Jump to content

Recommended Posts

Nonostate siamo del 2020, nell'era della connettività "wireless" (che sia WiFi, 4G, Bluetooth, ZigBee, IR o RF) c'è ancora chi si diletta nell'utilizzare dispositivi "wired" con lo storico 'Control Lab'!
InterfaceBleft.jpg

Vi segnalo quindi, il progetto Control Lab IO (https://controllab.io/), un'applicazione per Windows/macOS/Raspbian/Ubuntu che consente (al momento) di controllare le 8 porte di uscita del Control Lab 2954

L'interfaccia è molto semplice e permette di configurare la direzione e la velocità dei motori connessi alle 8 porte del controller.

image.png.62995e2b6a2d02539d55f73503061ae8.png

Sinceramente, al di là del mero divertimento di scrivere il software che interagisce con questo vecchio (e poco diffuso) dispositivo LEGO, non credo potrà trovare grosse applicazioni.
L'unica applicazione utile che mi viene in mente, è quella delle catene GBC dove i motori dei singoli motori talvota richiedono una regolazione della velocità per far si che il modulo lavori in modo corretto. Questa interfaccia può esser quindi utile per predisporre uno schema di velocità (è possibile salvare/caricare uno specifico layout e i suoi parametri).
Che ne pensi, @Biffuz?

La versione attuale del software gestisce solo le porte di uscita, e non quelle di ingresso (ho chiesto alla sviluppatore se ha in programma di gestirle, in futuro)

Per chi fosse curioso, c'è anche un altro software (sviluppato in C#, di cui sono disponibili anche i sorgenti) che gestisce anche le porte di ingresso.
Oltre al software, troverete tanto altro materiale (tra cui la spiegazione del protocollo seriale) su questa pagina web > http://lgauge.com/technic/LEGOInterfaceB/9751.htm

Edited by GianCann

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco un video dove l'autore del software mostra come controllare fino a 32 motori, grazie a un Raspberry (con display touch), 4 Control Lab (interface B) e 4 adattatori seriali USB > RS232:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo già pensato a questo coso, ma in realtà non penso che alla fine sia più comodo rispetto ai normali regolatori 9V da treno. Il layout del GBC cambia ogni volta, e i moduli col tempo si rompono, smontano, assestano, e la risposta dei motori varia. Inoltre mi chiedo quanta potenza sia in grado di erogare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come temevo, 320 mA per porta sono pochini, specie con i motori moderni.

Se poi con totale 640 mA vogliono dire che al massimo eroga 640 mA, con tutte le porte attive fanno 80 mA a porta. Basta a malapena per farli girare a vuoto...

Ovviamente non tutti i moduli consumano così tanto, ma in generale non mi sembra una soluzione applicabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Biffuz ha scritto:

Come temevo, 320 mA per porta sono pochini, specie con i motori moderni

In realtà, il motor PF 'M' ha lo stesso assorbimento del 2838 (il rettangolare 9v): 320ma

Comunque si, finché devi farli girare a vuoto, nessun problema... ma se devi farli girare con un carico, e per diverso tempo, credo che il Control Lab si possa particolarmente surriscaldare nella parte di pilotaggio del motore.

Sarei veramente curioso di vedere l'elettronica utilizzata al suo interno 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...