Jump to content

Classifica


Contenuti popolari

Mostro i contenuti con la maggior reputazione dal 18/09/2018 in tutte le aree

  1. Ciao Altro pezzo che si aggiunge al diorama medievale, una basilica ispirata alle architetture della Roma del X XI secolo, Santa Maria in Cosmedin, San Giorgio al Velabro, Santa Maria in Trastevere. . . . . . .
  2. GianCann

    La fuga...

    Ebbene sì, ogni tanto costruisco qualcosa anch'io Nulla di ché, sia chiaro.... Questa volta ho realizzato un piccolo scenario (3x2 baseplate 32x32) che ho intitolato "La fuga". Ho ripreso un'idea che già avevo abbozzato nel diorama City comunitario realizzato a Lucca Comics 2015: una scenetta dove un T-Rex correva dietro ad alcune "minifigure pollo". Questa volta ho provato a creare un'ambientazione selvaggia, ricca di vegetazione, nel quale contestualizzare gli attori di questa scenetta. Per essere una cosa che m'è venuta in mente di realizzare soloo ieri sera, sono abbastanza soddisfatto del risultato finale Oggi e domani, infatti, io ed altri AFOL toscani siamo al TuscanyHall, per il Festival del Buon Sollazzo (evento dedicato ai giochi in legno) con lo scopo di promuovere BiFF2019. Per l'occasione, quindi, ho voluto creare (all'ultimo minuto) qualcosa di nuovo e questo è ciò che ne è uscito fuori: Ho fatto diverse foto, che trovate qui, più che altro per capire la resa della vegetazione e per fare qualche scatto "carino". Gli alberi, chiaramente, li avevo già pronti da tempo... si è trattato solo di realizzare il sentiero (con plate e wedge plate reddish brown/dark tan) e fare la vegetazione del "sottobosco". Quest'ultima l'ho fatta proprio stamani, sul tavolo espositivo A fine di questa micro-esposizione smonterò il tutto e, forse, la costruirò da zero con qualche novità per BiFF2019. Sicuramente, se dovessi decidere di rifarla, rialzerò tutto di un brick.
  3. Caio, questa è la mia ultima MOC, l'iconico camper della serie televisiva Breaking Bad. Il Fleetwood Bounder , un camper utilizzato come laboratorio mobile in cui Walter White e Jesse Pinkman cucinavano metanfetamina , soprannominato "The Krystal Ship". Il modello include interni dettagliati e ha una porta laterale apribile. Spero vi piaccia, contattatemi se siete interessati alle istruzioni Altre foto nella pagina flickr con le minifig
  4. Ciao a tutti! Questo weekend sono finalmente riuscita a terminare la mia ultima fatica, la nave Thousand Sunny del manga One Piece! La particolarità in questo caso è data dal fatto che la nave è apribile e molti dettagli sono staccabili, per trasformarla in una dice tower. L'idea per questa moc è nata infatti dall'acquisto di un gioco da tavolo piratesco. L'idea di costruire una dice tower LEGO mi attirava, e dato ho iniziato a pensare a un adattamento a tema! Ho tentato di mantenere il più possibile la somiglianza con la nave (grazie all'autore che ha pubblicato un bello speciale con tutti i disegni di interni ed esterni avevo molto materiale su cui lavorare!), ma adattandola alle necessità strutturali. Se qualcuno di voi conosce One Piece potrà riconoscere alcuni dettagli, come la libreria sospesa, i mandarini di Nami e la sala di addestramento in cima all'albero maestro. Alcuni dettagli, come la polena-leone, sono fragilini, ma visto che starà per lo più in una teca tra una sessione di gioco e l'altra mi accontento. Le vele sono l'unica parte non LEGO, tagliate, cucite e dipinte dalla sottoscritta (che ora ha le mani piene di tagli e buchi dovuti alla poca dimistichezza con ago e filo XD). Lascio il link a Flickr (https://flic.kr/s/aHsmuE8QBp), dove ho pubblicato qualche foto in più anche senza vele. Spero vi piaccia!
  5. Bergamo.. Città dei mille.. Come i mille Garibaldini che partirono dalla "lontana" Sicilia, capeggiati da Garibaldi per l'unità d'Italia... In questi storici edifici rappresentati ci sono tra gli altri.. Palazzo della provincia, prefettura, banca d'Italia e altre banche, chiese, teatro Donizetti, negozi . Ed in infine il tram che scorrazzava su e giù, ormai decadi orsono.. Essendo giallo e rosso il colore di Bergamo, ne ho voluto dare il giusto risalto.
  6. GianCann

    Luca Di Lazzaro

    È passato un anno dalla tragica quanto prematura scomparsa di Luca. Voglio ricordare Luca, e la sua particolare maestria nel costruire con i mattoncini LEGO, con la foto di una delle sue tante opere.
  7. Dalle ore 00.01 del 1° aprile inizierà il nuovo anno sociale ItLUG 2019/2020 (dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020) e sarà quindi possibile procedere con il rinnovo della propria iscrizione già in corso, ovvero sottoscrivere una nuova iscrizione per chi, ad oggi, non è ancora socio. ATTENZIONE: NON INVIATE PAGAMENTI PRIMA DELLE ORE 00.01 DEL 1° APRILE!!! Per effettuare il rinnovo è possibile procedere inviando semplicemente l'importo di euro 20,00 tramite PayPal ( paypal.me/itlug/20 ) oppure tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate: Beneficiario: ASSOCIAZIONE CULTURALE DI PROMOZIONE SOCIALE “ITALIAN LEGO(R) USERS GROUP” IBAN: IT73F0521603218000000005570 Avendo cura di specificare, in entrambi i casi, come causale, nome e cognome del socio e relativo numero di tessera (se non lo ricordate e non avete la tessera a portata di mano, consultata il portale 'Anagrafica soci'). I rinnovi potranno essere effettuati entro il 31° luglio 2019. Dopo tale data, i soci che non avranno ottemperato al versamento della quota, verranno disattivati dai servizi riservati esclusivamente ai soci in regola. Per i rinnovanti e i nuovi soci, sono previsti i seguenti gadget 2019/2020: - n.1 brick doppio 1x8 con logo ItLUG - n.1 Minifigure ItLUG nuova versione (sia maschile, che femminile) Chi intendesse associarsi per la priva volta all'Associazione Culturale di Promozione Sociale ItLUG - Italian LEGO Users Group, è invitato a prendere visione dello statuto e dei regolamenti e, successivamente, procedere all'invio della propria domanda per la richiesta di iscrizione, secondo le modalità specificate in questa pagina. Ci auguriamo un rinnovo da parte dei soci già iscritti: anche se non si è "soci attivi" sotto il profilo della partecipazione ad eventi/attività sociali, o nella costruzione di MOC o nella partecipazione alle discussioni sul forum, il vostro contributo (inteso meramente con "versamento della quota sociale") è di fondamentale supporto all'intera attività sociale organizzata da ItLUG. Se siete appassionati del mondo LEGO e apprezzate tutto ciò che la nostra associazione porta avanti nel segno dello statuto e, in particolar modo, nella finalità associativa di "promuovere la passione per le costruzioni LEGO..." non indugiate a restare, o diventare per chi ancora non lo fosse, Socio ItLUG. E non dimenticate che il consiglio direttivo è sempre a disposizione per qualsiasi necessità/proposta/chiarimento!
  8. gmoltra

    Box Ferrari

    Buonasera a tutti, dopo mesi di lettura provo a mostravi il progetto al quale sto lavorando. Sono un appassionato, oltre che di LEGO, di formula 1 e il progetto che ho in mente è quello di realizzare un paddock il più realistico possibile. Ho iniziato prendendo pezzi da qualche set speed champions per il box Ferrari. Continuerò poi con un piano superiore con l’hospitaity e qualche tribuna. Quanto realizzato fino ad ora è modulare, in modo da poter poi attaccare altri box per altre scuderie. Cosa ne pensate? grazie per la vostra attenzione e per i vostri consigli!
  9. Fabbbbbricks

    Un saluto ai Moderatori

    Apro questo topic per salutare e ringraziare i soci @Giuliano e Nico @ZioTitanok per aver dedicato parte del proprio tempo a moderare il nostro forum. Da oggi mi occuperò solamente io di questo compito. Fate i bravi!
  10. Premio Speciale FBRK Aggiunto in corso d'opera, ma pensato tempo addietro, ecco che arriva il Premio Speciale FBRK ovvero un riconoscimento del sottoscritto sotto forma di mattoncino ricordo per premiare quell'opera o quel costruttore che partecipando ad un singolo contest porta alla mia attenzione una tecnica, un'idea, un escamotage o semplicemente un particolare. Questo mattoncino sarà assegnato al termine delle votazioni e non potrà essere consegnato più di una volta per ciclo al singolo partecipante. Questo mattoncino è offerto personalmente ed è un ulteriore modo per ringraziare i soci partecipanti all'ItLUG LEG GODT Award e per permettermi di partecipare in qualche modo visto che sono escluso dalle normali votazioni.
  11. Il 2018 di Norton74: un grande anno con un finale da dimenticare... E' tempo di guardarsi indietro e fare il punto su quanto fatto nel 2018. La news più importante dell'anno è sicuramente che sono stato scelto dalla LEGO per esporre i miei lavori per un anno nella Masterpiece Gallery della LEGO House a Billund (DK). E' stata un'esperienza incredibile e unica. Se siete interessati potete leggere un approfondimento su The LEGO Car Blog. Probabilmente ho costruito meno MOC rispetto al '17, questo per il fatto di aver speso tempo per preparare il viaggio a Billund e per sistemare le MOCs da esporre alla LEGO House. Le ho dovute infatti restringere per farcele stare nelle teche della Masterpiece Gallery. Comunque sia ho costruito alcuni diorami "vintage", qualche veicolo e due mezzi blindati in stile retro-space: il B-59 in livrea Blacktron e il Mobile Laboratory in stile Ice Planet. Entrambi erano nella mia wishlist da anni. Ho realizzato inoltre un video di presentazione per il B-59. Qui sotto tutti i lavori realizzati: Altra novità del 2018 è stata la prima serie delle Minifigure custom di Norton74 che ho realizzato per celebrare l'esperienza della LEGO House. Le Minifigure sono andate letteralmente a ruba tanto che ne sto preparando una seconda serie per il 2019. Ho avuto il piacere e l'onore di consegnare la prima a Mr. Kjeld Kirk Kristiansen (aka KKK, nipote del fondatore della LEGO) durante la festa per il 1° compleanno della LEGO House. Qui il momento in cui ho incontrato e chiacchierato con KKK davanti alla teca con le mie MOC: Alla vigilia di Natale ho avuto una grande e inaspettata sorpresa: The Brothers Brick, che non ha bisogno di presentazioni, ha inserito il mio Hot Dog Stand nella shortlist per la Creazione dell'anno 2018. Già solo essere nella shortlist è un risultato incredibile per me. Come se non bastasse ieri la mia Bugatti Type 35 è stata inserita da The Brothers Brick tra le 10 istruzioni più popolari del 2018. Ero incredulo! Grandi soddisfazioni insomma. Ecco che arriva la nota dolente, nel vero senso della parola. Il 26 di dicembre purtroppo sono incappato in un incidente che mi ha provocato lo schiacciamento e semiamputazione dell'ultima parte del dito medio della mano sinistra: ambulanza, ospedale e operazione di ricostruzione. Dopo due giorni di ricovero ora sono tornato a casa con il ditone fasciato e con una ferro nel dito. E le vacanze in vacca. Dovrebbe essere andato tutto bene anche se il dito non sarà più quello di prima Uno dei primi pensieri che ho avuto e se sarei riuscito ancora a costruire con il LEGO: penso di si, in questi gironi ci proverò. Eh vabbé, è andata così: un grande anno ricco di soddisfazioni con un finale da dimenticare. Passo ai ringraziamenti: grazie a chi mi ha supportato, commentato, condiviso le mie MOCs e anche fatto critiche costruttive. Grazie ai fantastici builder di tutto il mondo che sono una grande fonte d'ispirazione per me. Un grande grazie anche ai BLOG e ai MAGAZINE che hanno pubblicato i miei lavori, sempre un'immensa soddisfazione. Grazie a ItLUG per il supporto. Grazie a chi ha condiviso il viaggio a Billund e Skaerbaek. Insomma grazie a tutti! Auguro a tutti un 2019 sereno e divertente!
  12. Organizzare Bricks in Florence Festival non significa 'soltanto' pensare all'esposizione, significa anche pensare a quelle persone che rendono BiFF un evento ed è quindi con questo pensiero che lo scorso settembre ho avuto l'idea di creare qualcosa che ancora non avevamo mai realizzato: un booklet, una guida ricordo per tutti i partecipanti (e visitatori)! In passato avevamo già realizzato qualcosa di stampato con i pieghevoli di benvenuto di Lucca e Empoli, ma questo booklet è molto di più. Questo booklet racconta la nostra passione e mette al centro delle sue 24 pagine le facce (o avatar) di tutti gli ottantasei espositori di BiFF raccontando in poche righe la loro storia AFOL. Non tutti però siamo AFOL e volevo che questo booklet invitasse i visitatori a scoprire qualcosa di più del mondo LEGO così è venuta subito naturale l'ipotesi di realizzare un flip-book: da un lato la guida, da un lato dei contenuti di approfondimento. A quel punto il primo (e unico) pensiero è andato ad @alteras di Brick.it Magazine che, dopo un primo contatto, si è reso immediatamente disponibile alla collaborazione. La scelta dei contenuti è stata facile dato che cercavo qualcosa di introduttivo alla storia del mondo LEGO e visto che questo 2018 è l'anno degli anniversari LEGO non potevamo che preparare qualcosa sulla storia del mattoncino, della Minifigure e del sistema MINDSTORMS che compiono rispettivamente 60, 40 e 20 anni. Sviluppare un progetto del genere, per di più in 'segreto' e durante i giorni clou dell'organizzazione di BiFF, complica non poco le cose dato che una volta che si è dato il via alle stampe non si può più tornare indietro su certe scelte: il layout, gli spazi, la numerazione, la disposizione degli espositori e tutto il resto sono ormai fissati nero su bian... ehm, bianco su rosso. Far accettare ad alcune persone i miei NO assoluti a certi cambiamenti non è stato facile, ma alla fine sono molto soddisfatto del risultato e credo sia valsa la pena prendersi magari qualche &%$#ç! Ringrazio tutti gli amici che hanno compilato quel misterioso modulo in tempi strettissimi, @ZioTitanok per avermi aiutato a dare una forma a tutti i contenuti e per aver ideato insieme a me (il giorno prima di andare in stampa e via skype) il Duomo di Firenze in microscala che trovate a pagina 15 (grazie anche a @GiancasStick che ha realizzato uno sticker da applicare sulla facciata del mini duomo: se ne volete uno scrivetemi). Grazie a Andrea, Giaa, Marco e Marco per gli articoli dello speciale di Brick.it Magazine. Grazie infine a @Laz per la rilettura e @GianCann per... no lui no che non ha tenuto segreto il progetto speciale per BiFF! Qui sotto potete sfogliare la versione (lineare) digitale. Spero vi piaccia e spero vivamente che questo booklet si sia guadagnato un posticino speciale nella casa di tutti gli amici che hanno partecipato a questa seconda edizione di BiFF e perché no di tutte quelle persone che hanno visitato l'evento e hanno avuto la possibilità di ricevere una delle 1500 copie stampate. Importante! Purtroppo mi sono accorto di un grossolano errore in una scheda solo dopo esser andato in stampa. Nello scusarmi con l'interessato riporto qui sotto la versione corretta.
  13. Metto anche qui un posto con l'ultima skyline a tema cinema che ho realizzato, spero a qualcuno piaccia. The Inifinity Saga is coming to an... Endgame. Recreate the most iconic locations and vehicles seen in the movies of the marvel Universe Avengers Tower with Quinjet New York Sanctum and the Mirror Dimension Tony Stark's Mansion Triskelion with Helicarrier Asgard Titan with the M-Ship and the Q-Ship Wakanda under the energy dome The Build Total parts: 600 bricks / 231 different parts Measures: 44 x 13 x 19.6 studs 35.2 x 10.4 x 15.7 cm 13.9 x 4.1 x 6.2 inches More Images Anche di questa ho messe le , istruzioni su rebrickable
  14. Cari amici sono felice di comunicarvi che, dopo una lunghissima gestazione, le prime due immagini del terzo capitolo della serie City Playground hanno finalmente visto la luce. Il titolo è "dietro il muro", si tratta di una ricerca formale e geometrica ispirata dall'opera dell'artista-anarchitetto statunitense Gordon Matta-Clark (1943-1978) che mediante chirurgiche asportazioni di porzioni di organismi architettonici effettuate su edifici destinati alla demolizione giungeva ad una lettura stratigrafica e caleidoscopica dell'edificio. Ho immaginato attraverso un lavoro manuale e concettuale la smaterializzazione dell'organismo edilizio attuata costruendo con i mattoncini LEGO ipotetici scenari introspettivi, proponendo una demolizione attraverso una costruzione, un negativo con un positivo. In questo capitolo le facciate cieche di edifici del centro di Roma sono le protagoniste, queste superfici hanno attirato la mia curiosità: tolto il sottile strato di intonaco quale materia verrebbe alla luce? cosa si nasconde dietro quel muro? Gli oggetti inseriti in questi montaggi non sono in aggiunta come quelli dei precedenti capitoli ma in sottrazione eseguendo un'operazione booleana: forme geometriche elementari, il cono e la sfera, sottratte alla consistenza edificata creano profili ellittici e circolari, tracce che denunciano la presenza di invisibili solidi. Le foto non sono ancora state rese pubbliche sulla rete, lo saranno tra qualche giorno, al momento è possibile vederle fino al 24 marzo in mostra a Roma, insieme a quelle degli altri due capitoli, presso la Casa della Pace in via Monte Testaccio 22 nell'ambito delle iniziative del Mese della Fotografia Roma 2019 Dal punto di vista tecnico il lavoro è stato molto più impegnativo dei precedenti ormai, dopo anni di ricerca, ho perfezionato la tecnica alzando sempre di più l'asticella
  15. Ciao a tutti. Volevo presentarvi oggi la mia ultima creazione che qualcuno avrà visto all'ultimo BiFF lo scorso fine settimana. Tutto parte da un'idea avuta l'anno scorso durante un ritrovo fra amici nel quale si chiedeva durante un gioco il nome di un supereroe e tutti a sparare (nonostante la Marvel sia onnipresente in TV) Superman. A me piace Superman ma nonostante tutto ho voluto per una volta "uccidere" il Superbuono dei buoni. Per fare questo avevo bisogno di una sceneggiatura adatta ed è per questo che mi sono studiato un nuovo Universo DC nel quale tutti i personaggi conosciuti (buoni e cattivi) si sono alleati per sconfiggere i Kyptoniani. Batman, a capo di tutto, ha costruito la sua nuova magione proprio su di una miniera di Kryptonite ed ha assunto a lavoro tutti gli altri della combriccola creando una catena di montaggio che va dalla basilare estrazione col piccone (Aquaman), passa dalla tritatura della pietra (gestita da Pinguino e Flash), arrivando alla modellazione in barre (da parte di Green Arrow e Martian Manhunter) fino alla costruzione di armi vere e proprie nel laboratorio di Joker. Robin, Poison Ivy e lo Spaventapasseri sono gli addetti all'orto/albereta/giardino. L'ultima scena osservabile è l'elicottero in fiamme di Lex Luthor colpito da un razzo di Cyborg. Nel normale Universo Lex è l'acerrimo nemico di Superman ma nella mia versione è il miglior alleato dei Kryptoniani. Durante tutto questo trambusto, Batman se la spassa facendo bisboccia con tutte le signorine della DC Comics... Ok, adesso, per chi ha avuto la pazienza di leggere questa storiella, è arrivato il momento di parlare degli aspetti tecnici. Ho avuto diverse difficoltà nel reperire le varie tonalità di Trans-Green, Trans Neon Green e Trans Bright Green ma d'altronde, in un anno, comprando di qua e di là ne ho accumulato parecchio. Volevo poi creare qualcosa che fosse differente da una normale grotta e ho deciso quindi di tuffarmi nel Technic a capofitto cercando di dare movimento al tutto. Ci sono due fiumi di Kryptonite che scorrono, una "polla" di Kryptonite che ribolle e infine le pale dell'elicottero che cadendo continuano a girare per gli ultimi istanti. Volevo motorizzare anche il mulino (lasciato identico al set originale) ma alla fine non ho avuto tempo. Ho giocato con i vari pezzi delle tre tonalità di verde cercando di trasmettere l'idea che i cristalli di questo materiale potessero avere numerose forme quasi a copiare elementi floreali o animali. Il tocco finale, sono i Kryptoniani morti nella grotta che molti di voi riconosceranno come doppioni (ci sono due Superman, due Supergirl, due Jor-El ecc ecc) ma l'idea è quella che essendo i membri di una famiglia criptoniana vestiti sempre col solito stemma essi fossero tutti parenti ma non lo stesso personaggio... Circa 3 mesi di assemblaggio, circa 25000 pezzi o giù di lì (ci sono di sicuro 4/5000 fra brick round 1x1 trans green e cone 1x1 e almeno 750 wedge che ho utilizzato per movimentare la parete esterna @GianCann mi prese per matto quando gliele feci prendere ) il tutto in una superficie di 3x2 basi da 32. Al BiFF i feedback non sono stati malaccio pertanto credo che proverò ad ampliarlo. Purtroppo, come sempre, non riesco mai a godermi ciò che faccio ed è finito che a parte queste due o tre foto non ho nemmeno un video della MOC in movimento pertanto non mi resta che sperare che qualcuno del gruppo lo abbia fatto e me lo giri. Mirko
  16. Ciao a tutti, scusate il ritardo nel rispondere a questo topic ma dopo una settimana intera via da casa e dal lavoro, il rientro è stato davvero impegnativo. Voglio ringraziare innanzitutto @ItLUG che ha "suggerito" il mio nome a gennaio e tutti i soci per il sostegno e la vicinanza. Come potete immaginare è stata un'esperienza unica ed eccezionale, a tratti emozionante. Grazie a @GianCann per questo post e grazie a @Laz e @vedosololeg0 per il prezioso supporto logistico (trasporto MOCs, cottage a Skaerbaek, vari passaggi auto etc...). Durante i giorni trascorsi in Danimarca ho avuto l'occasione di conoscere molti AFOL, tanti dei quali soci di ItLUG, che non avevo mai incontrato prima (o comunque solo di sfuggita). Ed è stato molto piacevole. Prossimamente vorrei aprire un "topic" dedicato a questa esperienza con più dettagli e foto così da condividerla con tutti voi. Rinnovo anch'io i complimenti a Cristiano per avermi preceduto alla LEGO House. Saluto tutti e vi ringrazio ancora!
  17. 8 points
    Fabbbbbricks

    Bricks in Florence Festival 2019

    Dopo il grande successo delle prime due edizione, torna Brick in Florence Festival, l’evento dedicato agli appassionati dei mattoncini LEGO®, adattato per tutte le età! Organizzato da ToscanaBricks – Il LEGO® Users Group della Toscana in collaborazione con Tuscany Hall – Teatro di Firenze e ItLUG – Italian LEGO® Users Group, l’evento porterà a Firenze una varietà di opere realizzate dai migliori 'master builder' italiani, oltre quelle di ospiti stranieri. Bricks in Florence Festival torna nel panorama culturale fiorentino per proporre due giorni all’insegna del mattoncino LEGO. Decine di AFOL (Adult Fan of LEGO), provenienti da tutta l’Italia e dall’estero, metteranno in mostra le loro creazioni personali, molte delle quali inedite, e saranno a disposizione del pubblico per parlare di tecniche costruttive, dare informazioni e svelare i segreti delle proprie opere. Oltre all’esposizione di opere originali, i visitatori potranno approfondire la storia del marchio LEGO, conoscere altri appassionati, acquistare set e prodotti fuori catalogo ed introvabili, e molto altro ancora. La grande area di gioco libero, con oltre 150 kg di mattoncini LEGO, permetterà a chiunque di dar spazio alla fantasia e i negozi presenti soddisferanno le esigenze di tutti i visitatori dove potrete trovare set classici, set fuori catalogo e vintage, singoli elementi sfusi, minifigure, abbigliamento e libri specializzati. Venite a trovarci a #BiFF2019: rivolgiti al desk informativo #ItLUG / #ToscanaBricks per ricevere informazioni relative alle attività organizzate dalla nostra associazione e sui prossimi eventi in calendario: magari, ad una prossima esposizione potresti essere “dall’altra parte del tavolo” ad esporre al pubblico le tue opere!
  18. Apprezzatissimi!!! @ilcarota @babystuta @mikemelz @Sara@Laz @Betty Grazie a tutti voi VID-20190602-WA0007.mp4
  19. La piattaforma Invision, che stiamo oramai utilizzando da quasi due anni, viene venduta esclusivamente in inglese e le traduzioni, installabili, sono prodotte da terze parte e vendute separatamente. La maggior parte di voi sta quindi utilizzano una traduzione non ufficiale. Questa traduzione però, oltre ad essere inconsistente, è risultata essere davvero pessima ed è per questo motivo che la licenza per gli aggiornamenti non è mai stata rinnovata. Inizialmente ho tentato di correggere gli errori presenti, ma la totale inconsistenza dei termini utilizzati (assenza totale di glossario) mi ha portato a prendere una decisione più impegnativa: fare una nuova traduzione da zero! Nell'arco di questi due anni ho quindi portato avanti saltuariamente questa nuova traduzione e oggi ne annuncio pubblicamente l'esistenza essendo abbastanza completa da poter essere utilizzata (in realtà la traduzione è sempre stata pubblica e infatti una manciata di utenti la sta già utilizzando da tempo). Perché abbastanza completa? Semplicemente perché non ho tradotto tutto, ma solo quello che mi sono ritrovato sul front-end (lato utente) in questi anni di utilizzo della piattaforma. Credo di aver coperto tutte le aree principali, ma non è però escluso che siano ancora presenti messaggi, bottoni o menu in inglese o errori e quindi correzioni da fare. In questo caso vi prego di segnalarle in questo topic in modo da poterle inserire quanto prima. Notate però che ci sono delle stringhe che non possono essere tradotte (o essere tradotte bene) e questo è dovuto a Invision che, purtroppo, non le prevede. Prossimamente questa diventerà la traduzione di default del forum ma ne frattempo, per renderla attiva, andate in fondo ad una qualsiasi pagina del forum, cliccate sul menu Lingua (posizionato sotto le varie icone social) e scegliete la voce Italiano (ItLUG - WIP).
  20. Visto su Facebook. Wow! https://www.macearchive.org/films/atv-today-02041981-LEGO
  21. Belli e imbustati! @Teazza @Dario3643 @vedosololeg0 @pivan @dark.collector @Gozer @the_vince82 @dabol_t @OMY @kriminal @mikemelz @matteog87 @Fanfaro Se non volete che usi l'indirizzo in anagrafica scrivetemelo in privato entro qualche giorno. Chi viene a Billund me lo dica qui così metto l'apposita bustina in valigia.
  22. Un bel servizio della visita di New Elementary al Biff 2018! http://www.newelementary.com/2019/05/2018-workshops.html E alcune delle nostre creazioni con pezzi particolari... http://www.newelementary.com/2019/05/37494-ideas-35463-LEGO-37762.html
  23. Ciao a tutti, volevo condividere con voi il primo progetto comunitario dell'altra associazione e lug di cui faccio parte MarcheBrick. L'idea è semplice ma è stata di grande impatto, ogni socio costruisce uno o più piani (con pochissime regole di base che servono a sostenere la struttura) che si assemblano poi sul luogo dell'evento. Questa è la prima versione ma abbiamo intenzione di svilupparla ancora per farlo crescere così come sta crescendo l'associazione
  24. Le registrazioni al primo contest di questo secondo ItLUG LEG GODT Award si sono concluse alla mezzanotte di ieri con la migliore partecipazione di sempre: sono infatti 14 i soci che hanno inviato entro il termine massimo la propria opera. Domani si aprirà la fase di votazione ma, nel frattempo, cominciate pure a scaldare i brick per il prossimo contest: Grazie a tutti!
  25. Norton74

    Big Foot Monster Truck

    BIG FOOT...il Piedone Da bambino avevo il modello in scala del Big Foot della Playskool, se non ricordo male. C'ho giocato tanto che l'ho praticamente distrutto. Era la replica del vero Big Foot realizzato nel 1974 da Bob Chandler di St. Louis, Missouri, sulla base di un Ford F-250 4WD. Ispirandomi al mio vecchio Big Foot ne ho costruito uno in LEGO in scala Minifig. Sono partito dal mio precedente pick up di Babbo Natale a cui ho sostituito le ruote e aggiunto qualche dettaglio. I più attenti si ricorderanno che l'originale era blu ma questo l'ho realizzato nei colori bianco e verde, una combinazione cromatica che mi piace molto. Ecco qualche foto Il lato B con targa custom in bella vista Un caro saluto e alla prossima MOC!
  26. Secondo me, visto la precisone e l'ordine della tua LEGO Room, dovresti provare questo tipo di contenitore davvero a buon mercato e con due vantaggi non indifferenti: il tappo colorato e la possibilità di vedere comunque il contenuto. L'unica cosa è che potresti avere problemi con la polvere...
  27. Non ho trovato particolarmente interessante l'articolo. Ad ogni modo vorrei dire la mia. Il mercato per ora non sembra rispondere in maniera forte al classic space. Tutti i set dove c'erano parti o minifigs ispirate, non hanno fatto sold out, anzi spesso hanno terminato le vendite in totale svendita, vedi ero-suit ad esempio. Questo potrebbe essere dovuto a come LEGO ha ritenutoo di fare omaggio al tema stesso. Abbiamo già parlato ad esempio del Battle Pack di Benny che nonostante un prezzo vantaggioso, non è andato sold out, piuttosto che dell'exo suit che modificata rispetto all'originale, fece storcere il naso a parecchi, tanto più con l'introduzione di tuta di colore diverso, grigio diverso, casco diverso. Ma secondo me non è questo il punto. Se torniamo alle origini, ricordiamoci che il Classic Space è stato "ammazzato" dai designer LEGO di allora. Il successo del tema infatti si è sempre basato sulla palette di colori iniziale e sulla prima quindicina di set che rimasero in vendita per parecchio consentendo di costruirsi piano piano, compleanno dopo compleanno (o ricorrenza che sia), il proprio mondo spaziale. Il declino del tema fu dovuto all'arrivo di nuovi set non all'altezza. Le astronavi della famiglia 928 sono oggetto ancora oggi di miglioramento ed emulazione da parte di molti afols (si guardi alle versioni neoclassic ad esempio): Mentre invece le astronavi seguenti sfornate dai designer di allora furono un flop terribile: Neanche il logo stampato sul fronte... accrocchio di colori e pezzi per un design finale orribile. Ritengo quindi che il classic space non possa ritornare, se non in ristampe tipo legend dei set della prima ondata, per i collezionisti. Oppure potrebbe avere successo, anche se ho perplessità in merito, un tema neo-classic space fatto di versioni da urlo dei set migliori già creati dagli afols. Una riproposizione del tema in se stesso, LEGO non seppe riproporla già allora, bruciandosi un mercato che sarebbe stato ancora ricettivo nei confronti del tema, ma che raffreddò completamente, con set via via più brutti. In più il successo del tema secondo me è legato anche a quanto durarono a catalogo i set, consentendo per l'appunto di costruirsi il proprio mondo. Oggi, questo tipo di temi viene bruciato in un semestre, non si ha il tempo di sviluppare con vari set un diorama che già le scatole non sono più reperibili. Se ripensate ai primissimi anni di vendite di STAR WARS persino per quel tema occorse qualche anno prima di ingranare e vedere comparire diorami sul tema ovunque. Quindi la vedo difficilissima. LEGO dovrebbe: riuscire a creare set belli e giocabili con paletta di colori perfetta e family feeling eccellente mantenerli in vendita per qualche anno avere comunque idee chiare sul sistema complessivo che andrà a creare (incluse monorotaie) cambiare il modello di vendita per far si che per dire la monorotaia o un eventuale base a moduli espandile rimanga a disposizione a lungo sugli scaffali. Qualità massima all'attenzione dei modelli o dei dettagli (altrimenti i nostalgici lo segherebbero subito via) IMPOSSIBILE per come LEGO lavora oggi dove non croma le Harley o fa treni tutti in plastica a batteria....
  28. Ho trovato questo gran bell'articolo https://speculativeidentities.com/research/space, non ricordo se fosse già stato postato. (Sì, non conosce il nome del designer del logo, ma gliel'ho già comunicato.)
  29. Laz

    LEGO è meglio di LEPIN?

    Io volevo aggiungere una semplicissima considerazione, per magari portare a ragionare due secondi le persone che ritengono che Mark Stafford abbia copiato la proposta LEGO Ideas del set di Jurassic Park (o che Marcos Bessa avesse copiato, a suo tempo, la caserma di Ghostbusters). In questi casi specifici non si sta più parlando del'entità astratta "LEGO", che alcune persone (poche, fortunatamente) amano odiare per partito preso. In questi casi si sta parlando in un contesto molto specifico di Mark Stafford (per questo set di Jurassic Park) e di Marcos Bessa (per la caserma di Ghostbusters). Persone vere. Persone con cui magari siete amici su Facebook. O che incontrate a Skaerbaek e con cui fate dei selfie dicendo di essere loro fan. E a cui, però, da veri leoni da tastiera, date sostanzialmente dei ladri quando scrivete che ritenete che abbiano copiato da altri AFOL. Fermatevi un secondo a ragionare. State dando dei ladri a delle persone. Davvero ritenete che sia una cosa corretta da fare? Davvero? Personalmente ritengo queste insinuazioni il punto più squallido in assoluto che possa essere raggiunto dagli AFOL. Per la caserma di Ghostbusters avevo persino le "prove" (non che servissero, ovvviamente), nel senso che io amo la caserma Hook and Ladder 8 fin dagli anni 80, quando vidi Ghostbusters per la prima volta, e avevo costruito il mio primo modello nel 1990, da ragazzino. E appena uscito dalla Dark age avevo progettato su carta diverse versioni tra cui una molto simile a quella reailzzata in seguito (c'era solo una versione di Sean Kenney quando avevo inziato a pensarci io, molto diversa) da questo fantomatico "Sergio" (con cui tutti sembrano essere in confidenza, per qualche motivo) e poi da Marcos Bessa nel set ufficiale. Ma ovviamente non mi è mai balenato per l'anticamera del cervello che qualcuno avesse potuto copiare la mia idea... è un edificio reale, non è che ci siano milioni di metodi per realizzarla. Quindi, magari, collegare il cervello prima di aprire la bocca (o la tastiera) potrebbe essere una buona idea, prima di rendersi ridicoli e infangare il buon nome degli AFOL.
  30. Ciao a Tutti Anche quest'anno l'ItLUG Robotics Team parteciperà alla più importante competizione robotica a livello Europeo (saremo l'unico team Italiano . Il Team è ora composto da 4 famiglie con 2 "new entry" Chiara e Renato che si aggiungono a Michele, Samuele, Emanuela, Massimiliano, Mario e Valter. Nuova anche la maglietta (FUCSIA x le ragazze e AZZURRA per i maschietti). Lo scorso anno c'era la diretta video, speriamo ci sia anche quest'anno, così potrete seguirci nelle nostre avventure robotiche. Questo è il link al sito della manifestazione (dovrebbero mettere un pulsantone "Live Streaming" o qualcosa del genere): https://robotex.international/ Saremo impegnati in 2 intense giornate di competizioni: Venerdì 30 novembre: LEGO Sumo <14y, LEGO Sumo Open, LEGO Sumo 3Kg., LEGO Line Following e Makeblock Line Following. Sabato 1 dicembre: Mini Sumo, Micro Sumo, Line Following, Girls' Firefighting. Abbiamo ben tre titoli da difendere: LEGO Sumo, LEGO Line Following e Makeblock Line Following, percui fate il tifo per noi, sperando di salire almeno una volta sul (gradino più alto del) podio Se avete tempo curiosate il canale "youtube" con i video delle nostre avventure: https://www.youtube.com/user/ValterNXT e la nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/ItalianRoboticsTeam/ Buon divertimento Valter & ItLUG Robotics Team - ITALY
  31. Apriamo la nuova stagione con una MOC mai e mai vista nel suo genere, almeno da parte mia. Una novità assoluta, complimenti all'AFOL Greco George Panteleon per l'originalità.
  32. Semplici, quanto importanti soddisfazioni personali... come quella di essere contatti dal Team Leader del firmware Powered Up
  33. Una spiegazione ufficiale non credo ci sia. Ufficiosa invece sì, nelle intenzioni del creatore del Classic Space (e delle minifig) Jens Nygaard Knudsen, come riportato su Reddit dal designer dell'Exo-Suit, parlando del perché avevano usato il verde: There was a second reason to go for green, I've met and talked to Jens Nygaard Knudsen, creator of the Mini-figure and all of the original classic space sets (from day one all the way to Spyrius). According to him the Red and White spacemen started as Cosmonauts and Astronauts. Later they became red pilots and white explorers, yellow were introduced as scientists, blue as security/soldiers, black as spies. Pete and I decided Mech Pilots should be a new colour. Green!
  34. A parità di grandezza, c è molto di peggio...
  35. Durante il weekend del 25 e 26 maggio, qui in Toscana abbiamo organizzato un piccolo evento (alla sua seconda edizione) denominato Mattoncini nel Chiostro, perché si svolge appunto in un chiostro. In questo evento abbiamo esposto una "catena GBC" con alcuni moduli realizzati prendendo spunto/istruzioni da quelli presenti su planet-gbc.com ed altri realizzati da noi. Inutile dire che è stata una delle "attrazioni" che ha lasciato a bocca aperta i visitatori
  36. Lavoro impressionante! 1440 ore di lavoro, 163.100 pezzi, 158 cm di altezza! https://www.flickr.com/photos/134432970@N06/48000651931/
  37. Ciao a Tutti l'ItLUG Robotics Team ha deciso di partecipare anche quest'anno all'International Robotics Tournament a Rybnik, in Polonia il 6 aprile 2019. Dopo i successi dello scorso anno, saremo il Team da battere Il Team si presenterà a ranghi ridotti, ma comunque con 6 persone e sfoggerà l'ormai mitica maglia "azzurra". A questo link tutte le info: http://robotictournament.pl/ Molto interessante il programma delle competizioni dedicate esclusivamente a robots costruiti con pezzi LEGO: - LEGO Sumo 1Kg (15x15cm) - LEGO Sumo 2Kg (20x20cm) - LEGO Line Follower - LEGO Line Follower Enhanced (con ostacoli) - LEGO Dragster (percorso rettilineo di 12 mt.) Per qualunque info contattateci senza problemi. ItLUG Robotics Team - ITALY
  38. Guardate questo... ci sono dei dettagli da vero genio. Opera complessiva apparentemente semplice ma davvero incredibile. Guardate tutte le foto nella galleria... https://www.flickr.com/photos/nannanz/46617643904/in/photostream/
  39. Come lo scorso anno, segnaliamo questo evento organizzato da Eduard, l'ambassador del LUG croato Kockice che ormai conoscete tutti. L'anno scorso ero stato a questo evento con Luca Di Lazzaro e @Dario3643 e per ovvi motivi ora quel viaggio in furgone (la seconda parte per me, da casa di Dario fino alla Croazia) ha un posto particolare nei miei ricordi. Quest'anno l'evento sembra presentarsi ancora meglio, visto che invece di essere in un paesino vicino a Zagabria, sarà proprio a Zagabria, a 7 minuti di auto dal loro LEGO Certified Store. La quota di partecipazione (che include vitto e alloggio per 3 giorni e 3 notti e il trasporto tra l'esposizione e l'albergo) è di 100 euro. Le iscrizioni si chiudono a febbraio, per cui avete parecchio tempo per pensarci. E il mio consiglio è di pensarci. Se siete in Veneto o in Friuli è davvero una sciocchezza arrivarci. Se siete leggermente più lontano ne vale comunque la pena (io ero partito alle 4:40 per essere da Dario alle 8:40. E da lì altre 4 ore scarse e siamo arrivati). E naturalmente potete sempre andare in aereo http://convention.kockice.hr/
  40. Abbiamo colto l'occasione della presenza a BiFF2018 di Huw Millington per istituire il "Premio Brickset". È stata una sorpresa per gli espositori, che sono stati informati del premio solo durante l'evento. Sostanzialmente, abbiamo chiesto a Huw di scegliere una MOC/diorama di suo gradimento al quale assegnare il premio rappresentanto dal logo di Brickset realizzato in LEGO, e firmato dallo stesso Huw. Non è stata una scelta semplice per Huw, considerato il livellone la varietà di MOC e diorami presenti a BiFF. Il vincitore è stato il socio Luca @LORE84 Lorenzin, membro anche del LUG CLV, con il suo bellissimo diorama della fattoria. Ecco le fasi della premiazione: Il "Premio Brickset" è stata una mia idea, così come la realizzazione della piccola "MOC" rappresentante il logo del noto portale. In questa foto, la presentazione del premio, insieme a Huw Millington. Piccola curiosità: quando mi venne in mente di realizzare questo premio, non avrei mai immaginato che il tile round 2x2 green (4150) fosse un pezzo raro! Infatti è stato utilizzato nel SOLO set 'Desert Expedition' (prodotto con 3 codici differenti: 2879/5948/5909) uscito nel 1998.
  41. Colosseum by Stactile Company, on Flickr Colosseum 2 by Stactile Company, on Flickr
  42. Esistono due versioni del libro delle idee, il più vecchio, 1960, ha le costruzioni senza ruote, anche il treno. Esisteva in lingua danese, olandese, francese, tedesca, italiana e una versione leggermente diversa in lingua inglese. Il secondo più recente (relativamente), 1964, introduce la novità delle ruote e esiste solo nella versione senza didascalie per tutti i paesi europei. Salvo errori e omissioni.
  43. In realtà con Gianluca avevamo preparato un'edizione di 7 volumi... PS: un piccolo appunto, il mio primo post non coincide con il mio approccio ad ITLUG, nel senso che avevo conosciuto prima dei membri e a lungo ho letto il forum senza intervenire (sembrerà strano ma è così). Tenete conto che nel 2000 io ero pressoché convinto di essere l'unico appassionato di LEGO esistente... internet non era quello di oggi, e vi assicuro che se entravi in un negozio e compravi del vecchio LEGO, ti dicevano "ma davvero lo vuole?"
  44. A me piace molto questo. Lo trovo originale, e il rimorchiatore lo trovo molto AFOL-Design.
  45. Aggiornamento sul programma e sugli ospiti: Fairy Bricks, il LUG inglese che si occupa di donare set LEGO presso gli ospedali, sarà presente per far conoscere la propria attività, organizzare una pesca di beneficenza per autofinanziarsi e, non di meno, organizzare alcune attività di donazione in Italia, in collaborazione con ToscanaBricks e ItLUG. Costruzione del NINJAGO City: con l'aiuto del pubblico, assembleremo gli oltre 4000 pezzi del modulare NINJAGO per apprezzare le tecniche costruttive di un set particolare grande, variegato e "fuori dal comune" Ebbene si: dopo Skaerbaek e Paredes de Coura, il Parts Festival di New Elementary sbarca in Italia. L'attività (di cui potete vedere alcuni lavori relativi all'ultimo a PdC 2018) sarà riservata a espositori, soci ItLUG accreditati e, in caso di disponibilità ulteriori di posti, ad AFOL in generale. Ulteriori informazioni sulla prenotazione verranno fornite nei prossimi giorni. Mosaico: Poteva mancare il grande mosaico costruito dal pubblico? Assolutamente no... Oltre 200 baseplate 32x32 da riempire con migliaia di mattoncini 2x2!
  46. Diamo a Cesare quello che è di Cesare: il merito non è mio ma di tutti i 10 AFOL presenti al Workshop. Ma non solo: compleanni, set esclusivi (io in realtà avevo parlato di una ristampa del 928 per @AirMauro ..), workshop AFOL-oriented e eventi.. Magari se @vedosololeg0 e @Norton74 hanno esposto, il 0,000000000001% di merito va anche a me! Rinnovo i miei complimenti a Cristiano ed Andrea: ItLUG e tutta la comunità AFOL italiana sono state, sono e saranno ben rappresentati nella Masterpiece Gallery. Bravi!
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Crea nuovo...