Jump to content

Frank4bricks

Socio ItLUG
  • Content Count

    1,102
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    18

Frank4bricks last won the day on September 18

Frank4bricks had the most liked content!

1 Follower

About Frank4bricks

  • Rank
    Mastro Costruttore
  • Birthday 09/09/1971

Profilo personale

  • Nome
    Frangioja
  • Cognome
    Francesco
  • Città
    Assago
  • Provincia
    Milano
  • Regione
    Lombardia
  • Indirizzo email
    francesco.frangioja@gmail.com

AFOL Profile

  • Tagline
    Facilitatore
  • Set Preferito
    LEGO Technic 8421 (e da poco 42056 Porsche 911 GT3 RS)
  • Tema Preferito
    Technic, City, Creator, Racers, Mars Mission, Architecture
  • Temi Collezionati
    Technic, Architecture, Creator Expert
  • Costruttori AFOL preferiti
    RoscoPC, MrTekneex, Grohl, Crowkiller, Nkubate, KeepOnBricking, Firas
  • Designer LEGO preferiti
    Jamie
  • System o Technic?
    Technic
  • Stud o Tile?
    Stud
  • Slope o BURP?
    Slope

Web e Social Network

Recent Profile Visitors

1,344 profile views
  1. @AirMauro, considera la proporzione: sai quante "stilo" ci sono nel "pacco batterie" di una Tesla? I problemi della auto elettriche sono di molto maggiori di quelli delle auto "termiche": - i componenti per costruire le auto vengono prodotti all'interno di distretti geograficamente circoscritti (distretto Porsche, distretto VW, distretto Mercedes etc), mentre quelli per assemblare le auto elettriche provengono da varie parti del mondo e trasportati via nave (vai a vedere consumi e produzioni CO2 di una portacontainer) - le batterie delle auto elettriche "cubano" quanto a smaltimento, in quantità decisamente maggiore rispetto a cellulari e tablet, vanno prima disassemblate (sono composte da migliaia di "stilo") e poi smaltite... idem dicasi, tra l'altro, per pannelli solari e fotovoltaici - i primi 35-40 mila km di percorrenza, l'auto elettrica li "investe" per andare a pari con il CO2 prodotto per costruirla, quindi... Oltre a tutto questo, occorre pensare alla corrente necessaria per ricaricare le auto elettriche. La nostra corrente è green per il 25%. Negli altri Paesi non va molto meglio. Il grosso della corrente arriva da combustione di materie prime fossili (gas, carbone, petrolio) o nucleare (che qualche problemino di smaltimento lo da). Ha senso spostare il parco macchine da termico a elettrico in queste condizioni?
  2. Beh dai, mi sembra che di dettagli ce ne siano...
  3. In arrivo anche la seconda serie dalla terra dei canguri
  4. Senza dimenticare i costi in termini di impatto ambientale dell'estrazione dei materiali con cui le batterie si fabbricano. Senza dimenticare che per costruire un'auto elettrica i "pezzi" non arrivano dal distretto (vedi FIAT-indotto) del produttore ma da mezzo mondo (tipicamente far east) via mare, con navi porta-container che quanto a inquinamento levati (vedi le Maersk Triple-E). Senza dimenticare che "spingere" per una migrazione ad auto elettriche in nazioni (USA, noi) dove il 70-80% della corrente arriva da idrocarburi o nucleare (noi ad esempio abbiamo energia da rinnovabili che arriva a malapena al 25% del totale consumato) è come scopare il pavimento e mettere il raccolto sotto al divano, per non parlare del costo (con il costo di un'auto elettrica ti compri una termica di una o due fasce superiori). Bisogna sempre usare il grano salis in tutte le cose. Occorre diminuire il consumo di plastica (ad esempio ottimizzando e minimizzando i packaging, soprattutto del comparto alimentare), non spostare il consumo su altri materiali. Appunto. FSC "è meraviglioso" ma la carta FSC e la carta riciclata costano molto più di quella non FSC, ergo chi deve tenere d'occhio i costi andrà ad usare quella "normale" (provate ad entrare in una libreria fisica e a controllare dove vengono stampati una moltitudine di libri... vi do un indizio... è una nazione dove ci sono molti clonatori di mattoncini... e dubito che utilizzino carta FSC). Quando ci saranno da smaltire kmq di pannelli solari/fotovoltaici ci sarà da ridere... provate a googlare quanta corrente serve per smaltire i metalli con i quali vengono realizzati i pannelli...
  5. Triste per te...è una cosa molto soggettiva. Triste in che senso? Ha notizie di prima mano, tutte di provenienza TLG inside. Se TLG non sa tenere la bocca chiusa, loro fanno il proprio interesse e ne approfittano. Questo è un problema, è non capisco il perché dopo anni e anni e anni, non abbiano portato in casa "lo stampaggio". Infatti è strano. Capisco terzializzare in una prima fase, ma essendo di fatto un prodotto standard (set City, set Modulari), fa strano davvero. Oppure è tutto fatto per prepararci ad un set UCS o ad un intero tema dedicato ad Automan, che con la sua Lamborghini Countach mascherata da auto digitale era famoso per le curve a 90 gradi!
  6. Concordo sul discorso carta vs plastica. Tutto bello l'FSC come tutto bello il "circuito" della canna da zucchero tracciata ed etico per fare il polietilene. C'è solo un piccolo di dettaglio, così piccolo che è di quelli che si potrebbe definire il tipico granello di sabbia che "grippa" il più sofisticato dei meccanismi. La plastica è riciclabile N volte, la carta no. La plastica, una volta prodotta, può andare avanti per molto tempo ad essere riciclata, per la carta invece tocca aspettare che gli alberi crescano (hai voglia a dire "se abbatti un albero, un altro deve prendere il suo posto"... ma quello che pianti sarà "cucciolo", e prima di poter diventare a propria volta una risma di carta o una scatola di cartone, ce ne passa). Il problema della plastica quindi, non è intrinseco al/del materiale, bensì dipende dall'utilizzatore. Se tutta la plastica prodotta venisse riciclata e trattata correttamente, il problema della plastica non sussisterebbe. La plastica è un problema perché solo una minima parte segue un iter "green". Il resto perché chi la smaltisce "ci mangia" sopra perché chi la usa la lascia in spiaggia o nei boschi dove la usa perché ci sono paesi "del terzo mondo" che di riciclaggio, differenziata e smaltimento non conoscono nemmeno il concetto (sono così impegnati a mettere insieme l'unico pasto della giornata che di smaltire e riciclare i rifiuti non ci pensano nemmeno) finisce nei fiumi, e dai fiumi nei mari. Seguendo il ragionamento di @Pix, non vorrei che questa corsa green al passare da plastica a carta producesse un effetto boomerang (meno plastica al costo di meno foreste)
  7. Le snickers Adidas A-ZX sono assolutamente ed esclusivamente per adulti. Per i capi LEVI's non vi sono indicazioni che siano (solo) per bambini, anzi.
  8. https://www.LEGO.com/it-it/aboutus/news/2020/september/levis
  9. Mi sto gustando "Cobra Kai" come poche serie... quindi unico set interessante per me il Bonsai (insieme alla "tartaruga" di Terry Pratchett, altro autore che adoro). Se passa l'ennesimo set cinematgrafico (Community), giuro che vomito!
  10. Su https://www.highsnobiety.com/tag/adidas-a-zx/ c'è il calendario dei lanci: "L" come LEGO? Magari 21 lancio, 25 puoi comprare
×
×
  • Create New...