Jump to content

AirMauro

Socio ItLUG
  • Content Count

    2,024
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    48

Everything posted by AirMauro

  1. E' successo a Torino. Iniziativa interessante e encomiabile di LEGO: https://torino.repubblica.it/cronaca/2020/07/31/news/lego_papa_cerca_lavoro_arriva_gioco-263366924/ Ora però temo aumenterà il loro traffico postale....
  2. Non lo so cos'è... ma queste scatole mi ispirano più creatività delle attuali.
  3. Va bè, Carlo... le monorotaie sono sempre costate... e comunque il LEGO, lo sappiamo, non viene regalato. Storicamente le piazze poi sono sempre state costosette.
  4. Altra ANTICIPAZIONE già in vendita a LEGO BILLUND: vedo bene? E' una monorotaia?
  5. Vuoi dire che c'è LEGO dietro i gruppi pacifisti, e sono un false flag per mascherare le loro magagne.... Potrebbe essere sono diabolici questi danesi, sicuramente @Laz sarà STRAdaccordo con questa teoria....
  6. Fabio, non sono d'accordo... nel senso che il problema della spedizione, è che in quel tipo di scatole, non si protegge il prodotto. C'è poco da fare. E con questo tipo di imballaggi andiamo avanti da quando ha aperto lo shop. Ogni tanto c'è un pò più di attenzione ma generalmente è davvero pessimo l'imballaggio. Banalmente usassero un pò di bolle protettive...
  7. Non sono d'accordo sul fatto che in Italia abbia fatto più presa. Nel senso che in altri paesi ci sono siti che trattano il LEGO come delle commodity di borsa ecc. ecc. In Italia, più che altro ha fatto presa l'idea di mettere un negozio bricklink, ma fondamentalmente, i numeri che ho visto fare all'estero con i LEGO in Italia nessuno li ha fatti. Secondo Te questo a che fare con brick box e supporto ai lug, che gira e rigira portano sul mercato secondario tonnellate di pezzi in giro per il mondo? Sono sincero io negli ultimi due anni ho comprato diverso vintage a prezzi inferiori al quinquennio precedente, forse contano anche le epoche dei set? Che ci sia un calo delle vendite e ciao ciao a tutto sold out?
  8. Cantine piene strasicuro. Ho visto cose.... che neanche ai confini di Orione hanno tante scatole non per collezione. Io personalmente sto comprando solo se c'è un buono sconto, o se LEGO è stata davvero brava nel rapporto qualità/prezzo (es. SATURN). Per quanto fuori mercato compro solo, o scambio, se il prezzo ha un minimo senso collezionistico. Per dire una Haunted House a 800 euro non la comprerei. Non mi svenerei mai per un modulare. Mentre invece per alcuni set vintage realmente rari, come ad esempio un 7750 MISB, sarei disposto a follie, ma non fino ai 2500 euro che spendono alcuni... La mia wanted list, non solo la tua, è cresciuta molto in questi anni, perchè la produzione è aumentata parecchio. E credo che per molti sia così almeno negli ultimi tre anni. Secondo me poi potrebbe a breve, cominciare ad arrivare sul mercato dell'usato in massa, tutto il LEGO che è stato riversato in questa età dell'oro nelle camerette dei bambini, bambini che oggi oramai saranno entrati in dark age, e molti non ne usciranno per 10/15 anni, se ne usciranno. Come molti cicli collezionistici di giocattoli, l'usato potrebbe inflazionarsi all'improvviso proprio per questo fenomeno... e credo che in parte stia già succedendo.
  9. @Canio dipende dal valore che dai ai tuoi soldi. Giustamente tu sottolineando la questione legata al periodo storico contestualizzi gli attuali prezzi dei set. C'è da tenere conto anche delle tirature dei set, che sono un dato per lo più segreto di LEGO. Ma in conclusione il Vestas costò spropositi solo perchè i primi messi in vendita finirono a prezzi esorbitanti, per lo scarso valore dato ai propri soldi di chi per primo lo comprò. Quando le aste finivano a 600/650 euro, avevano un senso? Poi gioco forza ha iniziato a scendere perchè passato il primo nugolo di "diversamente intelligenti", a 600 rimaneva invenduto. Sicuramente tutti sappiamo che il costo di un set LEGO normale, dal punto di vista industriale è decisamente molto molto più basso rispetto al prezzo di listino. Però per la maggior parte delle persone, oggi (20 anni fa era il contrario) il prodotto viene percepito come di valore. E quindi.... Le sorpresine Kinder per anni venivano vendute a 50 euro la serie completa.... oggi vengono vendute a 10 euro al KG. Idem le schede telefoniche. Io ho questa sensazione: oggi ci sono tantissimi AFOLS, strapieni di LEGO, comprato sia per paura che sfuggisse, sia perchè convinti della crescita del suo valore. Finché sarà una quota piccola a liberarsi di qualche set, i prezzi continueranno a tenere. Se invece dovessero aprire le cantine in molti insieme... il LEGO tornerà a una dimensione normale di prezzo.
  10. Ragazzi, ripensando alle risposte del 2015... e alla produzione 2020, credo proprio che la risposta al quesito di quanto gli AFOLS contino, ci sia... in numerose e grandi scatole piene di pezzi!
  11. NOOOOOOOOO!!! Dipende da chi compra. Se nessuno fosse disposto a comprare sopra il prezzo di listino.... I prezzi li fanno chi compra.
  12. Onestamente, a me non piacciono tutti, mi sembra che LEGO in questo senso stia riempiendo molte nicchie che fanno storia a sé. Però nel complesso se conto i numeri dei set che mi piacciono e faccio la somma con la calcolatrice di quanto mi costerebbero rimango piuttosto perplesso. Fondamentalmente può essere una strategia di LEGO per tenere l'interesse ancora più alto, rendendo il fan consapevole che non potrà mai averli tutti e alimentando comunque così un desiderio, e un interesse verso il prenderne il più possibile, sperimentando sempre uno stato di carenza. Un'evoluzione della rotazione semestrale/annuale dei set negli scaffali. Quello che mi lascia perplesso dal punto di vista del marketing è un altro aspetto. LEGO ha sicuramente dati precisi in mano, sulla possibilità di spesa e budget annuale degli AFOLS & C. Se da un lato è possibile, che si sia resa conto che gli AFOLS & C. tendono a spendere sempre meno in set sotto i 100 euro e si aspettino set complessi di alta qualità, è anche vero che se tutto il budget finirà in nuove scatole, avremo un impatto molto alto sui prezzi del mercato secondario che perderà in domanda. E sappiamo che il mercato secondario con le sue quotazioni è una valvola di sfogo importante per gli AFOLS, sia in uscita sia per la consapevolezza che i soldi spesi in LEGO, potenzialmente non siano svaniti del tutto, ma permangano nel valore residuo del set montato. Difficile fare previsioni certe, io ho la sensazione che si stia offrendo un pò troppo... banalmente ho smesso di collezionare polybags proprio perchè mentre quando ho iniziato era ipotizzabile riuscire ad averle tutte, oggi ne vengono prodotte così tante ogni anno, che è un nonsenso collezionarle.
  13. @Vitriol onestamente non posso che condividere quanto hai scritto. Si poteva fare meglio. Però al di là dell'organizzazione, che giustamente viene criticata... io mi sento di porre l'attenzione su chi si è messo in fila così e in quel modo. Non era un obbligo. Per fortuna che al momento il contagio sembra essere più difficile. Irresponsabilità a gogo comunque: siamo a 680.000 morti nel mondo, e non è certo finita purtroppo...
  14. Non ho parole, lascio parlare le immagini:
  15. Ho trovato interessante questo uso alternativo dei mattoncini per spiegare la fisica nucleare:
  16. La parte finale è SPAZIALE
  17. Fa tanto l'aspetto fotografico. Le forcelle sono orribili.
  18. Io lo trovo magnifico. Trovo che LEGO ha fatto il massimo per fare questo set al meglio, senza arrivare a cifre da super UCS. Il prezzo finale, per la natura del prodotto, ideas, niente licenze, ecc. me lo sarei aspettato sensibilmente inferiore (299), ma LEGO è davvero molto attenta, come molte altre multinazionali a dare il prezzo in funzione anche del valore percepito dello stesso prodotto. E onestamente a prima vista sembra davvero molto bello e di valore.
  19. Devono esserci in giro dei video, dove per scatole a minor tiratura, si vedono i dipendenti prendere le buste e metterle nelle scatole. Soprattutto set a bassa tiratura, tipo il regalo ai dipendenti. Purtroppo non riesco a trovarlo ora, se lo trovo lo posto.
  20. Onestamente credo sia un complotto per chi non ama i technic attuali ma adesso sarà costretto per collezionismo a trovarlo ovunque. Poveracci... (in senso economico...) Se ne conoscete uno, mandategli un euro e qualche parola di consolazione.
  21. 10 anni. Quando un set ha più di 10 anni entra nel novero del Vintage. Early Vintage. Ad ogni modo, anche set con meno di 10 anni se altamente iconici o che segnano l'inizio di un nuovo filone inteso come patrimonio storico e culturale della nostra passione, possono essere considerati vintage. Ad esempio il Caffè Corner, che già dopo 7/8 anni poteva essere considerato a tutti gli effetti vintage.
  22. Mi hai rovinato la sorpresa... Pensavo ne facessero una "stupida" versione ridotta almeno a giudicare dal teaser...
  23. Scusa Fabio, ma cosa intendi con strana? Un accordo con Boeing o similare?
  24. Ma quindi si sono confusi con il 6 e il 9? E' una di quelle scatole che riempiono a mano?
  25. Sinceramente trovo tutta la vicenda molto discutibile. Quando è stato scelto di realizzare il prodotto, ci avranno pensato, se hanno deciso di andare avanti con il progetto, non comprendo perchè tornare indietro ora. LEGO ha scelto di realizzare una versione TECHNIC di questo modello non per la guerra, ma semplicemente per la tecnica che sta dietro il sistema di decollo dell'aereo. In questo senso io non credo che dovrebbe giustificarsi. Non è un inno alla guerra ne la riproduzione di un B-52 per dire. Poi nel momento in cui arriva nei negozi... ci si ferma perchè un gruppuscolo di persone, a torto o ragione, dice che non va bene. Come ho scritto riguardo alla Morte Nera, che rappresenta un arma di distruzione di massa, se usassimo lo stesso metro, non avrebbe senso riprodurre alcunché abbia un significato militare fortemente negativo. In tutto questa ipocrisia, vi è però una domanda: "Ma esiste prova scientifica che se uno monta un LEGO carro armato, mezzo militare ecc, piuttosto che giochi a Call of Duty, poi sviluppa chessò una predisposizione a distruggere il mondo?" Esiste un aspetto negativo? Perchè alle volte mi chiedo se lo stesso metro lo usassimo per le auto, e siccome LEGO produce auto sportive, che hanno prestazioni da urlo e ben oltre i limiti consentiti sulle normali strade, potremmo forse dire che tali prodotti possono ispirare comportamenti stradali scorretti nei bambini? E Vito? E se risultasse simpatico a una certa percentuale? Può ispirare a diventare delinquenti? Forse, dico, forse, l'unico errore che si può imputare a LEGO, è stato quello di non realizzare un generico aereo a decollo verticale, ma di averlo voluto richiamare proprio quel determinato modello della Boeing, piuttosto che farne una sua versione di fantasia, dalla livrea diversa.
×
×
  • Create New...