Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 07/12/2019 in all areas

  1. Ciao a tutti, vi presento la mia ultima MOC, una città medioevale fortificata. Anche questa destinata ad essere un modulo di un diorama più grande da sviluppare coi miei amici genovesi (in teoria volevamo preparare qualcosa per l'evento di Verona, ma dobbiamo rimandare). Fatemi sapere cosa ne pensate e suggeritemi eventuali modifiche o aggiunte.
  2. Ciao a tutti! Dopo un periodo di alcuni mesi di stop costruttivi, a inizio gennaio ritrovo finalmente lo spirito giusto per ripartire con un nuovo progetto. Fra le tante idee scritte nella mia "To do list" questa volta ha prevalso il progetto di una cittadina della Baviera. La Baviera è una nota zona geografica della Germania che ho visitato solo di passaggio durante un mio viaggio fotografico nella Foresta Nera diversi anni fa. Lo stile architettonico delle case tipiche con il graticcio e gli incantevoli paesi bavaresi mi hanno affascinato e sono sicuro che in futuro troverò il tempo per fare un tour più approfondito di questa zona. Mi sono quindi messo al lavoro con LDD e nel giro di un mese avevo una bozza più o meno dettagliata per cominciare a lavorare su di essa. La base di ispirazione è la famosa città di Rothenburg; come sempre ho voluto prendere spunto ma re-inventando poi a modo mio. Questa moc mi ha richiesto un lavoro di precisione soprattutto per la parte della base stradale. Ho voluto realizzare una strada pedonale con curve, inclinazioni e pendenze. Questo per rendere il tutto più realistico e meno conforme alle classiche cittadine perfettamente ortogonali. Tutto questo è stato difficile nel renderlo preciso, senza buchi a vista e al tempo stesso robusto. Per chi è interessato posso allegare in futuro delle foto di dettaglio delle tecniche usate. Ho realizzato 6 edifici in tutto: due abitazioni, una panetteria, un negozio di giocattoli, un bar/birreria con la piazzetta, la torre dell'orologio. Per la panetteria e il bar/birreria ho deciso anche di realizzare gli arredamenti che si possono vedere bene in quanto ho lasciato i soliti muri sezionati per osservare l'interno delle case. Parlando di numeri, la cittadina mi ha richiesto 6 mesi di lavoro, poggia su 6 basi da 32 ed è composto da 13.700 pezzi circa (di cui ben 990 tile 1x2 LBG!). Sono inoltre presenti 35 minifig e, come di consueto in ogni mia moc, alcuni pezzi parecchio rari. Verrà presentata per la prima volta tra due giorni a Lecco 2019. Ho cercato di curare ogni dettaglio, spero vivamente che vi piaccia! Saluti a tutti e vi esorto a visionare la solita galleria di Flickr con ben 29 foto di dettaglio: https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72157710027418926 Volevo ringraziare 4 amici che in un modo o nell'altro hanno contribuito alla realizzazione di questa moc: 1) Giuliano Beduglio: mi ha venduto metà dei tile LBG che avevo bisogno più alcuni pezzi rari. 2) Daniele D'Aprile: mi ha ispirato con il suo villaggio tirolese che però è immensamente più grande! 3) Dario Minisini: mi ha ispirato nella realizzazione delle panchine rosse. 4) Antonio Cerretti: ho ascoltato un suo consiglio riguardante il colore del bordo strada.
  3. Ciao Altro pezzo che si aggiunge al diorama medievale, una basilica ispirata alle architetture della Roma del X XI secolo, Santa Maria in Cosmedin, San Giorgio al Velabro, Santa Maria in Trastevere. . . . . . .
  4. Ebbene sì, ogni tanto costruisco qualcosa anch'io Nulla di ché, sia chiaro.... Questa volta ho realizzato un piccolo scenario (3x2 baseplate 32x32) che ho intitolato "La fuga". Ho ripreso un'idea che già avevo abbozzato nel diorama City comunitario realizzato a Lucca Comics 2015: una scenetta dove un T-Rex correva dietro ad alcune "minifigure pollo". Questa volta ho provato a creare un'ambientazione selvaggia, ricca di vegetazione, nel quale contestualizzare gli attori di questa scenetta. Per essere una cosa che m'è venuta in mente di realizzare soloo ieri sera, sono abbastanza soddisfatto del risultato finale Oggi e domani, infatti, io ed altri AFOL toscani siamo al TuscanyHall, per il Festival del Buon Sollazzo (evento dedicato ai giochi in legno) con lo scopo di promuovere BiFF2019. Per l'occasione, quindi, ho voluto creare (all'ultimo minuto) qualcosa di nuovo e questo è ciò che ne è uscito fuori: Ho fatto diverse foto, che trovate qui, più che altro per capire la resa della vegetazione e per fare qualche scatto "carino". Gli alberi, chiaramente, li avevo già pronti da tempo... si è trattato solo di realizzare il sentiero (con plate e wedge plate reddish brown/dark tan) e fare la vegetazione del "sottobosco". Quest'ultima l'ho fatta proprio stamani, sul tavolo espositivo A fine di questa micro-esposizione smonterò il tutto e, forse, la costruirò da zero con qualche novità per BiFF2019. Sicuramente, se dovessi decidere di rifarla, rialzerò tutto di un brick.
  5. tra un castello e un tempio mi sono dedicato un po allo spazio , per ora ho studiato 3 tipologie di navi e qualche piccolo mezzo di terra… ma ci sto prendendo gusto
  6. M.I.G.I.

    MOSAICO

    Ecco come ho impegnato la mia quarantena... Mosaico realizzato con circa 70'000 mattoncini, suddivisi in 4 blocchi, montato a stile muro (non su baseplate) per una profondità di 4 stud.
  7. Ciao a tutti! Dopo settimane di ricerche impossibili, tra immagini, piante, sezioni, prospetti, e chi più ne ha, più ne metta, finalmente ho completato Piazza San Marco: con quasi 26000 pezzi, è di gran lunga la più impegnativa delle moc fatte finora. Le istruzioni per il Campanile (da solo circa 4000 pezzi, in costruzione dalla prossima settimana) sono già disponibili, mentre per la basilica ci vorrà ancora del tempo. Prossimamente altre immagini! Spero vi piaccia! P.S. Veneziani, scatenatevi!
  8. Evento davvero andato bene! Pensavamo arrivasse meno gente perché è agosto... e invece ne è arrivata di più! Fairy Bricks contentissimi hanno già chiesto di tornare l'anno prossimo, i francesi (ne avevamo 10 quest'anno!) contentissimi, il designer capo della LEGO House Stuart Harris contentissimo (nonostante non poche disavventure all'arrivo, dovute ai problemi sui voli per il maltempo... venerdì sarebbe dovuto arrivare a Lecco alle 20, invece è sceso alla stazione del mio paesino alle 23:45 e l'ho portato io in auto!), le presentazioni sono andate bene (nonostante i problemi del politecnico con il WiFi), le MOC erano fantastiche, il diorama cittadino veramente ottimo, il quiz direi che è andato benone (per fortuna il WiFi era tornato o avremmo dovuto cancellarlo... dobbiamo pensare a un piano di backup per il futuro)... insomma tutto fantastico! Io (e non solo io) ho corso qua e là per tutta la durata dell'evento e nemmeno ho pranzato , ma quello è normale! Volevo anche e soprattutto ringraziare i volontari, coordinati da @SUPERMIRKO che si è fatto in quattro insieme a @Superteo00 (tutti super siete,??) e le nuove leve Mirko Marangoni (non proprio nuovo, ma nuovo come volontario a un evento!), @Greenlamia (nuova davvero, come socia) e tutta la famiglia Spallone (semi nuovi ) (non taggo più o resto qui fino a domani) che sono arrivati e sostanzialmente si sono messi a disposizione delle varie attività dell'evento. Senza di loro (e di molti altri) l'evento non si potrebbe fare. Grazie anche a @MastroMarco e @Canio per essersi fatti tutti quei chilometri! Okay, la smetto a vado a dormire! Non si offenda chi non ho ringraziato, si consideri ringraziato a prescindere!
  9. E alla fine siamo arrivati alla conclusione del 'contest' #iorestoacasaecostruisco raccogliendo ben 139 vignette di cui 127 valide per l'estrazione dei tre premi che abbiamo assegnato a questa attività. Vi ricordo che tutti i partecipanti riceveranno (in modalità ancora da verificare) un mattoncino personalizzato per ogni costruzione inviata oltre ad un singolo tile 2x4 di partecipazione. Terzo estratto: LEGO Creator 3-in-1 31100: Auto sportiva Secondo estratto: LEGO Creator 3-in-1 31098: Avventure all'aperto Primo estratto: LEGO Ideas 21319: Central Perk A breve ci sarà una comunicazioni più precisa circa l'estrazione che ssi svolgerà nei prossimi giorni tramite una live su uno dei nostri canali. Per il momento è tutto, non mi resta che ringraziare tutti gli AFOL e TFOL che hanno partecipato a questa iniziativa! Grazie, grazie grazie!
  10. Eccomi qui con una nuova moc. Questa volta sono uscito fuori dai miei soliti schemi per creare una cosa che mi interessava fare da tempo. Quando ero un ragazzino mi piaceva molto la mitologia greca, leggevo le storie dei miti ed eroi greci e mi affascinava scoprire le incredibili avventure che si trovavano ad affrontare. Tra i miti più conosciuti quello che mi ha sempre colpito è la storia di Perseo e Medusa. Ci sono varie versioni del mito di Perseo. Quella più acclamata però è questa: "Perseo, figlio di Zeus, per via di una disputa con il re Polidette gli viene chiesto di recuperare un oggetto magico e pericolosissimo: la testa di Medusa. Medusa era una delle tre Gorgoni, tre sorelle e mostri che abitavano nell'estremo occidente del mondo conosciuto dai greci. Aveva dei serpenti al posto dei capelli e un terribile potere ovvero quello di pietrificare chiunque le volgesse lo sguardo. Perseo si deve recare nel regno degli inferi e navigare nel fiume Stige attraverso il traghettatore di anime, Caronte. Per riuscire nella sua ardua impresa, in questo regno spettrale dovrà recuperare dei manufatti magici dalle Graie e poi scoprire il luogo segreto dove si trova il tempio di Medusa. Atena donò invece a Perseo uno scudo lucido come uno specchio dicendogli che avrebbe dovuto guardare Medusa solo di riflesso. Grazie allo scudo di Atena, l'elmo di Ade che rende invisibili e un falcetto, Perseo recise la testa di Medusa e la ripose in una sacca magica. Con la testa riuscì successivamente anche a liberare la bellissima Andromeda, sua futura sposa, salvandola da un terribile ed enorme mostro marino liberato da Poseidone. Ancora oggi si può ammirare la magnifica scultura bronzea di Perseo nella Piazza della Signoria a Firenze." Ho cercato con questa modesta opera di ricreare la scena principale, con il fiume Stige e il traghettatore Caronte, l'ambiente spettrale e ovviamente Perseo in procinto di tagliare la testa di Medusa mentre usciva dal suo tempio. La moc è abbellita da un filo di microled nascosti tra i brick per donare luce in questo luogo infernale. La costruzione mi ha richiesto un mese di tempo, e questa volta non ho realizzato il progetto su cad ma sono andato di istinto. La moc è realizzata con circa 3.900 pezzi e sarà presentata per la prima volta al MEI di Verona 2020. Buona visione delle foto Saluti da Sandro Galleria Flickr: https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72157690184763535
  11. La manifestazione chiude con 4805 visitatori nella giornata di oggi che sommati ai 4403 di ieri, diventano 9208. Ma la cosa importante è vedere tutti gli AFOLs contenti. Grazie a tutti! Ora si comincia a smontare, a presto per le fotografie e tutto il report.
  12. Mi sono preso qualche ora per rispondervi. Per un breve momento ci ho sperato ma purtroppo mi devo abbandonare all'idea di non poter realizzare questo mio piccolo sogno. Sinceramente pensavo che almeno passasse il Planet Express di Nicola e invece i risultati hanno sbaragliato le previsioni. La scelta dei vincitori è dettata sicuramente da regole e valutazioni di marketing che vanno al di là di una mera considerazione di aspetto esteriore. Purtroppo è andata così e me ne farò una ragione. Al di là della fama e gloria che mi avrebbe portato, sicuramente mi sento deluso anche non poter a livello economico dare un bell'aiuto alle finanze famigliari che per una volta ne avrebbero giovato grazie ad una mia passione e non un lavoro. Per una famiglia si deve valutare anche questo e mi spiace. Caro Marco, un mio vecchio amico diceva che errare è umano ma perseverare è diabolico! Non so se ci riproverò. Al momento onestamente mi sento confuso e devo metabolizzare la "sconfitta". Comunque sia volevo davvero ringraziare tutti quanti voi per l'enorme supporto che mi avete dato e per i grandi gesti di amicizia che mi avete dimostrato con messaggi, mail, telefonate e quant'altro. Grazie a tutti!!
  13. Ciao a tutti, sono stato contattato per esporre la moc della base di partenza dello space shuttle presso il Museo della Scienza di Trento, MUSE, nell'ambito della mostra "Cosmo Cartoons". La moc rimarrà esposta fino a Giugno/Luglio, assieme ad altre due moc a tema spazio/fantascienza. Con l'occasione ho scoperto questo museo che è veramente bello, molto moderno, lo consiglio soprattutto ha chi ha bambini, lo apprezzeranno moltissimo. Per quanto riguarda la moc, vista l'occasione ho rifatto completamente la base, rendendola molto più simile a quella reale, e migliorato qualche dettaglio: Ciao Teazza
  14. CARROZZONI GITANI (XIX-XX secolo) I primi Carrozzoni Gitani (meglio chiamarli Gypsy Wagons...) sono nati probabilmente in Francia agli inizi del '800 e utilizzati prima dai circhi viaggianti e poi dalle comunità Gitane. Queste ultime ne hanno fatte le loro case viaggianti. Colorati, creativi a volte barocchi erano trainati da cavalli e viaggiavano per centinaia di chilometri in giro per l'Europa e non solo. Mi hanno sempre affascinato e nelle ultime settimane ne ho costruiti un paio, complice anche un libro fotografico regalatomi da mia moglie: "Les Roulottes, une invitation au voyage", fonte inesauribile d'ispirazione. E' stato molto divertente costruirli e scegliere le Minifigure adatte (non stupitevi di Jack Sparrow, ha un look da Gitano DOC). Qui sotto i carri trainati dai cavalli E infine il retro... Spero vi piacciano e spero che in questi giorni di isolamento vi facciano girare un po' il mondo almeno con la fantasia. LATCHO DROM!
  15. Viva Mexico! Una delle tradizioni più vivide e caratteristiche del Messico è sicuramente la cultura Mariachi (dopo la Tequila naturalmente ). Quando mi è capitata tra le mani la Minifig Mariachi ho immaginato subito una MOC a tema ed oggi vi presento la casa messicana e la banda Mariachi. La scena è tipicamente MEX con i musicisti che si avvicinano alla casa di adobe (imbiancata) pronti a suonare la serenata alla bella e giovane ragazza sul terrazzo. Sulla scala a destra il padre con gli occhi ben aperti. La casa ha una struttura a terrazze multilivello con un paio di pergolati ricoperti da fiori e un grande patio. Quest'ultimo realizzato con i "Brick, Modified 1 x 2 with Masonry Profile" di colore Medium Dark Flesh. Sopra le porte e le finestre ho inserito i tile con la texture effetto legno e sulla porta di destra invece un tile decorato che arriva dalla serie Friends. Le travi che fuoriescono dai muri verso l'esterno, tipico dell'architettura south-western e messicana, sono realizzate da semplici brick round con tile round effetto legno. Soluzione semplice ma d'effetto. Cactus e piante di ogni tipo decorano l'intero diorama. Da notare l'utilizzo "alternativo" della Cactus girl sulla destra e invece sulla sinistra vicino al pozzo la coda di un coccodrillo che simula un cactus e le sue spine. Ecco qualche foto: Altre foto Norton74.com Buona serata e alla prossima MOC!
  16. Teazza

    Il mago

    Ciao a tutti, vi presento questa veloce MOC con la quale ho partecipato al concorso di Brickset “build a polybag”. Mi sono classificato al secondo posto! Sono molto contento, visto l’altissimo numero di partecipanti! Qui l’articolo: https://brickset.com/article/52161/polybag-competition-winners
  17. Ciao a tutti, con alcuni afol genovesi ( @pivan ; @Vitriol ; @Iry ) stavamo pensando di sviluppare un diorama a tema futuristico / post apocalittico Vi presento il mio primo "modulo", una sorta di baraccopoli decadente: Cosa ne dite? suggerimenti? Il tema mi piace molto e ho in mente diversi soggetti per nuovi moduli, vi aggiorno. Ciao
  18. Walden; or, Life in the Woods Qualche mese fa un amico mi ha prestato un libro di cui avevo sempre sentito parlare ma non avevo mai letto: "Walden, ovvero vita nei boschi". Scritto da Henry David Thoreau è il resoconto dell'avventura dell'autore che dedicò ben due anni, due mesi e due giorni (1845-1847) della propria vita nel cercare un rapporto intimo con la natura e insieme ritrovare se stesso in una società che non rappresentava ai suoi occhi i veri valori da seguire. Il libro fu scritto quasi interamente durante il soggiorno di Thoreau in una capanna, costruita in gran parte da solo, sulle sponde del lago Walden (Walden Pond), che si trova vicino alla cittadina di Concord, nel Massachusetts. Walden ha avuto un grande successo nella controcultura statunitense. In particolare la Beat Generation ha visto nell'esperienza di Thoreau e nella sua forte volontà di un ritorno alla natura in contrasto con la crescente modernizzazione delle metropoli americane, l’espressione del proprio pensiero e del proprio modo di vivere. Più in generale Walden è ritenuto uno dei primi romanzi ecologici ed ha influenzato il pensiero ecologico contemporaneo. Colpito dalla storia e ispirato dalla copertina del libro ho ricostruito la baracca di Thoreau nei boschi del Massachusetts. Per ricreare al meglio la baracca e l'ambiente boschivo ho utilizzato diverse tecniche, alcune delle quali già viste su altri miei lavori, e ho inserito una molteplicità di dettagli, alcuni inediti. E' stata anche la prima volta che ho inserito degli alberi nella scena e l'effetto mi ha soddisfatto molto. Spero vi piaccia! Per altre foto di dettaglio clicca qui.
  19. Smartworking Grazie alla tecnologia siamo meno soli, per lavoro o per svago non importa quale strumento usiamo ma videochiamiamoci !!! Numero di pezzi / Number of parts 83 Foto frontale / Front photo Foto di tre quarti a sinistra / Three quarters left photo Foto di tre quarti a destra / Three quarters right photo Foto del retro / Photo from behind Foto dall'alto / Photo from the top
  20. Da 3 anni a questa parte, a Firenze, si svolge l'Animotion Film Festival, un evento che dura mezza giornata (dalle 14.00 a mezzanotte circa) dedicato alla presentazione di cortometraggi e lungometraggi d'animazione realizzati con tecniche 2D, 3D e stop motion. Da quando esiste questo festival, @@danielebocini ha proposto di partecipare (essendo in contatto con gli organizzatori) una piccola esposizione di MOC o set LEGO che abbiano una certa attinenza con il tema. L'esposizione, piccina, trova posto nel corridoio di ingresso al teatro/cinema La Compagnia, nella centralissima via Cavour, a 250 metri dal Duomo di Firenze. Una location molto, molto carina Quest'anno, quindi, ho voluto partecipato anch'io come espositore Sin dallo scorso novembre, quando diedi l'adesione per partecipare al mini-evento, avevo in mente cosa portare: una scenetta dedicata ai Flinstones. Era l'occasione giusta per costruire il set LEGO Ideas e contestualizzarlo con un landscape/display. Nonostante ho avuto a disposizione due mesi di tempo per realizzarlo, sono arrivato alle 23 di ieri sera senza neanche ricordare dove fosse finita la scatola del 21316 Superato il primo scoglio (ovvero, dopo aver trovato la scatola) alle 23.30 ho iniziato il montaggio del set. L'ho montato in circa 90 minuti, gustandomi ogni singolo passaggio: sono sincero... era un bel po' di tempo che non costruivo un set. La costruzione è discretamente interessante anche se non ci sono chissà quali tecniche costruttive di rilievo. Finito la costruzione del set, la stanchezza ha iniziato a farsi sentire... tra una cosa e l'altra, s'era fatta l'1.30 di notte. Peccato fossi solo a metà dell'opera. Pertanto, stamani, mi sono alzato prestissimo (alle 5.00) e sono sceso in garage a recuperare un po' di materiale e costruire (il più velocemente possibile) il resto della scenetta che più o meno avevo in testa: alle 6.30 dovevo improrogabilmente prendere il treno per andare a lavoro Ho fatto il grosso, e ad un certo punto (dovendo correre a prendere il treno) ho fatto incetta di un po' di pezzi di vario tipo e l'ho infilati insieme al resto del materiale già pronto... Sostanzialmente, ho finito di costruire io mio semplice display direttamente sul tavolo espositivo, non più di un'oretta fa Il (mediocre) risultato è quello che vedete qui sotto. Tutto sommato (considerato che verso le 23.00 ero quasi sul punto di informare Daniele che avrei dato forfait), non sono neanche troppo dispiaciuto del risultato
  21. sezione finita, 36 basi 48, oltre 100.000 pezzi,... forse un giorno riuscirò a vedere unito tutto il mio medioevo
  22. Il mio primo MOC degno di nota (dopo qualche progetto di riscaldamento per i contest LEGO ideas) riguarda la mia città: ho deciso di rappresentare il Duomo in una scala tale da essere "giocabile". Ho iniziato il mio progetto senza darmi delle dimensioni precise, motivo per cui poi ho largamente sforato il limite che pone LEGO Ideas arrivando a 6000 pezzi; nonostante questo e nonostante le vaghe regole sui contenuti a tema religioso il mio MOC è ora anche tra le IDEAS votabili (pensavo non me lo avrebbero accettato a prescindere). Vi posto di seguito le foto, qualsiasi tipo di commento e critica sono bene accetti! https://ideas.LEGO.com/projects/6c49a604-21dc-40f8-8542-b34ff73141b5 Grazie, Davide
  23. NOTA: Il post è stato editato rispetto alla pubblicazione originale per mascherare/eliminare i nomi delle persone citate, in seguito alla richiesta del moderatore del forum. L'altra sera un socio ItLUG mi ha inviato uno screenshot di un'asta che riguardava alcuni oggetti "storici" realizzati anni indietro da ItLUG. In particolare, la prima t-shirt (con il vecchio logo) e la polo realizzata per i 10 anni dalla fondazione del LUG. Il nome di chi aveva pubblicato il post era stato celato... Sinceramente, la prima cosa che mi è venuta in mente è che si trattase di un fake (o di una trollata del socio), e la mia risposta a fu proprio lapidaria. Del resto, non potevo pensare che ci potesse essere un ItLUGger che si voleva disfare di questi "cimeli". Per curiosità, visto che il gruppo Facebook dove era stato pubblicato l'annuncio era visibile nello screenshot, sono andato a controllare e, quasi incredulo, ho riscontrato che l'asta era reale! La Sig.ra "X", ex-socia ItLUG, che partecipò anche alla fondazione dell'associazione, ha evidentemente deciso di disfarsi di tali oggetti, descrivendoli minuziosamente (con cenni storici) per sottolineare la particolarità di questi due "importanti" cimeli. D'impulso, quindi, ho fatto subito la mia offerta (la base d'asta era di 100 euro, mica spiccioli!) con un solo scopo: provare ad aggiudicarmi tali oggetti per donarli nuovamente all'associazione al fine di usarli, magari, come premio in qualche contest/iniziativa. Dopo aver inserito l'offerta mi sono riletto con attenzione il testo descrittivo dell'asta e non ho potuto fare a meno di notare che ItLUG era scritto male (per ben 3 volte): IT LUG! Un errore madornale, se si pensa che l'autrice dell'asta dovrebbe ben conoscere come si scrive, avendo appunto contributo per diverso tempo alle attività del LUG. Mi son permesso quindi di sottolineare il nome corretto del LUG, anche a beneficio di chi non conoscesse ancora il LUG. La battuta "Il diavolo sta nei dettagli" è riferita al fatto che a volte, pur volendo fare le cose in modo dettagliato (vedi la bella descrizione degli oggetti) sono proprio i dettagli a fregarti . (Nota: non ho potuto spiegare questa cosa pubblicamente perché gli amministratori del gruppo sono intervenuti, cancellando i commenti mentre stavo rispondendo. L'indomani ho poi scritto privatamente all'interessata). Pochi minuti dopo la mia offerta, è arrivato il rilancio del Sig. Y, noto collezionista di oggetti LEGO. Sinceramente, in un primo momento, ho ragionato sul fatto di rilanciare... magari anche coinvolgendo altri amici ItLUG per sostenermi nella causa: da solo, infatti, non avrei potuto combattere con il portafogli del Sig. Y. Però, man mano che passavano le ore, è iniziata a maturare l'idea che forse, anche se fosse stato per una buona causa (donare gli oggetti a ItLUG), era oggettivamente sbagliato aumentare la posta con l'unico vero risvolto di far entrare ancor più soldi nelle tasche della signora X Ho quindi deciso di lasciar perdere l'asta e donare direttamente 100,00 euro a ItLUG. Ecco la ricevuta della mia donazione, effettuata simbolicamente alle ore 22.00 odierne, in concomitanza con la scadenza dell'asta che ha scatenato tutto. D'altra parte, da un punto di vista materiale, è meglio avere 100,00 euro in più in cassa (e sostenere l'associazione), che avere due magliette in magazzino.. N.B. La mia donazione a ItLUG era già prevista, seppur avevo inizialmente pensato di donare giusto il corrispettivo della quota sociale, dato che non sono più socio oramai da febbraio scorso. Avevo infatti già anticipato (in fase di presentazione delle dimissioni) la mia volontà di continuare a sostenere economicamente l'associazione pur non facendo più parte. Quale miglior occasione, se non oggi ??? Lunga vita a ItLUG
  24. Più che una MOC è un progetto di più persone. Il tutto è nato una notte di autunno 2019, io e un ex socio di ItLUG, RoscoPC, eravamo in mansarda, birra in mano e si discuteva del più e del meno. Come sapete Rosco è famoso in tutto il mondo per le sue macchine di Formula 1. A un certo punto gli lancio al sfida: “perché non facciamo le tue macchine in scala minifig?”… In quel momento non avevamo idea di cosa stesse per iniziare. Dopo circa 7 mesi, siamo arrivati alla creazione di 9 macchine di Formula 1 in scala 1:27, nel dettaglio: Tyrrell P34 Toleman-Hart TG184 March 751 Matra MS80 Eagle Weslake Mk1 Brabham BT52 Ferrari 312T McLaren MP4-4 Ma non ci siamo fermati qui: pubblicando durante la progettazione dei primi teaser sui vari Social, abbiamo notato un interesse da parte della comunità AFOL totalmente inaspettato. Così l’altra mia sfida: “perché non creiamo dei Set?”, detto…fatto. Coinvolgendo altre due persone (di cui un altro ex socio) abbiamo dato vita a una serie limitata di Set. Ogni macchina è stata riprodotta in una serie di 25 scatole, tutte numerate. Ogni scatola comprendeva i pezzi, gli adesivi e le istruzioni. Il lavoro più pesante è stato il recupero pezzi e la successiva divisione. Ecco qui la grafica delle scatole e delle istruzioni: Ecco alcune foto "LIVE" del tutto: Questo post non è stato fatto per pubblicizzare la vendita dei Set, anche perché tutte e le 200 scatole prodotte sono andate sold-out in 9gg, nemmeno per parlare del lato economico. Questo post è stato fatto per avvisare della pericolosità di condividere una birra con uno o più AFOL. Poi nascono queste idee… Intanto la progettazione va avanti... Brabham BT46B
  25. [English version at the bottom of the post] ItLUG LEG GODT Award – Side Contest 1: #iorestoacasaecostruisco Il nostro paese è stato chiuso e molti di noi sono costretti in casa con molto tempo libero a disposizione. Il nostro hobby è sicuramente un ottimo passatempo quindi restiamo a casa e costruiamo per il bene di tutti! Numero minimo di partecipanti: 0 Durata*: XX giorni. Da sabato 14 marzo a domenica 5 aprile 13 aprile 3 maggio 2020. Registrazione*: da sabato 14 marzo a domenica 5 aprile 13 aprile 3 maggio 2020. *La durata del contest potrebbe essere modificata nel caso che la chiusura delle scuole (o delle attività) venga estesa. Premi Questo non è un contest tradizionale per cui non ci sarà votazione e i premi saranno estratti casualmente tra tutti i partecipanti. 3 set (TBA) ad estrazione casuale tra tutti i partecipanti. Mattoncino ricordo 1x8 personalizzato per tutti i partecipanti. Tile 2x4 ItLUG LEG GODT Award – Side Contest 1: #iorestoacasaecostruisco per tutti i partecipanti. Regolamento specifico: L'opera dovrà essere realizzata su una base, formato 8x8, costruita possibilmente come nel template allegato al primo commento di questo topic. È possibile realizzare più opere nel formato 8x8 per creare un'opera più grande, ma le singole costruzioni dovranno essere indipendenti l'una dall'altra. Il tema è libero e l'opera potrà essere realizzata in microscala o scala minifig. L'opera potrà essere costruita anche in digitale utilizzando l'applicazione Studio di Bricklink, ma è preferibile una costruzione reale (vedi punto 4). Nell'ottica di creare uno speciale set espositivo durante alcuni dei prossimi eventi di o partecipati da ItLUG, si richiede la possibilità di mettere a disposizione di ItLUG le varie opere che non dovranno quindi essere smontate una volta registrate attraverso il modulo di partecipazione. Questo punto è facoltativo, ma molto apprezzato. Modifiche al regolamento base: Il contest è aperto a tutti gli utenti del forum. Non è obbligatorio inserire un elemento ItLUG, ma se è possibile fatelo. Nel caso di opera digitale dovranno essere inviati dei rendering dell'opera seguendo comunque le richieste del modulo di partecipazione. È possibile partecipare al contest più volte registrando opere diverse. Ogni opera diversa darà accesso ad uno slot durante l'estrazione casuale dei set. Ogni partecipante riceverà un numero seguendo la sequenza di arrivo delle opere. Non è prevista votazione: le opere saranno pubblicate immediatamente. Modulo di partecipazione Buon divertimento e... giocate bene! ItLUG LEG GODT Award – Side Contest 1: #istayhomeandbuild In our country (and many others) everything has been shut down and many of us must stay home, with a lot of free time. Our hobby sure is a great pastime, so let's stay home and build, for everybody's sake! Minimum number of entries: 0 Duration*: 22 days. From Saturday March 14th to Sunday May 3rd 2020. Registration*: from Saturday March 14th to Sunday May 3rd 2020. *Duration might me extended in case the total shutdown of schools/activities in Italy will be prolonged. Prizes 3 sets (TBA) that will be drawn in a raffle. Customized 1x8 brick for all participants. ItLUG LEG GODT Award – Side Contest 1: #istayhomeandbuild 2x4 tile for all participants. Rules: Your creation must be built on an 8x8 base, possibly following the template you can find in the first comment of this topic. It is possible to make more than one 8x8 creation to make a bigger creation, but the single creation must be independent. No assigned theme, you can build what you want, either in microscale or minifig scale. The creation can also be digital-only, using BrickLink's Studio, but a physical MOC is preferred (see point 4). If you can, please let us display as many of your creations as possible in some of our next events (or events we'll participate to). This is not mandatory, of course, but much appreciated! This will be asked in the registration form. Other rules Every member of our forum can participate. You DON'T have to be an ItLUG member, just of the public part of our forum (it takes a few seconds to sign up). If you own a customized ItLUG element, please use it in your creation, if you can. For digital creations, you will have to send renderings, following the instructions in the registration form. It is possible to register as many creations as you want. Every single creation will give you a "ticket" for the raffle. Every entry will be assigned a number, following registration order. There will be no voting, creations will be published on the forum immediately after submission. Registration form Have fun and... play well!
  26. The endless box In questi giorni di chiusura in casa, grazie alla nostra passione possiamo passare comunque momenti spensierati e distrarci un po' dalla brutta situazione che viviamo. Quindi, aprite le vostre scatole di LEGO, rovesciatele, e apprezzate quanti colori, idee e divertimento possono venir fuori. Numero di pezzi / Number of parts 200 Foto frontale / Front photo Foto di tre quarti a sinistra / Three quarters left photo Foto di tre quarti a destra / Three quarters right photo Foto del retro / Photo from behind Foto dall'alto / Photo from the top
  27. Norton74

    Santa's Home

    E' tempo di andare per Babbo Natale! Come ormai da qualche anno, in questo periodo presento una MOC a tema Natale. L'anno scorso avevo presentato Santa in versione taglialegna; nel 2017 la motoslitta in stile Hot Rod. E così via. Quest'anno ho costruito invece la casa di Babbo Natale immersa nella neve (del Polo Nord? o in Lapponia? mah...) con Santa che sta per saltar su sulla sua slitta per iniziare il duro lavoro che gli aspetta in questi giorni. La slitta stranamente è trainata da due husky invece che da due renne. L'impostazione generale riprende quella che del mio precedente lavoro, Walden, con la casa-baracca al centro della scena e tutt'attorno un'ambientazione ricca di dettagli e "camei". Ho utilizzato molteplici pezzi per creare il terreno e le piante ricoperte di neve, controllate bene e troverete strani pezzi come i megafoni, stud-shooter, horns, leveraggi e capelli bianchi Davanti c'è un piccolo portico con la tettoia ricoperta da una spessa coltre di neve, così come il tetto della casa. E che dire del camino realizzato con un cannone e un paio di pentole? Sullo sfondo due abeti completamente innevati. Vi lascio con un piccolo indovinello: nel diorama ci sono 3 tipi di animali, due ben visibili e un terzo semi-nascosto, sapete localizzarlo? Per altre foto di dettaglio clicca qui. Un caro saluto a tutti e buon Natale
  28. Pix

    Un pensiero

    Guarda, lo raccontai anni e anni fa sul Forum vecchio, oddio, altro che vecchio, il primo forum di ItLUG! Riporto la storia in se che si aggancia anche a quel che hai scritto @Shintaku... Il Racconto che scrissi: C’è sempre un Set che tutti noi abbiamo voluto avere, quello che da piccolo hai sempre desiderato. Beh, due anni fa successe che Il Metroliner è stato insieme al Galeone dei Pirati il Set che ho sempre desiderato da piccolo. Sfogliavo ogni giorno il catalogo, lo fissavo, immaginavo di giocarci, alla fine l’ho guardato per così tanto tempo che potevo fare l’inventario dei pezzi senza averlo mai avuto in mano. Mia Madre mi vedeva sempre con il sorriso ogni volta che lo guardavo, così un bel giorno mi disse “dai, perché non lo inseriamo nella letterina di Babbo Natale???” non mi sembrava vero di sentir quelle parole, subito mi voltai con un sorriso immenso, da record. Da Settembre iniziai subito a lavorare alla mia Città. Così partii a costruire la stazione (“alla meno peggio”), poi i passaggi a livello (molto fantasiosi) e una zona cargo più Space che City. Arrivano le vacanze di Natale e non vedi l’ora di andare con i tuoi genitori nel negozio più fornito della tua zona per vedere se il prezzo è alla portata di Babbo Natale. Entri nel negozio, ti fiondi subito nel reparto LEGO; ormai di quel negozio sai ogni zona, ogni posizione, ogni scaffale dove è e cosa ha. Lo vedi, è li davanti a te, lo ammiri. Intanto ti raggiungono i tuoi genitori, ti mettono una mano sulla spalla e tu non aspetti altro che ti dicano “dai, prendi subito nota di tutto, nome e codice che lo scriviamo nella letterina di Babbo Natale, così non si sbaglia” ma invece, le uniche parole che senti sono “Cucciolo, un po’ caro…sei sicuro che non ci sia altro?”. Ti giri subito con la faccia da cane bastonato, ma noti che loro non stanno meglio di te, anzi, peggio. Non c’è cosa peggiore che deludere i sogni di un figlio, togliergli il sorriso. La cosa più bella e appagante del mondo è vedere il proprio figlio felice. Allora ti guardi attorno e…“Mamma, anche l’Isola dei Pirati è molto bella, guarda…”. Arriva la mattina di Natale. Ti alzi tutto emozionato, con molte ore di sonno in arretrato (ci siamo passati tutti, tenti di rimaner sveglio e poi…puff! crolli…anzi…svieni!), corri sotto l’albero a prendere il pacco, una volta in mano lo agiti e dal rumore lo capisci subito “LEGO!” e lo scarti, con foga…“Mamma, Papà!!! guardate l’Isola dei Piratiii!!!siii!!!” e tutto felice corri in camera a montarla. E’ vero, nella tua City non girerà un treno, non ci sarà mai un passaggio a livello abbassato, ma ci sarà una bellissima Isola e una Stazione vista Mare. Poi arrivò il 2012 e... Sono passati diciotto anni, sei quasi più vicino ai trent’anni che ai venti. Vieni a sapere che qualcuno dall'altra parte del mondo ha ancora una scatola chiusa, sigillata, nuova. Così ti viene un’idea malsana…scrivi un’e-mail tac, prendi il portafoglio tac, estrai la carta di credito tac, paypal tac, e da quel momento inizia l’attesa. Aspetti finché…tempo quindici giorni arriva da oltre oceano, direttamente nel tuo ufficio. Appena senti squillare il telefono e vedi che è la centralinista capisci subito che “è arrivato!”, non prendi neanche l’ascensore, ti spari tre rampe di scale di fila, corri in reception e trovi li di fronte a te l’omino della DHL con il tuo pacco in mano. Appena lo vedi gli sorridi, un po’ lo scambi per Babbo Natale (con qualche anno di ritardo), gli vai in contro e gli strappi dalle mani quel desiderato pacco. Non aspetti neanche di staccare dal lavoro, vuoi subito controllare che sia lui, così ritorni nel tuo ufficio, prendi il taglierino e zac-zac lo apri… è lui!. Hai quasi trent'anni, ma conti tutti i minuti che mancano a fine della giornata e quando è l’ora di staccare prendi tutto di corsa e corri a casa. Mangi di fretta, il tuo pensiero è altrove, corri in camera, apri con delicatezza il tutto e…sei li pronto per montarlo.Ti sembra di tornare indietro nel tempo, non è Natale, è quasi estate, ma l’atmosfera è quella. Lo monti seduto per terra, perché è così che da piccolo montavi sempre, il tavolo non sapevi nemmeno cosa fosse, è una cosa da grandi. Da quando inizi a montarlo fino alla fine hai il sorriso stampato in faccia, come un bambino spensierato, dimentichi tutte le preoccupazioni che hai da grande, la rata della macchina, le bollette, i problemi legati al lavoro; ritorni ad essere quel bambino ingenuo dove l’unica preoccupazione che hai e quella di aver fatto i compiti di geografia o di matematica per il giorno dopo. Ormai è quasi mezzanotte, hai finito di montarlo, tutto perfetto…e anche se è tardi, vuoi giocarci! Non hai mai avuto un treno e quello è “il” treno che hai sempre desiderato. Così attacchi i binari, colleghi l’alimentatore, posizioni bene il treno e…via! giri la manopola e il treno parte! il circuito non sarà uno dei più lunghi e complessi, ma quell'ovale ti basta. Hai ancora quasi trent'anni e ti trovi in soggiorno seduto per terra, quasi al buio, con le luci del treno che illuminano leggermente la stanza. Lo fai andare, lo fermi, riparte, lo fai fermare vicino la banchina, riparte…non te ne accorgi, il tempo vola, sono quasi le due di notte. Tua madre si sveglia, si avvicina e “non è ora di andare a letto? Domani puoi giocarci quanto vuoi dai…”, la guardi con gli occhi di un bambino felice, ti alzi, spengi tutto e ti infili a letto…come la notte di Natale. Quella frase ti fa sentire un bambino di dieci anni, ti fa dimenticare tutto e ti corichi con un sorriso incancellabile. Ora, quelle poche volte che mi trovo in stazione ad aspettare un treno e vedo che è in ritardo di pochi minuti non mi arrabbio più, mi siedo e attendo. Ho aspettato un treno per molto più tempo… Ora è il 2019... E con quel treno ci gioco ancora ... Le foto furono scattate quel giorno
  29. Very smart working Ho deciso di ricostruire il mio LEGO garage esattamente come è allestito adesso durante questa fase due, ovvero predisposto per video-dimostrazioni degli strumenti che vendo (macchine di prova) che solitamente svolgo presso i clienti. Tutto studiato in modo che durante i collegamenti non si veda un mattoncino, e sembri un vero laboratorio. La minifig è in perfetto stile web-call, ovvero elegante sopra - alla cavolo sotto... Numero di pezzi / Number of parts 400 Foto frontale / Front photo Foto di tre quarti a sinistra / Three quarters left photo Foto di tre quarti a destra / Three quarters right photo Foto del retro / Photo from behind Foto dall'alto / Photo from the top
  30. INTO THE WILD: NELLE TERRE SELVAGGE A febbraio, il giorno 12 per l'esattezza, ho presentato la ricostruzione dell'iconica scena del film INTO THE WILD di Sean Penn, libera trasposizione del libro di Jon Krakauer "Nelle terre estreme". Ho realizzato il "Magic Bus" immerso nella natura selvaggia dell'Alaska, diventato la casa di Alexander Supertramp, ovvero Chris McCandless, il giovane protagonista della pellicola che, abbandonata la vita di tutti i giorni, va a vivere nella selvaggia Alaska per sfuggire ad una società consumistica in cui lui faceva fatica a ritrovarsi. Purtroppo a Chris spetterà una fine diversa rispetto a quella del suo predecessore Thoreau, di cui, qualche mese fa, ho ricostruito il rifugio immerso nella natura (vi ricordate Walden?). Il 12 febbraio sarebbe stato il 52° compleanno di Chris e ho voluto ricordarlo presentando proprio quel giorno la mia creazione ispirata alla sua storia. Ecco qualche foto del "Magic Bus" immerso nelle "terre selvagge": Uno sguardo all'interno del bus che per quasi quattro mesi è stata la casa di Christopher McCandless. Scoprite tutti gli utensili e gli oggetti che l'hanno aiutato a sopravvivere per quasi 120 giorni nelle fredde terre dell'Alaska. Di tanto in tanto il Bus "magico" di "Into the Wild" torna a far parlare di se quando qualche escursionista improvvisato tenta di ripercorrere le tracce di Chris ma non ci riesce e resta bloccato in un ambiente a dir poco duro e inospitale. A fine febbraio è toccato a 5 ragazzi italiani che hanno rischiato di non far ritorno dopo averlo visitato. Fortunatamente la loro storia è finita diversamente da quella del giovane Chris. Il Magic Bus è un vecchio International Harvester K-5 del '46, uno dei tanti utilizzati negli anni sessanta come rifugio per gli operai impegnati a riparare le strade della zona. Terminati i lavori i Bus sono stati tutti rimossi tranne il "142" a causa di un asse rotto. Il resto è ormai storia. Comunque sia ecco qualche scatto del Bus in primo piano. Se volete vedere qualche foto del making of cliccate qui. Buona notte!
  31. Buonasera a tutti, dopo mesi di lettura provo a mostravi il progetto al quale sto lavorando. Sono un appassionato, oltre che di LEGO, di formula 1 e il progetto che ho in mente è quello di realizzare un paddock il più realistico possibile. Ho iniziato prendendo pezzi da qualche set speed champions per il box Ferrari. Continuerò poi con un piano superiore con l’hospitaity e qualche tribuna. Quanto realizzato fino ad ora è modulare, in modo da poter poi attaccare altri box per altre scuderie. Cosa ne pensate? grazie per la vostra attenzione e per i vostri consigli!
  32. Ciao a tutti! Dato che siamo alla vigilia del rilascio, vorrei condividere con voi alcune foto che ho fatto al set, avendo avuto la fortuna di poterlo montare e fotografare per conto di LEGO (senza ben sapere che fine faranno le mie foto).
  33. Consegna speciale! Questa piccola moc è dedicata a tutti i "riders" che in questo periodo devono affrontare un extra lavoro per consegnare la spesa o altri oggetti necessari alle persone isolate. Numero di pezzi / Number of parts 100 Foto frontale / Front photo Foto di tre quarti a sinistra / Three quarters left photo Foto di tre quarti a destra / Three quarters right photo Foto del retro / Photo from behind Foto dall'alto / Photo from the top
  34. Anche se è già da un po' che l'ho fatta ,la pubblico anche qui ,ecco la mia versione di questo cataclisma che ci ha colpito il mondo intero ,ecco il mio ultimo Human Disaster ,ciao a tutti
  35. OMY

    Castello Visconteo

    Riproduzione del Castello Visconteo di Trezzo sull'Adda
  36. Io, Nico @ZioTitanok e Fabio @Fabbbbbricks ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato a BiFF2019. Come lo scorso anno, abbiamo cercato di mettere in piedi un evento per mostrare la nostra passione al grande pubblico, ma al tempo stesso un evento AFOL con spazi riservati, sessioni divulgative e attività riservate agli espositori e soci ItLUG. Il fatto che BiFF sia stato l'evento in cui, parallelamente, si sono anche (nuovamente) festeggiati i 20 anni di ItLUG, ha reso tutto più fantastico. Grazie a tutti gli espositori e ai soci ItLUG che hanno contribuito all'ottimale riuscita di questo weekend AFOL. Un grazie anche al direttivo di ItLUG che ha sostenuto l'iniziativa e i cui membri presenti sono stati attivissimi nel dare una mano in ogni momento. GRAZIE A TUTTI!
  37. Volevo informarvi che ho appena firmato la lettera di non divulgazione. Da adesso in poi non potrò più dirvi nulla! Incrociate le dita per me
  38. Conosco Itlug da 6 anni, ne faccio parte da 3, era arrivato il momento di salire a Lecco, tappa fondamentale per la storia e le persone che ci sono; dare "un volto" ai vari soci e alle MOC è stato qualcosa di importante per me, il contatto umano è fondamentale per poter vivere a pieno l'associazione! Mi sento di ringraziare innanzitutto il mio folle compagno di viaggio @MastroMarco, senza di lui tutto ciò non sarebbe stato possibile. Ringrazio poi i membri dell'attuale CD presenti e disponibili come mai avrei immaginato: @chmar, @Laz, @OMY e @Iry. È stato un enorme piacere conoscere e e scambiare 2 chiacchiere con @sdrnet @Giuliano @ilcarota @chcla @Norton74 @Zeta Racing @Toretto1981 (che mi ha fatto da postino) e tutta un'altra marea di Afol di cui non ricordo il nome . Una volta che stai a Lecco poi tutto quello che fai ti sembra inutile però allo stesso modo ti da la carica per migliorarti. Spero vivamente di poter rivivere e magari portare nel desolato sud anche solo parte della magia vissuta in quelle ore (purtroppo poche)... Vi aspettiamo giù in Calabria qualora vogliate il 7 e 8 settembre (piccolo spazio pubblicità )
  39. [English version at the bottom of the post] ItLUG LEG GODT Award – Side Contest 2: #iocostruiscolamiafasedue Lunedì 18 maggio inizierà ufficialmente la fase due e, seppur con alcune limitazioni e precauzioni, avremo finalmente la possibilità di riavere una certa libertà nella nostra vita. Potremo uscire di casa per incontrare gli amici, per andare al ristorante, per fare dello shopping 'non di necessità o, addirittura, fare un tuffo in mare! Quale sarà la prima cosa che farai nella tua fase due? Come te la immagini? Numero minimo di partecipanti: 0 Durata: 36 giorni. Da sabato 16 maggio a domenica 21 giugno 2020. Registrazione: da sabato 16 maggio a domenica 21 giugno 2020. Premi Questo non è un contest tradizionale per cui non ci sarà votazione e i premi saranno estratti casualmente tra tutti i partecipanti. 3 set (TBA) ad estrazione casuale tra tutti i partecipanti. Mattoncino ricordo 1x8 personalizzato per tutti i partecipanti. Tile 2x4 ItLUG LEG GODT Award – Side Contest 2: #iocostruiscolamiafasedue per tutti i partecipanti. Regolamento specifico: L'opera dovrà essere realizzata su una base formato 16x32 o 32x16. Il tema è "La mia fase due" e l'opera dovrà essere realizzata in scala minifig. L'opera potrà essere costruita anche in digitale utilizzando l'applicazione Studio di Bricklink, ma è preferibile una costruzione reale (vedi punto 4). Nell'ottica di creare uno speciale set espositivo durante alcuni dei prossimi eventi di o partecipati da ItLUG, si richiede la possibilità di mettere a disposizione di ItLUG le varie opere che non dovranno quindi essere smontate una volta registrate attraverso il modulo di partecipazione. Questo punto è facoltativo, ma molto apprezzato. Modifiche al regolamento base: Il contest è aperto a tutti gli utenti del forum. Non è obbligatorio inserire un elemento ItLUG, ma se è possibile fatelo. Nel caso di opera digitale dovranno essere inviati dei rendering dell'opera seguendo comunque le richieste del modulo di partecipazione. È possibile partecipare al contest una sola volta. Non è prevista votazione: le opere saranno pubblicate immediatamente. Modulo di partecipazione Buon divertimento e... giocate bene! ItLUG LEG GODT Award – Side Contest 2: #ibuildmyphasetwo On Monday May 18, phase two will officially, fully, begin (here in Italy), and even though we'll still have some precautions and limitations, we will have a certain amount of our freedom back. We'll be able to go outside and mee friends, go to the restaurant, go shopping non-essential things, or even dive in the sea! What's the first thing you'll be doing in your phase two? How do you imagine it? Minimum number of entries: 0 Duration: 36 days. From Saturday May 16th to Sunday June 21st 2020. Registration: from Saturday May 16th to Sunday June 21st 2020. Prizes 3 sets (TBA) that will be drawn in a raffle. Customized 1x8 brick for all participants. ItLUG LEG GODT Award – Side Contest 2: #ibuildmyphasetwo 2x4 tile for all participants. Rules: Your creation must be built on an 16x32 or 32x16 base. The theme is "My Phase Two", and it must be in minifig scale. The creation can also be digital-only, using BrickLink's Studio, but a physical MOC is preferred (see point 4). If you can, please let us display as many of your creations as possible in some of our next events (or events we'll participate to). This is not mandatory, of course, but much appreciated! This will be asked in the registration form. Other rules Every member of our forum can participate. You DON'T have to be an ItLUG member, just of the public part of our forum (it takes a few seconds to sign up). If you own a customized ItLUG element, please use it in your creation, if you can. For digital creations, you will have to send renderings, following the instructions in the registration form. It is possible to register only one MOC. There will be no voting, creations will be published on the forum immediately after submission. Registration form Have fun and... play well!
  40. Ciao a tutti. Questa è la mia nuova MOC, cosa ne pensate? Il ristorante Eleonor Boat è un ristorante tipico costruito su una barca fluviale. Il set comprende un piccolo porto turistico e 9 mini figure. Eleonor Boat Restaurant è progettato per essere compatibile con gli edifici LEGO modulari esistenti ed è costruito su una piastra di base 32 x 48 da 1837 pezzi. Il modello è composto da 2 livelli modulari con un bar / ristorante e una stiva con sala macchine e cucina. L'idea era di creare un modulare che andasse a completare la città creando un'ambientazione diversa. Livello 1 - Il ristorante Il ristorante ha accesso dal porto turistico attraversando un piccolo ponte. All'interno ci sono il bancone e la cucina, i tavoli per i clienti e un pianoforte progettato per creare un'atmosfera romantica. Gli interni sono decorati con molti dettagli: lampade da tavolo, lampade da parete, tende, il bancone con il registratore di cassa, la stufa, il lavandino e il piano. A poppa e prua ci sono due spazi esterni attrezzati con tavoli e ombrelloni. Il tetto ha una finestra che consente alla luce di venire direttamente dalla sala da pranzo e verso una piccola torre di controllo dove vengono gestiti i comandi della barca. Livello 2 - La cambusa Sottocoperta si trova la cucina del ristorante, il motore a poppa e a prua, due letti da campo per il cuoco e il vecchio capitano. La cucina è piena di scorte per il ristorante come: barili, casse con pesce, granchi e aragoste, barili di carburante per il motore.
  41. Geisha «Al tempio c'è una poesia intitolata La Mancanza, incisa nella pietra... Ci sono tre parole, ma il poeta le ha cancellate. Non si può leggere La Mancanza, soltanto avvertirla.» Numero di pezzi / Number of parts 80 Foto frontale / Front photo Foto di tre quarti a sinistra / Three quarters left photo Foto di tre quarti a destra / Three quarters right photo Foto del retro / Photo from behind Foto dall'alto / Photo from the top
  42. Stai in casa!!! Con questa moc voglio esprimere la condizione attuale, ovvero l'obbligo di stare in casa, lasciando fuori il "mostro" che ci minaccia. Numero di pezzi / Number of parts 50 Foto frontale / Front photo Foto di tre quarti a sinistra / Three quarters left photo Foto di tre quarti a destra / Three quarters right photo Foto del retro / Photo from behind Foto dall'alto / Photo from the top
  43. Forever Sorting - Home Edition Da buoni pantofolai, anche in periodi di non quarantena, abbiamo mantenuto le sane abitudini del weekend e di ogni momento libero: montaggio set arretrati (stavolta è toccato egli Speed Champions di Giorgio), coccole alle gatte e... pizza ovviamente! --------------------------- Quasi tutti i pezzi del set, a parte alcuni dettagli sfusi e il meraviglioso poster del Palace Cinema, arrivano dal nuovo modular bookshop, in attesa di montaggio. Smonterò la moc per montare il modular ma mi piace molto e recupererò gli stessi pezzi per ricostruirlo al più presto ;) Numero di pezzi / Number of parts 120 Foto frontale / Front photo Foto di tre quarti a sinistra / Three quarters left photo Foto di tre quarti a destra / Three quarters right photo Foto del retro / Photo from behind Foto dall'alto / Photo from the top 20200316_154153.psd
  44. Ce l'ho fatta! Ce l'abbiamo fatta! https://www.facebook.com/sdrnet/posts/10219981765964931
  45. Ciao a tutti, vi presento la mia ultima MOC, ispirata da un'illustrazione del libro "The Electric State". Il libro (una sorta di graphic novel) mi è stato consigliato da un amico, ed io lo stra-consiglio a tutti gli amanti di fantascienza / distopie / ucronie e cose simili. Illustrazioni bellissime e molto di ispirazione. Fatemi sapere cosa ne pensate, ciao! Teazza
  46. Norton74

    General Store

    GENERAL STORE: LA CAPSULA DEL TEMPO Oggi ho presentato il mio ultimo lavoro, si tratta di un classico General Store americano, uno di quelli che nell'ottocento era facile trovare nelle terre lontane e remote nel cuore degli Stati Uniti. Ringrazio @Pix che l'ha scovato al volo e già presentato qui sul forum. I vecchi General Store oggi sono considerati come dei tesori da custodire e preservare e raccontano di un tempo che non c'è più. La caratteristica principale dei General Store era quella di vendere un po' di tutto e, agli inizi del '900, vendevano anche la benzina. Date un occhio al diorama: a sinistra una piccola area "servizio" sotto una tettoia di legno; al centro un portico con lo zio Sam a far da guardia; a destra la pompa di benzina e la "water tower". Tutt'attorno molti dettagli che lo fanno sembrare una cartolina anni '50 di un paesino sperduto dell'IOWA. Altri dettagli degni di nota: la pompa arrugginita a sinistra; il telefono; il portico di legno; il dispenser di soft drink; la pompa di benzina; la "water tower"; il camino inclinato. Da notare la presenza di molteplici NPU: mazza da hockey come supporto luce; stura-cessi come supporto telefono; rana marrone come appendono (sulla colonna di sx); fruste per la sedia a dondolo dello zio Sam; capelli per il nido dell'uccellino; cappello Ninjago per il copri lampione della pompa di benzina; braccino per sostegno lanterna sulla colonna dx e altri... Alcuni elementi li ho ripresi da alcuni miei vecchi lavori (le pompe di benzina, il palo della luce, il dispenser di soft-drink), altri sono nuovi (la water tower - che mi piace tantissimo - il telefono, il camino e l'impostazione dell'edificio nel complesso). Molto difficile da fotografare, ho dovuto fare due sessioni prima di ottenere un risultato decente. Ecco qualche foto E' una MOC costruita nelle serate di aprile in pieno isolamento e devo dire che il nostro hobby mi ha aiutato a svagarmi in questo periodaccio che purtroppo ha colpito persone a me molto vicine. Sul mio sito Norton74.com più immagini e qualche info aggiuntiva (in inglese). Spero vi piaccia! Ciao!
  47. Sorting... nel cestino! I primi giorni li ho passati così, a stampare, ristampare e buttare quei maledetti moduli di autocertificazione! Numero di pezzi / Number of parts 121 Foto frontale / Front photo Foto di tre quarti a sinistra / Three quarters left photo Foto di tre quarti a destra / Three quarters right photo Foto del retro / Photo from behind Foto dall'alto / Photo from the top
  48. La solitudine di Darth Vader Anche Darth Vader è costretto a rimanere a casa. In questa miniMOC lo si vede, nel suo studio, mentre inganna il tempo leggendo un libro. Sulla libreria ho inserito, da buon napoletano, un cornetto rosso portafortuna nella speranza di poter uscire presto da questo brutto periodo. #ANDRATUTTOBENE #IORESTOACASA Numero di pezzi 200 Foto frontale Foto di tre quarti a sinistra Foto di tre quarti a destra Foto del retro Foto dall'alto
  49. Il mio personale omaggio alla leggenda della Strana Officina, storica band italiana. Combinazione colori ispirata all'ultimo album "Law of the jungle".
  50. GianCann

    Luca Di Lazzaro

    È passato un anno dalla tragica quanto prematura scomparsa di Luca. Voglio ricordare Luca, e la sua particolare maestria nel costruire con i mattoncini LEGO, con la foto di una delle sue tante opere.
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Create New...