Jump to content

Recommended Posts

Salve a tutti.

A furia di fare video mi hanno richiesto di fare dei tutorial su bricklink.
Alla fine, avendo una discreta esperienza nel campo, ho deciso di evadere questa richiesta ed ho iniziato a pubblicarne.
Saranno pubblicati sulla mia pagina Facebrick sotto una playlist BRICKLINK TUTORIALS che può essere reperita qui:

https://www.facebook.com/pg/FacebrickIT/videos/ sezione TUTORIAL BRICKLINK

Buona visione.

Jody

PS: Qualora siano di vostro gradimento un like alla pagina è sempre gradito.

Edited by Shintaku
Errore nel link

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

  • Similar Content

    • By AirMauro
      Sempre più spesso, ultima è il caso della batmobile, LEGO sta usando la tecnica del LIMITED EDITION per incrementare le vendite, inseguire i prezzi del mercato secondario e far percepire come raro e prezioso il collezionare.
      Da studioso del giocattolo e collezionista, mentre scorrevo sorridendo la pazzia di molti venditori che a prezzi folli hanno rimesso in vendita la limited edition su brick link, mi chiedevo se chi organizza queste cose in LEGO ha una cultura industriale ben chiara sui pericoli che può correre un'azienda quando cerca di entrare nel suo mercato secondario.
      Vi voglio quindi parlare di un episodio clamoroso, in cui una limited edition sancì un disastro economico assurdo per chi la creò:
      IL FIASCO 1701: PLAYMATES vs STAR TREK
      Playmates produttrice allora (periodo di Star Trek the Next Generation) delle action figures di STAR TREK, all'apice del suo successo, con vendite in espansione ovunque, e un numero impressionante di set sfornati giorno dopo giorno, influenzata dal mercato secondario, decise di produrre una serie limitata e numerata di action figures. Tre personaggi che sarebbero stati prodotti in soli 1701 esemplari (1701 è il numero di registro dell'astronave Enterprise).
      E' stata una delle più catastrofiche scelte sbagliate che si ricordi nel mondo dei giocattoli.
      I collezionisti che in quel momento erano in crescita in tutto il mondo, numerosissimi e affamatissimi di nuovi prodotti, si lanciarono subito alla caccia dei set, non riuscendo per lo più ad averli. Le lamentele si fecero così pressanti che PLAYMATES tentò una retromarcia cercando di aumentarne la tiratura a posteriori.
      Non servì a nulla, l'effetto psicologico sui suoi clienti fu devastante.
      Come potete immaginare, immediatamente i prezzi schizzarono alle stelle (Vi ricorda qualcosa?...), aumentando di decine di volte il prezzo originale dei set incriminati, per arrivare in pochissimo tempo a superare i 1000$ ciascuno.
      In breve la grande maggioranza dei collezionisti si rese conto che non avrebbe mai potuto completare la collezione (se collezioni hai solitamente l'insana idea che vuoi tutti i set di un dato tema...non tutti tranne uno... pensate a chi fa i modulari ad esempio). In più uno dei set in questione rappresentava un personaggio minore, che appariva in un solo episodio, ma che i fan adoravano (Tasha Yar in Yesterday's Enterprise se ricordo bene...)
      A peggiorare ulteriormente le cose, PLAYMATES pensò bene di distribuire i set solo negli USA... risultato tutto il resto del mondo seppe immediatamente di non poter accedere a quei set se non attraverso costosi intermediari sul mercato secondario (vi ricordate i set LEGO vintage esclusivi solo da WALMART?).
      Il risultato di questa operazione fu che una marea di collezionisti in tutto il mondo, amareggiata per non poter completare la propria collezione... SMISE DI COLLEZIONARE TUTTA LA SERIE.
      Le vendite, come in MARY POPPINS... fioccarono sul mercato secondario, e crollarono le vendite nei negozi di giocattoli.
      PLAYMATES colò a picco e lasciò perdere...
      1701 FIASCO!
      Ora adesso che conoscete questa storia, onestamente, non vi sembra che molte operazioni LEGO degli ultimi anni camminino pericolosamente sullo stesso crinale che percorsero i manager PLAYMATES ingolositi da quel che vedevano succedere?
      Se avessero continuato a dedicarsi solo a sfornare giocattoli da mettere sugli scaffali.... ma no... hanno comprato BRICKLINK, pardon scusate un refuso, hanno prodotto la serie 1701...
      Mediatate gente, medita @GianCann medita @sdrnet...
      Meditate....
      PS: @Laz avvisali... da notare che LEGO quando ristampa alcuni set... vedi millenium falcon UCS, forse non l'ha fatto come molti di voi sostengono per combattere i repeller, ma piuttosto, realizzando che troppi collezionisti ne erano sprovvisti, di evitare un FIASCO 1701.....
       
       
    • By Pix
      Da poco su PromoBricks è stato pubblicato un nuovo articolo, questa volta però rivolto a BrickLink.
      https://www.promobricks.de/bricklink-deutsche-haendler-derzeit-abgemahnt/73459

      Sono sincero, ho utilizzato Google Translation per la traduzione, e ovviamente da non crucco ho capito solo in parte il tutto.
      Il post "sembrerebbe" parlare di qualche problema di avvertenze/regole con la fiscalità tedesca e il rapporto venditore/compratore.
      Ovvio che per aver un negozio BL (con parametri sopra i 4.5-5K) bisognerebbe essere ligi al 100% (p.iva, commercialista, emissione fatture, ecc...), ma dite che anche in Germania dove tutto sembra andar bene (e vi assicuro che non è così) qualcosa si smuova?

      (Qualcuno sa magari tradurre il discorso sul Video di YouTube dove viene interpellato un avvocato?).
    • By mirkolitico
      Ciao a tutti, buonaserata.
      Come sapete colleziono le minifigure dei Super Heroes e ovviamente le colleziono seguendo il rigoroso ordine Bricklink/Brickset. Essendo un po' ossessivo compulsivo... mi dava un poco fastidio quando le fotografie con sfondo bianco si alternavano con fotografie fatte male e con il telefono, pertanto ho deciso di inviare qualche immagine a BL sperando che me le accettino e di fatti, le prime, sono state accettate e inserite come immagini principali, ma solo alcune...perché un tizio con manie di protagonismo, non appena ha visto che stavo caricando delle fotografie mi ha subito surclassato facendo fotografie migliori  Beh, diciamo che gli ho dato la spinta...
      Comunque, sono contento di aver smosso le acque, quindi vi mostro un po' delle prime foto random, così, tanto per chiacchierare.










    • By bricksnspace
      Come alcuni di voi ricorderanno, tempo fa avevo rilasciato qualche software in Java a tema LEGO: un CAD per LDraw e una utility per i MOC builder che usavano LDD o LDraw per progettare per poi acquistare su Bricklink.
      Dato che non ho più il tempo (e sinceramente mi è anche passata la voglia...) di continuare lo sviluppo ed il supporto, ho rilasciato su GitHub tutto quello da me prodotto in tema, comprese le due ultime release di BrickUtils (con i database aggiornati a LDD v2248.1) e JBrickBuilder (con un paio di nuove funzioni, fra cui l'esportazione diretta verso PovRay).
      Non ho aggiornato la documentazione, anche perché le modifiche sono veramente minime.
      Trovate il tutto qui:
      https://github.com/Bricksnspace
      Qui trovate anche tutte le librerie utilizzate per la gestione LDraw, il rendering OpenGL e l'esportazione in PovRay.
      I binari pubblicati sono qui:
      https://github.com/Bricksnspace/brickutils/releases
      e qui:
      https://github.com/Bricksnspace/jbbuilder/releases
      Potrebbero non essere compatibili con le versioni precedenti, quindi occhio, fate un backup dei dati precedenti o usate una differente posizione di installazione.
      Ricordo che i software sono senza garanzia e supporto.
×
×
  • Create New...