Jump to content
LostHorizon

Recensione LEGO Worlds (PC)

Post raccomandati

Salve a tutti,

Siccome quando ho tempo mi diletto nella scrittura di articoli (anteprime, prove, recensioni, guide) per alcuni siti di videogiochi, spero di fare cosa gradita condividendo con voi la mia recensione di LEGO Worlds, qui di seguito postata in una speciale versione estesa e più indirizzata ai patiti di LEGO che non ai normali videogiocatori.

Il testo è decisamente lunghetto, ma vista la particolarità e complessità del titolo, ho ritenuto giusto dedicargli un po' di caratteri in più rispetto al normale, a maggior ragione in questa versione, in cui non dovendo rispettare linee guida editoriali, ho potuto aggiungere un po' di righe in ottica AFOL. Spero condividiate il mio punto di vista e la lettura non vi risulti troppo pesante.

Buona lettura!
 

Spoiler


 

Il 7 marzo LEGO Worlds ha fatto il suo debutto nella versione "1.0" dopo un periodo passato in Early Access su Steam, durante il quale il titolo è cambiato e si è evoluto in quella che è la forma attuale. Va subito detto che ci troviamo davanti ad un titolo ben riuscito (e l'82% di recensioni positive su Steam, su un totale di quasi 8300, ne è la prova) e divertente, pur con qualche lacuna che andremo ad esaminare.


Andiamo quindi ad esplorare i mondi LEGO che il titolo ci mette a disposizione.

 

MxA74EB.jpg

 

Minecraft con minifigures?


La risposta è sicuramente un bel "no!" perché nonostante ci siano alcune similitudini (com'è ovvio che sia in tutti i titoli di questa categoria) e tra l'altro LEGO produca dei sets di Minecraft, LEGO Worlds va per la sua strada, fatta ovviamente di mattoncini, per crearsi una propria identità.
Il gioco ci mette nei panni di un astronauta che dopo una breve introduzione (e la possibilità di cambiare aspetto) precipita su un pianeta, su cui si ritrova inizialmente bloccato perchè la sua astronave è rimasta danneggiata. L'obiettivo iniziale diventa quindi il rimettere in sesto la nave raccogliendo alcuni mattoncini d'oro e ripartire. Da queste basi parte quindi il tutorial, che facendoci visitare in totale 3 mondi appositamente predisposti, ci introduce all'utilizzo dei vari strumenti che il gioco ci mette a disposizione.


Si notano subito delle similitudini con altri giochi LEGO recenti: ad esempio la valuta è rappresentata da studs e questi si possono ottenere aprendo forzieri o colpendo ogni oggetto fatto di mattoncini, che smontandosi, ci farà ottenere crediti utilizzabili o per sbloccare nuove cose, o per comprarle presso un mercante. Anche l'atmosfera è simile a quella di altri titoli, così come la sempre presente vena di umorismo, ma non stupisce visto che si parla sempre di prodotti WB Interactive (e di conseguenza TT Games/TT Fusion/Traveler's Tales). Ma le differenze emergono man mano che si scopre la natura particolare di Worlds, che mette a disposizione uno strumento per modificare in molti modi diversi il terreno, uno per pitturare terreno e mattonicini (cambiandone anche le proprietà, visto che ad esempio "verniciare" una superficie usando il ghiaccio la renderà scivolosa, addirittura si può usare la lava ecc) uno per costruire posando i singoli mattoncini e uno per copiare strutture già esistenti e riprodurle a proprio piacimento. Dal gruppo però emerge lo strumento di scoperta, che fondamentalmente permette di "scansionare" oggetti, personaggi e creature nel mondo di gioco e metterle in un apposito inventario, da cui poi sarà possibile replicarle e farle comparire nel mondo di gioco, oppure rimuoverle.
Diventa quindi evidente che questo è lo strumento che si utilizzerà per la maggior parte, alla ricerca di ogni possibile elemento collezionabile:  ad esempio scansionando altri personaggi/minifigures potremo poi utilizzare le loro parti per personalizzare il nostro alter ego (potendo agire su ogni singolo componente, come nella realtà) oppure scansionare veicoli e creature cavalcabili ci permetterà di farle comparire quando avremo bisogno di muoverci più velocemente, o di volare in caso di aerei ed elicotteri, arrivando ai mezzi per esplorare i fondali marini. Senza dimenticare che scansionare elementi del paesaggio, decorazioni e oggetti vari ci consentirà di averli disponibili per le nostre creazioni.

 

CTSIlLg.jpg


L'altro fiore all'occhiello di Worlds è la generazione procedurale dei mondi: un tema ricorrente di questi tempi, con titoli come No Man's Sky e Star Citizen che usano proprio questa tecnologia per la creazione dei pianeti (ma esistono molti altri titoli che fanno uso di contenuti creati proceduralmente) e in un certo senso LEGO Worlds fa lo stesso, perché una volta superato il tutorial sui tre mondi iniziali si dovrà salire sulla propria nave per andare altrove, ed è a questo punto che incominceremo a visitare mondi creati proceduralmente, quindi vuol dire che ogni partita di ogni giocatore si svolgerà in maniera differente, perché differenti saranno i pianeti che si visiteranno, i biomi al loro interno, le missioni che si troveranno e così via. E' comunque possibile condividere le coordinate dei pianeti scoperti con i propri amici, che inserendole nel loro gioco, potranno visitare lo stesso mondo (ovviamente lo troveranno "intonso" senza eventuali modifiche da voi apportate, a meno che non stiate giocando in multiplayer).


Oltre alla continua ricerca di cose nuove da scoprire, l'altra attività principale sarà quella di raccogliere i mattoncini d'oro, fondamentali per salire di livello e sbloccare nuove funzionalità. Per farlo si possono cercare forzieri nascosti (che ricompensano con studs e vari tipi di oggetti, tra cui appunto anche i mattoncini d'oro a volte) completare quest interagendo con i vari personaggi che popolano i mondi di gioco o in alcuni casi, inseguire e fermare i cosidetti "troublemaker", piccoli mostri dispettosi che corrono in giro portandosi dietro un qualche tipo di mattoncino (quindi anche quelli base, utilissimi per costruire). A parte questo, ci sono vari oggetti e armi da raccogliere, segreti da scoprire, vere e proprie città a tema da visitare, dungeons  e non meno importanti dei "blueprints" di costruzioni già pronte, dalle case ai castelli, passando per molti soggetti differenti.

FqatIrv.jpg


Indubbiamente parliamo di un titolo molto vasto e non solo per le dimensioni dei mondi da visitare. Partiamo dicendo che al momento sono presenti più di 20 biomi differenti che spaziano dal far west alla foresta a tema fantasy, passando per quello puramente medioevale per i patiti del tema Castle più classico, o quello sui ghiacci che sfrutta il tema Arctic Explorer e così via. Tutti con i loro personaggi/creature/veicoli/costruzioni/edifici caratteristici. Inutile dire che gran parte del materiale è derivato da prodotti realmente commercializzati da LEGO, mentre una piccola parte è stata creata appositamente per Worlds. Troviamo poi un centinaio di personaggi (salvo una manciata, tutti utilizzabili come proprio alter ego, a cui bisogna aggiungere 30 altre singole parti per la personalizzazione) e circa 85 creature, per poi passare a più di 141 oggetti tra armi, attrezzi, strumenti musicali, consumabili ecc, quasi 70 veicoli e ben più di 100 blueprints. Tutti numeri indicativi, perché ogni giorno salta fuori qualcosa di nuovo e ci sono cose che ad oggi pare nessuno abbia ancora scoperto ma siano presenti nel gioco.
Per rendere l'idea, durante la lunga prova per questa recensione, il contatore delle scoperte fatte ha superato quota 1200 e ancora ci sono molte cose da scoprire. Anche qui non si sa esattamente quante ce ne siano in tutto, ma sicuramente ci sono giocatori arrivati intorno ai 1300 e pure loro dicono che ci sono ancora cose da trovare. Teniamo poi conto che questi numeri saranno destinati a crescere ulteriormente man mano che saranno aggiunti nuovi contenuti (è già in lavorazione un primo aggiornamento in tal senso).

u3LUD1Y.jpg

 

Mastro Costruttore


Uno dei maggiori cambiamenti rispetto a quanto visto in Early Access, è l'assenza di una modalità creativa subito utilizzabile. Infatti una modalità in cui creare mondi personalizzati e costruire liberamente c'è, ma è accessibile solo dopo che il nostro personaggio avrà raggiunto il rango di Mastro Costruttore, risultato ottenibile raccogliendo 100 mattoncini d'oro.
E' comprensibile come questa scelta sia stata fatta per offrire un percorso un minimo guidato e graduale: si parte imparando l'uso di uno strumento alla volta, poi si passa pian piano a mondi sempre più grandi e viene resa disponibile la possibilità di creare i propri mondi personalizzati solo quando si è arrivati a conoscere a fondo le meccaniche di gioco/costruzione. Il che ha un suo senso in ottica LEGO, con un costruttore che muove i suoi primi passi facendo piccole cose e seguendo le istruzioni e poi solo con tempo ed esperienza si dedica a MOC sempre più grandi e/o impegnative. Questo però può far storcere il naso a tutti i giocatori che puntano ad un titolo come Worlds per la sola modalità creativa, quindi dal loro punto di vista, non è piacevole dover prima sgobbare per trovare i 100 mattoncini d'oro, senza dimenticare che bisogna anche scoprire/sbloccare tutti i mattoncini usabili, altrimenti si rischia di poter arrivare al punto di sbloccare i mondi personalizzati, ma senza avere il materiale per fare le proprie costruzioni.
Fortunatamente esistono modi per aggirare il problema, in primis alcuni codici (da inserire nell'apposito menu) che sbloccano all'istante tutti i mattonicini, porte e finestre ecc, così come è possibile trovare qualcuno che è già arrivato al livello Mastro Costruttore e sia disposto a condividere una copia del suo file di salvataggio, poi facilmente importabile. Però probabilmente non avrebbe fatto male a nessuno se nel gioco fosse stata inserita una possibilità di scelta nel menu principale, in cui la scelta poteva essere se giocare nella modalità standard, oppure accedere direttamente a quella creativa, con tutto sbloccato (ma niente quest, nemici, "trama" ecc ecc). In ogni caso c'è sempre la possibilità che una caratteristica del genere possa essere inserita più avanti, visto che il titolo è appena uscito e c'è tempo e spazio per tanti miglioramenti.

tyfwUCb.jpg

 

E' meraviglioso far parte di un team


Ma non in LEGO Worlds, a meno che per voi il massimo ideale di team non sia due persone. Infatti è presente sia il multiplayer online che lo split screen, ma appunto limitati a due giocatori. E' un peccato quindi che con mondi così grandi e vari, non sia possibile radunare più amici per giocare in gruppi più numerosi.
Ma si sa, i mattoncini non sono mai andati troppo d'accordo con il multiplayer massivo. Eppure dei tentativi sono stati fatti, prima con Universe, poi con Legends of Chima Online e infine con Minifigures Online (chiamando in causa un nome noto per i titoli massivi come Funcom) tutti titoli che hanno avuto vita più o meno breve per vari motivi, ma principalmente a causa di poco interesse da parte del pubblico e di conseguenza incassi sotto le aspettative.
TT Games quindi ha preferito puntare tutto sul single player, concedendo il minimo indispensabile per la parte multigiocatore. Scelta che può essere comunque condivisibile, vista la tipologia di gioco. Inoltre non sono rari i casi in cui vengono segnalati problemi con l'online, che vanno da vistosi cali prestazionali nel momento in cui si è in una partita online, fino a salvataggi corrotti dopo una sessione multiplayer. Va detto comunque che ci sono anche altrettante testimonianze di persone che hanno giocato senza problemi dall'inizio fino al raggiungimento del massimo livello sempre in coppia tramite online, però a prescindere da quanto siano diffusi i bug relativi alla modalità online, se mai lo sviluppatore decidesse di incrementare il numero di giocatori in contemporanea, dovrà comunque prima offrire una base affidabile risolvendo tutti i problemi attuali.

wNMXVd7.jpg

 

Un prodotto per AFOLs?


Sì, può esserlo. Ovviamente non può essere un qualcosa che si sostituisca a LEGO Digital Designer o altri strumenti per la progettazione di MOC, ma probabilmente più di qualche utente non più in tenera età apprezzerà le potenzialità del titolo, il poter fondamentalmente creare (o quantomeno modificare) un mondo intero, per poi costruire ovunque e liberamente. Ma anche senza tirare in ballo la necessità di modificare e costruire, può essere molto piacevole visitare un numero virtualmente infinito di mondi fatti di mattoncini, esplorarli, scoprirne i segreti e collezionare ogni elemento possibile.


Va evidenziato il fatto che è possibile importare facilmente nel gioco modelli creati con LDD (a patto che li si esporti in formato .lxfml) e poi averli a disposizione insieme ai normali "blueprints" già presenti, il che vuol dire che una volta importato un modello, poi lo si può piazzare e costruire nel mondo di gioco con una manciata di clic del mouse, quante volte si vuole, dove si vuole. In tutto questo, la limitazione più grande è data dal fatto che ovviamente in Worlds non sono presenti tutti i tipi di mattoncini esistenti, di conseguenza tali parti (se presenti nel modello originale) non saranno visualizzate e ci saranno spazi vuoti. Ovviamente poi nessuno vieta di rimaneggiare il modello una volta "montato" nel mondo di gioco, oppure di creare modelli in LDD già pienamente compatibili con Worlds. La speranza è comunque che nella continua crescita del gioco venga anche aumentato il numero di mattoncini disponibile, riducendo quindi l'entità della limitazione in questione.


Detto questo, bisogna sempre tener conto che Worlds è un titolo per tutte le età e che per avere una vita lunga e piena di aggiornamenti da parte dello sviluppatore deve vendere tanto, quindi è anche normale che sia necessario un compromesso per come il titolo si approccia nei confronti dell'utente (vedi ad esempio l'assenza di una modalità creativa da subito) e nei contenuti che propone, spaziando dai pirati ai set City, passando però per Mixels, unicorni, omini di pan di zenzero, Glaciator, Sulfurix e simili.

 

Y9ULdxF.jpg

 

Comparto tecnico


LEGO Worlds ovviamente non è uno di quei titoli che punta al fotorealismo, ed è giusto così. Sia perché lo stile scelto non lo richiede, sia perché la presenza di mondi vasti e totalmente modificabili insieme alla possibilità di costruire liberamente richiedono un compromesso tra qualità (e quindi pesantezza) grafica e gestibilità dei mondi, anche su pc che non siano di fascia altissima. Nonostante questo, ci troviamo di fronte ad un titolo esteticamente piacevole, che rende bene l'idea di essere in un mondo fatto di mattoncini e ben rappresenta minifigures, veicoli e animali all'interno del mondo di gioco.
Tutto questo attualmente non è però esente da problemi: il motore di gioco non è comunque leggerissimo, nonostante rispetto al periodo in Early Access abbia fatto netti passi avanti, ma al rilascio il gioco soffriva lo stesso di problemi con il framerate nel momento in cui si dovevano gestire i mondi più grandi. Problemi alleviati con una "performance patch" che comunque ha lasciato ancora qualche strascico nel momento in cui ci troviamo in biomi in cui è presente la lava. Anche per questo è uscito un aggiornamento, che pare abbia migliorato ma non risolto totalmente il problema. Lo sviluppatore ha comunque manifestato la sua volontà nel voler costantemente e gradualmente migliorare l'ottimizzazione del motore grafico.


Importante sottolineare che comunque molti dei problemi si manifestano in maniera evidente quando il gioco viene fatto girare su configurazioni di fascia molto bassa (e in certi casi al limite con i requisiti hardware) mentre generalmente con un pc pur non recentissimo ma che riesce a gestire decentemente i giochi contemporanei, LEGO Worlds si comporta bene, specialmente dopo questi primi aggiornamenti post lancio.

Il comparto audio fa il suo lavoro, presentandosi subito con una discreta varietà di musiche piacevoli, per lo più a tema per fare da sottofondo al bioma che si sta esplorando in quel momento. Anche i suoni fanno il loro lavoro e alcuni saranno famigliari a chi conosce altri titoli LEGO sviluppati da TT (ad esempio quando si raccolgono studs o si assembla qualcosa). Inoltre, in un periodo in cui la lingua italiana viene snobbata in molte produzioni, fa piacere scoprire che LEGO Worlds sia totalmente localizzato nella nostra lingua (va detto comunque che per la tipologia di gioco, considerando il numero di dialoghi parlati e scritti, non era certo un lavoro titanico). Peccato che in italiano si perdano alcuni nomi e giochi di parole caratteristici.. ad esempio Squarefoot diventa semplicemente Bigfoot e così via.


In generale, ricrodiamoci che parliamo di un titolo decisamente vasto e per certi versi complesso, che quindi per sua natura può presentare bug qua e là (del resto si sono visti titoli tripla A messi decisamente peggio e venduti a prezzi ben maggiori) e ovviamente quello che farà la differenza sarà il supporto dato al gioco da parte dello sviluppatore. Al momento sono già stati rilasciati tre aggiornamenti dopo il lancio, vedremo come si comporterà nel lungo periodo.

S9IiZcc.jpg

 

DLC o non DLC?


Attualmente il gioco è acquistabile su Steam per 29,99 € (durante l'early access il prezzo era più basso, come di consuetudine) facendo dunque parte della classica categoria dei Buy to Play. Però è chiaro come sia un titolo che si potrebbe prestare al meccanismo dei DLC, magari offrendo pacchetti tematici extra a pagamento.
Bisogna dire che al momento, l'unico DLC esistente è quello "Agents" rilasciato gratuitamente su PS4 e che arriverà sempre gratuitamente anche su PC e Xbox One una volta passati i 90 giorni dell'esclusiva temporale per la console Sony.
Secondo quanto dichiarato da un PR di TT Games, al momento non ci sono ulteriori DLC (ne gratuiti ne a pagamento) pianificati, piuttosto i piani includono un regolare rilascio di nuovi contenuti all'interno di patch periodiche. Sicuramente un bene, perché sappiamo che nel tempo il gioco continuerà a crescere e ci saranno cose nuove da scoprire, senza bisogno di aprire il portafogli (e in questo senso si spera che le vendite e le ottime recensioni possano portare Worlds ad essere supportato per lungo tempo).
Però come detto poco sopra, è un titolo che si presta molto all'uscita di DLC, non a caso nei menu di gioco è presente un pulsante apposito per l'installazione di nuovi pacchetti e viene difficile pensare che lo abbiano messo lì solamente per facilitare il download di un singolo DLC gratuito e basta. Del resto, ammettiamolo, chiunque sia un patito del marchio, probabilmente sarebbe ben felice di pagare qualche euro extra per poter avere nel gioco un pacchetto di set, mattoncini e minifigures a tema spazio anni 80/90 (ad esempio) o maggiori contenuti a tema piratesco e così via. Nel caso il gioco andasse per questa strada, sarà poi da valutare il rapporto prezzo/contenuti, confindando che la cosa non sfugga di mano come spesso si vede ultimamente nel mondo dei videogiochi.

 

mbPgzvZ.jpg

 

Conclusioni

 

LEGO Worlds è un titolo sicuramente consigliabile. Oggettivamente divertente, può attirare tanto i giocatori che poco conoscono i mattoncini nati a Billund e che cercano una valida alternativa a Minecraft, quanto chi invece è un fan (adulto o meno) del marchio e sta cercando un gioco che permetta molta più libertà rispetto ai titoli LEGO convenzionali. Nella sua attuale incarnazione è un titolo già molto vasto, con molte cose da scoprire, quest, minifigures ecc, che pare sia destinato a crescere ulteriormente con l'aggiunta di nuovi contenuti. Senza dimenticare che i contenuti inseriti dallo sviluppatore rappresentano solo una parte dell'esperienza, perché poi tutto è plasmabile e costruibile dal giocatore, fase che non può che aumentare notevolmente la longevità del gioco.
Ha il pregio di differenziarsi dai tanti titoli LEGO recenti (che diciamolo, alla fine nelle meccaniche di gioco sono sempre molto simili tra loro) per i mondi sempre diversi e la libertà concessa al giocatore ed è fondamentalmente l'unico in cui si ha davvero la possibilità di costruire quello che si vuole, mattoncino dopo mattoncino.
Ovviamente bisogna essere avezzi al genere, che guida quanto basta all'inizio ma poi lascia al giocatore carta bianca all'interno di un mondo aperto in cui sarete voi a decidere cosa fare, come e perché. Se preferite giochi con una trama vera e propria che vi traghetti dall'inizio alla fine del gioco, probabilmente vi converrà attendere ancora alcune settimane per il rilascio della versione remastered di LEGO City Undercover, che questa volta sarà rilasciato anche su PC oltre che su PS4 e Xbox One.

Pro:
- LEGO! :)
- Si può costruire liberamente
- Mondi generati proceduralmente e modificabili
- Vastissimo già ora, destinato a crescere ulteriormente
- Importazione da LDD
- Prezzo più che onesto in rapporto ai contenuti e alle ore di divertimento
- E' possibile giocare in split screen oltre che in multiplayer
- Localizzato in italiano

Contro:
- La modalità creativa va prima sbloccata tramite parecchie ore di gioco
- Ancora un po' di bug fastidiosi
- multiplayer presente ma limitato
- controlli a volte un pochino ostici
- in certe situazioni un po' pesante per il pc, se questo è troppo vicino ai requisiti minimi.

 

Nota: ci sarebbe da aggiungere la voce "può creare dipendenza", ma lascio decidere a voi se inserirla tra i pro o i contro :)

 

Infine, non sono molto avezzo a dare voti numerici, preferisco che chi legge si faccia una propria impressione su cosa scrivo, piuttosto che fermarsi ad un semplice numero, comunque se proprio devo, direi che un 8 su 10 ci sta tranquillamente.


 

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Bella recensione.

Una domanda relativa alle varie creazioni che è possibile realizzare nei vari mondi: Esiste la possibilità di condividere le proprie creazioni con altri o il tutto si limita alla propria 'copia' del gioco?

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Grazie ;)

Riguardo alla domanda sulle proprie creazioni, così su due piedi mi vengono in mente due modi fattibili attualmente e uno che forse verrà implementato in futuro:

1) se avvii una sessione online puoi invitare un altro giocatore sul mondo dove hai costruito il tutto in modo che possa vedere "dal vivo" la tua creazione

2) quando si usa lo strumento copia e si salva la costruzione, in apposita cartella (che poi è la stessa che si usa per importare i modelli di LDD) del gioco viene creato un file .lxfml di quella costruzione. Quindi se tu dopo aver costruito il tutto lo selezioni e lo copi, hai poi il file che a quel punto puoi condividere con chi vuoi (chi lo riceve deve solo metterlo nell'apposita cartella e una volta avviato il gioco lo troverà tra i blueprints e potrà costruirlo in pochi clic)

Nel caso invece di una singola costruzione tu avessi fatto qualcosa di complesso (ad esempio una città) composta da più costruzioni, dovrebbe essere fattibile un procedimento simile, dove però invece del file della costruzione, passi all'interessato la cartella con tutte le info del mondo su cui hai lavorato.

E penso che la 2) sia quella che più si avvicina a quello che hai chiesto tra le cose attualmente fattibili.

3) questa è più una sorta di ipotesi diffusa tra la community del gioco, ma c'è la possibilità che più avanti venga aggiunta l'integrazione con Steam Workshop, quindi se fosse, si avrebbero direttamente nel gioco utili strumenti per condividere le proprie creazioni e scaricare quelle altrui.

 

Se hai altre domande, chiedi pure :)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Diciamo che su PC il problema della condivisione, come hai giustamente fatto notare tu, potrebbe essere aggirato in vari modi.

La mia domanda era relativa alla condivisione 'nativa' all'interno del gioco in modo che anche chi ha la versione per console possa importare/usare creazioni altrui (cosa che mi sembra di capire che al momento non sia possibile nemmeno con i file generati da LDD, ovviamente parlo delle consoles).

Il dubbio mi è venuto perché, avendo una Xbox ed un figlio di 7 anni che ama giocare sia con i LEGO fisici che quelli 'virtuali', avevo una mezza idea di prenderlo su console, ma temo possa essere una limitazione non indifferente, soprattutto per gli amanti delle MOC, non poter 'sfruttare' le creazioni altrui (ovviamente condivise volontariamente).

Grazie per le risposte ;)

Ultima modifica: da gigios

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

sì ovviamente su console hai tutta una serie di limitazioni relative al manipolare file e così via, quindi per alcuni può essere un aspetto importante da tenere in considerazione. Ovviamente se un domani mettessero un workshop interno e accessibile da tutte le piattaforme, allora le differenze sarebbero minime (tolto LDD, ma a quel punto non servirebbe più a tantissimo) però c'è anche il rischio che se invece rendessero il gioco compatibile con Steam Workshop, questo funzionerebbe solo per le versioni pc, mentre su console si resterebbe sempre a bocca asciutta.

Quindi valuta tu se procedere all'acquisto e su quale piattaforma, oppure se aspettare un po' per vedere in che direzione vanno le cose (ovviamente poi l'ago della bilancia si sposta su una piattaforma piuttosto che sull'altra anche valutando se il pc a tua disposizione regge bene il gioco o meno, ecc ecc.) tieni conto anche che su pc non mancano le occasioni di prenderlo a prezzo scontato.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
18 ore fa, LostHorizon ha scritto:

Siccome quando ho tempo mi diletto nella scrittura di articoli (anteprime, prove, recensioni, guide) per alcuni siti di videogiochi, spero di fare cosa gradita condividendo con voi la mia recensione di LEGO Worlds, qui di seguito postata in una speciale versione estesa e più indirizzata ai patiti di LEGO che non ai normali videogiocatori.

Grazie @LostHorizon, queste iniziative sono molto apprezzate. ;)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
38 minuti fa, Fabbbbbricks™ ha scritto:

Grazie @LostHorizon, queste iniziative sono molto apprezzate. ;)

Figurati, sono io che devo ringraziare voi per l'ospitalità ;) e siccome al momento non posso dare grandi contributi in fatto di mattoncini reali (ho taaaanto da recuperare visto il periodo di inattività) lo faccio con quelli virtuali che al momento conosco decisamente meglio (anche se spero di mettermi in pari quanto prima :D e quindi poi inizierò a rompere le scatole con qualche domanda )

Detto questo, mi rendo conto che in questa sede i videogiochi LEGO abbiano una userbase minore rispetto ai mattoncini reali, com'è giusto che sia, ma in ogni caso resto a disposizione per chi avesse domande.. e nel caso ci fossero giocatori di questo titolo che hanno bisogno di qualche guida per le scoperte più ostiche, non ho nessun problema a farlo. Idem, se è cosa gradita, anche a replicare in futuro con altre recensioni ;)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
2 ore fa, LostHorizon ha scritto:

Idem, se è cosa gradita, anche a replicare in futuro con altre recensioni

Assolutamente sì. E se hai recensioni di altri giochi LEGO che vuoi/puoi pubblicare non farti problemi! 

Tornando al gioco mi ha colpito molto la possibilità di importare modelli LDD.
Peccato che LEGO Worlds non esista per PS3 :(

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
22 ore fa, LostHorizon ha scritto:

Siccome quando ho tempo mi diletto nella scrittura di articoli (anteprime, prove, recensioni, guide) per alcuni siti di videogiochi, spero di fare cosa gradita condividendo con voi la mia recensione di LEGO Worlds, qui di seguito postata in una speciale versione estesa e più indirizzata ai patiti di LEGO che non ai normali videogiocatori.

Una bellissima e dettagliatissima recensione. Complimenti.

Se vuoi (puoi/ti va) anche il sito di ItLUG è sempre alla ricerca di nuovi contenuti: le tue recensioni sarebbero molto gradite. Se ti interessasse.. io e/o @Laz saremo felici di aiutarti ;).

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
52 minuti fa, Fabbbbbricks™ ha scritto:

Assolutamente sì. E se hai recensioni di altri giochi LEGO che vuoi/puoi pubblicare non farti problemi! 

Tornando al gioco mi ha colpito molto la possibilità di importare modelli LDD.
Peccato che LEGO Worlds non esista per PS3 :(

Ottimo :) sfortunatamente non ho materiale di altri giochi già usciti (da un po' di tempo quello che scrivo lo scrivo principalmente riguardo titoli online/massivi) ma per Worlds ho fatto uno strappo alla regola :) però è molto probabile che mi metta a scrivere qualcosa su City Undercover il mese prossimo.. e potrebbe comunque capitare che decida di riesumare qualche titolo già uscito.. vedremo.

Riguardo Worlds e PS3, al di là delle scelte di mercato ecc, purtroppo penso che ci sarebbe proprio un limite tecnico e la console non potrebbe gestire il gioco, specialmente nel momento in cui si arriva nei mondi più grandi. Tanto per dire, un utente proprio oggi mi diceva che già su PS4 per passare da un mondo all'altro si arriva a 3/4 minuti di caricamento se il mondo è grande.. mentre su pc, nelle prove che ho fatto io si sta sotto al minuto su pc un minimo performanti e sui 2 su macchine non propriamente spinte.. questo per dire che su PS3 probabilmente anche solo gestire il caricamento di un mondo sarebbe stato ostico.

 

35 minuti fa, Zio_Titanok ha scritto:

Una bellissima e dettagliatissima recensione. Complimenti.

Se vuoi (puoi/ti va) anche il sito di ItLUG è sempre alla ricerca di nuovi contenuti: le tue recensioni sarebbero molto gradite. Se ti interessasse.. io e/o @Laz saremo felici di aiutarti ;).

Per quanto riguarda questa su World, se volete ripubblicarla sul sito per me va benissimo, fate pure.. per contenuti futuri, possiamo organizzarci ;) magari dopo ti mando un pm :)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
28 minuti fa, LostHorizon ha scritto:

Tanto per dire, un utente proprio oggi mi diceva che già su PS4 per passare da un mondo all'altro si arriva a 3/4 minuti di caricamento se il mondo è grande.

Quindi mi tocca prendere una PS4 Pro? :D

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
2 ore fa, Fabbbbbricks™ ha scritto:

Quindi mi tocca prendere una PS4 Pro? :D

Ma che PS4 Pro.. un bel pc da gioco con SSD e salti da un mondo all'altro come se avessi il teletrasporto.. altro che minuti di attesa :D:D:D

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
15 ore fa, indomitonoioso ha scritto:

Complimenti, bellissima recensione! Sono contento che sia stata pubblicata qui sul forum una recensione orientata verso gli afol e non soltanto verso i videogiocatori :).

Grazie mille ;) mi sembrava doveroso aggiungere un po' di dettagli in più in questa sede :)

 

2 minuti fa, SanMa ha scritto:

Comunque..... io mi sono gia arenato al livello due..... emoji48.pngemoji22.pngemoji5.png

Se hai bisogno di info e/o suggerimenti, chiedi pure, per quel che posso una mano la do volentieri ;)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
Se hai bisogno di info e/o suggerimenti, chiedi pure, per quel che posso una mano la do volentieri

Quando i miei bambini mi lasceranno la ps . Se non la fondono prima loro

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Qualche esperimento per la creazione di una MOC virtuale: isolotto dei pirati, con spiaggia, forte e tutto quello che serve :D

Partendo da un mondo personalizzato (quindi attualmente senza animali, nemici ecc.. vuoto) con il solo bioma foresta pluviale.. e poi via di strumenti per la modifica del terreno, i primi oggetti messi qua e là..

comunque giusto un esperimento per provare a vedere cosa si riesce a fare e come

xHtLNSE.jpg

 

GkOkBDp.jpg

TPN2OQA.jpg

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Complimenti per la recensione, davvero dettagliata.

Avevo giocato un po' con la versione ad accesso anticipato, un bel po' di mesi fa, e dalle tue parole vedo che molte cose sono cambiate.

La base è interessante, stiamo a vedere come decideranno di svilupparlo in futuro sperando che il supporto duri per molti anni.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
6 minuti fa, PaoloT87 ha scritto:

Avevo giocato un po' con la versione ad accesso anticipato, un bel po' di mesi fa, e dalle tue parole vedo che molte cose sono cambiate.

Sì, ci sono stati molti cambiamenti che poi a seconda dei gusti possono piacere o meno.. ad esempio sicuramente tutti i nuovi assets introdotti per il lancio fanno piacere a chiunque (anche se di contro ne hanno tolto una manciata che erano presenti nella versione EA, perché vogliono rifarli diversamente e li rimetteranno più avanti) mentre il discorso della progressione prima di poter fare tutto, è sicuramente l'aspetto più discusso, perché a molti piace (e sicuramente è utile per offrire un percorso un minimo guidato ai nuovi giocatori, senza lanciarli allo sbaraglio) ma tanti altri invece criticano questa scelta, perché volevano subito la modalità creativa senza restrizioni, come del resto era nelle versioni Early..

Comunque concordo con te: bisogna sperare che lo supportino bene e a lungo, perché per quanto sia bello, comunque ci sono ampi margini di miglioramento (fix vari, nuovi contenuti, nuove features ecc) e parrebbe che questa volontà ci sia, poi al solito, tutto dipende dalle vendite, perché sappiamo che in casa LEGO non ci mettono molto ad abbandonare un progetto videoludico se vedono che le vendite non sono soddisfacenti.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Esatto, hanno abbandonato già parecchi progetti videoludici simili a questo, però il fatto che questa volta abbiano voluto rendere disponibile una versione beta molto tempo prima dell'uscita, per condividerne lo sviluppo, mi fa ben sperare.

Resta solo da trovare il tempo per giocarci un po' :ph34r:

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per postare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai un account? Accedi .

Accedi ora

  • Visualizzato ora da   0 utenti

    Nessun utente registrato su questa pagina.

×
×
  • Crea nuovo...