Jump to content

GianCann

Socio ItLUG
  • Contenuti

    5756
  • Registrato il

  • Ultima visita

  • Vittorie

    496

Tutto il contenuto inserito da GianCann

  1. GianCann

    La fuga...

    Sia per una questione di solidità, sia per dare più "corpo" alla scena, sia per poter sfruttare alcuni buchi (tra i brick) ed ottenere un effetto di rilievo più accentuato. Quando e arrivato io momento di smontarlo, ho fatto una foto senza gli alberi: Poi è arrivato @Fabbbbbricks a darmi una mano a togliere la vegetazione... strofinando tra loro le baseplate!
  2. È storia Da genitore, posso confermarti che sono molte le "costrizioni" che si "impongono" ai figli, per il loro bene. Ad esempio, quella di fargli praticare uno sport... Comunque, lo scopo di TLG non è certo quello di scovare nuovi geni alla "Leonardo" ma fornire (tramite il gioco) un approccio creativo alla soluzione di un problema. Non ricordo dove l'ho letto (proprio in questi giorni) il risultato di uno studio che dove si afferma che la maggioranza dei bambini che nascono oggi, tra 30-40 anni svolgerà un lavoro che oggi neanche esiste. Che poi, è quello che è già successo per le precedenti generazioni: chi mai, negli anni 50/60, pensava che oggi potessero esistere lavori come il webmaster, l'influencer, il facilitatore, il wedding planner e 1000mila altri lavori moderni. Ecco, probabilmente l'intento di LEGO è semplicemente quello di stimolare, tramite il gioco dei mattoncini LEGO (inclusa tutta la parte di robotica/programmazione) ad avere un approccio creativo alle situazioni che si presenteranno in futuro, ai bambini di oggi.
  3. Sicuro non si possa far nulla? In ufficio ho degli strumenti di recupero fenomenali, per casi come questo.
  4. @AirMauro, assumiti le tue responsabilità...
  5. Bene, l'ho letta anch'io (Nota a margine: digli al webmaster di BrianzaLUG che gli url con gli ID sono inguardabili... esistevano i friendly url già nell'era giurassica ) Io sono dell'idea che ognuno di noi sia creativo "a modo suo". Chi nella grafica, chi nella musica, chi nel trovare soluzioni, chi nell'inventare un nuovo oggetto, chi nella politica, chi (persino) nel rompere le scatole al prossimo. Ognuno di noi nasce con una vena creativa... magari senza saperlo e senza mai svilupparla. L'idea di coltivare la creatività, ovvero di stimolarla, è quindi a una buona cosa... soprattutto oggi, in un mondo dove i bambini vengono "lobotomizzati" dai dispositivi elettronici e dalla TV. Forse, se proprio vogliamo essere pignoli, il termine stimolare è più appropriato del termine coltivare. Secondo lo zio (musicista, insegnante), il bambino Giacomo Puccini NON AVEVA talento per la musica. La madre decise comunque di iscriverlo all'istituto musicale di Lucca, per stimolare la sua (dormiente) "creatività". Puccini divenne uno dei più grandi compositori di opere della storia musicale mondiale. Lo sarebbe comunque diventato se non vi fosse stato uno stimolo da bambino? Chissà... Senza scomodare nomi illustri, anch'io mi ritengo un "creativo" (nello scrivere software, ad esempio). C'è chi è creativo nello scrivere un racconto, chi lo è nello scrivere una canzone (a proposito, ma la canzone AFOL di @Shintaku che fine ha fatto?), chi nel combinare/incastrare pezzi di ABS prodotti a Billund generando forme, scenari, automezzi, astronavi e qualsiasi cosa possa passar per la mente. Pertanto, seppur questa campagna di marketing sia (a prescindere) anche un'operazione commerciale, ritengo che possa avere degli effetti positivi sulla futura generazione. Sarà ovviamente impossibile misurare l'effetto che questo impegno di LEGO potrà avere sul futuro, ma è già un bene che oggi questo impegno ci sia, ed auspico che venga mantenuto nel tempo...
  6. A casa abbiamo già un ferro da stiro... ce ne basta uno
  7. GianCann

    La fuga...

    Oggi è arrivato anche lui a dar man forte ai T-Rex
  8. GianCann

    La fuga...

    Ebbene sì, ogni tanto costruisco qualcosa anch'io Nulla di ché, sia chiaro.... Questa volta ho realizzato un piccolo scenario (3x2 baseplate 32x32) che ho intitolato "La fuga". Ho ripreso un'idea che già avevo abbozzato nel diorama City comunitario realizzato a Lucca Comics 2015: una scenetta dove un T-Rex correva dietro ad alcune "minifigure pollo". Questa volta ho provato a creare un'ambientazione selvaggia, ricca di vegetazione, nel quale contestualizzare gli attori di questa scenetta. Per essere una cosa che m'è venuta in mente di realizzare soloo ieri sera, sono abbastanza soddisfatto del risultato finale Oggi e domani, infatti, io ed altri AFOL toscani siamo al TuscanyHall, per il Festival del Buon Sollazzo (evento dedicato ai giochi in legno) con lo scopo di promuovere BiFF2019. Per l'occasione, quindi, ho voluto creare (all'ultimo minuto) qualcosa di nuovo e questo è ciò che ne è uscito fuori: Ho fatto diverse foto, che trovate qui, più che altro per capire la resa della vegetazione e per fare qualche scatto "carino". Gli alberi, chiaramente, li avevo già pronti da tempo... si è trattato solo di realizzare il sentiero (con plate e wedge plate reddish brown/dark tan) e fare la vegetazione del "sottobosco". Quest'ultima l'ho fatta proprio stamani, sul tavolo espositivo A fine di questa micro-esposizione smonterò il tutto e, forse, la costruirò da zero con qualche novità per BiFF2019. Sicuramente, se dovessi decidere di rifarla, rialzerò tutto di un brick.
  9. In effetti, @Jack75, è la prima cosa che gli chiesi anch'io, quando ci sentimmo la prima volta e mi illustrarono il progetto. Il tutto è da spiegarsi nella necessità di avere sempre la stessa distanza tra oggetto e telecamera, e le stesse condizioni di luce. Oltre, ovviamente, alla risoluzione di acquisizione. Avendo questi parametri "fissi", il riconoscimento è ovviamente più semplice...
  10. Cattedrale di Santa Maria del Fiore (Firenze) by Rocco Buttliere P.S. Rocco verrà appositamente da Chicago per esporre l'opera a BiFF2019
  11. Lo schema che tu hai pubblicato qui nelle passate settimane rappresenta il fatto che l'acronimo AFOL racchiude diversi punti di vista. Per quanto mi riguarda, mi sono chiesto più volte il motivo per il quale LEGO non produca lei stessa determinati pezzi. Altri AFOL non se lo chiedono, e se li stampano direttamente pur di raggiungere un determinato risultato che, altrimenti, non potrebbe essere raggiunto diversamente. Alla fine, non me la sento di giudicarli...
  12. Beh, tolte le sagre e pochi altri eventi, tutti gli eventi seri (organizzati come veri e propri eventi e non come semplici convention di fan aperte al pubblico) hanno un biglietto a pagamento: BrickLive, BrickWorld, BrickFair, BrikMania (senza la 'c'), I Love LEGO (con la collaborazione di RomaBrick).
  13. Riprendo questo post di @cvianini perché ho appena visto queste foto in un gruppo Facebook dedicato ai treni LEGO. La stampa 3D, negli ultimi 5 anni, ha fatto dei passi da gigante: con meno di 200 euro puoi aver in casa una stampante 3D con la quale stampare oggetti di discreta qualità. In questo caso, è stata disegnata e stampata un'estensione per la rampa di salita della monorotaia. Devo comunque ricredermi: quando si iniziò a parlare di stampa 3D, qui sul forum (ci sono sicuramente altre discussioni sul tema) mai avrei pensato che prendesse veramente piede nel nostro settore. Ovviamente la stampa di pezzi "custom" è tuttora molto, ma molto marginale, e quasi esclusivamente ristretta al mondo "LEGO-Train" (vedi le aziende citate da @cvianini) ma nel futuro, chissà... Se pensiamo che anche TLG stessa ha usato un pezzo stampanto in 3D, per uno dei suoi set super-esclusivi... @Pix, aspetto sempre di vedere qualcosa realizzato con la stampante industriale/professionale che hai te
  14. I manifesti sono stati ufficialmente resi pubblici da inizio settembre ed oggi, per la prima volta, appaiono anche sulla carta stampata. È di stamani, infatti, la prima apparizione sul giornale "La Nazione - QN", il quotidiano più diffuso in Toscana. La promozione rientra nel piano pubblicitario del teatro "TuscanyHall", che si ripete due volte a settimana su questa testata. In realtà già dall'inizio di aprile circola un flyer che promuove BiFF (da un lato) e il 'Festival del Buon Sollazzo' (dall'altro), altro evento ludico organizzato presso il TuscanyHall da un associazione dedida ai giochi in legno. La prima distribuzione è avvenuta in occasione del 'Play' di Modena ed è poi proseguita in vari eventi che si sono svolti in Toscana, ma non solo... Ecco qui un promoter d'eccezione ( @Lollo), in un evento veneto svoltosi lo scorso weekend
  15. Il lingotto, ora anche in tan (dal set 10267)
  16. La casa di marzapane, nuovo set (10267) della serie "Winter Village"
  17. La qualità delle CMF è sempre stata oggetto di osservazioni critiche da parte di molti AFOL attenti ai minimi particolari: precisione delle stampe, clutch power, flessibilità degli hips... Non ho ancora sottomano la serie 19, ed è passato troppo tempo dall'apertura della Disney 2 per ricordare un odore strano. Ritengo comunque che possa essere riconducibile al foglio illustrativo. Per quanto mi riguarda, ho deciso di fermarmi ad acquistare le CMF con la serie 20. Un po' perché mi hanno stufato, un po' perché non sono soddisfatto del prodotto, un po' perché le ritengo troppo care, un po' per... "protesta".
  18. Sono uno di questi. Il rapporto prezzo/qualità/funzionalità è ottimo. Si riesce a vedere/accedere facilmente in fondo al cassetto facilmente. Onestamente, una cassettiera più economica, e immagino più leggera, dubito che possa essere sufficientemente robusta. Già la MALM è quasi al limite...
  19. Presentato ufficialmente (180 euro): Introducing Land Rover Defender
  20. Il problema, dopo che @Laz lo ha segnalato al supporto tecnico di Netsons, sembrerebbe essere stato definivamente risolto.
  21. È ora possibile acquistare anche il box intero... (uno, al massimo)
  22. GianCann

    Luca Di Lazzaro

    Poco fa (oltre alla conferma dell'avvenuta ricezione della donazione), ho ricevuto questo messaggio dalla famiglia di Luca, con preghiera di renderlo pubblico alla community AFOL.
  23. Guarda anche questo progetto (e gli approfondimenti 1 e 2 e, soprattutto, le considerazioni finali). Tieni conto che, per avere delle performance migliori (ovvero, aumentare la velocità di riconoscimento ottico), ha utilizzato la GPU di una GeForce 1080Ti (nulla di ché... una scheda video che Amazon Warehouse vende a soli 850 euro). E' questo il punto che giustifica l'uso di un sistema SaaS. Capisco il tuo punto di vista. D'altra parte è tutto molto soggettivo e dipende dal tipo di utilizzo/necessità del singolo AFOL. E' un po' come il discorso del tavolo o dei mobili per stoccare il materiale LEGO.
  24. Vi annunciamo il primo workshop che si svolgerà durante la prossima edizione di BiFF! Gli sviluppatori di PIQABRICK, la piattaforma di riconoscimento ottico (che prossimamente sarà lanciata su Kickstarter) saranno presenti durante la manifestazione per far provare dal vivo le potenzialità del loro sistema. In entrambi le giornate sarà svolto anche un workshop (riservato a espositori e soci ItLUG) durante il quale verranno illustrate le tecnologie utilizzate, i principi le modalità di funzionamento e il planning dei futuri sviluppi di questo strumento. Gli orari del workshop saranno disponibili da metà ottobre.
×
×
  • Crea nuovo...