Jump to content

Post raccomandati

In pratica è l'equivalente dell'ir-receiver LEGO ma con (almeno) due grossi vantaggi: il primo è che può comandare direttamente fino a 4 motori indipendenti, e il secondo è che riceve i comandi via radio (credo tramite Bluetooth) con il vantaggio che trasmettitore e ricevitore non devono per forza vedersi, come accade nel caso dell'Ir-receiver, e che come trasmettitore può essesre usato uno smartphone o un tablet con la creazione di comandi ad hoc.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

grazie della risposta, sei stato chiarissimo!

invece per quanto riguarda la velocità qualcuno sa dirmi in che modo è stata aumentata?? è solo una questione di ingranaggi e motore??

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

invece per quanto riguarda la velocità qualcuno sa dirmi in che modo è stata aumentata?? è solo una questione di ingranaggi e motore??

 

Purtroppo non capisco a quale modello ti riferisci, ma forse riguarda il fatto che l'SBrick può diminuire la velocità:

Infatti può alimentare i motori a tensioni inferiori ai 9V facendo ad esempio muovere lentamente la ruspa in fase di carico della benna, fino poi a raggiungere la velocità massima (che sarà comunque quella del set originale), una volta completata la manovra. Tieni conto che questo può essere fatto anche nel set originale solo sostituendo il telecomando di serie con il telecomando proporzionale, per intenderci quello in dotazione ai treni.

Se invece hai notato velocità superiori a quelle di set originali, questo può essere ottenuto, come hai correttamente suggerito tu, o con la sostituzione dei motori (un motore L ha un regime di giri superiore rispetto ad un XL, ma ha meno della metà della coppia), o con la sostituzione degli ingranaggi, ad esempio la coppia che si trova nel mozzo usato ultimamente nei modelli come la Volvo o l'Unimog (solo per citarne un paio).

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Sì, SBrick usa tecnologia bluetooth, infatti è pilotabile da un'apposita app (penso solo su Android/iPhone).

 

I motori hanno un rating "ufficiale" di 9 volt: in teoria puoi anche dargli 12-13 volt, ottenendo più velocità (e un regime meno fluido), ma riducendone parecchio il ciclo di vita. Le scelte della LEGO sono il frutto di un compromesso fra qualità, dimensioni, durabilità, reperibilità, affidabilità, utilizzabilità... (pensa per esempio al problema "batterie" se avesse preferito motori a 12V).

 

La potenza dei motori dipende dalle batterie e dai limitatori di corrente: ricordo che i ricevitori a infrarossi della prima serie limitavano a un ampere la corrente massima in ingresso (sempreché le batterie siano in grado di fornire continuativamente 1A): anche in questo caso, se trovi un modo per far entrare più corrente, fai invecchiare assai rapidamente il motore...

 

Insomma, dubito che SBrick faccia miracoli quanto alla potenza e alla velocità: il massimo che può fare (4 motori) sarà dovuto a limitazioni del suo regolatore.

 

L'unica vera rivoluzione è quindi il fatto che il bluetooth funziona anche a distanze medio-grandi (anche 100 metri a linea di vista, a condizione che trasmettitore e ricevitore lo supportino) e soprattutto funzionare bene anche alla luce del sole (che invece disturba la trasmissione a raggi infrarossi).

 

La LEGO sicuramente ci aveva pensato (già il buon vecchio NXT aveva il bluetooth) ma secondo me non voleva prendersi la responsabilità di sviluppare, farsi approvare, pubblicare negli apps-store, aggiornare apps per smartphone (se per esempio l'apps ufficiale LEGO fosse sfruttata come vettore di un malware, sarebbe la LEGO a fare la figuraccia).

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Mi hanno consegnato stamattina il mio SBrick.

 

Qualche considerazione veloce (vi invito a condividere anche la vostra esperienza):

- ho trovato buona la qualità degli attacchi per i cavi PF e per i PIN tecninc,

- attaccare un plate nella parte inferiore risulta un po' difficile (accoppiamento un po' duro),

- l'applicazione per android è ancora abbastanza indietro (qualche crash, ancora bug),

- dall'applicazione sono riuscito (nonostante tutto) a fare molto velocemente il test delle porte.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Qualche giorno fa sul canale youtube di SBrick è uscito questo video. Riassumo cosa ci dimostra questo video!

 

La riproduzione delle prime 18 note della Marcia Imperiale (The Imperial March: Darth Vader's theme) della saga Star Wars è realizzata comandando il motore PF-L con le frequenze di PWM "giuste" (Pulse With Modulation, ovvero il modo con cui viene variata la velocità dei motori). I comandi che impongono tali frequenze sono contenuti in un piccolo programma che è memorizzato sullo SBrick: questa è una delle funzioni in via di sviluppo di cui ho parlato anche sull'articolo pubblicato sul nostro sito.

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Da qualche giorno è stata messa online (per i soli iscritti al forum) la piattaforma (https://designer.sbrick.com/) per realizzare nuove e personalizzate interfacce di guida. Nel video qui sotto potete vederne un esempio (notate come i comandi sul tablet sono stati personalizzati e abbelliti):

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Ciao.

L'oggetto è molto interessante, ma segnalo che l'interfaccia bluetooth non funziona con tutti gli smartphone.

In particolare per quanto riguarda gli apparecchi con Windows 10, quello che ho io naturalmente, ci sono problemi di riconoscimento dello sBrick, Microsoft non si smentisce mai...

Sono in attesa di riscontri prima di comprarmene un po', l'oggetto può essere impiegato alla grande per un sacco di cose.

 

Per quanto riguarda puristi e non puristi, mi sento di dire che in questo caso il problema non si pone.

Un conto è aggiungere cose ad una MOC che non hanno a che fare con LEGO, un conto è invece avere oggetti di terze parti che sono in perfetto stile LEGO. Questo vale per SBrick e anche per le ruote BigBenBricks.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Con deplorevole ritardo, ho comprato la bellezza di quattro Sbrick per vari progetti in corso (i puristi LEGO mi massacreranno: "tu!! traditore della Patria!!", pazienza), comprandoli in Germania (tale Rentabrick è anche su Bricklink però con prezzi più alti). Non ho preso la versione "Plus", più costosa perché compatibile con i WeDo.

Come già detto, usano la tecnologia BLE (Bluetooth Low Energy), che non sembra una scheggia come il Bluetooth normale.

Usandone uno solo va ragionevolmente bene come telecomando, grosso modo riesco a pompare anche venti comandi al secondo (ogni "comando" corrisponde a una nuova impostazione per tutte e quattro le uscite).

Se però se ne usano due o più contemporaneamente, sembra che la qualità delle connessioni decada miseramente: con due ho visto al massimo 7-8 comandi al secondo a testa, con tre a stento un paio al secondo a testa e qualche pacchetto si perde, con quattro addirittura uno fa parecchia fatica a connettersi e si cala a una media misera di uno al secondo... Per spiegarmi meglio, se hai quattro figli dotati di macchinina telecomandata da Sbrick (cioè bisognosa di ricevere continuamente comandi in tempo reale) e vuoi fare una gara tra loro, è un fallimento. Puoi solo "gareggiare da solo".

Può darsi che la colpa sia del mio tablet (Microsoft). Appena ho modo di provare seriamente con qualcos'altro aggiungerò qui altre informazioni e impressioni.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Alcuni piccoli aggiornamenti. Devo precisare che non ho apparecchi iOS / Android, per cui l'apps per pilotare gli Sbrick me la sto scrivendo da solo (e la volta scorsa avevo toppato qualcosa: oggi invece uso 4 Sbrick contemporaneamente senza problemi; meno male che a suo tempo avevo fatto scorta di prolunghe PowerFunctions... lo Sbrick infatti non si può agganciare direttamente sul battery-pack, né quello AA, né quello AAA).

Lo standard BLE è a slot temporali (dev'essere stato uno dei compromessi per farlo low energy). Cioè il numero di messaggi che i client possono scambiare col master è limitato dal tempo: per questo un singolo Sbrick sembra fulmineo, e a usarne due o tre o quattro sembra sempre più lento (parlo sempre del difficile scenario in cui il master vuole continuativamente aggiornare tutti gli Sbrick). Ciononostante, con quattro unità Sbrick attive contemporaneamente, il master riesce a dare un aggiornamento a ognuno ogni 250-300 millisecondi, almeno qui nei miei test (sempre col mio tablet Microsoft, che aveva avuto i suoi problemi). Cioè con 4 Sbrick attivi, le 4 uscite di ognuno possono essere continuativamente aggiornate ogni 0.25-0.3 secondi (per "uscite" intendo le quattro porte di ogni Sbrick a cui possono essere collegati motori PF o luci PF).

Lo Sbrick ovviamente non è in grado di capire se il motore sta davvero girando o se sia "stressato" (assorbe troppo), per cui è necessario usare di frequente il comando di lettura voltaggio per capire se le batterie hanno bisogno di ricarica e di lettura temperatura; a intuito direi che il primo va fatto ogni 2-3 secondi e la temperatura ogni 4-5 secondi. Queste letture non sono precisissime, ma almeno fanno capire se qualcosa sta andando storto.

Per default lo Sbrick spegne tutte le uscite dopo cinque secondi che non riceve comandi, per evitare apocalissi di mattoncini qualora al master si scarichino le batterie.

Qualcosa mi dice che la LEGO a suo tempo ci aveva visto giusto scommettendo sugli infrarossi (tecnologia economica e semplice) piuttosto che su connessioni wireless così propense a dare brutte sorprese (e piuttosto costose fino a tempi recenti), e presumo che in futuro farà qualcosa di simile allo Sbrick ma magari via wifi (i gadget basati wifi ormai costano due o tre dollari, cioè meno di quelli bluetooth).

Nota: nei Mindstorms hanno scelto di usare due tipi diversi di porte, una per i motori e una per i sensori, anche se usano lo stesso tipo di cavo. È una scelta di praticità. I nuovi sensori WeDo, da quanto ho capito, usano la stessa porta PF (originariamente destinata solo a output, cioè motori e LED) per leggere dati. Il nuovo Sbrick Plus (che attualmente costa sui 75 euro) può anche leggere dati da sensori WeDo.

Il range utile dello Sbrick è 7-8 metri, misurati da una parete di una stanza a una parete di un'altra stanza a linea non retta e con un mouse bluetooth attivo sullo stesso tablet e altri dispositivi bluetooth sparsi in giro (le prove vanno sempre fatte in condizioni severe, non siamo mica venditori di telefonini che devono vantare 380 ore di conversazione quando anche a lasciarlo inattivo dura sì e no una giornata...). Per "perdere il segnale" ho dovuto portarlo in bagno, a circa 10 metri. Suppongo che in un ambiente ampio - come un'aula di un politecnico di Lecco in un week-end di fine luglio - il range sia migliore (sperando che non ci siano altri Sbrick e apparecchi BLE sparsi in giro).

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per postare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai un account? Accedi .

Accedi ora

  • Visualizzato ora da   0 utenti

    Nessun utente registrato su questa pagina.

×
×
  • Crea nuovo...