Jump to content

sdrnet

Moderatore
  • Posts

    2,733
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    184

Everything posted by sdrnet

  1. sdrnet

    Novità 2014

    Ecco spiegato l'arcano! Ora mi è tutto più chiaro e in linea con quello che ci aspettavamo.
  2. sdrnet

    Novità 2014

    Se non avranno prezzi molto alti potrebbero essere dei set interessanti per fare sorting di pezzi molto particolari. Ovviamente il gioco deve valere la candela! Staremo a vedere... intanto continuo a non capire come mai hanno fatto i set del Lego movie con personaggi che ritroviamo esattamente uguali nei collezionabili della serie 12.
  3. I modulari tradizionali sono stati pensati in modo tale di avere un po' di spazio sul retro per scene addizionali mentre avere almeno 9 stud liberi sul davanti per fare il marciapiede o altre aggiunte. I modulari come il mio sono stati invece pensati per avere un semplice aggancio tra un modulo e l'altro. La posizione di questi brick è stata pensata il più vicino possibile al bordo in modo tale da avere più spazio possibile nella parte centrale. Un esempio classico è il modulo appena presentato che fa vedere come avere l'acqua composta dalla baseplate blu nella parte centrale e i punti di aggancio ancora utilizzabili nelle zone ad angolo. Non tutti quanti abbiamo però le stesse regole. Ad esempio Luigi usa i brick rialzati di un tile rispetto alla baseplate. Credo che ognuno di noi si ispira alle proprie pensate e ovviamente si cerca di utilizzare una soluzione con una certa logica.
  4. In realtà questo pezzo non lo uso quasi mai sul tronco stesso ma partendo da una foglia attaccata sul tronco dell'albero incastrando questo pezzo su una estremità per poi far partire altre 3 foglie dalle altre estremità dell'elemento (non so se sono riuscito a spiegarmi). In questo modo puoi rendere l'albero abbastanza largo e i rami/foglie li puoi spostare orizzontalmente come spiegato nel post precedente. Le foglie incastrate su questo pezzo sono molto solide e non si staccano praticamente mai.
  5. Da fermo non potrei dire ( ), ma si è comportato molto bene quando l'ho portato a Ballabio. L'avevo avvolto solo in carta di giornale e non si rotto nessun ramo. La stabilità dei rami avviene grazie a due pezzi principali; il carrot top http://www.bricklink.com/catalogItem.asp?P=33183 e il Plate, Round 2 x 2 with Pin Hole and 4 Arms Up http://www.bricklink.com/catalogItem.asp?P=98284. Usando queste o qualsiasi altra barra ad incastro tra una foglia e l'altra rimangono molto solide e ti permette anche di movimentare i rami muovendoli in asse orizzontale per fargli assumere la forma che desideri. I punti più deboli sono i punti di aggancio dei rami al tronco dell'albero e quello ovviamente occorre fare un buon uso dei plate in modo che sia solido ma allo stesso tempo non faccia assumere all'albero una forma troppo irreale.
  6. MODULO 5: WINTER WATERMILL Costruito da oltre un anno è ancora, al momento attuale, il modulo più complesso che ho realizzato. Ho dovuto modificarlo più volte ma era un modulo cruciale per il villaggio e volevo anche riprodurre un edificio a cui ero particolarmente affezionato: un mulino. Nei paesini di montagna si trovano ancora dei vecchi mulini che aprono occasionalmente le porte ai turisti per far vedere come si realizza il pane come si faceva una volta, sostanzialmente con una ruota azionata dall'acqua che scorre, e a sua volta, fa girare una macina che serve per sminuzzare il grano. Nella mia infanzia tra le tante cose, ricordo che giocavo spesso con le sorprese del "Mulino Bianco" e allora in omaggio a questo ho deciso di realizzare un piccolo mulino di colore bianco che riprendesse più o meno fedelmente le vecchie immagini dello stesso. La mia sfida però era ancora più difficile perchè volevo realizzare il movimento della ruota e contemporaneamente anche della macina al suo interno. Dopo svariate prove sono riuscito a realizzare il sistema di movimento del mulino azionato da un motore PF medio. L'impresa non è stata facile perchè tutto era piuttosto miniaturizzato, il piccolo mulino doveva contenere la sala della macina, un piccolo soppalco con il grano e il meccanismo motorizzato. Altra cosa difficile è stata quello di riuscire a fare stare tutto quello che avevo in mente in un unico modulo. Doveva starci il mulino con la ruota a ridosso dell'acqua, una cascata alle sue spalle che simulasse il movimento dell'acqua verso il mulino, una scarpata dal lato destro che mi serviva inoltre per alzare di molto il livello del villaggio (per inserire nel modulo successivo il cottage) e per rendere il tutto ancora più realistico ho messo dietro il mulino un grosso albero con rami pendenti che coprisse in parte il paesaggio. E' stata dura! Non so quante ore ho dedicato a questo modulo ma alla fine ne è valsa la pena e ne sono soddisfatto. Credo che il mulino non sia perfetto, l'ho volutamente costruito in modo che avesse un aspetto "giocoso", avrebbe bisogno di miglioramenti e abbellimenti strutturali ma mi piace pensare che un giorno lo riprenderò in mano e cercherò di migliorarlo grazie a nuove tecniche imparate. Dietro il mulino è inoltre presente un alloggiamento per far stare una battery box per azionare il motore PF. Le parti marroni che noterete in queste foto sono dei brick duplo che mi sono serviti per riempire la parte retrostante la cascata e dare consistenza alla struttura. Quando li avrò bianchi li sostituirò! Il mulino è composto da oltre 600 pezzi e tutto il restante modulo è composto da altri 1000 pezzi circa. Buona visione delle immagini! Modulo senza il mulino: Interno del mulino con la macina e il grano: Retro del mulino: Ulteriori immagini sulla galleria Flickr Saluti alla prossima
  7. sdrnet

    Novità 2014

    Stupidamente pensavo che la serie dedicata ai personaggi del film fosse una serie staccata da tutto il resto. Il GB Team in effetti era una serie staccata che non è stata battezzata come nuova serie 8 o 9. Semplicemente era una serie chiamata "Team GB Minifig". Punto e stop. La serie del film potevano chiamarla "Lego Movie Minifig collection" e invece è stata chiamata "Minifig Series 12" con personaggi che (nonostante ciò che ha scritto Fabbbbbbricks correttamente) sostanzialmente per leggere variazioni sono molto simili a personaggi già visti. Poi la Lego fa quello che vuole e lasciamoli fare. Io facevo solo una semplice constatazione.
  8. sdrnet

    Novità 2014

    Stasera ho finito di leggere la recensione del Parisian Restaurant su Brickset: Parte 1: http://www.brickset.com/news/article/?ID=8134 Parte 2: http://www.brickset.com/news/article/?ID=8147 La recensione oltre a scoprire nuove immagini di dettaglio degli interni denota in modo evidente di quanto sia bello questo nuovo modulare e veramente curato nei dettagli come vorremmo fare ognuno di noi. Un bellissimo mix di design, dettagliato, pezzi rari e di vario tipo... assolutamente un must! Se ci saranno delle buone offerte in futuro ne vorrei prendere più di uno per la grandissima varietà di pezzi molto utili per fare altri modulari, edifici winter, case creator, city e molto altro!
  9. sdrnet

    Novità 2014

    Sicuramente di pezzi speciali ce ne saranno e questo non può che renderci felici però personalmente speravo in qualcosa di più innovativo. In fondo abbiamo già visto la sirena, dei poliziotti non se ne può più, per non parlare di omini dei lavori stradali... poi per carità avrai ragione tu dicendo che la serie è incentrata sul Lego Movie. Il nuovo set comunque promette bene soprattutto su varietà di pezzi e colori!
  10. sdrnet

    Novità 2014

    Sono solo io che lo penso ma questa nuova serie non mi piace proprio per niente! Se ne salvano 3 o 4 Speriamo che non stiano "arrivando alla frutta" con queste serie.... : :
  11. Purtroppo dovrete aspettare fino al prossimo anno. Il mio nuovo diorama (o estensione) è già tutto nella mia testa ma la realizzazione richiederà molto tempo libero, studio e ovviamente denaro! Purtroppo una volta che si comincia non si torna più indietro e spero di mantenere viva la mia determinazione Grazie moltissime anche a te per i dettagliati complimenti e commenti.
  12. Grazie! Be' penso che una casa del genere non riesca a rientrare nella categoria "creator". Se fosse un set Lego non costerebbe meno di 300€ ! Per i tile ci ho pensato inizialmente in fase di progettazione ma questa soluzione l'ho scartata subito perchè mi piaceva l'idea di variare un pochino la facciata altrimenti sarebbe rimasta eccessivamente omogenea. L'altro motivo è che era da un pezzo che volevo fare un muro di soli sloppini! Quando avevo cominciato non c'erano ancora in dark brown ma alla fine sono stato accontentato ;D
  13. Bravo Mauro! Ora sono troppo preso dalla "neve" ma prima o poi piacerebbe anche a me fare un mini-diorama horror-movie dove poter ospitare un po' di minifig horror. Non avendo però la casa stregata penso che farò una cosa piccolina. Buon Halloween a tutti!
  14. Benvenuto anche da parte mia! Sono contento che il gruppo dei piemontesi sta cominciando a crescere. Io abito fuori Pinerolo e sicuramente prima o poi ci incontreremo. Ritrovare la passione dei Lego dopo tanti anni è un'emozione a doppio taglio... sei stupito da quante cose ci sono oggi ma allo stesso tempo ti trovi "spaesato" da così tanti pezzi nuovi, termini e tecniche da imparare, novità da scoprire... Se ti fai travolgere prima o poi ti troverai immischiato all'interno e non potrai più uscirne! Benvenuto e se hai bisogno di chiedere informazioni siamo qui per chiarire i dubbi. Sappi però che spesso i dubbi si possono risolvere facendo una rapida ricerca e leggendo il forum giorno dopo giorno! A presto!
  15. Lascio passare un po' di tempo e poi lo inserisco in CUUSOO... Mai perdere le speranze Ho già inserito il mio municipio ma al momento è ancora poco conosciuto... Tanto non costa nulla e fa piacere ogni tanto ricevere un po' di commenti positivi. Tutto il mio lavoro è stato premiato dalle vostre bellissime parole. Grazie a tutti!
  16. No infatti... i secchielli sono facilmente recuperabili. Sono due wedge plate 3x2 di colore marrone. Quest'anno è comparso un set Chima che ne aveva due e allora sono riuscito a recuperarli altrimenti erano presenti sono nella nave "Maersk Line Container Ship"... di venditori di questi pezzi però ce ne sono pochissimi.
  17. E' una scelta voluta. Spesso nelle vecchie cucine di una volta si usavano delle piastrelle o parquet di un colore verde pallido, o comunque di un verde che col tempo sbiadiva e diventava verde antichizzato. Ho voluto quindi "omaggiare" questo ricordo di una cucina di mia nonna inserendo il pavimento con il sand-green. Oltretutto sapete benissimo quanto questo colore sia caro. Per questa piccola cucina ne ho usati circa 90 pezzi; controllate il prezzo di un solo tile 2x1 e capirete! Quindi non avevo nessuna ragione di tagliare in due il mio portafoglio... potevo benissimo scegliere un altro colore molto più economico ma alla fine ho deciso per questo. E poi volevo anche far vedere come sfruttare al meglio gli elementi presi con l'ultimo LUGBULK. Grazie molte però della domanda perchè denota un acuta osservazione dei contenuti! I pezzi più rari però non sono le piastrelle... c'è ne sono due di colore marrone che sono molto rari ma mi servivano a tutti i costi!
  18. Avrei tanto voluto esserci anche io ma purtroppo in questo periodo ho un po' di problemi da gestire in famiglia. Spero di esserci il prossimo anno! Bravi tutti
  19. Grazie Giuliano per i tuoi complimenti! Il pezzettino in più è una piccola chicca che presenterò alla prossima MOC a cui sto già lavorando (qui la produzione non finisce mai!). Grazie molte Luigi. Ci ho pensato ma è veramente molto grande... comunque in alternativa ne ho già un'altra in serbo e vedo se partecipare con quella oppure no... non capisco mai se queste creazioni in base ai loro criteri sono troppo grandi oppure no... boh? Per il discorso dell'edificio diverso da quelli italiani è vero, però l'anno scorso che sono stato in germania ho visto diversi fienili / fattorie molto simili a questa e allora ho deciso di realizzarlo così perchè mi piaceva molto la sfida di riuscire a realizzare un tetto con doppia pendenza. Grazie anche a te Luca! Ho provato a farlo come hai detto tu ma questa modifica mi andava ad impattare un pochino sulle corna inserite in alto e mi dava qualche problema strutturale alle ultime plate in alto sul tetto e allora ho deciso di lasciarlo così. Siete molto gentili, grazie a tutti ragazzi!
  20. Vi presento la mia ultima creazione, una nuova MOC che entrerà a far parte della nuova versione del mio villaggio invernale 2013-2014: la Fattoria! Questo è il primo di 3 grandi edifici che ho in mente di realizzare per il nuovo diorama. La fattoria era un edificio assolutamente da avere per il mio villaggio ed è stato un grande impegno progettarlo e realizzarlo. Vista la sua dimensione e l'uso molto dettagliato di alcune parti, l'edificio è composto da circa 2700 pezzi compresi gli accessori. Attualmente è il più grande che ho costruito e doveva per forza avere delle dimensioni importanti per riuscire a contenere tutto ciò che avevo in mente. La solita sfida che mi trovo davanti ogni volta è quello di riuscire a fare un qualcosa che sia lineare ed in armonia con il resto del villaggio e nonostante sia più grande di tutti gli altri edifici sono riuscito comunque a mantenerlo nella giusta scala. Doveva essere realizzato quasi completamente "in legno" e quindi ho giocato su due colori principali: il nero e il marrone (nelle due sfumature). La forma dell'edificio ed in particolare il tetto sono stati realizzati basandomi su una foto famosa del Moulton Ranch, una fattoria abbandonata del Grand Teton National Park negli Stati Uniti che mi è sempre piaciuta (vedi immagine qui sotto). La parte più complessa infatti è stato proprio la realizzazione del tetto. Sono riuscito con alcune parti technic a realizzare la struttura portante del tetto in modo tale che mi permettesse di avere il fienile sgombro da qualsiasi palo o muro portante. Le due fiancate del tetto poggiano sul pavimento attraverso dei lift-arm che scaricano il peso in modo tale da non appesantire la plate centrale che non avrebbe potuto reggere tutto senza un doppio punto di appoggio. La struttura che ho creato permette inoltre di aprire il tetto (sfilando due axle) ed effettuare più comodamente eventuali aggiustamenti. L'interno della fattoria è composto dalla stalla per le mucche, una ulteriore stalla per i cavalli e le caprette, una cucina dove il fattore (e sua figlia) può alloggiare, mangiare, scaldarsi con la sua stufa a legna e vendere i formaggi che produce. Il sotto tetto della fattoria (come da tradizione) è invece un fienile che viene usato come scorta invernale per nutrire gli animali. Una luce a pressione nascosta in mezzo alla paglia permette di illuminare la stalla di sotto. Il fienile e l'intero tetto è asportabile per visionare meglio i dettagli delle stalle e della cucina. Come potete vedere dalle immagini, per completare la fattoria ho creato anche un pollaio e un recinto per i maiali. In tutto la fattoria è composta da: 2 minifig (il fattore e sua figlia), 2 mucche, 2 caprette, 2 cavalli, 3 maiali, 8 galline, 1 gatto, 1 topo, 1 ragno! Ulteriori immagini nella galleria di Flickr Commenti e critiche sono ben accetti. Ciao alla prossima!
  21. E' comparso su brickshelf un primo esempio di come motorizzare la giostra ed avere tutto insieme motore, pacco batterie e biglietteria modificata. http://www.brickshelf.com/cgi-bin/gallery.cgi?f=534743
  22. E' stata inserita sul sito ufficiale la recensione di questo nuovo Set natalizio: http://itlug.org/2013/10/recensione-set-10235-winter-village-market/ Ringrazio Laz per l'impaginazione!
  23. sdrnet

    Novità 2014

    Credo sia una bella mossa da parte della Lego dare delle spiegazioni in merito ad una eventuale "copia di idee". Lo stesso Jamie ha fatto notare che le coincidenze sono inevitabili nel nostro gioco... anche se sono milioni di combinazioni il numero di pezzi Lego è tuttavia limitato e prima o poi in tutta la comunità di AFOL del mondo c'è sempre qualcuno che usa tecniche molto simili alle tue se non identiche e magari ti "ruba" inavvertitamente una idea forse per pura coincidenza. L'importante comunque in questi casi è sempre chiarire i fatti e Jamie credo che in un colpo solo ha placato la delusione e frustrazione di quell'Afol. Jamie è sicuramente una persona in gamba, con molto talento e si vede dalle creazioni che negli ultimi anni ha portato a tutti noi. Fare un buon modulare come il ristorante parigino rispettando tutte le regole imposte da Lego non deve essere affatto semplice!
  24. E' tutta invidia della gente... gli italiani rimangono sempre i migliori! Il nostro Riccardo non si batte!
×
×
  • Create New...