Jump to content
IGNORED

Fotografare le proprie MOC


TheBunch!
 Share

Recommended Posts

Prendo spunto da questo tutorial di Sariel:

 

http://sariel.pl/2011/07/photo-processing-tutorial/

 

Per iniziare una discussione di condivisione delle tecniche per fotografare le proprie MOC.

 

A giudicare dai cannoni che qualcuno si porta al collo agli eventi... Dovrebbe essere di interesse comune.

 

La mia posizione la riassumo così e propongo che ogni persona che contribuisce al thread espliciti la sua posizione, così se uno è troppo "PRO" lo salto subito... :D

 

1) Non sono un fotografo professionale e nemmeno vorrei diventarlo 8)

2) Adoro l'approccio point-and-shoot delle macchinette digitali economiche :)

3) Preferisco una foto imperfetta, ad una alterata con programmi di elaborazione digitale >:(

 

In sostanza, sarei dovuto essere l'ultima persona al mondo ad aprire questo thread... Ma faccio le foto alle mie MOC...

 

Personalmente da questo thread vorrei imparare quei dei "trucchi" semplici che però semplificano la vita e risparmiano qualche fastidio... Come in cucina bagnare il coltello prima di affettare la cipolla o togliere l'odore dell'aglio con una presa di sale per intenderci... :D

 

Link to comment
Share on other sites

Buona discussione, mi piace ;D

 

questa la mia posizione:

1- non sono un fotografo professionale, lo faccio per hobby, però mi piace migliorarmi

2- passato ad una reflex digitale non tornerei alla macchinetta, salvo emergenza

3- preferisco vedere una foto ben fatta ed elaborata, piuttosto che una foto malfatta :P

4- le foto digitali sono fatte per essere elaborate! Non ci credete? Cosa pensate che faccia la vostra macchinetta tra il sensore e lo schermo?

5- le macchinette possono fare ottime foto, ma molto fa il fotografo!

 

Detto questo sono ben contento di scambiare opinioni, e mi scuso fin da adesso se risponderò linkando un forum di fotografia (Nikon guarda caso...)

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Mi piace fare le foto ma non sono un'appassionata, però le foto alle MOC sono quasi d'obbligo. ;D

 

1) Macchinetta digitale: non essendo un'appassionata di fotografia mi basta quello che offre una macchinetta digitale anche nella sua semplicità di utilizzo (anche se qualche volta mette a fuoco dove pare a lei e tocca correre ai ripari).

2) Niente ritocco: salvo emergenza (unica foto disponibile di una cosa assolutamente da non perdere) non sono per il ritocco, per questo motivo tendo a fare molteplici scatti della stessa cosa per poi eliminare le ridondanti e tenere la/le migliori.

 

Nello specifico della foto alla MOC preferisco fare foto senza flash che falsa parecchio il colore ma questo aumenta notevolmente il rischio di foto mosse. :)

Quindi mi sono dotata di un mini-piedistallo molto comodo e poco ingombrante anche da portarsi in giro.

Ma anche con il piedistallo ne vengono parecchie mosse. Ma devo dire che ho trovato un notevole miglioramento nelle ultime foto dopo il consiglio di Alecchisi a Lecco di usare sempre l'autoscatto per evitare il movimento da pressione del pulsante di scatto.

Grazie Alecchisi! :D

 

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo non ho ancora una Reflex ma riesco ad arrangiarmi con una semipro.

Il flash è deleterio per le foto delle MOCs, quindi anch'io lo disattivo e uso un piccolo treppiedi e l'autoscatto per non far venire le foto mosse. E' indispensabile settare un valore basso di ISO per ridurre il rumore, la qualità della foto è molto migliore, ma questo aumenta il tempo di esposizione.

La difficoltà arriva quando si vuole fare una foto non orizzontale (per esempio l'interno di una casa), in questo caso non si può utilizzare il cavalletto e inoltre si fa ombra sul modello stesso. Come fare?

Link to comment
Share on other sites

La difficoltà arriva quando si vuole fare una foto non orizzontale (per esempio l'interno di una casa), in questo caso non si può utilizzare il cavalletto e inoltre si fa ombra sul modello stesso. Come fare?

 

Ovviamente non usare il flash.

Ricorri ad una buona illuminazione, magari all'aperto ma non in luce diretta del sole.

 

Se poi usi programmi di fotoritocco .... puoi togliere le ombre.. :P

Link to comment
Share on other sites

 

3) Piazzo la macchinetta sul cavalletto da viaggio di mio padre e nelle impostazioni seleziono l'icona con il fiore. Credo serva per fotografare soggetti vicini, ma non ne sono sicuro.

 

Serve proprio per fotografare oggetti molto vicini, in questo modo la macchina mette a fuoco a circa 10-12 centimetri.

Necessaria molta luce, la macchina con tanta luce chiude l'obiettivo (migliore messa a fuoco), oppure riduce i tempi di esposizione. Foto "ferma" e buon contrasto.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Io mi ritrovo sostanzialmente nella stessa situazione di Giuliano:

non sono un fotografo professionista, ma uso una reflex da quando ho 12 anni e faccio fatica (o meglio non sono proprio capace) ad usare le macchinete. :(

La differenza principale fra me è Giuliano è che la mia macchina fotografica è, guardacaso, una CANON... ;D

Ma come non voglio rendere ITLUG campo di una sterile battaglia fra Canonisti e Nikkonisti, cambio subito argomento e pongo questa domanda.

 

Negli eventi tipo Lecco, che sono al chiuso, se non si vuole usare il flash, o si porta del materiale da illuminazione o un piedistallo, oppure bisogna andare su con gli ISO. non vedo altre soluzioni.

 

Dovendo scegliere il male minore, voi cosa fate? ISO alte o flash?

 

Io spesso faccio due versioni delle foto più interessanti una con flash a basse ISO ed una a 1600....poi tengo la migliore

Tuttavia, se dovessi proprio scegliere, preferirei usare gli ISO alti piuttosto che il flash.

Sinceramente, su di una foto da 12 Mb, faccio fatica a vedere l'effetto del rumore dell'ISO a 1600. E comunque il rumore presente si può almeno parzialmente rimuovere quando si comprime da RAW in JPG...

 

Voi cosa ne pensate? Esistono altri "trucchi" per fare belle foto digitali in ambienti chiusi?

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Per fare le foto a Lecco, ho usato il flash la sera, mentre di giorno ho usato 400 ISO e tempo non più brevi di 1/150

 

Pregherei di non far diventare questa discussione un trattato di fotografia, ma rimanere sull'argomento, ovvero le foto alle MOC. Eventuali tecniche ed esperienze

Ben altri forum, trattano di fotografia. :P

Link to comment
Share on other sites

Tanto per fare un esempio di consiglio:

http://www.youbrick.com/v/Trains/Emerald+Train+modificato/Emerald.jpg.html

 

realizzare questa foto presentava i seguenti problemi:

- soggetto molto lungo e basso

- scarsa illuminazione

 

Ho agito in questo modo:

soggetto sul tavolo con sfondo di carta bianca, illuminazione artificiale più due lampade fluorescenti, macchina sul cavalletto, tempo di scatto lungo: 1,6 secondi. Diaframma molto chiuso per avere tutto a fuoco. Scatto con telecomando.

 

elaborazione del file: taglio in alto e in basso, sistemazione del bilanciamento del bianco, clonazione della baseplates in basso, miglioramento del contrasto e della definizione.

:P

Link to comment
Share on other sites

sistemazione del bilanciamento del bianco

 

Questo non ti è venuto benissimo, è un tantinello gialla...

 

In più dovevi avere gli ISO un po' alti, perché si vede del rumore digitale sul verde dell'Emerald. A meno che non sia dovuto alla ricompressione JPEG, ma sembra proprio rumore del sensore...

 

Hai scattato in JPEG o in RAW (NEF)?

Link to comment
Share on other sites

Questo non ti è venuto benissimo, è un tantinello gialla...

 

si, la successiva è meglio

 

In più dovevi avere gli ISO un po' alti, perché si vede del rumore digitale sul verde dell'Emerald. A meno che non sia dovuto alla ricompressione JPEG, ma sembra proprio rumore del sensore...

 

Gli ISO erano a 100, la compressione ha peggiorato il rumore, in origine è minore. ho scattato in RAW e non ho sistemato il rumore :P

 

Tanto per spiegare: scattare in RAW significa che l'immagine come catturata dal sensore, viene memorizzata senza alcuna elaborazione, occorre fare tutto successivamente.

Mentre le macchinette prima di archiviare l'immagine fanno una elaborazione (temperatura di colore, definizione, contrasto, riduzione rumore, saturazione, ecc.)

Questo anche a supporto di quanto ho scritto precedentemente, ovvero le foto digitali sono tutte elaborate 8)

Link to comment
Share on other sites

Ciao, io uso una normale macchinetta digitale, e sono anch'io in difficoltà ogni volta che voglio fare delle foto alle mie MOC.

Ieri, seguendo il tutorial Gimp (collegamento a inizio discussione) e i diversi consigli presenti nei messaggi sono riuscito a fare qualcosa, e sono già abbastanza soddisfatto del risultato, cosa ne pensate?

 

http://www.brickshelf.com/gallery/teazza/signature/provagimp.jpg

 

Il mio problema è che in molte mie MOC il colore dominante è il bianco, fatto che rende difficile l'eliminzaione dello sfondo, ho provato con un foglio azzurro ma dà problemi con il Light Bluish Gray...

 

Cosa mi consigliate? Magari un foglio/pannello verde chiaro, per creare l'effetto simile a quello delle rispese cinematografiche a cui si aggiunge lo sfondo?

 

Grazie dell'aiuto

 

Teazza

Link to comment
Share on other sites

riuscito a fare qualcosa, e sono già abbastanza soddisfatto del risultato, cosa ne pensate?

Non male, ancora da sistemare le ombre, che "ammazzano" i particolari neri

 

Il mio problema è che in molte mie MOC il colore dominante è il bianco, fatto che rende difficile l'eliminzaione dello sfondo, ho provato con un foglio azzurro ma dà problemi con il Light Bluish Gray...

 

Prova con varie tonalità di grigio.....

Link to comment
Share on other sites

http://www.brickshelf.com/gallery/teazza/signature/provagimp.jpg

 

Il mio problema è che in molte mie MOC il colore dominante è il bianco, fatto che rende difficile l'eliminzaione dello sfondo, ho provato con un foglio azzurro ma dà problemi con il Light Bluish Gray...

 

Cosa mi consigliate? Magari un foglio/pannello verde chiaro, per creare l'effetto simile a quello delle rispese cinematografiche a cui si aggiunge lo sfondo?

 

Grazie dell'aiuto

 

Teazza

 

Con il Green Screen,lo ha un mio amico e lo ho provato,non per i lego,e funziona come con il foglio bianco,si trova su e-bay o in alcuni negozi di fotografia,si chiama anche chromakey,oppure una coperta verde,all'ikea mi pare di avere visto nel sito che vendono un copri-materasso dello stesso colore del green screen.

O un cartoncino verde,che per fotografare moc piccole è perfetto,anche perchè il green screen più piccolo che ho visto è da 2x2 metri. :D

Link to comment
Share on other sites

Non male, ancora da sistemare le ombre, che "ammazzano" i particolari neri

 

Prova con varie tonalità di grigio.....

 

 

Con il Green Screen...

 

Ciao, ho fatto un nuovo tentativo con un soggetto per la maggior parte bianco. Come sfondo ho utilizzato un cartoncino verde chiaro, con il quale l'eliminazione dello sfondo è abbastanza facile.

Ho provato anche con un cartoncino arancione ma in questo caso il software ha problemi nel riconoscere i bordi.

 

Per eliminare le ombre sotto al veicolo ho fatto così: l'ho rialzato con un supporto (2 brick 2x2) in modo che stesse rialzato e non proiettasse le ombre sul cartoncino. Mi sembra una soluzione valida anche se ovviamente limita i possibili angoli di ripresa perchè bisogna fare in modo che il supporto rimanga nascosto.

 

Ecco i risultati:

http://www.brickshelf.com/gallery/teazza/signature/provagimp2.jpg

 

Cosa ne pensate?

 

Ciao

Teazza

Link to comment
Share on other sites

 

vedo che hai scattato con un tempo di 1/50 secondo, e diaframma 3,5

Se sei su cavalletto allunga di più il tempo, la macchina dovrebbe chiudere di più il diaframma con un miglioramento della messa a fuoco

 

Fotografando le MOC, soprattutto se piccole, occorre fare bene attenzione che tutto l'oggetto sia a fuoco

Link to comment
Share on other sites

vedo che hai scattato con un tempo di 1/50 secondo, e diaframma 3,5

Se sei su cavalletto allunga di più il tempo, la macchina dovrebbe chiudere di più il diaframma con un miglioramento della messa a fuoco

 

Scusa, ma da dove vedi tutte queste informazioni?

Non ho un cavalletto ma dovrei trovarne uno a breve, appena l'avrò a disposizione provo a fare quello che hai detto. Grazie dei consigli.

 

Ciao

Teazza

 

Link to comment
Share on other sites

Provo a chiedere qui, qualcuno più esperto di me di sicuro saprà darmi una risposta, premetto che qualcosina di fotografia già sò,credo sia un topic importante, perché molti vorrebbero fotografar le proprie moc ma non sempre le foto sono come vogliamo,(se questo topic verrà ritenuto off-forum sia cancellato senza problemi ;) )

 

Bè, fotografare i Lego potrebbe essere interessante, credo che se ne sia già parlato, ma forse non in modo approfondito.

In attesa di qualcuno più esperto di me, inizio a indicare le cose di base:

- se fotografi con una soft-box ti consiglio di usare il cavalletto, in questo modo puoi stare con tempi lenti e quindi non rischi di fare foto scure.

 

- non so che obiettivo utilizzi, meglio un fisso, visto che puoi allontanarti e avvicinarti a piacere

 

- per avere "tutto a fuoco" devi usare diaframmi chiusi, f8; f11; f16. Quindi a maggior ragione il cavalletto per lavorare con tempi lunghi: 1/50 sec. 1/25 sec e anche meno.

 

- ovviamente scatto remoto per non muovere la macchina mentre premi il pulsante di scatto.

 

Riguardo all'uso di Photoshop o similari è quasi inevitabile, soprattutto per i primi scatti.

Infatti avrai bisogno quasi sicuramente di ritoccare l'esposizione, il contrasto, la nitidezza ed il bilanciamento del bianco. Visto che saranno tutte foto simili e in condizioni di luce sempre uguali, ti basterà regolare la prima foto e poi "copiare" le regolazioni su tutte le altre.

 

Visto il tipo di fotocamera che hai ti consiglio, per questo di scattare in RAW ;)

 

Per il resto..... chiedi, oppure posta una foto e vediamo il risultato :D

Link to comment
Share on other sites

- per avere "tutto a fuoco" devi usare diaframmi chiusi, f8; f11; f16. Quindi a maggior ragione il cavalletto per lavorare con tempi lunghi: 1/50 sec. 1/25 sec e anche meno.

1/50s? Con la mirrorless se uso meno di 1/2s non si vede niente... ma forse il mio è un problema di sfondo e luce.

 

- ovviamente scatto remoto per non muovere la macchina mentre premi il pulsante di scatto.

Oppure scatto temporizzato.

 

Riguardo all'uso di Photoshop o similari è quasi inevitabile, soprattutto per i primi scatti.

Infatti avrai bisogno quasi sicuramente di ritoccare l'esposizione, il contrasto, la nitidezza ed il bilanciamento del bianco. Visto che saranno tutte foto simili e in condizioni di luce sempre uguali, ti basterà regolare la prima foto e poi "copiare" le regolazioni su tutte le altre.

Potremmo fare un topic in merito, con qualche esempio per chi è completamente a digiuno.

Link to comment
Share on other sites

- per avere "tutto a fuoco" devi usare diaframmi chiusi, f8; f11; f16. Quindi a maggior ragione il cavalletto per lavorare con tempi lunghi: 1/50 sec. 1/25 sec e anche meno.

1/50s? Con la mirrorless se uso meno di 1/2s non si vede niente... ma forse il mio è un problema di sfondo e luce.

 

Se non ho capito male, la Canon 550D è una reflex digitale. ;)

Cosa intendi per "non si vede niente" tutto scuro o troppo chiaro?

 

Riguardo all'uso di Photoshop o similari è quasi inevitabile, soprattutto per i primi scatti.

Infatti avrai bisogno quasi sicuramente di ritoccare l'esposizione, il contrasto, la nitidezza ed il bilanciamento del bianco. Visto che saranno tutte foto simili e in condizioni di luce sempre uguali, ti basterà regolare la prima foto e poi "copiare" le regolazioni su tutte le altre.

Potremmo fare un topic in merito, con qualche esempio per chi è completamente a digiuno.

 

Non farei un topic sull'uso di photoshop e similari, l'argomento è molto complesso ed in rete si trovano migliaia di tutorial, dal più semplice al più complesso ;)

Link to comment
Share on other sites

Dimenticavo obiettivo originale 18-55mm, la cosa che non mi soddisfa è lo sfondo bianco che chiaramente tende al grigio,e la "non nitidezza - contrasto colori dell'immagine",stasera posto immagini se riesco,cercavo infatti diciamo delle "dritte"... Volevo lo sfondo bianco o molto chiaro e l'immagine bella "brillante"

 

L'obiettivo va benissimo!

 

Lo sfondo bianco tende al grigio, perchè l'esposimetro fa una media tra le luci e lo trasforma in "grigio medio", per farlo diventare bianco devi sovra-esporre

Per nitidezza e contrasto potrebbe dipendere dalle impostazioni in macchina.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Visto che ho (forse ancora per poco) una Canon 550D, direi che mi sento abbastanza in causa.

 

Assolutamente d'obbligo diaframma chiuso, io uso di solito f/16 e ISO 100, il che significa tempi decisamente luunghi. Non avendo un softbox, anche perché me ne servirebbe uno veramente grooosso, scatto in luce ambiente e uso un flash esterno + diffusore (per rendere le ombre meno nette). Ho trovato, dopo un po' di esperimenti, l'esposizione che mi convince, che è ISO 100, f/16, 3 secondi.

Se non vi ricordate, vi rinfresco la memoria sul mio layout fotografico (non che le mie foto siano perfette, anzi):

 

 

Cavalletto d'obbligo + scatto flessibile (in mancanza si può usare lo scatto ritardato di 2 secondi). Insomma, niente che non avesse già detto Giuliano. Ovviamente scatto in RAW e poi modifico in Lightroom.

Ti consiglio di trovare un'esposizione standard che ti soddisfa, prendere una foto, apportare le modifiche che preferisci con Lightroom o ACR (Adobe Camera Raw, il modulo di importazione dei file RAW di Photoshop) e poi crearti un preset con le modifiche effettuate, in questo modo ti si velocizzeranno di molto le operazioni con le foto, ma forse sono andato un po' troppo avanti.

Però, secondo la mia modesta opinione, le foto dovrai ritoccarle sempre per forza, almeno per il bilanciamento del bianco, nitidezza, etc, come diceva Giuliano. Mi sentirei anche di aggiungere: evitare obiettivo standard 18-55, ma quello è sicuramente il minore dei problemi.

Link to comment
Share on other sites

Devo cercare l'originale e controllare i parametri di scatto, ma a memoria ti dico che avevo dovuto sudare un po' con Photoshop per ottenere il bianco così bianco, che poi se noti ha una certa sfumatura calda, ma io di solito preferisco dare un tono caldo alle mie foto, piuttosto che freddo. Mi ricordo anche che l'avevo scattata con la luce della plafoniera, senza flash, quindi il tempo di esposizione era sicuramente di diversi secondi.

Ti posso consigliare di fare un po' di bracketing, iniziare a sovraesporre e sottoesporre di +1EV e -1EV, per poi passare a +2EV e -2EV (oddio, magari evita di sottoesporre, visto che lo sfondo ce l'hai già grigio di per sè) per vedere cosa ottieni.

Poi ti ripeto, io scatto sempre in RAW, e con quello ti garantisco che la differenza la vedi, riesci a recuperare molto di più che da un semplice jpg. Ma il punto è sempre quello: si tratta di smanettare in fase di postelaborazione, non c'è niente da fare...

 

Link to comment
Share on other sites

Guarda che anche quando elabori in postproduzione i dati EXIF rimangono invariati, quindi non è assolutamente detto che le foto che vedi su Flickr siano uscite così direttamente dalla macchina fotografica.

 

Io ti consiglio comunque di scattare in RAW+JPG. Così se hai voglia comunque puoi fare postproduzione.

 

In fase di scatto quello che puoi fare è:

  • scattare in Av, impostando un f abbastanza alto (cioè apertura stretta) tale da avere tutte le parti del soggetto a fuoco (a meno che tu non voglia appositamente ottenere l'effetto opposto)
  • sovraesporre quel tanto che basta per avere lo sfondo abbastanza chiaro ma senza perdere dettagli del soggetto

 

Quindi, in fase di postproduzione puoi:

  • correggere il bilanciamento del bianco (io generalmente lo calibro usando lo sfondo come riferimento)
  • correggere l'istogramma eliminando la parte vuota più a destra: in questo modo porti i valori più chiari dell'immagine al bianco puro, senza però eliminare dettagli
  • fare eventuali altre correzioni a tuo piacere su contrasto, saturazione e altro

 

Purtroppo non ti saprei spiegare come si fa con Lightroom l'operazione di correzione dell'istogramma in quanto io uso CaptureNX che è specifico per elaborare i file Nikon. Comunque con questi pochi passi ho ottenuto buoni risultati, anche con un'ottica da kit:

Creator 7346 di Lego Amaryl, su Flickr

American Truck di Lego Amaryl, su Flickr

 

Come vedi, nel primo esempio lo sfondo è rimasto più grigio perché il soggetto aveva molti parti bianche. Invece nel caso del camion ho potuto rendere lo sfondo ancora più chiaro.

Link to comment
Share on other sites

. questo è il risultato che potrei accettare e guardando i dati Exif devo provar a far delle prove,

 

Concordo con quanto ti hanno già suggerito!!

 

Quello che vedo sono delle ombre sullo sfondo bianco. Le puoi evitare usando più sorgenti di luce da varie angolazioni, anche solo usando pannelli riflettenti, opportunamente posizionati.

Riflettenti ma bianchi, esempio cartoncino bianco, ma non tipo specchio, alluminio, ecc.

 

http://www.youbrick.com/v/Town/Haunted+Hause/Hounted-1.JPG.html

 

In questa mia immagine, un pò di ombra si vede, perchè l'edificio era posizionato male. Inoltre ho usato due flash a 45 gradi rispetto al soggetto, il flash può schiarire molto il bianco.

Link to comment
Share on other sites

Molto interessato dall'argomento chiedo ali esperti di farsi avanti per continuare questa bella discussione. Incrementando quanto è già stato scritto con consigli, attrezzature da utilizzare , creare in poche parole una mini guida, fatta da tante esperienze personali, alla fotografia dei modelli e Moc.

 

gianjackal se ci sei batti un colpo :D

 

Ciao

Paolo

Link to comment
Share on other sites

Molto interessato dall'argomento chiedo ali esperti di farsi avanti per continuare questa bella discussione.

 

Non posso considerarmi un esperto, ma la fotografia è la mia seconda passione. Dopo i Lego ovviamente.

 

Questo genere di fotografia ha bisogno di tanta pratica ed esperienza, una buona foto può voler dire una mezz'ora di "tentativi!"

Chiaramente più se ne fanno e più si capiscono i meccanismi, le luci, ecc.

Io quel poco che so, l'ho imparato leggendo i rete tutoriali e forum, ma chiaramente qui si possono affrontare l'argomento più specifico. infatti c'è differenza tra fotografare una modella :P, un piatto di pastasciutta, oppure una MOC.

 

Poi ci sono MOC piccole e più grandi, e anche qui c'è differenza.

 

La soft-box è una buona idea, permette di lavorare in condizioni "controllate", c'è bisogno di una certa potenza luminosa, possibilmente con luci bianche o bianchissime, per esempio le lampade a risparmio energetico fluorescenti.

 

Io sto sperimentando anche con i flash, ne uso due ai lati della macchina fotografica, mai puntati sul soggetto, ma sempre sul soffitto o su oggetti riflettenti laterali (ombrellino, telo bianco, ecc.)

A volte uso un terzo flash solo per schiarire lo sfondo.

 

Il flash della macchina fotografica, lo uso solo come "commander" per gli altri.

 

come già confermato dagli altri amici, è quasi indispensabile realizzare immagini in RAW che possono poi essere pos-elaborate.

Inoltre l'immagine RAW non ha subito la "compressione" del JPG, quindi permette di "ritagliare" l'immagine e magari ingrandire un particolare. Sempre ammesso che la macchina abbia un sensore adeguato, almeno 12-16 Mpx. Ma ormai questo non è un problema!!

 

Link to comment
Share on other sites

Ho letto solo questa mattina questa piacevole discussione. Sapete quanto sia anche appassionato di fotografia (lo faccio come secondo lavoro) e quindi non posso esimermi a rispondere a questo topic. Vi lascio alcune riflessioni.

 

Per fare buone foto è tutta una questione di luce. Il primo consiglio che posso dare è usare sempre la luce naturale. Con la luce naturale è tutto più semplice perchè non si hanno sconvolgimenti di colore, si può anche scattare a mano libera e sia i colori che i dettagli sono più nitidi e allo stesso tempo naturali.

Ovviamente se non si possono spostare le proprie opere in una qualche zona della casa con luce naturale bisogna arrangiarsi come si può ma alle volte basta anche solo la luce diretta da una finestra.

 

Io ad esempio per questioni di praticità sto cercando di fare con pochi soldi una scatola (soft box) come quella di LegoAmaryl (per intenderci) perchè tutte le mie creazioni le ho in una mansarda con pochissima luce naturale (ci sono solo due piccole finestre) e allora per non dover sempre spostare tutto ho deciso di creare un piccolo studio per foto macro che tengo sempre montato e quindi sempre pronto all'uso.

Per farsela è sufficiente una scatola di cartone aperta sul davanti, ritagliata ai lati e coperta con carta velina (sempre ai lati). Poi comprare un cartoncino bianco o di altri colori da mettere come sfondo e il gioco è fatto. Sparando la luce dai due lati della scatola con delle lampade sufficientemente forti si otterrà un ottimo sfondo

"soft" che permetterà di ritrarre al meglio i nostri piccoli soggetti.

Io ad esempio ho comprato due faretti alogeni portatili (che posso appoggiare su due sedie e dirigerli a dovere) di 200 Watt che offrono tantissima luce tanto da poter scattare anche a mano libera senza l'ausilio del treppiede. La mia fotocamera mi permette di scattare a mano libera con una accettabile dose di "grana digitale" fino a 6400 ISO il che significa poter scattare con pochissima luce ma non è questo il caso.

Se con la propria fotocamera non si può scattare a mano libera allora sarà necessario un cavalletto adeguato a sostenere il peso della vostra fotocamera.

Per quanto riguarda i dati di scatto dipende molto dal tipo di foto che volete fare.

Se volete tutto a fuoco e quindi un'alta profondità di campo dovete chiudere molto l'obiettivo con valori che partono da f9 - f11 - f13 fino ad arrivare ad un f16 (direi che oltre non è necessario).

Il tempo lo lasciate decidere alla macchina in base alle condizioni di luce basta che usate il programma di apertura di diaframma (AV).

Cercate di tenere sempre un ISO più basso possibile perchè questo vi permetterà di avere fotografie più nitide e meno rumore digitale.

 

Se invece volete un effetto più particolare con il fuoco su un punto preciso della vostra opera e tutto il resto leggermente sfocato (o tanto sfocato) dovete, sempre in modalità AV, usare un teleobiettivo e aprire tantissimo con un f4 o se potete anche f2,8. Il fuoco su quel punto sarà perfetto mentre il resto sfocato. In questa condizione però sicuramente i tempi di posa saranno molto più lunghi e quindi bisognerà rendere ben salda la macchina sul treppiede e attendere qualche secondo in più.

Per non fare il minimo movimento come è già stato suggerito è necessario un comando remoto, oppure un telecomando con filo oppure semplicemente basta uno scatto ritardato di 2 secondi che vi permetterà di non muovere più la macchina nel momento dell'apertura dell'otturatore.

 

Detto questo, sono necessarie alcune prove per ottenere i risultati migliori ma con una discreta dose di buona volontà si otterranno buoni risultati. Quindi attenti ai particolari!

Neanche farlo apposta in questi giorni mi sto preparando per fotografare i vari moduli del mio villaggio invernale nella versione 2012-2013 perchè poi partirò con la costruzione dei nuovi moduli e l'aggiornamento di quelli esistenti. Spero in tempi brevi di poter postare qualche foto di esempio che serviranno anche per riallacciarsi a questo topic.

 

Spero che sia stato utile. Ciao a tutti! ;)

Sandro

 

Link to comment
Share on other sites

Ho letto solo questa mattina questa piacevole discussione. Sapete quanto sia anche appassionato di fotografia (lo faccio come secondo lavoro) e quindi non posso esimermi a rispondere a questo topic. Vi lascio alcune riflessioni.

.............................

 

Lo sapevo che avremo attirato l'attenzione dell'esperto!!! :D

Link to comment
Share on other sites

Ecco un esempio di fotografia scattata col minimo sforzo e un discreto risultato:

 

 

La fotografia è stata fatta con luce naturale, sfondo con cartoncino di 70x100 cm di colore giallo chiaro comprato in cartoleria con 1,40 euro, posato su un tavolino fuori su un bancone, curvato ed appoggiato sul muro di casa con due pezzi di nastro in alto per non farlo vibrare dal vento.

 

Impostazioni della macchina: scatto a mano libera, lunghezza focale 50mm, apertura F8, ISO 250, tempo di esposizione 1/320, no flash.

Obiettivo usato: 24-105 F4 stabilizzato

 

Per immagini più grandi visionate la Galleria flickr:

http://www.flickr.com/photos/49191153@N08/sets/72157635799511263/

 

Link to comment
Share on other sites

 

La fotografia è stata fatta con luce naturale, sfondo con cartoncino di 70x100 cm di colore giallo chiaro comprato in cartoleria con 1,40 euro, posato su un tavolino fuori su un bancone, curvato ed appoggiato sul muro di casa con due pezzi di nastro in alto per non farlo vibrare dal vento.

 

 

 

Capisco che sei un professionista della fotografia, ma perchè il cartoncino è giallo chiaro e non bianco?

E poi, perchè il giallo del cartoncino non si vede, ma si vede bianco? ;)

Link to comment
Share on other sites

Capisco che sei un professionista della fotografia, ma perchè il cartoncino è giallo chiaro e non bianco?

E poi, perchè il giallo del cartoncino non si vede, ma si vede bianco? ;)

 

Ho scelto il giallo chiaro perchè doveva avere un minimo di stacco cromatico con il bianco della casa, ed è lo stesso che uso anche per il mio winter village per lo stesso motivo.

Si vede quasi bianco perchè ho aumentato la luminosità su photoshop e quindi la casa si vede molto chiara ma inevitabilmente schiarisce tutto il resto tra cui lo stesso cartoncino. Il risultato comunque è voluto... non avevo la necessità che si vedesse il giallo ma che ci fosse una leggera venatura cromatica che permettesse di staccare lo sfondo dal soggetto. Se il cartoncino fosse stato bianco puro probabilmente le stesse parti bianche si sarebbero fuse con lo sfondo in fase di post-produzione. :P

Link to comment
Share on other sites

Ho scelto il giallo chiaro perchè doveva avere un minimo di stacco cromatico con il bianco della casa, ed è lo stesso che uso anche per il mio winter village per lo stesso motivo.

[...]

 

Ho capito, ma allora hai un po' barato sul bilanciamento del bianco... io vedo lo sfondo grigio, il bianco della casa leggermente tendente all'azzurrino e il dark tan tendente al vecchio dark gray! ;)

 

In ogni caso ottima foto! :)

Link to comment
Share on other sites

Avevo aperto questa discussione proprio per quello...evitare Photoshop...

 

Ottenere una foto perfetta senza usare photoshop è possibile. Io stesso cerco sempre di utilizzare più accorgimenti possibili prima dello scatto per ottenere una foto più completa possibile. Per fare questo però è necessario fare molte prove e ottenere il giusto compromesso tra esposizione, bilanciamento del bianco, tempi e diaframmi...

Ti garantisco che con photoshop invece per ognuna di queste foto ci avrò impiegato 15 secondi a sistemarle. Ci vuole un pochino di dimestichezza ma questa si ottiene dopo aver imparato a manipolare moltissime fotografie.

Poi non ti preoccupare... io sono il primo che preferisce non alterare le fotografie ma non voglio andare OT altrimenti ne avrei da parlare per due settimane su questo argomento! :D

Link to comment
Share on other sites

Avevo aperto questa discussione proprio per quello...evitare Photoshop... proprio quello che volevo evitare... Perché se devo far una o due foto e poi toccarle no problem,anzi,ma se devo far 20 foto e toccarle tutte non finisco più...

 

Tu hai ragione, ma ti assicuro che questo tipo di foto è molto difficile azzeccarle al primo colpo.

Con Photoshp, o altri software anche gratuiti, ne sistemi una e poi le stesse impostazioni le applichi a tutte quelle con lo stesso soggetto e nella stessa sessione di scatti.

 

Se vuoi azzeccarle al primo colpo devi curare bene la luce, lo sfondo, spostare faretti schermi e riflettori, e poi scattare alcune prove.

Mi sa che ci metti più tempo :D

 

Link to comment
Share on other sites

Velocemente:

 

1) Conversione foto da RAW a JPG (solo per coloro che scattano in formato RAW).

2) Immagine > Regolazioni > Ombre/Luci: impostare "quantità" su un livello basso di 10 ... 15

3) CTRL+L apri la finestra dei livelli e agisci sulla luminosità sul cursore delle alte luci e medie... dosare con cura.

4) Filtro neutralizzatore dominanti sul bianco (è un plug-in che ho installato a parte, credo ci sia anche nei filtri di photoshop però)

5) Filtro > Contrasta > Contrasta-migliore: impostato con Fattore 200%, raggio 2 pixel (da applicare sulla foto alla massima risoluzione)

6) Ridimensionare la foto con lato lungo al massimo a 2000 pixel

 

Finito! :D

Link to comment
Share on other sites

Io uso Lightroom per aggiustare i RAW. Non ho ancora fotografato mie creazioni. Appena avrò qualcosa da fotografare vi farò sapere.

 

Comunque Lightroom riassume bene tutto il necessario in una pratica colonna a lato delle foto importate / album ed è molto più diretto di Photoshop, essendo incentrato sulla fotografia.

Link to comment
Share on other sites

Ecco... una breve guida sull'utilizzo di Photoshop, credo potrebbe tornare utile, soprattutto se sono operazioni veloci da fare... ;)

 

eh, una breve guida la vedo dura........ :(

 

Forse meglio iniziare da Lightroom, costa anche molto meno...

http://www.adobe.com/it/products/photoshop-lightroom.edu.html

 

Per chi usa Nikon, c'è l'ottimo e gratuito View NX2 http://www.nital.it/press/2010/viewnx2.php

Chi usa Canon avrà sicuramente il software dedicato.

Ovviamente sto parlando di elaborazione dei file RAW, ;)

Link to comment
Share on other sites

Guarda che quello che vedi a schermo, dipende molto da come hai tarato il monitor. Non tutte le volte una foto ha gli stessi colori. Se tari il tuo monitor su colori caldi, ovviamente le foto avranno una resa diversa. Io per esempio, la foto di sdrnet la vedo con i colori giusti.

 

Bè sì, questo è ovvio, allora diciamo che, a parità di taratura del monitor, rispetto alla maggior parte di foto di LEGO sul web, vedo la foto di sdrnet con colori un po' più freddi, cosa che penso (ma potrei sbagliarmi) sia dovuta a un bilanciamento del bianco tarato sullo sfondo che lui ha definito giallino (ma che sul forum anche altri pensavano fosse bianco!).

 

Per tornare in tema, io finora ho usato CaptureNX2, il software proprietario di Nikon, ma vorrei spostarmi verso Lightroom, che però finora ho trovato più ostico ma è sicuramente migliore sotto diversi punti di vista (per esempio la riduzione del rumore). Quindi ogni suggerimento su questo prodotto è ben accetto! :)

 

Magari io comincerò da qui: http://tv.adobe.com/show/learn-lightroom-4/

 

 

Link to comment
Share on other sites

Bè sì, questo è ovvio, allora diciamo che, a parità di taratura del monitor, rispetto alla maggior parte di foto di LEGO sul web, vedo la foto di sdrnet con colori un po' più freddi, cosa che penso (ma potrei sbagliarmi) sia dovuta a un bilanciamento del bianco tarato sullo sfondo che lui ha definito giallino (ma che sul forum anche altri pensavano fosse bianco!).

 

Volevo solo rispiegare meglio questo appunto:

il cartocino di sfondo è un giallo chiaro, molto chiaro, tendente al bianco ma con una leggera sfumatura che mi permette di "staccarlo" dal soggetto che principalmente è composto da parti bianche.

Durante la fase di post-produzione (che ho spiegato) utilizzo un plug-in che mi permette di eliminare le dominanti di colore che tendono ad "ingiallire" il bianco... questo significa che il bianco degli edifici diventa realmente bianco (e non una sfumatura di avorio o simile come spesso si vede in giro) e ovviamente il cartoncino giallino viene trasformato quasi in bianco.

Spero di essere stato chiaro questa volta ;)

Link to comment
Share on other sites

 

Per tornare in tema, io finora ho usato CaptureNX2, il software proprietario di Nikon, ma vorrei spostarmi verso Lightroom, che però finora ho trovato più ostico ma è sicuramente migliore sotto diversi punti di vista (per esempio la riduzione del rumore). Quindi ogni suggerimento su questo prodotto è ben accetto! :)

 

 

Capture NX2 è ottimo, se lo sai usare bene ;)

LR sembra ostico da capire, ma poi è più semplice, puoi scaricare la versione di prova per 30gg ;)

 

Link to comment
Share on other sites

Per tornare in tema, io finora ho usato CaptureNX2, il software proprietario di Nikon, ma vorrei spostarmi verso Lightroom, che però finora ho trovato più ostico ma è sicuramente migliore sotto diversi punti di vista (per esempio la riduzione del rumore). Quindi ogni suggerimento su questo prodotto è ben accetto! :)

 

Non vorrei finire OT... io uso Lightroom da almeno 5 anni (da quando ho iniziato a scattare in RAW) e mi trovo benissimo. Non è neanche ostico, basta prenderci su la mano, e la possibilità di creare dei presets è veramente comodissima, così si riesce a elaborare le foto in un baleno (ovviamente se le foto sono state scattate con gli stessi parametri, ma nel nostro caso di foto di MOC, quindi in interni e con illuminazione "controllata" questo è abbastanza facile).

Ultimamente ho scaricato la versione di prova di DXO Optics Pro 8 ( http://www.dxo.com/intl/photography/dxo-optics-pro ) che ha degli strumenti molto potenti per la riduzione del rumore, delle aberrazioni cromatiche e per l'incremento della nitidezza degli obiettivi usati, ancora migliori di quelli di Lightroom, anche se per il resto mi sembra leggermente al di sotto di Lightroom (ad esempio non ha strumenti di filtri graduati). Forse l'ottimale sarebbe averli installati tutti e due... ???

Link to comment
Share on other sites

Non è una vera e propria tecnica fotografica, ma ho scoperto una app interessante da usare per modificare le foto e ho fatto una prova, senza perderci troppo tempo, con una moc presa dal web. La macchina volante della polizia di Blade Runner. Partendo dalla foto, molto semplice, ho cercato di modificarla tramite questa app che si chiama LensFlare e che simula i riflessi delle luci nell'obiettivo. A me è piaciuto molto il risultato, vi faccio vedere:

Questa l'originale:

xw0z.jpg

 

Sfondo neutro, una buona illuminazione si parte...

 

mkp4.jpg

 

Il software offre la possibilità di aggiungere fino a sei livelli di effetti, ma solo uno per le textures. Inoltre permette di editare un poco le immagini, per quanto riguarda saturazione, contrasto e luce. Caricata la foto ho applicato ad un primo salvataggio gli effetti e una texture, per simulare la pioggia. Ho salvato, poi ho ricaricato il nuovo file a cui ho applicato nuovamente altri effetti e un'altra texture, giocando un po' per cercare di ricreare quell'atmosfera tipica di Blade Runner, con la pioggia. Questo il risultato definitivo, in pochi minuti.

 

7ltq.jpg

 

Come vedete ha il duplice scopo, sia di rendere una foto più bella e realistica, sia di aggiungere luci anche laddove non ce ne sono! Non serve più comprare led, quindi... ;)

 

(edit: ok, adesso si vedono)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...