Jump to content
IGNORED

Pick a brick nei Lego Store


Tristan
 Share

Recommended Posts

Io sono di Verona e vicino c'è il conosciutissimo Gardaland.

Per chi non lo sapesse fa parte del gruppo Merlin, lo stesso di Legoland.

Molti rumors parlano di un'apertura all'interno o nei pressi di Gardaland, ma vista la crisi non indifferente che colpiscono questi posti, dubito una prossima apertura.

Ricordiamoci pure che per TLG, l'Italia ha un mercato di interesse secondario

Link to comment
Share on other sites

BASTA CON QUESTA STORIA CHE ESCE OGNI ANNO DI GARDALAND E DELLA MERLIN.

 

TLG è stata chiara già un anno fa, anche se ogni anno TLG Italia fattura sempre di più e aumenta l'utile, per TLG Billund ovvero la casa madre, l'Italia rimane un "mercato non appetibile" per via della tassazione.

 

Mettetevi il cuore in pace, è più probabile che Megan Fox si iscriva a ItLUG che vedere un LEGO STORE in Italia :-\ ...

Link to comment
Share on other sites

BASTA CON QUESTA STORIA CHE ESCE OGNI ANNO DI GARDALAND E DELLA MERLIN.

 

TLG è stata chiara già un anno fa, anche se ogni anno TLG Italia fattura sempre di più e aumenta l'utile, per TLG Billund ovvero la casa madre, l'Italia rimane un "mercato non appetibile" per via della tassazione.

 

...

 

Ogni anno ci sono nuovi iscritti e ovviamente risalta fuori, non essere cattivo :P

Link to comment
Share on other sites

tassazione? mmm, ho qualche dubbio, queste multinazionali si fanno sempre la bocca con questa parola, come se la tassazione se la cuccano loro...basta vedere i prezzi dei singoli set

non si tratta di spostare la produzione in Italia, ma semplicemente di aprire un negozio; non penso che TLG avrebbe problemi a tenere aperto un negozietto di 150 mq ad essere larghi e di mantenere un personale di 3/4 persone...

anche la questione dell'appetibilità lascia il tempo che trova visto che i bilanci di Lego Italia aumentano di anno in anno

 

peccato, per fortuna che almeno c'è BL

 

 

Link to comment
Share on other sites

 

non si tratta di spostare la produzione in Italia, ma semplicemente di aprire un negozio; non penso che TLG avrebbe problemi a tenere aperto un negozietto di 150 mq ad essere larghi e di mantenere un personale di 3/4 persone...

 

 

 

Credo e temo che la questione sia più complessa di così (aprire un negozio = semplice).

 

 

Dove aprirlo? Milano? Roma? Napoli? Verona? Venezia?

 

 

- 150 mq in centro delle grandi città hanno costi spropositati, sia in affitto sia in caso di acquisto

- 3/4 commessi? per pagare un salario di 1200/1500 euro netti in busta, vuol dire pagarne almeno 3000/3500 lordi

- tasse? si pagano in anticipo e sull'anno precedente..........

- IMU? TARSU/Service Tax? Tassa d'ombra e per l'insegna? I "LEGO Store" DEVONO avere l'insegna luminosa.......almeno 1000 euro/anno date le dimensioni!!!!

- Fatturato? Potrei anche sbagliarmi, ma in Italia temo il grosso degli acquisti sia fatto in GDO (Carrefour, Auchan COOP etc) o megastore (GranCasa, Toys, Giocheria etc).

Andate a chiedere a chiunque abbia un negozio "fisico" e monomarca LEGO come se la sta cavando.......

 

 

 

 

Mettiamoci l'anima in pace.......in Italia il LEGO Store non lo avremo mai :(

Link to comment
Share on other sites

 

Credo e temo che la questione sia più complessa di così (aprire un negozio = semplice).

 

 

Dove aprirlo? Milano? Roma? Napoli? Verona? Venezia?

 

 

- 150 mq in centro delle grandi città hanno costi spropositati, sia in affitto sia in caso di acquisto

- 3/4 commessi? per pagare un salario di 1200/1500 euro netti in busta, vuol dire pagarne almeno 3000/3500 lordi

- tasse? si pagano in anticipo e sull'anno precedente..........

- IMU? TARSU/Service Tax? Tassa d'ombra e per l'insegna? I "LEGO Store" DEVONO avere l'insegna luminosa.......almeno 1000 euro/anno date le dimensioni!!!!

- Fatturato? Potrei anche sbagliarmi, ma in Italia temo il grosso degli acquisti sia fatto in GDO (Carrefour, Auchan COOP etc) o megastore (GranCasa, Toys, Giocheria etc).

Andate a chiedere a chiunque abbia un negozio "fisico" e monomarca LEGO come se la sta cavando.......

 

Ma ragazzi, stiamo parlando di Lego, non di una piccola ditta che produce giocattoli.

 

Non dico di aprire una catena, ma credo che un negozietto (che sia Roma, Milano, Firenze e qualche altra città poco cambia) non farà andare in rovina TLG.

E poi vedendo che ci sono Afol che vanno a farsi tranquillamente scampagnate in Germania o nord Europa a comprare pezzi, figuratevi se non lo farebbero se ci fosse un negozio in Italia.

 

Ok, fai un investimento importante all'inizio (ma credo che sia normale per chi apra da 0), ma poi rientrerebbero di sicuro dal momento che:

- sarebbe il primo in Italia quindi il potenziale bacino di acquirenti non sarebbe indifferente; con internet potrebbero organizzare un sistema efficiente (questa volta voglio dimenticarmi che sto parlando dell'Italia) di invio online dei prodotti, che arriverebbero prima di qualsiasi altro ordine effettuato con Bricklink o casa madre (ovviamente sto sempre fantasticando sul fatto che l'Italia sia un paese efficiente);

- prodotti che potrebbero essere venduti a prezzi più contenuti visto che non ci sarebbe il ricarico da parte dell'Auchan, Grancasa o Carrefour di turno, e possibilità di vendere prodotti non presenti nei centri commerciali;

- a differenza di tutte queste catene di centri commerciali, avrebbero il pick a brick.

 

Se dovessi scommettere un eurino, lo metterei sull'apertura di un Lego store quin in Italia entro i prossimi 5 anni.

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

 

Per Fabbbbbricks™:

Il problema è che in Italia, diversamente da qui

http://www.mallofamerica.com/shopping/directory/legoi centri commerciali più grossi, belli ed importanti sono praticamente tutti di proprietà degli operatori GDO, e del gruppo Iper (quelli de "Il Paese della Grande I" per intenderci) in particolare

- OrioCenter (vicino all'aereoporto di Bergamo -> Gruppo Iper)- Fiordaliso (a Rozzano -> Gruppo Iper)- i Carrefour Planet- Milano Portello (zona ex fiera Gruppo Iper)- Auchan di Corsicoetc

e quindi il LEGO Store verrebbe visto come un concorrente che gioca in casa.

Senza contare che i centri commerciali spesso si trovano fuori città, e con il fior fiore dei trasporti pubblici che ci ritroviamo, sai che comodità arrivarci?

 

 

Per hotspace_82:

 

 

- e come la mettiamo con gli orari di apertura, che vengono decisi dal Comune e non dalla Azienda (con buona pace degli eventi, delle aperture straordinarie etc.)?

- e con le ZTL?

- e con i dipendenti, che non sono disposti a fare certi orari?

 

 

So bene cosa vuol dire avere un negozio perché mia moglie ne ha uno suo di abbigliamento, e ti garantisco che di lacci, lacciuoli, regolamenti, tasse stupide e inutili, beghe amministrative etc ce ne è da scoraggiare persino una multinazionale come LEGO.

 

 

Pensa solo agli adempimenti della "626" da applicarsi ad un negozio che vende brick sfusi e quindi "ingoiabili" e "masticabili"......un incubo :(

 

 

Gli AFOL italiani vanno sì a farsi le "scampagnate" a Monaco o in Danimarca perché i set costano meno o perché ci trovano set che in Italia non arrivano, ma credo anche molto che ci vadano perché l'occasione è buona anche per farsi una gita in alcuni delle principali e più belle capitali europee. Non credi?

 

 

Quanti italiani sarebbero disposti, solo per andare nel LEGO Store, a farsi un giro a Milano o a Napoli, o a Roma? E quanto spesso?

 

 

Io personalmente non ho i mezzi per andare nei LEGO Store tedeschi o del nord Europa, men che meno quindi "investirei" del denaro per andare a Roma o a Venezia solo per andare al LEGO Store, per quanto mi piacerebbe (così come mi piacerebbe andare a quello di Monaco o di Vienna).

 

 

Se poi i prezzi e i set nel LEGO Store fossero gli stessi dello S@H, con il fatto che spesso le spese di spedizione sono gratis, figuriamoci.

 

 

Preferisco allora andare nel negozio (fisico) specializzato che mi fa il 20-25-30% di sconto sul listino LEGO (e con l'occasione parlo di set, di MOC, di idee etc.) oppure su Bricklink (scelgo-compro-mi arriva a casa a fatica zero).

 

 

Personalmente non vedo il/un LEGO Store come un semplice negozio LEGO (negozi LEGO-only ce ne sono già, eccome), lo vedo invece più come un luogo "LEGO-so" dove vivere una "LEGO Experience", e così come in Italia non si va nemmeno vicini ad ipotizzare un parco a tema LEGO, difficilmente vedo la possibilità che venga aperto un LEGO Store.

 

 

Sarebbe un po' come dire che un romano o un barese o un veneziano sarebbero disposti a prendere il treno o l'aereo per venire a Milano solo per farsi un "latte" (come gli americani chiamano il cappuccio) da Starbucks (qualora ne venisse aperto uno a Milano) o un milanese o un torinese prendessero l'aereo solo per cenare all'Hard Rock Cafè di Roma (sempre che ci sia ancora).

 

Sarei quindi felicissimo di perdere la scommessa e pagarti qualche eurino se davvero un LEGO Store venisse aperto qui in Italia, ma la vedo davvero dura.

 

 

Parere personale, sia chiaro :)

Link to comment
Share on other sites

[...]e quindi il LEGO Store verrebbe visto come un concorrente che gioca in casa [...][/font]

Non sono così esperto sulle proprietà e le dinamiche dei centri commerciali, ma non vedo come l'eventuale presenza di un negozio LEGO possa essere considerato un problema: secondo me quel centro commerciale ne guadagnerebbe in immagine e basta. Al massimo l'eventuale Toys di turno potrebbe perdere qualche vendita, ma visti i prezzi che pratica non sarebbe altro che una cosa buona e giusta. Guarda ad Apple che ha aperto il primo negozio italiano proprio nel centro commerciale di Roma Sud. Certo forse Media World inizialmente ci ha perso un po' ma nell'insieme sicuramente ci han guadagnato tutti.

 

[...]Quanti italiani sarebbero disposti, solo per andare nel LEGO Store, a farsi un giro a Milano o a Napoli, o a Roma? E quanto spesso?[...]

 

[...]Bricklink (scelgo-compro-mi arriva a casa a fatica zero).[...]

Beh, però il Pick-a-Brick è il Pick-a-Brick! Io mi farei tranquillamente anche 4 ore di treno per fare un po' di spesa con quei bicchieroni che invidio a tutti i miei contatti Flickr... E prima o poi dovrò trovare l'occasione per andare a Monaco o Vienna...

Link to comment
Share on other sites

???

Scommetti pure il tuo eurino.

Ma prima informati su cosa fanno i LEGO Store all'estero ;)

 

Cosa fanno ora lo so, cosa faranno credo che nessuno di noi lo può sapere, i miei sono solo consigli per facilitare il cliente

 

Per hotspace_82:

 

 

- e come la mettiamo con gli orari di apertura, che vengono decisi dal Comune e non dalla Azienda (con buona pace degli eventi, delle aperture straordinarie etc.)?

- e con le ZTL?

- e con i dipendenti, che non sono disposti a fare certi orari?

 

 

So bene cosa vuol dire avere un negozio perché mia moglie ne ha uno suo di abbigliamento, e ti garantisco che di lacci, lacciuoli, regolamenti, tasse stupide e inutili, beghe amministrative etc ce ne è da scoraggiare persino una multinazionale come LEGO.

 

 

Pensa solo agli adempimenti della "626" da applicarsi ad un negozio che vende brick sfusi e quindi "ingoiabili" e "masticabili"......un incubo :(

 

 

Gli AFOL italiani vanno sì a farsi le "scampagnate" a Monaco o in Danimarca perché i set costano meno o perché ci trovano set che in Italia non arrivano, ma credo anche molto che ci vadano perché l'occasione è buona anche per farsi una gita in alcuni delle principali e più belle capitali europee. Non credi?

 

 

Quanti italiani sarebbero disposti, solo per andare nel LEGO Store, a farsi un giro a Milano o a Napoli, o a Roma? E quanto spesso?

 

 

Io personalmente non ho i mezzi per andare nei LEGO Store tedeschi o del nord Europa, men che meno quindi "investirei" del denaro per andare a Roma o a Venezia solo per andare al LEGO Store, per quanto mi piacerebbe (così come mi piacerebbe andare a quello di Monaco o di Vienna).

 

 

Se poi i prezzi e i set nel LEGO Store fossero gli stessi dello S@H, con il fatto che spesso le spese di spedizione sono gratis, figuriamoci.

 

 

Preferisco allora andare nel negozio (fisico) specializzato che mi fa il 20-25-30% di sconto sul listino LEGO (e con l'occasione parlo di set, di MOC, di idee etc.) oppure su Bricklink (scelgo-compro-mi arriva a casa a fatica zero).

 

 

Personalmente non vedo il/un LEGO Store come un semplice negozio LEGO (negozi LEGO-only ce ne sono già, eccome), lo vedo invece più come un luogo "LEGO-so" dove vivere una "LEGO Experience", e così come in Italia non si va nemmeno vicini ad ipotizzare un parco a tema LEGO, difficilmente vedo la possibilità che venga aperto un LEGO Store.

 

 

Sarebbe un po' come dire che un romano o un barese o un veneziano sarebbero disposti a prendere il treno o l'aereo per venire a Milano solo per farsi un "latte" (come gli americani chiamano il cappuccio) da Starbucks (qualora ne venisse aperto uno a Milano) o un milanese o un torinese prendessero l'aereo solo per cenare all'Hard Rock Cafè di Roma (sempre che ci sia ancora).

 

Sarei quindi felicissimo di perdere la scommessa e pagarti qualche eurino se davvero un LEGO Store venisse aperto qui in Italia, ma la vedo davvero dura.

 

 

Parere personale, sia chiaro :)

[/font]

 

L'Italia sarà anche un paese burocraticamente all'età della pietra, però non conosco una multinazionale che non faccia affari in questo Paese.

Come ormai possiamo vedere tutti, gli orari sono l'ultimo dei problemi di queste società. I dipendenti che si lamenterebbero? tempo 2 minuti e sarebbero fuori dalla porta (e sai quante persone sbaverebbero per lavorare a qualsiasi orario, basta lavorare).

Sul tuo interrogativo sul fatto che non sai quanti italiani andrebbero a Roma, Napoli o altra città solo per il Lego Store, tu stesso hai risposto al paragrafo prima: credi che Roma, Napoli o Firenze abbiano da offrire solamente il Lego Store?

E poi già ne abbiamo trovato uno: Fabbbbbricks! :)

Lascio per ultima la questione 626 e ZTL perché mi sembra una tesi un po' sterile per avvalorare tutto il tuo discorso sul "no Lego Store"; per risponderti in maniera ironica ti potrei dire: ma in Italia di ferramenta non ne abbiamo più? eppure anche lì vendono oggetti piccoli e anche più pericolosi, ma non per questo vietano l'ingresso ai bambini o ci sono limitazioni (ovviamente sta all'attenzione dei genitori sia nel Lego store sia nella ferramenta). E non hai mai visto negozi in zone ZTL? Credi che potrebbero essere un problema per un Afol?

 

Rispettabilissimo il tuo parere personale, anzi ti ringrazio; spero lo sarà anche il mio.

 

Comunque visto che mi date tutti per perdente, quasi quasi banco la mia scommessa :D

Link to comment
Share on other sites

 

Rispetto totalmente il tuo parere, ci mancherebbe altro :) Non solo, ti posso assicurare che quanto ho scritto mi é uscito con tanto di retrogusto amarissimo, per come é la situazione qui da noi (e non mi riferisco ovviamente solo alla questione LEGO) e per quanto tutto qui da noi sia difficile.

 

 

Ammiro e apprezzo la tua positivitá e il tuo ottimismo, ma io purtroppo non ho una visione altrettanto rosea, soprattutto per quanto riguarda un LEGO Store italiano, e non sai quanto vorrei sbagliarmi.

 

 

Mi eti auguro quindi di vincere la scommessa, tanto che se mai ci vedremo all'italian LEGO Store il caffé pagato per te é garantito :)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...