Jump to content
Andreav

Motorizzare gli scambi 9V

Post raccomandati

Kevin su questo fatto si potrebbe aprire un Post a parte, "Come trovare finanziamenti"...non dirlo a me :(

 

Il problema è spiegare a mio padre la quantità di Set MISB che ogni anno arrivano da ritorno da Billund 8) ...

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Mi butto a pesce nella discussione perchè è utile per l'automazione con NXT....

 

Intanto inizio con una domanda: Chi è costui che ha esposto a Ballabio 2012?

 

389.jpg

 

Vorrei fargli i complimenti: Ha fatto una motorizzazione favolosa degli scambi.

 

Voglio foto e/o le istruzioni!!! ;)

 

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

non so il nome. era al piano terra, nella'aula dietro a dove hai esposto.

era un signore di mezza età, con gli occhiali. non ricordo se aveva baffi o barba.

c'era anche la sua signora.

quando l'ho gli ho fatto i complimenti. se hai tempo e conoscenze, queste realizzazioni devo essere semplicissime

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Concordo che il lavoro è eccellente,pero'non è lego!

 

Allora,cominciamo a incollare magneti sotto i treni e usiamo sensori magnetici siemens,tutto controllato da un plc e al treno gli facciamo fare tutto quello ch vogliamo,

Bellssimo da vedere,ma non è lego.

 

Il trasformatore che ho fatto per Modena,ti fa andare ben piu'veloce su un rettilineo il treno,oppure ti da corrente senza problemi a tutta la linea,ma non è lego,non piace neanche a me,ma vedrete che comodo!

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Concordo che il lavoro è eccellente,pero'non è lego!

 

 

Concordo!

Da buon elettricista, avrei mille soluzione per l'automazione!

 

Riguardo all'alimentatore invece, farei uno strappo :P

 

Ormai viste le lunghezze dei circuiti e la necessità di avere treni con due motori, la limitazione dell'alimentatore Lego è pesante. E vedere due, tre alimentatori in parallelo, su un circuito non mi piace. Basta sbagliare la polarità di uno e se ne friggono due!!

 

Poi, si puà benissimo mantenere il regolatore Lego, basta sostituire il componente che limita la corrente, con uno diverso, e collegarli un trasformatore più potente! :D

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

pix sarà un custom, ma il lavoro è pulito, magari cambiando la tastiera con dei pole reverse neanche te ne accorgeresti :-)

 

Si, si, Pispo il lavoro è ottimo, l'ho visto in azione dal vivo e il tempo di risposta è velocissimo. Non posso negare che farlo "non LEGO" magari semplifica un pò tutto, utilizzando l'NXT (come sto facendo io) serve tanta pazienza :) ...

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

L'unico sganciavagoni che ho visto ultimamente era su

Eurobrick,e funzionava con un motore pf dentro la locomotiva,azionava in axe che usciva dal retro del locomotore e allontanando il vagone seguente lo sganciava.

 

Bella l'epoca dei 12 volts!

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

mai nessuno ha pensato ad uno sganciatore automatico per vagoni??

Ne avevo costruito uno qualche anno fa. Vedo di riesumarlo per aggiornarlo con il motore PF poi lo posto.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

mai nessuno ha pensato ad uno sganciatore automatico per vagoni??

 

Urca, farlo PF si potrebbe anche, addirittura comandandolo da distanza...però perderesti un vagone tra batteria, sistema di sgancio e ricevitore. Però è fattibile :)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

come succede nel modellismo ferroviario, l'idea è quella di poter sganciare qualsiasi carro, carrozza onde evitare di andarli a sganciare a mano, come avrai presente nei modellini tipo lima i ganci sono del tipo meccanico e se noti al di sotto del gancio stesso cè un dentino, questo dentino spinto da un pistoncino sotto al plastico causa lo sganciamento dello stesso separando i vagoni.

 

nel lego abbiamo i magneti, l'idea é quella di creare un qualcosa di "fuoriterra" che vada a sganciare senza rischiare di ribaltare i vagoni, e che sia compatto.

 

esisteva un set 12volt che sfruttava i perni sui magneti dei treni a 12v per automatizzare lo sganciamento.

 

naturalmente un acessorio del genere necessita di una automazione molto precisa che consenta al treno di fermarsi nel posto esatto.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per postare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai un account? Accedi .

Accedi ora

  • Visualizzato ora da   0 utenti

    Nessun utente registrato su questa pagina.

×
×
  • Crea nuovo...