Jump to content
IGNORED

MOC: Galaxy Explorer SDR-926


sdrnet
 Share

Recommended Posts

1 ora fa, AirMauro ha scritto:

Sandro, mi stai facendo arrabbiare.

Non può essere 926.

Non scherziamo con il sacro.

Il 926 non è uno Spaceship, per me il 926 è un numero che ha un significato particolare. Per quello l’ho chiamato così. Da purista so già che quando vedrai l’astronave non sarà nelle tue corde. Spero che un giorno mi perdonerai! 

Link to comment
Share on other sites

Il 29/5/2021 alle 18:59, AirMauro ha scritto:

Speriamo di no visto che quelle di Peter solo con il vento perdono i pezzi...

Sulla mia garantisco una struttura decisamente rigida. Vista la grandezza era doveroso, anzi necessario!

Attenzione: domani alle 14:00 il video di presentazione su YouTube!

Link to comment
Share on other sites

Posted (edited)

51217475326_4d31162b4b_c.jpg

Correva l'anno 1979 quando LEGO lanciò uno dei set che divenne tra i più iconici nel mondo AFOL: il set 497 o meglio conosciuto come 928.
Il set venne proposto con due codici diversi il 497 con il titolo di Galaxy Explorer e il 928 con il titolo di Space Cruiser and Moonbase.
Il tema Classic Space fu lanciato solo un anno prima nel 1978 e questo set ne diventò una leggenda perchè rappresentava l'astronave più bella e più grande di tutta la flotta. E' incredibile pensare il successo che ha avuto questo set da soli 338 pezzi se lo paragoniamo a quelli in vendita oggi, ma a quei tempi eravamo dei bambini che sognavano di avere questa scatola e i nostri ricordi più belli sono legati ad essa.
Io nel '79 avevo appena 5 anni e non ho mai potuto avere questa scatola, troppo cara per i miei genitori, ma l'ho sempre sognata guardandola nei cataloghi. Finalmente da adulto l'ho cercata e sono riuscito a comprarla!

Tutta questa premessa serviva per introdurre la mia nuova opera: il Galaxy Explorer SDR-926! Quest'anno compio 10 anni come AFOL e ho pensato di realizzare delle moc che hanno un significato particolare per me. La prima di queste era il desiderio di realizzare una astronave di una certa importanza! SDR-926 vuole essere un omaggio al 928 ma con caratteristiche e numeri molto diversi. Il numero 926 rappresenta la nascita di mia figlia. La spaceship misura 85 x 75 x 21 cm ed è composta da quasi 4600 pezzi! Mi ci sono voluti 5 mesi intensi per realizzarla perchè racchiude in una sola opera diverse caratteristiche e funzionalità.

Caratteristiche e funzioni principali:
1) navicella di ricognizione estraibile dall'alto con leva girevole
2) sala di controllo
3) pannello rimovibile per osservare la sala centrale dell'astronave
4) tre carrelli di atterraggio
5) ali pieghevoli ed estraibili
6) cannoni laser girevoli con leve
7) motori e portellone apribili
8 ) rampa di accesso apribile con leva
9) veicolo di esplorazione terrestre con radar girevole
10) Ottima rigidità grazie ad una struttura di base composta da elementi technic
11) smontaggio della astronave in blocchi
12) supporto per esposizione con targhetta identificativa

Informazioni principali:
Nome: Galaxy Explorer SDR-926
Dimensioni: 85 x 75 x 21 cm
Numero parti: 4200 pezzi
Numero parti con stand: 4580 pezzi 
Numero minifig: 8 minifig Classic Space
Colori principali: Blu, grigio chiaro, giallo trasparente
Peso (solo astronave): 4370 gr
Peso con stand: 4740 gr

L'astronave è piuttosto imponente se si mette a confronto con la vecchia LL 928, richiama però gli stessi colori e molta giocabilità, ma con molte funzioni in più. E' una astronave costruita con cura e attenzione ai particolari senza dimenticare una ottima robustezza di tutta la struttura (realizzata con blocchi technic).

Per la prima volta ho deciso inoltre di cimentarmi a realizzare le istruzioni che saranno disponibili in futuro, appena riuscirò a completare il lavoro!

Per la sua presentazione ho inoltre allestito un vero studio fotografico in casa per poter realizzare le fotografie (non semplici) di questa astronave con dimensioni importanti. Buona visione del video e di tutte le fotografie presenti sulla galleria Flick.
Grazie a tutti!

51217475481_feb39f8d1b_c.jpg

51218542820_858c47cf79_c.jpg

51218543185_8df06917b8_c.jpg

51218239894_e775b5b3dd_c.jpg

51217481651_cc64ab02b5_c.jpg

51216757607_c8d01b6573_c.jpg

Video YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=56fU9X_jy9M

Galleria Flick:   https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72157719328861377

Edited by sdrnet
Link to comment
Share on other sites

Sandro complimenti, tanta tanta troppa roba!

Dal teaser vedevo che era qualcosa di grosso, ma non fino a questo punto, e molto curata nei dettagli che riprendono fedelmente il feeling dei set classic space!

Link to comment
Share on other sites

Appena visto foto e video..... 

io sono uno che non scrive quasi mai sul forum (lo só, sono un pigrone patentato) ma da amante e collezionista dei temi classici un cosa la volevo dire: SPETTACOLO!!! 
Dimensioni (notevoli!!), forma, colori, funzionalità aggiuntive al modello originale, la stessa cura nei dettagli già vista nel tuo villaggio invernale... Veramente tutto ben riuscito, complimenti. Visto il risultato spero che non resti la tua unica moc a tema classic Space.... Ma perché a me ste cose non riescono???? 😂 va bhe, continuerò solamente a collezionare i set originali, magari un giorno riuscirò a finire l’intera collezione.... forse!!! 

 

Link to comment
Share on other sites

22 ore fa, sdrnet ha scritto:

51217475326_4d31162b4b_c.jpg

Correva l'anno 1979 quando LEGO lanciò uno dei set che divenne tra i più iconici nel mondo AFOL: il set 497 o meglio conosciuto come 928.
Il set venne proposto con due codici diversi il 497 con il titolo di Galaxy Explorer e il 928 con il titolo di Space Cruiser and Moonbase.
Il tema Classic Space fu lanciato solo un anno prima nel 1978 e questo set ne diventò una leggenda perchè rappresentava l'astronave più bella e più grande di tutta la flotta. E' incredibile pensare il successo che ha avuto questo set da soli 338 pezzi se lo paragoniamo a quelli in vendita oggi, ma a quei tempi eravamo dei bambini che sognavano di avere questa scatola e i nostri ricordi più belli sono legati ad essa.
Io nel '79 avevo appena 5 anni e non ho mai potuto avere questa scatola, troppo cara per i miei genitori, ma l'ho sempre sognata guardandola nei cataloghi. Finalmente da adulto l'ho cercata e sono riuscito a comprarla!

Tutta questa premessa serviva per introdurre la mia nuova opera: il Galaxy Explorer SDR-926! Quest'anno compio 10 anni come AFOL e ho pensato di realizzare delle moc che hanno un significato particolare per me. La prima di queste era il desiderio di realizzare una astronave di una certa importanza! SDR-926 vuole essere un omaggio al 928 ma con caratteristiche e numeri molto diversi. Il numero 926 rappresenta la nascita di mia figlia. La spaceship misura 85 x 75 x 21 cm ed è composta da quasi 4600 pezzi! Mi ci sono voluti 5 mesi intensi per realizzarla perchè racchiude in una sola opera diverse caratteristiche e funzionalità.

Caratteristiche e funzioni principali:
1) navicella di ricognizione estraibile dall'alto con leva girevole
2) sala di controllo
3) pannello rimovibile per osservare la sala centrale dell'astronave
4) tre carrelli di atterraggio
5) ali pieghevoli ed estraibili
6) cannoni laser girevoli con leve
7) motori e portellone apribili
8 ) rampa di accesso apribile con leva
9) veicolo di esplorazione terrestre con radar girevole
10) Ottima rigidità grazie ad una struttura di base composta da elementi technic
11) smontaggio della astronave in blocchi
12) supporto per esposizione con targhetta identificativa

Informazioni principali:
Nome: Galaxy Explorer SDR-926
Dimensioni: 85 x 75 x 21 cm
Numero parti: 4200 pezzi
Numero parti con stand: 4580 pezzi 
Numero minifig: 8 minifig Classic Space
Colori principali: Blu, grigio chiaro, giallo trasparente
Peso (solo astronave): 4370 gr
Peso con stand: 4740 gr

L'astronave è piuttosto imponente se si mette a confronto con la vecchia LL 928, richiama però gli stessi colori e molta giocabilità, ma con molte funzioni in più. E' una astronave costruita con cura e attenzione ai particolari senza dimenticare una ottima robustezza di tutta la struttura (realizzata con blocchi technic).

Per la prima volta ho deciso inoltre di cimentarmi a realizzare le istruzioni che saranno disponibili in futuro, appena riuscirò a completare il lavoro!

Per la sua presentazione ho inoltre allestito un vero studio fotografico in casa per poter realizzare le fotografie (non semplici) di questa astronave con dimensioni importanti. Buona visione del video e di tutte le fotografie presenti sulla galleria Flick.
Grazie a tutti!

51217475481_feb39f8d1b_c.jpg

51218542820_858c47cf79_c.jpg

51218543185_8df06917b8_c.jpg

51218239894_e775b5b3dd_c.jpg

51217481651_cc64ab02b5_c.jpg

51216757607_c8d01b6573_c.jpg

Video YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=56fU9X_jy9M

Galleria Flick:   https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72157719328861377

Da dove parto?

Se devo giudicare l'astronave in se stessa la trovo molto interessante.

Vi sono molti spunti e ispirazioni. Molto probabilmente conscio o meno Sandro è stato influenzato da tanta fantascienza vista o letta.

Ci sono due aspetti che mi colpiscono:

  • L'epoca delle esplorazioni è finita per il classic Space e la guerra è iniziata. Non credo @Laz ne sarà felice, ma nel mondo futuro del classic space immaginato da @sdrnet la guerra è scoppiata. Questa è decisamente una nave da guerra, con torrette mitragliatrici da bombardiere strategico. In più la tecnologia stealth per parte di quella che sembra essere la propulsione principale, inclusa nella carlinga, fa supporre ulteriori sistemi difensivi e chissà capacità di occultamento ai radar. Il design dell'intera nave sembra comunque condizionato da design stealth.
  • Nel mondo di Sandro, l'aerodinamica terrestre ha una sua funzionalità anche nello spazio (che ricordo che è vuoto, perciò l'aerodinamica lascia il tempo che trova.. Evidentemente il molti dei pianeti su cui atterra l'atmosfera crea la necessità di tale design. In questo senso però non vedo i propulsori di manovra per atterrare. I carrelli di appoggio sono per un atterraggio e decollo verticale, ma non vedo propulsori in tal senso. Al tempo stesso il design della nave fa più pensare al decollo simile a un aereo. Ma non vi sono ruote sui carrelli.

Ipotizzo che le antenne di esplorazione e sensori siano stati integrati nella punta del veicolo, per diminuirne la tracciabilità sui radar e aumentarne l'aerodinamicità.

Assolutamente sorprendente la capacità delle ali di piegarsi come quelle dei caccia della seconda guerra mondiale sulle portaerei americane.

Questo fa pensare che la guerra in corso sia piuttosto estesa e che siano molte le unità costruite che sono di stanza nelle varie basi, e quindi di conseguenza si ricorra a questo artifizio per gestirle meglio negli Hangar di manutenzione.

Oppure, ipotesi da non tralasciare, Sandro ha costruito un'enorme portaerei spaziale, ove decine di questa unità sono stoccate.

A livello di colore, il blu è molto dominante, direi troppo (per il mio gusto), e ho visto che Sandro ha cercato di alleggerirlo sui fianchi con una linea di grigio. Rimane a mio parere un pò troppo.

E' molto bella la foto frontale con la nave vista modello Imperial Star Destroyer...anche se in questo senso la sua costruzione ricorda forse un pò troppo i famosi triangoloni:

 itl.cat_star-destroyer-wallpaper_1852357

In conclusione ci troviamo di fronte ad una vera macchina da guerra, pesantemente armata e apparentemente corazzata. Dotata di sistemi difensivi e offensivi massicci.

Mi chiedo chi possano essere i nemici in questo Sandriano futuro alternativo del Classic Space, ma a giudicare dalle caratteristiche belliche della nave, suppongo siano piuttosto cattivelli.

Interessante la piccola astronave da ricognizione integrata e il piccolo laboratorio mobile a disposizione nell'hangar.

In conclusione, non mi aspettavo una svolta bellica di questo tipo, visto che i gamilonesi sono stati sconfitti da un pò e non mi pare che i LAZZIANI siano particolarmente cattivi, però sia mai che si siano arrabbiati a morte per un contenzioso su una fornitura di ABS allungata con LEPINIO su Alpha Centauri.

L'astronave è bella, e mi piace, i colori classic space sono un pò sacrificati (light Gray vs Light bluish gray ecc.), i cerchioni non rossi del veicolo esplorativo... ecc. 

Non la classificherei come classic space, e neanche come neo classic space. Probabilmente il genere è WAR CLASSIC SPACE.

In questo senso il fatto che sia dedicata alla figlia, non presuppone che non sia una furiosa macchina bella, tanto e vero che il bombardiere più famoso della storia, ENOLA GAY, si chiama così in onore al nome della madre del pilota.

Il primo impulso che ho avuto vedendo la nave di Sandro è stato: "ora costruisco una nave da battaglia e vediamo chi vince..."

Non ho avuto invece un impulso per volerla integrare nel mio immaginario mondo del Classic Space.

Mi complimento però per il grande lavoro, l'entusiasmo e tante finezze.

E' un set che probabilmente comprerei e un pochino personalizzerei, ma non come classic space "classico".

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

@AirMauro si è fatto attendere nella risposta che vista la sua conoscenza sull'argomento Classic Space temevo parecchio. La considero tuttavia una risposta positiva perchè in un modo o nell'altro sembra che ti sia piaciuta e questo è una cosa che mi rende felice. In un solo giorno in rete ho già ricevuto moltissimi commenti positivi che fanno molto piacere ma sapevo che il tuo era un giudizio più approfondito come da tua risposta.
Non so se posso rispondere a tutte le tue domande ma a qualcuna cercherò di farlo.
L'ispirazione generale dell'astronave ovviamente è legata principalmente dalle navi Classic Space, in particolar modo la 928. Ho voluto però integrare in questa astronave diverse caratteristiche viste in molte altre astronavi dell'universo sci-fi.
Le ali pieghevoli sono state pensate 1) cosa influenza di Star Wars 2) per risparmiare spazio in una locazione di esposizione non comoda 3) per poterle successivamente estrarre e avere un modo più semplice per il trasporto.
I colori sono stati selezionati accuratamente, è vero che c'è un pochino più di blu di quello che dovrebbe essere, sono dovuto un pochino scendere a compromessi per quello che riguarda alcune tipologie di pezzi non riscontrabili in LBG. Le ali del 928 erano principalmente grigie e così le ho volute lasciare.
Per la questione della nave da guerra in realtà anche il 928 qualche "ipotetica arma" poteva averla sulle ali... la mia essendo una nave di esplorazione della galassia deve poter essere in grado di difendersi a fronte di rivali ostili. Avevo parecchio posto da gestire e così ho inserito delle parti belliche che bene o male in quasi tutte le astronavi della galassia ci sono.
Per la questione dell'atterraggio è una cosa a cui non ho dato molto peso. Anche la 928 ha dei piedini di atterraggio, così come banalmente il Falcon, ma non ho mai visto dei motori espressamente dedicati alla fase di atterraggio.
Concludo dicendo che forse non si potrà farla espressamente rientrare nel mondo Classic Space, il mio voleva essere un omaggio al 928 con un "tocco esagerato" nei dettagli e le dimensioni... facendo lavorare la fantasia come quando ero bambino e al tempo stesso per dare lustro al tema che mi ha fatto sognare tanti anni fa e che ora da adulto volevo rivivere in un qualche modo.
Grazie Mauro, grazie a tutti per i vostri commenti!!!

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, sdrnet ha scritto:

La considero tuttavia una risposta positiva perchè in un modo o nell'altro sembra che ti sia piaciuta e questo è una cosa che mi rende felice. In un solo giorno in rete ho già ricevuto moltissimi commenti positivi che fanno molto piacere ma sapevo che il tuo era un giudizio più approfondito come da tua risposta.

Sicuramente è positiva. Mi sembra di averlo scritto. La nave è bella e congrua. Non da neanche l'idea di cadere a pezzi... come altre invece viste in rete.

 

1 ora fa, sdrnet ha scritto:

Per la questione della nave da guerra in realtà anche il 928 qualche "ipotetica arma" poteva averla sulle ali... la mia essendo una nave di esplorazione della galassia deve poter essere in grado di difendersi a fronte di rivali ostili. Avevo parecchio posto da gestire e così ho inserito delle parti belliche che bene o male in quasi tutte le astronavi della galassia ci sono.

Si giusto, però una corazzata è una corazzata. Se hai due torrette difensive per dire, modello bombardiere o Millenium Falcon, e un corpo massiccio, strutturato e corazzato è difficile farla passare per un'astronave esplorativa. La 928 aveva un armamento estremamente limitato in confronto.

1 ora fa, sdrnet ha scritto:

Concludo dicendo che forse non si potrà farla espressamente rientrare nel mondo Classic Space, il mio voleva essere un omaggio al 928 con un "tocco esagerato" nei dettagli e le dimensioni... facendo lavorare la fantasia come quando ero bambino e al tempo stesso per dare lustro al tema che mi ha fatto sognare tanti anni fa e che ora da adulto volevo rivivere in un qualche modo.

Sandro ognuno ha una sua idea di Classic Space, e una visione. Se nel tuo ci sono più "ostili" la nave ha un suo senso e ci può stare.

Io non la vedo nella mia visione "pacifica" del classic space, ma rispetto a tante moc prodotte sul tema, la vedo molto più congrua, curata e "credibile". Il design lo trovo ottimo.

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, AirMauro ha scritto:

1278187909_928propulsori.thumb.jpg.24ce0252f719d0ead80501ddbddd206b.jpg

Non ci ho mai pensato, sulla mia c’è qualcosa di simile sul fondo che è comunque discretamente dettagliato. Visto che sto lavorando ancora sulle istruzioni e sono ancora in fase di modifiche minime, sono ancora in tempo per fare notare di più dei propulsori di atterraggio... lo terrò in considerazione! Quelli di manovra sono già presenti.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, stevesp ha scritto:

Non la vuoi proporre per Ideas?

Assolutamente no. Tema LEGO già proposto più volte e poi le dimensioni nonché il numero pezzi sono fuori standard. Questa volta mi dedicherò alle istruzioni.

Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, sdrnet ha scritto:

Non ci ho mai pensato, sulla mia c’è qualcosa di simile sul fondo che è comunque discretamente dettagliato. Visto che sto lavorando ancora sulle istruzioni e sono ancora in fase di modifiche minime, sono ancora in tempo per fare notare di più dei propulsori di atterraggio... lo terrò in considerazione! Quelli di manovra sono già presenti.

Tra l'altro tutta questa attenzione dei designer originali alle varie funzionalità dei componenti, pur a fronte di un minimo numero di pezzi usati, è una delle cose che più mi h affascinato del classic space.

Spesso ho visto moc bellissime, specialmente neo-classic, dove poi quando chiedevo ma cosa è questo o quello, mi si rispondeva "non lo so, ma mi sembrava stesse bene" eheheheh.

Io penso che essere designer LEGO è anche questo, riuscire a pensare anche a cosa è una determinata parte e alle funzionalità dell'oggetto riprodotto.

In questo senso mi ritrovo molto di più con la tua MOC, che molte altre viste, esteticamente accattivanti, ma reali enigmi su cosa in realtà fossero... 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
  • Similar Content

    • By LORE84
      Il mio primo ordine Bricklink (devo ringraziare il socio @Jacky per avermi insegnato ad usare BL 🙂... oppure no!? 🤔🤣)  oltre alla Mietitrebbia usata ho preso anche un pò di sfuso. Aspettavo con ansia il pacco, quando è arrivato vedo che era troppo piccolo, lo apro e dentro c'era solo lo sfuso 😱 !!! Ho pensato: se già al primo ordine mi succedono queste cose pensa quelli futuri!!! 😵 Poi contattando il venditore ho trovato il problema...si era dimenticato🤨!
      Dopo averla montata trovo subito delle modifiche da fare:
           
      ho allungato di 4 stud la parte posteriore
      ho fatto in modo che si potesse aprire la tramoggia 
      modificato anche la barra in modo che si potesse alzare ed abbassare e staccare
      anche il naspo si può abbassare ed alzare  

       
      Ora siamo arrivati alla mia prima moc🤩
      Ho preso spunto dalla Feraboli modello FH55 che ho a casa. Ci ho trafficato un bel pò prima di arrivare al risultato finale! Mi ricordo che dovevo portarla al Model Expo Italy 2015 di Verona, la partenza era per venerdì dopo lavoro, ma dovevo ancora completare questa moc 😅 son riuscito, fortunatamente, a farmi dare mezza giornata libera per completarla🤣!!!










       
       


    • By LORE84
      Dopo l'evento di Borgobrick decisi di intraprendere il tema agricolo, a me caro, essendo figlio di agricoltori! Negli eventi che avevo visto era poco rappresentato, quindi ero ancora più spinto a realizzare questo tema! Questo diorama mi porterà a fare il mio primo ordine bricklink, la mia prima mod e prima moc😬 (Farò un post dedicato).
      Nella linea city fattoria (dove c'erano le famose mucche!!! non ne ho solo 2😈), mi era scappata la mietitrebbia 7636, poi acquistata su bricklink, ho deciso che da questa (modificata per renderla più simile ad una vera) sarei partito a realizzare il campo di orzo, creando la classica scena che avviene durante la mietitura nella vita odierna (che naturalmente ho vissuto e vivo ancora adesso di persona)
      L'ho esposto la prima volta al Model Expo Italy del 2015, mi ricordo che riuscii a farmi dare mezza giornata al lavoro il venerdì , per ultimare la moc della rotopressa😃🤣(per chi non sapesse è quella rossa nelle foto)

       

       

       

       

       

       

       
       
       

      Prime fasi di costruzione!

       

       

    • By LORE84
      Durante l'evento di Verona del 2015, due soci @Jacky e @Batta87ve vedendo il mio diorama del campo di orzo, mi dicono che potrei fare dei cerchi nel grano! Da quel giorno le mie finanze cominciarono a piangere!!! Grazie ragazzi😡
      Avevo iniziato subito il progetto per Borgobrick 2015, oltre al campo con i cerchi, mi serviva anche un "posto" dove far atterrare la navicella aliena (set 7052 modificato)! Quindi mi inventai un'altro diorama, un deposito cereali! Che presenterò nel prox topic!
      Oggi vi presento la versione 2.0 del campo con i cerchi nel grano, aggiornata per Porto San Giorgio 2015. Fatta per motivi di trasporto, nella prima versione ero obbligato a portare tutti e due i diorami. Ho aggiunto un capanno,completo di attrezzi agricoli e un trattore, dove far atterrare la navicella. mettendoci anche due agenti segreti con relativo gippone nero! Alcuni Afol, mi fecero notare che la scena faceva venire in mente il film di MIB! Una cosa non voluta😅  

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       
      Questa di seguito è la prima versione:

      Alcune fasi del montaggio:

       
       

       
       

    • By LORE84
      Questo progetto era nato per accostarlo al diorama dei cerchi nel grano, poi aggiornato per essere esposto da solo! E' composto da un ufficio con pesa adiacente. Dei silos per il stoccaggio e un capannone dove vengono scaricati i cereali appena raccolti, per poi essere mandati all' essiccatoio! Buona visione!













      ne!

       
      Fasi di costruzione:






       

    • By LORE84
      Altro campo! Di sicuro quello dove mi sono divertito di più, per le numerose moc di mezzi fatti per questo diorama. Soprattutto per la trincia semovente della Claas😃
      A parte la difficoltà nel ricreare la pianta di mais! Mi sono voluto far del male😅, perché ho cercato di non farle tutte simili. Alcune hanno una sola pannocchia e altre 2,
      ma non sono tutte alla stessa altezza😅 quindi alcune più alte altre più basse😂. Oltre tutto continuavo a pensare di come poi le avrei ritrovate ad ogni "trasloco"
      da un'evento all'altro, essendo molto deboli🙈! Ma alla fine essendo una accanto all'altra, si fanno forza l'un l'altra e non ho mai avuto problemi!!
      La scena si presenta nel periodo di raccolta e trinciatura del mais, con un'altra scena dove si vede un "salvataggio" di un mezzo impantanato!!(scena successa 
      realmente a casa mia😂) Per fare questa scena, ho dovuto alzare tutto il diorama di un plate!!! In modo da far affondare le ruote del rimorchio verde 😂











       
          
      Fasi di montaggio:
         
        
       


       


       



×
×
  • Create New...