Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 12/17/2021 in all areas

  1. Ciao a tutti, vi presento la mia ultima MOC, visto il periodo a tema Natalizio. Ho voluto celebrare il mito di Babbo Natale, ed il fatto che fortunatamente mia figlia ancora ci crede, utilizzando la base delle altre mie MOC con papà e bambina. Spero vi piaccia, buon Natale!
    14 points
  2. La produzione di set LEGO nel 1994 arrivò a ben 155 differenti set, inclusi i DUPLO, insomma siamo ben lontani dagli 800 e passa per anno degli anni recenti. La flessione di interesse rispetto all'età dell'oro (la prima iniziata nel 1978) si avverte, e sfogliando il catalogo del 1994 si ha la netta sensazione che i designer invece che spingersi in avanti, stavano cercando la formula per risalire andando a reinterpretare temi che erano già stati esplorati nel decennio precedente. Il set più importante dell'anno è indubbiamente il 6991 Monorail Transport Base. Il set è ambizioso, la scatola imponente per i tempi, vede un'evoluzione del 6990 Futuron del 1987: Rispetto a questo set abbiamo due scambi in più e un'idea di base più complessa: Il set andò così male da far abbandonare la produzione della monorotaia. Accusata ingiustamente di essere la causa della non vendita. In realtà due fattori contribuirono a lasciare questo set invenduto nei negozi (ancora nel primi 2000 a distanza di 8/10 anni era facile trovarlo): il costo. Il prezzo era davvero importante, e non vi era la predisposizione odierna dei genitori verso set così costosi. (in Italia era spesso venduto a più di 200.000£.) I colori e il design. Se guardate la differenza tra Futuron e UNITRON soltanto l'armonia più marcata dei colori rendono più bella la 6990 rispetto la 6991 pur se più semplice. Inoltre ul design complessivo UniTRON anche come sistema non riscosse grandi successo neanche nel resto dei set che componevano la linea. La storia dimostrerà poi che la monorotaia sarà poi assai ambita per layout cittadini o spaziali, il problema non era quindi il binario a cremagliera che aveva si limitazioni nel controllo della motrice, ma di per sé non era la causa dello scarso divertimento che dava questo set. E si che l'idea del trasporto che da monorotaia poteva passare a su gomma: Indubbiamente si prestava a una giocabilità che credo avesse reso particolarmente entusiasti i designer allora. Daltrocanto i colori, le uniformi e così via erano assai poco attraenti nel complesso. La sensazione di trovarsi davanti a una moc anziché a un set ben amalgamato era assai forte. Nel mercato secondario questo fu un set a lungo snobbato, e solvato il mercato amaricano, per primo cominciò a ricercarlo con insistenza. Dapprima la scatola veniva semplicemente saccheggiata per rifornire monorotaie cittadine, FUTURON o classic space. Dopo il 2004 invece sempre con più insistenza divenne un set collezionato sia come MISB che MIB per se stesso. In rapporto al costo originale del set, sebbene oggi per trovarlo MISB occorra spendere più di 1000 euro, la sua curva di interesse dimostra che non ci troviamo a un set per cui chiunque farebbe una follia. Anzi vista la facilità e semplicità con cui si può trovare un buon usato anche sotto i 300 euro (se si ha pazienza) si può quasi dire che fondamentalmente lo si andrà a pagare per ciò che costava come potere d'acquisto quando fu messo in vendita nel 1994. La scatola contiene 4 minifigs: Curiosamente questi minifigs che hai tempi non furono molto apprezzati sono oggi assai ricercati (forse per completare vecchi set, forse no) e sono piuttosto quotati rispetto a minifigs di altri temi più collezionati. Nuovi è difficile trovarli sotto i 10 euro. Il giudizio su questa scatola, che rappresenta una svolta importante nella produzione LEGO e nel cuore degli AFOLS (niente più monorotaia NOOOO!!!) è assai difficile. Per l'importanza storica sarebbe un set MUST HAVE, per quello che poi finisce per essere (parti di ricambio per altre monorotaie) è un set per costruttori. Di per sé come scatola a se stessa...beh se vi manca non disperatevi, ce ne sono 1000 altre che non potete fare a meno di avere... Oggettivamente penso che questo set meriti: RARITA' 7 SOGGETTO 10 SVOLGIMENTO (set) 5 PACKAGING 7 INDICE DI COLLEZIONABILITA' 29 E voi che ne pensate?
    12 points
  3. sdrnet

    Bonsai Natalizio

    Quest'anno è stato l'anno del primo Bonsai LEGO #10281 nonchè l'inizio della linea "Botanical Collection". Da quando è uscito, la rete si è riempita di opere di magnifici bonsai da parte di centinaia di costruttori. Anche io volevo fare la mia versione e un giorno mi è venuta l'idea giusta per me: fare un bonsai in stile natalizio! Inizialmente volevo coprirlo con foglie bianche innevate ma poi ho pensato che i bonsai generalmente si tengono all'interno di una casa e quindi ho fatto un classico bonsai con foglie verdi che poi però ho ricoperto con addobbi tipici natalizi così come se fosse un abete di Natale. Credo che sia piuttosto inusuale e curioso! La dimensione del vaso è circa il triplo rispetto a quello originale LEGO ed è composto da un tocco di colore particolare dato dal "Bright Light Blue" con dei pezzi abbastanza rari presenti in pochi set di diversi anni fa. Il colore è anche un omaggio al nuovo set natalizio di quest'anno. Il tronco è stato piuttosto complicato da costruire, volevo rendere il Bonsai abbastanza realistico e trovare il modo di agganciare i pezzi con queste angolazioni mi ha richiesto tecniche particolari per renderlo comunque piuttosto robusto. E' composto all'incirca da 1250 parti di cui 222 pezzi per il vaso e all'incirca 450 pezzi di plate red + plate round (1x1) per fare il riempitivo del terreno su cui poggia il tronco. Questa sarà la mia ultima moc del 2021. Grazie a tutti e Buon Natale a Voi e alle Vostre Famiglie! Galleria Flickr: https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72177720295395158
    11 points
  4. Jack75

    Winter Village 2021

    Buongiorno a tutti spero abbiate passato un Natale Legoso. In vista della fine dell'anno finalmente o ultimato (anche se poi ci saranno sempre ritocchi da fare) il mio ennesimo villaggio invernale 360 modulare. Si quest'anno ho optato per un diorama visibile da tutti i lati senza albero al centro e disposto su 10 supporti 40x60 in compensato per rendere il tutto smontabile e trasportabile (per qualche evento Covid permettendo). Manca l'ultima casetta LEGO di quest'anno, ma presto verrà inserita. Diversamente dal solito ho inserito una piccola story dovuta alla nuova slitta di Babbo Natale che ha surclassato la vecchia slitta e il vecchio babbo disoccupato ha trasformato la sua slitta in un rifugio sotto al ponte ed alcuni pezzi in un recito per le sue renne. E ora canta per loro davanti ad un fuoco improvvisato.
    9 points
  5. Pix

    Buon Natale!

    Buon Natale ragazzi! a voi e a tutte le persone a voi care! ...
    9 points
  6. Mi spiace molto appendere questa notizia... Avrà sicuramente avuto i suoi buoni motivi e rispetto assolutamente la sua scelta, ma la notizia lascia comunque un po di amaro in bocca. Al di là di qualche sporadico battibecco - ma è fisiologico e quasi "obbligatorio" che ci siano anche quelli, vista l'eterogeneità di pensiero nel mondo - penso che l'operato di Fabio sul forum sia stato impeccabile: presente e attento su tutto! Sfido chiunque a ricoprire il suo ruolo.. Grazie @Fabbbbbricks
    9 points
  7. Se vabbè...chiudiamo già Gennaio?
    8 points
  8. Il decoro del tappetooo ...
    8 points
  9. Vorrei sottolinare che è un grande vanto per ItLUG perché ha avuto: 1) Il primo italiano a raggiungere 10mila voti @sdrnet 2) Il primo italiano (come coppia, ma uno dei due è di ItLUG) a raggiungere 10mila voti due volte, cioè io, tra l'altro i 20mila voti raggiunti in meno di un anno solare. Tra poco saremo due perché un altro ci arriverà due volte, ma i primi saremo stati io e Roberto. E tra poco sveleremo il terzo progetto, e ci servirà nuovamente tutto il vostro supporto per continuare a promuovere i builders italiani e ad ispirare la gente.
    7 points
  10. Oggi vi parlo di un set oggetto di mie lunghe ricerche... prive però di successo. Il MITICO 922194: La questione su quale sia stato il primo calendario dell'Avvento LEGO, è assai dibattuta in rete. Molti ufficialmente fanno riferimento al set 1298 Uscito nel 1998 e distribuito prevalentemente in USA... In realtà, per ciò che sappiamo da collezionisti del Nord Europa, nel 1992, LEGO distribuì nei negozi scandinavi (Danimarca, Svezia, Norvegia e Finlandia) il suo primo calendario dell'Avvento. A lungo noi collezionisti impazzimmo immaginando quale incredibile contenuto potesse celare tale calendario. Il 1992 infatti era ancora assai ricco di temi a noi cari, è la copertina faceva sognare. Tra l'altro copertina che era anche la copertina di alcuni cataloghi LEGO di allora. Onestamente qui in Italia si sognò a lungo e si dibatte a lungo su quali potevano essere i contenuti di tali caselle.... Ma in realtà NON CONTENEVANO NULLA! Infatti questo primo calendario era un vero e proprio cartoncino con le finestrelle tipiche da aprire prive di contenuto che rivelavano un'immagine LEGO. Come hanno potuto dimostrare più recentemente collezionisti nordici, che hanno la fortuna di trovare questi calendari (idem 1993) nel retro di vecchi negozi di giocattoli. (Quindi se state andando a Capo Nord...mi raccomando i negozietti nei fiordi... PS: ricordarsi del SOTTOSCRITTO) Ad oggi questo "set" rimane il PRIMO Calendario dell'Avvento LEGO, di cui si abbia notizia. Aggiungo una postilla, sappiamo che la famiglia Kristiansen, fin da Ole è stata ed è profondamente influenzata dalla sua fede Cristiana. Con valori profondi poi applicati in quella che è l'azienda LEGO. Sebbene LEGO per policy da multinazionale abbia poi abbracciato e scelto di non riprodurre soggetti religiosi per i motivi che spesso abbiamo dibattuto... Non ha mai rinunciato a ricordare ed accompagnare tutti i suoi fan con il Calendario dell'AVVENTO. Detto ciò, MI MANCA! Oggettivamente penso che questo set meriti: RARITA' 10 SOGGETTO 10 SVOLGIMENTO (set) 7 (è cartonato e non contiene pezzi e nemmeno cioccolatini...) PACKAGING 9 INDICE DI COLLEZIONABILITA' 36 E voi che ne pensate?
    7 points
  11. 7 points
  12. 7 points
  13. Nel 1993 è uscito un set pre treni 9Volt, sottovalutato ma assolutamente ricercato oggi giorno. Si tratta del set 4549 Il set è composto da un vagone portacontainer, una gru/muletto, e un camion per il trasporto dei container. Il set tra l'altro si presta a versioni alternative assai interessanti, era quindi da prendere in più copie. Qui il set visto da un'altra prospettiva. Sinceramente io non l'ho mai trovato in Italia. Come molti set 9V, ha impiegato del tempo per essere digerito dai 12voltisti.. più che altro per design, ma nel mercato collezionistico da subito ha trovato la sua strada. Oggettivamente a causa della sua rarità, nuovo è impossibile da trovare sotto i 500 euro (e per un vagone....). Difficile dire se li valga, o se ne valga addirittura di più come sostengono alcuni. Di certo è oggettivamente raro come MISB. Usato invece è discretamente abbordabile, e con un pò di abilità e fortuna si può portare a casa per meno di 100 euro in ottime condizioni. Rimane comunque un vagone assai caro se pensate di allestire un merci composto solo da questo tipo di vagone. Oggettivamente penso che questo set meriti: RARITA' 7 SOGGETTO 10 SVOLGIMENTO (set) 9 PACKAGING 8 INDICE DI COLLEZIONABILITA' 34 E voi che ne pensate?
    7 points
  14. Ma davvero si spera che sia una cosa tipo ricchi premi e cotillons? Suvvia anche il "nuovo" programma vip cioè quello attuale doveva essere una panacea ed invece... oppure l'andazzo corrente degli omaggi in cui non si capisce nulla... dieci anni fa si ottenevano, bontà loro, sporadiche polybag per acquisti over 55/65 euro... poi hanno fatto un bel sondaggio tipo "volete ricevere set in omaggio invece della polybag, anche cambiando minimo di spesa?" Ovviamente SI a furor di polli ed ovviamente la montagna ha partorito un topolino per giunta dispettoso... Si, sono avvelenato perché non ho ricevuto manco un set per le feste...
    7 points
  15. Forse forse...un vincitore BIS per il mese di dicembre...
    7 points
  16. Mai rivenderò un set in vita mia!!! Tantomeno se aumenta di valore!!! Anche io!!! La riceviamo soltanto in modo diverso, a parer mio.
    7 points
  17. Davide, essendo uno a cui non interessa nulla del valore dei suoi set, per conto mio se LEGO procedesse sistematicamente a riedizioni succederebbe questo: crollo del mercato secondario = + LEGO a basso prezzo per me Fuga dei Reseller = + LEGO per me + saldi LEGO a causa della diminuzione della domanda = + LEGO per me Meno collezionisti = + LEGO per me Molte 928 da montare = + LEGO per me La gente tornerebbe a regalarmi il LEGO in soffitta che non varrebbe più nulla = + LEGO per me. Quindi il vantaggio nel breve per me sarebbe evidente. Daltrocanto LEGO dovrebbe ridimensionarsi, e rischierebbe di portare i libri in tribunale visto quanto è cresciuta negli anni. In prospettiva LEGO potrebbe quindi tornare a livelli pre 2004 con pochi set decenti annui. Il che significherebbe meno set belli. Direi quindi che per me può ristampare la 928 (purché con colori e casco corretto). NE AVREI SOLO VANTAGGI, come chiunque appassionato del LEGO in se stesso. Dal punto di vista economico, ad esempio se un cafe corner vale 10 o 1000 se tanto lo tieni in vetrina che ti frega? Tu lo hai solo perchè ti piace. Certo chi invece sente che tutta quella plastica, anche se non la rivende mai, debba comunque avere giustificazione nel valore potenziale e questo lo fa stare meglio... avrebbe problemi. E lo capirei. Chiaramente un crollo del mercato secondario renderebbe più difficile trovare set, perchè nessuno si sbatterebbe più a cercarli, spedirli ecc. e così via... come del resto era a fine anni 90. Avendo provato varie epoche ti dirò, come accumulatore di 928 preferiresti fine anni 90 con i mercatini pieni di 928 vendute a sacchetto, o i 2020 dove te le vendono come ORO?
    7 points
  18. 7 points
  19. Iniziamo il nuovo anno...
    6 points
  20. Se posso consigliarti ti dovresti dedicare più alla contemporaneità e non vivere nel passato. I set LEGO moderni sono bellissimi, dettagliati e hanno scatole bellissime. Dai retta a me Tiziano, molla gli 80 e dedicati al presente, non bastano due stipendi per comprare quanto di bello sta facendo LEGO. Quanto ai LEGO anni '80 che hai ritrovato, non c'è problema, abbiamo un servizio, gratuito, in ItLUG per cui li affidiamo al CUSTODE del CLASSIC SPACE, che saprà cosa farne. Dimmi quando posso passare a ritirarli.
    6 points
  21. Pix

    Novità 2022

    E in più...hanno aggiornato il LOGO: Da come si può vedere anche nel sito Ufficiale LEGO. Piccola storia del logo DUPLO: Ps. Noto solo oggi una leggera somiglianza a PIMPA.
    6 points
  22. Secondo me con LEGO ci sono solo 2 strade: o hai il set vecchio, costruito, mai smontato, ingiallito e impolverato, oppure cadi nel paradosso della nave di Teseo. https://it.m.wikipedia.org/wiki/Paradosso_della_nave_di_Teseo A me sinceramente non importa di finire nel secondo caso, e come me molti altri, tanto non rivendo e al massimo replico per soddisfazione personale, quelli del primo caso sono solo i puristi estremi. TL;DR è solo questione di gusti e di cosa te ne fai, spetta solo a te la decisione, poi come detto da altri, se devi rivedere però specifica che è un restauro con pezzi nuovi.
    6 points
  23. Altra idea per LEGO...
    6 points
  24. BrickSet ha iniziato a elencare le nuove parti per il 2022, il link: https://brickset.com/parts/new-01-01-22/page-1 A mio avviso (e personale interesse) trovo molto interessanti: Nuova colorazione! Set: 60327 Horse Transporter Nuova parte! 3.2 SHAFT ELEMENT, NO. 2 I mini gatti Nuova parte! le bacchette per il Sushi! CHOPSTICKS, NO. 1 Se non sbaglio lo stampo è quello degli HIDDEN SIDE... Mortacci loro! ritorna la bici gialla! avevo fatto incetta in giro per l'Europa di postini svedesi per averla. Finalmente Tan! Interessante...se lo facessero di altri colori...PLATE 1X4X2/3, OUTSIDE BOW. Sco...sco...scoiattoli! La tartaruga! dopo essere apparta nelle MC, entra nei Set con un altra colorazione. Ci sono altri parti nuove, altri tile decorati o altri parti in colorazione nuova.
    6 points
  25. @Wolfolo non lo so, io nelle mie ricerche ho sempre trovato come scusa per l'abbandono problemi legati alla mancata redditività delle scatole. Ma se arrivassero nuove info.... Detto ciò vi regalo una chicca, che secondo me molti non conoscono, in realtà era in programma anche una monorotaia western.... Così narra la leggenda. Notare i BISONTI
    6 points
  26. In realtà, anche sulla questione MISB dovremmo rifare alla sua evoluzione. All'inizio il collezionista voleva semplicemente raggiungere tutti i set e partiva dal loose, poi grazie al fatto che il MISB era spesso presente nei negozi o rintracciabile su internet a prezzi pari o inferiori al prezzo di acquisto originario (o potere d'acquisto) cominciò a comprare MISB da aprire e poi cominciò a farsi i primi vault personali. Questi Vault ad uso personale (nelle foto alcuni scorci del magnifico di CANELALEGO nei primi anni 2000) quando venivano pubblicati su internet ispiravano a loro volta tanti altri a ricrearsene uno simile portando il MISB ma anche il MIB in buone condizioni a crescere sempre di più. Si noti che nessuno di questi comprava set nuovi da tenere MISB, ma l'interesse era rivolto tutto al "museale" della propria infanzia o albori della produzione LEGO. LEGOZIONANDO il nostro @Gufolo che espone sempre a LECCO prese proprio spunto da CANELALEGO per dire. Quest VAULT lo ricordo, non erano quando sono partiti investimento o lingotti, bensì spesa e passione collezionistica. In più ai tempi si tendeva a prendere 5x o alcuni 10x di set ( @dabol_t docet) perchè poi serviva la versione alternativa di un set, o ne servivano più copie per un diorama, ecc.. Dopo il Caffè Corner tutto è cambiato, l'attenzione si è spostata sul nuovo, e il vintage ha perso forse un pò di fascino, ma sicuramente una fetta di mercato enorme del budget collezionistico. Uno dei motori dell'accumulo di MISB nuovo però è stato sapientemente incentivato da LEGO. Il fatto di far durare sugli scaffali per un tempo relativamente breve i set, e di averne aumentato enormemente la varietà fa si che un afols viva costantemente nel terrore di non trovare più il set tra qualche mese a scaffale e doverlo poi comprare a prezzo superiore. Naturalmente a fronte di questo aumento della domanda il reselling (che alla fine è un servizio di custodia a pagamento "te lo tengo da parte finché non potrai comprarlo") si è ingegnerizzato. Aggiungo che un'altra componente ha giocato un ruolo importante: il passaggio dalle aste libere al compralo subito. Bricklink in origine era una miniera di pezzi sfusi speciali e di set in grandissime condizioni, ma la maggior parte delle transizioni passava dalle aste libere di ebay che partendo da 0,01 euro crescevano sino al valore reale per cui un collezionista in quel momento era disposto a pagare. Questo di per sé calmierava il mercato perchè le disponibilità di quel momento del collezionista e la sua predisposizione a spendere fissava il prezzo. Oggi di solito è il venditore a fissare il prezzo e il collezionista si limita a decidere se può permettersi o meno quel prezzo. E questo è fortemente sbagliato e soprattutto altera ancor di più la percezione reale di un set aumentandone l'accumulo. Una volta su bricklink quando un set era presente in larghi stock significava che lo potevi pagare meno del prezzo di listino. Oggi vi sono stock superiori alle migliaia di scatole con prezzi tutti superiori al prezzo di listino originale. Il che è assurdo. Se la disponibilità di un bene è alta.... vuol dire che non è raro, e che non può valere granché di conseguenza. Molti afols dell'ultima ora non riescono a percepire questo aspetto e associano il concetto di LINGOTTO D'ORO da te citato al LEGO. Lo fanno perchè hanno vissuto un'epoca di sola e continua crescita dei prezzi fissati dal mercato secondario in una fase di espansione. Non hanno vissuto un periodo in cui il LEGO per la sua totalità o quasi valeva meno del prezzo di listino. Ma la domanda è se una collezione di modulari arrivasse a 100 set diversi, potrebbero valere tutti 1000 euro cad? NO, perchè semplicemente la numerosità di soggetti collezionabili ne farebbe calmierare il prezzo l'uno con l'altro. Perchè è impensabile che in molti possano avere collezioni da 100.000 euro solo di modulari.... In conclusione io ritengo che il LEGO sia un divertimento, un bel gioco, un modo per conoscere nuovi amici e sia bello anche da collezionare, però starei molto attento a pensarlo come un valore o altro, perchè come tutto è cambiato una volta, può cambiare ancora e ancora. Lo so che per molti oggi, l'idea che dietro quella plastica vi sia un valore, è consolante rispetto al portafoglio che si svuota per un Titanic o un ATAT, ma voi potete mettere la mano sul fuoco che tra 10 anni ci sarà uno che per quell'ATAT usato vi offrirà di più di ciò che avete pagato? Io qualche dubbio ce l'ho.
    6 points
  27. La materia è complessa. PREMESSA Io non mi faccio problemi a "stappare" per dire anche un MISB anni 80, ma ho una discreta collezione di MISB che colleziono come tale. Onestamente il mio approccio al collezionismo LEGO non è stato dettato da rarità o meno, ma dal desiderio di voler possedere un determinato set, tema ecc. Non credo perciò, sulla base della mia esperienza che la mancanza di rarità possa sgonfiare il fenomeno, o meglio la temo meno rispetto all'inflazione di set che LEGO sta sfornando. Come già spiegato in un altro post dedicato al celebre fiasco dal punto collezionistico delle action figures di Star Trek proprio a causa della scelta di fare edizioni troppo speciali e rare, LEGO dovrebbe stare molto attenta proprio all'effetto contrario. Mi spiego meglio, il collezionismo LEGO è nato libero, con quotazioni, wanted list ecc, che si sono create spontaneamente seguendo la domanda di prodotti industriali di massa. Ripeto set spesso prodotti in grandissime quantità. Quindi le ristampe di per se perchè dovrebbero far cessare il collezionismo? Non succede con PLAYMOBIL che ristampa anche 10 set l'anno...attenzione con un però, chiaramente le scatole devono essere diverse. Se le scatole fossero in tutto e per tutto uguali, beh allora il problema ci sarebbe. Quello è ovvio. E' chiaro che la parte del collezionismo più purista, più da MISB immacolato, essendo più immerso nel mercato secondario, (per ovvi motivi non ci si può che rivolgersi li per trovare un set vintage), potrebbe a fronte di un numero indefinito e costante di ristampe, subire un contraccolpo. Ma se le ristampe fossero condotte in numero limitato e in stile LEGENDS non diventerebbero altro che nuovi oggetti da collezionare, ne più ne meno con quanto successo con i set LEGENDS. A memoria penso che solo il Metroliner abbia risentito della ristampa, come quotazione, rimanendo comunque assai alta. E creando richiesta forte anche sulla stessa ristampa. Il mio pensiero è che l'unico nemico del collezionismo sia l'impossibilità già in partenza di poter completare una collezione. Se so che non avrò mai la possibilità di arrivare a un certo set, perchè ce ne sono 100 su 20.000 che lo vogliono, ecco che potrei perdere interesse nel collezionare. Allo stesso modo se inflaziono il mercato con tantissimi set belli che escono per un periodo limitato di tempo, e non riesco a prenderli (cosa che sta capitando a molti nell'ultimo quinquennio) potrei a un certo punto fermarmi perchè conscio che non potrò mai completare la collezione.
    6 points
  28. Laz

    Buon Natale!

    Auguri da me e dal mio cenone!
    6 points
  29. AirMauro

    Buon Natale!

    Auguroni di Buon Natale a tutti Voi e ai vostri cari. Inutile chiedervi se avrete del LEGO sotto l'albero...(semprechè anche quello non sia di LEGO).
    6 points
  30. Può essere una tragedia. "acquisto da vecchi cataloghi" credo possa essere l'arma di distruzione di massa più potente dalla scoperta dell'atomica. Mi preoccupa anche "se ti abboni, puoi accedere a prodotti in esclusiva...."
    6 points
  31. 6 points
  32. 6 points
  33. Io sono convinto che prima o poi lo Space dovrà tornare, così come il Castle, il Western... e così via. E' dura ogni anno tirare fuori qualcosa di originale. Succede anche per i film. Molti sono remake, alcuni riescono bene altri no. Quindi il mio modesto pensiero e che i temi storici degli anni 80 torneranno perchè LEGO ha bisogno di continuare a fare fatturato e sa bene che questi temi gli faranno fare soldi. Tutto qua. Il motivo per cui non lo hanno fatto prima non è dato sapere ma devo dire che in questi ultimi due anni ci hanno dato dentro con set da adulti in uscita... e per continuare di questo passo dovranno per forza fare uscire molte cose per il prossimo futuro. Forse hanno ancora degli assi nella manica ma poi dovranno cercare di ripescare cose gloriose del passato e rinnovarle con i crismi di oggi.
    6 points
  34. Grandi novità in arrivo sul sito LEGO, Bricks and Pieces si fonde con il Pick a Brick (pur tenendo due tipi diversi di pezzi, ma almeno l'interfaccia è unica) e come richiesto da tanta gente più volte (soprattutto in pandemia) il Build a Mini arriva online! https://jaysbrickblog.com/news/introducing-legos-new-pick-and-build-hub-bricks-pieces-to-merge-into-pick-a-brick-and-build-a-minifigure-available-online/ Non è ancora chiaro quando arriverà in Italia, ma da mese prossimo iniziano in alcuni paesi.
    5 points
  35. Per me è il negozio di ..... KKK... ha una marea di roba in multipli impossibili... oltre 31000 feedback... E poi i prezzi sono alti... KKK sicuro.
    5 points
  36. Sono io stordito o si sono mangiati un pezzo di frase? Avrebbe più senso "e non dimenticare l'iconica livrea rossa, bianca e (blu con il logo) M Sport di BMW"
    5 points
  37. Pix

    Rumors 2021

    E se vi dicessi che durante il 2022...torneranno le... Reazione?
    5 points
  38. Ed è arrivato a 10000, complimenti e speriamo bene.
    5 points
  39. Lo so che c'è poco da scherzare ma mi ha tirato fuori un sorriso
    5 points
  40. cborella

    Novità 2022

    E quest’anno si potranno finalmente realizzare diorami a tema curling! 813: DESIGN PLATE, NO. 1 This piece, with a stud receptor on the bottom, is used on the new Dots bracelets to hook charms, 77814 DESIGN ELEMENT, NO. 1 and 77817 DESIGN ELEMENT, NO. 2, onto.
    5 points
  41. Dario76

    Galeone fine 1700

    Misure 150x40cm circa con bompresso 188cm 90 cannoni ancora in fase di completamento fine primavera 2022 terminato si spera Dopo il castello da 180.000 Brick presentato a vicenza nel 2020 spero di riuscire a esporlo,visto che il castello non è stato esposto a qualche mostra di importanza nazionale
    5 points
  42. Quanto ho adorato quel service pack! Per non parlare dei due Set principe che contenevano questa parte e che sono riuscito a recuperare in post DarkAge: 4555 Cargo Station 6542 Launch & Load Seaport
    5 points
  43. Pensate sia un omaggio (mi piace pensarlo), nonostante LEGO abbia già realizzato la sua minifigure per la serie Dimension?
    5 points
  44. Pix

    La bellezza dei Torsi

    Negli ultimi 3-4 anni, anche il tema City ci regala sempre dei nuovi Torsi per diversificare sempre più gli abitanti dei nostri diorami. Eccezionale in termini di quantità di nuovi torsi, il nuovo ospedale 60330 Hospital: Bellissima la felpa della bimba nel nuovo 60321 Fire Brigade: Nuovi torsi anche nel Set inedito della scuola 60329 School Day:
    5 points
  45. Ceis

    Buon Natale!

    Grazie @Pix! Buon Natale anche a te e buone feste a tutti i soci ItLUG!
    5 points
  46. Quando le cose vanno male, perchè non riproporre lo spazio? SI MA FALLO BENE!!! Nel 1995 in LEGO forse si comprendeva che di li a poco si sarebbe potuti finire con i libri in tribunale...e allora percentuale non riprendere il filo con temi come quello spaziale, che avevano segnato la prima età dell'oro per LEGO? Vi ricordate questa: Spaziale vero? Ecco quindi cosa devono aver pensato ai piani alti di BILLUND: RIFACCIAMOLA! Il risultato: Lascio a voi ogni commento..... Fu rilasciata sono negli USA, e il suo successo ne impedì la diffusione a livello mondiale..... Perchè quindi parlarne visto che gli AFOLS la snobbarono ed evitarono come la peste? Beh, perchè come altri set snobbati e vezzeggiati all'uscita, una volta esaurito il prodotto nei negozi, iniziò, lentamente ma molto lentamente, a crearsi una spirale collezionista folle su questo oggetto. La mia spiegazione è che i collezionisti che terminavano le proprie collezioni di di temi space più nobili (es. classic space) poi non sapendo più cosa collezionare, vuoi per gioco, vuoi per passatempo, cominciarono ad aggiungere alla collezione altri temi, infoiandosi, e una volta dentro, incapaci di rendersi conto per cosa si battevano, hanno iniziato a scannarsi come pazzi per questa scatola: Oggi una scatola da 3 minifigs del genere, ha un valore usata sopra i 100 euro! E nuova, beh lasciamo perdere...per le poche disponibili siamo sopra i 500 euro, ma c'è chi ne chiede 800. A mio parere le quotazioni del MISB rimangono da considerarsi non attendibili, perchè se è vero che vi sono molti collezionisti alla ricerca di questa scatola, è anche vero che da anni, su ebay non vi è un'asta libera, che determini il vero prezzo reale a cui un collezionista sarebbe disposto ad arrivare. Da anni su bricklink ed ebay c'è solo chi fa vetrina di questo set mettendolo a cifre folli, e confidando nella sua rarità. Detto ciò rimane il fatto, che la scatola in sé stessa è rara, e di per sé abbia un valore notevole dovuto a ciò anche se inferiore a chi fa vetrina oggi. Oggettivamente penso che questo set meriti: RARITA' 9 SOGGETTO 7 SVOLGIMENTO (set) 1 PACKAGING 5 . INDICE DI COLLEZIONABILITA' 22 E voi che ne pensate?
    5 points
  47. Da appassionato Technic la questione mi ha incuriosito e per questo ho riprodotto il collegamento incriminato. In effetti hai ragione: in generale non sono riuscito ad estrarre l'axle esattamente come suggerito nel video perchè non sono mai riuscito a tenerlo fermo dopo il primo movimento verso l'esterno. In compenso ho trovato una piccola variante alla procedura che ha sempre funzionato, senza rovinare i pezzi e senza fare appello a tolleranze favorevoli. Per farla breve, dopo avere spostato il pin verso l'interno del telaio ho bloccato l'axle inserendo nel taglio del pin connector un lembo di un elastico tenendolo premuto con la punta del brick separator. Ho portato indietro l'axle connector, liberato l'axle dall'elastico e spinto in avanti di nuovo lo stesso axle connector. In questo modo, tutte le volte che ho provato, ho potuto fare avanzare al primo colpo l'axle da liberare quel tanto che basta da potere fare leva con la punta del brick separator ed estrarlo del tutto. Ammetto che non è una soluzione particolarmente elegate e fa uso di un oggetto non incluso nei diversi set, ma vista la sua relativa affidabilità potrebbe aprire la porta ad un uso più spregiudicato di questi collegamenti che non è azzardato definire "difficilmente separabili". A presto, Fabio
    5 points
  48. AirMauro

    I miei ritrovamenti!

    Ora è più chiaro. Non posso che confermare. Con rare eccezioni ci fu un periodo di oscurantismo. E' innegabile. In quegli anni, quando uscivano i cataloghi, i set da prendere li si contava sulle punta della dita. Anche se alcuni a posteriori sono stati poi rivalutati. Però quanto ciarpame....
    5 points
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00
×
×
  • Create New...