Recensione LEGO® 10245 – La bottega di Babbo Natale (Santa’s Workshop)

Dati principali

  • Nome: Santa’s Workshop;
  • Numero Set: 10245;
  • Tema: Creator Expert;
  • Sotto-tema: Winter Village;
  • Numero pezzi: 883;
  • Minifig: 6;
  • Età: 12+;
  • Prezzi: $69,99, £59,99, €69,99
  • Disponibilità: ottobre 2014.

Recensione

Eccomi di nuovo qui a parlare del nuovo set a tema invernale che ormai è diventato una costante da parte di LEGO (nel periodo autunnale) in preparazione del Natale.
Questo è il sesto set della famosa serie Winter Village. È composto da circa 900 pezzi e 6 minifig.
È un set che rientra nella categoria Creator Expert in quanto consigliato a un’età a partire dai 12 anni, contenente piccole parti e tecniche di costruzione più ricercate rispetto ai set più semplicistici.
Il set l’ho acquistato dallo Shop online della LEGO godendo della promozione spedizione gratis + punti doppi + set speciale natalizio in omaggio (# 40106). Sicuramente una buona occasione alla quale è difficile rinunciare!
Vi anticipo che prima di fare questa recensione ho letto anche le recensioni degli altri siti internet più blasonati come Eurobricks e Brickset. Le loro recensioni sono state entusiaste riguardo a questo set mentre io invece ho qualche riserva da comunicare, ma la vedrete scritta più avanti. Ma ora veniamo a noi. Qui sotto ecco la foto della scatola:

La scatola vista di fronte

La scatola vista di fronte

All’apertura della scatola mi sono trovato con 9 buste di pezzi (con varie altre bustine dei pezzi più piccoli contenute nelle buste più grandi), due libretti di istruzione, gli adesivi da applicare al set.
Il primo libretto spiega come costruire la slitta di Babbo Natale e alcuni accessori, il secondo libretto invece serve per la costruzione dell’edificio (diviso in due sezioni) e la macchina per i giocattoli.

Il contenuto della scatola

Il contenuto della scatola

Nella prima fase di montaggio si costruiscono le renne “adulte”, la mini-renna e la slitta di Babbo Natale, con bei colori e qualitativamente ben realizzata. Oltre alla slitta, come accessori extra ci troviamo a costruire anche un paletto con la scritta “North Pole” e un piccolo alberello di Natale.

Nella seconda fase di montaggio passiamo all’edificio vero e proprio. L’edificio è diviso in due sezioni con altezze differenti e collegati poi insieme da semplici clip ad aggancio.
La prima parte dell’edifico si monta rapidamente. Mentre costruiamo incontriamo un nuovo pezzo che è il “brick mattonato” largo 4 studs di colore medium dark flesh. Inoltre, ritroviamo il disco 4×4 con l’orologio stampato che avevamo già incontrato nel modulare Town Hall #10224.

La seconda parte dell’edifico è altrettanto rapida ed è interessante soprattutto per la finestra snottata che è già stata vista in mille salse nelle varie MOC medievali ma è comunque un aiuto a coloro che non si sono mai approntati a questa tecnica di costruzione delle finestre.

Edificio completato pronto all’aggancio!

Edificio completato pronto all’aggancio!

Il pavimento di questo edificio (come per il primo) è realizzato con plate 6×8 di colore flesh. Scelta strana a mio parere visto il già alto numero di colori sgargianti che possiamo trovare sia fuori che dentro l’edificio. Purtroppo però i pavimenti non hanno tile come invece ci avevano abituati in passato come il Cottage e gli altri edifici più vecchi. Anche il tetto è piuttosto striminzito, infatti non copre neanche la parte del “laboratorio” ed è addobbato con il solito filo di luci di Natale con una variante di colore gialla.
Per ultimo troviamo le fasi di costruzione della macchina di produzione dei giocattoli. Non è sicuramente paragonabile rispetto alle linee chilometriche che abbiamo visto tutti da bambini nei film dedicati al Natale ma comunque rende l’idea e nel suo piccolo è davvero ben realizzato. Forse tra tutti gli accessori è quello che mi piace di più!

Altre info:
Come si può subito notare dalla copertina della scatola, l’ingresso dell’edificio ha una posizione inclinata rispetto al resto del set. Non so esattamente perché sia stata fatta questa scelta, forse per dare un tocco di rinnovamento ai precedenti edifici. L’inclinazione dell’edificio è dato da un wedge plate nuovo del 2014 di colore nero (quello a forma di A).
Le due sezioni si attaccano poi via clip. Questo tipo di edificio (con angoli non di 90 gradi) rende le cose leggermente più complicate per l’inserimento in un diorama più grande perché bisogna prevedere dei punti di ancoraggio agli stud e altri di solo appoggio con i pezzi tile.

Possibilità di ingrandimento:
Il design di per sé non è male da vedersi ma lo avrei fatto più grande con almeno due finestre in più, magari eliminando la seconda porta e facendo un tetto più grande in modo tale da avere anche più spazio all’interno per poter collocare la macchina di creazione dei giocattoli.
Il vantaggio di questo set è quello di avere ampi margini di modifica… infatti dopo questa recensione ho già in mente a come ingrandirlo… sostanzialmente come scritto qui sopra e facendo un mix tra quanto c’è già del set e aggiungendo un pochino di laboratorio grazie all’ausilio del set speciale #40106 che mi è stato regalato insieme. Nei prossimi mesi sul forum (appena mi sarà possibile) posterò sicuramente le immagini del laboratorio modificato.

Edificio frontale

Edificio frontale

Conclusioni e giudizio finale

Parti: come di consueto di questi set che possiamo definire un pochino “speciali” ci troviamo di fronte ad alcuni nuovi pezzi mai prodotti prima o altri comunque di difficile reperimento.
I pezzi di cui parlo sono riportati nelle immagini numero 9, 16 e 21.
Voto 8/10

Processo di costruzione: la costruzione è piacevole, per nulla ripetitiva ed estremamente semplice. Il set è piccolo e se vogliamo costruirlo dall’inizio alla fine bastano 3 ore di relax prendendoci tutta la calma di osservare i pezzi e goderci le varie e piccole fasi di montaggio.
Voto 7/10

Design: i singoli accessori di questo set sono le cose più interessanti dal punto di vista del design, come la macchina dei giocattoli, la slitta ben realizzata e la poltrona interna di Babbo Natale.
Il design complessivo dell’edificio è molto carino ad una prima vista. La doppia porta di ingresso, i pilastrini dell’ingresso principale, la finestra snottata sul fronte, l’insegna nera. Tutto è molto carino ma dopo pochi minuti che lo si guarda si pensa… bene, guardiamo dentro e subito si rimane delusi da uno spazio davvero ristretto e una totale mancanza di un locale adibito per di più all’unico vero scopo dell’edificio ovvero un laboratorio dove si producono i giocattoli! Quel povero tavolo nell’interno non è sufficiente a farmi cambiare idea. La macchina di produzione degli elfi invece è ben costruita ma non saprei dove metterla se non fuori dall’edificio!
Voto 7/10

Giocabilità: la giocabilità del set è buona sebbene non abbia parti in movimento come il precedente set invernale (la giostra natalizia 2013). La slitta, le renne, il cartello del polo nord, la macchina dei giocattoli, i 6 simpatici minifig… sono tutti dei piccoli accessori che rendono piuttosto giocabile questo piccolo set.
Voto 8/10

Prezzo: 70 euro per 883 pezzi (0,079 € a pezzo) sono la media che ci aspettiamo da un set di questo tipo. I minifig sono molto ben realizzati e anche se il Babbo Natale ormai è stato prodotto in un tutte le salse, è bello vedere in un solo set ben 4 elfi e per la prima volta in esclusiva anche la moglie di Babbo Natale!
Voto 8/10

Giudizio complessivo:
Il mio voto complessivo è di 8/10 (tendente al 7); come già accennato in precedenza il set è molto carino da osservare una volta finito, ma non perfetto. Non riesco a dire “Uao!“ quando lo vedo… ci sono parecchi difetti dal mio personale punto di vista. D’altronde se non ci fosse il Babbo con gli elfi e le renne davanti all’edificio direste mai che si tratta del laboratorio di Babbo Natale?

Struttura molto piccola, interni poco dettagliati, pavimento senza tile, tetto scarno. Insomma, da un laboratorio di Babbo Natale ci aspettavamo tutti qualcosa di più grande e ricercato. Potevano ad esempio farlo pagare 30 euro in più e aggiungerci quei 300/400 pezzi che forse lo avrebbero reso perfetto.
Sicuramente dobbiamo calarci nelle regole ed esigenze del marketing della LEGO dove principalmente questi set sono costruiti per un pubblico di giovani costruttori… ma fino a un certo punto. Mi ricordo che già a 12 anni costruivo mezzi technic piuttosto complessi ed ero parecchio esigente in fatto di qualità. Le dimensioni alle volte contano e credo che anche i più giovani si potevano aspettare di più da un edificio degno di questo nome.
Detto questo non posso dire che non sia un set bello: alcuni tocchi interessanti ci sono e fanno molto piacere (e si notano dei tocchi del designer ideatore Marcos Bessa) ma sicuramente per i costruttori più esigenti non mancherà la voglia di ingrandirlo e modificarlo per le proprie esigenze.

Grazie a tutti per l’attenzione!

Link utili:
Inventario dei pezzi;
Bricklink;
Brickset.

Recensione set 10235 Winter Village Market

Premessa

Questa è la prima recensione ufficiale che scrivo e quindi spero di essere all’altezza del set in questione. Le fotografie che vedrete non sono molto buone (sono state scattate con luce artificiale nella tarda notte nella mia mansarda) ma servono unicamente come integrazione al testo. Buona lettura!

Dati principali

  • Nome: Winter Village Market;
  • Numero Set: 10235;
  • Tema: Creator Expert;
  • Sotto-tema: Winter Village;
  • Numero pezzi: 1.261;
  • Minifig: 9;
  • Età: 12+;
  • Prezzi: US $99,99 – CA $129,99 – DE 89.99€ – UK 79,99 £ – DK 799,00 DKK
  • Disponibilità: ottobre 2013.

Recensione

Il 16 settembre 2013 ho deciso di acquistare questo set invogliato dal fatto che i costi di spedizione erano gratuiti e come membro VIP del Lego Shop potevo acquistare con 15 giorni di anticipo rispetto all’uscita al pubblico. Dopo soli 10 giorni la scatola era già a casa mia. Eccola qui:

La scatola vista di fronte

La scatola vista di fronte

All’apertura della scatola mi sono trovato con 8 buste di pezzi (con varie altre bustine dei pezzi più piccoli contenute nelle buste più grandi), due plate 16×16 bianche, due libretti di istruzioni, gli adesivi da applicare al set e un’altra piccola bustina che contiene 8 triangoli di stoffa colorati (4 bianchi e 4 blu) che serviranno per coprire la parte alta della giostra.
Il primo libretto spiega come costruire le 3 bancarelle del mercatino più la panchina (3 buste di pezzi), il secondo libretto invece serve per la costruzione della giostra con la biglietteria (5 buste di pezzi).

Le tre bancarelle e la panchina

Le tre bancarelle e la panchina

La sezione di costruzione relativa alle 3 bancarelle è molto semplice e rilassante. Il montaggio avviene senza intoppi e in poco tempo prendono vita le 3 bancarelline che hanno 3 colori di tetti diversi con versioni scure: dark blue, dark green, dark red. I tile bianchi per simulare la neve sul tetto sono pochi a mio avviso e quindi li modificherò in futuro aggiungendo ancora “un po’ di neve”. Immancabile ormai come negli altri set una piccola plate 4×10 con sopra una panchina e una nuova versione di lampione. I designer ogni volta si scervellano per trovare nuovi metodi di costruzione dei lampioni e questo nuovo tipo devo dire che non è malaccio… bella l’idea di usare il pezzo “Utensil flotation ring” di colore verde per fare la ghirlanda natalizia.
In questa sezione ci sono già le prime 5 minifig e sono altrettanto carine e piene di dettagli.

Ora invece arriviamo al montaggio della seconda parte.
La giostra è senza dubbio la parte più complessa e interessante di questo set. La giostra con la biglietteria poggia su due plate 16×16 più due ulteriori plate 4×10 sul retro. Si comincia con la costruzione della biglietteria sulla destra e la parte technic con axle e ingranaggi per la mobilità della giostra.

Il pezzo da sostituire

Il pezzo da sostituire

A metà di questo montaggio alcuni di voi, che come nel mio caso hanno acquistato la scatola abbastanza in fretta, si troveranno di fronte a un errore riconosciuto da LEGO. A pagina 12 vi viene chiesto di inserire un pezzo “Technic, Axle Pin without Friction Ridges Lengthwise“, ma questo risulterà sbagliato nella pagina successiva in quanto la plate 2×8 traforata non riuscirà ad appoggiare correttamente e si solleverà inesorabilmente. È stato infatti riconosciuto questo errore e deve essere sostituito con un altro pezzo. L’elemento da sostituire che è l’axle rosso da 2 è un pezzo abbastanza comune in ogni caso se volete farvelo cambiare potete come sempre chiamare il Customer Service della LEGO per segnalare il problema.
Inserendo il giusto pezzo tutto il resto del montaggio procede senza freni e ben presto vi troverete ad aver finito la base e la biglietteria. Il resto della giostra è altrettanto divertente e abbastanza rapida tranne una parte un pochino ripetitiva per fare la bordatura alta su cui verranno poggiati i triangoli di stoffa colorata bianca e blu. Se devo trovare una unica cosa che non mi piace molto sono gli adesivi circolari a specchio da inserire sui tile rotondi 2×2 pearl gold. Non sono un amante degli adesivi quando monto i set Lego e anche in questo caso sulla bordatura della giostra non ho voluto applicarli.

La giostra ultimata

La giostra ultimata

La giostra finita è molto carina da osservare e il movimento della giostra muovendo la relativa leva a mano è altrettanto simpatica specialmente il meccanismo che fa “ballare” i cavalli su e giù (interessante la soluzione che è stata trovata poggiando i due cavalli su slope curved 4×1).
Il rapporto tra i denti degli ingranaggi è tale che permette un movimento relativamente lento della giostra come giustamente dovrebbe essere nella realtà.
Ovviamente la prima cosa che viene in mente vedendo la giostra è la voglia di modificarla per renderla motorizzata. È quasi tutto predisposto quindi non è difficile inserire un motore, la cosa più difficile (ad esempio nel mio caso del villaggio invernale) sarà quello di nasconderlo opportunamente in modo tale da far girare la giostra automaticamente senza evidenti parti meccaniche nelle immediate vicinanze. In ogni caso l’inserimento di un motore comporta un altro problema. Ho infatti già provato ad inserirne uno in cascata alla biglietteria e funziona bene ma c’è un piccolo problema: la giostra gira troppo veloce! È necessario aggiungere almeno un paio di altri ingranaggi per ridurre la corsa del motore e permettere così di ottenere una velocità accettabile per una giostra dei bambini… altrimenti al primo giro volano via sul prato innevato!

Conclusioni e giudizio finale

  • Parti: Visto un discreto numero di parti in dark blue sicuramente la prima cosa che salta all’occhio sono i due archi 1x8x2. Quando un anno fa decisi di ricostruire con pezzi ordinati da BL il famoso modulare Cafè Corner una delle più grandi difficoltà è stata di ritrovare proprio questo pezzo… arrivava a costare fino alla bellezza di 37 euro cadauno e quindi decisi di metterne uno DBG. Da oggi non ci sarà più questo problema… gli archi blu scuro finalmente si riusciranno di nuovo a trovare in modesta quantità; in questo momento questo pezzo si può già trovare in alcuni negozi BrickLink al prezzo di 2 € cad.
    Ci sono inoltre due selle per i cavalli in tonalità pearl gold (mai prodotte prima) e ovviamente i nuovi cavalli bianchi decorati.
    Segnalo inoltre un discreto numero di accessori quali: 1 prezel, 1 torta, 1 gatto, 1 orsetto (tutti quanti in tonalità medium dark flesh), 2 tile round stampati “lecca-lecca” (+1 di scorta), 1 coscia di pollo, 1 hot-dog, 2 croissant. Voto 10/10
  • Processo di costruzione: È molto divertente e vario. L’unico processo ripetitivo è la costruzione dei pannelli delle luci e di tutto il “bordo” arrotondato alto della giostra in cui bisogna costruire 8 + 8 blocchi uguali. Le bancarelle sono molto simpatiche e veloci da costruire e la giostra è divertente in quanto prevede varie fasi di costruzione con l’inserimento anche di alcuni ingranaggi technic. Voto 9/10
  • Design: Come ho già detto la giostra finita è molto carina anche solo da tenere su una mensola e da osservare con cura. Anche se non particolarmente grande come la gloriosa giostra “Grand Carousel #10196” fa comunque una bella figura ed è molto vivace e colorata grazie a moltissime parti che vanno dal blu, al tan, al rosso e varie plate round 1×1 trasparenti blu e arancione. Questo set potrebbe interessare anche a coloro che non seguono espressamente questo tema! Voto 9/10
  • Giocabilità: inutile dire che questo set è molto giocabile. È sicuramente il più giocabile di tutta la serie già solo per il semplice fatto che contenga la manovella per far girare la giostra a proprio piacimento. L’aggiunta delle bancarelle poi incrementa le possibilità di gioco soprattutto per i più piccoli. Ottimo! Voto 9/10
  • Prezzo: 1261 pezzi per 90 euro (0,071 € a pezzo) sono il giusto compromesso per avere un sacco di pezzi specialmente alcuni elementi rari o esclusivi per questo set (di cui ho già scritto sopra). Mi tengo basso solo perchè bisogna sempre ricordare l’importante valore dei soldi. Voto 8/10
  • Giudizio complessivo: Il mio voto complessivo è di 9/10; mi tengo un piccolo margine per il 10 assoluto ma poco ci manca. Il set è studiato alla perfezione (a parte quella piccola svista che vi ho parlato) ed è un perfetto mix tra quantità e tipologia di pezzi, giocabilità grazie al movimento della giostra, numero di minifig, aspetto generale. Anche solo con altri 2 set invernali, questo nuovo set permetterebbe di costruire un divertente diorama invernale di sicuro impatto visivo e io ovviamente non mancherò di inserirlo nel mio villaggio!

Link utili

Inventario dei pezzi, BrickLink, Brickset.

Altre immagini