Jump to content

Classifica


Contenuti popolari

Mostro i contenuti con la maggior reputazione dal 17/09/2019 in Post

  1. Prime prove di assemblaggio dei vari pezzi che andranno a comporre la profilatrice Plasser & Theurer SSP 100 SW. Questo è il tentativo di riprodurre i vomeri mobili che servono a dare il giusto profilo al ballast che compone la massicciata Mentre questa è la spazzola presente in coda che serve a ripulire i binari da eventuali residui, sopra è presente anche la spazzola di ricambio Purtroppo, come spesso accade, il realismo si scontra con la funzionalità, quindi ho dovuto optare per uno snodo centrale al posto di un telaio rigido come invece si presenta nella realtà. Inoltre non disponendo di una finestratura adatta ho dovuto arrangiarmi con qualche adesivo. Di seguito una foto di uno dei mille modelli di queste macchine, le quali si distinguono per piccoli particolari dovuti alle diverse esigenze dei vari proprietari (compagnie ferroviarie e operatori privati della manutenzione dell'armamento) Scusate il post prolisso, un saluto a tutti!
  2. Assolutamente da vedere:
  3. cvianini

    42110 - Land Rover Defender

    Ciao a tutti. E' arrivato il modello 42110, il 'Defender' della Land Rover in edizione LEGO Technic. Mi sono divertito molto a montarlo. Il montaggio è abbastanza complesso e soprattutto molto lungo, ho speso circa 8 ore in tre o quattro momenti diversi. La confezione appena aperta presenta una scatola di cartone, alcune buste numerate e i cinque pneumatici: Non so perchè, ma alcune buste sono nella scatola di cartone e altre no. La numerazione prevede 4 fasi di costruzione del modello. La seconda è davvero lunga e impegnativa. Nella prima parte è interessante un nuovo ingranaggio (almeno io non l'avevo mai visto) che permette la rotazione a scatto passo passo, potrebbe essere usato in tanti altri casi, nella foto è in arancione: C'è anche una nuova scatola per il differenziale con doppia corona, colorata in rosso: Altre parti nuove sono secondo me i due pezzi che fanno da testata del motore, non so quanto utili in prospettiva: Idem per un nuovo ingranaggio colorato in blu e altri due gialli che integrano la movimentazione selettiva presente in moltissimi kit Technic: Come sempre, per facilitare il reperimento dei pezzi, le parti simili sono colorate in modo differente, per esempio gli alberini di lunghezza 3, 4 (oltre che i rosso questo pezzo è presente anche in nero), 5, e 6 stud: Il passaggio più complesso riguarda l'assemblaggio dei due semitelai, non esistono cioè delle barre lunghe su tutta la lunghezza del veicolo. Probabilmente non si poteva fare in modo differente, barre troppo lunghe in plastica tendono a piegarsi e a non tenere. In ogni caso con ulteriori barre e spine, l'insieme delle due parti tiene perfefettamente: La parte meccanica completa si presenta così: E' notevole la presenza e il funzionamento del doppio cambio, con le ridotte! C'è anche una regolazione fine con la ghiera che si intravvede a sinistra dei simboli + e -. Sarà molto difficile trasformare questo kit con radiocomando, a meno di eliminare tutte queste funzionalità. Sullo stesso telaio si collocano poi i seggiolini, resi ottimamente: Al termine della fase 3 è completa la parte posteriore della carrozzeria: Faccio notare che abbiamo un uso diffuso dei pezzi tradizionali, il risultato è un connubio piacevole, soprattutto il cofano: Ecco infine il modello completo: L'uso degli sticker mi lascia sempre perplesso, in particolare l'imbottitura interna delle portiere e i led dei fari. Un'ultima osservazione sul costo, siamo a 180 €, mica poco. Tutto sommato però sono molto soddisfatto, il 'Defender' è sempre stato un mezzo che mi intriga, per me la jeep per eccellenza, e la resa è davvero ottima! Mi piacerebbe che la LEGO pensasse alla Land Rover di prima generazione da proporre come la Mini o il Maggiolino e non Terchnic.
  4. Strano che non abbiano riportato la mia data di nascita, che sancisce l'inizio del movimento del MISBISMO. La trovo una lacuna importante.
  5. GianCann

    La fuga...

    Ebbene sì, ogni tanto costruisco qualcosa anch'io Nulla di ché, sia chiaro.... Questa volta ho realizzato un piccolo scenario (3x2 baseplate 32x32) che ho intitolato "La fuga". Ho ripreso un'idea che già avevo abbozzato nel diorama City comunitario realizzato a Lucca Comics 2015: una scenetta dove un T-Rex correva dietro ad alcune "minifigure pollo". Questa volta ho provato a creare un'ambientazione selvaggia, ricca di vegetazione, nel quale contestualizzare gli attori di questa scenetta. Per essere una cosa che m'è venuta in mente di realizzare soloo ieri sera, sono abbastanza soddisfatto del risultato finale Oggi e domani, infatti, io ed altri AFOL toscani siamo al TuscanyHall, per il Festival del Buon Sollazzo (evento dedicato ai giochi in legno) con lo scopo di promuovere BiFF2019. Per l'occasione, quindi, ho voluto creare (all'ultimo minuto) qualcosa di nuovo e questo è ciò che ne è uscito fuori: Ho fatto diverse foto, che trovate qui, più che altro per capire la resa della vegetazione e per fare qualche scatto "carino". Gli alberi, chiaramente, li avevo già pronti da tempo... si è trattato solo di realizzare il sentiero (con plate e wedge plate reddish brown/dark tan) e fare la vegetazione del "sottobosco". Quest'ultima l'ho fatta proprio stamani, sul tavolo espositivo A fine di questa micro-esposizione smonterò il tutto e, forse, la costruirò da zero con qualche novità per BiFF2019. Sicuramente, se dovessi decidere di rifarla, rialzerò tutto di un brick.
  6. The Forgotten Door by Carter Witz, su Flickr
  7. MOC di Musei di paleontologia su Flickr tra 3...2...1...
  8. Ecco immortalato in questa foto un losco individuo (@Shintaku) che si accinge a recuperare kg e kg di brick...
  9. Per la prima volta, niente ItLUG! Speriamo di tornarci il prossimo anno! https://lan.LEGO.com/news/overview/2019-moc-exchange-in-LEGO-house-masterpiece-gallery-r233/
  10. Sembra banale ma bisogna osservarla bene 2 o 3 volte, io la trovo geniale: Grantmasters Crusaders
  11. Io trovo onestamente discriminante questa iniziativa. Il movimento AFOL è per sua natura estremamente aperto e creativo, tanto da essere sovranazionale, sovrareligioso ecc. La passione per il LEGO accomuna chi la pensa differentemente su temi politici, religiosi, e quant'altro. E' un movimento ecumenico per sua natura. Qualora una comunità, siano essi terrapiattisti, musulmani, di colore, cristiani creasse un lug dedicato solo a chi la pensa in un certo modo su un dato tema, non inerente al mondo LEGO, sarebbe solo una scelta in antitesi con la passione LEGO. In questo senso trovo il tutto molto discutibile. Potrei capire LUG che accolgono tutti gli appassionati di un tema LEGO, chessò castle, space ecc. ma che discrimino l'appartenenza in base alle scelte sessuali... La difesa di @Laz sul mondo ideale o meno la capirei se ci fossero omosessuli perseguitati nei LUG, o che non possono aver accesso ai LUG perchè discriminati. Ma di questo ad oggi non ho notizia. Quindi il fatto che una comunità tiri su dei muri per escludere tutti gli altri, lo trovo semplicemente discriminatorio. D'altrocanto quando vado al mercato e vedo donne da capo a piedi coperte di teli neri, e poi vedo profeti dell'accoglienza in TV, mi chiedo sempre chi costruisce i MURI della discriminazione....
  12. Alcune foto dall'evento (che come sempre è stato bellissimo): https://www.flickr.com/photos/itlug/albums/72157711162764793
  13. GianCann

    LEGO Fun Stuff

    Una nuova linea di prodotti, pensata appositamente per @AirMauro
  14. Onestamente io ho smesso da quando hanno superato 2.99 euro. Trovo il prezzo, in rapporto alla qualità, troppo elevato. Spesso le gambe perdono spesso la tenuta. Probabilmente se LEGO facesse delle serie a tema romani, egizi ecc. riuscirebbe ancora a spillarmi denaro. Però oggettivamente un minifig non può costare più di 2,99 (che è già tantissimo in rapporto ai costi di produzione).
  15. Pix

    IDEAS MOC interessanti...

    Mary Poppins, Cherry Tree Lane https://ideas.LEGO.com/projects/9758f5f2-2a9a-4e0b-ba5b-47b1e8836c81
  16. Il LUG austriaco LGOe ci ha invitati a partecipare a un loro evento a Feldbach, in Austria, il 16 (sabato, 10:00-18:00) e 17 (domenica, 10:00-17:00) maggio 2020. L'evento sembra interessante e anche quel week-end, da noi, sembrerebbe essere abbastanza libero da eventi grossi. Sono circa 7 ore di auto da Milano, più o meno come Zagabria. Offrono parte dell'alloggio da venerdì a domenica: gli espositori pagheranno 20 euro a notte, il resto ce lo mettono loro. Cena AFOL del sabato sera offerta e anche snack e bibite durante il week-end. Sarà la seconda edizione di questo evento, lo scorso anno hanno avuto 1800 visitatori e hanno partecipato AFOL austriaci, sloveni e italiani. La mostra è di circa 600 mq (non enorme, quindi!). Anche per questo richiedono che gli espositori portino delle MOC originali (non set). Il sito dell'evento è: www.legronicon.at Se qualcuno è interessato mi faccia sapere entro il 20 ottobre!
  17. Giusto per tornare sul tema delle cromature... Bricksonwheels Chromed Harley Davidson Fatboy 10269
  18. Apriamo la nuova stagione con una MOC mai e mai vista nel suo genere, almeno da parte mia. Una novità assoluta, complimenti all'AFOL Greco George Panteleon per l'originalità.
  19. Limited Edition!!!! ne faranno solo poche milioni di copie, IMPERDIBILE!!!!
  20. Chi sta bene di casa ha più occasioni, se poi sa sfruttarle, meglio per lui, ma non è obbligatorio che diventi un genio... Il genio riesce bene in tanti campi (Leonardo), il mezzo genio riesce bene nel suo campo (Einstein) mentre il genialoide non riesce a combinare nulla...
  21. Eccoci a raccontarvi di questa seconda edizione di Mattoncini in Festa! Scusate il ritardo del post, ma ci siamo presi qualche giorno per riposare e fare il punto sull'evento, capire cosa è andato bene e cosa invece merita qualche sforzo in più da parte nostra Prima di tutto, ci teniamo a ringraziare la nostra associazione che ci ha sostenuto per la seconda volta in questa avventura. Un ringraziamento speciale ai nostri espositori (in tutto ben 49) ed in particolare ai soci ItLUG che ci hanno portato delle opere eccezionali: @daprilègo, @vecchio mattone, @LORE84, @Dario3643, @superforno, @CALLY75, @Maia2006, @strabo, @Antonello 1976 e naturalmente @Laz. Spero di avervi nominati tutti! La qualità delle opere esposte è decisamente migliorata rispetto allo scorso anno e ne siamo estremamente orgogliosi! Tutte le novità di questa edizione sono state un vero successo! La pista RC è stata presa letteralmente d'assalto dai bambini, che (scusate il gioco di parole) facevano a gara per provare a pilotare le nostre macchinine. La sezione dedicata al cinema, con più di 50 film esposti, ci ha regalato tanti complimenti da parte del pubblico e degli stessi espositori partecipanti che, per l'occasione, si sono cimentati in alcune MOC esclusive! Infine il concorso bambini ha portato una partecipazione incredibile ed inaspettata! In questi giorni abbiamo caricato un po' di foto all’interno della nostra pagina Facebook: Sezione cinema Seconda parte Nei prossimi giorni ne caricheremo altre, più incentrate sulle varie opere ed i loro autori. Siamo davvero felici di questo evento e vorremmo a nostro modo ringraziare gli espositori presenti, veri artefici del successo. Lo staff di Mattoncini in Festa! @Paolo Loro @carlo.fadel @PUPMAT@FiveCraft @Wolfolo @D4-N1
  22. Dogghi

    [moc] Micro Kyoto

    Buonasera a tutti, di rientro alle vacanze ho deciso subito di mettermi all'opera avendo preso spunto dalla settimana in Giappone Ho ricreato alcune delle più famose attrazioni di Kyoto in una specie di panorama quadrato. Il progetto, come per altri in precedenza, è anche su LEGO Ideas se vi piace e vi va di supportarmi e condividerlo in giro https://ideas.LEGO.com/projects/300d3139-3b0a-4664-986a-b270a6572e51 Fatemi sapere cosa ne pensate
  23. Pix

    IDEAS MOC interessanti...

    The Great Fishing Boat https://ideas.LEGO.com/projects/83598fb3-c2b9-4f03-a3b1-b1bd3d9aaca8
  24. Pix

    IDEAS MOC interessanti...

    The Tea Shop https://ideas.LEGO.com/projects/c23797de-489b-4343-b504-aa0149225ec7
  25. Laz

    I miei set Vintage

    Il falso con adesivo ancora mi manca. Quello che so è che c'è gente che vende vecchi giocattoli di legno spacciandoli per LEGO anche quando non lo sono (ma senza adesivi), e gente che ripristina le vecchie scatole (soprattutto gli inserti interni) e le spaccia per nuove (ma a volte questo capita con la rivendita... nel senso che il primo ripristina, vende specificando chiaramente che è ripristinato, ma poi, non essendoci nessun "marchio", la scatola viene rivenduta poi come originale...
  26. Conta anche la fortuna. Ho preso su ebay un altro plastico della città, un po' caro, ma lo volevo. Mio fratello, da buon naturalista, nel guardarlo approfonditamente mi fa notare che il senso di guida è a destra... Garagulp, come dice Paperino... avevo comprato un rarissimo plastico con la guida a destra pagandolo poco più di uno normale con la guida a sinistra!
  27. ho visto anche io stamattina su un gruppo facebook ma poi un negoziante ha commentato confermando il prezzo di 4€ dopo aver consultato il catalogo
  28. Non è il primo e non sarà l'ultimo dei casi per i quali TLG non disattende le regole da lei stessa diramate. Non c'è da stupirsi più di tanto...
  29. In ogni nuovo set, vediamo l'introduzione di nuovi pezzi sempre più specifici per raggiungere alcuni dettagli a volte, secondo il mio personale parere, anche inutili. Allo stesso tempo, a distanza di molti anni dalla mia uscita dalla dark age, non ho visto far nulla di così "rivoluzionario" per il settore treni (sperano che le scelte nel set Hidden Side che abbiamo commentato in questi giorni, non siano effettivamente riversate anche sui futuri set dei treni). Possibile che TLG ignori le lacune del settore AFOL-ferroviario? Guardate questo elemento (stampato in 3D) della TrixBrix: Ma è solo un esempio dei tanti "improvement" che potrebbero introdurre in questo settore amato dagli AFOL. E non venite a dirmi che LEGO pensa principalmente al divertimento dei bambini, e che il "mercato AFOL" è ininfluente per TLG. Qualcuno potrebbe obiettare che usare pezzi così "facili" sarebbe un po' come usare i BURP, anziché una combinazione di slope/inverted slope/bricks per realizzare un pezzo di montagna. So benissimo che il ballast è già realizzabile con pezzi LEGO esistenti, ma non è quello il punto... Ritengo che il settore ferroviario sia bistrattato da TLG, perché potrebbero fare molto, molto di più... pensiamo a cosa c'era con il sistema 12V e a cosa non c'è più oggi... Alcuni AFOL hanno persino lanciato una petizione al riguardo, proprio in questi giorni: https://www.change.org/p/the-LEGO-group-niels-b-christiansen-ceo-bring-back-the-LEGO-12v-model-railway Insomma, LEGO, perché non pensi più al mondo ferroviario così come facevi in passato?
  30. La mia impressione è che vi siati persi il motivo per cui questa cosa esiste. Ben spiegato nell'articolo di Brickset linkato e a cui ho anche accennato io sopra. Dite che "non c'è discriminazione verso gli omosessuali" e da lì fate partire i vostri ragionamenti e raggiungete le vostre conclusioni. Ma il punto è che nella realtà la discriminazione c'è, eccome! E' questo il punto fondamentale. Ovvio che se non ci fosse discriminazione, un gruppo del genere non avrebbe senso. Nessuno l'avrebbe creato e non saremmo qui a parlarne. Potreste non aver notato discriminazione nella vostra esperienza, ma non si può generalizzare a tutto il mondo basandosi sulla propria esperienza. Naturalmente non si parla di LUG fisici come il nostro, si parla di community online e nello specifico di Facebook. Nei LUG fisici non sono al corrente nemmeno io di episodi di discriminazione (qualcuno, in 20 anni di esistenza dei LUG, ci sarà anche stato, ma è l'eccezione più che la regola, credo... perché si tratta quasi sempre di leoni da tastiera). Ma su Facebook sono la quotidianità. Tra l'altro, il gruppo Facebook specifico da cui è nata tutta la cosa (o meglio, ha iniziato ad avere una certa trazione) è anche quello che io considero - di gran lunga - il migliore, come moderazione, contenuti, commenti e così via. E ciononostante l'episodio scatenante è stato proprio lì (pensate quindi a molti altri gruppi...). Ribadisco: perché (per esempio) una persona non dovrebbe poter postare riferimenti al proprio marito se è uomo o alla propria moglie se è donna senza essere attaccato? In quel gruppo ora possono farlo e possono vivere la loro passione LEGO senza patemi d'animo. In realtà no, accettano anche i cosiddetti "alleati". Cioè le persone etero che hanno a cuore questa causa. Quindi fuori restano solo gli omofobi (ovviamente) e le persone a cui non frega niente (e perché dovrebbero voler entrare? Sarebbe come se io volessi entrare in un gruppo Playmobil). Quindi nessuno, davvero interessato, resta fuori. Io, per esempio, sono dentro. Da poco, perché la cosa degli alleati era sfuggita anche a me! Evitare di fare battute, magari!
  31. Oltre ad avere @Pix tra noi, cos'altro mai possiamo fare? (permettetemi la battuta, ma ci stava alla grande! )
  32. Penso che in un mondo ideale non avrebbe senso, ma che purtroppo in quello reale, ce l'abbia eccome e che quindi sia un'idea fantastica. Il gruppo è nato su Facebook ed è nata lì l'esigenza della sua creazione. Basti pensare che anche nei gruppi migliori, con la moderazione migliore e più aperta del mondo se (per esempio) un uomo posta un set dicendo che gliel'ha comprato suo marito, partono insulti o - nella migliore delle ipotesi - battute idiote. Se una persona non deve sentirsi libera di postare una cosa innocua e innocente come quella senza essere attaccata, ben venga la creazione di un luogo sicuro dove lo si può fare senza pensieri. Per cui hanno tutto il mio sostegno. Ovviamente allo stesso tempo noi fortunati etero/bianchi/maschi (per citare la combo più "comoda", ma vale per tutti) dobbiamo fare il possibile per fare in modo che queste cose non accadano da nessuna parte. In modo che in futuro non serva più un gruppo del genere.
  33. Ora ..... non so bene di cosa parli @pivan .... cosa sia questo "tile di partecipazione" ( dopo l'evidente complotto, mi si nascondono anche le cose ....... ). Comunque appoggio la sua mozione! Lo voglio !
  34. Niente ..... @Teazza non ti ascolta ....... ..... ti vuole lasciare nel dubbio ........
  35. Per pura casualità, mi sono imbattuto in questo articolo del Los Angeles Time datato 2001 (18 anni fa) che parla di noi AFOL. LEGO Enthusiasts Are Building Connections Online, Brick by Brick Per quanto mi riguarda, è l'articolo più vecchio che ho mai trovato/letto sugli AFOL. Ovviamente, il movimento AFOL nasce molto prima benché, fino alla fine degli anni '90, non era diffuso così come lo è oggi. Per chi non conoscesse la cronistoria, lo rimando a questa pagina che, ogni tanto, fa sempre piacere rileggere: The AFOL History Project. ...se prestate attenzione, anche ItLUG è menzionata nell'AFOL History Project
  36. Comunque sempre in tema Star Destroyer, se volete vederne uno veramente esagerato guardatevi questo:
  37. Sì, certo, c'è un punto di vista non suffragato da dati reali e uno sì, ma certo.
  38. Bene, l'ho letta anch'io (Nota a margine: digli al webmaster di BrianzaLUG che gli url con gli ID sono inguardabili... esistevano i friendly url già nell'era giurassica ) Io sono dell'idea che ognuno di noi sia creativo "a modo suo". Chi nella grafica, chi nella musica, chi nel trovare soluzioni, chi nell'inventare un nuovo oggetto, chi nella politica, chi (persino) nel rompere le scatole al prossimo. Ognuno di noi nasce con una vena creativa... magari senza saperlo e senza mai svilupparla. L'idea di coltivare la creatività, ovvero di stimolarla, è quindi a una buona cosa... soprattutto oggi, in un mondo dove i bambini vengono "lobotomizzati" dai dispositivi elettronici e dalla TV. Forse, se proprio vogliamo essere pignoli, il termine stimolare è più appropriato del termine coltivare. Secondo lo zio (musicista, insegnante), il bambino Giacomo Puccini NON AVEVA talento per la musica. La madre decise comunque di iscriverlo all'istituto musicale di Lucca, per stimolare la sua (dormiente) "creatività". Puccini divenne uno dei più grandi compositori di opere della storia musicale mondiale. Lo sarebbe comunque diventato se non vi fosse stato uno stimolo da bambino? Chissà... Senza scomodare nomi illustri, anch'io mi ritengo un "creativo" (nello scrivere software, ad esempio). C'è chi è creativo nello scrivere un racconto, chi lo è nello scrivere una canzone (a proposito, ma la canzone AFOL di @Shintaku che fine ha fatto?), chi nel combinare/incastrare pezzi di ABS prodotti a Billund generando forme, scenari, automezzi, astronavi e qualsiasi cosa possa passar per la mente. Pertanto, seppur questa campagna di marketing sia (a prescindere) anche un'operazione commerciale, ritengo che possa avere degli effetti positivi sulla futura generazione. Sarà ovviamente impossibile misurare l'effetto che questo impegno di LEGO potrà avere sul futuro, ma è già un bene che oggi questo impegno ci sia, ed auspico che venga mantenuto nel tempo...
  39. Pix

    Rebuild the World

    Ho letto attentamente la cartella stampa ufficiale sul sito di BrianzaLUG http://www.brianzalug.it/?p=2870 Bellissima campagna, l'intento è molto bello e stimolante. Il video, detta alla Benny, è meraviglioso(!) e non ci hanno speso pochi soldi, per nulla. Riflettendo sul tutto però mi viene da dire: eloquente il fatto che ad oggi giorno bisogna "coltivare la creatività" ai nostri figli. Sono dell'idea che tu o "ce l'hai" o "non ce l'hai". E se ce l'hai la creatività in te, puoi allora migliorarla, affinarla, espanderla e con il tempo puoi "campare" anche con il tuo estro. Se la creatività si "insegnasse", allora potremmo essere tutti dei Beethoven, dei Picasso, Renzo Piano o semplicemente dei Jamie Berard, ma ahimè non è così. Comunque ripeto: buon intento da parte di TLG, ma non penso che "pensino davvero in quel di Billund che la creatività la si coltivi", quindi la reputo una costosa campagna pubblicitaria per vender di più e far parlare ancora di se. Se in futuro verrò smentito (e lo spero davvero), sarò la persona più felice al mondo ad aver torto, perché se tutti avessimo un estro creativo, allora davvero potremmo salvare questo mondo.
  40. Pix

    Rebuild the World

    ...intanto ella notte in quel di Milano...
  41. GianCann

    La fuga...

    Oggi è arrivato anche lui a dar man forte ai T-Rex
  42. Dopo il manifesto della scorsa edizione, dove su un grande campo rosso era raffigurato un unico grande mattoncino 2x4 bianco, non è stato immediato trovare una buona idea per proseguire lo ‘standard’ della grafica di BiFF e, prima di arrivare alla versione finale, sono decine le bozze e le idee che abbiamo scartato. Alcune di queste, a mio avviso, erano anche molto belle oltre che buone. La semplicità, lo stile minimale, oltre che una cifra stilistica è anche una scelta dettata dalla volontà e dalla necessità di avere un riferimento immediato nel momento che il manifesto viene ‘visualizzato’, che sia per in auto per le strade della Toscana o in uno dei tanti ‘feed’ che tutti i giorni ‘scorriamo’ sui nostri smartphone. Una delle idee, in standby da una bozza dello scorso anno, era quella di non fare un solo manifesto, ma di farne diversi, almeno tre. Da un un punto di vista puramente pratico sarebbe stato forse più giusto farne quattro dato che spesso i manifesti vengono affissi a gruppi di due o quattro, ma essendo tre il numero perfetto, oltre che il numero di edizioni di BiFF ci è sembrata una scelta giusta. Naturalmente la decisione è stata anche in parte obbligata vista la scelta di usare i tre set in edizione limitata prodotti da LEGO nel 2018 in collaborazione con Walmart per festeggiare i 60 anni del mattoncino LEGO. Dal singolo mattoncino, simbolo di tutto, siamo quindi passati alle semplici, ma assolutamente affascinanti, costruzioni degli anni ’60 (beh, ispirate) per cercare poi di attirare la curiosità del pubblico nel claim “Questo era un set* LEGO® degli anni ‘60. Vieni a #BiFF e scopri cos’è possibile costruire oggi!”. L’asterisco rimanda ad una nota a lato del manifesto dato che il messaggio è, in parte, falso. Su uno sfondo bianco/rosso tagliato in diagonale, fanno bella mostra di sé i nostri tre protagnosti: una casa, un mulino e un autocarro che, per pura coincidenza, sono interamente (o quasi) costruiti in rosso, bianco e nero ovvero i colori di ToscanaBricks. Per concludere, seguendo una ‘tradizione’ iniziata con il precedente manifesto, anche quest’anno abbiamo voluto omaggiare alcuni degli anniversari LEGO a noi più cari. Siete in grado di riconoscerli tutti?
  43. Norton74 Mariachi wagon and Mexican house
  44. Mario Kart racer microscale (BrickinNick, fonte Facebook)
  45. gmoltra

    Box Ferrari

    Buonasera a tutti, dopo mesi di lettura provo a mostravi il progetto al quale sto lavorando. Sono un appassionato, oltre che di LEGO, di formula 1 e il progetto che ho in mente è quello di realizzare un paddock il più realistico possibile. Ho iniziato prendendo pezzi da qualche set speed champions per il box Ferrari. Continuerò poi con un piano superiore con l’hospitaity e qualche tribuna. Quanto realizzato fino ad ora è modulare, in modo da poter poi attaccare altri box per altre scuderie. Cosa ne pensate? grazie per la vostra attenzione e per i vostri consigli!
  46. Laz

    I miei set Vintage

    Certo, ma per molte persone qualsiasi museo è pieno di robaccia! Però ce n'è anche molta altra interessata, non necessariamente solo noi.
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Crea nuovo...