Jump to content
IGNORED

LEGO PoweredUp! (aka power functions 2.0)


Recommended Posts

Tutto molto interessante. Col nuovo firmware e la nuova app varrebbbe la pena di riprovare a utilizzare il sensore di colore per comandare l'arresto e la ripartenza di un treno... ma il mio attuale progetto prevede di utilizzare la seconda porta dell'hub per comandare l'apertura delle porte. L'hub technic dovrebbe essere più ingombrante visto che ospiterà batterie stilo, quindi dubito che si possa utilizzare su un treno.

Se l'app potesse comandare più hub contemporaneamente, allora sarebbe una svolta... in quel caso forse si potrebbe anche fare a meno dell'ATS per semplici automazioni di diorama ferroviari...

P.S. i costi degli hub sono assurdi, ha molto più senso comprare i set che li contengono!

Edited by LegoAmaryl
Link to comment
Share on other sites

47 minuti fa, LegoAmaryl ha scritto:

Tutto molto interessante. Col nuovo firmware e la nuova app varrebbbe la pena di riprovare a utilizzare il sensore di colore per comandare l'arresto e la ripartenza di un treno...

Stasera faccio qualche test anche se il problema della sensibilità/precisione/influenza dai fattori esterni resta comunque un nodo intrinseco del sensore stesso.

47 minuti fa, LegoAmaryl ha scritto:

L'hub technic dovrebbe essere più ingombrante visto che ospiterà batterie stilo, quindi dubito che si possa utilizzare su un treno

Sono proprio curioso di vedere il design e di capire quanto sia "piccolo".

47 minuti fa, LegoAmaryl ha scritto:

Se l'app potesse comandare più hub contemporaneamente, allora sarebbe una svolta... in quel caso forse si potrebbe anche fare a meno dell'ATS per semplici automazioni di diorama ferroviari...

E' la prima cosa che mi è venuta in mente. Al momento sembrerebbe che l'App possa controllare un solo hub. Visto che ne ho 4 a disposizione, proverò comunque a vedere se c'è verso di accoppiarne più di uno.

47 minuti fa, LegoAmaryl ha scritto:

P.S. i costi degli hub sono assurdi, ha molto più senso comprare i set che li contengono!

Non ho parole: 50 euro per il solo hub.
Tanto vale prendere il set di Batman (sta al 20% di sconto) che include l'hub e 2 motori "M" WeDo 2.0
https://www.amazon.it/Super-Heroes-Batmobile-telecomandata-76112/dp/B0792RB3B5

...oltre al fatto che il Batman presente in questo set è 'esclusivo'!

P.S. Il motore WeDo 2.0 può essere acquistato tramite CampuStore (a 24,40 euro) o tramite il Brick & Pieces, a ben 31,70 euro!
Al momento non è disponibile sullo shop 'classico'.

Link to comment
Share on other sites

Dato che la nuova versione dell'App per il sistema Powered Up è praticamente identica a quella del Boost, qui trovate la documentazione dei principali blocchi di programmazione:
https://www.LEGO.com/en-us/service/help/products/electronics-robotics/boost/guide-to-LEGO-boost-programming-blocks-408100000009897

Allego anche un PDF con la documentazione di TUTTI i blocchi.

legoboostcoding.pdf

Link to comment
Share on other sites

11 ore fa, LegoAmaryl ha scritto:

Tutto molto interessante. Col nuovo firmware e la nuova app varrebbbe la pena di riprovare a utilizzare il sensore di colore per comandare l'arresto e la ripartenza di un treno... ma il mio attuale progetto prevede di utilizzare la seconda porta dell'hub per comandare l'apertura delle porte. L'hub technic dovrebbe essere più ingombrante visto che ospiterà batterie stilo, quindi dubito che si possa utilizzare su un treno.

Se l'app potesse comandare più hub contemporaneamente, allora sarebbe una svolta... in quel caso forse si potrebbe anche fare a meno dell'ATS per semplici automazioni di diorama ferroviari...

P.S. i costi degli hub sono assurdi, ha molto più senso comprare i set che li contengono!

sperando ce ne sia una versino a batteria ricaricabile lipo...

Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, Laz ha scritto:

In che senso?

tipo ora: sono loggato in LEGO.com. Vado al tuo link lan.LEGO.com. Mi dice di dare il consenso e registrarmi, clicco, muore.

Poi vai nella pagina e scopri che:

Access to resource at 'https://identity.LEGO.com/connect/authorize?client......._uri=https://lan.LEGO.com/oauth/callback/&s.....' (redirected from 'https://lan.LEGO.com/manifest.webmanifest/') from origin 'https://lan.LEGO.com' has been blocked by CORS policy: No 'Access-Control-Allow-Origin' header is present on the requested resource.

🤣🤦‍♂️

Link to comment
Share on other sites

Intendi per loggarti e commentare, immagino, l'accesso alla pagina è pubblico.

Strano comunque... hai provato da un browser pulito senza cookie? Perché in teoria dovrebbe sì assegnarti uno di quei nomi divertenti "safe" per i bambini (se non ricordo male questa cosa è nata quando l'hanno uniformato all'app LEGO Life per i bambini), ma poi qui dovresti poterlo cambiare tranquillamente e risultare registrato.

Link to comment
Share on other sites

Il 16/4/2019 alle 11:42, GianCann ha scritto:

Mi correggo: del motore M ne esistono due versioni:

Per la precisione, i motori (sebbene siano entrambi identificabili come 'Medium') hanno una caratteristica fondamentale di differenza: quello più squadrato include un encoder e quindi è possibile farlo ruotare di 'x gradi' o 'x giri' ed è possibile anche leggerne la velocità di rotazione.

Isogawa (che ogni mattina se ne inventa una nuova...) ha subito messo alla prova la nuova App e il nuovo firmware del PU HUB realizzando un mezzo che "intercetta" un ostacolo (sfruttando i motori come sensori) e cambia direzione per aggirarlo.

La presenza dell'encoder "giustifica" il prezzo più elevato (17,99 euro) del motore, rispetto a motore PF 1.0 (8,99 euro). 

C'è anche una differenza di giri tra i due motori LPF2.0: quello con l'encoder gira più lentamente.

Link to comment
Share on other sites

Ieri mi è arrivata la Batmobile, presa su Amazon esclusivamente per i motori e l'Hub

IMG_20190417_135917.jpg

...ed oggi ho fatto un primo test reale della nuova versione dell'App. Innanzitutto, appena ha "sentito" l'hub (ci sono voluti diversi secondi) ha eseguito l'upgrade del firmware senza chiedere alcuna conferma... l'aggiornamento ha richiesto circa un paio di minuti. L'avanzamento viene mostrato sullo schermo dello smartphone mentre il LED dell'hub cambia colore ciclicamente.

Screenshot_20190418-140235.jpg

Una volta aggiornato, viene "agganciato" ed evidenziato. Nella finestra di connessione viene anche mostrato lo status della batteria.

Screenshot_20190418-140608.jpg

Come potete notare dall'immagine qui sopra, l'App vede due hub, perché ne ho accessi due nelle vicinanze dello smartphone. Però sono riuscito ad agganciare solo uno dei due... non ho trovato il modo di farli per entrambi. Del resto, nei blocchi di programmazione non mi pare di aver visto nulla relativo alla selezione di uno o di un altro hub.

In ogni caso, come i più attenti avranno notato, uno dei due hub si chiama 'Gianluca' perché in precedenza, tramite ATS, avevo impostato un nome personalizzato. Spero che in futuro possano evolvere l'App per controllare più hub contemporaneamente...

IMG_20190418_141725.jpg

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, GianCann ha scritto:

Isogawa (che ogni mattina se ne inventa una nuova...) ha subito messo alla prova la nuova App e il nuovo firmware del PU HUB realizzando un mezzo che "intercetta" un ostacolo (sfruttando i motori come sensori) e cambia direzione per aggirarlo.

Ecco il "codice" che mi ha gentilmente fornito Isogawa:

FB_IMG_1555594865881.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ho dedicato una mezz'ora a provare la nuova versione dell'App con il motore tachimetrico:

 

Nel secondo test ho usato il sensore di colori/prossimità del Boot per simulare il funzionamento di un PL (lo so, il funzionamento dovrebbe essere al contrario, ma ho inserito l'axle in modo errato e non avevo voglia di rifare il video). Questo è il "codice" che ho utilizzato:

Screenshot_20190418-170932.jpg

Link to comment
Share on other sites

Alcune mie personali considerazioni sul sistema PU, alla luce delle recenti novità...

Finalmente si inizia a vedere qualcosa di più interessante rispetto a quando annunciarono questo sistema di controllo, al momento dell'uscita dei nuovi treni LEGO City.

Il fatto che l'hardware abbia il firmware aggiornabile permetterà di sviluppare il prodotto (almeno lo spero) per implementare nuovi sensori (quelli dello Spike, ad esempio?) o aggiungere funzionalità al momento non previste.

Una su tutte: la possibilità di caricare un programma/sketch sulla memoria interna per essere eseguito senza la necessità di avere uno smartphone come "gestore applicativo". Sicuramente non sarà una cosa semplice, visto che l'hub ha un solo pulsante (quello di accensione) e che lo stesso ha già una funzione aggiuntiva (quella del pairing con l'apposito telecomando) oltre al meccanismo di shutdown (long press). Pertanto, dovrebbero trovare una "sequenza" per lanciare uno sketch a bordo, oltre che segnalare (ma questo è più che fattibile) eventuali problemi legati ad una errata configurazione dei motori/sensori connessi alle porte. Cioè, se carico uno sketch che usa un motore sulla porta A ed un sensore di colore sulla porta B, l'hub deve essere in grado di segnalare l'errore nel caso in cui questi dispositivi non siano presenti o connessi in modo invertito. Ma questo è fattibilissimo per mezzo del LED multicolore: basta una sequenza di lampeggio codificata.

Comunque, già così (ovvero con il legame hub-smartphone/tablet) il sistema PU inizia a mostrare le sue potenzialità rispetto al "vecchio" Power Function 1.0 basato su IR.

La nuova versione dell'App che consente una programmazione dell'hub è ancora acerba ma nell'arco di poco tempo (3-4 mesi) dovrebbe uscire un nuova versione che supporterà il misterioso Control+ previsto nel mega-set Technic e di cui l'unica informazione "sicura" che abbiamo al momento è la presenza di 4 porte di I/O (cosa che potrebbe far "morire" l'SBrick).

Manca l'help sui singoli blocchi, così come è già disponibile nell'App del Boost (un tap lungo sul blocco fa apparire un popup con la spiegazione), e quindi bisogna andare un po' ad intuito/tentativi nell'utilizzo dei vari blocchi (alcuni dei quali, un po' complessi). La documentazione online è praticamente scarna, se non inesistente... confido in un aggiornamento veloce del nuovo sito che hanno dedicato al sistema PU.

Ecco un paio di screenshot che mostrano questo help
WhatsApp Image 2019-04-19 at 09.43.03 (1).jpeg

WhatsApp Image 2019-04-19 at 09.43.03.jpeg
(nota: a nulla serve installare l'app del Boost per sfruttare il suo help: senza connessione al MoveHub non si entra nella schermata di programmazione, a differenza dell'App Powered Up che permette di progettare uno sketch senza che ci sia l'hub connesso)

L'App è inoltre limitata al controllo di un solo hub. Voci (o speranze?) danno per certo che questo limite sarà superato in una prossima versione/firmware. Tecnicamente è più che fattibile (su iPad si possono agganciare fino a 10 hub contemporaneamente, su Android almeno 5) e tutto dipenderà solo da come TLG intende sviluppare questo prodotto.

Il fatto che stiano organizzando un workgroup con 15 AFOL lascia ben sperare... staremo a vedere.

Come mia ultima considerazione personale, ritengo che in questo momento la confusione regni sovrana sia in casa LEGO, sia tra gli AFOL: LPF2.0, Spike Prime, Control+, Boost, EV3, WeDo e compagnia bella... sicuramente ognuno con il suo specifico target/ambito applicativo ma tutti in via di "sviluppo" (eccetto l'EV3, che è in giro oramai da 5 e passa anni e che 'forse' sarà sostituito nell'arco dei prossimi 2)

Sul blog The Rambling Bricks c'è un bell'articolo sulle nuove funzionalità dell'App, con alcuni test dedicati al controllo di un treno.
Resta il fatto, come riscontra anche l'autore dell'articolo, della non assoluta precisione del sensore: "I initially attempted to make it work using black and white, but they were unreliable – perhaps due to colours in the table. Green and yellow worked well as a combination. Occasionally the yellow was missed. Ultimately, it might be better to spread plates over multiple tiles."

 

Link to comment
Share on other sites

Ho chiesto a Marc-André Bazergui (Ambassador del LUG Robot Mak3rs) di fare un test con l'hub Powered Up e i nuovi motori dello Spike.

Marc-André è infatti uno degli AFOL che ha avuto in anteprima lo Spike Prime e lo "testando".

Sappiamo già da tempo che il sistema Powered Up ha un meccanismo tramite il quale identifica il tipo di dispositivo connesso alle sue porte (che, vi ricordo, sono sia di input che di output).

Pertanto, al momento, il firmware dell'hub PU (e l'App relativa) ignorano la presenza del motore Spike. Questo non è detto che, comunque, non sia utilizzabile... Nathan Kellinicki, autore della utilissima libreria JS per controllare il PU hub, sostiene che dovrebbe potersi comunque controllare bypassando l'App ma al momento, non avendo a disposizione un motore Spike, non può effettuare un'anali della comunicazione Bluetooth per capire cosa succede quando all'hub è connesso un motore di questo tipo.

Nella foto, i 3 motori e il PU hub.

FB_IMG_1555826701171.jpg

Link to comment
Share on other sites

Il 21/4/2019 alle 08:18, GianCann ha scritto:

Pertanto, al momento, il firmware dell'hub PU (e l'App relativa) ignorano la presenza del motore Spike. Questo non è detto che, comunque, non sia utilizzabile... Nathan Kellinicki, autore della utilissima libreria JS per controllare il PU hub, sostiene che dovrebbe potersi comunque controllare bypassando l'App ma al momento, non avendo a disposizione un motore Spike, non può effettuare un'anali della comunicazione Bluetooth per capire cosa succede quando all'hub è connesso un motore di questo tipo.

Aspetto con ansia il momento in cui l'HUB potrà essere programmato e una volta attivano manda in esecuzione il programma salvato al suo interno, senza utilizzo di smartphone, tablet, ecc...

#IOciCREDO 

Link to comment
Share on other sites

Vi segnalo questo video appena pubblicato da Nicola Kleiser che mostra il funziona dei sensori di movimento/tilt in connubio con il move hub del Boost e lo smart hub Powered Up.
E' singolare come il sensore di inclinazione del WeDo 2.0 riporti un angolo valore di inclinazione pari a 45 quando è ruotato di 90°, mentre il sensore interno al Boost riporta correttamente 90 (o -90).
Comunque, questa è la dimostrazione della compatibilità dei sensori WeDo 2.0

 

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, GianCann ha scritto:

E' singolare come il sensore di inclinazione del WeDo 2.0 riporti un angolo valore di inclinazione pari a 45 quando è ruotato di 90°

Ho chiesto a Nicola di fare un video specifico, più dettaglio, sul solo sensore WeDo 2.0 connesso al Powered Up.

La realtà è che il sensore riporta solo un'inclinazione di +/- 45° rispetto la posizione iniziale. Ruotarlo oltre 45° non comporta alcuna variazione del valore rilevato che resta fisso sul fondo scala.

Guardando attentamente il video precedente si riesce già a percepire questo aspetto, benché è tutto veloce e non sufficientemente chiaro. In questo nuovo video, invece, è nettamente chiara la differenza tra il sensore del Boost e quello del WeDo 2.0.

 

Link to comment
Share on other sites

In attesa che @Laz possa fare ulteriori domande al team Powered Up, dalle slide che sono state pubblicate ieri si evince anche la futura disponibilità di un pacco-batterie "stupido", ovvero senza nessuna elettronica intelligente, che sarà in grado di pilotare i motori in modo on-off, così come già avviene oggi per i Power Function. Notare, nell'immagine, la forma simile al Control+ (quello sulla destra) ma la presenza di comandi specifici on-off/direzione di rotazione.

pu1.png

Link to comment
Share on other sites

Anche questa immagine, che riepiloga l'ecosistema PU è molto interessante: il fatto che tutti questi componenti siano sono il 'cappello' Powered Up potrebbe (il condizionale è d'obbligo, vista la presenza dell'hub Wedo 2.0) interagire tutti tra di loro:
PU2.png

Si nota, nuovamente il 'Simple Hub'-Battery Box...

Link to comment
Share on other sites

Ho provato a sovrapporre il PU Hub con il Control+... le dimensioni sembrano essere il doppio, in quanto a larghezza.
In realtà, il Control+ sembrerebbe essere un 9x9, ma non sono certo al 100%. Solitamente i lift arm sono dispari... e quindi tornerebbe il 9x9, però ho il dubbio che possa essere anche un 9x8.
Edit: confermo, è 9x9
blob.png

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, GianCann ha scritto:

Edit: confermo, è 9x9

Grosso, troppo grosso. Con l'architettura elettronico che è possibile oggi, sembrano rimasti indietro di 20anni.
Fattibilissima la realizzazione in dimensioni come un HUB normale. Bah...

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Pix ha scritto:

Grosso, troppo grosso. Con l'architettura elettronico che è possibile oggi, sembrano rimasti indietro di 20anni.
Fattibilissima la realizzazione in dimensioni come un HUB normale. Bah...

Usa però le stilo (AA)!

Link to comment
Share on other sites

@Laz potrebbe chiedere se nel team che si occupa del design degli hub che usano ministilo hanno considerato come utenti solo gente che ha le unghie tipo Wolverine... Togliere alcune batterie è arduo.. magari il nuovo hub è gigante anche perché è un pelo più accessibile?

Link to comment
Share on other sites

Alla fiera di Albano ho avuto modo di far girare una versione modificata del treno Powered Up (4 carrozze ma leggermente più grandi e pesanti di quelle originali), e devo dire che non trovo così limitante l'utilizzo delle ministilo. Trovo che la cosa più importante sia la possibilità di connettere tra loro più hub, così da poter realizzare ciò che con il PF si ottiene semplicemente selezionando lo stesso canale IR su più ricevitori.

La presentazione del sistema "allargato" (https://leganerd.com/2019/05/24/LEGO-presenta-a-billund-i-nuovi-moduli-powered-up/) promette funzionalità molto interessanti e inoltre fa chiarezza stabilendo che "Powered Up" è il nome del sistema inteso nel suo complesso e che l'app omonima sarà, a regime, quella compatibile con tutti i dispositivi.

Non mi è chiaro se quanto presentato in questa slide sia già possibile o è necessario attendere aggiornamenti del firmware e dell'app. In ogni caso apre delle possibilità molto interessanti. Si potrebbero per esempio posizionare alcuni hub in alcune parti di un diorama per determinare il passaggio del treno con un sensore o per azionare gli scambi...

8.jpg

Edited by LegoAmaryl
Link to comment
Share on other sites

A quanto pare, i due nuovi motori PU di cui abbiamo visto le immagini negli ultimi giorni, non avranno funzionalità di impostazione dell'angolo di rotazione o del numero di giri da compiere ma potranno SOLO leggere la posizione dell'albero (rispetto ad un punto 0?) ed una eventuale situazione di stallo... spero che questa informazione sia stata male interpretata da chi l'ha diffusa, perché non ne capirei il senso, dato che renderli "servo" al 100%, non avrebbe richiesto praticamente nulla (chi capisce di elettronica, sa benissimo perché).

Nel frattempo, condividi anche qui alcune foto del Control+ che stanno girando su Facebook. Le dimensioni sono generose, come già abbiamo visto nei giorni scorsi, ma poi non così tanto se paragonato al solo pacco batterie del PF1 (ripeto SOLO pacco batterie, mentre il Control+ integra molto di più).

Da notate l'alloggiamento dell 6 stilo: il contenitore potrebbe essere sostituito, in futuro da una LIPO ricaricabile , ufficiale LEGO?

FB_IMG_1559134840229.jpg

FB_IMG_1559134852490.jpg

FB_IMG_1559134845587.jpg

FB_IMG_1559134848237.jpg

FB_IMG_1559134850535.jpg

FB_IMG_1559134862523.jpg

FB_IMG_1559134856925.jpg

FB_IMG_1559134859570.jpg

FB_IMG_1559134843183.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Il 24/5/2019 alle 14:12, LegoAmaryl ha scritto:

Non mi è chiaro se quanto presentato in questa slide sia già possibile o è necessario attendere aggiornamenti del firmware e dell'app.

È già possibile (sin dalla prima versione del firmware) e in questo video è spiegato come fare:

Sfortunatamente è valido solo per il controllo dei motori tramite il telecomando PU.

Dobbiamo attendere il rilascio di una nuova versione del firmware e dell'App affinché sia possibile controllare più HUB contemporaneamente, anche con comandi diversi.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...