Jump to content

Vitriol

Socio ItLUG
  • Contenuti

    29
  • Registrato il

  • Ultima visita

  • Vittorie

    1

L'ultima vittoria di Vitriol è stata il giorno 18 Marzo

Vitriol ha avuto il contenuto più apprezzato!

Su Vitriol

  • Grado
    Aspirante Costruttore
  • Compleanno 27 Dicembre

Informazioni Personali

  • Nome
    Paolo
  • Regione
    Liguria
  • Provincia
    Genova
  • Città
    Genova

Profilo AFOL

  • Set Preferito
    10193 Medieval Market Village
  • Temi Collezionati
    Castle
    Minifigure (CMF)
  • Nickname BrickLink
    eu0118a@libero.it

Visitatori recenti del profilo

Il blocco visitatori recenti è disabilitato e non è mostrato ad altri utenti.

  1. Ehmmmm ....... la LEGO Room dove "vivo" ..... ha trovato il giusto equilibrio ....... (se guardi bene la foto) ........
  2. I miei complimenti a @vedosololeg0, @Teazza e @trial72i : davvero bravi. Non ho molte giustificazioni, ma per me il tema era davvero arduo, avendo così poca vita sociale alle spalle. E poi voi siete davvero bravi. Lotta impari ...... Comunque NON DEMORDO, e spero di avere migliori chance al prossimo contest! A prescindere dal mio risultato, trovo davvero divertente ed interessante prendere parte a questa iniziativa. Grazie per avermi fatto giocare
  3. Vitriol

    "Tutela" della MOC

    Grazie ancora a tutti per le risposte. L'"ego smisurato" di molti costruttori ( per non dire della totalità ...) è sicuramente un ottimo deterrente Io mi riferivo proprio alla MOC creata e all'uso dell'immagine di QUELLA MOC. Hai perfettamente ragione @AirMauro, se la MOC non è di fantasia, ma prende come spunto la realtà, ci si infila in un bel ginepraio . Perché la cosa potrebbe diventare davvero complicata. Io vivo e lavoro a Genova, e per esattezza lavoro dentro il Worl Trade Center di Genova (WTC) . Il WTC è un palazzo. Ebbene l'immagine di quel palazzo e tutelata! Quindi una MOC che avesse per oggetto quell'edificio, potrebbe violare già da se un diritto? Viaggio con la fantasia: faccio una MOC con al centro il WTC, la espongo, passa un responsabile della struttura e la fotografa. La pubblica sul sito ufficiale del WTC (esiste ....) e io me ne dolgo ..... perché non ha scritto da dove viene, e l'ha messa sul sito solo come divertimento, ma chi ha infranto una regola per primo? Lui che l'ha pubblicata senza chiedermelo o io che l'ho esposta senza chiedere un permesso? Non lo so e neppure ci voglio pensare! . Anche perché, vivaiddio, non rientra tra le cose che vorrei fare. Ma neanche un po. Per quanto riguarda il "diritto d'autore" su una MOC la cosa non l'ho mai presa in considerazione, se quest'aspetto riguarda la mera costruzione. In primis perché sono scarso, e che diritti potrei mai vantare? Ma è vero altresì' che ogni volta che anche solo pensato di realizzare qualcosa che a mio avviso "nessuno aveva mai fatto", bastava una breve ricerca in rete con le parole esatte, per avere conferma che è davvero un impresa essere "originali" e che qualcuno ( spesso anche parecchi) mi avevano preceduto. Un po come sosteneva Oscar Wilde sull'impossibilità di essere originali nella scrittura. La mia domanda non comprendeva per niente quest'aspetto: non mi reputo così capace, ma se anche lo fossi sarei un folle a pensare di essere l'unico ad essere arrivato alla stessa conclusione con gli stessi mezzi.
  4. Vitriol

    "Tutela" della MOC

    Ringrazio davvero tutti, @Piru Brick @AirMauro e @GianCann ( e ringrazierò in via PM chi mi contattato in analogo modo sempre per fornire risposta) perché mi avete chiarito molto sull'argomento. E purtroppo mi avete fatto anche comprendere che situazioni come quella che ho ventilato, e situazioni simili, si sono di fatto verificate, e non sono solo teoriche. E sono stato anche lontano testimone di un fatto simile da quello descritto nella sentenza. Caso che però non ha portato però a nessuna azione legale. Quanto mi avete spiegato è sufficiente per quanto mi serviva. Però in via del tutto "accademica", e lo dico sorridendo, se la situazione è quella che mi avete illustrato e altrettanto vero che: Possedere la MOC non vuol dire possederne l'immagine? Ovvero come per le opere d'arte ( equazione molto ambiziosa ....) non è il possesso dell'opera a determinare il possesso dell'immagine. Se possedete un Modigliani questo non vi autorizza comunque a divulgarne l'immagine come credete ...... In caso di un esposizione, utilizzare immagini di MOC dell'edizione precedente per pubblicità, espone a potenziali rischi, se non c'è la liberatoria dell'autore? Se l'ingresso all'esposizione è gratuito decade qualsiasi pretesa, non essendoci un guadagno commerciale per chi organizza l'evento? E se no, di conseguenza, non sarebbe opportuno farsi firmare una liberatoria all'atto dell'iscrizione per chi organizza l'evento? Sarebbe opportuno, anche solo all'ingresso di una esposizione, rammentare ai visitatori che è fatto divieto di utilizzare immagini per fini commerciali? Tengo a precisare che NON ORGANIZZO EVENTI ( mi scappa da ridere alla sola idea ....) e che questa parte di domande è solo per curiosità, scaturita di riflesso dalle vostre esposizioni che soddisfano AMPIAMENTE i miei dubbi. Grazie davvero a tutti.
  5. Vitriol

    "Tutela" della MOC

    Grazie @Piru Brick, è quello che pensavo, ma non avevo alcuna certezza della cosa. Quindi anche se esposta pubblicamente, si fa riferimento alla stessa legge che regola l'"opera di ingegno" ?
  6. Vitriol

    "Tutela" della MOC

    Buonasera a tutti, pongo qui un quesito che forse è già stato affrontato, ma se è così non ne ho trovato traccia. Il tema può sembrare "spocchioso", ma non è questo il senso e spero di chiarirlo di seguito: si può tutelare l'immagine della propria MOC? Vado subito al sodo per non girarci troppo in giro: è possibile a "priori" negare il consenso alla riproduzione dell'immagine di una propria MOC ? O quantomeno impegnare chi eventualmente la pubblichi, se la pubblicazione ha un fine "pubblicitario" ,a citare di chi sia la realizzazione e in quale contesto sia stata fotografata, e che sia nel caso quantomeno necessario un vostro consenso ? Anche se non è facile provo con un esempio: nel corso di un esposizione esponete una MOC che ha come tema un parco ideale, una sorta di Eden. Nulla in contrario se la fotografano normali visitatori e la postano dove meglio credono. E che lo faccia pure il giornale locale per pubblicizzare l'evento. E nessun problema se chi la fotografa è un Afol che vuole capire qualche tecnica costruttiva. Ma passa il proprietario di una azienda di progettazione di giardini, e la pubblica in un suo depliant come foto "originale" di un giardino ideale. Senza ovviamente citare chi ha fatto la MOC e che in realtà non aveva assolutamente lo scopo pubblicitario per cui è stata utilizzata. Ovviamente l'esempio è puramente astratto e privo di qualsiasi aderenza con la realtà, ma spero sia sufficiente per comprendere a quale casistica mi stia riferendo. In questo caso si può parlare di "opera di ingegno" e come tale sottoposta alla relativa tutela di legge? Sottolineo ancora una volta: non parlo della fotografia fatta da un visitatore, da un curioso, da un appassionato o da un giornalista. Ma di una foto che poi venga pubblicata o diffusa in un ambito che ha NESSUNA attinenza con l'evento o con il motivo per cui sia stata realizzata. E' possibile nel caso pretendere che venga citato non tanto l'autore, ma che l'oggetto fotografato non è stato realizzato per una comunicazione pubblicitaria, o ancora meglio negare la pubblicazione nel caso? Scusate se l'argomento è già stato affrontato e non ne ho trovato traccia.
  7. Non mi permetto di contraddirti in una cosa di cui sono molto ignorante, ma pare che uno Zaku rosa esista eccome. (un tutta onestà: nella prima parte facevo molto affidamento sulla mia memoria visiva di adolescente .....) Potrebbe non essere quello che cito, ma lo Zaku rosa nella serie esiste, Per quanto ovvio, non intendo incaponirmi sulla questione
  8. Beh, parlare del colore rosa in questo thread mi pare leggermente OT. Prima di fare un piccola annotazione, premetto che a me questo set è piaciuto molto, ed in particolare proprio l'astronauta con la tuta rosa. Ma non gli ho attribuito una forma di "distinzione sessista". Affatto. L'ho percepita come una simpatica variante. Nulla più. Ni ......... C'è un precedente che ricordo, non con estrema precisione, ma ricordo: Si tratta del Telefilm di animazione giapponese Gundam. Nella serie questo modello ( Zaku II) è differente dagli altri perchè colorato di rosa, e questa distinzione è fatta per volontà del pilota (maschio, accerrimo nemico del protagonista della serie Peter Ray) , per spiccare sul campo di battaglia. Una scelta che richiama molto le scelta di Manfred Von Richthofen di dipingere gli aerei da lui pilotati di rosso, al punto di essere noto come il "Barone Rosso". Scomodando poi la storia, ci sono veicoli militari mimetizzati in rosa per mimetizzarsi nel deserto. Famoso il fuoristrada rosa inglese della Range Rover in uso alle forze speciali operanti nel deserto che fu soprannominato appunto "Pink Panther". ( http://www.allisons.org/ll/4/LandRover/Military/Pink-Panther/ ). Però tornando ai nostri minifig. Devo convenire che a memoria l'altro astronauta rosa è nelle collezionabili, serie 6: E c'è una Minifig dove il colore rosa, è diciamo "canzonatorio": collezionabili Batman 1: Batman con il tutù, a mio modesto avviso, non ne esce molto bene .... . Di contro però trovo molto nel personaggio il suo avversario, che in rosa risulta molto chic: Molto bello ( e costoso perché comparso in un solo set ).
  9. Buongiorno @indomitonoioso, già che citi il fatto: un mio grande amico AFOL mi ha riferito che è possibile chiedere espressamente nel LEGO Shop i "pezzi avanzati", chiedendo così quanto non è più nella disponibilità del muro, ma è ancora in presente magazzino. Nel caso specifico: @AirMauro dovrebbe andare al bancone chiedere dei tile avanzati ed facendo così li otterrebbe? Grazie della risposta
  10. Il monòlito Ho voluto rappresentare IT Lug e i suoi 20 anni con un allegoria attraverso il più famoso monolito della storia. E' monumento celebrativo ma in questo caso rappresenta anche la trasmissione di conoscenza e dell'ingegno, il salto evolutivo, ma anche lo schermo nero su cui proiettare le nostre storie, le nostre vite esattamente come accade con il cinema, la tv, ma anche gli smartphone o il PC. La Moc ha due "facce" che rappresentano due fasi, divise da vent'anni. Nella prima faccia l'"Afol-scimmia" nel 1999, e nella seconda l'"Afol evoluto" ( e socio) nel 2019. Il Monolito rappresenta anche una sorta di Stargate ...... una porta verso sconosciuti orizzonti ...... AFOL La MOC si sviluppa su una baseplate 16 x 16 divisa appunto in due vignette. Numero di pezzi 300 circa Foto frontale Foto di tre quarti a sinistra Foto di tre quarti a destra Foto del retro Foto dall'alto
  11. Grazie a @indomitonoioso e a @Fabbbbbricks per le risposte. Rimane però il perché sia stato prodotto. E poi "commercializzato" in questo modo. Peraltro ha una bellissima araldica: diviso in quarti con i colori rosso e blu ( un inedito) riporta il leone del 1989 e due inedite chiavi incrociate. E' da circa 10 anni che non viene prodotto un set castle ( escludendo edizioni celebrative), ed è distante anni luce dalla grafica dei Nexo Knight ( che non riesco a definire Castle ..... neppure forzando la mia immaginazione). Chiedo ai più illuminati ed informati: la diffusione di questo scudo può lasciare presagire che si muova qualcosa sul versante Castle?
  12. Buonasera a tutti, chiedo scusa da subito se questa non è la sezione corretta, e se sia improprio o inopportuno qui porre domande. Errore da neofita nel caso. Pertanto se un moderatore sposta la questione in una sezione più adatta, ne ha tutte le ragioni. Vengo al punto: un paio di giorni fa in una chat viene pubblicata una foto con l'oggetto di una vendita: Tralasciando il pessimo gusto di chi ha costruito il minifig (abbinare Dark Red e Reddish Brown è perlomeno discutibile), quello che colpisce la mai attenzione è lo scudo. Mai visto prima. Così consulto BrickLink, giusto per scoprire che lo scudo è esiste ed è censito come 18836pb03 ( https://www.bricklink.com/v2/catalog/catalogitem.page?P=18836pb03#T=C ) Censito in data 19 giugno 2019. Giusto qualche giorno fa ...... A quanto viene detto lo scudo è reperibile nei LEGO Store, e una foto dovrebbe comprovare la veridicità della notizia: Quello che non comprendo, e di cui sarei felice di trovare qui una risposta, come è possibile che uno scudo MAI APPARSO in un set, si trovi in un LEGO Shop? Ammetto tutta la mia ignoranza, ma non riesco a darmi una spiegazione ........... Vitriol
  13. Complimenti a tutti, ma un super complimenti ai primi tre! Complimenti @trial72i, @Teazza e @vedosololeg0 ! Bravissimi. Beato te! Io sono in alto mare ...... : il tema è molto arduo per me che sono appena arrivato. Ma non temere: partecipo comunque!
  14. Buongiorno a tutti faccio solo un piccolo e modesto appunto, da ultimo arrivato. Per sgombrare il campo da ogni dubbio: non ho mai avuto Facebook e neppure mi interessa averlo. Per motivazioni personali. Quindi per esprimere un giudizio "completo" non sarei obiettivo, ma sicuramente di parte. Il mio percorso per iscriversi è passato prima per il forum. Mi sono iscritto al forum per "capire" IT LUG, per capire se c'era posto per me, se io ero adatto a IT LUG. E questo l'ho fatto attraverso la lettura del Forum, di quanto vi era espresso. Allora sono abbastanza in sintonia con quanto scritto da @Pix (magari in modo meno draconiano ..... ) perché anche se occorre "apertura" ritengo che non sia assolutamente necessario "piacere a tutti". Anzi ..... talvolta è anche interessante "non piacere a qualcuno". Secondo me il Forum può essere, come è stato per me, una piccola "palestra" per capire se c'era sintonia, se si poteva essere un intesa tra quello che penso io e quello che fa IT Lug. Stabilito questo mi sono iscritto appena possibile. La domanda, NON RETORICA, è possibile la stessa cosa in Facebook ? Vitriol
×
×
  • Crea nuovo...