Jump to content
Jack75

Amazon.it vs LEGO.it

Post raccomandati

Apro un nuovo argomento, anche se in realtà non so se è già stato affrontato in precedenza. La questione riguarda i prezzi dei set acquistabile Online da Lego.it rispetto che su Amazon.it. Me ne sono accorto un paio di settimane fa, quando tra i set preferiti di Amazon mi proponeva sempre la macchina da rally 60113 con uno sconto dichiarato pari al 56.32% in meno ??? ???. Peccato che il prezzo di riferimento sia completamente errato circa il 106.01% in più rispetto al prezzo praticato ufficialmente da Lego.it cioè 9.99. Nella realtà il risparmio si aggira sul 10.01% in percentuale pari a 1 euro. Incuriosito dalla cosa ho verificato anche altri prezzi trovando spesso differenze come queste (esempio 60119 Traghetto maggiorazione prezzo 53.45%, sconto fittizio 40.92% reale 9.34% pari a 2,8 euro, e molti altri).

Mentre questo accade molto spesso quando ci sono venditori diversi da Amazon che utilizzano la stessa piattaforma, non avevo mai notato queste "discrepanze" nei prodotti venduti direttamente da Amazon.

Che dite, è una cosa già accaduta? non dobbiamo più fidarci del nostro amico Amazon?

Allego alcune immagini.

 

 

 

8269.jpg

 

8271.jpg

 

8273.jpg

 

8275.jpg

 

8277.jpg

 

8279.jpg

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Purtroppo è una pratica comune che viene effettuata da diverso tempo...

Una volta Amazon era un luogo iper-sicuro ed affidabile. Oggi per certi versi lo è ancora ma bisogna stare attenti a diversi aspetti prima di acquistare:

 

1) se viene spedito con amazon prime oppure da terzisti con spese di spedizione maggiorate

2) se il prezzo ufficiale riportato è quello reale di Lego oppure se è stato maggiorato (come da tuo articolo)

3) se il set viene spedito all'interno di un imballo amazon oppure se la scatola è l'imballo stesso che ne fa parte (sembra assurdo ma a me è successo personalmente con un set)

 

Verificate sempre tutto almeno 3 volte prima di dare ok all'acquisto... Consiglio spassionato ;)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
Il 25/3/2016 alle 21:21, sdrnet ha scritto:

Purtroppo è una pratica comune che viene effettuata da diverso tempo...

Una volta Amazon era un luogo iper-sicuro ed affidabile. Oggi per certi versi lo è ancora ma bisogna stare attenti a diversi aspetti prima di acquistare:

 

1) se viene spedito con amazon prime oppure da terzisti con spese di spedizione maggiorate

2) se il prezzo ufficiale riportato è quello reale di LEGO oppure se è stato maggiorato (come da tuo articolo)

3) se il set viene spedito all'interno di un imballo amazon oppure se la scatola è l'imballo stesso che ne fa parte (sembra assurdo ma a me è successo personalmente con un set)

 

Verificate sempre tutto almeno 3 volte prima di dare ok all'acquisto... Consiglio spassionato ;)

Confermo. Anche io ho acquistato, e voglio ancora acquistare dei set LEGO su Amazon. Sono stato "fregato" una volta e ora presto piu attenzione prima di comprare su questo sito. Fate molta attenzione a il venditore.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Lo scempio è cominciato un po' di anni fa, quando Amazon ha comicamente deciso di rubare mercato a eBay allestendo un proprio marketplace fatto di venditori esterni (avete mai fatto caso a tutti quei "venduto da XYZ e spedito da Amazon"?)... e poi imitando le genialate dilettantesche di tali esterni.

C'è però un altro motivo: prendere per il sedere (o addirittura monetizzare) i furbacchioni che usano bot per scandagliare Amazon 24/365 alla ricerca di prodotti "scontati", dei quali fornire i link sponsorizzati nei propri gruppi facebook/whatsapp/telegram/ecc. allestiti per fare pesca a strascico. Così va a finire che un set (un qualsiasi prodotto) che risulta "scontato del 56%" (in realtà solo un euro di differenza) prende il posto di uno che era onestamente scontato di due euro...

L'AFOL attento ovviamente non ci casca, perché anziché guardare la percentuale di sconto guarda il prezzo, e ricorda a quanto lo ha visto sullo shop LEGO, al negozio in città, e su Bricklink. E soprattutto ha raramente fretta di comprare qualcosa e quindi controlla anche le oscillazioni di prezzo... (leggendario il momento in cui il set 7499 "binari dritti" calò per qualche giorno a 11,16€).

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
il 25/3/2016 alle 15:35, Jack75 ha scritto:

non dobbiamo più fidarci del nostro amico Amazon?

La domanda vera è "da quando abbiamo iniziato a fidarci troppo di Amazon?"
Un dato su tutti: fatturato 2017 = 270 $USD, margine 3 $USD, cioè poco più dell'1%
Come fidarsi di una Azienda che può permettersi di "stare in piedi" con l'1% di margine?

Due esempi (sui e per i quali posso mettere la mano sul fuoco):

1) Modulare "in corso" (cioè comprabile su S@H, spedizione gratuita perché < di 55 euro, oppure in negozio fisico, stesso prezzo) su LEGO Shop venduto su Amazon da un negozio fisico.
Listino S@H: € 159.
Prezzo Amazon del negozio: € 179 + € 8,99 di spedizione
Venduto in meno di mezza giornata

2) Serie di set "in corso" (cioè comprabile su S@H, spedizione gratuita perché < di 55 euro, oppure in negozio fisico, stesso prezzo) su LEGO Shop venduto su Amazon da un negozio fisico.
Listino S@H: € xxx.
Prezzo Amazon del negozio: € xxx + € 10 (a copertura delle commissioni Amazon) + € 8,99 di spedizione
Venduti sistematicamente a persone che abitano nel raggio di 500 mt/1 km dal negozio fisico

Il problema è che nel tempo, Amazon ci ha imposto il concetto di "su Amazon costa meno"... e tutti vanno a cercare su Amazon prima ancora che su Google.

Analisi finanziarie, statistiche dei big/small data confermano che Amazon non punta al 100% del mercato e-commerce, bensì al 100% (teorica) del mercato retail, ovvero punta ad essere IL negozio (unico e solo).
A dimostrazione di ciò, grazie alla diffusione dei dispositivi ad attivazione vocale (Echo/Alexa), il nuovo obiettivo di Amazon e "sbranzidizzare" i prodotti dei marchi premium. Tu apri bocca e dici "Alexa, Batterie"... e Alexa non ti risponde con "Quali?", Alexa ti mette nel carrello le Amazon Basic (1/3 delle ricaricabili vendute su Amazon sono... Amazon).

Io ho imparato una cosa: preferisco l'x% di sconto fisso su tutto ciò che compro che mi fa il negozio di fiducia alla rincorsa continua dell'ultimo prezzo speciale di Amazon. Certo, monitorizzo con CamelCamel e similari i prezzi Amazon di cose particolari e colgo le occasionissime, tipo il set 31070 venduto tempo fa a €19,90 a fronte di un prezzo S@H di € 49,99... (non serve che vi spieghi perché e come faccia Amazon a permettersi uno sconto di quel tipo)

... il grosso però vado a prenderlo dal negoziante fisico. Ci perderò qualche euro, ma faccio 4 chiacchiere, scambio un paio di sorrisi e l'acquisto ha più sapore.

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

...se non ci fosse Amazon, come farei?

La maschera è per un regalo che devo consegnare domani, e di cui mi son ricordato solo ieri sera. È già nelle mie mani... il resto l'ho ordinato oggi, verso le 17.30: domani già ci posso 'lavorare' sopra...

Va bene cercare di aiutare il negozio di vicinato (sempre meno presenti, perché la società sta cambiando per 100.000 motivi diversi), ma senza Amazon, io non saprei come fare... anche solo per il tempo di dover andare a cercare in giro cose che non troverei mai 😉

Screenshot_20190128-182910.jpg 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
6 ore fa, alf ha scritto:

Lo scempio è cominciato un po' di anni fa, quando Amazon ha comicamente deciso di rubare mercato a eBay allestendo un proprio marketplace fatto di venditori esterni (avete mai fatto caso a tutti quei "venduto da XYZ e spedito da Amazon"?)... e poi imitando le genialate dilettantesche di tali esterni.

C'è però un altro motivo: prendere per il sedere (o addirittura monetizzare) i furbacchioni che usano bot per scandagliare Amazon 24/365 alla ricerca di prodotti "scontati", dei quali fornire i link sponsorizzati nei propri gruppi facebook/whatsapp/telegram/ecc. allestiti per fare pesca a strascico. Così va a finire che un set (un qualsiasi prodotto) che risulta "scontato del 56%" (in realtà solo un euro di differenza) prende il posto di uno che era onestamente scontato di due euro...

L'AFOL attento ovviamente non ci casca, perché anziché guardare la percentuale di sconto guarda il prezzo, e ricorda a quanto lo ha visto sullo shop LEGO, al negozio in città, e su Bricklink. E soprattutto ha raramente fretta di comprare qualcosa e quindi controlla anche le oscillazioni di prezzo... (leggendario il momento in cui il set 7499 "binari dritti" calò per qualche giorno a 11,16€).

E' stato fatto anche qui su ITLUG, intendo la pesca a strascico....

Comunque è una pratica scorretta e forse "illegale" quella di alzare il prezzo per far comparire più sconto.

Se si trattasse di prezzo imposto.

Credo però che nel caso di LEGO il prezzo del listino, sia pura indicazione e non prezzo imposto. Perciò... 

Io comunque su Amazon ho fatto ottimi acquisti, tutte le volte che conoscevo in partenza il reale costo dell'oggetto.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Quando acquisto LEGO su Amazon il mio punto di partenza è questo: https://brickset.com/buy/vendor-amazon/order-percentdiscount/country-it

Ogni tanto faccio anche un giro sulle pagine che monitorano gli altri Amazon europei, qualche volta ho trovato offerte così convenienti da compensare le spese di spedizione.

L'importante è ricordarsi che non esiste solo Amazon. Esistono altri store online validi, e se si ha vicino casa un negozio fidato che fa uno sconto fisso, non vedo perché perdere tempo a monitorare le offerte di Amazon.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
il 25/3/2016 alle 16:21, sdrnet ha scritto:

3) se il set viene spedito all'interno di un imballo amazon oppure se la scatola è l'imballo stesso che ne fa parte (sembra assurdo ma a me è successo personalmente con un set)

Questo succede se Amazon vuole risparmiare sulla spedizione (che a te regala, ma che cerca di fare al minor costo possibile).

Se un set "fitta" una scatola più grande, Amazon cerca di spedirti il set senza scatola marrone (etichetta del corriere applicata direttamente sulla scatola del set).

Lo fa anche con altri beni dagli imballi scomodi (monitor, TV etc).

I corrieri tariffano secondo la combinazione volume/peso. Se la scatola è leggera ma ingombrante, cerca di "fregarti" non mettendoci la sua scatola (scaglione di peso/volume superiore), e tu devi accorgerti che c'è il flag "vuoi l'imballo Amazon?"

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Ah, sarò ripetitivo ma io ho smesso di comprare LEGO su Amazon quando lorsignori hanno smesso di, nell'ordine

1) Unimog Technic a 130 invece di 190€ e altre offerte clamorosamente simili

2) ordini stamattina e ricevi max dopodomani senza giochetti.

3) poi ci ho preso gusto a comprare altrove e quindi non compro in ogni caso

Altro.... solo se proprio non posso farne a meno, quoto in pieno "basta ricordarsi che non esiste solo Amazon" ma noto che c'è parecchia gente fissata che non sente ragioni. Non del tutto a torto, comunque, se per dieci cose devi fare altrettante registrazioni e balle varie... Tante cose si trovano sottocasa anche a prezzi simili, basta sbattersi un minimo, la scusa del non ho tempo è appunto una scusa, casomai siamo abituati male e ci siamo impigriti. Inteso come cittadino medio che ormai pretende solo, chiaramente.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
14 ore fa, carlo.fadel ha scritto:

Tante cose si trovano sottocasa anche a prezzi simili, basta sbattersi un minimo, la scusa del non ho tempo è appunto una scusa, casomai siamo abituati male e ci siamo impigriti. Inteso come cittadino medio che ormai pretende solo, chiaramente.

🙌

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
15 ore fa, AirMauro ha scritto:

E' stato fatto anche qui su ITLUG, intendo la pesca a strascico....

Eh già...ed era anche contro il regolamento...ma fu fatta 🙄 ...

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Bene adesso faccio il vostro gioco perché sì, mi sono stufato di dover ancora oggi, dopo anni ritrovare frecciatine e messaggi del genere sparsi per il forum. Sono già stato messo alla gogna a quel tempo per quello che è stato fatto in queste pagine e guarda, pensa un po', non era assolutamente contro il regolamento. Lo è stato dopo che la questione è stata discussa (e lo è stato fatto per motivi diversi da quelli che credi ovvero il regolamento Amazon) e infatti, da allora, nessuno ha più fatto pesca a strascico. Ma... Indovina un po' chi ci ha perso alla fine? Ah, invece continua ad essere vietato su questo forum un linguaggio scurrile, volgare e anche con espliciti riferimenti al sesso e indovina un po' chi continua a farli pur sapendo che sono vietati da quel regolamento che in questi giorni dice di voler rispettare?

 

E visto che oramai sono entrato in questa discussione rispondo anche alla questione originale del topic al quale vi invito a rientrare tutti.

@alf non tutti fanno quel lavoro nel modo in cui parli. C'è chi lo fa cercando di aiutare gli AFOL in maniera precisa e organizzata.

@maria77 amazon continua ad essere un posto sicuro ed affidabile per fare acquisti, ma per farlo bene è necessario fare attenzione e fare le scelte di acquisto con attenzione. Come in qualunque altro posto.

@Frank4bricks sono felice per te, ma io non mi posso permettere di spendere il prezzo consigliato, perché di questo si tratta, nel negozio sotto casa che non ho e soprattutto non ho il tempo di andare dal giocattolaio scorbutico che magari non mi fa nemmeno l'1% di sconto. E per quanto riguarda gli imballaggi esterni sicuramente una delle motivazioni è il risparmio, questo è ovvio, ma credo, sottolineo credo, che una delle motivazioni sia anche la logistica perché questo non viene applicato su tutti i set. Al contrario per gli oggetti voluminosi è una pratica comune a tutti quelli che vendono online. Credo che sarebbe alquanto demenziale oltre che uno spreco imballare un TV 55" dentro un'altra scatola. Tra l'altro però questo è possibile selezionando l'apposita opzione...

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
25 minutes ago, Fabbbbbricks ha scritto:

sono felice per te, ma io non mi posso permettere di spendere il prezzo consigliato, perché di questo si tratta, nel negozio sotto casa che non ho e soprattutto non ho il tempo di andare dal giocattolaio scorbutico che magari non mi fa nemmeno l'1% di sconto. E per quanto riguarda gli imballaggi esterni sicuramente una delle motivazioni è il risparmio, questo è ovvio, ma credo, sottolineo credo, che una delle motivazioni sia anche la logistica perché questo non viene applicato su tutti i set. Al contrario per gli oggetti voluminosi è una pratica comune a tutti quelli che vendono online. Credo che sarebbe alquanto demenziale oltre che uno spreco imballare un TV 55" dentro un'altra scatola. Tra l'altro però questo è possibile selezionando l'apposita opzione..

Era proprio quello che intendevo: il problema è che se mi invii un televisore, nella sua bella confezione Samsung/LG/Sony etc e ci attacchi la pecetta del corriere, può ancora andare bene (non è che ti puoi mettere in tasca un 55"), ma se lo fai con un set LEGO, qualche rischio in più lo corri. Fortunatamente non ci sono mai "cascato" perchè ho sempre flaggato l'opzione "Imballo Amazon".

 

25 minutes ago, Fabbbbbricks ha scritto:

io non mi posso permettere di spendere il prezzo consigliato, perché di questo si tratta, nel negozio sotto casa che non ho

Pensa che il mio "negozio sottocasa" è a 60 km e 55 minuti da casa!

Siccome (per fortuna) sono da tempo guarito dalla sindrome del "day one", faccio gli ordini mano a mano (e lo sconto è tra il 15% e il 20%, non l'1%) e ogni tot vado a ritirare.

Sono poi certamente il primo ad approfittare di offerte tipo quella del set 31070 venduto tempo fa a €19,90 a fronte di un prezzo S@H di € 49,99... ma questo è un altro discorso

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
10 ore fa, Fabbbbbricks ha scritto:

Bene adesso faccio il vostro gioco perché sì, mi sono stufato di dover ancora oggi, dopo anni ritrovare frecciatine e messaggi del genere sparsi per il forum. Sono già stato messo alla gogna a quel tempo per quello che è stato fatto in queste pagine e guarda, pensa un po', non era assolutamente contro il regolamento. Lo è stato dopo che la questione è stata discussa (e lo è stato fatto per motivi diversi da quelli che credi ovvero il regolamento Amazon) e infatti, da allora, nessuno ha più fatto pesca a strascico. Ma... Indovina un po' chi ci ha perso alla fine? Ah, invece continua ad essere vietato su questo forum un linguaggio scurrile, volgare e anche con espliciti riferimenti al sesso e indovina un po' chi continua a farli pur sapendo che sono vietati da quel regolamento che in questi giorni dice di voler rispettare?

Visto che ho scritto io quella frase, ci tengo a specificare che l'ho fatto in spontaneità nel sottolineare che non era una novità. E che era successo anche qui.

Ci tengo a precisare che non mi rivolgevo a te in particolare, perché a memoria varie persone hanno messo link, e onestamente non sono certo uno, che se deve rivolgersi in particolare a qualcuno, non fa nomi e cognomi.

Tantopiù che nell'occasione noi abbiamo avuto un bel chiarimento personale.

Questo per la precisione. 

Ritengo che il CD nell'occasione ha preso delle decisioni sbagliate, in funzione della comunità dei suoi associati.

Mi spiego meglio i link taggati o meno, che vengano da brickset, da il corriere della sera, da un bot o quant'altro, se segnalano uno sconto valido per la comunità sono un vantaggio per tutti. 

Naturalmente devono stare in una sezione apposita. E non, come successe in alcuni casi disseminati in recensioni o sezioni diverse dalle bazze.

Quindi se utilizzati nel giusto modo erano un vantaggio per gli associati. E contesto ancor oggi che il CD abbia invece voluto appellarsi a un "ipotetico" regolamento di Amazon, che laddove in vigore tra Amazon e il suo affiliato era solo materia loro e non certo di ITLUG, che a norma di statuto non è certo chiamato a controllare se i suoi associati che fossero affiliati amazon osservano con scrupolosità il loro rapporto in essere.

Infatti ci troviamo nella stessa situazione in cui, se dei video di YouTUBE che postiamo sono di canali affiliati con YOUTUBE, non è merito di itlug valutare se tizio (associato di ITLUG) che ha fatto il video, guadagna più o meno con tali visualizzazioni.

Però, Fabio, non puoi dire che non era contro il regolamento di ITLUG in senso stretto, perché in realtà tra statuto e regole accessorie è ben scritto che le prestazioni dei soci all'associazione o altri soci deve essere fatta a titolo gratuito e senza compenso.... Ed in questo senso diversi soci ebbero da argomentare in materia. Pretendendo anche provvedimenti severi.

A mio modesto parere, l'interpretazione talebana di tale articolo dello statuto porterebbe ad escludere da itlug:

  1. chi ha un negozio bricklink e dovesse mai vendere ad associato
  2. chi scrive libri e dovesse mai venderli ad un associato
  3. chi organizza eventi ed abbia mai ricevuto un compenso al di fuori dei rimborsi spese
  4. chi nella sezione mercatino anziché regalare agli altri membri il proprio LEGO, lo mette in vendita
  5. chi ha un canale YouTube affiliato e avesse mai postato un video sul forum
  6. chi ha un sito dove ha dell'advertising e dovesse mettere un riferimento
  7. chi vende istruzioni di moc, e ne avesse mai vendute a un associato
  8. e così via...

Insomma potrebbe chiudere ITLUG, si fa prima.

L'unica "sanzionabilità" era legata alla non trasparenza dell'operazione, soprattutto laddove i link erano stati abbreviati, con possibili profilazioni (possibili, non vuol dire che sono state fatte) ma soprattutto era giustamente applicabile laddove i link non fossero nella sezione offerte. Perché sicuramente in quel caso si violava la lealtà tra soci.

Per me nella circostanza il CD sbagliò, forse anche per paura delle tensioni che c'erano tra soci in quel periodo, o forse per errore di valutazione, finendo nel tentativo di salvare capra e cavoli di non salvare ne la capra nei cavoli.

Bastava semplicemente sanzionare, richiamando all'ordine, laddove si fosse esagerato (fuori bazze) e semplicemente regolare tali link nell'apposita sezione. 

E' assurdo per dire ospitare negozi di associati a Lecco (per fare un esempio, vale per qualsiasi evento itlug) e accettare che un associato venda a un altro associato e ne ricavi un vantaggio economico, ed invece respingere opportunità di risparmio, per cui i soci non pagavano alcunché, e che forse avrebbero potuto generare un vantaggio per chi li postava. E' una contraddizione di termini.

Sempre a mio modesto parere.

Detto ciò, che spero contribuisca a cancellare le solite incomprensioni, e magari a gettare le basi per una nuova politica in materia... 

Io posso dire che Amazon è una forza, mi ha aiutato parecchio nella mia passione per il LEGO, e per altro perché ha un assortimento incredibile. Dove trovi davvero tutto. E spesso a buon prezzo.

Avendo non sempre molto tempo a disposizione, il fatto di non dover perdere ore in spostamenti per poter acquistare dei beni è importante. Ed è il motivo preci spesso acquisto lì. Ma non solo lì.

Perché ci sono altri dealer online o meno che sono molto validi. Certo, Amazon è impressionante.

E poi certi sconti, o svendite, come su Amazon non le ho mai viste fare. (Naturalmente confido che operi nel pieno rispetto della legge... per farli).

 

 

 

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Mi riallaccio a quanto riportato nei post precedenti, a proposito della simpatica abitudine di Amazon di maggiorare i prezzi per "aumentare" la percentuale di sconto "a favore" dei vari CamelCamelCamel et similia.

Set LEGO Speed Champions 2019 (per la cronaca, venduti da Amazon e quindi comprati direttamente su LEGO Shop, visto che in Italia nei negozi arriveranno solo dal 1° di marzo... oppure comprati da Amazon laddove/in un Paese sia possibile comprarli direttamente da LEGO in barba ai normali negozi fisici😞
- prezzo di partenza: € 27,75 (prezzo di listino LEGO Shop: € 14,99)
- prezzo di vendita: € 14,99 (stesso prezzo di LEGO Shop)
- sconto risultante: -46%

image.thumb.png.724c824b33f47a33f956d3f1f0dd61a0.png

Tradotto: li vende al prezzo al quale li ha comprati, sicuramente già che ci sei compri altro, CamelCamelCamel dannato!


Un caso? NO!

Lo han fatto con tutti i set della nuova wave:
 

image.thumb.png.b8f99d774ffc598a293a22a396f82535.png

image.thumb.png.724c824b33f47a33f956d3f1f0dd61a0.png

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Questo è successo in maniera sistematica un paio di anni fa su quasi tutte le uscite. Oggi capita meno spesso e se capita capita su prodotti che non sono effettivamente disponibili. Quando sarà disponibile è possibile che il prezzo precedente venga sistemato.

Sto giustificando la cosa? Assolutamente no, non so da dove nasca quel prezzo precedente, però è bene far notare che è sì una fregatura (o furbata), ma lo è in termini un po' particolari...

Schermata 2019-01-30 alle 15.26.35.png

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
1 ora fa, Arrow ha scritto:

Solo uno "stolto" (passatemi i termine) non si informa dei prezzi ANCHE al di fuori di Amazon. Per me è una regola basilare.

Sapessi quanti invece al grido di battaglia "Amazon costa meno" vanno alla cieca!

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
1 ora fa, Fabbbbbricks ha scritto:

fregatura (o furbata), ma lo è in termini un po' particolari...

Non tanto fregatura (il prezzo finale è giusto) quanto furbata.

E' un prodotto venduto da Amazon e "coperto" da Prime, quindi vuol dire che è disponibile (lo compra a € 14,99 e lo vende a € 14,99 visto che da grossisti e/o da LEGO Italia non è ancora disponibile, a meno che in qualche Paese non sia già disponibile presso grossisti e negozi)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Guarda, nel frattempo ci devono aver 'letti' perché almeno due di queste SC non sono più listate a quel prezzo e non sono disponibili. Una invece risulta ancora disponibile ma con le caratteristiche evidenziate sopra.

Il punto però è che non sono disponibili veramente all'acquisto. Cioè puoi ordinarle e aspettare uno o due mesi ovvero marzo per l'uscita effettiva e sono quasi certo che a quel tempo la scheda sarà corretta.

Negli altri store europei sono più o meno disponibili, il prezzo listato è quello di listino (o quasi) e non sono segnalati sconti.

Io credo che siano effettivamente 'errori' di qualche genere e non furbate.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
Il 30/1/2019 alle 15:53, Arrow ha scritto:

Solo uno "stolto" (passatemi i termine) non si informa dei prezzi ANCHE al di fuori di Amazon. Per me è una regola basilare.

Vale per qualsiasi negozio, sarebbe sempre opportuno informarsi prima quando si fanno gli acquisti.

Non necessariamente uno è più caro perché vuole fregare di più, può essere che oggettivamente abbia sconti minori all'origine, e comunque, se è onesto, la mole di tasse e burocrazia che deve sostenere qualsiasi attività in Italia incide sul prezzo più di qualsiasi altra cosa. E va sempre tenuto bene a mente.

Detto ciò io ho comprato spesso con super sconti su Amazon, ma mi è ad esempio capitato, che su dei vasi speciali per piante, fatti dalla lechuza (una marca di qualità nelle cose in plastica... non a caso è una divisione di playmobil...ehehehheh) ho trovato i prezzi di Amazon più alti del 50% rispetto al centro giardinaggio che frequento di solito. E non erano noccioline perché da una parte costavano 70 euro e dall'altra 35.

Ho osservato il prezzo per curiosità per diverso tempo e ho visto che non variava mai. E' possibile che in questo caso fosse un prodotto su cui Amazon non ha economie di scala o chissà. Ma di fatto non ha mai raggiunto, ma neanche avvicinato il prezzo del centro dove l'ho preso. E notare il centro non lo aveva in offerta, era prezzo pieno.

Amazon era eccezionale per i libri, finché il parlamento italiano, per paura che la cultura si diffondesse troppo, ha imposto uno sconto massimo del 20% sul prezzo di copertina  ad Amazon per legge.

Nonostante ciò a livello di catalogo, Amazon è una forza sui libri, avendo un catalogo infinito sempre disponibile. Cosa che a mio parere è la sua vera forza. 

Poi personalmente alle volte preferisco l'online, perché io considero un costo anche il tempo per andare al centro commerciale, piuttosto che negozio ecc. e quindi se il prodotto mi arriva a casa ad un prezzo pari o inferiore, mi permette di avere più tempo per i miei Hobby.

Ultima modifica: da Fabbbbbricks
Riferimenti alla politica vietati

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per postare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai un account? Accedi .

Accedi ora

  • Visualizzato ora da   0 utenti

    Nessun utente registrato su questa pagina.

×
×
  • Crea nuovo...