ItLUG @all’International Robotic Tournament 2018 di Rybnik

[Riceviamo dal nostro socio Valter Padovan (@Valter1966) il resoconto sulla manifestazione/competizione robotica “International Robotic Tournament 2018” in Polonia. ItLUG si congratula con la famiglia Padovan, Caruso e Mantione per i risultati ottenuti nelle competizioni robotiche. Abbiamo già parlato dei successi del Team ItLUG in precedenti articoli: Robotchallenge 2015Robotchallenge 2016Robotex2016 e Robotex2017]

Il team ItLUG è stato ufficialmente invitato dagli organizzatori dell’International Robotic Tourmanent che si è svolto a Rybnik in Polonia il 17 marzo 2018. Il Team, ancora una volta al completo (famiglie Padovan, Caruso e Mantione) si è ripresentato con l’italianissima maglia azzurra, portando 35 robot in 11 diverse competizioni.  Il Team ItLUG Robotics ha conquistato, oltre a una menzione speciale per il miglior Coach, il primo posto assoluto con tre medaglie d’oro, due medaglie d’argento e 6 medaglie di bronzo, conquistate nelle categorie:

  • LineFollower for LEGO®, MiniSumo for LEGO®, Sumo for LEGO® e RoboDrageRace for LEGO® (robot costruiti esclusivamente con pezzi LEGO®)
  • MicroSumo, NanoSumo e RoboDrageRace (non LEGO®).

I risultati completi della competizione si possono trovare a questo link: “Rybnik 2018“.

LineFollower for LEGO® (47 robots iscritti, podio italiano)

I nostri LineFollower, completamente realizzati con i mattoncini LEGO, hanno confermato di essere i più veloci al mondo ottenendo i tre migliori tempi sia nelle qualifiche che nella finale. Non sono mancate le difficoltà, dovute principalmente ad un campo di gara con colori invertiti (riga bianca su sfondo nero), superate brillantemente grazie al lavoro di squadra.

  • 1° Classificato: Seb – Italia – ItLUG Robotics Team
  • 2° Classificato: Nando – Italia – ItLUG Robotics Team
  • 3° Classificato: Kimi – Italia – ItLUG Robotics Team 

MiniSumo for LEGO® (56 robots iscritti, medaglia d’oro)

Questa è la nostra categoria preferita in quanto le nostre avventure robotiche partirono proprio da robot di questo tipo (15 x 15 cm, 1 kg) costruiti appositamente per ItLUG Ballabio 2012. Tre dei nostri robot si comportano egregiamente nelle eliminatorie e passano alle finali: ShudoPL, XL4 e EL3. Il livello della fase finale è molto alto, ma nonostante ciò, la nostra punta di diamante ShudoPL, raggiunge la finalissima senza mai perdere un incontro e ottiene la medaglia d’oro battendo la squadra della Repubblica Ceca, che si aggiudica anche il terzo posto. Shudo è veramente un robot eccezionale che dal 2015 sta costantemente raggiungendo risultati che hanno dell’incredibile.

  • 1° Classificato: Shudo – Italia – ItLUG Robotics Team
  • 2° Classificato: Vytos – Czech Republic – Team JedoBoti
  • 3° Classificato: MightyUrban – Czech Republic – Team Šempa

Sumo for LEGO®  (60 robots iscritti, medaglia di bronzo)

Per noi è stata la prima volta in una competizione con robot LEGO® di dimensione 20 x 20 cm, peso massimo di 2 kg e con campo di gara di diametro 154 cm. E’ stata una vera sfida: in poche settimane abbiamo costruito e programmato ben 4 robot di queste dimensioni. Fuso e Ziky2.0 passano alla fase finale, mentre lo sfortunatissimo XL8 che vince il girone eliminatorio a pari merito con altri 2 robot, viene eliminato per un cavillo del regolamento che considera il peso in caso di parità. Il Team non si perde d’animo e con Ziky2.0 raggiunge prima le semifinali e poi un meritatissimo terzo posto.

  • 1° Classificato: Dixer – Poland – Dixer Team
  • 2° Classificato: Zorgon – Poland – MFTeam
  • 3° Classificato: Ziky2.0 – Italia – ItLUG Robotics Team

RoboDrageRace for LEGO® (40 robots iscritti, medaglia di bronzo)

Anche questa competizione, che vede i robot impegnati in una gara di velocità (Dragster) su un percorso rettilineo di 12 m è stata una prima assoluta per il nostro Team. I nostri robot si sono comportati molto bene, con Nico arrivato quinto e Arrow che ha avuto un guasto meccanico mentre stava registrando un ottimo tempo. Meglio di loro ha fatto però Power Station che dopo alcune difficoltà nella calibrazione ha piazzato il terzo tempo, a soli 4 centesimi dalla medaglia d’argento.

  • 1° Classificato: ATM-3-18 – Poland – Team ATM (3.77 s e 3.18 m/s)
  • 2° Classificato: Beast – Poland – Team RzIT (3.99 s e 3.01 m/s)
  • 3° Classificato: Power Station – Italia – ItLUG Robotics Team (4.03 s e 2.98 m/s) 

 

MicroSumo (19 robots iscritti, medaglia d’oro e di bronzo)

Competizione di altissimo livello con il fortissimo Team polacco “Konar”, detentore del titolo conquistato al Robotex 2017. Quattro dei nostri robot (Waky, Bassotto, Zaku2.0 e Slopy4), superano con qualche difficoltà le eliminatorie, ma poi in finale danno il meglio e ottengono un fantastico primo e terzo posto. Clamorosamente il Team favorito non sale sul podio, che vede sul secondo gradino un altro robot polacco. Degne di nota le “performance dell’ultimo nato” Waky che alla sua prima esperienza internazionale ha battuto l’agguerrita concorrenza e di Bassotto che ha centrato il terzo podio consecutivo.

  • 1° Classificato: Waky – Italia – ItLUG Robotics Team
  • 2° Classificato: Iryd – Poland – Team Atech
  • 3° Classificato: Bassotto – Italia – ItLUG Robotics Team

NanoSumo (12 robots iscritti, medaglia d’argento e di bronzo)

Il nostro team, vincitore al Robotex 2017, cerca di ripetersi portando l’intera squadra di 5 robot. Gli incontri di qualificazione sono molto serrati, con robot di altissimo livello, e Team “storici” già incontrati diverse volte durante le varie competizioni in Europa. Nonostante ciò i nostri NanoRobot Tixie2.4 e RedSun approdano alle semifinali e si incontrano tra loro: ha la meglio Tixie2.4 che inizia a scaldare i nano-muscoli per la finalissima. Nella gara per il terzo posto RedSun batte Puga, salendo meritatamente sul gradino più basso del podio. In finale Tixie2.4 incontra il fortissimo robot Rubin del Team polacco Atech, vincendo.

  • 1° Classificato: Rubin – Poland – Team Atech
  • 2° Classificato: Tixie2.4 – Italia – ItLUG Robotics Team
  • 3° Classificato: RedSun – Italia – ItLUG Robotics Team

RoboDrageRace (40 robots iscritti, medaglia di bronzo)

Con le stesso format della gara dedicata ai robot LEGO®, i robot elettronici devono percorrere i 12 metri nel miglior tempo possibile. I nostri robot impegnati nella gara sono due: DragTRE che si piazza quinto (2,29 s e 5,24 m/s) e CityDragster (soli 80 grammi di peso, batteria esclusa) che dopo un’eccezionale tempo in qualifica (a soli 3 centesimi dal robot migliore), non riesce a ripetersi in finale, ma conquista comunque il terzo posto. La vittoria va al Team HBFS dei nostri amici rumeni che dà il meglio nelle gare di velocità e LineFollower.

  • 1° Classificato: HBFS – Romania – Team HBFS (1.74 s e 6.90 m/s)
  • 2° Classificato: dotBOT – Poland – Team KNEiT (1.74 s e 6.90 m/s)
  • 3° Classificato: CityDragster – Italia – ItLUG Robotics Team (1.83 s e 6,56 m/s)

La prossima sfida?

La prossima sfida ci attende al Robotex International 2018 in Estonia a fine novembre. Il format sarà un pochino diverso e le competizioni LEGO® saranno dedicate a ragazzi tra i 13 e i 18 anni: aspettiamo tutti gli interessati ad aggiungersi al Team ItLUG sul forum! I più curiosi possono trovare i video delle nostre avventure robotiche sul nostro canale YouTube.

ItLUG Robotics Team:  Michele, Luca, Samuele, Emanuela, Massimiliano, Mario e Valter (Mr. Padovani)

 

LEGO® Star Wars UCS 75181: Y-Wing Starfighter

L’iconico Y-Wing Starfighter torna nel catalogo LEGO® nella serie Ultimate Collector (UCS) dopo 14 anni dalla prima versione. La nuova edizione sarà disponibile a partire dal prossimo 4 maggio 2018 ad un prezzo di 199,99 euro per il mercato tedesco (il prezzo in euro può variare da paese a paese) attraverso shop.LEGO.com, i LEGO® Store e via telefono.

Dal comunicato ufficiale:

75181: Y-Wing Starfighter, 1967 pezzi

US $199.99 – CA $249.99 – DE € 199,99 – FR € 199,99 – UK £169.99 – DK 1799.00 DKK

Costruisci il caccia stellare a lungo raggio della Resistenza!

Fai tuo un pezzo della storia di Star Wars con il set LEGO® Star Wars Ultimate Collector Series Y-Wing Starfighter che ha una cabina di pilotaggio apribile, dei cannoni a ioni rotanti azionabili a ruota, dei pattini di atterraggio a scomparsa, una minifigure ed un droide.

Questo modello della Linea LEGO® Star Wars Ultimate Collector Series ha un incredibile livello di dettaglio, avendo una cabina di pilotaggio per la minifigure di Capo Oro, dei cannoni a ioni rotanti azionabili dalla ruota sulla parte superiore, i pattini di atterraggio a scomparsa e l’alloggiamento per il droide astromeccanico R2-BHD. Questo fantastico giocattolo di Star Wars è inoltre dotato di un display inclinabile e di una placca informativa, che lo rende il fulcro perfetto per la tua collezione.

  • Include una minifigura di Capo Oro e un droide R2-BHD.
  • E’ caratterizzato da dettagli altamente autentici, come la cabina di pilotaggio apribile per la minifigure, i cannoni a ioni rotanti azionabili dalla ruota sulla parte superiore, i pattini di atterraggio a scomparsa e lo spazio per il droide astromeccanico R2-BHD (incluso).
  • Include anche la pistola blaster di Capo Oro.
  • Metti in mostra il modello sul supporto inclinabile con la placca informativa.
  • Il perfetto fulcro per ogni collezione LEGO® Star Wars.
  • Fa parte della serie Ultimate Collector (UCS).
  • Misura 7 cm in altezza, 61 cm in lunghezza e 11 cm in larghezza, oltre 24 cm in altezza se montato sul supporto.

 

Questo week-end a Verona

Anche quest’anno ItLUG partecipa all’evento degli amici veneti di CLV al Model Expo Italy.

E quest’anno hanno fatto le cose in grande, un intero padiglione dedicato al mondo LEGO (il padiglione 9) dove potrete portare di tutto e di più.

Come ItLUG, tra le varie opere, porteremo la riproduzione del Centro piacentiniano di Bergamo e la nuovissima costruzione del nostro Sandro Damiano che debutterà proprio a Verona!

Vi attendiamo sabato e domenica dalle 9:00 alle 19:00.

Ingresso 15 euro, scontato a 13 seguendo questa procedura.

Piante sostenibili!

Un paio di giorni fa la LEGO ha annunciato che già nel 2018 inizieranno a essere utilizzati alcuni pezzi prodotti in maniera sostenibile.

Nello specifico parliamo di piante… quali pezzi migliori con cui iniziare? Già ora le piante non sono in ABS (la plastica di cui sono fatti è molto diversa rispetto a quella dei pezzi “normali”), sono infatti in polietilene… e così resteranno. Quello che cambia è il processo di produzione del polietilene utilizzato. Già da quest’anno infatti verrà prodotto partendo usando etanolo estratto dallo zucchero di canna. Essendo sempre polietilene, le caratteristiche di questo materiale resteranno le stess.

I pezzi in questione rappresentano circa l’1-2% del totale dei pezzi prodottie la canna da zucchero utilizzata è certificata sostenibile dalle autorità competenti, in collaborazione con il WWF.

Questo è solo il primo passo verso una produzione interamente sostenibile (relativamente a materiali e imballaggi) che The LEGO Group vuole ottenere entro il 2030, come annunciato qualche anno fa.

Press release

Sono le 13:58 del 28 gennaio, è ora di festeggiare!

60 anni fa, in questo preciso istante alle 13:58 del 28 gennaio 1958, venne depositata la domanda di brevetto per il mattoncino LEGO® così come lo conosciamo oggi, con i tubi sotto che permettono un clutch power impensabile prima e tutte le combinazioni che oggi conosciamo bene.

Oggi questo avvenimento storico viene festeggiato (anche) alla LEGO House. E per festeggiarlo LEGO ha chiesto agli AFOL di tutto il mondo di costruire degli orologi che indicassero le 13:58.

Ancora una volta il nostro Cristiano Grassi s’è dato da fare e ancora una volta è stato selezionato!