Jump to content

Fabio

Socio ItLUG
  • Content Count

    146
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    7

Everything posted by Fabio

  1. Si, appena vista . Sicuramente entrerà a far parte della mia scuderia, ma per il momento sospendo il giudizio sul colore fino alle foto ufficiali. Buona serata ed a presto, Fabio
  2. Buonasera Giada, non so quanto ti possa essere utile, ma ecco la mia esperienza maturata nei due traslochi che ha dovuto affrontare la mia collezione di set techinc. Per prima cosa smotaggio di tutte le estremità "fragili": antenne, specchietti retrovisori, ecc. Quindi incapsulamento di ogni modello nella pellicola trasparente da imballaggio. Infine, stivaggio "ad incastro" in scatoloni di grandi dimensioni per minimizzare i movimenti relativi (le pellicole tendono ad aderire tra loro amplificando l'effetto blocco unico), in più strati, anche mettendo alcuni modelli di taglio o sotto
  3. Buongiorno a tutti, ultimo atto prima di una lunghissima e forzata sosta. Ecco un paio di foto (venute non benissimo, peraltro) del primo sollevamento: Il "carico" viene sollevato senza sforzi, anche se le funzioni principali fanno il loro dovere solo a sprazzi. La rigidezza relativamente bassa dei telai, i cui effetti sono visibili anche nelle foto, implica malfunzionamenti nei movimenti principali del braccio e del carro. Tutto il resto sembra andare bene e l'argano ha ancora molto margine di sollevamento (tra l'altro è stato necessario usare solo 3 coppie di
  4. Buongiorno a tutti, finalmente il lavoro di assemblaggio è terminato. Prima di mostravi come si presenta la gru, volevo farvi vedere quella che potremmo definire un'estensione (inattesa e non strettamente LEGO) del progetto, ovvero la pedana che ho dovuto realizzare per spostare la gru: La MOC è troppo grande e pesante per essere sollevata direttamente da una persona sola e la torsione del carro nella zona tra gli assi 4 e 5 è stata tale che ho avuto paura di spezzare la gru l'ultima volta che ho provato a farlo. Per questo ho realizzato questa pedana, dotata di ruote, in
  5. Buongiorno a tutti, si inizia a vedere la luce in fondo al tunnel. Questo è lo stato attuale dei lavori: Il braccio è ancora scollegato, ma presto inserirò l'asta che lo vincolerà al resto della sovrastruttura. I motori di estensione braccio ora sono completamente ancorati. Alla loro sinistra ha trovato posto l'argano che ho modificato al volo, durante il montaggio, introducendo i due ingranaggi gialli, inizialmente non previsti, solo ed esclusivamente per ragioni estetiche. Spero di non dovere tornare sui miei passi visto che adesso il tamburo è notevolmente più piccolo. All'e
  6. Con così poche informazioni, la prima cosa che mi viene in mente è Google. In seconda battuta, senza sapere le dimensioni della costruzione ed eventuali funzioni accessorie comandate, mi verrebbe da dire che potresti collegare alla ruota del mulino una tavola rotante da azionare con una vite senza fine o un ingranaggio di piccolo diametro. Questo schema è abbastanza comune nei set Technic (esempi: 42070 e 42054) e, per questo, puoi farti un'idea più precisa anche dalle istruzioni disponibili on line. Non è molto, ma spero possa esserti utile, almeno per iniziare. In bocca al lup
  7. Grazie, fa sempre piacere vedere apprezzato quello che a Latina 2016 ho definito "la materializzazione della mia follia". Per quanto riguarda il mio lavoro, non è azzardato affermare che con questa MOC gioco in casa, visto che sono ingegnere meccanico oramai dal lontano 2001 e dottore di ricerca in meccanica strutturale dal 2005. Per onestà intellettuale, comunque, devo osservare che tutte le volte che ho seguito un approccio squisitamente analitico nello sviluppo della gru, mi sono ritrovato con elementi sottodimensionati che sono stato costretto a modificare, anche radicalmente. Probabi
  8. Buongiorno a tutti, è stata dura, ma finalmente: missione compiuta!!! Ecco come si presenta la gru con il braccio in posizione: I motori installati all'estrema sinistra sono proprio quelli che comandano l'estensione del braccio, provvisoriamente ancorati sono nella parte inferiore, in attesa di completare la sovrastruttura. Dopo avere completato l'operazione mi sono reso conto che il complesso gru - braccio è, adesso, troppo pesante per essere sollevato da una persona sola: ho rischiato di spezzare il carro tra gli assi 3 e 4 almeno un paio di volte, per via dell'eccessiva
  9. Buongiorno a tutti, i lavori proseguono, anche se a ritmo non particolarmente serrato. La sovrastruttura ha guadagnato un altro "strato": Il dettaglio evidenzia meglio il montaggio degli elementi di rinforzo della sezione anteriore, ai lati del vano per il braccio, e dei rotismi di comando del sistema di estensione dello stesso braccio, nella sezione posteriore. Nota importante: motori visibili sul retro sono quelli di varo dei contrappesi. Le manovre che interessano il braccio utilizzano solo motori XL, per ovvi motivi di peso. In alto, invece, è visibile il motore che c
  10. Buongiorno a tutti, Ringrazio per il paragone tra la mia gru ed il MF, sono molto lusingato ma, come ho letto tempo fa, per noi AFOL vincere è facile non avendo, ad esempio, i limiti di budget che, inevitabilmente, ogni set, UCS compresi, deve rispettare. Detto questo, passiamo a cose più serie ed iniziamo con la sovrastruttura che, in questa MOC, non è scollegabile dal carro, con il quale costituisce un blocco unico: Il primo sottosistema ad essere assemblato è quello che comanda i cilindri di sollevamento (ed i cilindri stessi), anche se le viti senza fine ed i motori sa
  11. Buongiorno a tutti, con il rientro dalle ferie si ricomincia ed è tempo di assemblaggi. Ecco come si presenta il carro con la struttura completa in tutti i suoi 150 cm di lunghezza, da paraurti a paraurti: Per il momento ho deciso di non montare la parte decorativa sul retro della cabina per favorire eventuali interventi nella zona connessioni elettriche che, adesso, è decisamente più ordinata: All'appello mancano solo le quattro batterie al litio 8878, unica fonte di alimentazione della MOC (per rispondere a ZioTitanok), che installerò solo alla fine, es
  12. Ok, grazie. Il non avere fatto ancora delle prove mi ha decisamente messo fuori strada. Ciao ed a presto, Fabio
  13. Domanda da chi sta ancora cercando la strada giusta per gestire al meglio la realizzazione di MOC Technic (di grandi dimensioni): stando seduti, come si interagisce con una parete di porta minuterie così grande? Sarò più chiaro: per costruire stando comodamente seduti bisogna avere tutto il necessario all'interno dello spazio in cui possono arrivare le mani, ma tutte le pareti porta minuteria che ho visto fino ad ora sono troppo alte per arrivare in cima senza alzarsi e troppo lunghe per non dovere fare avanti ed indietro in continuazione. Inoltre i tavoli su cui sono poggiate hanno, ovvi
  14. Buongiorno a tutti, a proposito di Bugatti Chiron, ecco l'ultima novità: Adesso per accontentare l'ingegnere e l'AFOL tocca metterne in programma due ... chissà che dimensione avrà il manuale di quella di destra . A presto, Fabio
  15. Fabio

    Luca Di Lazzaro

    Anche se non ho avuto il piacere di conoscere Luca personalmente, vorrei esprimere la mia vicinanza alla sua famiglia in questo momento difficile.
  16. Certo, come dichiarato nel post di inizio progetto, utilizzerò 4 batterie LEGO al litio, che ho acquistato per l'occasione. Sto valutando, invece, se rinunciare alla quinta batteria, questa volta standard, che era previsto dovesse alimentare il ricevitore del commutatore. Motivo: il bilanciamento dei carichi. Una delle quattro batterie principali è relativamente meno impegnata delle altre per cui, per fare in modo che si scarichino tutte il più uniformemente possibile, vorrei affidarle anche la gestione del commutatore. Ciao ed a presto, Fabio
  17. Buongiorno a tutti, con le ferie alle porte ecco le ultime novità prima del meritato riposo: In pratica tutta la parte strutturale del carro è completa e l'ultima cosa che resta da fare è connettere tutto l'impianto elettrico, prima di passare alle finiture decorative. La sola eccezione è la cabina di guida che ho già assemblato, tetto escluso. Ecco un dettaglio: Qui di seguito, invece, la sezione in cui sono alloggiati tutti i ricevitori che, essendo il cuore del sistema di controllo, ho pensato di posizionare nel vano che ospita il "motore": Il servomoto
  18. Buongiorno a tutti, le ultime due settimane sono state più proficue del previsto: In pratica sono riuscito a montare anche il commutatore dell'impianto elettrico ed a predisporre il collegamento degli assali 2 e 3. Ecco una veloce carrellata di dettaglio, in cui ho anche rimosso il coperchio del commutatore: : Da notare, a parte la proliferazione di cavi elettrici, il montaggio "a candela" dei servomotori, uno per ogni coppia di assali, ed i due gruppi di 4 motori ciascuno che azioneranno gli stabilizzatori. Il sistema ne usa 3, uno per
  19. Troppo buoni, grazie. In certi casi l'avere superato gli anta e non avere account su alcun social network aiuta. Sappiate, però, che le puntate saranno parecchie e ricche di colpi di scena: oggi ho dovuto ridisegnare al volo il rotismo del selettore degli stabilizzatori perché non si è dimostrato abbastanza potente ma, come sempre in questi casi, in prova funzionava benissimo. Ci aggiorniamo alla prossima. A presto, Fabio
  20. Buongiorno a tutti, prima di iniziare la lunga galoppata dell'accoppiata carro / sovrastruttura ho completato i pochi elementi accessori che ne fanno parte. In particolare ecco come si presenta la cabina di comando della gru, che sarà collegata nella sezione laterale sinistra della sovrastruttura: I due motori che ne comandano i movimenti sono alloggiati, per ragioni di peso, all'interno della sovrastruttura, mentre un rotismo al suo interno fa in modo di replicare la rotazione della tavola rotante principale sullo snodo dietro la cabina, visto che sarebbe stato poc
  21. Buongiorno a tutti, parcheggiata la Chiron sulla sua mensola , i lavori sono ripresi. Questa volta le novità sono poche, ma "di peso". Innanzi tutto ecco come si presenta il braccio con tutti gli accessori installati: In nero, nella parte anteriore, si intravede la flangia di collegamento con i cilindri di sollevamento. In giallo, in primo piano, i puntoni che, nella gru reale, consentono di lenire le sollecitazioni sul braccio. La prima struttura è una mia invenzione visto che, in LEGO, i cilindri sono più grandi della scala del modello e quindi non estrano, come dovrebb
  22. Fabio

    Novità 2018

    Questa volta vinco io : la mia Chiron è già in viaggio. Purtroppo la mia carta di credito non ha resistito .
  23. Buongiorno a tutti, prima che la febbre da Chiron (già in viaggio) si impossessi di me, un aggiornamento sullo stato di avanzamento dei lavori. Per via del solito ordine mancante che blocca, tra l'altro, gran parte delle sezioni in giallo, ho dovuto mettere da parte il portacontrappesi e sono passato al braccio. Ecco come si presentano le cinque sezioni di cui è composto, a partire da quella fissa (15x15) fino alla più piccola (7x7): La sezione più grande ospita un'asta interna (5x5) lungo la quale scorre un corsoio che muove tutte le altre, oltre ad un selettor
  24. ... del resto negli ultimi anni nei Technic va di moda un certo gigantismo . Come darti torto, ma dopo il caso dell'escavatore radiocomandato dovrebbero avere imparato. Dopo il montaggio l'ardua sentenza. Buona serata ed a presto, Fabio
  25. Buongiorno a tutti, come promesso ecco il primo step di avanzamento dei lavori che, per sfoltire la montagna di pezzi, si concentra su sotto assiemi semplici ma, generalmente, ad alta densità di pezzi. Prima di passare alle foto, doverosa premessa: causa ultimi ordini in arrivo potrebbero esserci delle parti mancanti qua e là. La situazione sarà sanata appena possibile ma, per semplicità, considero comunque concluse le relative lavorazioni. Per prima cosa ecco il telecomando, pressoché completo. Il rotolo - display è in fase avanzata di definizione. Rimane da studiare la tracoll
×
×
  • Create New...