Il mondo dei giochi LEGO®

Il mondo dei giochi LEGO®Il mondo dei giochi LEGO® è un libro edito da Mursia nel 1980 ed è un raro esempio (l’unico?) di editoria nostrana dedicata al “nostro” mondo uscito in quel periodo.

Il volume è principalmente una traduzione del francese Le monde des jeux LEGO® uscito lo stesso anno per i tipi di Hachette in Francia e scritto da Martine Daru e Philippe Julien (che compaiono infatti anche come autori del volume italiano), ma rispetto al volume francese questa edizione include anche una parte finale a cura del traduttore Giulio Ricchezza più incentrata sulla costruzione vera e propria da parte anche dei bambini, principali destinatari del volume. Questa sezione aggiuntiva è in parte basata sul celebre Idea Book 6000 da cui il volume prende anche la copertina.

La sezione principale del volume invece, quella francese, è divisa in due capitoli:

Il capitolo “La costruzione dei capolavori” mostra immagini di alcune costruzioni dei designer LEGO® di quel periodo e tra queste spiccano sicuramente una torre Eiffel blu costruita con mattoncini Technic da Kirsten Kristensen e il municipio di Bruxelles costruito da Dagny Holm per festeggiare i mille anni di vita della città nel 1979. Inoltre Copenhagen, un villaggio d’epoca, diversi animali, Asterix, Elliott il drago invisibile e molto altro. Nei brevi testi viene anche sottolineato come i designer avessero a disposizione per le loro costruzioni pezzi in colori non (ancora) disponibili al grande pubblico.

Il capitolo “Partiamo per il parco di LEGOLAND®” è invece dedicata, come dice il nome, all’esplorazione di LEGOLAND® Billund così com’era allora e anche per questo rimane oggi un documento storico interessantissimo. Dopo aver mostrato alcuni modelli durante costruzione (con tanto di fase di copia con incollaggio basata su modello iniziale non incollato) si passa a Miniland: il Monte Rushmore, i canali olandesi, il palazzo di Amalienborg di Copenhagen, un porto delle isole Lofoten, un villaggio inglese, il castello di Valloe, la chiesa di Borgund, il villaggio di Salsland, la cittadina tedesca di Goslar, il castello danese di Eremitagen e molto altro. Chiudono il capitolo una breve carrellata sui viaggi in “barca”, “elicottero” e “auto” all’interno del parco e uno sguardo finale a “Caccia grossa al bisonte” l’allora nuova opera dello scultore Bjørn Richter (2.500.000 mattoncini tan).

Si passa quindi al capitolo finale “Un mondo da scoprire”, come già detto originale nell’edizione italiana, ma basato soprattutto sull’Idea Book 6000 (Town, Space, Trains), ma con anche un breve sguardo sul mondo Technic, sulle “case per le bambole” di inizio anni settanta e sulla costruzione di oggettistica varia con pezzi LEGO®.

Il volume, di 94 pagine, è cartonato e costa(va) 12.000 lire.

Curiosità: sono venuto a conoscenza dell’esistenza del volume grazie al socio ItLUG Domenico Franco, a ItLUG Porto San Giorgio 2014. Ho quindi guardato online (con poche speranze) per vedere se fosse ancora disponibile da qualche parte e incredibilmente Unilibro lo dava come disponibile. L’ho quindi ordinato, ma ancora con poche speranze (Unilibro spesso dà come disponibili libri che non lo sono) e invece, dopo un mese e mezzo mi è arrivato ed è come nuovo. Anzi, è proprio nuovo, nonostante abbia 35 anni.

Se vi interessa, sembrerebbe essere ancora disponibile a 8,30 EUR (più spedizione).

Altamente consigliato soprattutto a chi è interessato al mondo LEGO® di fine anni settanta.

Alcune immagini del volume:

Rispondi