Jump to content
Rudy

KIT RCX per automazione eventi e treni

Post raccomandati

Salve a tutti!

 

All'ultimo evento sono stato piacevolmente tartassato di domande sull'automazione, e spero di aver portato dal lato RCX un giovane Padwan ;D

 

Abbiamo discusso e trovato almeno una decina di applicazioni sia per il diorama cittadino che per il diorama ferroviario.

 

La domanda più ricorrente è stata "come iniziare"? ed allora ho pensato a fare un "pacchetto" con le cose indispensabili per neofiti.

 

Ho iniziato da questo articolo e penso che un probabile kit potrebbe contenere:

 

- RCX 1.0 (quello con la presa per intenderci)

- Torretta seriale (la più compatibile)

- Sensore di luce

 

Ci aggiungerei un CD con BricxCC ed un tutorial.

 

Che ne pensate?

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Articolo molto interessante!

Pensi di fare altre "puntate"?

 

Grazie ;D Le puntate sono a richiesta, ma ho trovato un bel corso in inglese da tradurre.

Che tema vorreste sviluppare?

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Grazie ;D Le puntate sono a richiesta, ma ho trovato un bel corso in inglese da tradurre.

Che tema vorreste sviluppare?

 

Bè, per me è interessante l'automazione ferroviaria.

Iniziando con binario e relativo doppio scambio per accedere alla stazione.

Sensore che ferma il treno arrivato in stazione, ecc. ecc. :D

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Grazie ;D Le puntate sono a richiesta, ma ho trovato un bel corso in inglese da tradurre.

Che tema vorreste sviluppare?

 

Bè, per me è interessante l'automazione ferroviaria.

Iniziando con binario e relativo doppio scambio per accedere alla stazione.

Sensore che ferma il treno arrivato in stazione, ecc. ecc. :D

 

Stessa cosa che interessa anche me

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Salve a tutti!

 

All'ultimo evento sono stato piacevolmente tartassato di domande sull'automazione, e spero di aver portato dal lato RCX un giovane Padwan ;D

 

Abbiamo discusso e trovato almeno una decina di applicazioni sia per il diorama cittadino che per il diorama ferroviario.

 

La domanda più ricorrente è stata "come iniziare"? ed allora ho pensato a fare un "pacchetto" con le cose indispensabili per neofiti.

In questo thread ho raccontanto la mia primordiale esperienza con "l'automazione treni" controllata da RCX.

Magari si potrebbero raccogliere, in un unico thread/articolo, tutto le informazioni e fare un tutorial "dalla A alla Zeta", che parta dai componenti necessari, fino alla realizzazione di un semplice circuito automatizzato.

 

Penso, ad esempio, ad un banale circuito con due scambi, che faccia alternare, sullo stesso circuito, due treni in direzioni opposte.

In pratica, un RCX che controlla 3 motori (quello del treno, e due scambi), con l'ausilio di 2 sensori di luce (per il controllo della posizione del treno) e 1 di tocco (per lo start/stop) di tutto il sistema.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

mi scuso per la domanda forse banale ma vi chiedo....questa automazione non vale per i treni power function?? è valida solo per i treni che viaggiano su binari 9 volt?

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

mi scuso per la domanda forse banale ma vi chiedo....questa automazione non vale per i treni power function?? è valida solo per i treni che viaggiano su binari 9 volt?

 

Domanda assolutamente nn banale, me lo chiedevo pure io ;)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

mi scuso per la domanda forse banale ma vi chiedo....questa automazione non vale per i treni power function?? è valida solo per i treni che viaggiano su binari 9 volt?

 

Ovviamente è valida solo per i treni a 9V, in quanto l'RCX può fornire e regolare l'alimentazione ai binari con conduttori metallici.

Quindi per i treni con trazione a 9V :'(

 

Da nostalgico, il PF è molto comodo, ma i binari a 9V erano un'altra cosa! Per non parlare del 12 V :(

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Secondo me, con qualche piccolo accorgimento, si potrebbero combinare i due sistemi... Mi spiego meglio: con i binari 9v e un vecchio motore 9v magari non funzionante, si potrebbe convertire quest'ultimo per usarlo come alimentatore per il motore

PF... Quindi si alimenta il motore PF dal tracciato anziché dalla batteria, passando per il ricevitore IR o, volendo, un SBrick...

Che dite?

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Secondo me, con qualche piccolo accorgimento, si potrebbero combinare i due sistemi... Mi spiego meglio: con i binari 9v e un vecchio motore 9v magari non funzionante, si potrebbe convertire quest'ultimo per usarlo come alimentatore per il motore

PF... Quindi si alimenta il motore PF dal tracciato anziché dalla batteria, passando per il ricevitore IR o, volendo, un SBrick...

Che dite?

 

Si, si può fare.

Però che vantaggio si ottiene, se non il risparmio delle pile per il motore? :)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Secondo me, con qualche piccolo accorgimento, si potrebbero combinare i due sistemi... Mi spiego meglio: con i binari 9v e un vecchio motore 9v magari non funzionante, si potrebbe convertire quest'ultimo per usarlo come alimentatore per il motore

PF... Quindi si alimenta il motore PF dal tracciato anziché dalla batteria, passando per il ricevitore IR o, volendo, un SBrick...

Che dite?

 

Si, si può fare.

Però che vantaggio si ottiene, se non il risparmio delle pile per il motore? :)

 

Il risparmio delle pile appunto :P

secondo me, ma credo sia un'idea abbastanza diffusa, le pile sono uno degli svantaggi dei treni PF....

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Questi ferrovieri... Mi tocca riportarli sul giusto binario :D

 

Come da topic, ho studiato un kit per neofiti. Grazie Biffuz ma gli utOnti non usano Linux come noi... ;)

 

Vantaggi del kit: hai quello che di solito non hai in casa e sei pronto per iniziare.

il kit è estremamente versatile e si collega al trasformatore dei treni.

Se usi PF fai uno scambio o un passaggio a livello

Se ha 9V puoi anche gestire la stazione o un doppio binario.

 

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Magari si potrebbero raccogliere, in un unico thread/articolo, tutto le informazioni e fare un tutorial "dalla A alla Zeta", che parta dai componenti necessari, fino alla realizzazione di un semplice circuito automatizzato.

 

Ottimo, qui ci posso lavorare bene ;)

 

Penso, ad esempio, ad un banale circuito con due scambi, che faccia alternare, sullo stesso circuito, due treni in direzioni opposte.

 

Su questo vige la prima regola della robotica: KISS (Keep It Simple & Stupid).

Parlando di 9V abbiamo visto che un progetto semplice è questo:

Un binario in entrata alimentato dall'RCX, scambio che porta a doppio binario, scambio che torna a binario singolo.

Visto che gli scambi fanno anche da interruttori, basta attivarli per scegliere il binario alimentato.

Sull'RCX:

Un uscita per il binario

Un uscita per i motori degli scambi (lavorano insieme)

Un ingresso per il sensore luce

 

Logica del programma:

 

inizio ciclo infinito

(aspetta il treno) legge il sensore luce finché qualcosa ostruisce il raggio

(aspetta che il treno sia passato) legge il sensore luce finché il raggio torna libero

spegne il binario

muove lo scambio

accende il binario

fine ciclo infinito

 

 

 

 

Volendo si può usare un uscita per il semaforo (qui però servono due LED rossi, uno per binario, vediamo con i puristi...

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Volendo si può usare un uscita per il semaforo (qui però servono due LED rossi, uno per binario, vediamo con i puristi...

 

Nessun problema: basta mettere dei round plate trans-red o trans-green davanti ai led originali...

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

 

Su questo vige la prima regola della robotica: KISS (Keep It Simple & Stupid).

Parlando di 9V abbiamo visto che un progetto semplice è questo:

Un binario in entrata alimentato dall'RCX, scambio che porta a doppio binario, scambio che torna a binario singolo.

Visto che gli scambi fanno anche da interruttori, basta attivarli per scegliere il binario alimentato.

Sull'RCX:

Un uscita per il binario

Un uscita per i motori degli scambi (lavorano insieme)

Un ingresso per il sensore luce

 

Logica del programma:

 

inizio ciclo infinito

(aspetta il treno) legge il sensore luce finché qualcosa ostruisce il raggio

(aspetta che il treno sia passato) legge il sensore luce finché il raggio torna libero

spegne il binario

muove lo scambio

accende il binario

fine ciclo infinito

 

In pratica, se ho ben capito, il sensore di luce viene posizionato all'inizio del punto di scambio... giusto?

Attendi che il primo treno passa il punto di scambio, lo fermi (togliendo alimentazione al circuito), ed azioni gli scambi (con una sola uscita, contemporaneamente).

Dopo, ri-alimenti il circuito (gli scambi isolano il tratto in cui uno dei due treni è in quel momento "parcheggiato") e il secondo treno parte.

 

L'unica cosa che "non mi piace" è che questo sistema (per la sua semplicità) non consente la circolazione in senso inverso dei due treni.

Mi rendo conto di non essere stato chiaro nel mio post precedente, parlando semplicemente di "alternanza" dei due treni sullo stesso circuito... la mia idea, infatti, era quella di alternare due treni sullo stesso circuito, ma con senso di rotazione differente (particolare che, effettivamente, ho omesso di scrivere :D ...)

 

In questo caso @Rudy , correggimi se sbaglio, un solo sensore di luce non è sufficiente.

E, in tal caso, andrebbero posizionati nel punto in cui il locomotore di testa, dovrà fermarsi.

 

Qui ho riportato uno schema realizzato con BlueBrick, in modo che sia più chiaro a chi legge.

CircuitoTreno.png

 

Avendo a disposizione ancora una uscita e un ingresso, si potrebbe persiino aggiungere il controllo di un passaggio a livello o, come hai già detto, di un semaforo.

 

L'idea di avere due treni che si alternano, invertendo anche il senso di rotazione, mi sembra più completa... che ne dici?

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Se poi ci vogliamo complicare la vita, che ne dite se lavoriamo anche su un circuito tipo questo, con 3 treni in alternanza? :D:D:D

CircuitoTreno2.png

 

Ovviamente, il troncone centrale deve essere congruamente lungo...

 

Devo ragionare se sono sufficienti 3 sensori... o, per essere più precisi, 3 ingressi sui quali attestare 4 sensori, senza la necessità di realizzare un multiplexer

 

@Giuliano che ne dici se ci cominciamo ad organizzare per il diorama di Lecco 2015, implementando un circuito del genere? ;)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Se poi ci vogliamo complicare la vita, che ne dite se lavoriamo anche su un circuito tipo questo, con 3 treni in alternanza? :D:D:D

CircuitoTreno2.png

@Giuliano che ne dici se ci cominciamo ad organizzare per il diorama di Lecco 2015, implementando un circuito del genere? ;)

 

Ho sempre in progetto una automazione ferroviaria!!! @GianCann !

Infatti nel corso degli anni mi sono portato a casa una bella scorta di RCX, sensori, motori, cavetti, ecc. ecc.

e poi mi sono accorto che non sono capace a programmare :'( :'(

Però riesco bene a copiare una programmazione e fare un minimo di aggiustamenti ;)

 

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

la mia idea, infatti, era quella di alternare due treni sullo stesso circuito, ma con senso di rotazione differente (particolare che, effettivamente, ho omesso di scrivere :D ...)

 

Riportiamo il discorso sul giusto binario ;) Stiamo parlando di automazione di un grosso diorama comunitario, è molto meglio che i treni girino sempre nello stesso senso per non creare problemi di inversione a tutti i moduli del percorso.

 

I treni che invertono la marcia vanno bene per il diorama casalingo. Qui parliamo di un'evento e la cosa introduce complicazioni per i partecipanti.

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

la mia idea, infatti, era quella di alternare due treni sullo stesso circuito, ma con senso di rotazione differente (particolare che, effettivamente, ho omesso di scrivere :D ...)

 

Riportiamo il discorso sul giusto binario ;) Stiamo parlando di automazione di un grosso diorama comunitario, è molto meglio che i treni girino sempre nello stesso senso per non creare problemi di inversione a tutti i moduli del percorso.

 

I treni che invertono la marcia vanno bene per il diorama casalingo. Qui parliamo di un'evento e la cosa introduce complicazioni per i partecipanti.

 

Ne sparo un'altra delle mie....

ma se i reni fossero comandati da sbrick potrebbero girare in sensi opposti, anche nel caso comunitario (senza neanche interferenze ir)

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per postare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai un account? Accedi .

Accedi ora

  • Visualizzato ora da   0 utenti

    Nessun utente registrato su questa pagina.

×
×
  • Crea nuovo...