Vai al contenuto

Recommended Posts

@AirMauro mi ha forniti questo riassunto:

F40: 1158 pezzi, 89.99 euro = 0.078 euro al pezzo (inclusa licenza Ferrari)
Mini: 1077 pezzi, 89.99 euro = 0.084 euro al pezzo (inclusa licenza BMW)
Beetle: 1167 pezzi, 89.99 euro = 0.077 euro al pezzo (inclusa licenza VW)
London Bus: 1686 pezzi, 119.99 euro = 0.071 euro al pezzo (no licenza o forse inclusa licenza al produttore)
*Aston Martin*: 1295 pezzi, 149.99 euro = *0.120* euro al pezzo

Come lo giustificate?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti riporto quello che ho scritto da un'altra parte (con una piccola modifica) e che probabilmente in molti, giustamente, ignorano...

Quota

Licenza Aston Martin + Licenza 007 minimo e quindi anche MGM e le altre case di produzione oltre, suppongo, ai diritti sul personaggio e quindi chi gestisce i diritti di Ian Fleming anche se, probabilmente, sarà un pacco unico, ma comunque costoso.

Il confronto che hanno fatto con Ferrari (mi riferivo a FB) poi non ha molto senso dato che LEGO e Ferrari hanno contratti da anni mentre questo è il primo.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, GianCann ha scritto:

@AirMauro mi ha forniti questo riassunto:

F40: 1158 pezzi, 89.99 euro = 0.078 euro al pezzo (inclusa licenza Ferrari)
Mini: 1077 pezzi, 89.99 euro = 0.084 euro al pezzo (inclusa licenza BMW)
Beetle: 1167 pezzi, 89.99 euro = 0.077 euro al pezzo (inclusa licenza VW)
London Bus: 1686 pezzi, 119.99 euro = 0.071 euro al pezzo (no licenza o forse inclusa licenza al produttore)
*Aston Martin*: 1295 pezzi, 149.99 euro = *0.120* euro al pezzo

Come lo giustificate?

 

Diamo le giuste royalties... @Frank4bricks

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Fabbbbbricks ha scritto:

Ti riporto quello che ho scritto da un'altra parte (con una piccola modifica) e che probabilmente in molti, giustamente, ignorano...

 

Però Fabio se fosse solo licenza, ed incide per minimo 30/50 euro... a pezzo... beh perché non incide cos tanto nella stessa maniera in tutte le riproduzione dall' 1:43 al 1:18 ecc. di modellismo statico di ogni prezzo e qualità...

Questa cosa delle Licenze sembra sempre colpire in particolare solo LEGO...  Quando l'Esselunga regala Harry Potter o Star Wars.... avrà pur lei da pagare la licenza no?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Fabbbbbricks ha scritto:

Ti riporto quello che ho scritto da un'altra parte (con una piccola modifica) e che probabilmente in molti, giustamente, ignorano...

 

F40: licenza storica LEGO-Ferrari (Racers, Speed Champions, Technic, Shell V-Power etc), che comunque non credo sia delle più economiche, sebbene spalmata su tanti anni;
Mini: licenza BMW (unico altro set: la moto Technic);
T1 e Beetle: licenza Gruppo VW (già in essere da tempo, oltre ai successivi rinnovi ed integrazioni per tutte le Audi Speed Champions e le due Bugatti recenti, Speed Champions e Technic);
London Bus: licenza con l'Azienda Trasporti londinese e/o con il produttore del veicolo;

In sintesi, nel prezzo di ogni set era inclusa la licenza del produttore/casa automobilistica rispettiva.

Aston martin: licenza Aston Martin, licenza MGM/Broccoli, Licenza Ian Fleming.

Da qui la domanda: ma proprio la Aston Martin di 007 dovevi scegliere? Tra l'altro la DB5, quella più "tuttacurve" di tutte? 
Se da 89,99 passi a 149,99 allora vuol dire che il prezzo lo hai fatto per avere sul singolo set lo stesso margine che avevi sugli altri (Mini, F40 etc) e ribaltando quindi su di noi acquirenti il maggior costo della licenza.

Se così non fosse, mi piacerebbe che qualcuno di ben preparato che mi spiegasse (o ipotizzasse) un delta così importante.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bellissima review del set da parte di Tim Johnson, del noto blog New Elementary:

http://www.newelementary.com/2018/07/review-lego-10262-james-bond-aston-martin-db5.html

Vi anticipo solo i pezzi già esistenti, ma che la Aston DB5 introduce in colorazione Metallic Silver e vi rimando alla lettura della dettagliata recensione per approfondire l'analisi dei meccanismi.

review-LEGO_10262-James-Bond-Aston-Martin-DB5_17silverparts.jpg

Vi segnalo anche la recensione del set da parte di Brickset (è chiaro che hanno distribuito il set in anticipo ad alcuni RLFM) e la video recensione di Hispabricks Magazine:

La riuscita del set, dal punto di vista della fedeltà delle linee non sarà eccelsa, ma il set presenta molti aspetti interessanti dal punto di vista costruttivo.

Per quanto mi riguarda, il costo resta un punto nevralgico (a sfavore) di questo set.

Buona lettura

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ieri (causa laurea di un amico all'università di Greenwich) ero a londra, e prima di riprendere l'aereo ho fatto una capatina allo store di Stratford, dove c'era il modello sia montato, con un dipendente che ne parlava al pubblico, sia esposto in vetrina su piastra girevole.

Ho avuto la possibilità di tenerlo in mano, aprirlo, guardare alcuni degli "effetti speciali" (non tutti, il commesso diceva che in parte il modello era stato incollato e alcune funzioni non erano disponibili): senza guardare la conformità all'originale, di per sè l'auto è carina..

ah, ovviamente già c'era qualcuno che se l'era comprata!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, AirMauro ha scritto:

Però Fabio se fosse solo licenza, ed incide per minimo 30/50 euro... a pezzo... beh perché non incide cos tanto nella stessa maniera in tutte le riproduzione dall' 1:43 al 1:18 ecc. di modellismo statico di ogni prezzo e qualità...

Questa cosa delle Licenze sembra sempre colpire in particolare solo LEGO...  Quando l'Esselunga regala Harry Potter o Star Wars.... avrà pur lei da pagare la licenza no?

La questione licenze / royalties è molto complessa e non è una cosa che possiamo ricostruire facendo due conti, mi pare ovvio. Certo è che incide, come sappiamo, sul costo dei prodotti e talvolta in maniera più gravosa di quanto non ci si aspetterebbe. Non dimentichiamoci poi che conta anche la categoria del prodotto oltre alla sua tiratura e alla durata del contratto.

Oltre a questo c'è il fatto dei costi di tutta la linea di produzione/distribuzione che probabilmente talvolta (leggi sempre) viene sottovalutata.

 

14 ore fa, Frank4bricks ha scritto:

London Bus: licenza con l'Azienda Trasporti londinese e/o con il produttore del veicolo;

Non mi risulta che il Bus sia sotto licenza.

 

14 ore fa, Frank4bricks ha scritto:

Se da 89,99 passi a 149,99 allora vuol dire che il prezzo lo hai fatto per avere sul singolo set lo stesso margine che avevi sugli altri (Mini, F40 etc) e ribaltando quindi su di noi acquirenti il maggior costo della licenza.

Chi dovrebbe pagarla scusa?

Comunque, come è già stato detto in passato in altre occasione – anche da fonti LEGO – il calcolo del costo per pezzo (per divisione) è assolutamente non significativo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, Fabbbbbricks ha scritto:

Chi dovrebbe pagarla scusa?

Ovviamente mi riferivo al fatto che se per un prodotto ti tocca acquisire una licenza più costosa del solito, è buona norma che solo parte di tale costo venga ribaltato sugli acquirenti. Se invece pensi di/vuoi garantirti un margine costante, scegli licensing "a misura".

(cit.) "il calcolo del costo per pezzo (per divisione) è assolutamente non significativo": sarà anche non significativo, ma sono comunque 60 euro in più rispetto ad altri set di pari pezzi, pari genere e pari "tipologia" (automotive) di licenza. Tocca pagare il dazio a Danjaq (https://en.wikipedia.org/wiki/Danjaq)? Bene, si pagherà. Resta la domanda: ma proprio uno dei licensing più costosi dovevi mettere in mezzo per sostituire la F40? Immagino (e ovviamente posso sbagliare, anche clamorosamente) che la "quota" di licenza per Aston Martin sia/fosse più che in linea con quelle per Ferrari, BMW e VW.

Quanto al London Bus, essendo stata la Associated Equipment Company (AEC) acquisita dalla British Leyland che fallì nel 1986, è in effetti probabile che non abbia comportato costi di licensing, salvo che per motivi a me ignoti, una qualche forma di copyright sia stata acquisita dall'azienda trasporti londinese.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minutes ago, Frank4bricks ha scritto:

Ovviamente mi riferivo al fatto che se per un prodotto ti tocca acquisire una licenza più costosa del solito, è buona norma che solo parte di tale costo venga ribaltato sugli acquirenti. Se invece pensi di/vuoi garantirti un margine costante, scegli licensing "a misura".

È buona norma secondo chi scusa?

30 minutes ago, Frank4bricks ha scritto:

(cit.) "il calcolo del costo per pezzo (per divisione) è assolutamente non significativo": sarà anche non significativo, ma sono comunque 60 euro in più rispetto ad altri set di pari pezzi, pari genere e pari "tipologia" (automotive) di licenza.

Hai pensato banalmente che un plate round ha meno plastica di una plate 16x16? Eppure sono sempre due pezzi...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Fabbbbbricks ha scritto:

È buona norma secondo chi scusa?

39 minuti fa, Frank4bricks ha scritto:

In altri settori è buona norma, ma appunto per questo non è una regola

9 minuti fa, Fabbbbbricks ha scritto:

Hai pensato banalmente che un plate round ha meno plastica di una plate 16x16? Eppure sono sempre due pezzi...

Infatti ho paragonato set simili (BMW Mini, VW T1, VW Beetle, Ferrari F40, London Bus). In nessuno ho visto plate 16x16... eppure li ho montati con gioia tutti quanti... devono essermi sfuggite...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minutes ago, Frank4bricks ha scritto:

Infatti ho paragonato set simili (BMW Mini, VW T1, VW Beetle, Ferrari F40, London Bus). In nessuno ho visto plate 16x16... eppure li ho montati con gioia tutti quanti... devono essermi sfuggite...

Era un esempio per far notare che non tutti i 'pezzi' sono uguali per dimensione, produzione, stoccaggio, ecc...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
In questo momento, Fabbbbbricks ha scritto:

Era un esempio per far notare che non tutti i 'pezzi' sono uguali per dimensione, produzione, stoccaggio, ecc...

L'avevo capito 😉

Il confronto infatti l'ho fatto proprio con i precedenti perchè i pezzi sono più o meno gli stessi, sia per quantità che, soprattutto, per tipologia. Ovviamente un paragone con il Diner, ad esempio, non avrebbe avuto senso (stesso prezzo ma 2480 pezzi, molti dei quali molto piccoli, parti di minifigure o loro accessori etc).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me non è un problema di licenza ma di scelta di LEGO che colloca i suoi set in una certa maniera nel suo listino.

LEGO ha ritenuto che questo set per quella categoria di set fosse un set premium per cui gli appassionati avrebbero speso di più senza lagnarsi.

E così l'ha posizionato.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minutes ago, AirMauro ha scritto:

Secondo me non è un problema di licenza ma di scelta di LEGO che colloca i suoi set in una certa maniera nel suo listino.

Certo, anche questo è un fattore.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, AirMauro ha scritto:

Secondo me non è un problema di licenza ma di scelta di LEGO

Ovvio! Per ingaggiare Naomie Harris e mettere in piedi questo siparietto, hanno dovuto spendere un po' di "money" 😄 😄 😄

Screenshot_20180720-070116.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×