Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. Come ho anticipato, il "Simple medium linear motor" 45303 è al momento disponibile solo sullo shop americano (da noi è disponibile solo tramite il B&P, per ora). Notate la differenza con "l'identico" 8883: +233% La cosa buffa, è che costa persino più dell'88008 che è un motore particolare, dato che include l'encoder per la rotazione e lo rende molto simile ad uno stepper. Oltre a funzionare come vero e proprio sensore di rotazione... Come dimostra il test comparativo di Sariel: 8883 = 45303. Peccato che il primo costa 7,5$ e il secondo 25$.
  3. Today
  4. Senza contare il fatto che per farlo funzionare bisogna prendere un hub che costa 50€ e che senza prolunghe diventa quasi inutilizzabile. Ne ho preso giusto uno perché l’hub già ce l’ho (visto che si trova nel nuovo treno passeggeri) e poi perché ho bisogno di una soluzione bluetooth. Per il resto direi che hai ragione @GianCann pur essendo io stato sempre uno di quelli che lascia libertà di scelta ad un’azienda di praticare il prezzo che vuole.
  5. La mia Moc è quasi finita! Almeno al primo contesto sono sicuro di partecipare... Intanto Buona Pasqua a tutti!
  6. Titolo forte per questa discussione, "rubato" (per restare in tema) ad un film degli anni '70 per la regia di Enzo Battaglia. Perché intitolo la discussione in questo modo? Perché non trovo nessun altra giustificazione ad alcuni prezzi LEGO. Guardate innanzitutto questi video: Bene... quante e quali differenze avete trovato tra questi due motori? Il colore, una forma (leggermente) diversa ed un connettore. Nient'altro: per il resto sono praticamente lo stesso identico prodotto. Ma non per il listino LEGO, dato che il modello "vecchio" (tuttora a catalogo) viene venduto a 7,5$ e il nuovo a soli... 24,99$ Sullo shop italiano ancora non sono disponibili nella sezione Power Function, ma sul B&P è possibile acquistare per appena 31,70 euro Mentre il "vecchio" PF costa 8,99 euro. Cos'altro è, se non una rapina???
  7. Sempre importante ricordare che il problema è stato sistemato. Naturalmente i pezzi difettosi che sono in giro restano in giro (finché non si saranno rotti tutti!)
  8. Vi segnalo questo video dove viene evidenziata la problematica (nota da tempo) sui pezzi reddish brown. La facilità della rottura è veramente impressionante: https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=10157193525172959&id=605592958
  9. Yesterday
  10. Non posso non comprarlo,ora non è disponibile ma l'ho comprato su Amazon attendo con ansia che arrivi. Grazie della segnalazione
  11. Dipende se danno il "permesso" di scrivere su quella memoria i programmi...
  12. La foto infatti è troppo poco definitiva per capire le dimensioni reali. Magari sono più grossi di quanto possano apparire... in ogni caso, se pensiamo al pacco batterie AA del PF 1.0 (un bel mattone) al quale andrebbe aggiunta l'elettronica e, soprattutto, 4 connettori PU, le dimensioni finali di un hun "all-in-one" diventerebbero troppo generose... Se il chip è lo stesso del PU Hub, ci sono a disposizione 256Kb di flash. Sembrano "pochi", ora che siamo abituati a Giga e Tera come fossero noccioline... in realtà, per i "programmi" che devono eseguire nelle loro applicazioni, è una memoria anche troppo genorosa. Dimentichi gli Spybotics e il camion Technic programmabile con i codici a barre:
  13. Beh, la proporzione nell'immagine con il modello non è in 1:1, quindi si dovrà aspettare delle foto del part-out. Anche io spero siano più piccole. Maggiormente spero abbiano una memoria interna per renderli "indipendenti". Ma dubito possano essere così, in quando il "plus" lo interpreto come un "+ uscite/+ingressi", a mia memoria non ho mai visto un prodotto technic "programmabile" (forse il pantografo), anche perché il bello è proprio quello di comandarlo in remoto. Ma ci spero lo stesso...
  14. Racing Brick ha pubblicato un articolo che rappresenta lo stato dell'arte (attuale) sul sistema Powered Up. Come spesso capita, l'articolo è molto più completo e dettagliato rispetto le fonti ufficiali TLG: http://racingbrick.com/LEGO-powered-up-summary/
  15. Apro un topic separato per l'imminente nuovo smart hub denominato Control+ che vedrà la luce ad agosto, quando verrà messo in vendita il nuovo "mega set" Technic 42100. In questi giorni, in occasione della più importante fiera modniale dedicata ai mezzi d'opera, la LIEBHERR ha diffuso nuove immagini del set e sono state ufficializzate alcune caratteristiche tecniche: 4108 pezzi, 7 motori, 2 smart hub Control+ e, purtroppo, un prezzo di 450 euro La cosa più interessante, guardando più attentamente l'immagine della scheda che accompagna il set è una prima, seppur non chiarissima, foto del Control+: Sebbene non ci sia una certezza assoluta che questo sia la versione finale del prodotto, la forma è diversa (e più piccola) dal PU hub uscito insieme ai treni e considerato che disporrà di 4 porte, viene da pensare che possa esserci un pacco batterie esterno. Altrimenti, non mi spiego come possano mettere 6 batterie AAA in quelle scatoline... Inoltre, la presenza di due Control+ che pilotano i 7 motori, è la conferma indiretta che la nuova App che sarà rilasciata unitamente al set potrà comunicare contemporaneamente con i 2 hub. Se il tutto sarà compatibile/intercambiabile anche con l'attuale smart hub rilasciato con i treni/batmobile lo scopriremo solo nei prossimi mesi...
  16. Ho scoperto come modificare il nome dell'hub direttamente dall'App. Una volta, connesso, è sufficiente fare 'tap' sul nome e digitale quello nuovo. Il nome resta memorizzato nella flash dell'hub.
  17. L'offerta Omaggio esclusivo Torre degli Avengers LEGO® Marvel (40334) è valida per tutti gli ordini online su shop.LEGO.com, presso i LEGO Store e per gli ordini telefonici dal Catalogo LEGO dal 19/04/2019 al 02/05/2019 o fino a esaurimento scorte. Il valore degli acquisti che soddisfano i requisiti deve essere uguale o superiore al valore di 75 € della sola merce LEGO Marvel Super Heroes. Gli ordini Bricks & Pieces non sono validi per questa promozione.
  18. Alcune mie personali considerazioni sul sistema PU, alla luce delle recenti novità... Finalmente si inizia a vedere qualcosa di più interessante rispetto a quando annunciarono questo sistema di controllo, al momento dell'uscita dei nuovi treni LEGO City. Il fatto che l'hardware abbia il firmware aggiornabile permetterà di sviluppare il prodotto (almeno lo spero) per implementare nuovi sensori (quelli dello Spike, ad esempio?) o aggiungere funzionalità al momento non previste. Una su tutte: la possibilità di caricare un programma/sketch sulla memoria interna per essere eseguito senza la necessità di avere uno smartphone come "gestore applicativo". Sicuramente non sarà una cosa semplice, visto che l'hub ha un solo pulsante (quello di accensione) e che lo stesso ha già una funzione aggiuntiva (quella del pairing con l'apposito telecomando) oltre al meccanismo di shutdown (long press). Pertanto, dovrebbero trovare una "sequenza" per lanciare uno sketch a bordo, oltre che segnalare (ma questo è più che fattibile) eventuali problemi legati ad una errata configurazione dei motori/sensori connessi alle porte. Cioè, se carico uno sketch che usa un motore sulla porta A ed un sensore di colore sulla porta B, l'hub deve essere in grado di segnalare l'errore nel caso in cui questi dispositivi non siano presenti o connessi in modo invertito. Ma questo è fattibilissimo per mezzo del LED multicolore: basta una sequenza di lampeggio codificata. Comunque, già così (ovvero con il legame hub-smartphone/tablet) il sistema PU inizia a mostrare le sue potenzialità rispetto al "vecchio" Power Function 1.0 basato su IR. La nuova versione dell'App che consente una programmazione dell'hub è ancora acerba ma nell'arco di poco tempo (3-4 mesi) dovrebbe uscire un nuova versione che supporterà il misterioso Control+ previsto nel mega-set Technic e di cui l'unica informazione "sicura" che abbiamo al momento è la presenza di 4 porte di I/O (cosa che potrebbe far "morire" l'SBrick). Manca l'help sui singoli blocchi, così come è già disponibile nell'App del Boost (un tap lungo sul blocco fa apparire un popup con la spiegazione), e quindi bisogna andare un po' ad intuito/tentativi nell'utilizzo dei vari blocchi (alcuni dei quali, un po' complessi). La documentazione online è praticamente scarna, se non inesistente... confido in un aggiornamento veloce del nuovo sito che hanno dedicato al sistema PU. Ecco un paio di screenshot che mostrano questo help (nota: a nulla serve installare l'app del Boost per sfruttare il suo help: senza connessione al MoveHub non si entra nella schermata di programmazione, a differenza dell'App Powered Up che permette di progettare uno sketch senza che ci sia l'hub connesso) L'App è inoltre limitata al controllo di un solo hub. Voci (o speranze?) danno per certo che questo limite sarà superato in una prossima versione/firmware. Tecnicamente è più che fattibile (su iPad si possono agganciare fino a 10 hub contemporaneamente, su Android almeno 5) e tutto dipenderà solo da come TLG intende sviluppare questo prodotto. Il fatto che stiano organizzando un workgroup con 15 AFOL lascia ben sperare... staremo a vedere. Come mia ultima considerazione personale, ritengo che in questo momento la confusione regni sovrana sia in casa LEGO, sia tra gli AFOL: LPF2.0, Spike Prime, Control+, Boost, EV3, WeDo e compagnia bella... sicuramente ognuno con il suo specifico target/ambito applicativo ma tutti in via di "sviluppo" (eccetto l'EV3, che è in giro oramai da 5 e passa anni e che 'forse' sarà sostituito nell'arco dei prossimi 2) Sul blog The Rambling Bricks c'è un bell'articolo sulle nuove funzionalità dell'App, con alcuni test dedicati al controllo di un treno. Resta il fatto, come riscontra anche l'autore dell'articolo, della non assoluta precisione del sensore: "I initially attempted to make it work using black and white, but they were unreliable – perhaps due to colours in the table. Green and yellow worked well as a combination. Occasionally the yellow was missed. Ultimately, it might be better to spread plates over multiple tiles."
  19. Last week
  20. LT12V

    Vagoni FS

    Sono decorati con adesivi. Avendo avuto la fortuna di aver trovato subito la giusta scala colore, devo dire che alla fine con poca spesa ho massimizzato la resa di finestrini per treni. Per i vagoni rosso fegato mi sono concesso persino il lusso di un profilo dorato della finestra, molto pià realistico e d'impatto del comune vetro LEGO. Grazie infinite per i complimenti
  21. Tra l'altro sarebbe utile ed interessante se qualcuno di ItLUG potesse partecipare a questo Workgroup. Io, con il mio inglese livello "indecente", sono escluso a priori: https://itlug.org/forum/topic/8868-workgroup-poweredup/
  22. Ho dedicato una mezz'ora a provare la nuova versione dell'App con il motore tachimetrico: Nel secondo test ho usato il sensore di colori/prossimità del Boot per simulare il funzionamento di un PL (lo so, il funzionamento dovrebbe essere al contrario, ma ho inserito l'axle in modo errato e non avevo voglia di rifare il video). Questo è il "codice" che ho utilizzato:
  23. Ecco il nuovo sito specifico per il sistema Powered Up! https://www.LEGO.com/en-us/themes/powered-up
  24. Ecco il "codice" che mi ha gentilmente fornito Isogawa:
  25. Ieri mi è arrivata la Batmobile, presa su Amazon esclusivamente per i motori e l'Hub ...ed oggi ho fatto un primo test reale della nuova versione dell'App. Innanzitutto, appena ha "sentito" l'hub (ci sono voluti diversi secondi) ha eseguito l'upgrade del firmware senza chiedere alcuna conferma... l'aggiornamento ha richiesto circa un paio di minuti. L'avanzamento viene mostrato sullo schermo dello smartphone mentre il LED dell'hub cambia colore ciclicamente. Una volta aggiornato, viene "agganciato" ed evidenziato. Nella finestra di connessione viene anche mostrato lo status della batteria. Come potete notare dall'immagine qui sopra, l'App vede due hub, perché ne ho accessi due nelle vicinanze dello smartphone. Però sono riuscito ad agganciare solo uno dei due... non ho trovato il modo di farli per entrambi. Del resto, nei blocchi di programmazione non mi pare di aver visto nulla relativo alla selezione di uno o di un altro hub. In ogni caso, come i più attenti avranno notato, uno dei due hub si chiama 'Gianluca' perché in precedenza, tramite ATS, avevo impostato un nome personalizzato. Spero che in futuro possano evolvere l'App per controllare più hub contemporaneamente...
  26. Un giusto connubio, i LEGO sono una droga...
  27. Per la precisione, i motori (sebbene siano entrambi identificabili come 'Medium') hanno una caratteristica fondamentale di differenza: quello più squadrato include un encoder e quindi è possibile farlo ruotare di 'x gradi' o 'x giri' ed è possibile anche leggerne la velocità di rotazione. Isogawa (che ogni mattina se ne inventa una nuova...) ha subito messo alla prova la nuova App e il nuovo firmware del PU HUB realizzando un mezzo che "intercetta" un ostacolo (sfruttando i motori come sensori) e cambia direzione per aggirarlo. La presenza dell'encoder "giustifica" il prezzo più elevato (17,99 euro) del motore, rispetto a motore PF 1.0 (8,99 euro). C'è anche una differenza di giri tra i due motori LPF2.0: quello con l'encoder gira più lentamente.
  28. Aspetto di vederlo assieme alle altre automotrici e vaporiere di Claudio, in sosta viaggiatori sul diorama di @Jack75
  29. Ottima soluzione quella di mettere un Arduino nano a bordo del treno, io ho usato la soluzione contraria quella di metterlo esterno. Piloto il treno con un ir posto su un modulare il tutto è sincronizzato con una sbarra del passaggio a livello è relativo semaforo rosso verde. Il semaforo è pedonale quindi quando ho il verde per i pedoni la sbarra si abbassa ed il treno si ferma. Una volta che la sbarra si riabbassa do il rosso ai pedoni e faccio ripartire il treno. Due difetti il primo è che il led ir può interferire con altri ricevitori se sono vicini ed utilizzano lo stesso canale ( da sw si può cambiare in ogni caso) secondo a batterie cariche o scariche le velocità del treno cambiano abbastanza. Suggerimenti per ovviare a questo secondo problema? Un alternativa sarebbe quella di usare due Arduino in mqtt e di utilizzare la “la logica ad ostacoli” per fare un calcolo del tempo sul percorso per correggere la velocità ma si fa un po’ troppo complicata
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...