Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'space'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Informazioni, Tecnica e Set
    • Novità, Notizie e Anticipazioni
    • Area Generale
    • Area Tecnica
    • Set
    • Le nostre collezioni
  • MOC: Le costruzioni originali
    • Le nostre MOC
    • I nostri diorami comunitari
    • Le MOC dal web
    • GBC – Great Ball Contraption
  • Contest e attività online
    • ItLUG LEG GODT Award
    • ItLUG LEG GODT Side Contest
    • Altri Contest
  • Events and Meetings
    • Eventi
    • Meetings
  • Associazione
    • Bacheca Ambassador
    • Bacheca Associazione
  • Area Generica
    • Help desk
    • Presentazioni
    • Bar di ItLUG
    • Mercatino

Product Groups

  • Abbigliamento
  • Associazione

Calendars

  • Events
  • Appuntamenti sociali
  • Contest

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Nome


Cognome


Città


Provincia


Regione


Indirizzo email


Contatto


Su di me


System o Technic?


Stud o Tile?


Slope o BURP?


ID LEGO Tower

Found 17 results

  1. La produzione di set LEGO nel 1994 arrivò a ben 155 differenti set, inclusi i DUPLO, insomma siamo ben lontani dagli 800 e passa per anno degli anni recenti. La flessione di interesse rispetto all'età dell'oro (la prima iniziata nel 1978) si avverte, e sfogliando il catalogo del 1994 si ha la netta sensazione che i designer invece che spingersi in avanti, stavano cercando la formula per risalire andando a reinterpretare temi che erano già stati esplorati nel decennio precedente. Il set più importante dell'anno è indubbiamente il 6991 Monorail Transport Base. Il set è ambizioso, la scatola imponente per i tempi, vede un'evoluzione del 6990 Futuron del 1987: Rispetto a questo set abbiamo due scambi in più e un'idea di base più complessa: Il set andò così male da far abbandonare la produzione della monorotaia. Accusata ingiustamente di essere la causa della non vendita. In realtà due fattori contribuirono a lasciare questo set invenduto nei negozi (ancora nel primi 2000 a distanza di 8/10 anni era facile trovarlo): il costo. Il prezzo era davvero importante, e non vi era la predisposizione odierna dei genitori verso set così costosi. (in Italia era spesso venduto a più di 200.000£.) I colori e il design. Se guardate la differenza tra Futuron e UNITRON soltanto l'armonia più marcata dei colori rendono più bella la 6990 rispetto la 6991 pur se più semplice. Inoltre ul design complessivo UniTRON anche come sistema non riscosse grandi successo neanche nel resto dei set che componevano la linea. La storia dimostrerà poi che la monorotaia sarà poi assai ambita per layout cittadini o spaziali, il problema non era quindi il binario a cremagliera che aveva si limitazioni nel controllo della motrice, ma di per sé non era la causa dello scarso divertimento che dava questo set. E si che l'idea del trasporto che da monorotaia poteva passare a su gomma: Indubbiamente si prestava a una giocabilità che credo avesse reso particolarmente entusiasti i designer allora. Daltrocanto i colori, le uniformi e così via erano assai poco attraenti nel complesso. La sensazione di trovarsi davanti a una moc anziché a un set ben amalgamato era assai forte. Nel mercato secondario questo fu un set a lungo snobbato, e solvato il mercato amaricano, per primo cominciò a ricercarlo con insistenza. Dapprima la scatola veniva semplicemente saccheggiata per rifornire monorotaie cittadine, FUTURON o classic space. Dopo il 2004 invece sempre con più insistenza divenne un set collezionato sia come MISB che MIB per se stesso. In rapporto al costo originale del set, sebbene oggi per trovarlo MISB occorra spendere più di 1000 euro, la sua curva di interesse dimostra che non ci troviamo a un set per cui chiunque farebbe una follia. Anzi vista la facilità e semplicità con cui si può trovare un buon usato anche sotto i 300 euro (se si ha pazienza) si può quasi dire che fondamentalmente lo si andrà a pagare per ciò che costava come potere d'acquisto quando fu messo in vendita nel 1994. La scatola contiene 4 minifigs: Curiosamente questi minifigs che hai tempi non furono molto apprezzati sono oggi assai ricercati (forse per completare vecchi set, forse no) e sono piuttosto quotati rispetto a minifigs di altri temi più collezionati. Nuovi è difficile trovarli sotto i 10 euro. Il giudizio su questa scatola, che rappresenta una svolta importante nella produzione LEGO e nel cuore degli AFOLS (niente più monorotaia NOOOO!!!) è assai difficile. Per l'importanza storica sarebbe un set MUST HAVE, per quello che poi finisce per essere (parti di ricambio per altre monorotaie) è un set per costruttori. Di per sé come scatola a se stessa...beh se vi manca non disperatevi, ce ne sono 1000 altre che non potete fare a meno di avere... Oggettivamente penso che questo set meriti: RARITA' 7 SOGGETTO 10 SVOLGIMENTO (set) 5 PACKAGING 7 INDICE DI COLLEZIONABILITA' 29 E voi che ne pensate?
  2. Quando le cose vanno male, perchè non riproporre lo spazio? SI MA FALLO BENE!!! Nel 1995 in LEGO forse si comprendeva che di li a poco si sarebbe potuti finire con i libri in tribunale...e allora percentuale non riprendere il filo con temi come quello spaziale, che avevano segnato la prima età dell'oro per LEGO? Vi ricordate questa: Spaziale vero? Ecco quindi cosa devono aver pensato ai piani alti di BILLUND: RIFACCIAMOLA! Il risultato: Lascio a voi ogni commento..... Fu rilasciata sono negli USA, e il suo successo ne impedì la diffusione a livello mondiale..... Perchè quindi parlarne visto che gli AFOLS la snobbarono ed evitarono come la peste? Beh, perchè come altri set snobbati e vezzeggiati all'uscita, una volta esaurito il prodotto nei negozi, iniziò, lentamente ma molto lentamente, a crearsi una spirale collezionista folle su questo oggetto. La mia spiegazione è che i collezionisti che terminavano le proprie collezioni di di temi space più nobili (es. classic space) poi non sapendo più cosa collezionare, vuoi per gioco, vuoi per passatempo, cominciarono ad aggiungere alla collezione altri temi, infoiandosi, e una volta dentro, incapaci di rendersi conto per cosa si battevano, hanno iniziato a scannarsi come pazzi per questa scatola: Oggi una scatola da 3 minifigs del genere, ha un valore usata sopra i 100 euro! E nuova, beh lasciamo perdere...per le poche disponibili siamo sopra i 500 euro, ma c'è chi ne chiede 800. A mio parere le quotazioni del MISB rimangono da considerarsi non attendibili, perchè se è vero che vi sono molti collezionisti alla ricerca di questa scatola, è anche vero che da anni, su ebay non vi è un'asta libera, che determini il vero prezzo reale a cui un collezionista sarebbe disposto ad arrivare. Da anni su bricklink ed ebay c'è solo chi fa vetrina di questo set mettendolo a cifre folli, e confidando nella sua rarità. Detto ciò rimane il fatto, che la scatola in sé stessa è rara, e di per sé abbia un valore notevole dovuto a ciò anche se inferiore a chi fa vetrina oggi. Oggettivamente penso che questo set meriti: RARITA' 9 SOGGETTO 7 SVOLGIMENTO (set) 1 PACKAGING 5 . INDICE DI COLLEZIONABILITA' 22 E voi che ne pensate?
  3. Due minifig vere nello spazio? ora sarà possibile! A STEAM Exploration Series In collaboration with NASA and the Artemis I Mission Taking STEAM Learning to new heights! LEGO® Education is teaming up with NASA and the Artemis I team to bring students and teachers an out-of-this-world STEAM learning series. Build to Launch is an exploration of the technology, STEAM concepts and careers behind the Artemis I mission to the Moon. Join the all new LEGO® Space Team and their Artemis I team counterparts for a 10-week interactive digital learning adventure. Each episode students will find themselves in the shoes of NASA engineers, scientists, and of course astronauts. Through open ended lessons students will get hands-on and solve similar problems the Artemis I team faces as they build towards launch.
  4. Altro che Capricorn One! LEGO non è mai stata sulla LUNA. E non ha mai raggiunto manco l'orbita terrestre! Un accurato studio scientifico dimostra che siamo stati tutti vittime di un complotto, e che ci sono stati venduti set che erano dei fakes! Il set 60228 è assolutamente incapace di raggiungere l'orbita come dimostra questo studio: https://h313.info/blog/aerospace/2020/05/09/an-analysis-of-the-LEGO-city-deep-space-rocket.html Ciro la conclusione dello studio: That’s not high enough for even LEO, which requires about 9.4 km/s, though it would definitely break the Karman line. This raises troubling questions for LEGO City leadership. Why does the set include a rover and a grappling arm, if it will never reach the moon? What’s the satellite used for if it doesn’t have the delta-v to reach even low-earth orbit? LEGO, we need answers! Dobbiamo subito aprire una class action, e denunciare subito allo shop@home il problema! Se non arriva neanche in orbita, il prodotto non mantiene le caratteristiche promesse Salvate questo post prima che i poteri forti lo cancellino! La verità non ce la dicono! Siamo stati tutti vittime di una messa in scena. #complotto #noncelodicono #nonsiamomaistatisullaluna #rettilianidanesi #massonerialunare
  5. Mn Cat | S-Class Armoured Rover Oggi vi presento il mio ultimo lavoro: si tratta di un piccolo Rover lunare in livrea Classic Space. Usato come laboratorio mobile sui satelliti, principalmente sulla Luna, dispone anche di un piccolo cannone doppio sulla parte superiore. E' chiamato Gatto della Luna per via delle piccole dimensioni e la capacità di spostarsi agilmente.Il dettaglio che mi piace di più è l'uso della stampella come para-faro anteriore. Se non sbaglio si tratta di NPU (New Part Usage). L'ho costruito più di un anno fa ma solo recentemente l'ho fotografato a dovere. Il design riprende quello dei miei ultimi TANK "space", soprattutto quello del B-59 Blacktron Tank e dell'Ice Planet 2002 Mobile Research Laboratory, ma con dimensioni più piccole. Ecco qualche foto Spero vi piaccia Un caro saluto e alla prossima MOC!
  6. KEEP IT COOL: ICE PLANET IS BACK! Con un po' di ritardo presento sul forum il mio veicolo blindato per ricerche non meglio specificate in livrea ICE PLANET.ICE PLANET 2002 era una sub-serie spaziale lanciata da LEGO nel 1993 e si affiancava ad altre serie come i Blacktron e Space Police. I set della serie erano contraddistinti da una combinazione cromatica accattivante e da Minifig altrettanto belle. Il veicolo, denominato Mobile Research Laboratory non dispone di armi in quanto utilizzato solo per ricerche scientifiche sul campo. Ecco qualche foto: Retro del blindato con ingresso Sotto gli interni con equipaggiamenti rigorosamente retro-tech Il Mobile Laboratory si unisce agli altri veicoli blindati che ho costruito negli ultimi anni, nel dettaglio: 1) Space Tank in livrea Classic Space; 2) White Tiger Futuron Tank; 3) UFO Shado Mobile Evo; 4) B-59 Blacktron APC. Spero vi piaccia! Un caro saluto e alla prossima MOC!
  7. Blacktron is back! Ciao a tutti, oggi vi presento il mio ultimo lavoro, il B-59, questo il nome della mia ultima MOC che è un cosiddetto APC (Armoured Personell Carrier) il cui design è ispirato all’U-59, il veicolo blindato utilizzato nella serie televisiva Joe90, trasmessa in Inghilterra alla fine degli anni sessanta. Il B-59, dove la B sta per Blacktron, riprende la forma dell’U-59 ma presenta molti tratti nuovi e distintivi rispetto all’antenato, nonché la colorazione nera tipica dei Blacktron. Lo stile è volutamente retro-space. Il B-59 presenta anche un dettagliato interno: basta sollevare il top composto da due parti e si trovano in bella vista attrezzature ed equipaggiamenti retro-tech nonché un’unità di Blacktron armata fino ai denti seduta su una fila di seggiolini. Video di presentazione del B-59 Oltre alle solite fotografie della MOC questa volta ho voluto realizzare un video di presentazione originale e fuori dagli schemi.Il B-59 si prestava bene per un video emozionale che rispecchiasse le caratteristiche stesse del modello: atmosfere cupe, ambientazione post-apocalittica e giochi di luce e controluce. Per realizzarlo ho chiesto aiuto ad un caro amico, Mauro Zambetta che è un filmmaker professionista. Spero vi piaccia! Un caro saluto e alla prossima MOC!
  8. Prima MOC dell'anno, una piccola astronave in stile neo-classic che va ad aggiungersi alla mia collezione
  9. LittleLords

    ISS

    Ciao, vi presento la mia MOC: la ISS, la Stazione Spaziale Internazionale. Vi posto direttamente il link alla pagina FB in cui mostro le varie fasi di costruzione: https://www.facebook.com/legoiss/ Lo scorso week-end l'ho esposta a Montegrotto (evento del CLV), e ho raccolto diversi suggerimenti e idee di miglioramenti... quindi è possibile che a Borgobrick (a cui sono già iscritto) arrivi con una versione 2. Ciao!!! LittleLords
  10. Ciao a tutti. Vi presento la mia ultima creazione, in ordine di tempo, che comunque credo avrete già visto dalle foto durante l'allestimento alla LEGO House. L'ho chiamata Space Explorer, ma sicuramente avrei potuto fare di meglio. E' nata per creare un'ambientazione per la minifig della serie collezionabile, a mio parere la minifig più bella di sempre creata da LEGO. L'ho costruita in due mattine, circa sei ore, cercando di utilizzare per la maggior parte pezzi provenienti da buste di BrickBox e pezzi "inutili" da vari part-out fatti nel corso degli anni. Non era previsto che portassi questa costruzione alla LEGO House, anche perchè l'ho fatta giusto qualche giorno prima della partenza, e non ero affatto sicuro che avrei potuto esporla. Stavo allestendo la mia vetrina quando ho chiesto a @Laz di tradurre per me "Adesso ne ho una che non avete mai visto (rivolgendomi a Jan Beyer e Stuart Harris che mi stavano osservando), se però non vi piace la riporto a casa". Ho aperto la scatola, hanno visto il contenuto e mi hanno detto di metterla assolutamente, davanti alle altre, sono rimasti colpiti. E' assurdo che proprio l'ultima, quella fatta di fretta e con pezzi di "scarto" sia proprio quella che è piaciuta di più. Potete trovare altre foto sulla mia pagina Flickr https://www.flickr.com/photos/vedosololego/ Spero vi piaccia. Ciao e alla prossima, Cristiano
  11. Ciao a tutti. E' passato più di un mese da quando sono tornato da quella che è stata la mia trasferta LEGO più grande, bella ed emozionante: LEGO House e Skaerbaek 2017. E' stata una trasferta molto lunga, e durante il viaggio io e @Laz abbiamo avuto modo di parlare delle cose più disparate. Una di queste è che, tornato a casa, avrei finalmente iniziato a sistemare la mia LEGO room e fino a quando non ci fossi riuscito non avrei più costruito nulla... Non ce l'ho fatta. E' più forte di me. Ogni volta che mi ritrovo un pezzo in mano mi viene voglia di costruire. Lasciate quindi che vi presenti la mia nuova moc che è anche il mio nuovo progetto LEGO Ideas (non ho resistito nemmeno a questo): L'idea mi è venuta mentre sistemavo una minifig Classic Space. Ho pensato: quasi quarant'anni che viaggiano nello spazio, come avrà fatto a non invecchiare e a non impazzire di noia? Allora mi sono immaginato lui insieme ai suoi compagni di viaggio da quasi quarant'anni a costruire ed a giocare con una base spaziale fatta proprio di LEGO. Forse è proprio vero che questo gioco fa restare giovani. Secondo me potrebbe stare bene su una mensola o su una scrivania, ma anche (in uno spazio contenuto) farvi tornare bambini giocandoci un po’, oppure modificandolo ricreando la base che avreste sempre sognato costruire da bambini. L'occasione del 40° anniversario potrebbe essere quella buona per vedere ristampate le nostre amate minifig Space, o perché no qualche nuovo set a tema. Fino ad oggi hanno costruito due monorotaie Classic Space con le rispettive stazioni, una base con due torri di controllo, un razzo con la rampa di lancio, qualche navicella e qualche altro veicolo (lascio a voi valutare se possono assomigliare a qualche set Space). Lo so, in quarant'anni non hanno costruito molto, ma questo è secondo me un punto a favore del progetto perchè si apre a infinite possibilità di trasformazione. Voi come sviluppereste la vostra base spaziale? Non so, impressioni, commenti? Vi piace, non vi piace? Ho fatto bene o male a metterlo su LEGO Ideas? Io credo di aver avuto una bella idea, per quanto ne so anche nuova. Voi cosa ne pensate? Anche soltanto per la possibilità che ristampino le minifig Classic Space (magari anche con il casco giusto) io ne comprerei un camion. Vi lascio anche il link se volete votarlo e condividerlo. https://ideas.LEGO.com/projects/b21ccd00-a013-4509-9614-65cdab72ec82 Grazie e ciao a tutti. Cristiano
  12. Buonasera a tutti. Dopo moltissimo tempo mi sono riavvicinato al tema "classic space,, rivisitato in chiave moderna. Oggi mi sono cimentato nella realizzazione di un piccolo mecha, (una sorta di exo-suit) fatta a modo mio e realizzata con lo sfuso che avevo a disposizione, pertanto premetto che alcuni componenti verranno sostituiti in futuro, non appena effettuerò un ordine BL in uno store che ha ciò che cerco. E' il secondo mecha che realizza di sempre, è un mondo totalmente nuovo per me, pertanto sono in cerca di consigli, anche se sono sufficientemente soddisfatto del risultato considerando la mia inesperienza ed il fatto che abbia usato solo pezzi di sfuso già in casa, senza aver nato nulla con LDD, tutto a mano libera. Ultima nota: ogni componente è assolutamente snodabile, quindi piedi, gambe e braccia armate possono assumere posizioni assolutamente indipendenti. Sono ossessionato dalla realizzazione di qualsiasi cosa in scala minifig Il mecha è composto da 3 pezzi, decisamente solidi e molto facile da assemblare, questo per far si che il trasporto risulti semplice e sicuro, senza rischiare di frantumare tutto ad ogni inscatolamento (cosa che succede costantemente con quello che realizzai qualche anno fa, il cosidetto n°1) Ho aggiunto delle note giusto per dare una breve descrizione di cosa vogliono rappresentare i vari componenti del mecha Grazie a tutti.
  13. S.H.A.D.O. Interceptor Qualche settimana fa ho presentato lo S.H.A.D.O. mobile, il cingolato utilizzato dai membri della S.H.A.D.O. nella serie televisiva inglese UFO andata in onda negli anni settanta. Oggi vi presento un altro mezzo che puntualmente appariva nelle puntate della serie TV UFO: l'Interceptor. Questa piccola astronave è dotata di un singolo missile nucleare posizionato anteriormente. Il missile è anche la parte più distintiva della navicella che la rende inconfondibile (e forse un po' tozza). Gli Interceptor volavano in formazione di tre e decollavano dalla base lunare della S.H.A.D.O. (che era un'agenzia segreta con l'obiettivo di distruggere una razza aliena che attaccava la terra). Ecco la mia versione in LEGO: Alzando la parte superiore si accede al posto di comando e al motore jet. Il posteriore con il reattore ben in vista. Spero vi piaccia. Qui su flickr. Un caro saluto e alla prossima MOC!
  14. FUTURON MAMMOTH Ciao a tutti. Vi presento la mia nuova creazione (o almeno l'ultima che sono riuscito a fotografare). Non si tratta di una vera e propria MOC, infatti è semplicemente un 70815 modificato ed adattato alla serie Space che più mi piace, i FUTURON. E' un veicolo adatto ad ogni tipo di terreno, ispirato anche al Mega Core Magnetizer della serie M-Tron. Il nome è ispirato dalla sua linea e imponenza. Nato per il trasporto di truppe, può facilmente caricare anche altro grazie ai vani apribili sul retro e sui lati. Fin dall'uscita del set LEGO movie ho pensato che avesse del potenziale, ma non mi era mai piaciuto nella versione originale. Quando finalmente sono riuscito a recuperarlo, ne è venuto fuori questo. Potete vedere altre foto qui https://www.flickr.com/photos/vedosololego/ Spero vi piaccia e alla prossima MOC, ciao!
  15. S.H.A.D.O. Mobile Evo Chi di voi ha passato gli "anta" probabilmente si ricorderà della serie televisiva di fantascienza UFO, ideata da Gerry Anderson nel 1969 (lo stesso di SPAZIO 1999) e trasmessa anche in Italia negli anni settanta. La serie era incentrata sulla minaccia d'invasione della terra da parte degli alieni. Per combattere tale minaccia viene istituita un'organizzazione militare segreta: la S.H.A.D.O. (Supreme Headquarters Alien Defence Organisation). Gli agenti della S.H.A.D.O. dispongono di avveniristici veicoli e armamenti per la difesa della terra, tra questi lo SHADO MOBILE, blindato semovente provvisto di cingoli. Qui sotto la mia riproduzione in LEGO: La vista posteriore con l'entrata e altri dettagli: Gli interni sono facilmente raggiungibili, basta alzare la copertura fatta di due componenti: Qui l'album su flickr. Un caro saluto e alla prossima MOC!
  16. WHITE TIGER | FUTURON TANK I Futuron* sono sempre stati una popolazione tranquilla e pacifica. Le loro astronavi e i veicoli terrestri erano infatti progettati per esplorare nuovi mondi e nuove dimensioni. Ma qualcosa sta cambiando, la minaccia nera è in agguato: i Blacktron stanno per tornare! Probabilmente vogliono impadronirsi del ricercatissimo Monorail degli omini con la "zip". Ma i Futuron sono un popolo intelligente e scaltro e si sono ben preparati per contrastare i nemici dalle giacche nere. La loro arma è il "White Tiger", un tank di medie dimensioni con due cannoni terra-aria a medio raggio capaci di sventare gli agguati dei Blacktron. Ecco qui la Tigre Bianca: E qui sotto il tank nell'hangar per alcune riparazioni e per fare il pieno di combustibile. Notare che i manutentori sono i Classic Space e a destra invece l'equipaggio Futuron (comandante, driver e gunner). Riusciranno i Futuron a difendersi dai Blacktron? Qui la gallery su flickr. *Per chi non li conoscesse, i Futuron sono un sub-tema LEGO prodotto dal 1987 al 1990 per rimpiazzare la serie Classic Space di cui riprendevano molte caratteristiche e colorazioni.
  17. Oggi vi presento qualcosa di diverso rispetto alle mie ultime MOC...qualcuno si stupirà del cambio "tema" ma ogni tanto provare strade nuove fa bene... Si tratta di uno SPACE TANK e di relativo SPACE HANGAR per la manutenzione dei mezzi pesanti. Il tutto in livrea "Classic Space": molto blu e un po' di light grey (e light bluish grey). L'idea del tank mi è venuta guardando i vecchi carri armati utilizzati nella WWI. In particolare sono rimasto affascinato dall'inglese MARK I di cui il mio tank riprende la conformazione dei cingoli. Ecco il tank nell'hangar: E qui lo SPACE TANK con il "gunner" fuori dal "boccaporto"... L'equipaggio è composto da tre membri: il "gunner", il "commander" e il "driver". Tutti i personaggi sono rigorosamente Classic Space. Ho un gran numero di minifigures Classic Space e anche moltissimi pezzi di quella fortunata serie (quasi tutto era di mio fratello più grande). Era da molto tempo che non costruivo in scala Minifig e senza riprodurre un modello reale. Devo dire che è stato divertentissimo e molto più semplice rispetto alla costruzione dei modelli in scala (nonché più rapido). Ho voluto utilizzare solo pezzi in "stock" senza fare ordini su BL e senza quindi attendere giorni e giorni prima di terminare il lavoro. Insomma divertimento allo stato puro! Il risultato mi soddisfa molto e sto già lavorando su un altro modello... Foto e informazioni sul mio FLICKR. CURIOSITA' Agli inizi del 2000, quando ancora la community LEGO non era sviluppata ai livelli attuali, avevo fatto un tentativo di creare un hangar spaziale; all'epoca non conoscevo Bricklink e quindi potevo utilizzare solo pezzi in mio possesso (tanti ma mai abbastanza per completare una MOC di livello). A quell'epoca "la faceva da padrone" Brickshelf (soppiantato poi da MocPages e soprattutto FLICKR). Seppur abbia un account Brickshelf nuovo denominato Norton74 ho voluto mantenere inalterato il mio primissimo account. Dandoci un occhio si vede il primo hangar, mai finito, datato 2004 (ben dodici anni sono passati!!!). Confesso che ho un po' di nostalgia di quel periodo sia perché ero più giovane sia perché il movimento AFOL era agli inizi e nessuno si sarebbe mai immaginato uno sviluppo così prorompente. Ecco qui il mio vecchio hangar... Vi ringrazio per l'attenzione e auguro a tutti voi BUONA PASQUA!
×
×
  • Create New...