Jump to content
IGNORED

Troppi Set, troppo costosi


sdrnet
 Share

Recommended Posts

Volevo aprire questa discussione per sapere cosa ne pensate anche voi della questione che sto per porvi. E' da molti mesi ormai che vedo un cambio piuttosto repentino della produzione di set LEGO. L'ho già accennato più volte in altri topic ma volevo con questo fare un'analisi un pochino più approfondita e capire cosa ne pensate al riguardo.
Da alcuni anni a questa parte vengono prodotti sempre più set costosi dedicati indubbiamente ad un mercato adulto o perlomeno ad un mercato di ragazzi, non più bambini, con una famiglia facoltosa alle spalle. I numeri parlano chiaro: c'è una media di 9/10 set all'anno con cifre uguali o superiori ai 180 euro. Non mi sono inventato questo dato ma l'ho scovato creando una semplice query usando il noto sito di BrickSet che è il più importante e famoso sito di informazioni sui set LEGO.
Attraverso questo link potrete osservare da voi i dati:
https://brickset.com/sets/query-4781

A partire dall'anno 2017 i set con prezzo uguali o superiori ai 180 euro sono 28!

set_costosi.thumb.png.a3e13ecff36a55ddea6cbd41a882d1d6.png

Perchè sono partito dall'anno 2017? Lo ritengo personalmente un anno che considero del "cambiamento". C'è stato l'avvento del nuovo Millennium Falcon UCS, il set con più pezzi nella storia di LEGO e il più caro nella storia di LEGO ovvero ben 800 euro di prezzo di listino, una cifra che fino a 5/6 anni prima sarebbe stata inimmaginabile per un set di mattoncini. Sempre nel 2017 c'è stato il grande ritorno del Taj Mahal e anche del Carousel, il set che festeggia i 10 anni dei modulari ovvero la Piazza dell'Assemblea e anche il Ninjago City un set molto bello e molto grande. Nonostante tutto questo potevo prevedere anche il 2016 che aveva ben altri 9 set con questi prezzi ma ho voluto iniziare l'analisi dal 2017.

Quindi nel 2017 sono 9 i set interessati, seguiti da 10 set nel 2018 e altri 9 set nel 2019.
In questo dato dobbiamo anche considerare che mancano ancora 4 mesi alla fine del 2019 e sappiamo già che ci saranno almeno altri 3 set del 2019 che supereranno questa cifra (parlo del set Technic Liebherr R 9800, il set Technic Land Rover Defender e ovviamente il nuovo set UCS Star Wars che raggiungerà cifre astronomiche).
Inoltre nel 2017 non è stato considerato il set 75144 Snowspeeder UCS che nel mercato italiano era venduto a 180 euro mentre in quello tedesco a 10 euro in meno e quindi non viene considerato in questa classifica.
Questo significa che in soli 3 anni sono 30 i set che raggiungono almeno quota 180 euro, senza considerare pezzi da 90 come il Falcon UCS da ben 800 euro o il Castello di Hogwards da 400 euro. Nel solo anno 2018 ci sono stati ben 4 set superiori a 300 euro.

Cosa voglio dire con tutto questo? Nulla in realtà, forse era un inevitabile previsione che LEGO dopo set piccoli e poco costosi puntasse ad un mercato più grande e facoltoso. Quasi tutti i set previsti in questa lista sono set che io desidererei e quindi non voglio dire che siano set brutti. Tutt'altro. Il problema di fondo di tutta questa mia analisi/critica e scaturita da un semplice pensiero. Chi può permettersi tutto questo? Io fino a qualche anno fa compravo parecchi set all'anno ma i miei acquisti sono andati calando o se vogliamo fare un paragone più dettagliato, forse ho speso più soldi ma acquistando molti meno set.
Sempre più spesso parlando con altri amici AFOL sento la frase "io compro molti meno set", "io non compro quasi più nulla, mi dedico solo più allo sfuso", ecc...
Il dato di fatto è che LEGO sta espandendo il suo mercato verso nuovi orizzonti che per decenni non aveva mai fatto, producendo set sempre più particolari (vedi ad esempio il set di Stranger Things), interessanti ma al contempo sempre più cari.
Io ormai non posso più permettermi tutti questi acquisti nonostante come già ho detto più volte sono una persona a cui interessano moltissimi temi diversi. Nella mia attuale wanted list di Brickset ho più di 12 set che si aggirano intorno ai 200 euro o superiori. Non potrei mai permettermi di spendere più di 2500 euro solo perchè ci sono dei set che mi piacciono. E allora inevitabilmente si scende a compromessi e si inizia a fare una forte selezione pensando veramente a quei pochi set costosi a cui veramente non vorresti rinunciare!

Ha senso quindi da parte di LEGO fare questa "corsa all'oro" producendo cosi tanti set di un certo prestigio in un lasso di tempo così ristretto non permettendo di fatto all'utente di ceto medio di potersi permettere una buona fetta di questi set?
E voi cosa ne pensate di tutto ciò?

Link to comment
Share on other sites

Sandro, io penso che LEGO, sa da tempo che metà del suo fatturato è legato agli AFOL.

E non sto parlando dei soli acquisti diretti, ma di tutto l'indotto che creano.

  • AFOL che comprano per se
  • AFOL che comprano a figli e nipoti
  • AFOL che fanno eventi a migliaia l'anno nel mondo influenzando milioni di persone
  • AFOL che fanno parlare di se in rete con milioni di contenuti l'anno che vengono condivisi.

Per esperienza professionale, conosco quanto molte aziende investano cifre inenarrabili per avere influencer, recensioni, ecc. che valgono in termini di visibilità un unghia di quello che produce il movimento AFOL ogni anno.

Penso che il managment LEGO sia ben consapevole di ciò, e si stia buttando sempre di più sul mercato adulto. Oggi gli stessi sondaggi feedback sui set hanno sezioni specificatamente dedicate agli adulti.

LEGO ha preso atto che il suo cliente con più potere di acquisto è l'AFOL e sta valutando di fare sempre più set dedicati direttamente agli AFOL.

Anzi con i vari franchise da LOTR a FRIENDS a STRANGER THINGS a BIG BANG THEORY cerca di allargare sempre di più gli appassionati AFOL pescando dal mercato NERD per avere una clientela adulta sempre più grande.

 

Alla luce di ciò trovo interessante la strada seguita da LEGO, anche se dal punto di vista collezionistico, ritengo stia commettendo qualche errore, ma soprattutto stia inflazionando il mercato con un mega assortimento di set.

Daltrocanto i dirigenti come in ogni realtà, non occupano la stessa posizione per molti anni, perciò capisco perché gli attuali stiano spingendo per massimizzare i profitti sotto il loro regno, senza preoccuparsi troppo di cosa sarà LEGO tra dieci anni.

Link to comment
Share on other sites

E intanto mi obliterano il segmento da 5-10€ che era una bella fonte di pezzi e piccole idee (ho sulla mensola un mini-emerald night ricostruito con i set da 5€, e mi mancava giusto qualche set per riuscire a finire anche il tender ma non se ne trovano più).

Probabilmente i piccoli set creator da 5€ non vendevano come speravano, ma erano perfetti per fare piccoli regali a chi si avvicinava al mondo LEGO o come set di benvenuto per qualche evento (al mio compleanno ho regalato un set classic da 5€ ad ogni invitato).

Poi ho iniziato a vedere che anche i set da 10€ sono passati a 15€, quelli da 15€ sono passati a 20€ e così via, perché anche lì stanno aumentando il numero di pezzi. Bello avere più pezzi, si fanno più cose, magari per un bambino sono molto più appetibili.

Un AFOL probabilmente adesso andrà diretto a comprar sfuso da qualche parte perché ormai è improponibile comprare set da 120-200€ per i pezzi (e io sto continuando a comprar Ninjago solo per far sfuso perché hanno una vasta gamma di pezzi interessanti), più che altro perché esporre set dopo un po' stufa e si preferisce andare sulle MOC, ma per le MOC servono anche pezzi specifici.

Spero sinceramente che non saturino il mercato AFOL con la moda di set sempre più grandi, perché ad un certo punto si raggiungono 2 limiti abbastanza vincolanti: stipendio e spazio.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Wolfolo ha scritto:

Un AFOL probabilmente adesso andrà diretto a comprar sfuso da qualche parte perché ormai è improponibile comprare set da 120-200€ per i pezzi (e io sto continuando a comprar Ninjago solo per far sfuso perché hanno una vasta gamma di pezzi interessanti), più che altro perché esporre set dopo un po' stufa e si preferisce andare sulle MOC, ma per le MOC servono anche pezzi specifici.

Questo è un problema che ho sempre più spesso anch'io. Sono sempre meno set, quelli che posso permettermi per partout o per usare particolari pezzi. In passato spesso sono arrivato a comprare 10 scatole di un determinato set per avere determinati pezzi.

Daltrocanto probabilmente LEGO pensa di comperare con il Brick and Pieces (senza però rendere disponibile tutto, ma proprio tutto quanto contenuto nel set)

 

Link to comment
Share on other sites

Penso che se non posso permettermeli non li compro nemmeno se mi piacciono ma sono comunque contento che li facciano perché così esistono (altrimenti non esisterebbero) e altri se li possono permettere e se li comprano (magari perché gliene piace uno su 10).

Altre considerazioni le lascio a chi ha i dati e le conoscenze per farle, di certo io non le ho. Se sbagliano (è possibile), lo capiranno. Spero di no anche perché a me appunto piacciono quasi tutti (tranne i Technic che non mi interessano).

Link to comment
Share on other sites

Non ho letto tutto il topic ma condivido le parole di @Laz

20 ore fa, sdrnet ha scritto:

Ha senso quindi da parte di LEGO fare questa "corsa all'oro" producendo cosi tanti set di un certo prestigio in un lasso di tempo così ristretto non permettendo di fatto all'utente di ceto medio di potersi permettere una buona fetta di questi set?
E voi cosa ne pensate di tutto ciò?

Che i set dai 85€ - 100€ (modelli creator expert/ideas in primis) in su stanno assumemendo sempre più i connotati da kit di modellismo e non set propriamente LEGO, ovvero non propriamente giocabili. 😉 Diciamo che chi vuole costruire ma non ha abilità/tempo/voglia di cimentarsi nel nostro mondo è accontentato da LEGO in questo modo. Noi siamo "su un altro livello" e non facciamo testo ahahah (io poi che come altri colleziono vintage è la fine)

Mio pensiero già espresso e confrontato qui sul forum.

Link to comment
Share on other sites

Come appendice a questo topic che ho aperto qualche mese fa, vi esorto a leggere l'articolo di Brickset appena uscito, che parla dell'elevato numero di set sempre più grandi nell'ultimo decennio rispetto a quello 2000-2010.
Una frase cita così:

"Ciò supera i decenni precedenti in misura straordinaria e il marketing di LEGO per questi set si è concentrato sempre più sugli adulti. Naturalmente, anche i prezzi sono aumentati, di solito in accordo con le dimensioni, quindi molti set sembrano essere acquistati quasi esclusivamente dagli adulti."

https://brickset.com/article/46973/ten-things-in-ten-years-greater-quantity-of-large-sets

Edited by sdrnet
Link to comment
Share on other sites

Riprendo questo topic dell'anno scorso per ribadire ora più che mai che il mercato Adulto per LEGO è diventato una certezza, non solo più una supposizione. Nell'anno 2020 abbiamo visto nascere per la prima volta una "nuova linea mista" di Set con il marchio 18+ quindi espressamente dedicati ad un mondo adulto sempre più palesato negli ultimi anni da set di una certa grandezza, qualità e costo.
Con la linea 18+ hanno voluto dar ancor più risalto al design delle scatole, alla varietà di set, alla qualità e alle funzionalità.
Gli ultimi set a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi hanno stupito un po' tutti sia dalla loro bellezza sia dalla varietà e da temi mai proposti in passato... vedi le statuette di Topolino e Topolina, la console Nintendo ed ora il Pianoforte LEGO Ideas.
Mi sconcerta e al tempo stesso mi piace molto vedere delle opere così belle, diverse e variegate, che per molti versi assomigliano davvero a Moc di un certo livello di grandi autori. La cosa che mi sconcerta ancora di più però, riallacciandomi all'argomento di questo topic, è il numero sempre più frequente e in così poco tempo di questi set da adulti. E' impossibile stare dietro a tutto, perfino per un Nerd interessato un po' a tutto che fa parte di una classe media, quindi con un discreto portafoglio.

I numeri parlano da soli. Dall'inizio dell'anno da quando è entrato in vigore il nuovo tema 18+ sono già 16 i set in soli 7 mesi!
https://brickset.com/sets/tag-18-Plus

Nella mia ricerca invece dei set uguali o superiori a 180 euro a partire dal 2017, siamo già a quota 41!
https://brickset.com/sets/query-4781

...e sappiamo bene quanto il periodo autunnale e pre-Natalizio sia il periodo di maggiore "potenza" per LEGO.
Ormai scegliere i set migliori per ognuno di noi è diventato una prerogativa sempre più importante!
Come dico sempre... "ne vedremo delle belle"!

Link to comment
Share on other sites

Vale il solito discorso: non è che tutti devono prendere tutto. Io per esempio non prendo quasi niente (e non perché non mi piacciano, mi piacciono praticamente tutti... ma chi me li paga? E dove li metto? 😛)

Se invece lo sconcerto è per il fatto che non si capisce se sia una politica che darà i loro frutti... allora penso che ci stiano provando, se funzionerà, continueranno a far così, se non funzionerà, immagino che smetteranno!

C'è da dire che sono set MOLTO diversi tra loro e generalmente per pubblici molto diversi.

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, Laz ha scritto:

Vale il solito discorso: non è che tutti devono prendere tutto. Io per esempio non prendo quasi niente (e non perché non mi piacciano, mi piacciono praticamente tutti... ma chi me li paga? E dove li metto? 😛)

Se invece lo sconcerto è per il fatto che non si capisce se sia una politica che darà i loro frutti... allora penso che ci stiano provando, se funzionerà, continueranno a far così, se non funzionerà, immagino che smetteranno!

C'è da dire che sono set MOLTO diversi tra loro e generalmente per pubblici molto diversi.

Sono d'accordo con te. Sicuramente nel numero di set prodotti, grazie alla loro varietà, prenderanno un grande ventaglio di adulti.
Mi sconcerta solo il fatto che secondo me negli ultimi tempi ne escono davvero tanti e sono tutti molto belli. Spalmati nell'arco di qualche anno forse un appassionato ne potrebbe prendere di più, mentre così tanti in poco tempo è un po' scoraggiante.
E' solo un mio pensiero ovviamente... però appena vedo un bel set ormai adesso prendo quasi subito la decisione: "caspita questo è davvero bello, però ne ho altri 3 da prendere entro quest'anno e allora questo non lo prenderò mai". Il fatto che poi quei 3 ipotetici set che ho già deciso di comprare entro un certo lasso di tempo potrebbero addirittura cambiare... perchè nel frattempo magari LEGO ci proporrà sempre in un lasso di tempo molto breve, altri 5 o 6 set fantastici e allora magari cambierò idea e quei 3 set non li comprerò neanche!
Non so se sono riuscito a farmi capire...

Link to comment
Share on other sites

24 minuti fa, Teazza ha scritto:

Guarda Sandro @sdrnet, io quest'anno sono già passato da pensare di comprare prima la 500 --> no, meglio la casa sull'albero --> no, meglio Barracuda Bay --> no, meglio il Nintendo… e vorrei anche prendere il modulare del 2019...

Poi, se mi viene in mente qualche MOC bella grande, ecco che non prenderò niente...

Infatti... è la stessa cosa che penso sempre io... tutto ciò è disarmante.
Mi perderò un sacco di set che reputo molto belli e che magari fra qualche anno tornando sui miei passi avrei magari tanto voluto prendere.

Link to comment
Share on other sites

Sopratutto perché  se non si prendono ora poi i prezzi schizzano alle stelle, questo secondo me è un altro grande problema. So che è quasi impossibile ma sarebbe bello se i prezzi dei set fuori produzione rimarrebbero più o meno uguali al prezzo di listino, ma questo dipende più dai reseller che da LEGO

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Laz ha scritto:

ma chi me li paga? E dove li metto? 😛

Il problema principale è che se non li compri quando escono o sono in produzione non li prendi più.

Anche io almeno il 90% dei set che prendo li tengo MISB perché non so dove metterli, ma quando saprò dove metterli chissà se si troveranno ancora, senza staccarsi un rene.

E pure io rinuncio a qualche set che mi piace perché so già che non lo costruirò mai, neanche quando avrò posto.

È sempre il solito discorso, trito e ritrito. 

Link to comment
Share on other sites

21 ore fa, sdrnet ha scritto:

I numeri parlano da soli. Dall'inizio dell'anno da quando è entrato in vigore il nuovo tema 18+ sono già 16 i set in soli 7 mesi!
https://brickset.com/sets/tag-18-Plus

Nella mia ricerca invece dei set uguali o superiori a 180 euro a partire dal 2017, siamo già a quota 41!
https://brickset.com/sets/query-4781

...e sappiamo bene quanto il periodo autunnale e pre-Natalizio sia il periodo di maggiore "potenza" per LEGO.
Ormai scegliere i set migliori per ognuno di noi è diventato una prerogativa sempre più importante!
Come dico sempre... "ne vedremo delle belle"!

Onestamente, a me non piacciono tutti, mi sembra che LEGO in questo senso stia riempiendo molte nicchie che fanno storia a sé. 

Però nel complesso se conto i numeri dei set che mi piacciono e faccio la somma con la calcolatrice di quanto mi costerebbero rimango piuttosto perplesso.

Fondamentalmente può essere una strategia di LEGO per tenere l'interesse ancora più alto, rendendo il fan consapevole che non potrà mai averli tutti e alimentando comunque così un desiderio, e un interesse verso il prenderne il più possibile, sperimentando sempre uno stato di carenza.

Un'evoluzione della rotazione semestrale/annuale dei set negli scaffali.

Quello che mi lascia perplesso dal punto di vista del marketing è un altro aspetto. LEGO ha sicuramente dati precisi in mano, sulla possibilità di spesa e budget annuale degli AFOLS & C.

Se da un lato è possibile, che si sia resa conto che gli AFOLS & C. tendono a spendere sempre meno in set sotto i 100 euro e si aspettino set complessi di alta qualità, è anche vero che se tutto il budget finirà in nuove scatole, avremo un impatto molto alto sui prezzi del mercato secondario che perderà in domanda.

E sappiamo che il mercato secondario con le sue quotazioni è una valvola di sfogo importante per gli AFOLS, sia in uscita sia per la consapevolezza che i soldi spesi in LEGO, potenzialmente non siano svaniti del tutto, ma permangano nel valore residuo del set montato.

Difficile fare previsioni certe, io ho la sensazione che si stia offrendo un pò troppo... banalmente ho smesso di collezionare polybags proprio perchè mentre quando ho iniziato era ipotizzabile riuscire ad averle tutte, oggi ne vengono prodotte così tante ogni anno, che è un nonsenso collezionarle. 

Link to comment
Share on other sites

E intanto guardando la lista dei set che stanno uscendo di produzione viene da chiedersi perché devono far uscire di produzione certi set, non hanno venduto? Devono essere per forza rimpiazzati?

@Laz non è che hai più notizie in merito su come scelgono quali set mettere fuori produzione?

Tipo la casa sull'albero, è appena 1 anno che è fuori.

Link to comment
Share on other sites

Il 27/7/2020 alle 10:02, sdrnet ha scritto:

I numeri parlano da soli. Dall'inizio dell'anno da quando è entrato in vigore il nuovo tema 18+ sono già 16 i set in soli 7 mesi!
https://brickset.com/sets/tag-18-Plus

 

Della lista che hai indicato io comprerò solo la Hauted House.

I mosaici, le teste di Star Wars, Mickey Mouse, il Nintendo e il pianoforte non sono LEGO per come lo intendo io.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Wolfolo ha scritto:

E intanto guardando la lista dei set che stanno uscendo di produzione viene da chiedersi perché devono far uscire di produzione certi set, non hanno venduto? Devono essere per forza rimpiazzati?

@Laz non è che hai più notizie in merito su come scelgono quali set mettere fuori produzione?

Tipo la casa sull'albero, è appena 1 anno che è fuori.

No, non abbiamo accesso alle motivazioni su questo genere di scelte. Sicuramente non è sempre ed esclusivamente una questione di quanto vende (anche se immagino che a volte sia anche quello).

Ma gli Ideas non durano mai tanto a prescindere, o sbaglio?

Link to comment
Share on other sites

Il 27/7/2020 alle 13:59, Canio ha scritto:

Sopratutto perché  se non si prendono ora poi i prezzi schizzano alle stelle, questo secondo me è un altro grande problema. So che è quasi impossibile ma sarebbe bello se i prezzi dei set fuori produzione rimarrebbero più o meno uguali al prezzo di listino, ma questo dipende più dai reseller che da LEGO

NOOOOOOOOO!!!

Dipende da chi compra. 

Se nessuno fosse disposto a comprare sopra il prezzo di listino.... 

I prezzi li fanno chi compra.

 

Link to comment
Share on other sites

Non sono un economo ma il prezzo lo fa il mercato, direi che il prezzo sale se la domanda è maggiore dell'offerta! Se nessuno compra sicuramente il prezzo scende, ma credo che sia una mezza utopia, troppo alta la domanda, almeno in questo periodo storico

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, Canio ha scritto:

Non sono un economo ma il prezzo lo fa il mercato, direi che il prezzo sale se la domanda è maggiore dell'offerta! Se nessuno compra sicuramente il prezzo scende, ma credo che sia una mezza utopia, troppo alta la domanda, almeno in questo periodo storico

@Canio dipende dal valore che dai ai tuoi soldi. 

Giustamente tu sottolineando la questione legata al periodo storico contestualizzi gli attuali prezzi dei set. 

C'è da tenere conto anche delle tirature dei set, che sono un dato per lo più segreto di LEGO.

Ma in conclusione il Vestas costò spropositi solo perchè i primi messi in vendita finirono a prezzi esorbitanti, per lo scarso valore dato ai propri soldi di chi per primo lo comprò. Quando le aste finivano a 600/650 euro, avevano un senso?

Poi gioco forza ha iniziato a scendere perchè passato il primo nugolo di "diversamente intelligenti", a 600 rimaneva invenduto.

Sicuramente tutti sappiamo che il costo di un set LEGO normale, dal punto di vista industriale è decisamente molto molto più basso rispetto al prezzo di listino. Però per la maggior parte delle persone, oggi (20 anni fa era il contrario) il prodotto viene percepito come di valore. E quindi....

Le sorpresine Kinder per anni venivano vendute a 50 euro la serie completa.... oggi vengono vendute a 10 euro al KG. Idem le schede telefoniche. 

Io ho questa sensazione: oggi ci sono tantissimi AFOLS, strapieni di LEGO, comprato sia per paura che sfuggisse, sia perchè convinti della crescita del suo valore. Finché sarà una quota piccola a liberarsi di qualche set, i prezzi continueranno a tenere. Se invece dovessero aprire le cantine in molti insieme... il LEGO tornerà a una dimensione normale di prezzo.

Link to comment
Share on other sites

22 minuti fa, AirMauro ha scritto:

Se invece dovessero aprire le cantine in molti insieme... il LEGO tornerà a una dimensione normale di prezzo.

Me lo auguro (per me e per chi la pensa come me e te credo)! la mia wanted list è piena di set che vorrei avere ma che non prendo perché sono d'accordo con te che i prezzi sono gonfiati, anche se credo che le cantine sono piene di set non più vecchi di 10 anni, che ne pensi @AirMauro?

Link to comment
Share on other sites

10 minuti fa, Canio ha scritto:

Me lo auguro (per me e per chi la pensa come me e te credo)! la mia wanted list è piena di set che vorrei avere ma che non prendo perché sono d'accordo con te che i prezzi sono gonfiati, anche se credo che le cantine sono piene di set non più vecchi di 10 anni, che ne pensi @AirMauro?

Cantine piene strasicuro. Ho visto cose.... che neanche ai confini di Orione hanno tante scatole non per collezione.

Io personalmente sto comprando solo se c'è un buono sconto, o se LEGO è stata davvero brava nel rapporto qualità/prezzo (es. SATURN).

Per quanto fuori mercato compro solo, o scambio, se il prezzo ha un minimo senso collezionistico. Per dire una Haunted House a 800 euro non la comprerei. Non mi svenerei mai per un modulare.

Mentre invece per alcuni set vintage realmente rari, come ad esempio un 7750 MISB, sarei disposto a follie, ma non fino ai 2500 euro che spendono alcuni...

La mia wanted list, non solo la tua, è cresciuta molto in questi anni, perchè la produzione è aumentata parecchio. E credo che per molti sia così almeno negli ultimi tre anni. 

 

Secondo me poi potrebbe a breve, cominciare ad arrivare sul mercato dell'usato in massa, tutto il LEGO che è stato riversato in questa età dell'oro nelle camerette dei bambini, bambini che oggi oramai saranno entrati in dark age, e molti non ne usciranno per 10/15 anni, se ne usciranno. 

Come molti cicli collezionistici di giocattoli, l'usato potrebbe inflazionarsi all'improvviso proprio per questo fenomeno... e credo che in parte stia già succedendo.

 

Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, Canio ha scritto:

Mi piacerebbe sentire un parere contrario, ad esempio il parere di chi ha un negozio bl e con i prezzi alti ci campa, o di chi crede che i prezzi continueranno a restare alti perché... boh... ditecelo voi

Io credo semplicemente alcune cose, spesso dette, ma meglio ribadirle.

A) C'è una bolla speculativa in corso. Lo si vede perché le domande "quale set compro come investimento?" si continuano a susseguire su facebook e sui forum. E' un fenomeno mondiale, ma in Italia ha fatto più presa che altrove.
Quindi?
Quindi la cosa è molto semplice, ci sarà probabilmente prima o poi un effetto domino, perché il primo che avrà necessità di vendere per motivi economici abbasserà i prezzi, il secondo gli andrà dietro per paura che poi si abbassino ancora di più e poi a cascata. 
Perché questo accada si devono verificare una di due contingenze:
- una necessità economica (molta gente che possiede LEGO e ha bisogno di soldi, contemporaneamente)
- un calo della domanda (LEGO riedita vecchi set, l'interesse intorno a LEGO scema per qualche ragione)

B) I prezzi dello sfuso nuovo sono in caduta libera. Io su bricklink vendo principalmente nuovo sfuso. Ogni volta che carico un pezzo vedo se lo avevo già e se sì vedo le differenze di prezzo. Bene, il prezzo quasi mai sale, spesso resta uguale, ma spesso scende. Le uniche cose per le quale i prezzi sono in salita sono gli elementi fuori produzione, ma la gente ha mangiato la foglia che vendere LEGO può convenire, e in molti si sono aperti uno store di Bricklink o usano tecniche non convenzionali per vendere a prezzi bassi (tipo uno che recentemente è comparso sul forum che ha tutto a 1/10 del prezzo medio, ma da lui puoi comprare pochi lotti per volta e le spedizioni sono stranamente gonfiatissime...)

C) I prezzi dell'usato e del fuori produzione sono in costante aumento Perché LEGO ha investito molto su mercati nuovi soprattutto quello asiatico e molti asiatici hanno soldi e voglia di comprarsi set vecchi per collezionismo o altro, diminuendo l'offerta e conseguentemente portando ad un rialzo dei prezzi. Un esempio che ho notato molto sintomatico per me: la Brick Bank a Luglio 19 costava circa 170€ usata completa, oggi 270€ un aumento di 100€ in un anno per un set usato completo..

D) I prezzi del nuovo di fabbrica, salvo eccezioni, sono costanti o in diminuzione. Non è vero che LEGO costa troppo e non è vero che ha rialzato i prezzi. Lo ribadirò per sempre. LEGO costa tanto ed è sempre costata tanto. Alcune cose sono state prezzate in modo incomprensibilmente alto, ma sono fenomeni isolati. (La Vestas e tutto il tema Monkie Kid) Per il resto si è visto, soprattutto nel caso di Star Wars o Harry Potter, un decremento per i set con licenza del prezzo medio per range.

E) Dopo un periodo di assenza, sono tornati gli sconti assurdi. Comprare i set "commerciali" all'uscita del set stesso sta diventando un po' controproducente. Lo stesso set, per chi sa aspettare, si presenterà a sconti assurdi (anche 50% nei migliori casi) e raramente, e non mai, conviene prenderlo a prezzo pieno. Non conosco nessun AFOL che compra a prezzo pieno, tranne appunto set per collezionisti o cose speciali. Sono stato in Germania e ho trovato al 40% set usciti un mese fa. Fate voi.
Ormai io ragiono così: il prezzo esposto è per chi vuole il set subito. Perché tanto lo stesso set (salvo rari casi) si troverà almeno almeno al 10% in meno. E non è sempre stato così. Forse ora vogliono svuotare i magazzini per fare movimento post lockdown. Ci sta. Ma in questo momento ho fatto fatica a trattenermi dal comprare perché le offerte erano così vantaggiose da farmi spendere fortune.

Per Bricklink:
un discorso che faccio a chiunque voglia cimentarsi con la vendita è questa: siamo sempre di più a voler vendere e diventa sempre più difficile non essere soffocati dalla concorrenza. La tavola è imbandita e ci sono sedie per tutti, ma pensare che sia tutto facile... è da scordarsi.
1) Bisogna fare un buon numero di FB per diventare affidabili. Direi almeno 1000.
2) Bisogna avere un buon monte pezzi per pensare di fare ordini consecutivamente. Direi almeno 150.000
3) Bisogna pensare che ogni singolo pezzo ha una storia di collocamento, archiviazione, preparazione.
Questo è il discorso più ostico. Supponiamo che per caricare+archiviare un singolo pezzo voi impieghiate 10 secondi. E che per prepararlo per l'ordine (recuperarlo e imbustarlo) ce ne impieghiate altri 10. Sono 20 secondi a pezzo compresi di tutto. Supponiamo che un'ora del vostro lavoro la valutiate 20€, vuol dire che quel pezzo vi sta costando in termini di lavoro 11 centesimi di costo opportunità. Supponiamo per brevità, che il pezzo lo vendiate a 10 centesimi e lo abbiate pagato 3, un guadagno di 7 centesimi con un fattore molto comune di guadagno. A quel punto capite da voi che se il costo opportunità è di 11 centesimi, ci state rimettendo. Per arrivare pari, vuol dire che valutate il vostro lavoro pari a 12,60€/ora. Che non è una gran paga.
Quindi lì diventa importante ottimizzare alcuni fattori come l'archiviazione, il collocamento, la preparazione e il guadagno.
Altrimenti diventa lavoro sottopagato extra negli orari in cui dovreste riposarvi dopo la vostra giornata lavorativa e non conviene.

Link to comment
Share on other sites

16 minuti fa, Shintaku ha scritto:

D) I prezzi del nuovo di fabbrica, salvo eccezioni, sono costanti o in diminuzione. Non è vero che LEGO costa troppo e non è vero che ha rialzato i prezzi. Lo ribadirò per sempre. LEGO costa tanto ed è sempre costata tanto. Alcune cose sono state prezzate in modo incomprensibilmente alto, ma sono fenomeni isolati. (La Vestas e tutto il tema Monkie Kid) Per il resto si è visto, soprattutto nel caso di Star Wars o Harry Potter, un decremento per i set con licenza del prezzo medio per range.

Una domanda: qui parli di Set (ed è il titolo del post), ma per lo sfuso diretto da LEGO, tu cosa ne pensi?

Mi ricordo nel lontano 2008 io, @Andrea Como e @er_khanc in macchina diretti verso il Fabrick di Günzburg.
A parte il "non esserci limiti di peso" per tutte le referenze, ma al KG, se non ricordo male (mi correggano i miei compagni di viaggio) costava euro 35 al KG. Supponi fosse anche euro 45, o anche euro 55, ma nel 2019 costava euro 95.
Il doppio. Per te è un aumento giustificato?

Ti lascio solo immaginare la macchina di Andrea come era piena di sfuso 😅...

Io per lavoro stampo tanto in ABS, ovviamente non con i numeri di LEGO, ma pezzi che stampo dal 2006 ad oggi hanno avuto un aumento medio del 15-20%...non del 100%.

Edited by Pix
Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, Pix ha scritto:

Una domanda: qui parli di Set (ed è il titolo del post), ma per lo sfuso diretto da LEGO, tu cosa ne pensi?

Mi ricordo nel lontano 2008 io, @Andrea Como e @er_khanc in macchina diretti verso il Fabrick di Günzburg.
A parte il "non esserci limiti di peso" per tutte le referenze, ma al KG, se non ricordo male (mi correggano i miei compagni di viaggio) costava euro 35 al KG. Supponi fosse anche euro 45, o anche euro 55, ma nel 2019 costava euro 95.
Il doppio. Per te è un aumento giustificato?

Ti lascio solo immaginare la macchina di Andrea come era piena di sfuso 😅...

Io per lavoro stampo tanto in ABS, ovviamente non con i numeri di LEGO, ma pezzi che stampo dal 2006 ad oggi hanno avuto un aumento medio del 15-20%...non del 100%.

Oggi costa 90, non 95, e in genere il prezzo del pick a brick del sito LEGO non è aumentato, così come i prezzi al bulk, nonostante l'inflazione galoppante.
Per il Fabrick, boh, ci vado dal 2015 ed è sempre stato 90, quindi non sapevo di questo aumento.

Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, Shintaku ha scritto:

Oggi costa 90, non 95, e in genere il prezzo del pick a brick del sito LEGO non è aumentato, così come i prezzi al bulk, nonostante l'inflazione galoppante.
Per il Fabrick, boh, ci vado dal 2015 ed è sempre stato 90, quindi non sapevo di questo aumento.

90? ok, ricordavo allora male il prezzo che mi avevi detto l'anno scorso.

7 minuti fa, Shintaku ha scritto:

Per il Fabrick, boh, ci vado dal 2015 ed è sempre stato 90, quindi non sapevo di questo aumento.

Pensavo di avertelo detto quando ci siamo sentiti, strano. Però ti possono confermare tutto @Andrea Como e @er_khanc.
Dovrei aver ancora lo scontrino da qualche parte, se lo trovo lo posto.

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, Pix ha scritto:

90? ok, ricordavo allora male il prezzo che mi avevi detto l'anno scorso.

Pensavo di avertelo detto quando ci siamo sentiti, strano. Però ti possono confermare tutto @Andrea Como e @er_khanc.
Dovrei aver ancora lo scontrino da qualche parte, se lo trovo lo posto.

Mica lo metto in dubbio.
Però sono certo che dal 2015 non è aumentato.
Sai cosa è successo invece?
Nel 2018 6 minifig al Fabrick costavano 12€ e l'una 2,50€
Dal 2019 sono tornati a 10€ e l'una 2€.
Non chiedermi perché.
Così come il prezzo dei bicchieri al PAB nei LS costa sempre 17,99 da che io ho memoria. 
E le minifig sempre 6,99€.
Almeno da 7 anni.
E i pezzi? Sempre più stampati, sempre più dettagliati.
E ti puoi prendere un cane come accessorio che non trovi in alcun set esistente, per esempio.

Edited by Shintaku
Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, Shintaku ha scritto:

E ti puoi prendere un cane come accessorio che non trovi in alcun set esistente, per esempio.

Quello è vero, anche dei torsi speciali certe volte trovi.

8 minuti fa, Shintaku ha scritto:

Così come il prezzo dei bicchieri al PAB nei LS costa sempre 17,99 da che io ho memoria. 

Se non sbaglio invece in Italia il prezzo negli ultimi 4 anni "dovrebbe essere cambiato" (LS di Percassi e non diretti).

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Pix ha scritto:

Quello è vero, anche dei torsi speciali certe volte trovi.

Quello ormai sempre! 

4 minuti fa, Pix ha scritto:

Se non sbaglio invece in Italia il prezzo negli ultimi 4 anni "dovrebbe essere cambiato" (LS di Percassi e non diretti).

In realtà, è peggio.
Sono arrivate partendo dal 7,99€ in Italia, e poi le hanno aumentate pochi mesi dopo.

Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, Pix ha scritto:

Pensavo di avertelo detto quando ci siamo sentiti, strano. Però ti possono confermare tutto @Andrea Como e @er_khanc.
Dovrei aver ancora lo scontrino da qualche parte, se lo trovo lo posto.

Giornata storica e indimenticabile!!! 💙

Ricordo che abbiamo fatto una foto davanti al bagaglio stra-pieno della macchina con in bella vista il tuo kilometrico scontrino del Fabrick... 😍

Purtroppo ai quei tempi non ero ancora partito a fare MOC, infatti non avevo comprato brick sfusi ma solo set e gadgets, Vi avevo lasciati soli Voi due a ravanare tra i cesti mentre io mi facevo un giro per il Parco, e quindi non posso aiutarti per il costo al Kg...  😐

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, Shintaku ha scritto:

A) C'è una bolla speculativa in corso. Lo si vede perché le domande "quale set compro come investimento?" si continuano a susseguire su facebook e sui forum. E' un fenomeno mondiale, ma in Italia ha fatto più presa che altrove.

Non sono d'accordo sul fatto che in Italia abbia fatto più presa. Nel senso che in altri paesi ci sono siti che trattano il LEGO come delle commodity di borsa ecc. ecc. In Italia, più che altro ha fatto presa l'idea di mettere un negozio bricklink, ma fondamentalmente, i numeri che ho visto fare all'estero con i LEGO in Italia nessuno li ha fatti.

10 ore fa, Shintaku ha scritto:

I prezzi dello sfuso nuovo sono in caduta libera. 

Secondo Te questo a che fare con brick box e supporto ai lug, che gira e rigira portano sul mercato secondario tonnellate di pezzi in giro per il mondo?

10 ore fa, Shintaku ha scritto:

I prezzi dell'usato e del fuori produzione sono in costante aumento 

Sono sincero io negli ultimi due anni ho comprato diverso vintage a prezzi inferiori al quinquennio precedente, forse contano anche le epoche dei set?

10 ore fa, Shintaku ha scritto:

 Dopo un periodo di assenza, sono tornati gli sconti assurdi.

Che ci sia un calo delle vendite e ciao ciao a tutto sold out?

 

Link to comment
Share on other sites

Pensiero mio del giorno, e sicuramente @Shintaku può aiutarmi a capire se sbaglio o meno.

Tutti noi costruiamo. No sbaglio, scusate, tutti noi tranne @AirMauro.
Allora, tutti noi tranne Mauro costruiamo.
La base su cui posiamo le fondamenta delle nostre MOC quasi sempre sono le baseplate.
Possibile che una Baseplate 32x32 costi euro 8? (
https://www.LEGO.com/it-it/product/gray-baseplate-10701).

Base verde

Mi sembra un po' cara.
La Baseplate da 48x48 invece costa euro 15 (https://www.LEGO.com/it-it/product/gray-baseplate-10701).

Base grigia

Altra riflessione, Jody mi parlava dell'overprice del Vestas e tutto il tema Monkie Kid.
Guardando lo S@H, i primi tre Set che mi capitano sotto mano:

Nave da esplorazione oceanica

#60266 Nave da esplorazione oceanica
euro 134,99 € - pezzi 745 - euro al pezzo 0,18

Treno passeggeri

#60197 Treno passeggeri
euro 129,99 € - pezzi 677 - euro al pezzo 0,19

Tenendo presente che tipo il:

75969_alt1.jpg

#75969 Torre di Astronomia di Hogwarts™
euro 104,99 - pezzi 971 - euro al pezzo 0,11
Ed è pure un set sotto licenza (Harry Potter).

E' vero, i treni potete dirmi che hanno l'elettronica, giustamente, ma ricordiamo una cosa, che in dieci anni i treni sono passati:
- Treno passeggeri dalla fascia di euro 99,99 a 129,99
- Treno merci dalla fascia dei 129,99 a 169,99 e poi 189,99 

Edited by Pix
Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, giuseppas ha scritto:

Ho appena letto il rumor e sinceramente trovo che sti sta letteralmente andando fuori di testa, parliamo sempre di LEGO, i prezzi di alcuni set stanno letteralmente schizzando, già trovo cara la locomotiva ( per altro ancora introvabile), in quanto per me avrebbe dovuto avere un prezzo più tipo set fiat 500, ma il colosseo addirittura metterlo a questo prezzo....stiamo alla follia enorme.

È il prezzo da pagare per avere dei set dettagliati.

Se nel 1990 un set aveva 500 pezzi ed era già considerato grande, già costava rapportato ai prezzi odierni.

Adesso un set "decente" non ha meno di 1500 pezzi e di conseguenza più plastica che si paga, e i prezzi sono anche scesi come ha dimostrato Sariel su un video.

 

Il vero problema è che non ci accontentiamo più di set da 500 pezzi e quindi TLG ci marcia sopra, complice anche la predisposizione a spendere cifre che 25-30 anni fa sarebbero state considerate da TSO immediato (su qualsiasi cosa, non solo per i LEGO).

Che poi uno reputi soggettivamente il valore di un set più o meno caro ci sta. Ho preso e montato il Grand Piano e sinceramente penso che siano i 350€ meglio spesi in LEGO degli ultimi tempi, non ne avrei spesi altrettanti per un set Star Wars, Disney o Harry Potter per dire, indipendentemente dal fatto che mi sarebbe piaciuto o meno perché quelli sì che li trovo enormemente sovraprezzati, senza tener conto che il Grand Piano è un bellissimo oggetto di arredo senza cadere nella nerdaggine.

Mi piacerebbe che ci fossero più set del genere, il Colosseo potrebbe essere uno di questi, ma non è nelle mie corde quindi non lo prenderò.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Wolfolo ha scritto:

È il prezzo da pagare per avere dei set dettagliati.

Se nel 1990 un set aveva 500 pezzi ed era già considerato grande, già costava rapportato ai prezzi odierni.

 

Il rapporto dovrebbe essere in base al potere d'acquisto.

E il bene di oggi dovrebbe essere confrontato con il bene di  riferimento di allora.

La produttività industriale, che migliora ogni anno, ha portato alla diffusione di massa di molti beni, che sono calati nel costo di produzione enormemente.

E' quindi normale, che in una scatola vi siano più pezzi e che il costo al pezzo sia in "discesa".

Il confronto però andrebbe fatto con il bene corrispondente e il bene attuale e rapportato al potere d'acquisto.

Se nei primi anni '60 le lavatrici si compravano a rate, e oggi ce ne sono anche sotto i 200 euro.... è giusto confrontare quel bene con che cosa?

Il costo industriale, per la parte meccanica, della produzione di LEGO è crollato enormemente negli anni, grazie all'automatizzazione di molte parti di produzione. 

Nel frattempo il petrolio:

prezzo_del_petrolio_storico_1946-2016.jp

Questo potrebbe avere inciso su un aumento sostanziale della materia prima rispetto agli anni 90 inizi 2000, anche se nell'ultimo periodo si era addirittura arrivati sui livelli della prima età dell'oro di LEGO.

Personalmente suppongo che la migliorata capacità di trasformazione della materia prima in ABS, compensi sicuramente in parte l'aumento della stessa. E che la componente meccanotronica di produzione del LEGO abbia abbattuto i costi molto di più dell'aumento dovuto alla materia prima.

E il "calo" di costo dei pezzi e di realizzazione di pezzi nuovi confermerebbe tali supposizioni.

Alla luce di ciò giudicare caro o meno un set, a mio parere dovrebbe partire da altre basi:

  • tipologia di pezzi impiegati nel set
  • costo in rapporto ai costi di produzione in calo
  • Tiratura del set
  • posizionamento del set nel catalogo a livello di marketing
  • rapporto con il potere d'acquisto medio

In questo caso, per quanto ne sappiamo a oggi, stiamo parlando di un set PREMIUM, del top di gamma, per cui suppongo che il marketing, o il pricing di LEGO abbia scelto di posizionare tale set a prescindere dal costo di produzione in una certa fascia di mercato già identificata, con un certo potere di spesa e così via.

Io ad esempio ho la sensazione, che Apple insegna, LEGO stia anche cominciando ad esplorare il mercato più piccolo, ma estremamente redditizio del LUXURY. Collocando set destinati a pochi, ma che fanno immagine, sono iconici, e accendono il desiderio.

Sicuramente sanno che ci sono appassionati da 50 euro di spesa mese, ma anche altri da 500 euro e più di spesa mese. E in questo senso, a fronte di un brand di qualità come LEGO, ci sta creare set esclusivi, costosissimi (per pezzi o scelta di pricing) destinati a determinate nicchie.

Dal punto di vista AFOLS, naturalmente quando in un anno escono a iosa set belli, che manco con un budget da 2000 euro puoi prendere tutti, è chiaro il disappunto, ma credo che agli occhi di LEGO tutto ciò sia trascurabile.

Diverso a livello collezionistico potrebbe essere l'effetto di questa smisurata produzione, che può portare molti collezionisti (come scritto in passato per la storia dei giocattoli ispirati a star trek "FIASCO 1701") a smettere di collezionare per l'impossibilità già in partenza, di poter ambire ad avere tutti i set di una certa serie e così via. 

In conclusione, mio parere da confermare una volta che saranno di pubblico dominio tutte le info sul set, è scorretto in questo caso parlare di set caro. Perchè LEGO sta puntando a creare un riferimento, a mettere un flag, una bandiera, iconica, che magari sta al centro di ogni LEGO STORE e così via.

Pur non essendo il mio soggetto preferito, da quel che si sa fin qua credo che LEGO, in questo caso, abbia fatto molto bene il suo lavoro. E in questo caso il giudizio su caro o meno, deve essere sospeso, o quantomeno ha poco senso.

Poi usciranno le immagini sarà brutto e cambierà tutto... eheheheh

 

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Il 29/7/2020 alle 21:39, AirMauro ha scritto:

Cantine piene strasicuro. Ho visto cose.... che neanche ai confini di Orione hanno tante scatole non per collezione.

Io personalmente sto comprando solo se c'è un buono sconto, o se LEGO è stata davvero brava nel rapporto qualità/prezzo (es. SATURN).

Per quanto fuori mercato compro solo, o scambio, se il prezzo ha un minimo senso collezionistico. Per dire una Haunted House a 800 euro non la comprerei. Non mi svenerei mai per un modulare.

Mentre invece per alcuni set vintage realmente rari, come ad esempio un 7750 MISB, sarei disposto a follie, ma non fino ai 2500 euro che spendono alcuni...

La mia wanted list, non solo la tua, è cresciuta molto in questi anni, perchè la produzione è aumentata parecchio. E credo che per molti sia così almeno negli ultimi tre anni. 

 

Secondo me poi potrebbe a breve, cominciare ad arrivare sul mercato dell'usato in massa, tutto il LEGO che è stato riversato in questa età dell'oro nelle camerette dei bambini, bambini che oggi oramai saranno entrati in dark age, e molti non ne usciranno per 10/15 anni, se ne usciranno. 

Come molti cicli collezionistici di giocattoli, l'usato potrebbe inflazionarsi all'improvviso proprio per questo fenomeno... e credo che in parte stia già succedendo.

 

se trovi un 7750 misb a quel prezzo sei fortunato!!!!!! 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Dario3643 ha scritto:

se trovi un 7750 misb a quel prezzo sei fortunato!!!!!! 

🙂 beh... oggettivamente ho visto negli ultimi anni un paio di aste in tal senso. Anche se oramai è abbastanza raro vederlo scambiare.
Di solito passa di mano in mano direttamente tra collezionisti.

Io non ce l'ho e me ne sono fatto una ragione.

Detto ciò, il 7750 e molto Vintage sono anche esempio di come il concetto di "caro" rispetto al LEGO, è spesso più una questione di "percezione" che di analisi concreta e razionale del prodotto stesso. 

Alla fine è il valore percepito che è ciò che conta, sia che sia un iPhone, un'auto o pezzi di plastica. 

I cloni LEGO (cinesi/Megablocks ecc.) che hanno spesso prezzi più in linea con i costi di produzione, non hanno un valore percepito pari al loro prezzo, mentre i LEGO, spesso lo hanno superiore allo stesso prezzo di listino (e LEGO ne sta approfittando).

 

Link to comment
Share on other sites

Dopo l'uscita della news del set SW AT-AT UCS da 800 euro anche Brickset ha scritto un interessante articolo che fa emergere vari spunti di discussione:

https://brickset.com/article/65924/how-expensive-is-too-expensive

Voi quanto sareste disposti a spendere per un set LEGO?

Per fare un esempio, forse @AirMauro arriverebbe a spendere 1000 euro per una versione remake del 928... e voi cosa sareste disposti a spendere per un set tanto desiderato?!?

Link to comment
Share on other sites

Io ho risposto nell'articolo, sarei anche disposto a spendere 300€ per un set se non pompano il prezzo con licenze, Control+, pezzi per far "ghiaia" o 2000 pin su un totale di 4000 pezzi... (qualcuno sicuramente indovinerà a cosa mi riferisco, che è il set che mi ha deluso di più fino adesso).

Secondo me vari set con l'avvento del control+/powered up sono diventati costosetti, anche il pianoforte, bello il meccanismo ma sinceramente l'automatismo potevano risparmiarselo o venderlo a parte come kit di espansione come facevano una volta e limar via quei 30-50€ dal prezzo totale.

Invece reputo un buon investimento i creator (classic o 3in1, ma meglio i secondi) perché hanno tanti pezzi ad un costo onesto.

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, sdrnet ha scritto:

Dopo l'uscita della news del set SW AT-AT UCS da 800 euro anche Brickset ha scritto un interessante articolo che fa emergere vari spunti di discussione:

https://brickset.com/article/65924/how-expensive-is-too-expensive

Voi quanto sareste disposti a spendere per un set LEGO?

Per fare un esempio, forse @AirMauro arriverebbe a spendere 1000 euro per una versione remake del 928... e voi cosa sareste disposti a spendere per un set tanto desiderato?!?

Ad oggi LEGO non mi ha ancora convinto a superare la spesa di 320 euro (al netto degli sconti) e fu l'ISD 10030.

Io onestamente potrei superare tale cifra per un set pieno di minifigs. Non so se @Praetorian realizzasse un tempio o un accampamento romano con tanto di cavalleria...

L'AT-AT mi piace, lo trovo un set stimolante, ma il prezzo è al di fuori, oggi come oggi, di una mia possibile reale intenzione di spesa.

Una 928 a 1000 euro dovrebbe essere corredata da una vera base modulare spaziale.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...