Vai al contenuto

Classifica


Contenuti popolari

Showing content with the highest reputation since 24/04/2018 in tutte le aree

  1. L'European Inventor Award è un riconoscimento che l'Ufficio Europeo dei Brevetti, presso cui lavoro, ogni hanno rilascia per celebrare degli inventori che, con le loro idee, hanno portato un contributo positivo allo sviluppo economico e sociale dell'Europa. Ogni anno, a fine estate, si aprono le selezioni e chiunque (proprio chiunque) puó suggerire dei candidate sul sito dell'evento. Come alcuni di voi sanno, andando anche contro ad alcune iniziali perplessità interne a LTG, io ho proposto di dare un riconoscimento a Gaute Munch, Erik Hansen e agli altri inventori ufficiali del LEGO Mindstorms (ufficiali per la sola ragione che i loro nomi sono riportati nei brevetti, poi sappiamo tutti che il Mindstorms deve moltissimo allo sviluppo open-source della community) Oggi ho avuto la lieta notizia che la mia candidatura è stata scelta fra i tre finalisti della categoria "Industria". Guardate qui: https://www.epo.org/learning-events/european-inventor/finalists.html https://www.epo.org/learning-events/european-inventor/finalists/2018/munch.html Il premio sarà assegnato l'8 Giugno da una giuria tecnico/scientifica, ma c'è anche un premio per "l'invenzione piú popolare" che viene deciso con un televoto. Da bravi AFOL chiederei a tutti voi di cliccare il seguente link (o passsare da uno dei link sopra) e votare il Mindstorms come invenzione piú popolare. https://popular-prize.epo.org/i/i/gaute-munch-erik-hansen-dk-and-team/#inventor-gaute-munch-erik-hansen-dk-and-team Come propositore del candidato dovrei essere invitato alla premiazione e quindi sapró in diretta se il nostro mattoncino programmabile preferito vincerà qualche riconoscimento....
  2. Fabio

    Gru telescopica

    Buongiorno a tutti, anche se è ancora allo stadio di progetto esecutivo, prima di essere travolto dalla febbre da Chiron, volevo presentare la mia nuova "creatura": una gru telescopica in scala circa 1:14, liberamente ispirata ad una Demag AC 700. In configurazione da lavoro al veicolo sono collegati i contrappesi, mentre tutte le funzioni di bordo sono sempre comandate da uno specifico telecomando (nel modello è rappresentata solo la parte iniziale della tracolla), che sfrutta tutti i canali dell'attuale sistema PF. Il progetto, tutto realizzato con LDD, conta complessivamente circa 41.000 pezzi, di cui circa 2.000 per il telecomando. Il corpo gru, in configurazione stradale, misura 200 brick in lunghezza, 42 in larghezza e 40 in altezza. Tutte le funzioni proprie della gru sono riprodotte meccanicamente impiegando solo ed esclusivamente i componenti del sistema PF ed in particolare: 15 motori XL; 5 motori L; 13 motori S; 4 servomotori; 18 ricevitori; 4 trasmettitori; 5 batterie, di cui 4 al litio. Le funzioni comandate sono 20, ovvero: trazione, su quattro assi; sterzo, su sette assi; sollevamento braccio; estensione braccio; rotazione tavola rotante; argano; rotazione stabilizzatori anteriori; rotazione stabilizzatori posteriori; allungamento stabilizzatori anteriori; allungamento stabilizzatori posteriori; discesa stabilizzatori anteriori; discesa stabilizzatori posteriori; commutatore stabilizzatori destra / sinistra; rotazione cabina sovrastruttura; inclinazione cabina sovrastruttura; sollevamento superlift; apertura superlift; tensionamento cavi superlift; varo contrappesi; selettore sfilo. Per poterle comandare tutte ed avere sempre abbastanza potenza per questo colosso, l'impianto elettrico è suddiviso in 4 sezioni principali, ciascuna alimentata da una batteria al litio, a cui si aggiunge una sezione ausiliaria, comandata dalla quinta batteria. Il sistema è pensato in modo che 1 trasmettitore (le due levette a fianco del secondo manipolatore) controlli sempre la sezione ausiliaria che comanda un commutatore a bordo gru in grado di attivare simultaneamente fino a un massimo di 6 funzioni alla volta (3 trasmettitori, uno per ciascuno dei tre manipolatori), consentendo, in questo modo, di controllare da remoto l'intera gru. Il numero elevato di ricevitori, invece, si spiega con la scelta di collegare i motori delle funzioni più energivore (trazione, sterzo, sollevamento braccio ed estensione braccio) a più batterie (ad esempio la trazione e lo sterzo le usano tutte e quattro), in modo da potere sfruttare al meglio tutta la potenza disponibile. Un apposito carosello presente sul telecomando (nel modello è la serie di pneumatici bianchi nella parte alta della struttura) e collegato alla stessa leva che controlla il sistema di commutazione, mostrerà, di volta in volta, quali comandi sono attivi, simulando la presenza di un display. Sulla gru, invece, sono presenti una serie di led di stato (sono i plate round visibili nella parte nera dietro la cabina di guida all'altezza del secondo asse) per confermare la sezione dell'impianto elettrico attiva. Le uniche parti non originali LEGO saranno il rotolo di carta stampata avvolto sul carosello del telecomando e tutti i cavi e le funi della gru (chi ha detto che sono un purista? ). Come i frequentatori di Latina sapranno già, questa non è la mia prima creazione di questo tipo, visto che negli ultimi anni ho portato a quella esposizione la stessa gru, in scala 1:20 e livrea completamente nera. Il cambio di scala mi ha consentito di migliorare la funzionalità complessiva e riprodurre, con la massima fedeltà possibile, le modalità di funzionamento della una gru telescopica reale: questa volta saranno i cilindri ai lati del braccio a sollevarlo, il sistema telescopico usa un singolo attuatore centrale per tutte le cinque sezioni di cui è composto e così via. Riguardo la realizzazione siamo appena agli inizi. Attualmente ho costruito solo il commutatore, le sezioni fisse degli stabilizzatori e la struttura interna del telecomando. Tralascio, ovviamente, gli innumerevoli provini che negli ultimi due anni ho realizzato per avere la ragionevole certezza che tutto funzioni a dovere (alcuni erano con me a Latina 2017). Per il resto ho quasi completato la fase di approvvigionamento dei pezzi: la wanted list iniziale era di circa 18.000 unità, che per un neofita assoluto di Bricklink erano oggettivamente troppi !!! A tal proposito colgo l'occasione per ringraziare tutti gli amici che mi hanno fornito le parti che mi erano necessarie ed in particolare Marcello di Pianeta Mattoncino che mi sta aiutando anche con gli ordini Bricklink internazionali. Conto di iniziare la costruzione a pieno regime appena finito di riordinare i pezzi che erano della vecchia gru che, inevitabilmente, ha dovuto cedere il passo alla nuova realizzazione. Lavoro ed altri impegni personali permettendo, a meno di intoppi in fase di realizzazione che vanno comunque messi in conto, spero di completare il tutto per la fine di quest'anno. Seguiranno aggiornamenti. Arrivederci a presto, Fabio
  3. Contest chiuso. Ringrazio tutti i soci che hanno partecipato a questo primo contest dell'ItLUG LEG GODT Award 2018 che, per un pelo, ha raggiunto il numero minimo di partecipanti. Purtroppo però due di queste opere non rispettano i requisiti richiesti dal contest pertanto, avendo inviato gli elaborati nei termini richiesti dal regolamento e essendo presente nel regolamento base la possibilità di correggere l'opera, assegno, vista anche la difficoltà generale del contest, 13 ulteriori giorni per correggere il problema. Chiedo quindi di pazientare ancora un po' per l'apertura delle votazioni e la conclusione del contest. Nuovo termine di invio valido esclusivamente per Socio 1 e Socio 2: domenica 20 maggio. Nuovo inizio votazioni: martedì 22 maggio.
  4. msx

    Il mio layout

    Ciao a tutti, questo e' il mio attuale circuito GBC, quello che esporrei a Borgobricks (in caso la mia iscrizione venga accettata). I moduli sono tutti basati su idee arcinote ma sono tutti (ri)progettati da me (non ho seguito istruzioni insomma). Alcuni sono piu' affidabili di altri ma in generale il circuito gira abbastanza pulito senza troppi interventi Purtroppo non ho i pezzi e soprattutto il tempo per fare i moduli con colori coordinati, per cui sono tutti rainbow ma vabbe' Spero di riuscire a fare altri due moduli, uno e' già in lavorazione, poi mi piacerebbe fare un modulo con EV3, magari un contatore di palline. Che ve ne pare? PS scusate il casino del tavolo da lavoro
  5. ItLUG LEG GODT Award 2018 – Contest 4: Una Skyline x ItLUG Celebra la tua città costruendone la sua skyline! Numero minimo di partecipanti: 6 Coefficiente difficoltà: 2 Durata: 29 giorni. Da sabato 5 maggio a domenica 3 giugno 2018. Registrazione: da sabato 5 maggio a domenica 3 giugno 2018. Votazione: da martedì 5 giugno a domenica 10 giugno 2018. Premi Primo classificato: LEGO Architecture 21039: Shanghai. Secondo classificato: LEGO Architecture 21032: Sydney. Terzo classificato: una busta piccola di sfuso. Punteggio ILGA Primo classificato: 18 punti Secondo classificato: 12 punti Terzo classificato: 6 punti Quarto classificato e oltre: 3 punti Regolamento base Regolamento specifico: Il modello deve contenere tra 4 e 6 edifici simbolici della tua città o della tua regione. Il modello deve essere costruito su un formato compreso tra 24/32 stud di larghezza e 4/8 stud di profondità. Il modello deve contenere il tile 1x8 con il nome. Chiarimenti: Il formato della base di costruzione può essere irregolare purché rientri nel formato minimo/massimo. Il tile con il nome può essere stampato o aggiunto in seguito con un programma di fotoritocco. Modulo di partecipazione Buon divertimento e... giocate bene!
  6. I nuovi episodi dovrebbero arrivare anche in Italia a partire dal prossimo 25 maggio. Nel frattempo una piccola anteprima dal sito Nerdist.
  7. A fine evento qualche foto, video e articoli per chi non è potuto passare a salutarci! Photogallery completa su Flickr di ToscanaBricks: https://www.flickr.com/photos/toscanabricks/albums/72157690258643060. Mi limito a riportarvi la foto di gruppo realizzata durante l'evento.. vi rimando alla galleria su Flickr per tutte le altre foto! Video diretta live Facebook a fine evento per l'estrazione di #FindThePoliceMan, con il nostro affascinante @Fabbbbbricks e la mia regia: Video promozionali (pre e post evento): Articoli sulla stampa locale: https://www.lanazione.it/empoli/cronaca/ludicomix-1.3866749, http://www.gonews.it/2018/04/21/ludicomix-bricks-kids-giochi-colori-invadono-centro-storico/
  8. Contest chiuso. Grazie a tutti i soci che hanno partecipato a questo terzo contest dell'ItLUG LEG GODT Award 2018! A domani per l'apertura delle votazioni!
  9. Dovevano arrivare a 4124 pezzi! Comunque noto che il Power Functions non è ancora morto...
  10. sdrnet

    Novità 2018: City

    https://zusammengebaut.com/LEGO-city-stadtbewohner-abenteuer-in-der-wildnis-60202-erstes-bild-48518/ Terza collection di minifig LEGO-City!
  11. GianCann

    LEGO Ideas - Processi di LEGO Review

    Ecco ufficializzati i prossimi candicati
  12. Fanfaro

    LEGO VIP Program - Promozioni e Informazioni

    Sullo shop c'è il MF con punti doppi
  13. @Teazza, @vedosololeg0 e @dark.collector la prossima settimana avrete notizie dei premi. Nel frattempo ho reso disponibile la classifica dopo il primo, anzi secondo, contest:
  14. cborella

    Nuovi pezzi per il 2018

    A questo: Forse non compare nella lista per via della serigrafia
  15. Il tettino in dark blue è fatto con questo hinge panel: https://www.bricklink.com/v2/catalog/catalogitem.page?id=95#T=P
  16. Svelate le montagne russe! https://brickset.com/article/35749/10261-roller-coaster-press-release
  17. Gioppa

    Consulenza musicale Motörhead

    Beh ogni disco ha il suo pro e contro, se ne devo dire tre potrei suggerirti la trilogia classica con overkill- ace of spades- bomber ma ti perderesti tantissimi classici. puoi fare come me prendi uno degli ultimi live, se ti piace una canzone vai a cercare il disco, perché gli ultimi erano veramente delle bombe. non ho un disco preferito, i Motorhead si sono sviluppati durante gli anni, finiamo con sta leggenda che tutte le canzoni sono uguali( quelli sono gli ac dc... hihihi) Non hai visto la mia foto del profilo Facebook.. forse li si capisce perché sono ferrato sull’argomento
  18. Fabbbbbricks

    BrickAction – A StudSystem Wargame

    Dopo la sessione dimostrativa di Bricks in Florence Festival saltata e ridotta a semplice (e incomprensibile per i più) esposizione, ho portato nuovamente BrickAction all'interno di un nostro evento e questa volta sono riuscito a far giocare e non diverse persone. Il feedback ricevuto è stato ottimo e come primo vero playtesting pubblico non mi posso assolutamente lamentare dato che è filato tutto liscio e ho preso nota giusto di un paio di osservazioni che mi sono appuntato per successive analisi. L'obiettivo che al momento mi sono prefissato è quello di rilasciare il regolamento dopo l'estate verso settembre. Vedremo se riuscirò a rispettarlo! Ecco qualche foto anche se, essendo un regolamento e non un gioco completo, il setup non è molto significativo: le uniche parti standard (obbligatorie) che fanno parte del gioco (almeno a oggi) sono la Piastra del personaggio (con Mattoncino identificativo del team, Mattoncino identificativo del personaggio e Segnalino round), il Righello, il Dado Effetto e il Mattoncino identificativo del turno e una piccola dotazione di mattoncini. Il resto è a discrezione dei giocatori. Esposto a Firenze per Bricks in Florence Festival 2017. Alcuni momenti di gioco a Empoli per Ludicomix Bricks & Kids 2018.
  19. Norton74

    Hot Dog Stand

    Un classico dello street-food: l'HOT DOG Lo ammetto, sono un grande fan degli Hot Dog e mi piacciono soprattutto con tanta maionese, senape, ketchup e crauti. Quando LEGO ha presentato l'uomo Hot Dog nella serie 13 delle Minifigure collezionabili e poi il cameriere nella serie 17 ho pensato subito di realizzare qualcosa a tema street-food. Ed ecco qua il mio ultimo lavoro: il chiosco degli Hot Dog in puro stile "fifties". Dategli un occhio con calma magari mentre vi gustate il vostro meritato Frankfurter... Sul mio flickr altre foto. Credit: la forma del chiosco è ispirata al James Rockford Memorial Taco Stand di Chris Cooper, che dovrebbe essere situato a Los Angeles.
  20. Teazza

    MOC - 30 Anni di vita con i LEGO

    Ciao a tutti, vi presento la MOC che avevo preparato per il concorso dei 10.000 like che poi è andato perso. La realizzazione vuole rappresentare le diverse fasi della mia vita in relazione ai LEGO, ed all'evoluzione dei mattoncini stessi, soprattutto nei colori. La riproduzione è strettamente "autobiografica" ma penso che molti di noi possano riconoscersi. Fatemi sapere se vi piace.
  21. sdrnet

    Mulino a vento medievale

    Nome MOC: Mulino a vento medievale Numero pezzi: 5.200 circa Tema: medievale, paesaggio Minifig: 2 Particolari: pale motorizzate A metà gennaio 2018 dopo uno stop costruttivo durato un paio di mesi, mi sentivo bloccato da troppe idee e senza un progetto concreto da realizzare. Dopo un po' di prove in LDD arriva finalmente lo "sblocco" e nel giro di una decina di giorni avevo pronta una nuova bozza di progetto LDD da realizzare dal vivo. Per la prima volta avevo in casa così tanti pezzi utili per questa moc che ho dovuto fare solo 3 ordini BL. La costruzione è poi avvenuta nell'arco di un paio di mesi. Volevo da tempo realizzare un mulino a vento ma in passato avevo in mente il classico mulino olandese immerso tra i tulipani. Poi girando una sera su Pinterest mi sono imbattuto in un'immagine di un mulino a vento medievale e sono stato colpito dalla sua bellezza. Mi sono quindi ispirato a questo mulino trovato in rete e ho deciso di realizzarlo in LEGO, facendo ovviamente diverse modifiche. Mi piace pensare a questo mulino ambientato nel medioevo, abitato da una famiglia semplice che viveva in un'era dove non esisteva ancora la tecnologia di oggi, senza cellulari, computer, internet. Solo una casa di pietra e legna costruita con la fatica delle braccia e una vita condotta a produrre la farina per il pane e coltivare le verdure e i prodotti della terra. Il tutto circondato da una natura rigogliosa senza traffico e aria inquinata. Una vita senz'altro molto dura ma molto più semplice e costruita su concetti basilari come la famiglia, la terra e il cibo. Il mulino non ha arredamenti interni perchè l'interno è stato progettato per contenere il pacco batterie, il motore e anche un trasformatore a cui sono collegate delle luci a led. Il mulino di notte si illumina con una bella striscia di led. Azionando invece un piccolo pulsante sul retro della casa si attiva il motore che fa girare lentamente le pale del mulino a vento rendendolo così più dinamico. Questa la considero una delle mie moc meglio riuscite e spero di avere riscontri positivi anche da parte vostra per capire se il risultato finale è all'altezza delle mie aspettative. Verrà presentato per la prima volta al MEI di Verona 2018. Galleria immagini su Flickr: https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72157690184763535 Saluti a tutti alla prossima! Sandro
  22. sdrnet

    MOC dal Web - Aprile 2018

    Jason colpisce ancora...
This leaderboard is set to Roma/GMT+02:00
  • Newsletter

    Want to keep up to date with all our latest news and information?

    Sign Up
×