Jump to content
GianCann

La tutela della privacy...

Post raccomandati

Vorrei rammentare, a chiunque partecipa alle discussioni sul forum di ItLUG, che il "Codice per la tutela dei dati personali, sensibili e giudiziari", ovvero le norme a protezione di quelle informazioni BEN DEFINITE che riguardano la sfera strettamente personale, non può essere chiamato in causa al fine di chiedere la cancellazione di una discussione da questo forum laddove, come dato di fatto, non siano presenti dati personali, sensibili o giudiziari.

Spesso e volentieri si nota una certa ignoranza (nel senso letterario del termine) sul concetto di "privacy" e di come la stessa viene tutelata dalle normative vigenti.

Giusto per comodità di informazione, riporto qui di seguito le definizioni di dati personali, sensibili e giudiziari.
Pertanto, prima di chiedere la cancellazione di una discussione o anche di singoli post "per motivi di privacy", sappiate bene cosa state chiedendo.

(dal sito del Garante per la privacy)
Sono dati personali le informazioni che identificano o rendono identificabile, direttamente o indirettamente, una persona fisica e che possono fornire informazioni sulle sue caratteristiche, le sue abitudini, il suo stile di vita, le sue relazioni personali, il suo stato di salute, la sua situazione economica, ecc..

Particolarmente importanti sono:

• i dati che permettono l'identificazione diretta - come i dati anagrafici (ad esempio: nome e cognome), le immagini, ecc. - e i dati che permettono l'identificazione indiretta, come un numero di identificazione (ad esempio, il codice fiscale, l'indirizzo IP, il numero di targa);

• i dati rientranti in particolari categorie: si tratta dei dati cosiddetti "sensibili", cioè quelli che rivelano l'origine razziale od etnica, le convinzioni religiose, filosofiche, le opinioni politiche, l'appartenenza sindacale, relativi alla salute o alla vita sessuale. Il Regolamento (UE) 2016/679 (articolo 9) ha incluso nella nozione anche i dati genetici, i dati biometrici e quelli relativi all'orientamento sessuale;

• i dati relativi a condanne penali e reati: si tratta dei dati cosidetti "giudiziari", cioè quelli che possono rivelare l'esistenza di determinati provvedimenti giudiziari soggetti ad iscrizione nel casellario giudiziale (ad esempio, i provvedimenti penali di condanna definitivi, la liberazione condizionale, il divieto od obbligo di soggiorno, le misure alternative alla detenzione) o la qualità di imputato o di indagato. Il Regolamento (UE) 2016/679 (articolo 10) ricomprende in tale nozione i dati relativi alle condanne penali e ai reati o a connesse misure di sicurezza.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Giusto, un po' troppo spesso la privacy viene invocata per togliersi la responsabilità di quanto si è detto.

Non è che uno può permettersi di scrivere quello che vuole e pensare che tanto usando la "privacy" poi si possa chiedere la cancellazione di tutto.

Serve forse una maggiore consapevolezza e responsabilizzazione sull'utilizzo di certi strumenti, per cui bisogna sapere che quello che si mette in rete non scomparirà mai del tutto, o perlomeno non se ne potrà avere la certezza. E che chiunque può fare uno sceeenshot o salvare o scaricare qualcosa che metto online.

 

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per postare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai un account? Accedi .

Accedi ora

  • Visualizzato ora da   0 utenti

    Nessun utente registrato su questa pagina.

×
×
  • Crea nuovo...