Vai al contenuto
sdrnet

Polemiche sulle scelte LEGO

Recommended Posts

Promobricks ieri ha fatto uscire un articolo "quasi esplosivo". Un sacco di polemiche e critiche rivolte al mondo LEGO e alle sue scelte commerciali e non, rivolte al mondo AFOL.

Vi esorto a dare una lettura qui:
https://www.promobricks.de/quo-vadis-LEGO-reden/73238
(ovviamente traducete con google)

Voi cosa ne pensate degli argomenti trattati?

p.s. da notare anche la iper-chilometrica colonna di commenti in seguito all'articolo...
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Onestamente dico la mia...

LEGO è una multinazionale, fatta di persone, e le persone sbagliano. Aziende che prendono cantonate incredibili ce ne sono tante e ci sta che anche LEGO sbagli.

Quello che da veramente fastidio è l'apparente insulto al proprio fandom con iniziative davvero odiose.

L'esempio del set da collezione venduto solo al WALMART è solo uno dei tanti episodi, dove i collezionisti e gli appassionati sono stati presi per i fondelli da LEGO. 

Dalle polybags ai set speciali, LEGO sembra fare apposta ad ignorare che tali set interessano fondamentalmente agli appassionati, e che dovrebbero sempre essere disponibili per essi all'acquisto a prescindere da situazioni promozionali. Invece viene fatto l'esatto contrario.... salvo inventare farlocche carte vip (VERY IMPORTANT PIRLA).

Sullo stato in cui versano i treni LEGO e la illuminazione, non ho molto da aggiungere all'articolo, se non che i banali Playmobil hanno rumori, suoni, luci, ecc. da sempre, e non si capisce come LEGO avendo anche il settore adulto, non sia in grado per quest'ultimo di fare un sistema treni come si deve. Considerato che i banali set digitali marklin costano relativamente poco e assai meno di una BUGATTI LEGO. Quindi il prezzo non sarebbe un problema.

Rimane poi il problema prezzo, anche se la recente crisi di vendite, a giudicare dai listini per il prossimo LEGO movie forse li ha sensibilizzati in materia.

Sono stato a cena con il responsabile PR italiano LEGO, e mi ha confidato che quest'anno sino a NATALE in ITALIA se la sono vista proprio brutta... e solo gli ordinativi natalizi hanno riportato il sereno... bisogna però vedere quanto rimarrà sugli scaffali... e da quel che vedo sinora, credo parecchio....

Insomma se non si svegliano per gli AFOLS.... ci penserà il mercato a mettere fine a 800 prodotti ogni anno e politiche azzardate.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A me sembrano i capricci fatti apposta dopo la perdita del riconoscimento ufficiale, quasi non vedessero l'ora.

Comunque un pochino se ne sono accorti visto che scontano un tema a rotazione sullo shop, poi aggiungiamo che si sono messi a vendere gli omaggi degli anni passati, chissà se proporranno altre cose finora veramente troppo limitate.. Offerte vere nei mercatoni non ne ho ancora viste a parte una rosa di pochi set da 100€, vedremo a fine stagione!

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/12/2018 alle 19:54, carlo.fadel ha scritto:

A me sembrano i capricci fatti apposta dopo la perdita del riconoscimento ufficiale, quasi non vedessero l'ora.

Forse si, o forse no.
Io penso che avendo perso la "R" di RLUG abbiano preso coraggio e detto tutto ciò che volevano dire ma [per paura (chissà di cosa!)] non hanno mai detto.

Chi è Ambassador sa che sulla LAN fino a poco tempo fa sui post ufficiali del Team Community di TLG (ora non so il nome aggiornato) fioccavano "sviolinate" ad ogni decisione di TLG, giusta o non giusta che sia. Esempio:
TLG: "Vi abbiamo dimezzato il supporto"
LUG (Molti): "Grazie! siete fantastici!"

Ad oggi giorno "sembrerebbe" che qualcuno stia aprendo gli occhi e rispondendo tra le righe. Anche se molte decisioni meriterebbero un xyz (c'è nelle emoticon, io lo uso 😁). [edit: grazie per avermelo fatto notare, ora lo disabilito]

Ma c'è sempre questa non so che mentalità che "LEGO" sia una Religione ed andar contro a una qualsiasi cosa sia un peccato mortale, quasi una dissacrazione di un dio che ad oggi non riconosce il suo popolo. Ai tempi quando feci un articolo sulla "pessima" qualità delle Minifig Collezionabili, dovetti mandare l'articolo al Consiglio per una revisione e l'Ambassador si oppose alla pubblicazione. Tutto questo per un articolo che metteva in evidenza la pessima qualità che tutti noi avevano notato sulle CMF. Il motivo? perché era un articolo che descriveva e raccontava nel dettaglio un pessimo lavoro di LEGO. Paura di cosa? di "ritorsioni", bah...imbarazzante.

Giovanni 9:13-34
Egli rispose: «Se egli sia un peccatore, non so; una cosa so, che ero cieco e ora ci vedo»

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/12/2018 alle 19:54, carlo.fadel ha scritto:

A me sembrano i capricci fatti apposta dopo la perdita del riconoscimento ufficiale, quasi non vedessero l'ora.

 

Il riconoscimento lo hanno perso perché hanno utilizzato la foto di un set soggetto ad embargo (il libro Pop-up LEGO Ideas) presa da una inserzione su ebay (metto il link perché tanto ormai l'inserzione ebay è scaduta, così come l'embargo sul set) per parlare di un prodotto che era, appunto, ancora sotto embargo.

E' fatto divieto di parlare di set sotto embargo (AKA "leaks") a meno che il set in questione venga trovato in maniera lecita (sugli scaffali di uno store, in un LEGO Store di un parco LEGOLAND, nel reparto LEGO di Walmart o Toys'R'Us etc), da fonte comprovata (foto del/nel negozio, scontrino di acquisto etc).
ebay NON E' considerata fonte attendibile (non puoi sapere se il set in vendita è stato comprato, rubato, trafugato dal magazzino di un LEGO Store o di una fabbrica LEGO etc).

L'Ambassador di Promobricks (RLFM), Michael Friedrichs si è bellamente fregato di quanto scritto in LAN e, con consapevolezza delle possibili conseguenze,  non ha rimosso l'articolo dal loro sito. Il Team AE ha deciso quindi di escluderli dalla LAN e di togliere loro lo stats/riconoscimento di RLFM, come da regolamento.

Ergo, non stiamo parlando di capricci, ma di due decisioni maturate e prese consapevolmente e coscienziosamente da entrambi le parti. Parti che sono entrambe Aziende, entrambe con "qualcuno" a cui rispondere (azionisti e stakeholder per TLG e fan/iscritti/follower/inserzionisti/affiliati per Promobricks)

Da una parte, il Team AE ha deciso di optare per l'esclusione di Promobricks dal programma Recognized COmmunity (sebbene abbia anche aggiunto che l'esclusione di Promobricks non implica assolutamente l'esclusione di Promobricks dalla Communuty internazionale degli AFOL e che sarà facoltà di Promobricks, quando e qualora lo desiderasse, di ripresentare domanda di ammissione al programma LAN/RLFM)

Dall'altra parte, Promobricks, che ha spiegato l'accaduto così (anche in questo caso, toccherà chiedere aiuto alla traduzione automatica di Google tedesco-italiano): https://www.promobricks.de/goodbye-recognized-LEGO-fan-media/70280

Lascio a chi legge le considerazioni in merito.
Mi permetto solo di far notare che TUTTI (senza esclusione alcuna) i leaks dell'ultimo anno sono stati originati all'interno del Gruppo LEGO (LEGO Store, Fabbriche, terze parti, LAP-LEGO Access Portal vìolato e abusato etc) e che NESSUNO di essi ha quindi avuto origine da un RLUG/RLOC/RLFM.
Mi permetto di far notare anche che, a fronte di un "mondo LEGO" che "parlava" e "discuteva" praticamente ovunque e su qualunque piattaforma dei leaks di cui sopra, gli unici a non poter dire nulla, nemmeno a difesa e/o nemmeno volendo o potendo "arginare" i commenti (spesso negativi), erano proprio coloro che sarebbero stati più titolati a farlo: le community riconosciute (emblamatico fu il caso del leaks riguardante la Aston Martin: definito "un mattoncino grigio con 4 ruote" nei commenti più benevoli e letteralmente massacrata dalle principali riviste automobilistiche, nessuno tra gli RLUG, RLOC  e RLFM potè intervenire "a difesa" (magari evidenziando le particolari tecniche costruttive, i "gadget" funzionanti di 007 etc) per via delle regole LAN.

Detto ciò, tornando al titolo del topic, ovvero le "scelte LEGO":
onestamente, faccio molta fatica a non essere d'accordo con buona parte di ciò che è scritto nell'articolo.

Il nuovo sistema Bluetooth è obiettivamente ed oggettivamente una porcata, peggiorativo rispetto a quello vecchio IR e per nulla innovativo. Tutti i "sistemi treno" precedenti prevedevano modularità, implementabilità, scalabilità etc (più motori, più luci, più comandi etc). Questo nuovo permette ad un solo bambino di giocare con un unico treno per volta: se vuoi fare un treno lungo e quindi ti servono più carrelli motorizzati, niente luci. Se vuoi le luci, puoi utilizzare un solo carrello motorizzato. Vuoi comandare due pacchi batterie (3-4 motori)? La procedura per fare il pairing tra un solo telecomando e due battery pack sembra uno degli incantesimi di Harry Potter (accendi questo, spegni quell'altro, associa questo a quello, poi spegni quell'altro e associalo a questo etc)

I prezzi? Preferisco non pronunciarmi... 
...Mini Cooper/VW Beetle/Ferrari F40 = €89,99 mentre Aston Martin 007 = € 149,99...
..."New Vestas" = € 179,99 (zero progetto, zero ricerca, zero design... era già tutto lì dal 2008... e il 4999 era un set su commissione, quindi qualcosa ci aveva già guadagnato allora o comunque l'investimento era già stato fatto e coperto dalle iniziative marketing di allora)... 

... per dire...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×