Addio bustine trasparenti di plastica, benvenute bustine di carta!

The LEGO Group ha appena annunciato che dal prossimo anno inizieranno a sostituire le bustine trasparenti in cui vengono confezionati i pezzi nelle scatole LEGO con delle bustine di carta, con l’obiettivo di avere un confezionamento interamente sostenibile entro il 2025.

La cosa era già stata accennata in precedenza, ma l’annuncio ufficiale è giunto oggi, con tutti i dettagli.

Nel complesso LEGO investirà 400 milioni di dollari per questo e per continuare sulla strada verso la completa sostenibilità, la cui scadenza finale rimane il 2030.

Le altre attività previste sono:

  • Il raggiungimento di nella neutralità carbonica per quanto riguarda la produzione, sempre entro il 2025, sfruttando sempre di più le energie rinnovabili e cercando di consumare meno.
  • La circolarità: estendere il più possibile il concetto per cui “i pezzi LEGO non si buttano” (non è una cosa che serva dire a noi!), creando modi per poter donare ai bambini i pezzi vecchi piuttosto che buttarli via (un’esperimento pilota, LEGO Replay, era già stato fatto in USA lo scorso anno; in futuro verrà esteso ad altri paesi).
  • Niente sprechi entro il 2025. Niente più rifiuti dalla produzione, già ora il 93% dei rifiuti delle fabbriche viene riciclato.
  • Continuare a cercare di raggiungere l’obiettivo finale di trovare nuovi materiali sostenibili con cui realizzare i mattoncini LEGO. Per le piante è stato facile perché il tipo di plastica più morbido con cui sono sempre state realizzate si può raggiungere anche partendo dalla canna da zucchero, per altre plastiche la cosa è meno immediata.

È importante ribadire ancora una volta che non stanno cercando di realizzare mattoncini biodegradabili (anzi!), i nuovi mattoncini dovranno avere le stesse qualità di durabilità di quelli attuali.

Fonte: The LEGO Group Press Room.

LEGO® Braille Bricks

Annunciati più di un anno fa, vengono ufficialmente presentati oggi i Braille Bricks, i mattoncini pensati per le persone non vedenti. In Italia arriveranno nella primavera 2021, ma non saranno disponibili al pubblico.

Il comunicato stampa:

Billund, 20 agosto 2020: Oggi, LEGO Foundation e LEGO Group hanno annunciato il lancio ufficiale dei LEGO® Braille Bricks in sette Paesi, tra cui Brasile, Danimarca, Francia, Germania, Norvegia, Regno Unito e Stati Uniti. In Italia arriveranno entro la primavera del 2021. Il progetto pilota è stato presentato per la prima volta nell’aprile 2019 durante la conferenza “Sustainable Brands” tenutasi a Parigi, in Francia, patria dell’inventore Braille, Louis Braille. Da allora sono stati eseguiti test in varie lingue e contesti culturali. Oggi LEGO Group e LEGO Foundation sono pronte per il lancio in sei lingue, tra cui danese, norvegese, inglese, portoghese, tedesco e francese. Nei sei mesi successivi il prodotto sarà poi lanciato in altre quattro lingue, con l’intento di implementare il progetto fino a raggiungere un totale di undici lingue in venti paesi entro i primi mesi del 2021.

“Con i mattoncini Braille, LEGO Foundation ha creato per i bambini non vedenti un modo totalmente nuovo e coinvolgente per imparare a leggere e scrivere,” afferma David Clarke, Director of Services at the Royal National Institute of Blind People, che ha lavorato con LEGO Foundation per sviluppare e testare i mattoncini nel Regno Unito. “Il Braille è uno strumento importante, in particolare per i giovani con problemi alla vista. Questa ingegnosa novità apre un mondo tutto nuovo di apprendimento ludico che insegna ai bambini il Braille, coinvolgendo anche i loro compagni di classe in modo divertente e interattivo.”

“In qualità di educatore, sono certo che i LEGO Braille Bricks saranno utili per unire diversi studenti”, afferma Paige Maynard, Paige Maynard, Teacher of the Visually Impaired and Developmental Interventionist at Visually Impaired Preschool Services a Louisville, KY. “Gli studenti con disabilità visive potranno giocare e imparare insieme ai loro coetanei vedenti. I mattoncini portano la gioia del gioco nel mondo del Braille e l’insegnamento di abilità tattili. Inoltre sappiamo che l’apprendimento più incisivo e duraturo si ha proprio quando i bambini sono impegnati in attività che amano.”

Man mano che i kit di mattoncini LEGO Braille Bricks saranno lanciati in ogni paese, verranno distribuiti gratuitamente insieme alle Istituzioni, a scuole selezionate e servizi per l’educazione dei bambini con problemi visivi. LEGO Foundation collaborerà con Partner Ufficiali in ogni Paese per gestire l’assegnazione dei kit e la formazione dei docenti presentato su www.LEGObraillebricks.com.

Ogni kit conterrà oltre 300 LEGO Braille Bricks che comprendono l’intero alfabeto della lingua scelta, i numeri da 0-9, i simboli matematici e i segni di punteggiatura. I kit saranno disponibili nei cinque colori LEGO e comprenderanno anche tre basi e un separatore di mattoncini.

“Siamo contenti di lanciare ufficialmente la prima parte del programma di LEGO Braille Bricks e non vediamo l’ora di far avere i kit nelle mani dei bambini” afferma Stine Storm, Senior Play & Health Specialist at LEGO Foundation. “Nel corso del test e del programma pilota, abbiamo ricevuto un grande sostegno e feedback positivi da parte di bambini, genitori, insegnanti e organizzazioni partner che hanno sperimentato i mattoncini LEGO Braille. Abbiamo capito il reale potenziale di questi kit volti a incoraggiare l’apprendimento in un modo nuovo ed emozionante. Le possibilità di imparare attraverso il gioco sono infinite e non vediamo l’ora di vedere come s’ispireranno i bambini nel loro viaggio per l’apprendimento del Braille.

Il concetto alla base dei LEGO Braille Bricks è stato proposto per la prima volta alla Fondazione LEGO nel 2011 dall’Associazione danese dei non vedenti e nel 2017 da Dorina Noweill Foundation per non vedenti con sede in Brasile. Da allora è stato messo a punto in stretta collaborazione tra le associazioni per non vedenti di Danimarca, Brasile, Regno Unito, Norvegia, Germania, Francia e Stati Uniti, dove i test sono stati condotti in due fasi nel corso di quasi due anni. La prima parte dei mattoncini LEGO Braille è ora in fase di lancio in questi stessi Paesi e sarà lanciata in altri 13 Paesi all’inizio del 2021, tra cui Australia, Austria, Belgio, Canada, Finlandia, Irlanda, Italia, Nuova Zelanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera e Paesi Bassi.

Per quanto riguarda l’Italia, il partner scelto è la Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro-Ciechi. Importante ribadire che questo non è un prodotto destinato al pubblico, ma sarà disponibile esclusivamente attraverso questi partner!

I 100 anni di Godtfred Kirk Christiansen (con sorpresa)

[Articolo di Mads Klougart Jakobsen apparso oggi sulla intranet dei dipendenti LEGO, tradotto e condiviso con permesso. Fonte: LAN.]

100 anni fa, oggi, nacque il precedente proprietario e direttore generale LEGO Godtfred Kirk Christiansen. La sua influenza sull’azienda e sul successo del sistema LEGO è innegabile, ma una nuova ricerca dei nostri storici alla LEGO Idea House mostra che la sua influenza sul mattoncino LEGO e sull’azienda è ancora più grande di quanto si pensasse inizialmente.

“Per decenni non abbiamo potuto dare una risposta precisa alla domanda su come fosse stato sviluppato il mattoncino LEGO e chi fosse la mente responsabile del suo design. Eravamo convinti che si fosse trattato di un processo lungo portato avanti da una squadra di dipendenti LEGO tra la metà e la fine degli anni 50. Grazie a del materiale appena ritrovato, abbiamo invece scoperto che Godtfred ha giocato un ruolo centrale nello sviluppo del mattoncino LEGO che tutto il mondo oggi ama”, spiega Signe Wiese, storica della LEGO Idea House.

Ecco la storia, mai raccontata prima, dello sviluppo dell’iconico mattoncino LEGO:

È il 23 gennaio 1958. Tre uomini sono seduti in un ufficio LEGO a Billund. I tre uomini sono Godtfred Kirk, suo fratello Karl Georg (probabilmente) e Axel Thomsen, capo dell’ufficio commerciale LEGO in Germania.

Quest’ultimo spiega che sta ricevendo delle lamentele dai suoi clienti in Germania sul fatto che i modellini costruiti con i mattoncini di plastica dell’azienda non hanno stabilità né “clutch power”.

Il problema viene discusso ampiamente e vengono avanzate diverse idee e soluzioni. A un certo punto Godtfred trova un pezzo di carta con dei cerchi e inizia a schizzare diverse idee per un nuovo design del mattoncino. Lo stesso giorno, Godtfred passa lo schizzo a Ove Nielsen, allora a capo dell’officina degli stampi LEGO. Gli vengono date istruzioni di creare un campione per un nuovo mattoncino con due tubi interni.

Uno dei primi schizzi del design con due tubi interni.

Il giorno dopo, Godtfred porta i suoi schizzi e i campioni all’ufficio brevetti Hofman-Bang & Boutard di Copenhagen per iniziare la procedura di richiesta brevetto. Mentre torna a Billund, però, pensa all’idea di creare invece un nuovo design del mattoncino con tre tubi interni invece che due. Quando arriva a Billund, ha ormai raggiunto la conclusione che tre tubi funzioneranno meglio di due, perché forniranno un’azione di incastro migliore.

Godtfred fa creare a Ove Nielsen un nuovo mattoncino di prova, tagliando e incollando degli elementi già esistenti. Questo design con tre tubi viene quindi inviato all’ufficio brevetti con un corriere. Pochi giorni dopo, il 28 gennaio, esattamente alle ore 13:58, il Gruppo LEGO registra la domanda per il brevetto di un nuovo tipo di sistema di costruzione. Un sistema in cui due o più elementi costruttivi di plastica a incastro possono essere uniti in un gran numero di posizioni diverse… o come lo viene chiamato generalmente: il brevetto del mattoncino LEGO.

“Possiamo ora concludere che non ci sono voluti più di cinque giorni per sviluppare e brevettare il design del mattoncino LEGO, e possiamo anche concludere che la mente dietro questo design eterno non fosse altro che lo stesso Godtfred. Non riesco a pensare a un modo migliore per celebrare il suo 100° compleanno”, dice Signe sorridendo.

10273 – LEGO® Haunted House

Oggi è stato annunciato il nuovo set nella serie della giostre (ormai ex-“Creator Expert”), la casa stregata (Haunted House)! Che per l’occasione sfoggia il nuovo stile di confezione (già visto su alcuni set Star Wars e Architecture) dedicato ai set 18+.

Il set costerà 229,99 EUR, ha 3.231 pezzi (68 cm x 25 cm x 25 cm) e sarà disponibile sul sito e nei LEGO Store (aperti) dal 20 maggio per i VIP e dal primo giugno per tutti gli altri.

L’ascensore si può controllare anche con Powered Up (disponibile a parte).

Con il nuovo set LEGO® La casa stregata preparatevi per un giro spettrale, aggiungendo questa attrazione al vostro parco divertimenti LEGO. Il set, che fa parte della collezione LEGO Fairground (set di costruzioni per adulti), è ricco di particolari entusiasmanti per sorprendere e intrattenere anche i più coraggiosi amanti del brivido. 

Il set si basa sul Maniero di Von Barron, la casa spettrale di uno dei più grandi cattivi del mondo – Samuel Von Barron. Il nuovo set LEGO® La casa stregata è pieno di dettagli da brivido. All’interno è presente anche un ascensore in caduta libera con porte automatiche in cima alla torre, per offrire ai più coraggiosi uno scorcio di quello che potrà succedere, il tutto caratterizzato da intricati dettagli come porte infestate e un dipinto per mettere in guardia contro eventuali intrusi. 

Per migliorare ulteriormente l’esperienza spettrale e sbloccare funzioni speciali, come un ascensore in movimento, gli appassionati possono anche aggiungere i componenti LEGO Powered Up (disponibili separatamente) per controllare e amplificare il set tramite l’app LEGO Powered Up. 

Il set LEGO® La casa stregata da 3.231 pezzi non solo è un imponente pezzo da brividi da esporre, alto oltre 68 cm, largo 25 cm e profondo 25 cm, ma offre anche agli appassionati la possibilità di giocarci e di immergersi nel mondo spettrale. I costruttori LEGO possono aprire l’esterno del set ed entrare nella casa infestata per scoprirne i dettagli – rivelando la vasta collezione di manufatti rubati di Von Barron che rimanda ai set di mattoncini LEGO del passato, tra cui l’Organo di Catarino e la sfera di OGEL.

Questo nuovo set è stato specificatamente pensato per i fan del mattoncino adulti – fornendo un’esperienza coinvolgente e creativa per concentrarsi, ricaricarsi e diventare creativi, giocando singolarmente o sfidandosi con amici o costruttori più giovani. 

Il nuovo set LEGO® La casa stregata™ è l’ultimo esempio di come LEGO Group miri ad ispirare i costruttori di tutte le età a costruire e ricostruire emozionandosi con il processo di creazione. Inoltre, è anche il primo set della Collezione LEGO Creator a presentare il nuovo packaging elegante, progettato per semplificare agli adulti la scelta di una nuova sfida di costruzione in base alle singole passioni. 

Per quanto riguarda il nuovo packaging, il Senior Marketing Manager Anders Hellegaard Iversen ha affermato: “Molti dei nostri costruttori adulti amano i prodotti della linea Creator Expert, in quanto permettono di mostrare la propria passione per i mattoncini; che si tratti di momenti preferiti di film, icone dello sport, destinazioni di viaggio, edifici, luna park o veicoli, i set LEGO contribuiscono a dare vita a questi momenti con i famosi mattoncini.

Questo è anche il motivo per cui abbiamo deciso di smettere di usare il marchio Creator Expert, utilizzando invece il nuovo packaging per adulti così da rendere più chiaro a quali hobby o prodotti possono riferirsi. Speriamo che in questo modo sia più semplice per gli appassionati rintracciare i set che vorrebbero mettere in mostra una volta completati. Naturalmente, la nostra gamma di prodotti continuerà a includere quelli da collezione che garantiscono ore di divertimento per gli appassionati.”