Jump to content

alf

Socio ItLUG
  • Contenuti

    450
  • Registrato il

  • Ultima visita

  • Vittorie

    8

L'ultima vittoria di alf è stata il giorno 11 Ottobre 2017

alf ha avuto il contenuto più apprezzato!

Su alf

  • Grado
    Costruttore

Informazioni Personali

  • Nome
    Alfonso
  • Regione
    Campania
  • Provincia
    Napoli
  • Città
    Santa Maria La Carità

Profilo AFOL

  • Temi Preferiti
    Technic, City, treni
  • Temi Collezionati
    Ninjago
  • Nickname BrickLink
    alfmar

Visitatori recenti del profilo

Il blocco visitatori recenti è disabilitato e non è mostrato ad altri utenti.

  1. alf

    Video di un AFOL del 1981

    "...the children love to play with it!" Sì, sì, ottima scusa, dice che a 270 set ha smesso di contarli... Dice che ci sono più di 3000 sterline di mattoncini (equivalenti a circa 11.000 sterline di oggi, cioè quasi 12.000 euro). Però non mi pare di vedere MOC...
  2. alf

    MOC dal web - Agosto 2019

    Visivamente spettacolare, ma durante tutto il video non ho potuto fare a meno di pensare a come si rovinano binari e mattoncini per tutta quell'esposizione al sole (sbaglio o il colore dei binari era già preoccupante in tal senso?) e possibilmente alle intemperie (immaginate una pioggia improvvisa e dover ripulire tutto dal terriccio...) senza contare formichine e insettini vari. E poi al numero di ore per montaggio e smontaggio (sempre sotto il sole e le intemperie).
  3. Vedo che ha anche aperto un nuovo canale (Akiyuki Brick Lab, solo in giapponese, ma per fortuna si capisce benissimo), in cui pubblicherà le sue analisi, come quella che segnalo qui sotto: come distinguere le palline da basket da quelle da calcio usando non un sensore, ma solo le loro caratteristiche fisiche (quelle da calcio rotolano meglio). Notare come man mano riduce i "falsi positivi" fino ad arrivare quasi alla perfezione:
  4. alf

    Quanto sei purista?

    Non sono del tutto d'accordo con lo schema sopra indicato. Per esempio, possono esserci modifiche "non invasive". Se a una MOC o diorama aggiungi un'illuminazione statica a LED (di cui non sono a vista né i LED né i fili e non hai modificato/stressato alcun mattoncino), non è né "illegale" né "impuro". Mi sembra "non invasivo" anche il caso in cui aggiungi qualcosa di "impuro" che però resta invisibile e comunque non cambia la funzionalità della MOC. Esempio: ad un treno già pilotabile PF/infrarossi aggiungi uno Sbrick (ovviamente non a vista): se il treno "programmato" non si comporta troppo diversamente rispetto a come se fosse pilotato dal telecomando a infrarossi, e se il riportare il treno in condizioni "pure" consiste solo nello spostare un connettore dallo Sbrick al ricevitore PF/infrarossi (senza dover aggiungere/togliere pezzi), allora lo considererei... "un pochino impuro ma non illegale". In alcuni casi occorre zavorra/rinforzo all'interno per una MOC instabile/fragile. Non lo trovo "illegale/immorale" (è una cosa che potrebbe essere antieconomico fare con mattoncini-riempitivo), purché non sia a vista. Riguardo all'incollare, le orecchie andrebbero tirate a mamma LEGO per quanto riguarda certi set da gioco in cui tutto era già montato e... (tremo di furore nel dirlo): incollato, come ad esempio il set 4500744 Ludo e il set 4499574 Tic-Tac-Toe. Incollare le plate della "scacchiera" ad un cartone (sic!) toglieva addirittura una parte del divertimento!
  5. Quel pezzo ha parecchio attrito e non si presta affatto bene quando il treno attraversa le curve. La vecchia soluzione coi magneti (i cui ganci hanno deliberatamente un po' di "gioco") aveva come unico svantaggio il costo di produzione.
  6. L'articolo parla anche dell'abolizione dei magneti per collegare i vagoni (anche se il set Espresso Fantasma 70424 effettivamente contiene qualche magnete): dev'essere iniziata una nuova rivoluzione ferroviaria in casa LEGO...
  7. Stando ad un articolo di Promobricks riguardante il set 70424 Espresso Fantasma, c'è qualche novità ferroviaria in arrivo. I carrelli non avranno più l'asse metallico per le ruote, che saranno indipendenti. Mi sembra che i pro e i contro siano piuttosto facili da indovinare: i treni assorbiranno meglio le vibrazioni (difficile dire quanto meglio, e certamente dipenderà dal peso del vagone) e si comporteranno meglio in curva, mentre la vita utile di ruote e carrelli sospetto che non sarà altrettanto lunga...
  8. Letteralmente da urlo!!
  9. Qualcuno bravo in video-editing potrebbe taroccare questo video e sostituire la scena della stanza della birra mettendo i protagonisti in una ben equipaggiata LEGO room?
  10. Il sorting è un'attività strana che mette in moto anche i nervi, come guardare una difficile partita di calcio: ti sale l'adrenalina ma alla fine ti senti stanco. Non dovremmo però confondere tale attività con l'inventario: la prima va bene per chi costruisce MOC partendo da ispirazioni momentanee, la seconda è indispensabile per chi invece usa un CAD per progettare le sue future opere. Per il sorting, oltre alle cassettiere portaminuterie, utilizzo anche le scatoline delle capsule del caffè (la cui area è comodamente 12x12 stud, sia lode ai designer Lavazza, non può essere una coincidenza, deve per forza esserci uno scatenato AFOL tra di loro) e quelle della pasta Barilla per i pezzi un po' troppo numerosi (comodissima la finestrella trasparente per vedere il prodotto). Poi su Wuò Zappa succedono cose del genere:
  11. alf

    LEGO è meglio di LEPIN?

    Mi perdonerete la pedanteria, ma anche il "copiare da un AFOL" richiede un bel po' di design. Mentre l'AFOL bada al risultato con cui spararsi le pose agli eventi e su internet, il designer LEGO deve tenere in conto anche altri fattori: varietà di pezzi che è autorizzato a usare (mica come l'AFOL e i suoi mostruosi ordini su Bricklink), costo finale per la produzione (mica come l'AFOL col suo ciclopico stock pezzi e budget elastico), e modo di costruire: anche quello dev'essere interessante, perché se per costruire la casetta ti basta alzare quattro pareti, beh, allora stiamo parlando di cloni, stiamo parlando di gente che "crea" un prodotto scaricandosi aùmm-aùmm le istruzioni dal web senza nemmeno una mail all'AFOL autore... p.s.: ho sempre in mente certe soluzioni nei set Technic davvero da urlo...
  12. p.s.: il sottoscritto aveva inserito sia qui che su Facebook lo scambio a "doppia goccia". Non ricordo quanti Like avrò preso lì su Facebook (cosa che oggi comunque non mi gratifica gran che), e non lo ricordano nemmeno quelli che avevano convintamente dato tali Like, che se per caso oggi si ritrovassero abbastanza binari non riuscirebbero a recuperare da Facebook quell'articoletto. Ma se cercano "scambio doppia goccia" o "tracciato doppia goccia", in entrambi i casi la prima pagina di Google vi restituisce esattamente il thread inserito su questo forum (nel secondo caso anche DuckDuckGo). Insomma, finché questo forum resta attivo e visibile ai motori di ricerca, veramente diventa "conoscenza di una specifica community". n.b.: io non ho il TapaTalk ma leggo le novità dal forum col comodo lettore RSS.
  13. È comprensibile che la LEGO pensi che l'Ambassador Network non debba essere un covo di criticoni eterni scontenti ... Quello che tuttora mi è incomprensibile è il motivo commerciale per cui la LEGO non guarda un po' più al mondo AFOL con prodotti specifici "poco design e molti, molti, molti pezzi" (nulla togliendo ai set con qualità e design che conosciamo). Suppongo che a certi livelli possa bastare una battutaccia con una faccina mancante per diventare improvvisamente sgraditi. Se io fossi LEGO non me ne importerebbe niente delle critiche, qualora i criticoni in questione non smettano di comprare "roba LEGO" come drogati in perenne astinenza. Però qualche domandina me la farei.
  14. Il logo di One Piece con la finestra fra i denti è da urlo
  15. Sembra uno di quei casi in cui il marketing decide che bisogna sparare subito fuori un prodotto e poi dimenticarlo "tanto entro un paio d'anni non interesserà più a nessuno". Incompleto? "Non importa, bisogna lanciarlo subito sul mercato per non perdere il periodo scolastico/estivo/natalizio/whatever". Incompatibile? "Ma tanto mica può interessare a chi ha comprato un altro prodotto della nostra stessa azienda". Margini ridotti? "Mettiamoci un paio di brick nuovi, rRaddoppiamo il prezzo e diciamo che è per le scuole, dai"... Inventare uno standard duraturo è un'impresa epica raramente riuscita e per lo più tenuta in piedi da una miriade di aggiunte confusionarie (cfr. ad esempio lo standard Bluetooth). Nel caso di LEGO però è tutto facilitato dal fatto che l'unica cosa che tecnologicamente "invecchia velocemente" è il mattoncino intelligente. Il resto (motori normali, motori con contagiri, prolunghe, sensori, luci, batterie) può restare uguale molto a lungo. Che è proprio della filosofia LEGO (più mattoncini compri, più puoi creare). Non vorrei che anche in LEGO fosse attecchito il virus del "bisogna guadagnare X entro questo trimestre, tirate fuori una soluzione subito e non siate pedanti sui dettagli".
×
×
  • Crea nuovo...