Jump to content

The LEGO Group interrompe la pubblicità sui Social Media per trenta giorni


Recommended Posts

Ecco qui la News:
Social Media Paid Advertising Pause
https://www.LEGO.com/da-dk/aboutus/news/2020/july/social-media-paid-advertising-pause

La motivazione è la seguente:
"Ci impegniamo ad avere un impatto positivo sui bambini e sul mondo che erediteranno.
Ciò include il contributo a un ambiente digitale positivo e inclusivo privo di incitamento all'odio, discriminazione e disinformazione."

Se la motivazione è questa, presumo allora che non facciano mai più pubblicità sui Social.
TLG si accoda ad altre note multinazionali al boicottaggio sui Social, nei giorni precedenti anche Unilever, CocoCola, Levis Strauss, ecc hanno smesso di far pubblicità sulle varie piattaforme.
A me sembra solo una scusa del tipo "si boicotta per timore di essere boicottati", in poche parole, tutti boicottano per pararsi il fondo-schiena sul mercato americano.

Visto che molte aziende hanno deciso di non utilizzare più certe parole sui loro prodotti, tipo: sbiancante, negro, ecc ecc, non mi stupirei se TLG decidesse di tornare a fare le Minifig sotto licenza "in giallo".

Stiamo rasentando la follia.

Link to post
Share on other sites

Mi scuso per non aver potuto postare la notizia io questa mattina, ma ero a donare il sangue, cosa che a Lecco avviene sostanzialmente in un bunker, potrebbe scoppiare la guerra fuori e chi dona non si accorgerebbe. Per cui ho letto solo adesso.

Sono molto contento per questa presa di posizione di TLG, anche se personalmente ritengo che Zuck sia sostanzialmente una brava persona e faccia più bene che male e il male che fa lo fa involontariamente e (ormai) non più per soldi che ne ha già fin troppi e lo sa. Che poi faccia abbastanza o no, io non lo so, questa è solo la mia opinione basata su una visione parziale dei fatti. Ma fa piacere vedere TLG prendere posizione (non era dovuto) anche se questa posizione arriva ora (ho visto lamentele sul fatto che non sia arrivata prima e lamentele sul fatto che ora vada di moda) e senza il tag specifico del "boicottaggio" (ho visto gente lamentarsi della sua assenza).

Credo sia importante sottolineare il fatto che non lo fa per risparmiare i soldi del marketing, quei soldi infatti verranno comunque investiti in altri canali, per questo mese.

Link to post
Share on other sites
18 ore fa, Laz ha scritto:

Mi scuso per non aver potuto postare la notizia io questa mattina...

SUI CECI! Tranquillo @Laz respira...respira...ripeti con me: "non è successo niente, sono sempre un bravo AFOL e LEGO non mi punirà".

18 ore fa, Laz ha scritto:

Sono molto contento per questa presa di posizione di TLG,

Ma'dddai? ma pensa te!

Rispetto il tuo pensiero, ma a me pare che "si boicotta per timore di essere boicottati", cosa che anche molti giornalisti di economia vanno a commentare in questi giorni in edicola. Facebook e i Social sono visti come il male ora e i motivi sono maggiormente per tutto quello che sta succedendo ora. Ma se Facebook ti da la possibilità di scrivere, è colpa di FB ciò che scrivi?
Anche io l'altro giorno ho pubblicato una notizia ripresa da un giornale nazionale italiano, che poi è risultata essere distorta, e il buon @Shintaku mi ha ripreso. Ma è colpa di Facebook (Social in generale) o è colpa mia che ho usato male la piattaforma?
C'è da capire anche questo. FB e le varie piattaforme possono controllare? certo, possono censurare, certo ma nel limite della libertà di espressione. Possono controllare 1mld di utenti? certo, ma ora che li controllano tutti a ripetizione...

Ora sappiamo in che società siamo: se dici qualcosa che va contro il pensiero comune o fuori dal coro, sei omofobo, razzista, sessista, ecc ecc... Ormai è tutto Marketing, "facciamo anche noi come (es.) Coca Cola, si sa mai che quella fetta di persone che dicono "Ah ma tu noi hai boicottato FB, bene allora non compro il tuo prodotto" decidano di non comprare".
Che poi questo comportamento è molto più sentito in USA rispetto qui in Europa, ma soprattutto in Italia.
Dopo il disastro della BP qualcuno di voi ha smesso di fare benzina o comprare prodotti del suo marchio? penso proprio di no. Eppure ha rovinato un ecosistema per almeno 100 anni. E parliamo di un danno fatto sul pianeta su cui viviamo.

E' vero, TLG spende molto sui Social ma molto di più per la campagna Televisiva, e chi ha figli o nipoti ne sa qualcosa vedendo i canali di cartoni. Ma ora che ha il suo tema ADULT, voglio vedere come raggiungi quella fetta di clienti (non AFOL) a cui vuoi rivolgere quei prodotti.
Se i fossi FB, al ritorno di tutte queste marche direi: "quanto costava prima una inserzione? 1 dollaro? bene, ora ne paghi 1,5".

[OT] Qualche settimana fa qui da me in riunione il responsabile del Marketing voleva fare (sui Social) per il Pride Month un nostro prodotto ripetuto più volte di colore diverso per creare l'arcobaleno (da mettere anche nel nostro flagship). Mi ha spiegato per 10min il perché, il per come, il significato, i pro ma anche i contro. Infine (errore madornale) mi ha detto "e poi lo hanno fatto anche i nostri competitor".
Risposta mia: "quando i nostri competitor avranno la nostra qualità, io sarà d'accordo a farlo". Replica con "ma magari qualcuno non comprerà i nostri prodotti perché non siamo pro-pride month", risposta "allora questa gente si accontenterà di prodotti scadenti".
Non so nemmeno com'è andata a finire...[/OT]

Fare le cose perché ci credi, ha un senso, farle perché lo fanno tutti, mah.

Link to post
Share on other sites
Quota

Anche io l'altro giorno ho pubblicato una notizia ripresa da un giornale nazionale italiano, che poi è risultata essere distorta, e il buon @Shintaku mi ha ripreso. Ma è colpa di Facebook (Social in generale) o è colpa mia che ho usato male la piattaforma?
C'è da capire anche questo. FB e le varie piattaforme possono controllare? certo, possono censurare, certo ma nel limite della libertà di espressione. Possono controllare 1mld di utenti? certo, ma ora che li controllano tutti a ripetizione...

Secondo me è un mix. E' come le armi da fuoco. La colpa non è mai della pistola, ma di chi spara. Detto questo non puoi dare pistole a tutti indiscriminatamente. O spendi diversi soldi per gestire meglio degli algoritmi di verifica (es: dopo che un sito finisce in black list per fake news, tipo vari blog complottari o cose del genere non permetti più di condividere da quel sito). Alla fine il deep web esiste perché non tutti i siti sono indicizzati su google e google indicizza in base ad algoritmi che gli costano una fortuna. Anche Facebook potrebbe spenderci due lire. PER ME.
 

Quota

Ora sappiamo in che società siamo: se dici qualcosa che va contro il pensiero comune o fuori dal coro, sei omofobo, razzista, sessista, ecc ecc...

No. Sei razzista se sei razzista, omofobo se sei omofobo, sessista se sei sessista.
 

Quota

E' vero, TLG spende molto sui Social ma molto di più per la campagna Televisiva, e chi ha figli o nipoti ne sa qualcosa vedendo i canali di cartoni. Ma ora che ha il suo tema ADULT, voglio vedere come raggiungi quella fetta di clienti (non AFOL) a cui vuoi rivolgere quei prodotti.
Se i fossi FB, al ritorno di tutte queste marche direi: "quanto costava prima una inserzione? 1 dollaro? bene, ora ne paghi 1,5".

Sempre mia opinione, se TLG non avesse valutato anche questo non sarebbe una grande azienda. Credo che abbiano fatto i loro conti prima di prendere questa decisione.
 

Quota

Fare le cose perché ci credi, ha un senso, farle perché lo fanno tutti, mah.

Quando uscì Street Fighter II, quanti giochi identici sono usciti nell'arco dei successivi 10 anni? 
Quando è uscito Doom, quanti giochi identici sono usciti nell'arco dei successivi 10 anni?
Ed erano tutti necessariamente brutti? Mortal Kombat è piaciuto. Duke Nukem 3D fece il botto. 
Ci sono persone innovative che hanno delle idee, persone che danno il meglio di sé a elaborare idee altrui e migliorarle, e persone che copiano le idee altrui senza grandi apporti, e uguale funziona nelle aziende.

Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Shintaku ha scritto:

...Anche Facebook potrebbe spenderci due lire. PER ME.

Condivido.

4 minuti fa, Shintaku ha scritto:

No. Sei razzista se sei razzista, omofobo se sei omofobo, sessista se sei sessista.

Non è proprio così dai. Sei razzista se pensi che esista una razza superiore e una razza inferiore. Sei omofobo se non accetti chi ha orientamenti sessuali diversi da te. Ma ad oggi, esempio, se accetti che ci siano persone con orientamento sessuale diverso da te, ma non accetti magari qualche diritto (es. figli), la società e molta gente (ignorante) ti etichetta come "omofobo" e generalizza.
E non puoi non dire che è così, dai...

8 minuti fa, Shintaku ha scritto:

Sempre mia opinione, se TLG non avesse valutato anche questo non sarebbe una grande azienda. Credo che abbiano fatto i loro conti prima di prendere questa decisione.

Lo spero...un po' come quando volevano cambiare le Minifig...

9 minuti fa, Shintaku ha scritto:

Ci sono persone innovative che hanno delle idee, persone che danno il meglio di sé a elaborare idee altrui e migliorarle, e persone che copiano le idee altrui senza grandi apporti, e uguale funziona nelle aziende.

Esatto, ma sta a te a farti andar bene che la gente dica: "ha fatto come..." "ha preso spunto da..." "Ha copiato da...".
A me, almeno nel campo lavorativo, mi da enormemente fastidio, preferisco un "Questa idea è nuova...".
 

Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, Pix ha scritto:

Non è proprio così dai. Sei razzista se pensi che esista una razza superiore e una razza inferiore. Sei omofobo se non accetti chi ha orientamenti sessuali diversi da te. Ma ad oggi, esempio, se accetti che ci siano persone con orientamento sessuale diverso da te, ma non accetti magari qualche diritto (es. figli), la società e molta gente (ignorante) ti etichetta come "omofobo" e generalizza.
E non puoi non dire che è così, dai...

Però perdonami. 
Io credo che una persona sia omofoba se pensa che chi ha un orientamento sessuale diverso dal mio abbia meno diritti di quelli che ha lui, perché se pensa che sia al suo stesso livello, per quale motivo non dovrebbe avere gli stessi diritti?
Stessa cosa per il razzista.
Se uno è bianco o nero o verde, deve avere accesso agli stessi diritti che ho io. Ma non solo su carta, pure nella pratica. 
Esempio: inutile dire che la donna ha gli stessi diritti dell'uomo se a parità di mansioni prende meno. 
Esistono due modi per giustificare la cosa.
1) Metodo buonista che dice che, a fronte del fatto che abbiamo tutti le stesse capacità, alcune categorie di persone sono svantaggiate perché evidentemente vengono discriminate.
2) Metodo razzista che dice che, a fronte del fatto che non esiste discriminazione, alcune categorie di persone sono svantaggiate perché evidentemente hanno inerentemente meno capacità degli altri.  
Applicazione pratica (per sfangare dal teorico).
Buonista = i neri hanno un salario medio più basso dei bianchi perché sono attualmente discriminati.
Razzista = i neri hanno un salario medio più basso dei bianchi perché sono inerentemente più stupidi / svogliati.

E' abbastanza palese che alcune persone siano più stupide o più svogliate di altre. Desumere che abbiano per qualche  motivo tutti quanti il pigmento della pelle dello stesso colore è razzismo.
 

22 minuti fa, Pix ha scritto:

Esatto, ma sta a te a farti andar bene che la gente dica: "ha fatto come..." "ha preso spunto da..." "Ha copiato da...".
A me, almeno nel campo lavorativo, mi da enormemente fastidio, preferisco un "Questa idea è nuova...".
 

Eh, ma ogni corrente artistica, letteraria o musicale prende spunto da una persona che ha avuto l'idea e tutti gli altri si sono fatti influenzare. Se ti dà enormemente fastidio ti consiglierei di tranquillizzarti. Magari tu prendi un concetto A e lo rielabori.
Anche perché nel 2020 penso che di idee TOTALMENTE originali, con internet a disposizione, ce ne siano davvero molto, molto poche.
Siamo oltre 7 miliardi, la possibilità che qualcuno l'abbia già detto o fatto prima di te è troppo elevata.

Link to post
Share on other sites

Ultimamente ho la sensazione che TLG tenda a saltare sul "carro dei vincitori".

Prima si schiera con il "Black Lives Matter" (proprio via Facebook tra l'altro) ma solo dopo che lo hanno fatto tutti/in tanti.
Una azienda che ha scelto il giallo per le facce delle minifigure per (appunto) prescindere da colore della pelle e razza per i suoi personaggi che sente il bisogno di prendere (pubblicamente) posizione su una questione prettamente americana? La Rakuten, la società che gestisce il LEGO Affiliate Program (il programma dei link referral di LEGO), il 2 giugno ha chiesto a chi usa i referral LEGO di non linkare/promuovere tutta una serie di set a tema polizia e vigili del fuoco. Ma ti pare?

Poi si schiera con il/su il Pride Month (post arcobaleno sulle pagine Facebook ufficiali).
Una azienda che non ha mai operato per stereotipi gender (c'erano "donne" alla guida di treni e camion e "uomini" a servire in chioschi e pasticcerie) e che solo recentemente (ma costretta dal mercato e dai genitori, che non compravano i set alle figlie per considerati "giochi da maschio") ha introdotto prodotti gender-oriented (LEGO Friends), ha davvero bisogno di "dimostrare" il proprio sostegno al pride-month?

Ora si schiera "contro" Facebook, ma non del tutto: non hanno infatti usato l'hashtag apposito (utilizzato dalle altre major) #StopHateForProfit e non hanno fatto riferimento esplicito a Facebook ma ad un più generico global social media platforms.

 

TLG ha sempre promosso sé stessa, ma in particolare nel recente periodo, con il motto "Inspire and Develop the Builders of Tomorrow".
Cosa c'entrano BLM, Pride-Month e #StopHateForProfit con lo sviluppo della creatività, del problem solving e del "thinking-out-of-the-box" dei bambini e dei ragazzi? Dichiarano che vogliono contribuire "to a positive, inclusive digital environment free from hate speech, discrimination and misinformation". Da quando TLG è un produttore di contenuti? Ciò che producono sono spot, post e articoli per promuovere se stessi. TLG non è un organo di informazione.

Perchè su certi topic prende posizione e su altri no? Mi chiedo: come (e chi) giudicherà quando Facebook andrà di nuovo bene? Quando e come (e chi) giudicherà che certi media saranno di nuovo "accettabili"? Ci sarà una "polizia dei social media"?

Schierarsi da una parte o dall'altra è sbagliato. Schierarsi su un topic e non su altri è sbagliato.

Se ti schieri, devi farlo su tutto ciò che è importante, non solo sui topic "caldi" o peggio su quelli "comodi". Si sono schierati sul fronte del Black Lives Matter ma non, ad esempio, sulle proteste ad Hong Kong per un qualcosina e una inezia che si chiama "diritti e libertà civili e di pensiero". Forse perché dare contro al razzismo e a Trump in USA è più facile e dare contro al Governo Cinese per Hong Kong può essere un tantino controproducente per il business (visti i 144 nuovi LCS in corso di apertura e la crescita a doppia cifra che TLG sta avendo in Cina)?

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Frank4bricks ha scritto:

Una azienda che non ha mai operato per stereotipi gender (c'erano "donne" alla guida di treni e camion e "uomini" a servire in chioschi e pasticcerie) e che solo recentemente (ma costretta dal mercato e dai genitori, che non compravano i set alle figlie per considerati "giochi da maschio") ha introdotto prodotti gender-oriented (LEGO Friends), ha davvero bisogno di "dimostrare" il proprio sostegno al pride-month?

Ehm... questo è falso.

LEGO Scala è un tema per bambine del 1997.
LEGO Belville è un tema per bambine durato 14 anni dal 1994 al 2008.
LEGO Paradisa è un tema per bambine durato dal 1992 al 1997

Ma se andiamo indietro nel 1979 troviamo ad esempio questo.

308-1.png

Che non mi pare proprio da maschietti.

1 ora fa, Frank4bricks ha scritto:


Prima si schiera con il "Black Lives Matter" (proprio via Facebook tra l'altro) ma solo dopo che lo hanno fatto tutti/in tanti.
Una azienda che ha scelto il giallo per le facce delle minifigure per (appunto) prescindere da colore della pelle e razza per i suoi personaggi che sente il bisogno di prendere (pubblicamente) posizione su una questione prettamente americana? La Rakuten, la società che gestisce il LEGO Affiliate Program (il programma dei link referral di LEGO), il 2 giugno ha chiesto a chi usa i referral LEGO di non linkare/promuovere tutta una serie di set a tema polizia e vigili del fuoco. Ma ti pare?

https://www.csmonitor.com/Business/2013/0125/LEGO-Racism-Muslim-Turks-complain-about-Jabba-the-Hut

Questo è del 2013, ben 7 anni fa. 

 

 

1 ora fa, Frank4bricks ha scritto:

Da quando TLG è un produttore di contenuti? Ciò che producono sono spot, post e articoli per promuovere se stessi. TLG non è un organo di informazione.

E questo è del 1960
1960s Lego ad. | Best ads, How to memorize things, Classic lego

Fra, ti voglio bene, ma hai scritto un po' di cose sbagliate. LEGO è sempre stata una veicolatrice di contenuti.
Puoi contestarmi il messaggio, il contenuto stesso, e possiamo parlarne per ore (i cannoni pirati fanno sicuramente BANG, per dire, e le mitragliette di Indiana Jones fanno sicuramente rat-tat-tat) ma non puoi dire che LEGO non ha mai veicolato contenuti.

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Shintaku ha scritto:

Però perdonami. 

Perdonarti mi riesce difficile 😅 ...
Quello che hai detto non è legge. Perché se fosse legge, allora mi dovrei stupire della gente che attaccava anni fa i brand in centro a Milano che non avevano nessun simbolo arcobaleno sulle vetrine. Quindi com'è il giro del fumo?

4 ore fa, Shintaku ha scritto:

...perché nel 2020 penso che di idee TOTALMENTE originali, con internet a disposizione, ce ne siano davvero molto, molto poche...

Però perdonami (😂), allora se pensi questo, a mio parere sei una persona limitata, ed è cosa che fino ad ora non ho mai pensato.
Esempio? Dicevano la stessa cosa sui device mobili, poi nel 2007 usci l'iPhone. Ma ti potrei fare mille altri esempi.
Se poi mi dici che lo smartphone è l'evoluzione dell'idea del cellulare, allora vale solo ciò che diceva Lavoisier? "Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma"? può essere, ma nel caso ho 5-6 insegnati del design del prodotto da presentarti e che avrebbero qualcosa da spiegarti.

Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Pix ha scritto:

Perdonarti mi riesce difficile 😅 ...
Quello che hai detto non è legge. Perché se fosse legge, allora mi dovrei stupire della gente che attaccava anni fa i brand in centro a Milano che non avevano nessun simbolo arcobaleno sulle vetrine. Quindi com'è il giro del fumo?

Quello che ho detto sul razzismo non è legge ma è logica.

Esistono solo due possibilità perché nel mondo le donne/i neri non hanno accesso allo stesso benestare dell'uomo bianco  medio.
O sono inferiori (risposta del razzista) o sono discriminati (risposta del non razzista).
Se sono discriminati, allora rimuoviamo le discriminazioni, perché ingiuste.
Non ci sono terze vie nascoste.
 

4 minuti fa, Pix ha scritto:

Però perdonami (😂), allora se pensi questo, a mio parere sei una persona limitata, ed è cosa che fino ad ora non ho mai pensato.
Esempio? Dicevano la stessa cosa sui device mobili, poi nel 2007 usci l'iPhone. Ma ti potrei fare mille altri esempi.
Se poi mi dici che lo smartphone è l'evoluzione dell'idea del cellulare, allora vale solo ciò che diceva Lavoisier? "Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma"? può essere, ma nel caso ho 5-6 insegnati del design del prodotto da presentarti e che avrebbero qualcosa da spiegarti.

L'iphone non è un'idea dotalmente nuova. E' stata la risposta del mercato che ha premiato la cosa. Ma, onestamente, esistono libri e libri di fantascienza che parlano di dispositivi del genere molto prima del 2007. Jobs non ha inventato l'iphone, lo ha solo realizzato.

Link to post
Share on other sites

Il “commlock” di Spazio 1999 | PianetaX - Quotidiano di ...

Questo è un commlock inventato per la serie Tv Spazio 1999, pensato nel 1973.
Da un lato ha una tastiera, dall'altro ha una mini telecamera e un monitor. 
Era collegato al computer della base, tra l'altro. 
Praticamente un cellulare collegato in rete all'unico computer esistente. 
Non è la stessa cosa, ovvio, ma siamo lì. (Si parla comunque di 34 anni prima dell'Iphone, è normale che il design sia molto "anni 70")

Edited by Shintaku
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Shintaku ha scritto:

LEGO è sempre stata una veicolatrice di contenuti

Sai bene che con contenuti mi riferisco a news e articoli su argomenti vari. Gli unici argomenti di cui TLG "parla" e produce contenuti sono quelli che la riguardano. Non mi risulta che abbiano mai prodotto contenuti su WW1 e WW2, su Bush, Clinton, Obama o Trump nè che siano mai scesi in campo con contenuti pro o no vax.

 

1 ora fa, Shintaku ha scritto:

Furono i membri della comunità islamica in Austria ad accendere una assurda polemica, e TLG fu costretta ad intervenire in/per propria tutela. Esattamente come dovette intervenire a valle della shit-storm di Greenpeace con la questione Shell-North Pole (e sono solo due delle querelle che mi ricordo). Con BLM e #StopHateForProfit, ambiti nei quali nessuno ha puntato il dito contro TLG (come invece fu nei casi che hai citato), non ho capito la necessità di intervenire e di schierarsi.
 

1 ora fa, Shintaku ha scritto:

LEGO Scala è un tema per bambine del 1997.
LEGO Belville è un tema per bambine durato 14 anni dal 1994 al 2008.
LEGO Paradisa è un tema per bambine durato dal 1992 al 1997

Ma se andiamo indietro nel 1979 troviamo ad esempio questo.

Vero, Friends non è il primo (sono relativamente giovane e non molto appassionato di LEGO Story/Heritage - sono nato con LEGO System/Minitalia e uscito dalla Dark Age con Technic).

Resta il fatto che le tematiche gender non ricordo di averle mai viste affrontare/includere nelle comunicazioni marketing e sales, però magari ricordo male. 

In generale, quando vedo mostrare entusiasmo e sostegno verso le cosiddette minoranze, storco sempre un po' il naso. Sarà che per me non esiste il concetto LGBT ma solo quello di persone/human being, ma tant'è.

Link to post
Share on other sites
Adesso, Shintaku ha scritto:

Quello che ho detto sul razzismo non è legge ma è logica.

Spiegami con logica quello che ti ho raccontato e che ho visto con i miei occhi.

1 minuto fa, Shintaku ha scritto:

L'iphone non è un'idea dotalmente nuova. E' stata la risposta del mercato che ha premiato la cosa. Ma, onestamente, esistono libri e libri di fantascienza che parlano di dispositivi del genere molto prima del 2007. Jobs non ha inventato l'iphone, lo ha solo realizzato.

Rimanendo in tema di elettronica allora un qualsiasi lettore MP3 portatile è solo l'evoluzione del walkman?
E il touch screen? e la tavolette grafica? e i Social? e il GPS? e il LED? e i Marò?
 

Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, Shintaku ha scritto:

...Jobs non ha inventato l'iphone, lo ha solo realizzato.

Che poi, perdonami (😂), l'ha solo realizzato...SOLO...SOLO.
Ma ora mi viene il sangue agli occhi. Ma come fai dire solo? quindi se leggi qualsiasi libro di Dick o Asimov tutto è già stato inventato, giusto? Allora ti dico una cosa: per me esisteranno tra qualche (indefinito) anno computer a cui potrai dare il comandi senza mouse o tastiera ma solo pensando cosa deve fare (magari qualcuno l'ha già pensata). Quindi io sarei l'inventore e chi lo realizzerà SOLO il realizzatore?

Ma fammi il piacere...

Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, Pix ha scritto:

Spiegami con logica quello che ti ho raccontato e che ho visto con i miei occhi.

C'ha senso. Se tutti mettono un loghino arcobaleno, io mi faccio due domande sul "perché tu no".
"Perché a me n me va" non è una risposta. 
Ora non so quanto attaccassero o non attaccassero, personalmente non mi sento in quei panni, ma ci sono molti casi in cui "non fare niente" o "fare contro" sono sinonimi.

Link to post
Share on other sites
Adesso, Shintaku ha scritto:

Ora non so quanto attaccassero o non attaccassero, personalmente non mi sento in quei panni, ma ci sono molti casi in cui "non fare niente" o "fare contro" sono sinonimi.

Quindi mi stai dando ragione che c'è gente che generalizza, giusto? 🤷‍♂️

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Pix ha scritto:

Che poi, perdonami (😂), l'ha solo realizzato...SOLO...SOLO.
Ma ora mi viene il sangue agli occhi. Ma come fai dire solo? quindi se leggi qualsiasi libro di Dick o Asimov tutto è già stato inventato, giusto? Allora ti dico una cosa: per me esisteranno tra qualche (indefinito) anno computer a cui potrai dare il comandi senza mouse o tastiera ma solo pensando cosa deve fare (magari qualcuno l'ha già pensata). Quindi io sarei l'inventore e chi lo realizzerà SOLO il realizzatore?

Ma fammi il piacere...

Saresti solo il realizzatore.
Tra l'altro ci sono già molti computer che non con il pensiero ma con altri artifici riescono a risolvere le necessità di persone che hanno deficit fisici.
Ci sono puntatori alla pari di un mouse che possono fare il pinpoint preciso di dove stai fissando lo sguardo per le persone senza mani.
Quindi tu non inventi niente, non idei niente. Lo realizzi e basta. Il problema principale nella tecnologia attuale non è tanto inventarsi cose nuove ma riuscire a realizzare cose che sono state teorizzate anni prima da altri. 

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Pix ha scritto:

Quindi mi stai dando ragione che c'è gente che generalizza, giusto? 🤷‍♂️

Non c'ero, ma quel che so per certo è che ci sono ignoranti in tutte le fazioni, perché esiste gente che qualsiasi impegno (politico, religioso, anche scientifico) lo prende in modo fazioso e la faziosità di qualsiasi tipo essa sia diminuisce, per definizione, le capacità critiche.

Ti faccio un esempio OT.

Ci sono persone di una determinata fazione politica che continuano a definire buonisti chiunque supporti i BLM, chi si indigna per i barconi affondati e così via. Vengono definiti buonisti a spregio.
Ma buona parte di queste persone, se non una quasi totalità, si sono dimostrate a loro volta buonisti nei confronti di Indro Montanelli per il caso della statua vandalizzata, perché hanno volutamente soprassieduto sul personaggio Montanelli che ha più di uno scheletro nell'armadio.
Ecco allora che diventa una questione di partita di calcio, di tifo, le persone non sono più critiche e capaci di razionalizzare ed analizzare i fatti, ma rispondono per partito preso, per fazione scelta, e ogni discorso termina:

Alla fine esistono pure qui. C'è gente che qualsiasi cosa faccia TLG è sbagliata, che qualsiasi cosa faccia TLG è giusta.
Gente che qualsiasi set che esce "è troppo caro" (ma ... è 6 centesimi al pezzo, è sotto licenza... sta nella media prezzi LEGO... è troppo caro uguale) e gente che sembra che qualsiasi cosa esca dalla fabbrica è oro da comprare.

A me piace dialogare con le persone invece che sanno dire questo è giusto, questo è sbagliato, questo va bene, questo no.

Link to post
Share on other sites
55 minuti fa, Shintaku ha scritto:

Saresti solo il realizzatore.
Tra l'altro ci sono già molti computer che non con il pensiero...

Quindi non c'è, posso brevettarlo. Che genio che sono.
E che scemi quelli dopo, saranno SOLO realizzatori. Il mondo sarà mio!

50 minuti fa, Shintaku ha scritto:

Non c'ero, ma quel che so per certo è che ci sono ignoranti in tutte le fazioni, perché esiste gente che qualsiasi impegno (politico, religioso, anche scientifico) lo prende in modo fazioso e la faziosità di qualsiasi tipo essa sia diminuisce, per definizione, le capacità critiche.

Quindi mi stai dando ragione.

51 minuti fa, Shintaku ha scritto:

Ti faccio un esempio OT.

Neanche l'ho letto, perché hai scritto 5 post, per poi darmi ragione🤦‍♂️ .

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Pix ha scritto:

Quindi non c'è, posso brevettarlo. Che genio che sono.
E che scemi quelli dopo, saranno SOLO realizzatori. Il mondo sarà mio!

Sai come funzionano i brevetti?
Direi di no. 😄

1 minuto fa, Pix ha scritto:

Quindi mi stai dando ragione.
Neanche l'ho letto, perché hai scritto 5 post, per poi darmi ragione🤦‍♂️ .

No, ho detto solo che ci sono alcune persone che prendono tutto come l'Inter vs il Milan.
E che saranno state quelle persone ad assaltare i negozi non arcobaleni che tu hai visto di persona.
Tra l'altro mi rileggerei la cosa perché non mi sovviene a memoria cosa accadde.
Quello che credo è: rispondere alla violenza con violenza è sbagliato.A volte bisogna fare cose sbagliate per avere una cosa giusta.

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
13 minuti fa, Pix ha scritto:

Quindi non c'è, posso brevettarlo. Che genio che sono.

Mi piace che non capisci nemmeno quando ti prendo in giro...invidio la tua vita spensierata 🥰 ...

A breve (spero per le restrizioni) avrò qui un po' di gente di Apple (tra cui Myhren e Riccio) per parlare di una zona dell'Apple Park che dovrei (sperem) fare, posso dire che un mio amico di nome Jody Padulano dice che sono solo dei realizzatori? così, voglio solo sentire cosa dicono in risposta.

Edited by Pix
Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Pix ha scritto:

Mi piace che non capisci nemmeno quando ti prendo in giro...invidio la tua vita spensierata 🥰 ...

A breve (spero per le restrizioni) avrò qui un po' di gente di Apple (tra cui Myhren e Riccio) per parlare di una zona dell'Apple Park che dovrei (sperem) fare, posso dire che un mio amico di nome Jody Padulano dice che sono solo dei realizzatori? così, voglio solo sentire cosa dicono in risposta.

 pensavo di avere un nome abbastanza unico e originale invece scopro che hai anche un amico che si chiama esattamente come me

Link to post
Share on other sites
  • Fabbbbbricks changed the title to The LEGO Group interrompe la pubblicità sui Social Media per trenta giorni
  • Fabbbbbricks locked this topic
  • Fabbbbbricks unlocked, locked and unlocked this topic

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...