Jump to content

Stefano_Berti

Utente ItLUG
  • Posts

    30
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Stefano_Berti last won the day on September 14

Stefano_Berti had the most liked content!

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. @Pix, scusa se ti rispondo solo adesso. in una cassettiera come quella puoi montare un P2LK posizionando la striscia LED verticalmente e magari utilizzare diversi colori per identificare lo scompartimento all'interno. Ad esempio in questo caso, con un solo kit P2LK riesci a cablare diverse cassettiere. Per quanto riguarda il canone. posso capire che sia fastidioso, ma è proprio grazie a questo che impedisci a un progetto di morire dopo alcuni anni. Se fai un servizio lifetime, devi essere sicuro che ogni mese entrino nuovi utenti che con il loro contributo "tengano in piedi la baracca" anche per gli utenti vecchi che non pagano. Il numero di nuovi utenti poi deve aumentare costantemente in quanto il numero complessivo degli utenti cresce e di conseguenza i costi di gestione. Quindi, se il numero di nuovi utenti si stabilizza o addirittura cala, esplode tutto. Con un canone (parliamo di un paio di caffè al mese o giù di li) ogni utente sostiene le risorse che usa. In questo caso quindi, anche se i nuovi utenti calano o addirittura non entrano nuovi clienti, il sistema rimane attivo in quanto finanziariamente sostenibile. Anche per il kit P2LK stiamo parlando di cifre, che se fra 5 o 6 anni si chiude, le strip LED te le sei ripagate ampiamente.
  2. @Pix il P2LK è un kit che ti permette di creare un P2LD per le cassettiere che non sono ancora supportate, oppure di applicare la strip LED nel fronte di cassettiere, librerie ecc. Con il P2LK forniamo anche i connettori per la strip LED (4 o 9 a seconda della lunghezza della strip) e i cavi per poterlo adattare ai casi più disparati. Quando applichi un P2LD a una cassettiera, si deve installare nel retro come "schiena" della cassettiera (qui sotto una Stanley 30 cassetti). Per "portare" la luce sul fronte della cassettiera devi posizionare all'interno del cassettino un sottile fondo in plexi trasparente (fornito nel P2LD) che permette di vedere il cassetto illuminato anche se pieno completamente. Nella foto qui sotto si intravede il plexi nei 4 cassetti visibili. Vista da dietro Vista frontale
  3. @Pix, si ci saranno due versioni disponibili: P2LD e P2LK. P2LD sono dei device plug&play che vanno installati nel retro di cassettiere che si trovano in commercio, al momento quelle per cui è disponibile un P2LD sono queste: Akro-Mils 10124 – 24 bins Akro-Mils 10144 – 44 bins Akro-Mils 10164 – 64 bins Stanley 1-93-978 – 9 bins Stanley 1-93-980 – 30 bins Stanley 1-93-981 – 39 bins Craftsman CMST40709 Large 9 Craftsman CMST40730 Small 30 Craftsman CMST40739 Large & Small 39 Uline H5579 – 44 bins Princess Auto 64-Drawer Parts Stalwart 75-ST6072 – 64 bins Aggiorniamo la lista di continuo in base alle segnalazioni della community, se hai delle cassettiere che non sono nella lista e vorresti un device puoi inviarci marca e modello a info@brightbin.io. Quando abbiamo abbastanza segnalazioni per una specifica cassettiera realizziamo un P2LD. P2LK è un kit che permette di utilizzare Brightbin in tutte le cassettiere che al momento non hanno un device dedicato e su tutti gli altri tipi di inventari come librerie, scaffalature, ecc... Con il kit P2LK forniremo le strip LED, il device per il controllo della strip via Wi-Fi e le istruzioni sia per cassettiere che per librerie, scaffalature.
  4. Lo so, però è l'unico modo per rendere sostenibile il progetto e garantire tutte le funzionalità del sistema, backup dei dati incluso. Si tratta comunque di una trentina di euro all'anno...
  5. Ciao @Pix si esatto è la tecnologia usata nel B2B portata nel B2C riducendo i costi. Ti rispondo alle domande 1) Stiamo raccogliendo dati dai contatti che abbiamo per capire chi è interessato solo al kit oppure all'acquisto della cassettiera con il kit. Al momento circa il 60% acquisterebbe anche la cassettiera. Fra quelli che hanno risposto solo kit stiamo chiedendo marca e modello delle cassettiere che hanno. Ti posso anticipare che sicuramente saranno supportate Stanley e Akro-Mils. Se volete contribuire al sondaggio, ci sarebbe molto utile, questo è il link: https://forms.gle/QyvuZCm2sW8Upq9B7 2) Si, la nostra idea è quella di permettere la personalizzazione del colore del LED per ogni cassettino, quindi se hai un cassettino con diversi scomparti, lo puoi programmare con un colore diverso per ogni scomparto. Es. rosso primo scomparto, verde secondo scomparto e così via. 3) Stiamo cercando di tenere un costo di 1 € a cassettino per le cassettiere piccole e un po' meno per le cassettiere grandi. Es Stanley 30 cassettini = 30€, Akro-Mils 64 cassettini = 50€. Questo è l'ordine di grandezza. Daremo anche la possibilità di realizzare in proprio il sistema pick to light fornendo la lista componenti, i disegni e le istruzioni per il montaggio, in questo modo anche chi ha una cassettiera non supportata può realizzarsela in autonomia. A questo va aggiunto un canone mensile per l'utilizzo della piattaforma del costo di un paio di caffè con sconto su canone di un anno.
  6. @Pixscusa se rispondo solo adesso ma non ho ricevuto la notifica via email. Grazie per avere postato qui il nostro nuovo progetto. Brightbin verrà lanciato su kickstarter a fine ottobre ed è un sistema completo per la gestione di inventari e collezioni (non solo LEGO). il sistema è composto da: Dashboard web Brightbin kit - sistema Pick to Light Scanner (stesso hardware di Instabrick) 1) DASHBOARD WEB La Dashboard avrà le seguenti funzionalità Pick to light Questa funzionalità permette di identificare in modo veloce l’ubicazione di uno o più item nell’inventario fisico dell’utente accendendo i LED corrispondenti alla posizione nel Drawer. L’utilizzo tipico è una ricerca nell’inventario utilizzando il campo di ricerca e/o i filtri e tramite un bottone nel menu dell’item accendere il LED corrispondente. Put to light Questa funzionalità è uguale al pick to light, solo che l’operazione che si svolge non è di prelievo ma utilizzata per rimettere nella giusta ubicazione un item/oggetto. in questo caso la ricerca può essere fatta anche attraverso la scansione di un item con lo “Scanner” (identificazione in stile Instabrick) Creazione picking list (funzionalità suggerita da te) Questa funzionalità permette all’utente di creare delle liste di prelievo. Si consiglia l’utilizzo di uno smartphone per la consultazione delle liste di prelievo che permette di recarsi fisicamente nella zona delle cassettiere e prelevare man mano gli item con LED acceso e procedere a quello successivo (con uno swipe sullo smartphone) fino al completamento della lista. Le liste possono essere eliminate, modificate, rinominate e salvate per un utilizzo successivo. Non c’è un limite al numero di liste che un utente può creare. Punto di riordino La funzionalità di punto di riordino permette all’utente per ogni item all’interno dell’inventario di attivare un alert quando la scorta scende sotto uno specifico quantitativo. Segnalazione ubicazioni vuote Permette con un semplice click sulla Dashboard di far “blinkare” tutte le ubicazioni vuote (bin) nei Drawer. Assegnazione ubicazione in automatico Questa funzionalità permette di assegnare in automatico una ubicazione libera ad un nuovo item inserito nell’inventario. Una volta inserito il nuovo item, il LED corrispondente all’ubicazione libera si illumina. Scansione QR code, Barcode e testo con OCR Dalla sezione Scan sia con PC che con dispositivi mobili si ha la possibilità di scansione QR code, barcode e testo presente negli oggetti per una ricerca veloce all’interno dell’inventario Identificazione oggetti (identificazione come Instabrick) Dalla sezione Scan, è possibile inserire un oggetto nello “Scanner”, scattare una foto e ottenere una lista di risultati ordinati per match. Questa funzione è utile per fare una ricerca veloce e ottenere le informazioni della presenza o meno nell’inventario, può essere utilizzata anche per rimettere a posto l’item nella giusta ubicazione. Questa funzionalità è attiva solo se si ha uno “Scanner”. 2) BRIGHTBIN KIT Permette di trasformare le cassettiere (drawer) esistenti in cassettiere smart. Il kit è composto da una "schiena" da inserire o posizionare nel retro delle cassettiere (l'installazione dipende dal modello di cassettiera) dotata di led in corrispondenza del cassettini. Ogni cassettino è dotato di un fondo in plexi che permette di guidare la luce sul fronte della cassettiara. Il kit è collegato alla dashboard attraverso una connessione Wi-Fi 3) SCANNER L'hardware è lo stesso di Instabrick Trovi maggiori info sulla nostra landing page: https://make-your-inventory-smart.brightbin.io/?page_id=517 ---------LEGO---------- Per chi già utilizza Instabrick, sarà sufficiente l'acquisto del Brightbin kit corrispondente al modello di cassettiera che si possiede. La Dashboard web da utilizzare sarà quella di Instabrick in quanto il Brightbin kit è compatibile con Instabrick. Così come lo Scanner. In pratica Brightbin e Instabrick saranno prodotti simili, Brightbin per collezioni di tutti i tipi e Instabrick specifico per LEGO. Abbiamo realizzato una pagina dove descriviamo l'utilizzo del Brightbin kit con Instabrick: https://make-your-inventory-smart.brightbin.io/?page_id=475 Se hai altre domande sono a disposizione.
  7. Ciao @Pix, grazie per il commento. Condividiamo in pieno. Sinceramente siamo rimasti un po' sorpresi dalla review, considerando le due precedenti fatte su un prototipo che funzionava decisamente peggio. La cosa che in particolare ci ha sorpreso di più è la lista di errori, inesattezze e omissioni che avrebbero potuto essere corretti semplicemente inviandoci una email per avere chiarimenti. Giusto per citarne alcune: La gestione dell'inventario che è il 50% del prodotto manca totalmente La fotocamera è effettivamente una 5MP, bastava scattare una foto e controllare la risoluzione. il DB che è visto come punto debole in realtà è il punto meno debole in quanto il suo unico problema è crescere. Visto che abbiamo raggiunto il 48% delle minifig e 38% dei brick (molti dei quali non saranno mai nel db perchè troppo grandi per stare nella box) in soli tre mesi con oltre un milione di foto lo vedo solo una quesione di qualche mese. il fatto che una scansione abbia richiesto 30 secondi è molto improbabile perchè il deep scan ha un timeout di 10 secondi (più il tempo di upload dell'immagine). Probabilmente aveva problemi di linea. Tutti i test cambiando l'altezza della box e sparando la luce della bicicletta sinceramente non ne capisco l'utilità se non quella di "provare" che l'hardware è inutile ... la solita storia della App che tutti sono convinti che sia facilissimo realizzare. Infine il tono della review ci è sembrato troppo di parte: "sono convinto che faccia schifo e critico tutto quello che posso" (la storia del quick vs. deep scan ad esempio. fa sorridere...)
  8. @Pix scrivi pure una email a support@instabrick.org oppure usa il form che trovi nella sezione help. Cosi teniamo traccia del problema. Grazie!!
  9. Esatto, come detto da @cipolo al momento non è disponibile, ma la implementeremo in uno degli update futuri.
  10. @Ceis prevediamo di aprire lo store a inizio dicembre, se vuoi rimanere aggiornato sulla data precisa, lascia la tua nel form che trovi su https://instabrick.org/store/ Stefano
  11. @indomitonoioso, tutte le Instabrick box per gli utenti italiani le abbiamo spedite la settimana scorsa, se entro lunedi non hai ricevuto ancora il pacco fammelo sapere che sento dal corriere per rintracciare la spedizione. Scrivimi pure a support@instabrick.org Grazie Stefano
  12. @cipolo esatto se hai domande e anche per la conferma dell'indirizzo puoi scrivere a info@getcoo.com. Le prime spedizioni saranno ovviamente riservate agli italiani.
  13. Ciao @Pix, abbiamo cominciato ad assemblare le Box e stiamo preparando tutto il materiale per e spedizioni, purtroppo il Covid ci ha rallentato molto soprattutto nella fornitura dei vari componenti. Se tutto va secondo i piani, le spedizioni cominceranno a fine luglio. Di seguito un po' di aggiornamenti su alcune funzionalità della piattaforma: Scan In questi screenshot si vede la scansione di una minifig e delle parti separate che la compongono. Ci sono due tipi di risultato: Verde = identificazione della parte o nel caso di minifig di una parte che la compone Giallo = risultati possibili ordinati per probabilità di match (ad esempio brick simili per forma e/o colore) Identificazione di una minifig Identificazione delle parti che compongono la minifig, in questo caso oltre al codice della parte si ottiene anche il codice della minifig a cui appartiene. Inventario Di seguito alcuni screenshot che mostrano l'inventario Gestione dell'inventario (classico) come lista L'inventario è strutturato a 3 livelli (come già spiegato da @GianCann) Inventory Drawer Container "Inventory" può contenere zero, uno, due o più "Drawer" "Drawer" può contentere zero, uno, due o più "Container" In ogni livello è possibile inserire dei brick con le relative quantità. In questo potete scegliere la modalità di utilizzo che preferite in base alle vostre esigenze: dalla più semplice: tutti i brick in "Inventory" alla più complessa su 3 livelli con i brick all'interno dei "Container". Lista dei "Drawer" Lo screenshot sotto è un "Drawer" con all'interno 3 "Container" e 9 brick Questo invece è un "Container" con all'interno 6 brick
  14. @AirMauro in realtà il prodotto è stato già presentato e lanciato sul mercato attraverso le campagne Kickstarter e Indiegogo. In queste campagne il prodotto è descritto in modo dettagliato (soprattutto la componente hardware) ed avevamo già anticipato tutte queste funzionalità che @GianCann ha riportato in modo dettagliato. Quando sei una startup e non una azienda consolidata, il lancio di un prodotto è molto diverso sia in termini di budget ma anche in termini di strategia. Per una azienda come LEGO, tenere nascosto fino all'ultimo il prodotto fino alla presentazione funziona perchè crea moltissimo hype in una platea di clienti "appassionati" enorme che non sta aspettando altro. Una startup come noi non può, ovviamente, avere un effetto di questo tipo in quanto non ha una fan base che sta aspettando il prodotto e non riusciremmo ad ottenerla neanche investendo molto in pubblicità. Una startup deve convertire dei potenziali clienti in clienti per poi creare la propria fan base. e una delle strategie più applicate è proprio quella di parlare molto e nel dettaglio del prodotto prima del lancio sul mercato. Kickstarter e Indiegogo sono strumenti che ti permettono di applicare questa strategia. Questo non vuol dire che sia la strategia giusta o quella migliore però ha dato i suoi frutti facendoci raccogliere i fondi necessari alla realizzazione del prodotto.
×
×
  • Create New...