenti. Sono davvero tanti! Come da un po' di tempo a questa parte ogni passaggio all'interno del libretto è contornato da una sottile linea gialla per evidenziare i nuovi pezzi che devono essere incastrati in ogni nuovo step. Cominciamo col dire che intanto questo è il primo modulare che non poggi su una unica baseplate 32x32 (come da tradizione) ma bensì su una 32x32 + una mezza base 16x32. Questo lo porta ad avere una superficie complessiva di 48x32 stud. Insomma un grande set! Consideriamo che è composto oltre dalla sua piazza da due edifici distinti con un totale di 9 locali diversi e 8 minifig + una minifig neonato. La costruzione della sola pavimentazione richiede già molto tempo vista la miriade di tile che servono per formare il pavimento degli edifici e tutto il piastrellamento della piazza. Alla fine rimarranno spoglie solamente due aree da 5 stud di profondità nella parte retrostante l'edificio. Da notare che i tile per il piastrellamento dei locali sono presenti solamente al piano terra. Nei successivi piani i pavimenti non saranno più composti da tile. Questa soluzione è stata da sempre adottata per limitare il numero di pezzi, infatti piastrellare tutti i locali di un edificio così grande aumenta notevolmente il numero di pezzi (anche se lo renderebbe molto più bello). Le varie sezioni di costruzione prevedono: Sezione 1 = piastrellamento di tutta l'area delle due baseplate: è così ampia che richiede l'intera sezione 1. Sezione 2 = la pasticceria e il negozio di fiori. Sezione 3 = il bar (a sinistra) e la parte alta del negozio di fiori. Sezione 4 = l'ambulatorio del dentista e lo studio del fotografo. Sezione 5 = i due piani dell'edificio a sinistra (negozio strumenti musicali e sala da ballo) + il tetto. Sezione 6 = l'appartamento (secondo piano a destra), l'area barbeque esterna + il tetto. Ora vi scrivo una serie di passaggi che sono davvero degni di nota: n.48 (pag.38) carina l'idea di inserire i fiori nella "rastrelliera" (uno steccato 4x1 bianco incastrato nel muro) n.72 (pag.53) interessante come abbiano fatto le due mensole di legno per esporre le torte nella pasticceria (senza togliere troppo spazio al locale) n.77 (pag.55) bella l'idea della realizzazione della torta nuziale usando i cerchioni bianchi di una ruota come primo strato bianco della torta (l'oggetto finale rende bene l'idea) n.86+87 (pag.62,63) ottimo il metodo di incastro delle serrande trasparenti per i garage (usati qui invece come vetrine della pasticceria) n.89 (pag.65) simpatica soluzione per i lampioncini esterni usando l'utensile del saldatore n.117 (pag.79) geniale tecnica per incastrare il dettaglio arrotondato sopra la porta della pasticceria n.119 (pag.82) bello il corrimano per la scala posteriore n.125 (pag.90) geniale il modo in cui hanno fatto stare i due lampioncini interni del bar appoggiati al muro (usando i brick modified) n.160+161 (pag.114,115) mi piacciono molto come sono stati realizzati gli sgabelli e i tavolini esterni del bar n.162 (pag.116) altra tecnica di realizzazione dei lampioncini esterni del bar n.186 (pag.131) bella l'idea di come sono stati realizzati i fiori come insegna del fioraio n.12 (pag.142) ottimo come è stato realizzato il lavandino n.25+26 (pag.150) bellissima realizzazione della sedia del dentista n.47 (pag.166) bellissima la macchina fotografica e l'incastro perfetto del cavalletto n.61 (pag.214) mi piace molto come viene incastrato lo specchio della sala della danza n.75 (pag.219) molto carina la realizzazione del piccolo pianoforte n.11 (pag.252) simpatico il dettaglio frontale utilizzando i martelli di Thor n.22 (pag.259) bello il divano-letto nella cucina! n.44 (pag.277) molto carina la realizzazione della mensola della cucina Gap riscontrati: Pag.79: sopra la porta rimangono due buchi che potevano essere coperti con due brick 1x1 Nuovi pezzi: Il set è composto da moltissimi pezzi interessanti e come da tradizione, in questo caso ancora di più (vista l'importanza del set), sono stati introdotti molti pezzi nuovi. Negli ultimi anni l'introduzione di pezzi nuovi è diventata una consuetudine che non sempre viene ben accolta dagli AFOL più tradizionalisti del marchio. In parte anche io sono daccordo sul limitare l'introduzione di pezzi nuovi ma in questo caso specifico però devo dire che hanno inserito alcune parti davvero molto utili anche per i moccers più esigenti. Non posso che essere felice ad esempio dell'introduzione dei tile arrotondati e forse uno dei pezzi più utili in assoluto è il brick con due stud laterali! Questi pezzi permetteranno in futuro una miriade di nuove soluzioni per costruzioni LEGO sempre più belle e dettagliate. Un'altro pezzo che trovo molto utile è la cornice della porta disposta a 45 gradi. Già in passato mi sono cimentato nel posizionare le porte dei miei edifici inclinate di 45 gradi e ho incontrato molte difficoltà soprattutto per colmare i vuoti nella parte laterale delle porte. Pregi: 1) Il set è molto bello ed è una vera gioia costruirlo. Per nulla ripetitivo e/o noioso. Ci sono molte tecniche interessanti che danno spunti e idee per nuove realizzazioni (vedi la parte dei passaggi degni di nota). 2) Il gioco forza di questo set è l'alto numero di pezzi ed un costo inferiore alla media se paragonato a molti altri suoi Set fratelli. I Creator Expert sono da sempre i set che convengono di più come prezzo a singolo pezzo e questo set non è da meno (0,06 centesimi di Euro a pezzo). Se fosse un set Star Wars costerebbe quasi il doppio! Non solo contiene molti pezzi ma tante tipologie e colorazioni diverse tra loro e moltissimi pezzi davvero utili. Questo set si potrebbe smontare centinaia di volte e darebbe la possibilità di costruire altre decine di modulari diversi. 3) Tantissimi pezzi utili quindi, anche nel caso si decida di smontarlo e fare sorting (magari compro una seconda scatola?!?!). Difetti: 1) Avrebbero potuto pensare di poter "staccare" i due edifici invece sono attaccati tra loro con due archi 1x6 nel piccolo vicolo. Secondo me questa è un pochino una limitazione. In fondo questo concetto lo avevano già introdotto con il Pet Shop. Due edifici distinti che potevi separare e attaccare agli altri come volevi. Anzi fossi stato nei designer avrei messo in vendita pure dei set extra per espandere la piazza, ma a questo ovviamente ci penseranno già gli AFOL più interessati. 2) Il tetto centrale nero per il quale sono state usate due pale delle ruspe è sicuramente una idea davvero originale ma a me personalmente non convince molto. Avrei preferito un tetto spiovente con la combinazione di tile e/o sloppini 1x1. Sono solo questioni di gusti però. 3) Nonostante il set sia innegabilmente molto bello e curato fin nei minimi dettagli, rimango un pochino deluso dal fatto che mi aspettavo una cosa molto diversa. Cerco di spiegarmi meglio: questo è un modulare che festeggia la felicità dei tanti AFOL che per 10 anni hanno collezionato e costruito la linea dei modulari con grande gioia. Mi aspettavo qualcosa di più sconvolgente, qualcosa di tipo "SBAM!", che fosse da apripista verso una nuova generazione di modulari. Per me il modulare che mi ha più colpito come "cambiamento" e armonia di colori rimane il Ristorante Parigino. Come modificare il Set: Il set essendo composto da due edifici separati e collegati tra loro solamente da due archetti del piccolo vicolo, si presta bene ad essere scorporato in due blocchi. Lo scorporamento dei due edifici permette numerosi vantaggi. Si può estendere la piazza di altri 16 stud (con un'altra mezza-base) il che la rende più "ariosa" e dove si può giocare aggiungendo ad esempio delle aiuole oppure delle panchine (che paradossalmente mancano nella piazza) con un piccolo alberello (sul retro). In questo modo la piazza prende più vita e non risulta essere troppo chiusa o "soffocata" tra gli edifici. L'edificio di sinistra infatti è scostato di soli 4 stud rispetto a quello di destra. Altro vantaggio è quello di tornare ad avere la dimensione standard per i diorami cittadini. A meno che si scelga di esporre il set su una mensola, se questo set viene invece inserito all'interno di un diorama cittadino bisognerà poi prevedere di inserire un pezzo aggiuntivo da 16x32 per mantenere inalterate le proporzioni delle aree della città. Aggiungendo invece un ulteriore blocco da 16x32 alla fine avremo un modulare da 64x32, perfetto per essere inserito nei diorami. A tal proposto il forte consiglio che voglio dare a tutti è di costruire il set partendo fin dal primo passaggio con l'inversione delle due baseplate. Quindi la base 16x32 starà a sinistra mentre quella 32x32 starà a destra. Questa banale modifica ci permetterà di non alterare la costruzione del modulare, ma qualora si decidesse di "staccarlo" come ho spiegato prima, si potrà modificare con grande rapidità senza sconvolgere la costruzione (e dover rifare tutta la pavimentazione!). Comunque questa modifica l'ho messa nella mia lista dei lavori che farò in futuro; appena lo farò posterò una immagine di cosa ho in mente! Alcune simpatiche curiosità: - I colori di questo modulare hanno ripreso parzialmente la colorazione del Green Grocer (per il sand green frontale), quello del Pet Shop (il sand blue dell'edificio di sinistra) e il Detective Office (per il dark orange/flesh dell'edificio di destra). Se riguardate tutti i modulari precedenti nessuno si somigliava perchè ognuno aveva una colorazione ben distinta e diversa da tutti gli altri della serie. - Ci sono in tutto il set molti richiami ai precedenti modulari, alcuni più evidenti altri meno, ad esempio: a) le tende bianco-gialle + il particolare con la tazza centrale che ricordano il cafè del primo modulare. b) le finestre dell'edificio di sinistra sono state realizzate allo stesso modo di quella dell'appartamento del modulare del Pet Shop e il colore sand blue delle pareti richiama proprio il Pet Shop. c) l'edificio centrale ricorda in parte il Green Grocer, se guardate il colore delle pareti (sand-green) e le pareti laterali grigie, il tetto nero e il cornicione in alto anch'esso nero. d) tantissimi richiami a Jamie Berard con le micro-realizzazioni nell'appartamento del secondo piano (come ad esempio i micro treni Emerald/Horizon Express, il micro Pet Shop...) - Apprezzo molto il fatto che l'appartamento del secondo piano sia completo di tutto. Un monolocale con un piccolo bagno, la cucina e un divano che si trasforma in letto! Unica cosa che mi chiedo... non c'è un tavolo libero quindi dove mangiano? E soprattutto una mamma (che forse abiterà da sola) che ha riempito il suo poco spazio che aveva a disposizione con un diorama LEGO ferroviario e altri evidenti set LEGO (come la miniatura della scatola del Cafè Corner e la Torre Eiffel). Forse sarà una mamma AFOL perchè il suo bimbo è ancora troppo piccolo per giocare con questi set! - Per poter osservare meglio il negozio di fiori si può rimuovere una parte di muro resa staccabile appositamente (passaggio 185). E' la prima volta che viene introdotto questo sistema per una maggiore giocabilità. - L'elemento più numeroso in tutto il set è un tile modified 1x2 LBG with jumper con ben 84 pezzi seguito a ruota dal brick tan 1x2 with two studs con 73 pezzi. - Tra i pezzi forniti ci sono due orologi su tile round 2x2. Il classico bianco più il nuovo modello marrone. I due orologi non avranno mai la stessa ora: con la lancetta impostata a mezzogiorno uno è in ritardo di 8 minuti rispetto all'altro! - La fontana della piazza che rappresenta un po' il centro del set è una delle ultime cose che vengono costruite nel set. - Questo è il primo modulare ad avere due lampioni bianchi. Tutti gli altri ne hanno solamente uno. In tutti i modulari il lampione è sempre bianco ed è sempre realizzato allo stesso modo. - Nella penultima pagina dove vengono mostrati per pubblicità gli ultimi 4 modulari prodotti, in fondo viene riportata la timeline dei modulari usciti dal 2007 ad oggi. Le miniature dei modulari inseriti sembrano avere pressochè la stessa altezza. Ad esempio il Pet Shop sembra alto esattamente come il Town Hall. Invece questo è un errore di grafica. - Spero sempre che lo facciano... ma i miei pensieri non sono ancora giunti a Billund. Ma che cosa vi chiederete? I vetrini per le finestre arrotondate come nel passaggio 30 a pag.193! Conclusioni: Il mio voto finale è di 87 su 100. Un voto molto alto dato dal fatto che il modulare è molto divertente da costruire, ci sono tantissime tecniche interessanti, un'enormità di pezzi nuovi e utili. L'edificio finale è un bel colpo d'occhio ma non è perfetto per me. Sarebbe stato ottimale se la piazza fosse un pochino più grande. Mentre che c'erano potevano farlo pagare ancora 15 euro in più, usare due basi 32x32 e mettere nella piazza due panchine, una aiuola e un alberello. Ci volevano ad esagerare 300 pezzi in più e secondo me sarebbe stato davvero perfetto! Spero che questa mia recensione un po' diversa dal solito vi sia piaciuta e in alcuni casi vi abbia fatto sorridere. Se deciderete di comprarlo e costruirlo, potrete passare anche voi diverse ore di puro divertimento! Ciao a tutti Sandro p.s. mi scuso per le foto allegate di scarsa qualità... sono fatte col cellulare in condizioni notturne, ma volevo darvi una idea di quanto scritto nell'articolo.
  3. 10 Mi Piace
    Ciao a tutti, sto lavorando ad una nuova montagna russa, questa 100% LEGO, ispirata alle vecchie montagne russe in legno. Ieri sono riuscito a completare il meccanismo del funzionamento, eccovi un video: https://www.youtube.com/watch?v=v-de-_FCySI La esporrò nei prossimi eventi a cui parteciperò, anche se per completare tutta la parte estetica ci vorrà ancora molto tempo. Cosa ne pensate? Ciao Teazza
  4. 10 Mi Piace
    MOONEYES HEADQUARTERS Ecco il mio ultimo lavoro, la riproduzione del quartier generale di MOONEYES Speed Shop che è probabilmente il marchio più iconico nel mondo dei ricambi e accessori per Hot Rod e simili. I due occhietti su sfondo giallo non sono molto conosciuti in Italia ma in America invece rappresentano l’essenza stessa della Custom Culture. MOONEYES è stata fondata nel ‘62 da Dean Moon e col passare del tempo è divenuta il riferimento per gli Hot Rodder di tutto il mondo. La mia MOC riprende gli interni e gli esterni dell’edificio storico che ospita MOONEYES a Sante Fe Springs in California. Qui sotto la vista degli esterni. Sulla destra ho ricreato un angolo con i materiali di scarto dell'officina. Qui sotto gli interni del garage con tutte le attrezzature necessarie a rimettere in sesto Hot Rod e pick-up... Qui sotto una vista d'insieme dall'alto. Trovate altre foto e maggiori informazioni sul mio flickr Un caro saluto e alla prossima MOC!
  5. 10 Mi Piace
    The BAT ROD Un paio di settimane fa ho avuto la fortuna di partecipare alla "prima" di The Batman Movie con alcuni soci di ItLUG (che ringrazio per l'opportunità). All'ingresso le hostess consegnavano agli spettatori una polybag del supereroe. Con la minifigure di Batman in mano ho pensato di costruire qualcosa a tema che richiamasse i miei lavori più apprezzati. Perché non costruire allora un Hot Rod classico per il paladino di Gotham? Ecco il risultato. Qui su flickr. Un caro saluto e alla prossima MOC!
  6. 9 Mi Piace
    Ciao a tutti... era uno dei miei progetti più desiderati, da quando avevo visto il Camion Iveco a Ballabio qualche anno fa costruito da Cristian Sala. Ho avuto l'occasione di trovare il camion in questione anni dopo e mi sono messo all' opera per rendere vivo il progetto Ferrari Challenge. Spesso vado a Monza a vedere le auto che corrono nel campionato e mi è sempre piaciuta l' idea di mettere in Brick quello che vedevo nella realtà. Ecco il risultato, e ringrazio Cristian per avermi dato il camion. Il mio lavoro è stato l' allargamento del rimorchio, per farci stare le Ferrari del set 8143, costruito un modello giallo, gli adesivi nuovi e via... ai posteri l' ardua sentenza!
  7. 8 Mi Piace
    Ho costruito un "pannello" promozionale da esporre nei prossimi eventi locali per promuovere ItLUG Lecco 2017. Galleria completa qui: http://www.moc-pages.com/moc.php/437619
  8. 8 Mi Piace
    Ragazzi e ragazze, non posso che ringraziarvi a cuore aperto. Non sono riuscito a fermarmi con tutti quanto avrei voluto e mi dispiace, ma sicuramente mi avrete visto sfrecciare da una parte all'altra come una pallina di un flipper Come ho detto a molti dei presenti, io ed i CLV, misuriamo il successo di un evento in base alla contentezza degli AFOL presenti. Per noi sapere che vi siete divertiti è la ricompensa più grande... ed onestamente è anche ciò che mi da l'energia per affrontare una tale mole organizzativa. Quest'anno è uscito quasi per gioco uno slogan "AFOL uniti" beh ricordatevelo, perchè ho già in mente qualcosa per il 2018 Ancora grazie a tutti. Il vostro Lollo Buon LEGO a tutti
  9. 8 Mi Piace
    Ringraziando tutti per l'ottimo evento, voglio condividere un pezzo di storia recentissima... I Trenisti-Italiani riuniti.. Grazie davvero a tutti.. è stato un piacere e un puro divertimento!!!!!! Alla prossima!
  10. 8 Mi Piace
    Locomotiva "EMD GP-7" e il primo vagone "Promontory 5779"
  11. 8 Mi Piace
    Sii tratta del mio primo set LEGO montato da solo. Istruzioni e Box sono svaniti come lacrime nella pioggia, ma il set è ancora li. Ingiallito, con le minifig dalle facce appena distinguibili. Ma non manca un pezzo.
  12. 7 Mi Piace
    Ecco l'ultima genialata di Jason: Il pipistrello.
  13. 7 Mi Piace
    Nel mio caso il set risponde a entrami i requisiti è il più "prezioso" sia in termini monetari che affettivi, perché è arrivato dopo una serie di fortunati eventi e ha suggellato delle amicizie che mi porterò dietro per sempre
  14. 7 Mi Piace
    Quel video è interessante: costo, un terzo degli originali peso del set montato, inferiore (il video sembra evidenziare un 4-5%) colori: ovviamente non coincidono con quelli LEGO i mattoncini cinesi si piegano più facilmente precisione: i cinesi si incastrano meno facilmente (più tolleranze) packaging: spesso raffazzonato istruzioni: qualità sparagnina e generalmente metà pagine Bombardone finale: nei set cinesi è possibile la presenza di pezzi in colore sbagliato, di dimensioni sbagliate o addirittura mancanti. Nel topic sulla qualità avevamo discusso di colori slavati e di pezzi mancanti, ma mai di dimensioni sbagliate (nel video vengono mostrati axle neri lunghi 8 e trovati nella scatola lunghi 7, quandi tutti gli AFOL sanno che se un'axle è nero la sua lunghezza è pari, non dispari!) I punti 2 e 4 confermano che i cinesi hanno economizzato sui materiali; i punti 3 e 5 confermano che hanno economizzato sul processo produttivo; i punti 6 e 7 confermano che hanno risparmiato anche su tutto il resto... insomma, ma come si fa ad aprire gruppi facebook in cui vantarsi di essere fan dei mattoncini cinesi? Cioè, dico: comprate quella robaccia e ve ne vantate pure?
  15. 7 Mi Piace
    Be', per me ovviamente è il mio castello giallo. Il mio primo set "grande" avuto quando ero piccolo. Purtroppo non ho più la scatola (ne ho un'altra, ma non conta).
  16. 6 Mi Piace
    FUTURON MAMMOTH Ciao a tutti. Vi presento la mia nuova creazione (o almeno l'ultima che sono riuscito a fotografare). Non si tratta di una vera e propria MOC, infatti è semplicemente un 70815 modificato ed adattato alla serie Space che più mi piace, i FUTURON. E' un veicolo adatto ad ogni tipo di terreno, ispirato anche al Mega Core Magnetizer della serie M-Tron. Il nome è ispirato dalla sua linea e imponenza. Nato per il trasporto di truppe, può facilmente caricare anche altro grazie ai vani apribili sul retro e sui lati. Fin dall'uscita del set LEGO movie ho pensato che avesse del potenziale, ma non mi era mai piaciuto nella versione originale. Quando finalmente sono riuscito a recuperarlo, ne è venuto fuori questo. Potete vedere altre foto qui https://www.flickr.com/photos/vedosololego/ Spero vi piaccia e alla prossima MOC, ciao!
  17. 6 Mi Piace
    Ciao a tutti amici, come state? Sono passati sei lunghi mesi, ed in tutto questo periodo mi sono dato da fare nella realizzazione di un nuovo filmato. Questo corto di poco più di 2 minuti, racconta come l'amicizia riesca a scavalcare qualsiasi ostacolo fisico e psichico. Mentre vi sto scrivendo vi comunico che sto già realizzando un nuovo corto, dove Merlino sarà la star del filmato😎. Che altro aggiungere.. mi auguro che stiate tutti bene, e che possa farvi riflettere e divertire. buona giornata manuel
  18. 6 Mi Piace
    Ancora grazie Ringrazio Ravescat per le foto. Per chi volesse su FB ce ne sono molte altre, se preferite posso postarvi i link. Ma questa la pubblico
  19. 6 Mi Piace
    In occasione del decimo anniversario degli edifici Modulari LEGO ho voluto omaggiare il mio primo modulare con altre nuove fotografie con impresso il logo del decimo anniversario che LEGO a fornito a tutti i LUG. Ho inoltre voluto affiancare il modulare all'interno di un mini-diorama formato dal nuovo 10255 Assembly Square + il mio preferito 10243 Parisian Restaurant. Così ho potuto dimostrare a molti di voi che nonostante sia un modulare completamente fuori dagli schemi tutto sommato non mi dispiace come risultato finale! Sicuramente molti di voi continueranno ad essere scettici su questa scelta ma non fa nulla... sicuramente è stato un esperimento per fare salire al massimo la fantasia Ci sono 12 nuove foto... buona visione su Flickr! https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72157676146045750
  20. 6 Mi Piace
    Ciao a tutti,dopo tanto, ho finalmente un po' di tempo per postare alcuni dei miei lavori.. Questo è il mio diorama invernale,datato 2012-2013, che ho fatto girare per piu' esposizioni... Eccolo qui anche chiuso, per poter inserire le strisce a led multicolore sul tetto...
  21. 6 Mi Piace
    correva l'anno 1976, e come regalo i miei genitori portarono a me e a mio fratello due scatole di LEGO, a me regalarono il 671 (elicottero rosso del 1974) e a lui il 384, il bus di Londra... l' elicottero non so più dove è andato a finire, il suo è quello in foto, con le finestrelle rotte, senza adesivi, ma è ancora quello... sono certo che questo Set LEGO non lo lascerò mai! Ma quanto LEGO mi hanno regalato i miei...
  22. 6 Mi Piace
    Complice il logo di Marco ( @chmar ) postato poco tempo fa sul forum ho deciso di realizzare un modello anche io del mio logo. E' molto simile per certi versi, solo un pochino più abbellito... Al momento ho solo fatto il progetto su LDD, appena ne avrò il tempo lo realizzerò dal vivo anche io per portarlo agli Eventi. Grazie ancora Marco dell'idea!
  23. 6 Mi Piace
    Con un po' di pazienza ho lavorato su una foto del mio SHADO mobile e ho inserito le "specifiche tecniche". Ecco il risultato.
  24. 5 Mi Piace
    Buonasera, sì, non posto spessissimo qui, lo so, ma oggi sono rimasto totalmente esterrefatto nel leggere la strumentalizzazione che LEGO sta avendo per alcuni soggetti. Un gruppo FB tale "legolisti anonimi" sembra vivere esclusivamente per la conta dei like e degli iscritti. Oggi addirittura è apparso questo post nella mia bacheca (vedi allegato). Addirittura siamo arrivati al "banniamo 50 persone a caso" se quel post, in cui si spiega meramente come farvi apparire sempre gli aggiornamenti di quel particolare gruppo, non si trova costantemente in alto tramite commenti (secondo il meccanismo di Facebook con i like e i commenti si riporta un post tra i primi del gruppo). LEGO per alcune persone sta diventando un po' esagerato. Capisco la moda (per chi non mi conosce... ecco non ho avuto la Dark Age, gioco con LEGO ininterrottamente da 34 anni) capisco la mania, capisco cavalcare l'onda... ma diamine, così stiamo un po' perdendo di vista tutto. A me piacciono i gruppi tematici LEGO su Facebook (inserire facile ironia da parte di @GianCann qui) ma finché c'è un rispetto umano tra gli iscritti. Facebook è una piattaforma comunicativa di indubbia utilità, ma come ogni mezzo può essere usato bene e può essere usato male! Ero iscritto in quel gruppo da tempo, ma grazie a questo atteggiamento oggi hanno perso un buon contribuente. Peggio per loro, non per me. Buon proseguimento. Jody
  25. 5 Mi Piace
    Ciao a tutti!!!! Vi presento un piccolo diorama per cercare di valorizzare questi set... Ma spazio alle foto..ed ai commenti!!!!
  26. 5 Mi Piace
    Buongiorno a tutti i cari espositori di Ludicomix Bricks & Kids!tra un mese esatto, in queste ore, inizieremo l'allestimento della 5a edizione di "ItLUG Empoli" che dal nome iniziale di "Mattoncini a Palazzo" si è poi trasformata in Ludicomix Bricks & Kids dopo la "fusione" con l'altro storico evento ludico empolese: LudicomixDa quando le due manifestazioni si sono unite, ogni anno abbiamo sperimentato location e format differenti sia per questioni logistiche, sia per offrire un'esperienza migliore, divertente e ludica a tutti i nostri visitatori.Piccoli e grandi cambiamenti caratterizzeranno questa edizione di Ludicomix Bricks & Kids, nell'intento di organizzare una manifestazione sempre più nuova ed attuale, pur preservando la filosofia di base: un evento ludico adatto ad un pubblico che spazia dai più piccoli fino ai "nerd" ultraquarantenni, passando per tutte le fasce intermedie.La novità principale di quest'anno è lo spostamento dell'area "Comix" in Piazza Gramsci (la stessa dove dell'area "Bricks"): complessivamente un'area di oltre 4000mq dove 3 grandi tensostrutture, collegate tra loro a forma di "U", rappresenteranno il cuore della manifestazione avvicinando il mondo dei fumetti ai mattoncini LEGO.L'intera piazza sarà transennata, e gli spazi "all'aperto", saranno occupati da food, mercatino vintage del fumetto ed altre attività connesse alla manifestazione.Confermato lo spazio Cosplay & Games presso il Palazzo delle Esposizioni (a 300mt, da piazza Gramsci) e lo spostamento al Parco Mariambini (esattamente a metà strada tra Piazza Gramsci e Palazzo delle Esposizioni) dell'area dedicata ai giochi di ruolo, associazioni ludiche e spazio Kids che, da quest'anno, prende il nome di "Fantasy Park".Una manifestazione più compatta, rispetto alla distribuzione delle aree della precedente edizione (dettata anche da indicazioni dell'amministrazione comunale per lavori di manutenzione in Piazza delle Vittoria) che, di conseguenza, porterà anche una maggiore concentrazione di visitatori. Per quanto riguarda l'area Bricks (posizionata, come lo scorso anno, in Piazza Gramsci), la piacevole e gradita presenza di nuovi espositori (alcuni alla prima trasferta LEGOsa in terra Toscana) si affianca a quella degli espositori storici (molti alla loro 5a presenza consecutiva) offrirà al pubblico, ed ancor prima a noi AFOL, una esposizione di qualità con opere inedite miste ai "grandi classici" (come il diorama City Vintage dei fratelli Romagnani) e all'evoluzione progressiva di opere "in fase di crescita".Tra le novità di quest'anno, la separazione dell'area commerciale da quella espositiva (seppur contigua, per offrire anche una migliore esperienza d'acquisto ai visitatori), e la ricongiunzione del concorso bambini all'area AFOL, cambiando nome e finalità: da Concorso CreActive a "Galleria Giovani Costruttori".Lo scopo è di rendere i piccoli partecipanti ancora più coinvolti nella manifestazione, e condividere con loro la passione comune per i mattoncini LEGO, con due ottiche differenti: quello del bambino e quello dell'adulto.La serata AFOL di sabato 22 aprile si svolgerà nella stessa location dello scorso anno, in un mix tra buon mangiare ed attività AFOL. Il programma ed i dettagli per la prenotazione (obbligatoria) saranno comunicati entro un paio di settimane.Una cosa è certa: per tutti gli espositori presenti alla serata AFOL è prevista una sorpresina Veniamo ora alle informazioni più "tecniche":L'allestimento delle opere inizierà alle 13.00 circa di venerdì 21 aprile e proseguirà fino a notte fonda (non abbiamo limiti di orario...).Ovviamente si potrà tranquillamente arrivare anche al mattino (io sarò presente alle 8.00) per dare una mano a completare le ultime fasi dell'allestimento logistico.Durante l'allestimento di venerdì sera (per chi ci sarà) offriremo una "pizzata" spartana direttamente presso la tensostruttura, con pizza al taglio e birra a volontà.Il parcheggio delle auto, durante le fasi di montaggio, sarà posizionato direttamente accanto alla tensostruttura "Bricks" mentre per i giorni di svolgimento della manifestazione sarà nelle immediate vicinanze di Piazza Gramsci (riceverete indicazioni e mappa dettagliata nel "Kit di benvenuto").Lo smontaggio delle opere potrà essere effettuato a partire dalle ore 18.30 di domenica 23 aprile e proseguirà fino a tarda notte oppure potrà essere effettuato nella mattina di lunedì 24, a partire dalle ore 8.00. Durante le ore notturne di venerdì, sabato e domenica, sarà presente un servizio di vigilanza interno.Per quanto riguarda il layout espositivo, abbiamo già sviluppato una planimetria di massima dell'area espositiva. Non essendo ancora definitiva preferiamo non divulgarla per non creare confusione dato che sarà oggetto di valutazione, tra alcuni giorni, insieme ai tecnici dell'impresa che si occuperà degli allestimenti logistici, e che potrebbe suggerire alcuni cambiamenti dovuti a fattori ad oggi a noi estranei.In linea di massima, comunque, ognuno ha avuto lo spazio richiesto/necessario, salvo rare eccezioni dettate da motivi organizzativi/logistici.NOTA: Per quanto riguarda il diorama comunitario, ci stiamo tuttora ragionando... abbiate pazienza, voi che vi partecipate: @Fabbbbbricks™ vi darà presto notizie! Agli espositori accreditati sarà fornito un buono pasto giornaliero (sabato e domenica) da usufruire in 3/4 esercizi commerciali della zona e presso l'Info Point dell'area Bricks saranno sempre disponibili acqua e snack Ogni espositore, oltre al proprio badge personale, avrà a disposizione ulteriori due pass per eventuali accompagnatori.I soci ItLUG, come di consueto, accedono gratuitamente alla manifestazione previa prenotazione: per accreditarsi è sufficiente entrare nell'anagrafica soci, cliccare su "Contatta / Richiedi Assistenza", selezionare "Richiesta generica" ed indicare nel campo di testo la richiesta del biglietto gratuito per LB&K 2017 indicando, possibilmente, il giorno di presenza.La consueta foto di gruppo degli espositori verrà scattata la domenica mattina, circa mezz'ora prima dell'apertura al pubblico ed è gradita la partecipazione di tutti gli espositori. Durante il week-end di apertura al pubblico, è gradito l'uso della polo ItLUG o ToscanaBricks (ovviamente, l'invito è per chi è in possesso di una delle due maglie!)
  27. 5 Mi Piace
    Ebbene si... ogni tanto trovo un minimo di tempo per costruire anch'io Questa volta, sono quasi stato (piacevolmente) "obbligato" a farlo per partecipare al contest "16x16 free your imagination" messo velocemente in piedi per una serata AFOL Avendo un discreta quantità di slope e di steam, e non essendo un bravo "story teller" per realizzare una scenetta con minifig, mi sono buttato su un tema che, pian piano, sto portando avanti nei pochi ritagli di tempo: la realizzazione di una montagna. Mi sono quindi cimentato nella realizzazione (più o meno riuscita) di uno scenario montano in "microscala" (è la mia 'prima volta', su questa scala) e sono sufficientemente soddisfatto del risultato... soprattutto considerato il fatto che ho avuto giusto poco più di un'ora di tempo per realizzarla. La tecnica di usare i flower steam per realizzare gli abeti ricordo di averla vista usata in passato in qualche MOC e "fotografata" in mente per un futuro uso che, alla fine, si è concretizzato. Il resto, è semplicemente una combinazione di slope in varie forme, alternando al colore BDG un po' di LG e LBG, finendo la cima con un pizzico di WHITE per rappresentare l'innevatura del punto più alto. Ecco qui la mia "opera": Diciamo che la scelta di questo soggetto è stata "obbligata" anche dai pezzi che avevo a disposizione sottomano, senza bisogno di andare a scovare nel mio magazzino pezzi "ultra-incasinato"
  28. 5 Mi Piace
    Ed anche questa volta, s'è passata una piacevole serata... nonostante si fosse solo una ventina di partecipanti (per il fatto che la la diversa location è comoda per alcuni, ma scomoda per molti altri) sono state presentate ben 10 MOC 16x16 per il contest a tema libero. Nell'attesa di predisporre una gallery fotografica di tutte le foto, vi mostro quella del vincitore, opera Nico @Zio_Titanok Mascagni: Lo studio di Dracula Come di consueto, a margine del contest, c'è stata la ravanata... sempre molto apprezzata
  29. 5 Mi Piace
    Oggi è stata pubblicata la locandina dell'evento... che ha ben tre MOC italiane presentate lo scorso anno! Una di @Priovit 70, una di @Praetorian e una mia
  30. 5 Mi Piace
    Se posso permettermi, vorrei fare una considerazione personale su questo evento, per me il primo in assoluto con i LEGO. E' stato davvero entusiasmante, 3 giorni ( incluso quello per l'allestimento ) pieni, ho finalmente conosciuto di persona molti iscritti al forum, ma la cosa che mi ha fatto più piacere ( come ho scritto nel forum del CLV ) è stato lo spirito che ha animato i partecipanti, tutti sorridenti e con tanta voglia di divertirsi. Nessuno e ripeto nessuno che abbia storto il naso quando fotografavo o che ti tirasse indietro se facevo domande, anzi. Questo è davvero lo spirito che speravo di trovare e che ho trovato, perciò non posso fare altro che ringraziare con tutto il cuore tutti quelli che sono stati presenti e che mi hanno regalato un week-end che difficilmente potrò dimenticare. p.s. : un GRAZIE ENORME a @FEDE LEGO che mi ha praticamente fatto da balia per 3 giorni, sicuramente senza la sua presenza vicino e il suo costante supporto non sarebbe risultato un evento da ricordare visto che di mio sono un orso e difficilmente "attacco bottone" come di dice. Perciò GRAZIE SINCERAMENTE FEDE PER TUTTO firmato OTTO Bismarck
  31. 5 Mi Piace
    Day #1 : Album Google Foto Day #1 Model Expo Italy 2017 Day #2: Album Google Foto Day #2 Model Expo Italy 2017 Day #3: Album Google Foto Day #3 Model Expo Italy 2017
  32. 5 Mi Piace
    Ecco un recensione completa del nuovo set dei pirati dei Caraibi (lo squalo è bellissimo!): http://www.brothers-brick.com/2017/03/09/LEGO-pirates-caribbean-dead-men-tell-no-tales-71042-silent-mary-exclusive-review/
  33. 5 Mi Piace
    Ecco qui una foto del nostro Ambassador @Laz insieme al nuovo CEO di The LEGO Group (da gennaio 2017) Bali Padda, scattata stamani, al termine dell' "annual press conference" svoltasi a Billund!
  34. 5 Mi Piace
    Uno di primi set regalati da bambino ... ore e ore passate a giocarci !!!
  35. 5 Mi Piace
    Nessun dubbio... Regalatomi dal direttore della ditta dove lavora mio padre, doveva essere un fondo di magazzino visto che arrivò nel Natale del lontano 1997, quando avevo sei anni. Semplicemente il set cittadino più bello di sempre Il mio "primo" si trova in un sacchetto, completo, ovviamente usatissimo e scoloritissimo. Poi me ne sono comprati altri due perfetti di cui uno con scatola. Sicuramente un giorno me ne regalerò uno MISB e me lo metterò in salotto.
  36. 4 Mi Piace
    Salve a tutti, Siccome quando ho tempo mi diletto nella scrittura di articoli (anteprime, prove, recensioni, guide) per alcuni siti di videogiochi, spero di fare cosa gradita condividendo con voi la mia recensione di LEGO Worlds, qui di seguito postata in una speciale versione estesa e più indirizzata ai patiti di LEGO che non ai normali videogiocatori. Il testo è decisamente lunghetto, ma vista la particolarità e complessità del titolo, ho ritenuto giusto dedicargli un po' di caratteri in più rispetto al normale, a maggior ragione in questa versione, in cui non dovendo rispettare linee guida editoriali, ho potuto aggiungere un po' di righe in ottica AFOL. Spero condividiate il mio punto di vista e la lettura non vi risulti troppo pesante. Buona lettura!
  37. 4 Mi Piace
    Salve a tutti.. Da dove comincio? Mi sono appena registrato, dopo aver sbirciato un po' qua e là per sito e forum. Possiamo dire che al momento, arrivato ai 35 anni sono un AFOL inattivo, se mi passate il termine: in tenera età i LEGO sono sempre stati il mio divertimento preferito (avevo set di un po' tutti i tipi, dai pirati a quelli spaziali, passando per l'immancabile stazione di polizia, qualche technic, un paio di treni e così via) ..e anche dopo i mattoncini mi sono sempre rimasti in testa, pur se a fasi alterne. Nel corso del tempo ogni tanto ripescavo le varie scatole per un po' di revival, ma ad oggi sono un po' di anni che sono in pausa più o meno forzata tra lavoro e casini assortiti che non mancano mai.. nel mezzo mettiamoci anche altre passioni rubatempo ed ecco che i mattoncini sono rimasti un po' in disparte.. Nonostante questa premessa, la passione per i mattoncini c'è sempre.. e ultimamente sta tornando a bussare alla porta sempre più insistentemente Non necessariamente questa sera mi metterò a montare qualcosa e/o domani andrò a svuotare scaffali in qualche negozio di giocattoli, comunque intanto aver trovato questo forum con tanti appassionati è già un bel primo passo. Nel frattempo ho trovato un po' di "sfogo" al pc con LEGO Worlds (davvero bello) grazie al quale sto facendo anche un po' di lavaggio del cervello alla mia "consorte", ottenendo due risultati non da poco: 1) esser riuscito a farle abbandonare The Sims (appunto in favore di LW) e 2) farle nascere un po' di passione per i mattoncini.. che ovviamente sto alimentando ulteriormente con visione di film LEGO, foto di MOC ecc (probabilmente le darò in pasto anche LEGO City Undercover dopo che uscirà per PC il mese prossimo ) Al momento non mi viene in mente altro.. se avete domande chiedete pure
  38. 4 Mi Piace
    Dico la mia sul discorso cargo e 10 kg: Prima di tutto, generalmente in campo astronavi per cargo si intende non quanto si può trainare, ma la capacità della stiva.. Anche perché sì la nave in questione nasceva come una sorta di muletto spaziale (se mi passate il termine) e il ruolo di secondo membro dell'equipaggio era proprio quello di gestire traino e spostamento dei moduli cargo tramite il rampino magnetico. Cosa però rimossa nella versione militarizzata usata dai ribelli, che hanno convertito la postazione del cargo manager in postazione da artigliere (o gunner che dir si voglia) nonostante sia rimasto presente il cavo di traino. Fatta questa premessa, ovviamente in una nave del genere non c'è molto spazio in cui ricavare una stiva/bagagliaio e quindi ci può stare benissimo che all'interno della nave si possano portare solo 10kg. Dato tra l'altro confermato qui: http://starwars.wikia.com/wiki/T-47_airspeeder/Legends Va notato però che queste informazioni, incluso il dato sulla stiva, come molte altre informazioni sul T-47 non sono derivate da opere canoniche, ma dall'universo espanso (poi rinominato Legends) e come molti sapranno, dopo l'acquisizione da parte di Disney, tutto il materiale dell'universo espanso è stato dichiarato non canonico. Bisogna dire però che stando alle note di wookiepedia, il dato della stiva proviene da Star Wars: Behind the Magic, rilasciato nel 1998 direttamente da LucasArts e che quindi possiamo indubbiamente considerare come fonte affidabile. Più che altro quello che fa strano è che si parli di capacità della stiva indicandola in Kg.. e non in qualche unità di misura (reale o in lore che sia) relativa al volume... ma del resto sappiamo come in SW non siano nuovi a dubbi e questioni sull'uso delle unità di misura.. (qualcuno ha detto parsec? )
  39. 4 Mi Piace
    Bel topic! Mi sento di selezionare non il set, ma i set che per un motivo o per un altro hanno segnato dei periodi nella mia storia di appassionato LEGO e quindi per me preziosi. Era la mattina del Natale 198x (potrebbe essere l'82, ma non lo ricordo...) e sotto l'albero trovai la bella scatola del 7720. Fu una fantastica sorpresa e, allo stesso tempo, anche un po' una delusione dato che i miei genitori, per farmici giocare subito, pensarono bene di farmelo trovare già montato... Sigh! Era il 2001 ed ero ufficialmente in Dark Age da diversi anni però il pallino per i LEGO era sempre acceso così una mattina, in seguito ad un particolare evento lavorativo, entrai dentro l'Esselunga locale per uscirne tutto felice con una copia del 4709, il primo castello di Harry Potter. Nel 2010 (o forse il 2011) l'occasione di comprare un regalo di compleanno al figlio di mia cugina si trasformò nella mia ufficiale uscita dalla Dark Age. Fu una scelta difficile tra l'Imperial Flaghsip e il 10185 ovvero quello che poi sarebbe diventato il mio primo modulare: Infine nel 2014 la mia prima trasferta all'estero, la mia prima volta a Billund e la mia prima partecipazione a Skaerbaek (l'ultima gestita da TLG) con l'occasione, come già detto da altri, di creare e consolidare nuove amicizie che tutt'oggi animano in qualche modo le mie giornate ed è quindi per questo che anche questo set rientra tra quelli più preziosi nella mia collezione. Questo è anche effettivamente prezioso dal punto di vista economico, ma tanto non uscirà mai da casa mia quindi è del tutto irrilevante!
  40. 4 Mi Piace
    La mia ultima MOC: treno regionale con vetture a due piani, ispirato al TAF e al Vivalto. Requisiti fondamentali: "8-wide" double-decker ("a due piani") bassa clearance ed incarrozzamento a livello dei passeggeri due file di posti a sedere, con corridoio centrale, anche nei mezzanini in ogni area passeggeri una minifig deve poter stare in piedi fari delle motrici: funzionanti battery-box PowerFunctions grande (4x11x7, quello con pile stilo) tetti staccabili pochi stud a vista Caratteristiche delle vetture trainate: lunghezza: 36 stud posti a sedere: 26 due scale interne peso a vuoto: 491 grammi Caratteristiche della motrice semipilota: lunghezza: 41 stud escluse sporgenze posti a sedere: 18 peso in ordine di marcia (incluse sei pile stilo): 940 grammi battery-box allineato sul carrello motore di testa: massima aderenza ruote motrici Totali per un treno completo (due motrici e quattro vagoni): lunghezza: 226 stud più sporgenze (circa 180 cm) posti a sedere: 140 la cabina di guida può ospitare due macchinisti il treno completo (1+4+1) è composto da poco più di tremila parts Sagoma limite per le gallerie e stazioni: altezza dal suolo (incluso armamento): 13 brick + 4 brick per il pantografo larghezza: 10 stud (in realtà 8 più mezzo stud di sporgenze extra per lato) la banchina di una stazione richiede un'altezza di appena 4 plate per l'incarrozzamento a livello a meno di un fregio ancora visibile nelle foto, può affrontare curve e scambi FAQ: Da cosa sei partito? Volevo solo creare qualche vagone grigio per riciclare quattro chassis e una scorta di pezzi Light Bluish Gray da altri set e da vari LUGbulk. Come sempre, l'appetito vien mangiando. Sono particolarmente fiero del pantografo. Come lo hai progettato? Il progetto originale è in LDD, ma la versione realizzata ha alcune modifiche sostanziali per problemi emersi durante la costruzione: il più tragicomico errore è stato la distanza eccessiva tra il cavo motore e il ricevitore PF IR (che ho potuto risolvere solo comprando prolunghe PF). La parte più costosa? Il costo finale (4 motrici + 4 vagoni) è lievitato parecchio soprattutto a causa delle costose finestre 4035, ma per recuperare tutti i pezzi che non avevo ho dovuto ordinare da una quindicina di venditori diversi, bruciando un centinaio di euro in sole spese di spedizione. Video:
  41. 4 Mi Piace
    Che ne dite di questa fermata del tram? (notare la pavimentazione, con l'utilizzo incrociato del Technic Pin Connector angle #1 Opera di Thomas Reincke Guarde le altre foto del diorama Straßenbahnen
  42. 4 Mi Piace
    Dunque, l'idea è questa: costruire un tracciato in cui il trenino LEGO motorizzato PowerFunctions attraversi gran parte dei binari in entrambe le direzioni, senza dover mai agire sugli scambi o sul motore. Gli scambi LEGO sono "tallonabili", cioè dato un ramo A e due rami B e C, il treno può percorrere AB, oppure BA oppure CA senza dover intervenire sullo scambio. La leva dello scambio infatti seleziona solo l'uscita del ramo A quando viene percorso in ingresso. Questo significa che è possibile creare un tracciato a goccia per invertire la marcia, come in questa foto: Se mettiamo insieme due tracciati a goccia uniti da un tratto di binari, otteniamo un circuito chiuso in cui tale percorso tra le due "gocce" verrà attraversato in entrambe le direzioni, senza dover agire sugli scambi o sul treno in marcia: Ma le gocce si possono anche incrociare, come in questo fulgido esempio (non fatevi ingannare, non è una copia del carissimo - in tutti i sensi - double crossover 7996): In questo caso i rami aggiuntivi percorribili in entrambe le direzioni sono quello connesso agli scambi a destra e quello connesso agli scambi a sinistra: i percorsi utili saranno questi, tutti validi contemporaneamente e senza toccare gli scambi poiché sfruttiamo la loro caratteristica di essere tallonabili: S1-D1-D2-S1 S2-D2-D1-S2 D1-S2-S1-D1 D2-S1-S2-D2 In altre parole, un treno in ingresso in uno dei quattro punti attraverserà il tracciato opposto (quello connesso ai due scambi dall'altro lato) e invertendo la direzione. I tratti S1-S2 e D1-D2 verranno percorsi in entrambe le direzioni, senza mai dover agire sugli scambi o sul motore. Come costruirli La goccia è abbastanza semplice ed è dedicata a tutti coloro che si lamentano di avere troppi binari curvi nel proprio stock pezzi. Tra i modi in cui si può costruire, quello della foto è fatto così: uno scambio seguito da cinque binari dritti sul suo ramo dritto seguito da undici binari curvi, tutti orientati all'interno seguito da un binario curvo orientato verso l'esterno seguito da un binario corto "flexi" seguito da un binario dritto seguito da un binario flexi seguito da un binario curvo orientato verso l'esterno e agganciato all'altro ramo dello scambio Totale: 1x scambio 6x dritti 2x flexi 13x curvi La doppia goccia è costituita invece da quattro elementi simmetrici formati ciascuno da: uno scambio con un binario dritto seguito da un flexi, sul lato dritto dello scambio e con un binario curvo orientato verso l'esterno, sul lato curvo dello scambio quest'ultimo binario curvo va agganciato all'incrocio centrale mentre il binario flexi va agganciato al flexi dell'elemento opposto Totale:: 1x costoso incrocio 9V (il mitico 32087) (nei PF non esiste ancora l'incrocio!) 2x scambi destri 2x scambi sinistri 4x flexi 4x dritti 4x curvi Video dimostrativo: notare come i due rami più esterni (i curvoni) siano affrontati in entrambe le direzioni: Nota: anche se i flexi sono stati in entrambi i casi utilissimi per aggiustare la geometria delle curve, appariranno un pochino forzati ma non "illegali" dal punto di vista del purista AFOL (penso che sia difficile costruire gocce e doppie-gocce più piccole; a farle più grandi servirebbero più binari e più spazio). I due ingressi S1/S2 sono separati da poco meno di 44 stud (sono leggermente convergenti, non paralleli). Piccoli consigli ingegneristici per l'armamento ferroviario: alternare un singolo flexi a un singolo binario dritto in modo da aggiustare le geometrie in ogni punto e poter fare curvoni di raggio notevole; due flexi consecutivi fanno già "ballare" il treno, diversi flexi consecutivi per fare una curva diventano faticosi da attraversare; regola principe: mai usare un flexi in ingresso o uscita da uno scambio.
  43. 4 Mi Piace
    Mi viene subito in mente il set Ideas Research Institute...
  44. 4 Mi Piace
    Autore: Nuno Miguel (Facebook)
  45. 4 Mi Piace
    L'armatore navale danese DFDS, per celebrare i 150 anni della compagnia, ha pensato bene di realizzare un "modellino" di una delle loro navi utilizzando 1.000.000 di brick, guadagnando anche il GWR per la nave più grande mai realizzata con i mattoncini In questo articolo trovate la descrizione del progetto ed il time-lapse della costruzione, avvenuta direttamente sul pianale di un camion https://www.dfdsseaways.co.uk/our-record-breaking-lego-ship
  46. 4 Mi Piace
    Per me il 6927. Penso sia in assoluto il set con cui ho giocato di più, e che soprattutto ho rimontato e smontato, nonché personalizzato tantissime volte.
  47. 4 Mi Piace
    "Girovagando" sulla Rete, mi sono imbattuto in un paio di BrickHeadz realizzate niente di meno che da @Priovit 70 Il robot mi piace molto perché è una variante della classica BrickHeadz con la "testona" fissa. Complimenti Luigi!!!
  48. 4 Mi Piace
    Per me sicuramente è il 381: è stato il primo set "tutto mio", fino a quel momento (Natale 1981!!!!!) avevo condiviso con mio fratello un paio di scatole universali.
  49. 4 Mi Piace
    Ho costruito, per diletto e da mettere vicino alle mie MOC durante le esposizioni, un piccolo logo del mio nickname: Galleria: http://www.moc-pages.com/moc.php/436775
  50. 4 Mi Piace
    Vi presento il mio "piccolo" capolavoro: la caserma degli acchiappafantasmi. Si lo so, esiste la versione ufficiale della Lego e tante MOC in giro per il mondo ma io ho cercato di creare qualcosa di originale. Avevo la Ecto-1 fino a quando non uscì il set ufficiale. Ovviamente fu amore a priva vista per via della passione che ho da sempre per il film (quello originale ovviamente) ma la cosa che odiavo di più era il fatto che la Ecto-1 ci entrasse dentro solo a metà . A quel punto decisi che se l'avessi comprata, avrei fatto in modo e maniera che la macchine ci entrasse per intero senza dover smontare niente. Passai sei mesi con LDD a ricostruirmela da zero modificando mille cose fino ad arrivare ad un buon risultato. Ho poi ordinato ca 2000 brick aggiuntivi e ho passato sei mesi a costruire, modificare, aggiornare ecc.... Il risultato? le foto direi che parlano da sole, spero che piaccia anche a voi.
This leaderboard is set to Roma/GMT+02:00