Jump to content

A chi parla il marketing Lego?


Recommended Posts

Guardando alle ultime uscite di Lego, Dimensions e non....mi è venuto spontaneo ritornare su un argomento a me caro...

Sono spesso stato criticato in passato, quando sostenevo che gli afols fossero per Lego ben altro che un cliente marginale....

 

A-TEAM

RITORNO AL FUTURO

SONIC

Goonies

Gremlins

Batman anni 60

Supercar

ET

Gli arcade anni 80

Il sommergibile dei beatles....

La porsche da 299...

 

e così via...

 

Lego punta diritto alla generazione che è cresciuta negli anni 80... sia che è diventata padre o meno, oggi ha capacità economiche per collezionare, e spendere...

 

Ma la batcaverna anni 60 chi la vorrebbe altrimenti?

 

Davvero gli afols pesano così poco sui bilanci di Billund....

A giudicare dalle uscite direi proprio di no....

 

 

 

A mio parere le vendite agli afols saranno pure marginali.... però qualche dubbio mi viene...

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites

Non c'è dubbio che, in termini assoluti, gli AFOL rappresentano un mercato marginale (probabilmente ancora inferiore al 10%, ma certamente superiore al 5% che veniva ventilato nel 2010 in questo articolo pubblicato su Brickset e successivamente confermato in un documento ufficiale TLG) ma è altrettanto vero che il trend di crescita di questo mercato è tutto positivo e lo si può indirettamente evincere dal numero/costo dei nuovi set da "adulti", che stanno rilasciando a ritmo sempre più veloce, e dai temi/license acquisiti.

 

Nel 2011, i LUG con i quali TLG ha stretto "collaborazione" erano 70.

Ora siamo ad oltre 250.

Del resto, basta vedere (nel nostro "piccolo") la crescita in termini di soci di ItLUG da quando si è costituita in associazione ad oggi, e il prolificarsi di nuove community/LUG.

 

E tralascio gli eventi espositivi (oramai quasi uno a settimana, se non 2 o 3 contemporanei), non certo organizzati/allestiti da bambini in età scolare.

 

Tutti segnali che confermano l'aumento di un audience di clienti adulti che acquistano LEGO per proprio uso personale (tanti usano la scusa dei "figli", per convincere le mogli che non si tratta di acquisti inutili :D:D:D ) e che, soprattutto, al di là dei soldi che fanno entrare nella casse di TLG, sono un canale di marketing a costo 0 (o 0,0000x, se consideriamo il contentino del supporto ai LUG).

 

Adulti che usano Facebook, e gli innumerevoli altri social di vario genere, sui quali diffondo le più minime notizie (e leak) sul mondo LEGO e che, ovviamente, aumentano indiscutibilmente l'hype vero il brand e i suoi prodotti.

 

Perché, quindi, non "sfruttare" ulteriormente questa fetta (seppur relativamente piccola) di mercato offrendole nuovi prodotti di cui è "affamata" (vedi anche le nuove licenze)?

 

Sarebbe interessante sapere se c'è un dato aggiornato sulla quota di mercato rappresentata dagli AFOLs.

@Laz, tu che sei in Portogallo ed avrai modo in incontrare Kim & Jan, puoi mica chiedere a loro questa informazione, seppur indicativa?

Se non lo sanno loro... chi altro può saperlo? :D

 

Link to post
Share on other sites

Aggiungo:

LEGO Annual Report 2011: "...Over a period of years, the LEGO Group has actively developed relations with more than 70 "AFOL" groups with a total of 70,000 registred members."

 

LEGO Annual Report 2015: "...There are currently 274 recognised LUGs with more than 500,000 registered members".

 

Per cui...

Link to post
Share on other sites

Lego punta diritto alla generazione che è cresciuta negli anni 80... sia che è diventata padre o meno, oggi ha capacità economiche per collezionare, e spendere...

 

Stavo pensando la stessa cosa, sono avvalorato dal fatto che esponendo la cittadina di Hazzard nei nostri eventi, ho notato che i bambini/ragazzi sotto i 20/25 anni (e anche le persone sopra i 50/55 anni) non conoscono e non sanno cosa siano Hazzard, il Generale Lee e Bo e Luke.

 

W gli anni "80!!! 80.gif

Link to post
Share on other sites

Aggiungo:

LEGO Annual Report 2011: "...Over a period of years, the LEGO Group has actively developed relations with more than 70 "AFOL" groups with a total of 70,000 registred members."

 

LEGO Annual Report 2015: "...There are currently 274 recognised LUGs with more than 500,000 registered members".

 

Per cui...

 

500.000 registrati.... io per ogni registrato ne conosco più di una decina non registrati.... se il metro è questo, a quanto ammontano gli afols nel mondo?

Link to post
Share on other sites

500.000 registrati.... io per ogni registrato ne conosco più di una decina non registrati.... se il metro è questo, a quanto ammontano gli afols nel mondo?

Come più volte è emerso sul forum, dietro l'acronimo AFOL esistono moltissime sfaccettature che fanno di una persone, a suo modo, un "adulto appassionato di/dei LEGO".

Non sei il primo a porsi la domanda e basta fare un giro sulla rete per vedere quanti, nel tempo, se la son fatta.

Io penso che, al di là dei dati desunti dal numero dei membri dei LUG tramite il programma LAN (numeri sui quali, tra l'altro, si potrebbe aprire una lunga discussione...), la stessa TLG non sia in grado di avere un quadro ben preciso, proprio perchè il termine generico AFOL racchiude in se tante (troppe? )variabili.

Cos'è in effetti un FAN? Cos'è che differenzia un @AirMauro da un Sawaya (a parte che Sawaya è più "figo" di AirMauro)? Non sono entrambi adulti e appassionati di mattoncini LEGO?

E soprattutto, quante volte ci è capitato di conoscere persone che non sono attive nel mondo dei LUG/community/forum di settore, ma a casa hanno intere collezioni o costruiscono cose per il solo piacere personale di farlo?

Insomma... a pensarci bene, quel 10% di cui parlavo in un post precedente, forse lo abbiamo già superato da un pezzo...

Link to post
Share on other sites

 

Insomma... a pensarci bene, quel 10% di cui parlavo in un post precedente, forse lo abbiamo già superato da un pezzo...

 

E di tanto... stamattina ho risposto al sondaggio di product feedback per un 76066 (che "casualmente" ho comprato in offerta su amazon) e oramai i sondaggi hanno tutte le domande orientate al mondo degli appassionati adulti.

Segno inequivocabile del cambiamento in atto....

 

Anche la Bandai fa i soul of chogokin... e sa a chi li vende... senza nascondersi. Ora anche Lego sta facendo coming out.... :D:D:D

 

Link to post
Share on other sites

Dunque... la questione è semplice... per un'azienda, di qualsiasi dimensione, una fetta del suo mercato, anche piccola, è importante tanto quanto le altre fette di mercato.

Bisogna investire e coltivare comunque la fetta di mercato AFOL, per poter restare sopra la linea di galleggiamento qualora la fetta di mercato dei bambini e quella delle bambine diminuissero.

Credo che la diversificazione dei prodotti (vedi anche LEGO Dimension) sia figlia della lungimiranza e dell'esperienza passata negli anni bui che l'azienda LEGO ha vissuto...

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...