Jump to content
GianCann

Vendita a peso: necessità di bilancia omologata

Post raccomandati

Presso molti eventi AFOL è solito esserci un'area gioco (con mattoncini sfusi) a disposizione del pubblico con la possibilità di acquistare, A PESO, ciò che si è costruito o più semplicemente i pezzi che possono servire a completare un vecchio set o una MOC.

Nel weekend dell'8 e 9 giugno, a Firenze, si è svolto l'evento Florence Fun & Japan 2019 presso il quale era presente anche un piccolo stand espositivo a tema LEGO, organizzato da un commerciante della zona, con annessi tavoli gioco per cosiddetto "Pick & Build".

Sui tavoli espositivi erano presenti anche alcuni flyer informativi di ToscanaBricks, dato che i 4 espositori presenti appartengono appunto a tale LUG (2 sono anche soci ItLUG) e ci tengono a promuovere l'attività del gruppo.

Lo spazio espositivo, comunque, non era coordinato da ToscanaBricks (benché sia poco significativo, come vedremo più avanti).

Fatto sta, che nella giornata di martedì 11 giugno, nella mailbox di ToscanaBricks giunge la seguente email:

Oggetto: Vendita a peso

Buongiorno,

abbiamo ricevuto segnalazione che durante le manifestazioni a cui partecipa la vostra associazione viene fatto uso di bilance per la vendita a peso di mattoncini LEGO. Tengo ad evidenziarvi che, indipendentemente dal regime fiscale eventualmente applicabile a tale attività (obbligo di partita IVA, registrazione al registro imprese etc.), in base al Decreto 21 aprile 2017, n. 93 qualsiasi transazione commerciale effettuata per mezzo di una misurazione (in questo caso il peso dei mattoncini acquistati determina l'entità dell'esborso) deve essere effettuato mediante uno strumento omologato. Potete accertare la regolarità dello strumento da voi impiegato verificando la presenza della marcatura obbligatoria, definita ai sensi del D.Lgs 517/92; su apposita targhetta devono essere presenti come minimo: la marcatura CE e la lettera maiuscola "M" insieme alle ultime due cifre dell'anno di apposizione della marcatura, racchiuse in un rettangolo. In assenza di tali marcature lo strumento non può essere impiegato per transazioni commerciali e il suo utilizzo in tal senso è sanzionabile da 500 a 1500 €. A disposizione per chiarimenti

Cordiali saluti
Ing. ( ..omississ..)
Responsabile U.O.
Metrologia Legale e Sicurezza Prodotti
CCIAA di Firenze

Nell'email (abbastanza chiara) non viene fatto riferimento ad uno specifico evento e, considerato che c'era indicato il numero telefonico dell'ufficio, ho subito contattato l'ingegnere che ci aveva inviato tale nota informativa.

La persona è stata molto disponibile nel chiarirmi nuovamente la questione della vendita a peso e della necessità di strumenti omologati (che, tra l'altro, richiedono per legge una revisione periodica triennale pressi organi certificati) e mi ha genericamente spiegato che la segnalazione gli è giunta tramite il modulo di contatto dell CCIAA di Firenze e relativa, nello specifico, all'evento Florence Fun & Japan.

Ovviamente, pur specificando che ToscanaBricks non era coinvolto nell'organizzazione dell'evento (cosa che ha poca importanza dato che, comunque, chi ha fatto la segnalazione ha associato l'attività di vendita al nostro gruppo) ho preso per utile la segnalazione con l'impegno di inoltrarla ai "partner commerciali" che sono presenti ai nostri eventi. Sinceramente, prima di questa segnalazione, io non mi sono mai preoccupato di verificare che la vendita a peso fosse effettuata con strumenti omologati. Per curiosità, ieri sera ho controllato anche la bilancia contapezzi di ItLUG (ero da @Fabbbbbricks per lavorare su BiFF2019 e la bilancia è da lui per le attività di smistamento bulk) e pur convinti che fosse omologata/certificata, ci siamo resi conto che effettivamente non lo era e, anzi, era persino presente un adesivo con ben evidenziato "Non utilizzabile a fini di vendita", nonostante a suo tempo fu acquistata ad un prezzo tutt'altro che "popolare" e come strumento "semiprofessionale" (adatto comunque per gli scopi del LUGBULK).

Fermo restando che la responsabilità oggettiva sul rispetto delle normative fiscali ricade sul venditore, soprattutto se sottoscrive un contratto/accordo con gli organizzatori di un evento, dichiarando la sua regolarità nel possedere i requisiti per l'attività di vendita, ritengo utile che queste informazioni siano note anche agli organizzatori di eventi.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Mi permetto di taggare @er_khanc, @Trainspotting@prandrea e @Gozer  che, oltre ad essere AFOL, sono anche negozianti/possessori di regolare P.IVA e potrebbe capitar loro di effettuare vendita a peso durante qualche eventi AFOL.

Parallelamente, conoscendo il commerciante che era presente al Florence Fun & Japan, mi sono premurato di informarlo della segnalazione.

Sia chiara una cosa: la segnalazione è arrivata alla CCIAA da un visitatore. Non è stata evidenziata/contestata alcuna violazione durante l'evento e, soprattutto, non mi è dato sapere se lo strumento usato fosse effettivamente omologato o meno.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Giusta e interessante segnalazione. In effetti nei vari eventi a cui ho partecipato in questi anni, non ho mai visto strumenti omologati o bilance presunte tali. Mi sembravano normalissime bilance acquistabili ovunque e comunque prive di omologazione.
I venditori potrebbero ovviamente smentirmi, credo tuttavia che questa sia un'altro motivo per mettersi in regola per evitare multe pesanti.

Per essere in regola al 100% bisogna fare fronte a spese e a mille pratiche burocratiche però con i prezzi di sfuso che si vedono in giro negli eventi credo che il gioco vale la candela. Almeno finchè ci saranno clienti disposti a spendere quei prezzi!

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
3 ore fa, GianCann ha scritto:

In assenza di tali marcature lo strumento non può essere impiegato per transazioni commerciali e il suo utilizzo in tal senso è sanzionabile da 500 a 1500 €

Innanzitutto grazie per la preziosa informazione: è un aspetto da tenere assolutamente presente.

Detto questo, considerando il contesto (evento LEGO, livello hobbistico etc), mi fa davvero specie che un "tizio qualunque", un visitatore, si sia preso la briga di segnalare formalmente una cosa come quella (dal punto di vista legale tutto corretto, però...) ad una Authority.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
7 minuti fa, Frank4bricks ha scritto:

Detto questo, considerando il contesto (evento LEGO, livello hobbistico etc), mi fa davvero specie che un "tizio qualunque", un visitatore, si sia preso la briga di segnalare formalmente una cosa come quella (dal punto di vista legale tutto corretto, però...) ad una Authority.

Magari era un tizio qualunque che di mestiere vende cose a peso e che magari, avendo lui stesso fatto un investimento per una bilancia certificata, quando ha visto una bilancia non regolare si è sentito come dire... infastidito!

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Può essere, ma non stiamo parlando di pescivendoli, ortolani o macellai (che se "truccano" sul peso frodano i clienti).
Stiamo parlando di pezzi di plastica, che per quanto scarto abbia una bilancia non omologata, vuol dire una differenza di un brick o qualche plate...

Mah...

Comunque torno a dire che questa info è molto importante per chi vuole, giustamente, operare nel pieno rispetto delle normative. Forse perchè tendiamo ad associare le bilance di precisione al cibo, era una cosa alla quale sinceramente non avevo mai pensato.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Frank4bricks ha scritto:

Può essere, ma non stiamo parlando di pescivendoli, ortolani o macellai (che se "truccano" sul peso frodano i clienti).
 Stiamo parlando di pezzi di plastica, che per quanto scarto abbia una bilancia non omologata, vuol dire una differenza di un brick o qualche plate...

Mi pare la stessa cosa. Comunque era un'osservazione volutamente assurda.

In ogni caso 'nessuno' ti obbliga a comprare una bilancia certificata. Poi però se arriva il verbale da 1500 euro...

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Frank4bricks ha scritto:

Può essere, ma non stiamo parlando di pescivendoli, ortolani o macellai (che se "truccano" sul peso frodano i clienti).

Ma che discorso fai, @Frank4bricks.

La normativa della vendita a peso prescinde dal fatto che tu venda un prodotto alimentare, bulloni, plastica o tessuti.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
18 minuti fa, GianCann ha scritto:

Ma che discorso fai, @Frank4bricks.

La normativa della vendita a peso prescinde dal fatto che tu venda un prodotto alimentare, bulloni, plastica o tessuti.

Ovvio. Sto solo dicendo che stiamo parlando di una attività hobbistica, rivolta ad appassionati che del plate in più o in meno se ne fregano.

Detto ciò, il fatto che se la utilizzi come strumento di vendita, la bilancia debba essere certificata per l'uso in vendita e omologata per tale utilizzo è (ora, dopo il tuo post e il tuo racconto) è evidente e fuori discussione.

Se vuoi essere in regola, devi comprarti la bilancia "uso vendita". Punto.

Stavo solo facendo una considerazione da bar, non mettendo in discussione la norma o la legge.

 

19 minuti fa, Fabbbbbricks ha scritto:

Mi pare la stessa cosa. Comunque era un'osservazione volutamente assurda.

In ogni caso 'nessuno' ti obbliga a comprare una bilancia certificata. Poi però se arriva il verbale da 1500 euro...

Non stavo giustificando una non volontà di acquistare una bilancia omologata per l'uso in vendita. Casomai il contrario. 

Stavo solo facendo una "chiacchiera da bar" sul fatto che un tizio qualunque si sia preso la briga di "denunciare" il fatto alla CCIAA.
 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

La legge e il mondo italiano è veramente una giungla...

Ho chiesto al mio commercialista, non sapeva di questa norma e si sarebbe informato... chiaro che il rispetto della legge mi sembra d’obbligo... ma come tutte le cose... non sanno più dove recuperar soldi... anche se tutt’ora agli eventi, di piccoli grandi LUG, associazioni ecc è pieno di venditori non regolari... ma questa è un’altra storia...

 

comunque grazie per averci informato in quanto non conoscevo questa particolare omologazione... mi informerò su costi ecc ecc

 

grazie mille ragazzi

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
1 ora fa, Frank4bricks ha scritto:

Sto solo dicendo che stiamo parlando di una attività hobbistica, rivolta ad appassionati che del plate in più o in meno se ne fregano.

Finché parliamo di un "ravanata" che si svolge durante un incontro serale, tra un numero limitato di AFOL amici, allora possiamo anche parlare di attività hobbistica tra appassionati e dubito che mai qualcuno dei partecipanti possa far questioni...

Nel momento in cui la vendita la fai "al pubblico" (ad un prezzo all'etto superiore ad un buon prosciutto di Parma) in un evento aperto al grande pubblico, le cose (a quanto è emerso) cambiano.

36 minuti fa, prandrea ha scritto:

Ho chiesto al mio commercialista, non sapeva di questa norma e si sarebbe informato

Cambialo 😄😄😄

36 minuti fa, prandrea ha scritto:

tutt’ora agli eventi, di piccoli grandi LUG, associazioni ecc è pieno di venditori non regolari... ma questa è un’altra storia...

Beh, se dovessimo sviscerare questo argomento, credo si scatenerebbe il putiferio. Fermo restando che, come ho già spiegato in passato in questa altra discussione, non è strettamente necessario possedere la Partita IVA nel caso in cui effettua l'attività di vendita 1-2-3 volte in un anno, a patto comunque di rilasciare apposita ricevuta (non fiscale).

36 minuti fa, prandrea ha scritto:

mi informerò su costi ecc ecc

Non meno di 2-300 euro, per una bilancia omologata.

Tipo questa:

BILANCIA ELETTRONICA OMOLOGATA CRIOS10 CON BATTERIA E ALIMENTATORE PORTATA 6/15 Kg DIV.2/5g https://www.amazon.it/dp/B00VRHX19W/r

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
9 minuti fa, GianCann ha scritto:

Nel momento in cui la vendita la fai "al pubblico"

Ovviamente solo dopo aver letto il tuo post originale (prima non ne ero a conoscenza, visto che non ho mai venduto sfuso), su questo punto non v'è dubbio alcuno! Ci vuole la bilancia omologata e certificata.

9 minuti fa, GianCann ha scritto:

Tipo questa:

BILANCIA ELETTRONICA OMOLOGATA CRIOS10 CON BATTERIA E ALIMENTATORE PORTATA 6/15 Kg DIV.2/5g https://www.amazon.it/dp/B00VRHX19W/r

Un dubbio: può essere che, essendo omologata, debba anche essere (nel tempo) manutenuta e ri-omologata/ri-certificata?

Mi sono risposto da solo: https://metrologica.it/guida-pratica-alla-verifica-metrica-periodica-per-le-bilance/

Ultima modifica: da Frank4bricks
Mi sono risposto da solo

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
1 minuto fa, GianCann ha scritto:

Confermo. Ogni 3 anni, presso specifici centri di certificazione.

...e registrarla in Camera di Commercio:
"assieme al modulo da compilare e inviare all’ufficio di competenza proprio per la registrazione"

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Ti ringrazio della segnalazione perché sinceramente non avrei pensato mai a questa cosa, soprattutto perché è qualcosa che viene associata più al cibo che al mondo hobbystico .

Fortunatamente ancora non ho attivo il pick per cui meglio così 😉 

 

 

1 ora fa, Frank4bricks ha scritto:

Un dubbio: può essere che, essendo omologata, debba anche essere (nel tempo) manutenuta e ri-omologata/ri-certificata?

@Frank4bricks a prescindere che ti sei risposto da solo (come hai detto te 😉 ) va specificato che qualsiasi strumento omologato va periodicamente revisionato. Un po' come i misuratori fiscali o meglio conosciuti come registratori di cassa. 

Quindi anche una bilancia omologata va periodicamente revisionata 🙂 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

E se si trasformasse tutta la vendita a peso in vendita a volume? Tipo gli LCS?

Potrebbe essere la soluzione invece che acquistare una bilancia certificata?

Ovvio che c'è una certa complicazione nel "volumizzante il tutto"

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

 

Oggettivamente nel momento che si vende a peso, è scontato che il sistema che si usi sia omologato.

Certo pensando ai mattoncini viene da sorridere.

Però probabilmente il tizio che fa quel mestiere per lavoro... 

 

Poi certo la domanda che uno potrebbe porsi: ma perché ci sono in vendita bilance non omologate?

Uno potrebbe semplicemente fare una legge per cui tutti gli strumenti di misura devono essere omologati e stop... 

Ma ora penso che con l'Europa tante cose verranno messe a posto.

Non faremo la fine della Danimarca che è sull'orlo del fallimento per non aver adottato l'euro quando era la quinta potenza economica al mondo.

 

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
15 ore fa, AirMauro ha scritto:

Non faremo la fine della Danimarca che è sull'orlo del fallimento per non aver adottato l'euro quando era la quinta potenza economica al mondo.

 

Sarcasmo?? 🤔😂

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per postare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai un account? Accedi .

Accedi ora

  • Visualizzato ora da   0 utenti

    Nessun utente registrato su questa pagina.

×
×
  • Crea nuovo...