Jump to content
IGNORED

Creator 3 in 1 Musical Shop & Loft


Recommended Posts

La linea Creator 3 in 1 consente di creare diverse alternative costruttive con livelli di difficoltà decrescenti stimolando la fantasia. Ispirandomi ad essa presento in questo spazio il Musical Shop & Loft. Ho utilizzato per la progettazione LEGO Digital Designer e successivamente Stud.io per ottenere un rendering accettabile delle imagini.

Sei un artista e vuoi imparare a suonare? Puoi trovare lo strumento musicale che preferisci al Negozio dell'angolo giù in città. Qui si vendono le migliori chitarre oltre ad una moderna tastiera oppure per gli amanti del Jazz un saxofono. Sopra il Negozio c'è un grazioso Loft.

Questo Set contiene 2 minifigures ed un cane.

1) Musical Shop & Loft (Grado Avanzato)
L'edificio è articolato su tre piani e composto da 812 mattoncini.
Piano Terra: Negozio Musicale
Primo Piano: Cucina con Caminetto e Salotto
Secondo Piano: Bagno e Camera da Letto
Completa la struttura un piccolo giardino. L'edificio si apre lateralmente ad angolo e consente la visuale di una piazzetta.

2) Chalet (Grado Intermedio)
Edificio a due piani composto da 460 mattoncini.
Piano Terra: Cucina e Salotto
Primo Piano: Camera Matrimoniale e Studio
Completano l'edificio un Barbecue in giardino ed una Vasca idromassaggio per rilassarsi all'aperto. Questa casa si apre lateralmente offrendo una buona giocabilità.

3) Appartamento Moderno (Grado Semplice)
Edificio a due piani composto da 338 mattoncini.
Piano Terra: Salotto
Primo Piano: Camera da Letto e Cucinino.
L'edificio si apre lateralmente.

Ricostruisci questo modello LEGO Creator 3 in 1 in un grazioso Chalet montano o in un moderno appartamento di città.

Se apprezzate questo progetto qui potete supportarlo. Grazie per l'attenzione

https://ideas.LEGO.com/projects/a903af4d-34fd-4b02-9beb-6ae7d3b238f7

spacer.png

spacer.png

spacer.png

spacer.png

spacer.png

spacer.png

spacer.png

spacer.png

spacer.png

spacer.png

spacer.png

spacer.png

spacer.png

Ultimo aggiornamento

Liberamente ispirato allo Chalet presente nel set 31048 Lakeside Lodge propongo una quarta alternativa costruttiva di grado semplice.

Una piccola baita di montagna composta da un salottino al piano terreno scaldato da una stufa e la zona notte sotto il tetto.

spacer.png

spacer.png

 

Edited by FranzPlus
Errore spaziatura del testo
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, AirMauro ha scritto:

Supportato.

Idea molto carina.

Non mi piacciono molto i colori che hai scelto, ma è gusto personale. Ma l'idea di fondo l'ho trovata valida da supportare.

In Bocca al Lupo.

Grazie per il tuo supporto, in realtà per il progetto originale avevo utilizzato altri colori. Giallo per il negozio e marroncino per il Loft, il tetto sempre grigio. L'insieme delle 4 opzioni costruttive mi sembrava poco credibile, così ho optato per un diverso bilanciamento cromatico. Tu che colori avresti usato?

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, FranzPlus ha scritto:

Grazie per il tuo supporto, in realtà per il progetto originale avevo utilizzato altri colori. Giallo per il negozio e marroncino per il Loft, il tetto sempre grigio. L'insieme delle 4 opzioni costruttive mi sembrava poco credibile, così ho optato per un diverso bilanciamento cromatico. Tu che colori avresti usato?

Come lo hai fatto hai un bilanciamento molto delicato e tenue... dal punto di vista della cattura dell'interesse di chi sfoglia su ideas può essere uno svantaggio. La tua scelta dei colori potrebbe essere ottima per una casa nella realtà. 

In un mondo legoso avrei puntato su qualcosa di più esotico o vivace, che risultasse più contrastato.

Chèssò una variazione del rosa, accostato a un tetto blu, o un giallo/arancione, accostato al verde dei primi Harry Potter e così via.

Oppure un Tan, con tetto e finiture coloratissime.

 

Link to post
Share on other sites

Come MOC mi piace, molto giocosa e semplice.
Belli anche gli interni. L'unica cosa che non mi convince, come anticipato da @AirMauro, è l'accostamento di colori.

Visto che te la cavi bene con stud.io, ti consiglierei di perdere qualche minuto in più all'inizio e comporre una specie moodboard (temine che in questo periodo va molto di moda tra i designer 🤦‍♂️) e fare una prova di colore, componenti ecc.
Che cos'è una moodboard? Partiamo dalla traduzione letterale. Mood in inglese vuol dire umore, board tavola. Dunque? Ecco la definizione: è una tavola che raccoglie suggestioni per restituire l’atmosfera e lo stile di un progetto. Mi spiego meglio: la moodboard è una raccolta di immagini, ma possono anche essere oggetti, che rappresentano le fonti di ispirazione che un designer/architetto ha seguito nel progettare qualcosa. Puoi chiamalo anche concept se vuoi, tanto gli gli inglesismi si sprecano. Per concludere, è la rappresentazione visiva e tattile dell’identità del progetto.

Detto questo: per adattarlo al mondo LEGO, potresti fare una cosa semplice come questa:

MB_2.thumb.png.a47f71ffbfc5cf26dac4ee17dc658f0e.png

Provi ad accostare qualche colore per i brick delle pareti, metti le finestre per vedere come stanno gli infissi, metti qualche dettaglio per vedere come sta' l'accostamento (porte, fogliame o inserti in plate), vedi come fare il tetto con gli slope e via...

Link to post
Share on other sites
Il 28/8/2020 alle 14:48, AirMauro ha scritto:

dal punto di vista della cattura dell'interesse di chi sfoglia su ideas può essere uno svantaggio.

 

 

Probabilmente hai ragione. Non amo particolarmente utilizzare dei colori che non sono disponibili come mattoncini perchè poi non posso ricrearli nella realtà. Ma è possibile progettare con Stud.io in modo da utilizzare scale cromatiche dei mattoncini acquistabili magari con un filtro. Su LDD nella modalità classica era possibile per ogni pezzo avere un colore esistente ed acquistabile. Un difetto di Stud.io è che molte colorazioni di oggetti e mattoncini che su LDD erano presenti, qui non si trovano nonostante gli aggiornamenti costanti. Per quel che concerne il concorso LEGO Ideas ho scoperto leggendo questo articolo: "https://www.mattonito.com/blog/il-progetto-LEGO-ideas-biology-di-luca-casciola" (e contattando l'intervistato me l'ha confermato) che il segreto del successo è legato a quanto una persona è disposta a spendere in pubblicità. Parliamo di cifre importanti, secondo l'intervistato una campagna pubblicitaria mirata ad ottenere tanti voti può costare 0,3 euro a supporto. Deludente ed assurdo perchè denota che la piattaforma Ideas è solo una ricerca di Marketing travestita da concorso. In effetti ora mi spiego come facciano certi progetti a raggiungere 10000 supporti in un mese. Quanto tempo in denaro ed in ore bisogna spendere per ottenere dei risultati apprezzabili? Ha senso tutto ciò considerando che l'ultima valutazione spetta all' Expert Team di LEGO?

Link to post
Share on other sites
Il 28/8/2020 alle 14:22, salvobrick ha scritto:

Ottimo! Peccato che la LEGO non faccia più set creator come questo, i primi con le case erano stupendi, venivano dei modelli davvero carini ed erano un ottimo approvvigionamento di pezzi.

Ti ringrazio e concordo, personalmente tutti i modulari di questa linea mi sono sempre piaciuti ma ultimamente trovo che stia perdendo di qualità costruttiva, senza contare temi ridondanti che vengono riproposti regolarmente.

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Pix ha scritto:

ti consiglierei di perdere qualche minuto in più all'inizio e comporre una specie moodboard

Bella idea, non l'avevo mai sentita, sicuramente è più semplice che stare a ricolorare tutti i progetti 5 o 6 volte. Come ho scritto ad AirMauro devo trovare un modo di impostare un filtro su Stud.io in modo di avere la disponibilità cromatica solo dei mattoncini esistenti e disponibili negli store online. Grazie per la dritta

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, stevesp ha scritto:

Se ben ricordo, Stud.io funziona al contrario
Dato un colore, puoi settare un flag che visualizza solo i pezzi disponibili in quel colore
Inoltre nella BOM dovrebbe darti l’alert (il triangolo giallo) che hai usato dei pezzi in un colore non esistente

Ok ma io voglio sapere già in anticipo quali colori sono esistenti mentre costruisco. Studio sembra impostato di default come se fosse la versione Extended di LEGO in cui hai tutti i mattoncini monocromatici rossi ma non sai quali colorazioni sono disponibili nella realtà. Su Ldd potevi nella versione classica filtrare i pezzi per colore ed era secondo me una funzione molto comoda in fase di progettazione.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...