Addio bustine trasparenti di plastica, benvenute bustine di carta!

The LEGO Group ha appena annunciato che dal prossimo anno inizieranno a sostituire le bustine trasparenti in cui vengono confezionati i pezzi nelle scatole LEGO con delle bustine di carta, con l’obiettivo di avere un confezionamento interamente sostenibile entro il 2025.

La cosa era già stata accennata in precedenza, ma l’annuncio ufficiale è giunto oggi, con tutti i dettagli.

Nel complesso LEGO investirà 400 milioni di dollari per questo e per continuare sulla strada verso la completa sostenibilità, la cui scadenza finale rimane il 2030.

Le altre attività previste sono:

  • Il raggiungimento di nella neutralità carbonica per quanto riguarda la produzione, sempre entro il 2025, sfruttando sempre di più le energie rinnovabili e cercando di consumare meno.
  • La circolarità: estendere il più possibile il concetto per cui “i pezzi LEGO non si buttano” (non è una cosa che serva dire a noi!), creando modi per poter donare ai bambini i pezzi vecchi piuttosto che buttarli via (un’esperimento pilota, LEGO Replay, era già stato fatto in USA lo scorso anno; in futuro verrà esteso ad altri paesi).
  • Niente sprechi entro il 2025. Niente più rifiuti dalla produzione, già ora il 93% dei rifiuti delle fabbriche viene riciclato.
  • Continuare a cercare di raggiungere l’obiettivo finale di trovare nuovi materiali sostenibili con cui realizzare i mattoncini LEGO. Per le piante è stato facile perché il tipo di plastica più morbido con cui sono sempre state realizzate si può raggiungere anche partendo dalla canna da zucchero, per altre plastiche la cosa è meno immediata.

È importante ribadire ancora una volta che non stanno cercando di realizzare mattoncini biodegradabili (anzi!), i nuovi mattoncini dovranno avere le stesse qualità di durabilità di quelli attuali.

Fonte: The LEGO Group Press Room.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.