Blacktron: i “cattivi ragazzi” dello spazio

Il B-59 in tutta la sua potenza

Andrea Lattanzio, mastro costruttore milanese conosciuto anche come Norton74, ha recentemente presentato il suo ultimo lavoro, un veicolo corazzato in livrea Blacktron equipaggiato di tutto punto.

La nuova MOC di Andrea è accompagnata anche da un video originale e dalle atmosfere cupe e post apocalittiche.

Abbiamo parlato spesso dei lavori di Norton74 e oggi torniamo da lui per fargli qualche domanda sulla sua ultima MOC. Buona lettura.

ItLUG: Ciao Andrea, qualche giorno fa abbiamo visto la tua ultima creazione, cosa ci dici della tua nuova MOC?

Andrea: Il mio ultimo lavoro è un omaggio alla serie spaziale Blacktron che LEGO lanciò nel 1987. Seppur in quegli anni fossi già troppo grande per giocare con i mattoncini LEGO, e quindi non ho ricordi diretti legati ai Blacktron, i “bad guys” dello spazio mi hanno sempre affascinato e ho avuto sempre un debole per la loro divisa completamente nera.

Il B-59, questo il nome della mia ultima MOC, è un cosiddetto APC (Armoured Personell Carrier) il cui design è ispirato all’U-59, il veicolo blindato utilizzato nella serie televisiva Joe90, trasmessa in Inghilterra alla fine degli anni sessanta. Il B-59, dove la B sta per Blacktron, riprende la forma tozza e bassa dell’U-59 ma presenta molti tratti nuovi e distintivi rispetto all’antenato, nonché la colorazione nera tipica dei Blacktron. Lo stile è volutamente retro-space.

B-59 retro

ItLUG: Quali sono le caratteristiche distintive di questa nuova MOC?

Andrea: L’aspetto tozzo e minaccioso sicuramente colpisce chi guarda il B-59 e la livrea nera lo rende ancor più “cattivo”. Mi piace molto anche il frontale con i due piccoli parabrezza che si perdono nei tratti spigolosi e appuntiti del muso.

Il B-59 presenta molti dettagli: la torretta girevole con due cannoni a medio raggio, la piccola mitragliatrice sul tetto, il verricello anteriore, prese d’aria un po’ dappertutto e molti altri particolari nascosti qua e là.

Nella parte posteriore c’è l’ingresso per la truppa realizzato con i roller door; l’utilizzo di questi pezzi per realizzare l’accesso al mezzo mi piace molto e, se non sbaglio, nessun altro builder li ha mai utilizzati su un veicolo militare/spaziale.

Come il mio precedente SHADO mobile anche il B-59 presenta un dettagliato e accattivante interno: basta sollevare il top composto da due parti e si trovano in bella vista attrezzature ed equipaggiamenti retro-tech. Infine un’unità di Blacktron armata fino ai denti e pronta ad attaccare è seduta su una fila di seggiolini.

Gli interni del B-59

ItLUG: Oltre alle solite fotografie di presentazione, sempre di altissimo livello, questa volta hai stupito tutti con un video davvero particolare. Da dove nasce l’idea e con chi l’hai realizzato?

Andrea: Era da moltissimo tempo che volevo realizzare un video su uno dei miei lavori ma volevo qualcosa di diverso e originale rispetto ai soliti video di presentazione delle MOC. Il B-59 si prestava bene per un video emozionale che rispecchiasse le caratteristiche stesse del modello: atmosfere cupe, ambientazione post-apocalittica e giochi di luce e controluce.

Per realizzarlo ho chiesto aiuto ad un caro amico, Mauro Zambetta, che è un filmmaker professionista nonché esperto di color correction e post produzione. Ha accettato subito la sfida e ha capito immediatamente quale fosse il mio obiettivo. Abbiamo cercato una location spoglia e completamente bianca dove effettuare le riprese. Una nottata di lavoro e avevamo in mano il girato. Il montaggio e la post produzione hanno invece richiesto a Mauro moltissime ore di lavoro. E alla fine il risultato gli ha dato ragione. Non posso che ringraziarlo per l’impegno e la dedizione che ci ha messo. E non è neanche un AFOL…

ItLUG: Stai lavorando su nuove MOC?

Andrea: Due MOC sono già terminate e sto aspettando di trovare il tempo per fotografarle a dovere e poi condividerle con la community. Nel frattempo sto lavorando su un altro progetto che richiederà ancora qualche settimana di lavoro.

ItLUG: Grazie Andrea per il tempo che ci hai dedicato e continua così!

Andrea: Grazie a voi per l’interesse e lo spazio che riservate alle mie creazioni.

Per seguire Andrea Lattanzio:
Facebook (link: https://www.facebook.com/andrea.lattanzio.74/ )
Flickr (link: https://www.flickr.com/photos/norton74/ )
Instagram (link: https://www.instagram.com/nortonsevenfour/ )

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.