Jump to content
IGNORED

Materiali sostenibili


Laz
 Share

Recommended Posts

Sono contento che LEGO abbia intrapreso questa strada.

C'è da dire una cosa: anche i sacchetti che utilizzava prima, erano 100% riciclabili, ovviamente se buttati nel giusto contenitore e se l'ente che procede al ritiro, segue con tutti i crismi il corretto smaltimento (cosa che ancora oggi ho i miei forti dubbi).

C'è un forte paradosso nell'uso della plastica: la usiamo maggiormente per l'imballo. Usiamo uno dei materiali più duraturi al mondo, per l'utilizzo più breve al mondo. Anche perché una volta a casa, tempo 24h dopo l'acquisto, sono già nell'immondizia.

Mi piacerebbe sapere da @Laz (che come ogni Ambassador ha ricevuto il Set in regalo da LEGO per Natale) che sensazione ha dato il tutto. Risulta davvero carta naturale o è carta plastificata? Che in tal caso deve essere comunque buttata nel giusto raccoglitore. Sempre che poi tu abbia già aperto il Set.

Link to comment
Share on other sites

Aspettiamo qualche recensione di qualche Ambassador che aprirà il Set.
Se non sbaglio @Frank4bricks farà una diretta su TWITCH...

Nel mentre qualche Ambassador estero ha fatto qualche prova:

Touch test: The bags are much more satisfying to tear open. The first one I opened did not tear at the expected perforation. This is probably a good thing, because they will be harder for people to remove specific parts from and reseal. The inside of the bags appear to be coated with wax or glassine. While it feels like wax...
Taste test: The coating inside the bags does not taste like a normal wax bag coating. There have been no visible side effects of this test.
Toss test: I threw one of the bags across a room a few times, to see if it would tear open. A bag was thrown at the ground, into a pile of unsorted bricks, and down a flight of stairs. There were no visible tears and no damage to the bricks inside.
Color test: You can give the bags to someone to color! Colored pencils or crayons work best. If you use sharpie, it will cover up the printing on the bags.
Water test: I opened up one of the bags and replaced the bricks inside with some 2x4 bricks. I ran it under hot water until the water began to seep through the inside coating. It took twelve minutes before the bricks inside became wet. There was no visible damage to the bag at this point.
Upcoming tests: (to be edited over the next few days)
1: Timing how long it takes for the wet bag and bricks to dry.

2: Fully submerging a bag in water until it begins to decay (to simulate FedEx deliveries).
3: Flame test.
4: Weather permitting, I may also shred one of the bags and see how long it takes to compost.

Link to comment
Share on other sites

Io penso che si molto ipocrita mettere le buste di carta invece che di plastica …

mi spiego meglio 

 

LEGO, se volesse davvero abbattere la sua impronta ecologica, ridurrebbe le dimensioni delle scatole (ok che poi se per il prezzo alto vedo una scatola piccola sono meno incentivato a comprarlo), che ridurrebbe notevolmente l’uso di carta/cartone, ridurrebbe il peso del prodotto e, di conseguenza, anche il costo di spedizione, dato che su un bancale ci starebbero più prodotti (lo ha fatto Apple con l’ultimo iPhone, togliendo anche il caricatore a muro e le vendite, nonostante le polemiche, sono più alte rispetto agli ultimi anni.) 

so che era già stato fatto un esperimento di ridurre le dimensioni delle scatole e non aveva funzionato per vendite più basse, però c’è da dire che sono passati più di 10 anni se non erro , è la coscienza ambientale delle persone è cambiata!!

 

per non parlare delle istruzioni, che va benissimo siano semplici e dettagliate nei set per bambini, ma inserire 1/2 pezzi per pagina in un set 18+ non ha senso, fa sprecare carta, di conseguenza peso e non per ultimo le istruzioni sono esageratamente spesse e sono difficili da inserire nelle buste dei raccoglitori 

 

mio parere personale 😌

Link to comment
Share on other sites

19 ore fa, Superteo00 ha scritto:

LEGO, se volesse davvero abbattere la sua impronta ecologica, ridurrebbe le dimensioni delle scatole (ok che poi se per il prezzo alto vedo una scatola piccola sono meno incentivato a comprarlo), che ridurrebbe notevolmente l’uso di carta/cartone, ridurrebbe il peso del prodotto...

Sono combattuto in questo, proprio perché si sente molto il prezzo in relazione alla grandezza della scatola.

E poi qualche decina di grammi di cartone non penso siano molto influenti in quanto a impronta ecologica, per le dimensioni che influiscano sulla logistica quello è palese.

Io invece trovo più corretto usare le buste di carta, più plastica per i mattoncini 😬, anzi sarei molto più contento se si potessero riavere quei vassoi a scomparti che c'erano una volta, magari fatti di cartone pressato, che però aumenterebbe in modo considerevole il peso della confezione, ma per un buon valore aggiunto.

19 ore fa, Superteo00 ha scritto:

lo ha fatto Apple con l’ultimo iPhone, togliendo anche il caricatore a muro e le vendite, nonostante le polemiche, sono più alte rispetto agli ultimi anni.

Io toglierei i Control+ dai set Technic, sai che risparmio?

Se poi vuoi te li compri a parte 🤭

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Wolfolo ha scritto:

Sono combattuto in questo, proprio perché si sente molto il prezzo in relazione alla grandezza della scatola

Verissimo, anche io se vedo una scatola più piccola allo stesso prezzo di una più grande sono più combattuto nel comprarla, ma alla fine è solo una percezione perché il set è lo stesso ☺️

Link to comment
Share on other sites

11 ore fa, Wolfolo ha scritto:

Sono combattuto in questo, proprio perché si sente molto il prezzo in relazione alla grandezza della scatola.

No, io onestamente preferirei che la proporzione pezzi/scatola che si ha su un modulare, ci fosse anche per le scatole più piccole. Al di là della questione ecologica, è proprio anche una questione di spazio occupato in casa.

LEGO è migliorata rispetto al recente passato, ma si può fare ancora di più.

 

Link to comment
Share on other sites

Per restare in tema di sostenibilità, ieri mi è arrivato un ordine dallo shop e ho notato questo scotch:

20220309_195841.thumb.jpg.d33178ad014690ecd4c9d345acb51c3a.jpg

È la prima volta che mi capita di vederlo, mi sembra un ulteriore passo verso la sostenibilità di tutto il processo.

Non ho approfondito ma credo si possa buttare dell'umido.

Qualcuno ha info in più?

Link to comment
Share on other sites

Non ho info a riguardo ma quando vedo materiali simil-plastica dichiarati biodegradabili storco sempre un po' il naso. Così un giorno provai a mettere un sacchetto dichiarato biodegradabile nel compost che faccio a casa nella compostiera di fianco all'orto: l'ho lasciato lì 1 anno, completamente sommerso da altri scarti biodegradabili e terra e dopo 1 anno lo sono andato a cercare. Ed era ancora li, immacolato....

Sarebbe interessante sapere quindi dopo QUANTO TEMPO si biodegrada. Di fatto tutto è biodegradabile anche la plastica dopo secoli...

 

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, Ceis ha scritto:

Non ho info a riguardo ma quando vedo materiali simil-plastica dichiarati biodegradabili storco sempre un po' il naso. Così un giorno provai a mettere un sacchetto dichiarato biodegradabile nel compost che faccio a casa nella compostiera di fianco all'orto: l'ho lasciato lì 1 anno, completamente sommerso da altri scarti biodegradabili e terra e dopo 1 anno lo sono andato a cercare. Ed era ancora li, immacolato....

Sarebbe interessante sapere quindi dopo QUANTO TEMPO si biodegrada. Di fatto tutto è biodegradabile anche la plastica dopo secoli...

 

Qua in Germania vengono venduti i sacchetti compostabili di plastica (quelli che in Italia si usano nei supermercati per frutta e verdura per intenderci)… ma la AWM (l’azienda che raccoglie i rifiuti di Monaco) raccomanda di NON usare tali sacchetti per l’umido, con il quale produce compost!!!🤦🏻‍♂️🤣

non ci credete? Ci fanno anche gli adesivi: quello allegato è in tedesco ma penso che il testo si capisca…

Perdonate la scimmia “ecologista” degli ultimi messaggi: prometto che non ne mando più…

 

8F184A88-72AD-4946-816E-C3CC5E5EB66E.jpeg

Link to comment
Share on other sites

Il 10/3/2022 alle 15:48, Ceis ha scritto:

Non ho info a riguardo ma quando vedo materiali simil-plastica dichiarati biodegradabili storco sempre un po' il naso. Così un giorno provai a mettere un sacchetto dichiarato biodegradabile nel compost che faccio a casa nella compostiera di fianco all'orto: l'ho lasciato lì 1 anno, completamente sommerso da altri scarti biodegradabili e terra e dopo 1 anno lo sono andato a cercare. Ed era ancora li, immacolato....

Sarebbe interessante sapere quindi dopo QUANTO TEMPO si biodegrada. Di fatto tutto è biodegradabile anche la plastica dopo secoli...

 

Perché sono biodegradabili con un'apposita procedura, non in ambito casalingo o buttati per strada. 

Secondo me sta qui l'incomprensione, uno legge biodegradabile e pensa che possa andare nella compostiera. 

Quel nastro adesivo biodegradabile può essere messo nella carta perché con la lavorazione per il riciclaggio si scioglie, anche se ho il dubbio che al primo trattamento lo separano come il nastro classico e la biodegradabilità è irrisoria. 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...