Vai al contenuto

Classifica


Contenuti popolari

Showing content with the highest reputation since 22/01/2019 in tutte le aree

  1. Apro questo nuovo topic per introdurvi ad un progetto che abbiamo iniziato a sviluppare unitamente a @Valter1966 e @pivan e al quale ci piacerebbe coinvolgere altri AFOL di ItLUG e non solo. Penso ad esempio a persone come @alf, @fonderiadigitale, @bricksnspace ma sono sicuro che tra noi ci sono molti altri che potrebbero essere interessati ad avere una parte attiva nel progetto, ognuno con le proprie competenze, idee ed esperienze. Scopo del progetto è quello di colmare una lacuna di LEGO in tema di 'automazione/programmazione' di un diorama/circuito ferroviario. Nonostante il neonato Powered Up abbia introdotto il protocollo Bluetooth (che elimina una parte dei problemi del precedente sistema IR), non è in grado di soddisfare le esigenze di noi AFOL che vogliamo rendere più dinamici i nostri circuiti ferroviari. Sia chiaro: il nostro progetto non è certo una novità nel panorama AFOL. Sono stati moltissimi coloro che negli anni si sono ingegnati nell'automatizzare i diorami, soprattutto grazie alla facilità di programmazione offerta dalle ben note schede Arduino, ma ancora prima con gli RCX/NXT. La caratteristica principale del nostro progetto è la comunicazione Wireless tra i singoli elementi del sistema, rendendo più semplice implementare l'automazione anche su circuiti di grandi dimensioni senza la necessità di dover passare metri e metri di cavi per collegare sensori ed attuatori alla 'Control Unit' (capire meglio più avanti cos'è...) A questa caratteristica, si aggiunge lo sviluppo di componenti elettronici specifici, a basso impatto visivo, integrabili con i normali elementi LEGO. Ovviamente, per quanto cercheremo di sviluppare una cosa molto semplice da realizzare sul piano pratico (documentando passo per passo), non potrà comunque essere paragonato alla semplicità di accendere due dispositivi e fare il pairing tra loro (come il Powered Up, per intenderci...). Del resto, o ci si accontenta di usare un telecomando per fare andare un treno avanti/indietro regolandone la velocità, oppure ci si ingegna un pochino più del necessario per avere 2, 3 o 4 treni che circolano su un tracciato articolato, effettuando fermate programmate, azionando le barriere dei passaggi a livello primo del loro transito o attivando scambi per modificare il tracciato da percorrere. Questo nuovo topic nasce come prosecuzione di un discorso già avviato tempo fa e che vi invito a leggere come "background" informativo sui concetti relativi ad un automatismo ferroviario in ambito LEGO, benchè alcuni passaggi sono superati (soprattutto nella parte harware). ITS è fondamentalmente composto da sensori, attuatori e da una Control Unit. Sensori e attuatori parleranno con la Control Unit usando il protocollo MQTT per mezzo di un Broker MQTT (un sofware che agisce da centro di smistamento messaggio). Il protocollo MQTT è un protocollo di comunicazione molto diffuso in ambito IoT (Internet of Things). (Nota: non fatevi 'impressionare' da sigle/acronimi. È molto, molto più semplice di quanto vi possa apparire in una prima lettura.) Questo vuol dire che la Control Unit può essere realizzata i modi diversi ed integrarsi a sistemi già esistenti tipo ArduTrain (nel caso l'ideatore Luca Bellan decidesse di evolvere il suo sistema di controllo ferroviario implementando l'MQTT) anziché utilizzare componenti di terze tipo SBrick, EV3, NXT. Ricordate: lo scopo del progetto ITS è quello di sviluppare un sistema flessibile e facile da implementare, che offra un po' di dinamismo ad un diorama ferroviario LEGO, permettendo di espandersi con facilità verso "nuove frontiere". Come hardware di base per la Control Unit ci baseremo sulla scheda Raspberry 3B+ per il suo basso costo, le sue dimensioni, le sue caratteristiche (ecc. ecc.) tra cui il WiFi integrato (con la possibilità di funzionare da Access Point) e il Bluetooth (per parlare direttamente con i nuovi treni LEGO Powered UP, SBrick, Smartphone). L'hardware utilizzato per far girare la Control Unit non è in realtà così importante: in alternativa potrà essere utilizzato un qualsiasi PC portatile, purché ci sia un Access Point WiFi che faccia da "infrastruttura di rete". I software che useremo per questo progetto sono tutti Open Source e sono comunque sostituibili con altri simili, dato che si basano su protocolli e standard a loro volta aperti e largamente diffusi. Insomma: niente di proprietario/chiuso. Anche laddove scriveremo il nostro firmware specifico per l'harware sul quale svilupperemo i sensori/attuatori, il codice sarà comunque messo a disposizione di tutti anche perché, con il contributo di altri AFOL-Maker, potrà essere sicuramente migliorato/evoluto. Sensori ed attuatori, come già detto, dialogheranno con il protocollo MQTT su infrastruttura WiFI. Il cuore di questi dispositivi sarà il chip ESP8266 della EspressIf, diventato oramai molto diffuso, soprattutto nell'ambito della domotica. Il primo dispositivo che abbiamo avviato alla prototipizzazione è il sensore di prossimità che avrà il compito di rilevare il passaggio del treno davanti ai Check Point comunicandone tale passaggio alla Control Unit. Sarà quest'ultima, sulla base delle impostazioni impartite per lo specifico tracciato, ad inviare i comandi verso gli altri dispositivi che agiranno sui passaggi a livello, sugli scambi e sul motore del treno. Come primo attuatore, invece, partiremo dal controller del motore PF (hardware+software) e, parallelamente da quello per l'HUB Powered Up (software). Da quanto ho potuto vedere documentandomi sulla Rete, non sarà troppo difficile integrarsi anche con i dispositivi SBrick, BuWizz e PFx Brick. Avendo sotto mano un SBrick (grazie @ZioTitanok ) proverò inizialmente ad interfacciarmi con questo primo componente di terze parti, ma solo dopo aver sviluppato un prototipo del nostro attuatore (ad un costo nettamente inferiore rispetto ai vari "intelligent brick" già disponibili sul mercato). Sensori ed attuatori, da soli, non servono sostanzialmente a nulla se in mezzo a loro non c'è un 'cervello' ovvero il centro di controllo, quello che finora ho nominato com 'Control Unit', nell'ecosistema ITS - ItLUG Train System. La parte software che rappresenterà la C.U. potrà essere realizzata con qualsiasi linguaggio/piattaforma che sia in grado di interfacciarsi con un broker MQTT (praticamente tutti). Per semplicità e flessibilità, noi useremo Node Red (basato su Node.js, ovvero JavaScript), un ambiente di sviluppo visuale che ci permetterà di creare dei 'flussi' di messaggi, disegnando (nel vero senso della parola) la logica di controllo per i nostri circuiti ferroviari e potendola adattare 'all'istante', senza troppe complicazioni e con una rappresentazione chiara. Per farvi comprendere meglio, vi farò un esempio pratico, usando come base un circuito molto semplice: Su questo circuito sono posizionati 4 check point che identificano l'approssimarsi a dei punti 'nevralgici' del circuito. 1) La stazione/punto di partenza/punto di stop 2) e 3) Passaggi a livello 4) Scambio Il sensore che identifica questi check point è posizionato a bordo del treno (immaginiamolo all'inizio del convoglio). Il treno parte sempre da un punto prestabilito (la stazione) ed inizia a passare tra i vari check point... ad ogni passaggio, invia un messaggio MQTT che non fa altro che comunicare 'Sono transitato su un check point'.... Nient'altro! A bordo del treno, ovviamente, ci sarà anche un dispositivo 'attuatore' ovvero quello che, nella pratica, agirà sul motore. Cosa ci facciamo con i messaggi trasmessi dal treno ad ogni passaggio per un check point? Ecco che vi presento l'interfaccia della Control Unit, basata su Node Red: Quello rappresentato nell'immagine è un Workflow di messaggi. Ho separato il workflow in 3 aree: le prime due in alto, sono semplicissime: inviano un messaggio al treno, rispettivamente per avviare il motore e per fermarlo. L'invio del messaggio è determinato dal click sull'interfaccia grafica (il quadratino azzurrino, sul lato sx del primo box, per essere chiaro) ma può tranquillamente essere scatenato da un trigger esterno (un pulsante sullo smartphone, il caso più semplice). Il resto, rappresenta la logica vera e propria: Il primo box ('Sensore treno A') riceve il messaggio e lo passa a 'Conta Check Point', una funziona che non fa altro che contare in modo sequenziale il passaggio dei check point, resettando il contatore ogni volta che arriva al valore 4. Il 'Conta Check Point' passa il messaggio (contenente il numero del check point sul quale il treno è in transito) al blocco 'Smista Check Point': questo non fa altro che, in funzione del valore, smistare il flusso verso ulteriori blocchi... ognuno di questi ha un propria sotto-logica che, fondamentalmente, determina l'azione da intraprendere: azionare l'attuatore del passaggio a livello, anzichè dello scambio... oppure intervenire sull'attuatore che controlla il treno, fermando la corsa e facendola riprendere dopo 10 secondi... Nei prossimi giorni, entreremo nel dettaglio dei singoli componenti... (Nota: Tutto l'ambiente software relativo al Raspberry verrà messo a disposizione come 'file immagine' da replicare sulla vostra microSD, in modo da avere tutto già pronto, senza dover conoscenere i minimi dettagli della configurazione, benché gli stessi saranno comunque messi tutti a disposizione).
  2. Paolo Loro

    Presentazione: Paolo L.

    Buongiorno a tutti, sono Paolo, vengo dalla provincia di Treviso e ho 30 anni! Fin da piccolo ho collezionato set Bionicle (mio obiettivo è recuperarli tutti!) per poi proseguire con tutte le serie affini (Hero Factory, Buildable Figure). Da 2/3 anni sono entrato nel mondo espositivo grazie a @PUPMAT e questo mi ha dato l'opportunità di conoscere un sacco di bella gente e gruppi LEGO come questo! Ovviamente ho iniziato e espandere la mia collezione con altre serie e mi sto cimentando in creazioni proprie (se avete visto un acquario pieno di segatura e pezzi Bionicle...quello ero io ). Ho anche gestito, assieme ad altri iscritti a questo gruppo, una mostra a San Stino di Livenza a settembre 2018 e approfitto per ringraziare ItLUG per il supporto che ci hanno dato! L'idea è di continuare questa cara (in tutti i sensi) passione sia come builder che come espositore e crescere sempre più. Detto questo vi saluto tutti e spero di vedervi nei prossimi eventi a cui parteciperò! Ciao! P.S.: Non sono pratico di forum e la navigazione da cellulare non aiuta. Mi sto ancora ambientando tra i mille topic e cose da leggere/vedere. Spero abbiate comprensione. Grazie!
  3. Fabbbbbricks

    Nuova traduzione: ItLUG - WIP

    La piattaforma Invision, che stiamo oramai utilizzando da quasi due anni, viene venduta esclusivamente in inglese e le traduzioni, installabili, sono prodotte da terze parte e vendute separatamente. La maggior parte di voi sta quindi utilizzano una traduzione non ufficiale. Questa traduzione però, oltre ad essere inconsistente, è risultata essere davvero pessima ed è per questo motivo che la licenza per gli aggiornamenti non è mai stata rinnovata. Inizialmente ho tentato di correggere gli errori presenti, ma la totale inconsistenza dei termini utilizzati (assenza totale di glossario) mi ha portato a prendere una decisione più impegnativa: fare una nuova traduzione da zero! Nell'arco di questi due anni ho quindi portato avanti saltuariamente questa nuova traduzione e oggi ne annuncio pubblicamente l'esistenza essendo abbastanza completa da poter essere utilizzata (in realtà la traduzione è sempre stata pubblica e infatti una manciata di utenti la sta già utilizzando da tempo). Perché abbastanza completa? Semplicemente perché non ho tradotto tutto, ma solo quello che mi sono ritrovato sul front-end (lato utente) in questi anni di utilizzo della piattaforma. Credo di aver coperto tutte le aree principali, ma non è però escluso che siano ancora presenti messaggi, bottoni o menu in inglese o errori e quindi correzioni da fare. In questo caso vi prego di segnalarle in questo topic in modo da poterle inserire quanto prima. Notate però che ci sono delle stringhe che non possono essere tradotte (o essere tradotte bene) e questo è dovuto a Invision che, purtroppo, non le prevede. Prossimamente questa diventerà la traduzione di default del forum ma ne frattempo, per renderla attiva, andate in fondo ad una qualsiasi pagina del forum, cliccate sul menu Lingua (posizionato sotto le varie icone social) e scegliete la voce Italiano (ItLUG - WIP).
  4. Nitro_Lori41

    Locomotore da manovra 255

    Dopo un lungo periodo di inattività, e vari rifacimenti dovuti a errori di progettazione, vi presento il locomotore da manovra 255. E' completo al 99% in quanto i mancorrenti sono provvisoriamente fatti con del cavo elettrico grigio.
  5. Rispetto il tuo punto di vista Fabio, ma a mio parere c'è un errore di base nel considerare inutile il sondaggio. Già in occasione del sondaggio che avevo fatto io con 45 persone che avevano già espresso i propri pareri (e non è facile che ci siano 45 persone che si esprimono su un topic su ITLUG) è stato subito spostato nella sezione BAR... ignorando il fatto che semplicementei ogni tanto la gente trova divertente esprimere il suo modo di essere AFOL anche se l'ha già fatto 100 volte prima. E' DIVERTIMENTO in primis una passione. NON LAVORO ( @GianCann nela chiamata alle armi per ITLUG non ha citato mai la parola divertimento...) E' chiaro che dal punto di vista della pulizia del forum, se noi facessimo un bel forum tecnico, preciso, con solo belle Moc e notizie confezionate al meglio, probabilmente esso apparirebbe più lineare e preciso. E sono sicuro che se con il LEGO si facessero solo raffinate MOC, il forum sarebbe un portfolio bellissimo da sfogliare. Ma trovo "razzista", "antidemocratico" e "presuntuoso" dare un'impostazione al forum per cui solo il proprio punto di vista su come le cose devono essere fatte va bene. "Razzista" nel senso che non tutti hanno lo stesso senso grafico, lineare, o sviluppato le capacità tecniche e di giudizio per volere un il forum confezionato in un determinato modo e che tratti di determinati argomenti. "Antidemocratico" perché si chiude ad alcune delle varie anime della passione. "presuntuoso" perché si presume per gli altri cosa deve andare fatto e come, quando poi nei fatti gli altri dimostrano di voler altro. Vedi i 45 che votarono il mio sondaggio, che evidentemente trovarono semplicemente divertente farlo. Non tutti hanno lo stesso livello di passione e di conoscenza dei LEGO, né sono nello stesso momento nella propria passione AFOL. Perciò ci sta che gli argomenti siano ripetitivi, che ci sia qualche scambio amicale o di buon divertimento. E il divertimento non è uguale per tutti. LEGO lo sa bene, perciò produce 700 set all'anno e non solo il tema castello per dire. Ma che forum sarebbe se governandolo io, imponessi che chi non gli piace il classic space, non è un AFOL? (eppure una sua logica l'avrebbe, ancora di più se eliminassi tutto il technic studless che è MECCANO....) Un pò di sano divertimento e chiacchiericcio fanno parte dello stare insieme. E' normale in qualsiasi gruppo. Fa parte del gioco. Se io invece voglio solo quelli che piacciono a me, non devo imporlo alla comunità ma devo fare una cosa solo mia. Questo è un errore che ho visto spesso in ITLUG, avere l'idea che ITLUG debba essere a propria misura e non contenitore delle varie anime del movimento AFOL, che poi alla fine è il motivo ultimo per cui ITLUG da centrale e assoluto nel movimento italiano è diventato pian pianino uno dei tanti. Naturalmente non pretendo di convincere nessuno conquiste mie parole. So che molti vivono la propria passione come iniziazione. In questo mondo ho trovato un sacco di ELETTI in molti LUG che portano la "parola" per tutti. Io ci provo sempre, in buona fede, a promuovere la comunità, ma sono cosciente che nel mondo individualista di oggi conta più IO che NOI. E anche LEGO lo sa.
  6. Barone

    Presentazione: Barone

    Ciao! E grazie x avermi accettato sono paolo e sono appassionato di LEGO sin dal 95. Di recente mi sono riavvicinato a LEGO sopratutto alle linee SW e ideas.
  7. Fabio

    Gru telescopica

    Buongiorno a tutti, ultimo atto prima di una lunghissima e forzata sosta. Ecco un paio di foto (venute non benissimo, peraltro) del primo sollevamento: Il "carico" viene sollevato senza sforzi, anche se le funzioni principali fanno il loro dovere solo a sprazzi. La rigidezza relativamente bassa dei telai, i cui effetti sono visibili anche nelle foto, implica malfunzionamenti nei movimenti principali del braccio e del carro. Tutto il resto sembra andare bene e l'argano ha ancora molto margine di sollevamento (tra l'altro è stato necessario usare solo 3 coppie di contrappesi delle 7 disponibili). Ringrazio tutti del sostegno e dell'affetto che mi avete dimostrato fino ad ora. Purtroppo questi malfunzionamenti ed il mio imminente trasferimento, per esigenze lavorative, implicheranno uno stop al progetto di cui, per il momento, non posso prevedere la durata, ma è probabile vada oltre l'anno. Approfitterò della sosta forzata per verificare se e come è possibile aumentare la rigidezza dei punti che si sono rivelati critici nel carro e nella sovrastruttura per aumentare le prestazioni complessive e, ovviamente, al primo evento disponibile sarà un piacere mostrarvi la mia "bambina" in funzione. Arrivederci, Fabio
  8. mikemelz

    Terzo evento a casa Melz

    Buongiorno a tutti sabato 23 febbraio si terrà li terzo evento a casa Melz, nel pomeriggio ci saranno 2 giochi sul tema LEGO e quindi bisogna studiare un po'. L' inizio è fissato per le 14.30. Se volete partecipare e avere maggiori informazioni non abbiate paura di contattarmi
  9. Il progetto sta andando avanti, e nel weekend vi fornirò le prime istruzioni per mettere in piedi il sistema di controllo. Al momento, ho configurato la 'Control Unit' per interfacciarsi ai nuovi hubs/motori PoweredUp (fino ad un massimo di 5 contemporaneamente, ovvero il massimo dei dispositivi BLE che la libreria bluetooth-hci-socket è in grado di gestire sul Raspberry). Vi anticipo un paio di screenshot dal mio smartphone, con l'interfaccia di controllo per 4 treni che permette di controllare, da un'unica schermata, di impostare le singole velocità, le direzioni di ogni treno e di avviarli/fermarli tutti insieme. Da un'altra schermata, invece, è possibile monitorare lo stato delle batterie oltre che spengere completamente i singoli hubs connessi, anzichè tutti contemporaneamente. In questo modo è già possibile 'superare' i limiti dell'App LEGO originale, che permette il controllo di un solo treno.
  10. Ecco il nuovo Creator Expert
  11. Pix

    Tanti auguri DUPLO!

    La storia...
  12. Intanto vi anticipo qualche foto di una parte del materiale arrivato oggi Il case l'ho acquistato ieri su Amazon, pagandolo 6,5 euro E' disponibile nei seguenti colori: rosso, blu, nero, giallo, bianco. Le dimensioni sono 8x11 stud, altezza 3 brick Il clutch power è ottimo... solamente sul lato inferiore, lungo il bordo, c'è meno presa (ho provato mettendo un brick 1x4 lungo il bordo). Per il resto, è perfetto! Il colore rosso è indistinguibile da quello LEGO. Dentro ci ho messo un Raspberry 3, modello B+
  13. Visto che in questo forum tengo e teniamo moltissimo alla forma e ai suoi contenuti, in questi giorni, invece che perdere tempo a rispondere a post complottisti e tralasciando le accuse che sono state mosse contro di me e il mio operato – personalmente le trovo offensive oltre che gravissime – ho cercato di capire come il miglior modo per rendere possibili i sondaggi nel forum. La scelta è ricaduta nell'aprire una nuova sezione nel Bar di ItLUG (che è una sezione libera e di socializzazione anche off-topic) denominata Domande e Sondaggi. In questa nuova sezione sarete liberi di aprire, sempre secondo le regole del forum e quelle specifiche, tutti i Sondaggi che vorrete, ma potrete eventualmente discuterne solo ed esclusivamente nelle pagine del Bar. Inoltre ho deciso di rendere disponibile una feature di Invision denominata Domande che vi permetterà appunto di fare domande, ricevere risposte ed eventualmente scegliere la migliore risposta (uno strumento che si usa molto nei siti di programmazione). Quest'ultima sezione potrebbe essere utile in futuro anche in altre sezioni del forum (in realtà l'abbiamo già usata nel 2018 per la selezione dei pezzi del LUGBULK). Vedremo. Questo post, e la sua parte precedente verranno quindi svuotati da tutti i post non attinenti al sondaggio vero e proprio che saranno quindi spostati in un'altra discussione che verrà chiusa entro fine giornata. Il sondaggio allegato a questo post ovviamente resterà chiuso, ma potrà essere riaperto seguendo le nuove regole della nuova sezione.
  14. Purtroppo di domotica conosco niente, ma questo sistema può rivelarsi molto utile. E poi scusate, come fate a non farvi piacere questo? Presente ma come collaudatore! Tutti questi sensori sono alimentati a batteria, giusto?
  15. Gozer

    I miei set Vintage

    finalmente arrivati a casa nuovi “compagni” Questo per me è una vera conquista!! Non vorrei far tante smancerie e postare foto ma per me aver trovato un tal pezzo da aggiungere alla mia collezione è una felicità immensa e perché da sempre volevo toccare con mano la “storia” della LEGO.
  16. Fate posto a questa pecorella smarrita!!!
  17. Questa volta a diventare Skyline è Il Signore Degli Anelli con un architecture dedicato alla Terra di Mezzo  Il viaggio di Frodo dalla Contea a Mordor. Passando per Gran Burrone; Le Miniere di Moria; Gli Argonath; Il Fosso di Helm; Minas Tirith fino ai Cancelli di Mordor con il Monte Fato , il Barad-dûr e l'occhio di Sauron. Pezzi: 730 Misure: 47 x 12 x 28 studs 37.2 x 9.5 x 22.5 cm Altre immagini, informazioni ed istruzioni qui
  18. Pix

    Tanti auguri DUPLO!

    @OMY siamo ancora in tempo a festeggiare! Oggi è il DUPLO DAY!!! https://www.brothers-brick.com/2019/01/29/LEGO-duplo-celebrates-50th-birthday-with-a-look-into-the-past-news/ Seppur sia un "prodotto" LEGO di fascia molto limitata (3-5 anni), è da 50anni un evergreen per il Gruppo LEGO. Difficile trovare agli eventi delle MOC a base Duplo (magari sono utilizzati per fare i dislivelli nei diorami - vedi qualche LUG straniero), ma nel lontano 2007 vidi a Ballabio il primo Diorama DUPLO! esposto da Claudio Chiappa (@chmar correggimi se sbaglio data). Anche DUPLO ha avuto la sua era "GALIDOR", ovvero quando in TLG si decise di cambiare il nome in "Explore", ma beh...penso che qualcuno poi perse il posto di lavoro. Da sempre la linea DUPLO è considerata uno dei prodotti più importanti per lo sviluppo dei bambini, in 50anni ha ricevuto molti premi e riconoscimenti, nonché ottima stima da parte di pediatri/insegnati. Qui di seguito un primo studio per il LOGO:
  19. chmar

    ItLUG Lecco 2019 o 2020?

    A Ballabio non si può tornare, non c'erano e non ci sono le garanzie minime di sicurezza. Il Politecnico come sede è perfetta per tutte le nostre attività. Già nel 2018 abbiamo fortemente limitato i set e sarei propenso oramai per tagliarli del tutto. Sul numero di espositori almeno in prima battuta non metterei limiti, ho sempre preferito che tutti possano partecipare. Dipende anche molto da cosa la gente porta: con due diorami da 2000 metri quadri siamo pieni, se tutti portano una vignetta 8x8 ci stiamo in 4000.
  20. Abbiamo superato il numero di espositori della scorsa edizione
  21. Laz

    Another brick in Albese 2019

    Le foto dall'evento:
  22. @pivan L'osservazione ha senso, ma allora a maggior ragione lo varrebbe per tutte le opinioni, per i like alle varie moc, o topic che mettiamo ecc. ecc. Mi sembra che si stia cercando il un appiglio "legale" per una stupidata, è un banale sondaggio su un forum, domani allora Facebook chiude se questo è il metro. Ad alcuni piaceva, ad altri meno. A chi non piaceva lo saltava, e a chi piaceva votava tutto qui. Allora domani arriva uno e sposta al bar lo sviluppo del tuo progetto con @GianCann perchè non è PURO LEGO, ma si usano anche contenitori cloni stud ecc. ed è più vicino al modellismo.... dai... ci vuole elasticità. Stavano votando e lasciali divertire, stai cercando di migliorare il tuo diorama superando i limiti dello scarsissimo sistema treni LEGO, con pezzi custom e fallo. Se dovessimo essere ligi, nella stessa misura del sondaggio, quel sintetico topic di Gianluca dovrebbe essere sbattuto subito al bar sezione cloni, stampa 3d e quant'altro.... Perché se rimane li poi funzionerà grazie alla voce che si spargerà su itlug, farete i soldi, e avvierete un'azienda di cloni LEGO, con funzioni wireless mirabolanti...
  23. Scusami, ma il mio intento non è avere un riscontro maggiore o quant'altro, ma condividere con i miei "compagni" () Soci i risultati della nostra comunità. Della comunità di "Facebook", perdonami il francesismo, me me ne frego bellamente, dato che penso che sia qui la A di AFOL e la serietà di un gruppo genuino e attento al nostro Hobby.
  24. Immaginavo, @alf, che te avresti colto subito i vantaggi di questa implementazione. Uso MQTT e gli ESP8266 per altri progetti, anche se da relativamente poco tempo, e subito ho pensato che fossero idonei per semplificare al massimo il discorso dell'automazione, in unione a Node Red. Questo, è un altro esempio di Workflow, "disegnato" velocemente... Descrive la logica di due treni che viaggiano, contemporaneamente e nella stessa direzione, sullo stesso tracciato. In una situazione reale, prima o poi, i due treni si avvicineranno tra di loro, per via della differenza di resa dei motori, del peso del treno, dell'efficienza delle batterie. Partono, all'85% della loro velocità massima, a distanza di 5 secondi uno d'altro. (il secondo treno, immaginiamolo inizialmente posizionato su un binario secondario che si innesta al circuito principale) Lungo tutto il tracciato, a distanza di circa 50cm l'uno d'altro, sono posizionati i checkpoint (cosa sono i checkpoint, nella pratica, lo vedremo in un prossimo post). Ogni treno conteggia i checkpoint a partire dal punto di partenza. Il primo treno (A), gira per conto suo, senza interessarsi di altro... Per il secondo treno (B) la logica calcola la differenza tra il conteggio dei checkpoint, facendo in modo che sia possibilmente vicino a 3 (1,5 metri di distanza). Se questa differenza diminuisce, il treno B viene rallentato... se la differenza aumenta, il treno B viene spinto più velocemente... nella pratica, i due treni viaggeranno 'all'infinito' sul circuito senza mai 'toccarsi', mantenendo tra loro una distanza ben precisa... Insomma, anche se sono giusto delle bozze di workflow, spero sia chiaro quanto sia potente e flessibile questo sistema...
  25. ... spendere 450 euro per un tavolo 120x70, sinceramente mi sembra una follia considerato il nostro scopo.
This leaderboard is set to Roma/GMT+01:00
×