Vai al contenuto
Arrow

Pila

Recommended Posts

Salve a tutti, volevo chiedere una cosa...

Con un motore 9V alimentato a pila, si vede la differenza se si usano pile ricaricabili e pile usa e getta? Perchè ho letto pareri contrastanti...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sì, perché le normali pile ricaricabili hanno una tensione più bassa.

Altrimenti puoi usare pile ricaricabili al lito, ma costano di più e hanno bisogno di un caricatore apposito.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, ero stufo di ricaricare di continuo le pile e ho adattato un vecchio alimentatore di una videocamera Samsung (8,4 v) per alimentare direttamente i miei Technic. Non contento di questo gli ho messo un commutatore per invertire le polarità ( il tutto contenuto da una scatoletta rigida Creator!!)e posso fare girare i motori in un senso o nell'altro girando direttamente il commutatore, come un giocattolo filoguidato. Ho una gru 8043 e va anche bene col suo telecomando ( nel senso che il commutatore non inficia le funzioni remote). Se ti interessa posso mandarti qualche foto ed un schema.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A questo punto prendi un regolatore per treni 9V e vivi felice :D

Funziona anche con i motori PF usando una prolunga PF (dato che da un lato ha il connettore 9V femmina), ma non con i ricevitori dei telecomandi, per questi devi inserire nel mezzo un portapile PF senza pile dentro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti per le risposte!!

 

A questo punto prendi un regolatore per treni 9V e vivi felice :D

Funziona anche con i motori PF usando una prolunga PF (dato che da un lato ha il connettore 9V femmina), ma non con i ricevitori dei telecomandi, per questi devi inserire nel mezzo un portapile PF senza pile dentro.

 

Ci avevo pensato, ma il cavo sarebbe troppo lungo e si impiglierebbe da qualche parte (riguarda il set 6399)

 

Sì, perché le normali pile ricaricabili hanno una tensione più bassa.

Altrimenti puoi usare pile ricaricabili al lito, ma costano di più e hanno bisogno di un caricatore apposito.

 

Tensione bassa = più durata? Ho visto il prezzo di quelle al litio ??? ???

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Immaginavo...per le batterie che ho trovato vanno dai 150 ai 250ma, peró molte che hanno elevati mA non sono di marca quindi non so come funzionano...boh!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il problema con le batterie scamuffe è che magari dichiarano una marea di mAh, però alla terza ricarica sono da buttare. Oppure capita anche che surriscaldino eccessivamente sotto sforzo, per cui occhio!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il problema con le batterie scamuffe è che magari dichiarano una marea di mAh, però alla terza ricarica sono da buttare. Oppure capita anche che surriscaldino eccessivamente sotto sforzo, per cui occhio!

 

Ciao niccolò ;) immaginavo...anche perchè il prezzo è competitivo...

 

Comprale su ebay dalla Cina ;D

 

Ero tentato...i prezzi sono assurdamente bassi...però è la qualità della pila che mi ferma...cioè se dopo una decina di ricariche si decompongono sono di nuovo daccapo =(

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io ne sto usando alcune da un paio d'anni, ovvio che come scritto su ci vuole il suo caricabatteria adatto e non vogliono mai scaricate del tutto.

Se poi hai già un caricabatteria con processore ti consiglio i pacchetti da 11volt che si usano per gli elicotteri, si comprano in Italia e costano sui 15 euro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Oggi ho preso al LIDL locale delle batterie ricaricabili 9v da 200ma...speriamo funzionino...per chi interessa vendono anche stilo e ministilo ricaricabili...non so se tutti i LIDL ce le hanno, perchè non sono sul catalogo settimanale, ma erano sugli scaffali...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io ho preso quelle rosse da lidl...non sono il massimo per il 4x4 o scavatore ma x il resto vanno...se le trovi evita

Tutte rosse o quelle con la scritta "Energy" rossa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

tutte rosse con scritta nera....nel kit cera anche le grandi torcia perònerano nero/grige con scritta rossa...solo che non avendole qua non ti so dire la marca, venivano vendute in kit con il carica da tavolo a 6 posti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un buon indizio sulla qualità delle pile ricaricabili viene dalla corrente prevista di ricarica: le pile scadenti gestiscono poca corrente in uscita ed in entrata e quindi i loro caricabatterie sono a basso amperaggio per non surriscaldarle. La corrente massima di ricarica è indicata (in mA) sull'etichetta del caricabatterie.

 

Dopodichè, la vita delle batterie è generalmente più lunga se i cicli di carica e scarica sono a bassa corrente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un buon indizio sulla qualità delle pile ricaricabili viene dalla corrente prevista di ricarica: le pile scadenti gestiscono poca corrente in uscita ed in entrata e quindi i loro caricabatterie sono a basso amperaggio per non surriscaldarle. La corrente massima di ricarica è indicata (in mA) sull'etichetta del caricabatterie.

 

Dopodichè, la vita delle batterie è generalmente più lunga se i cicli di carica e scarica sono a bassa corrente.

 

Il caricabatterie (che è della stessa marca) recita: 2x(9v---- 13mA)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il problema delle batterie ricaricabili periodicamente ritorna e periodicamente ci sono pareri diversi. ;)

Io ne so qualche cosa avendole usate sia per gli RCX, sia per i flash delle macchine fotografiche, sia per applicazioni più semplici (torcia)

 

Le informazioni giuste le ho lette dai siti di modellismo radiocomandato e da quelli di fotografia.

 

Le batterie ricaricabili con poco amperaggio di uscita (800mAh; 1000 mAh) fanno ben poco dove c'è bisogno di forti assorbimenti (macchine fotografiche) velocemente si scaricano, o meglio non riescono più a dare la corrente necessaria, situazione peggiorata dalla tensione più bassa rispetto ad una pila.

 

Gli RCX, per esempio, con batterie ricaricabili da 1200 mAh avevano dei grossi problemi nelle gare di SUMO :-[

Un macchina fotografica con 4 batterie stilo da 1200 mAh "nuove e cariche" dopo circa 50 scatti, non si accendeva neppure!

 

Un'ottima soluzione sono le batterie ricaricabili "ibride" Cercate Sanyo Eneloop su Amazon ;) e leggetevi le caratteristiche.

 

Però ci vuole anche un ottimo caricabatterie a microprocessore, in gradi di caricare, scaricare, rigenerare le batterie singolarmente.

Io ne uso uno che mi va benissimo, con questo ho "tirato su" anche vecchie batterie inutilizzabili e ferme da 5 anni, ovviamene non al 100%

Cercate Technoline BC 700 su Amazon :) e leggetevi le caratteristiche :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le batterie ricaricabili con poco amperaggio di uscita (800mAh; 1000 mAh) fanno ben poco dove c'è bisogno di forti assorbimenti (macchine fotografiche) velocemente si scaricano, o meglio non riescono più a dare la corrente necessaria, situazione peggiorata dalla tensione più bassa rispetto ad una pila.

 

Giuliano, "l'amperaggio" si misura in Ampere, non in Ampere-ora. Ti boccio all'esame di elettrotecnica :)

 

I mAh in una batteria indicano la massima capacità di carica elettrica. Una batteria da 1000 mAh può fornire 1000 mA per 1 h (in teoria), ma il guaio è che la tensione di uscita diminuisce man mano che la batteria si scarica finché l'apparecchio non riuscirà più a funzionare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vediamo se riesco a tirare su un topic vecchio di un paio d'anni... non fosse altro che rischio l'inquisizione :o

 

Sto facendo delle prove per motorizzare il treno di Natale di quest'anno.

 

Avendo un caricabatterie per Ni-Mh classico da 4 posti, volevo sostituire il pacco batterie da 6 AAA ricaricabili 700mAh (5 Wh se non sbaglio) con uno da 4 AA 2450mAh (11,76 Wh) per semplificare le ricariche, e avere maggiore durata (essendo un treno di natale sul suo ovale non si prevedono corse folli.. forse! ;D )

 

Ho quindi tagliato un cavo PF corto in due (scusate la scena splatter senza preavviso) e ci ho collegato un porta batterie 4xAA.

A minor voltaggio il PF dei treni dovrebbe andare a 1000 giri anzichè a poco più di 2000 (bibbia philohome.com) e il treno di natale è leggero... e infatti andare va come previsto.

 

Il dubbio è se qualcuno per esperienza aveva già fatto cose simili e vede controindicazioni, sul lungo periodo. L'unica che vedo io è un fischio più acuto legato al fatto che il motore parte da voltaggi più bassi (5V) ma forse si può risolvere con dei condensatori.

 

Grazie per i commenti, incluso altre eventuali soluzioni alternative al costosissimo pacco batterie ricaricbile lego (sto ipotizzando un pacco con delle LiPo particolari dotate di protezione, ma vorrei integrare un circuitino di ricarica e non è immediato farlo bene)

 

p.s.

se il pusher di treni usati della serata AFOL di Lucca legge questo post... beh... sappi che ti odio ;):D:D:D (grazie, tutto perfetto!)

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×
×
  • Crea nuovo...