Jump to content

Andreav

Socio ItLUG
  • Content Count

    455
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    7

Everything posted by Andreav

  1. Cremona, nella stazione di Lego spuntano i pinguini di Pao http://milano.repubblica.it/cronaca/2016/04/09/foto/cremona_pao_lego-137239138/1/#1
  2. @fulk: sono un pò lenti nella risposta in quanto il preventivo lo fa il proprietario. io li avevo anche chiamati.
  3. non mi ricordo, le ho fatte un anno fa. dalla home, clicchi su TECHE -> SU MISURA inserisci le misure interne. Io avevo scelto lo spessore di 5mm
  4. io ho fatto fare 2 teache su questo sito: http://www.techeebacheche.it/ sono a rho (mi) e forniscono anche ritiro in sede
  5. ringrazio pubblicamente Faranna per aver tirato le fila di tutto e poi tutti gli altri espositori presenti. per chi c'è ci si vede ad Assago, altrimenti all'anno prossimo
  6. Ho convinto papà a riprendere in mano il plastico ferroviario in scala N Ho la seguente necessità: avrei bisogno di un software che permetta di disegnare un tracciato ferroviario in scala N in cui vi siano i binari dritti, curve, scambi, strade, le pendenze di strade e binari. più opzionale è la possibilità di inserire le case, dato che ogni costruttore ha vari modelli. mio padre ha trovato un software (non so il nome) in cui permette di selezionare anche i costruttori dei binari (lima, roco, Fleischmann), ma dopo aver posizionato 50 binari chiede di acquistare il software. mi sapete indicare un software che fa al caso mio? grazie
  7. quando l'ho visto mi ha impressionato: link: http://www.eurobricks.com/forum/index.php?showtopic=120333
  8. per lecco porti la tua città, in cui inserire il castello che richiama una rocca medioevale.
  9. benvenuta. per i prossimi eventi attendiamo delle creazioni
  10. prendere a pedate no, però nel nostro piccolo cerchiamo di non divulgare le foto. minima spesa nel non divulgare, massima resa nel farli felici. c'è un detto che dice: metti l'asino dove vuole il padrone e lo applico con successo anche dove lavoro.
  11. è l'unica cosa che posso usare per oppormi quando la moglie compra le borse/oggettistica_femminile_futile. non puoi smontarmi così! io: "ma perchè spendi i soldi per borse/oggettistica_femminile_futile?" lei: "e tu lo spendi in lego" io: "il mattone acquista valore nel tempo" lei: "....." non obbietta
  12. riporto in up il topic con questo articolo e creo un pò di dibattito: http://www.repubblica.it/economia/finanza/2015/12/30/news/lego_investimenti-130358466/ Alcune confezioni dedicate a Star Wars o al Taj Mahal hanno raggiunto quotazioni da migliaia di sterline sul mercato dell'usato, dalle poche decine iniziali, se tenute in perfette condizioni. In media, hanno accresciuto il loro valore a un ritmo del 12% annuo contro il 4,1% di rendimento offerto dalla Borsa di Londra dal 2000 ad oggi. L'investimento nel mattone è tra i preferiti dagli italiani, ma dall'Inghilterra arriva un suggerimento ulteriore: meglio investire in mattoncini della Lego, perché nel recente passato hanno reso più di lingotti o titoli di Borsa. Se a inizio millennio avessimo acquistato le giuste confezioni di uno dei giochi più famosi del mondo, ora - rivendendole sul mercato 'secondario' degli appassionati - potremmo mettere a segno guadagni che né l'oro né le azioni di società quotate sono riuscite a offrire. E' la singolare rilevazione che arriva dal Telegraph, che ricorda come il valore del listino londinese Ftse 100 sia grossomodo lo stesso di inzio 2000: se si considera anche lo stacco dei dividendi, il rendimento garantito nell'ultimo decennio e mezzo si limita al 4,1% annuo. E' andata meglio a chi ha puntato sull'oro, bene rifugio per eccellenza, che ha ricevuto come ritorno il 9,6% annuo nello stesso lasso di tempo. Ma chi ha comprato scatole di Lego ha sorpassato tutti in scioltezza, se si considera che i mattoncini usati - ma in buone condizioni perfette - di costruzioni andate fuori produzione hanno accresciuto il loro valore a un ritmo medio annuo del 12%. Le confezioni più recenti - annota la testata britannica - stanno facendo ancora meglio, se si considera che quelle del catalogo dell'anno scorso si trovano in vendita su e-Bay a un terzo del valore originale in più. Ci sono casi clamorosi di scatole di Lego che costavano meno di 100 sterline (circa 135 euro al cambio attuale) e che ora valgono migliaia di sterline. I pezzi migliori, quelli che hanno garantito una crescita a razzo della loro quotazione, sono generalmente legati a marchi di richiamo: è il caso delle serie dedicate a Star Wars, o al Taj Mahal in India o ancora al Maggiolone della Volkswagen. Ma secondo i dati di BrickPricker.com anche i quadretti a mattoncini della vita quotidiana hanno registrato buoni rendimenti. Il Gronchi Rosa dei pezzi di lego è il "Cafe Corner", una scatola da poco più di 2mila mattoncini venduta originariamente a 89,99 sterline nel 2007 e che - ora che è fuori produzione - ne vale 2.096. Si tratta di un rendimento del 2.230 per cento. Come accennato, da Guerre Stellari sono arrivati altri record nel mondo della Lego: il Millenium Falcon in mattoncini venduto nel 2007 per 342,29 sterline ne vale oggi 2.712 ed è il pezzo più caro in assoluta. Non mancano rischi per gli investitori: se infatti l'azienda danese decide di rimettere sul mercato alcune confezioni, il loro prezzo per i collezionisti si abbatte. Ma gli stessi addetti ai lavori sono incentivati ad acquistarne quante più possibile, per difendere il valore di mercato.
×
×
  • Create New...