Jump to content
Fabbbbbricks

Dreaming: The Arrival

Recommended Posts

 B5017  Dreaming: The Arrival

 

BG5017.png

 

Chi mi conosce bene sa quanto detesto fare le cose all'ultimo momento e quanto è importante per me arrivare pronto e con anticipo alle scadenze. Ecco quindi un breve racconto della genesi di questa MOC.

Quattro giorni prima 😂🤣 di intraprendere il lungo viaggio della speranza verso Skærbæk, decisi che era arrivato il momento di mettere mano alla MOC che, furbescamente, avevo indicato mesi prima nel modulo di registrazione. No, non è vero visto che quello che avevo registrato era un progetto decisamente diverso! Naturalmente il cambio di progetto/contenuto non era un grande problema, ma la dimensione/ingombro sì, e visto che avevo registrato una MOC di 64x64 stud dovevo comunque stare in quella dimensione per non creare problemi agli amici di Skærbæk.

Ora il punto era solo trovare qualcosa da costruire in uno spazio di 4096 stud... IDEA! Costruisco una scena in formato microscala ispirata a ViaregiaBricks così da usare pochi brick e far presto! Certo, certo... Ma quanto sarò ingenuo (leggi stupido)?!

In ogni caso vado avanti con l'idea e a quel punto approfondisco un po' quello che avevo immediatamente disegnato su carta: un mare, una spiaggia, un porto, una città, una montagna, un treno in galleria... Ecco no, quello l'ho fatto sparire subito! Proseguo nel ragionamento e a quel punto decido che serve anche un background, una storia. ALTRA IDEA! Realizzo il prequel di Dreaming, la piccola vignetta che tante soddisfazioni mi aveva regalato in passato e, a dirla tutta, ancora oggi. Naturalmente come quasi tutti i prequel il risultato non è mai all'altezza dell'originale...

Deciso tutto questo inizio a costruire il mare, la spiaggia, le strade e il molo (a questo punto qualcuno potrebbe notare una qualche somiglianza con Viareggio, ma non è Viareggio, è una cittadina di fantasia vagamente ispirata in alcune parti alla mia città natale) e ad incontrare le prime difficoltà dovute alla tolleranza dei mattoncini LEGO. Sì perché in soli cinquanta stud circa si è creata, incredibile ma vero, una differenza di lunghezza davvero importante (parliamo di diversi millimetri) tra brick e plate che ne rende particolarmente noioso il montaggio. In questo caso il punto critico è la divisione della parte di mare fatta di brick e l'attacco con la spiaggia fatto di plate (più avanti posterò foto del dettaglio).

Comunque vado avanti e dopo un primo giorno di lavoro riesco ad abbozzare tutta la 'base'. Nel secondo giorno sistemo la parte rocciosa e quindi smonto e rimonto quasi tutto per rendere la MOC parzialmente smontabile e trasportabile. A quel punto decido anche di realizzare gli edifici piccoli su plate 4x6 e quelli grandi su plate 4x12. Passo quindi tutto il terzo giorno a realizzare i vari edifici, sistemare qualche dettaglio e a fare qualche correzione qua e là. In realtà qualche bozza di edificio l'avevo già fatta il giorno prima... Ah, oltre agli edifici 'standard' 4x6 e 4x12 decisi anche di realizzare due edifici più piccoli, uno su plate 2x6 e uno su plate 2x12 da usare in modo diverso dagli altri. Infine, proprio di fronte alla parete rocciosa, ci sono due spazi verdi costruiti su plate 8x16.

Alla fine riesco a completare, smontare e imballare tutto il pomeriggio del giorno precedente la partenza. Partenza teorica visto che l'incendio attivo sui monti pisani in quei giorni portò alla chiusura dell'aeroporto di Pisa e alla cancellazione di tutti i voli. Da lì il lungo viaggio della speranza con l'acquisto di un nuovo volo last minute e un viaggio non previsto verso Roma e Bruxelles.

Nonostante tutto, io, @ZioTitanok e @mirkolitico siamo riusciti ad arrivare in Danimarca e quindi a Skærbæk pronti per iniziare il setup. Un setup che sulla carta doveva durare pochi minuti, ma che invece si è trasformato in un setup di almeno un paio d'ore visto che la parete rocciosa si era quasi completamente distrutta nel viaggio. Per fortuna il buon @mirkolitico mi ha dato una gran mano nel ricostruirla aiutandomi a trovare i giusti incastri utilizzando anche alcuni pezzi rubati dalla MOC di @ZioTitanok (non volevo stud a vista e non trovavo più alcuni pezzi...), ma questa è un'altra storia! 😄

 

Dopo Skærbæk la MOC è stata esposta anche durante Bricks in Florence Festival e lì, in un mio raro passaggio davanti alla MOC, mi sono accorto di un ulteriore punto di collegamento con Dreaming: l'osservatore non capisce immediatamente la MOC finché non si rende conto che...

 

Ah, dimenticavo... nella MOC ci sono alcuni 'easter egg' passati, presenti e futuri oltre ad un grossolano errore!

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minutes ago, Fabbbbbricks ha scritto:

ma che invece si è trasformato in un setup di almeno un paio d'ore

"Un paio d'ore" is the new "tutto il venerdì pomeriggio" 🤣

 

6 minutes ago, Fabbbbbricks ha scritto:

anche alcuni pezzi rubati dalla MOC di @ZioTitanok (non volevo stud a vista e non trovavo più alcuni pezzi...), ma questa è un'altra storia! 😄

.. pezzi che chiaramente hanno contributo al successo della tua MOC. 🤩

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, ZioTitanok ha scritto:

"Un paio d'ore" is the new "tutto il venerdì pomeriggio" 🤣

😡

 

3 ore fa, ZioTitanok ha scritto:

.. pezzi che chiaramente hanno contributo al successo della tua MOC. 🤩

Successo... Ora non esageriamo!

 

3 ore fa, mirkolitico ha scritto:

Ed ecco che un "tranquillo" pomeriggio di set-up si trasformò in una rapina legosa. Però è stato divertente! 😄 

Ma quante avventure con quei mattacchioni di Fabrizio e Nicola!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 19/11/2018 alle 15:21, Fabbbbbricks ha scritto:

[...] ad incontrare le prime difficoltà dovute alla tolleranza dei mattoncini LEGO. Sì perché in soli cinquanta stud circa si è creata, incredibile ma vero, una differenza di lunghezza davvero importante (parliamo di diversi millimetri) tra brick e plate che ne rende particolarmente noioso il montaggio. In questo caso il punto critico è la divisione della parte di mare fatta di brick e l'attacco con la spiaggia fatto di plate (più avanti posterò foto del dettaglio).

 

Questa sera ho finalmente trovato cinque minuti per sballare la MOC (al ritorno da BiFF 😅), rimontarla e fotografare il problema che raccontavo tempo fa. Ecco qui le foto in dettaglio della differenza di lunghezza tra le due parti:

BG5017-ProblemaTolleranza_00.jpg

Vista d'insieme delle due parti. Notare che la parte sinistra, anche se non agganciata, è perfettamente allineata.

 

BG5017-ProblemaTolleranza_01.jpg

Nel tondo in alto (sul tan) si nota già un piccolo problema di connessione (quella parte resta lenta), ma la parte davvero problematica è quella sul blu come si vede nel dettaglio della foto successiva.

 

BG5017-ProblemaTolleranza_02.jpg

La linea rossa mostra l'effettiva differenza di lunghezza tra le due parti. Vista così, ma anche nella realtà, la differenza è di circa 1/4 di brick.

Questa differenza crea non pochi problemi in fase di montaggio in quanto bisogna esercitare una pressione abbastanza significativa per unire le due parti con il rischio di distruggere il tutto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente pazzesca la differenza tra le 2 parti... ma hai provato a chiedere una spiegazione ufficiale alla LEGO?

comunque ha ricordato tantissimo anche a me Viareggio, da piccolo andavo sempre coi miei al Bagno Nettuno 😄

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovrebbe essere la normale tolleranza che nasce dall'usare pezzi di lunghezza diversa su superfici lunghe.

Jamie durante l'incontro con lui a Skaerbaek lo scorso anno ne aveva parlato, se non sbaglio. Aveva anche dato un suggerimento... che però non ricordo assolutamente. Qualcun altro che c'era se lo ricorda?

Però, Fabio, se vuoi lo riporto comunque sulla LAN, chiedendo appunto se rientra nella normale tolleranza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
56 minutes ago, Ceis ha scritto:

Veramente pazzesca la differenza tra le 2 parti... ma hai provato a chiedere una spiegazione ufficiale alla LEGO?

No, ne ho parlato con @Laz brevemente durante lo scorsa SFW e qui con voi sul forum adesso.

 

56 minutes ago, Ceis ha scritto:

comunque ha ricordato tantissimo anche a me Viareggio, da piccolo andavo sempre coi miei al Bagno Nettuno 😄

Diciamo che ci sono quelle due/tre cose abbastanza decisamente riconoscibili. Il bagno Nettuno è, all'incirca tra il primo e il secondo stabilimento partendo da destra. 😄

25 minutes ago, dark.collector ha scritto:

Madonna la differenza è tantissima, avrai preso un lotto di brick 1x2 o 2x4 tutti leggermente difettati.
Vengono dallo stesso ordine?

Roba di archivio quindi boh. Notate però che una parte è fatta di brick 2x4 e 2x2 e l'altra di plate...

 

4 minutes ago, Laz ha scritto:

Dovrebbe essere la normale tolleranza che nasce dall'usare pezzi di lunghezza diversa su superfici lunghe.

Circa 50 stud è considerata superficie lunga?

 

4 minutes ago, Laz ha scritto:

Però, Fabio, se vuoi lo riporto comunque sulla LAN, chiedendo appunto se rientra nella normale tolleranza.

Certo, ovviamente!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fatto. Vedremo cosa diranno (se diranno qualcosa). 

A occhio potrebbe essere la fila di plate lunghi che sta sotto la parte superiore. Hai provato a toglierla per vedere cosa succede? (O ad aggiungerne una uguale sopra alla parte inferiore.)

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minutes ago, Laz ha scritto:

Fatto. Vedremo cosa diranno (se diranno qualcosa). 

Ok, vediamo.

 

4 minutes ago, Laz ha scritto:

A occhio potrebbe essere la fila di plate lunghi che sta sotto la parte superiore. Hai provato a toglierla per vedere cosa succede? (O ad aggiungerne una uguale sopra alla parte inferiore.)

No, ma appena ho un attimo di tempo provo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

  • Similar Content

    • By Norton74
      Don't mess with Eleven!
      Tra pochi mesi partirà la terza stagione della serie TV Stranger Things e nell'attesa mi sono divertito a ricostruire una delle location più iconiche della seconda serie: la baracca dello Sceriffo Hopper. La baracca, usata per nascondere Eleven, ricercata dal "cattivo" Dr. Martin Brenner a capo degli Hawkins Laboratory, era di proprietà del nonno dello sceriffo. Da notare anche lo Chevrolet Blazer in una bellissima colorazione, perfetta per la palette dei colori LEGO: tan + dark tan. Ecco qualche foto:



      Qualche mese fa avevo realizzato una delle scene più famose delle prima serie, il "flip" del furgone sulle teste dei 4 protagonisti in bici.
      Un caro saluto e alla prossima MOC!
    • By dark.collector
      I lavori procedono a rilento ma procedono, queste sono le prime due piastre del mio nuovo diorama fantasy. L'ambientazione è molto più cupa e tetra del precedente e andrà solo a peggiorare.
      Una delle due piastre aveva esordito già a Skaerbeak 2018 e poi a BiFF 2018 ma non ero riuscito a preparare gli effetti speciali in tempo.
      Spero che gradiate e se avete qualche critica o parere sono ben accette
      IMG_0291.MOV
    • By Norton74
      BIG FOOT...il Piedone
      Da bambino avevo il modello in scala del Big Foot della Playskool, se non ricordo male. C'ho giocato tanto che l'ho praticamente distrutto. Era la replica del vero Big Foot realizzato nel 1974 da Bob Chandler di St. Louis, Missouri, sulla base di un Ford F-250 4WD.
      Ispirandomi al mio vecchio Big Foot ne ho costruito uno in LEGO in scala Minifig. Sono partito dal mio precedente pick up di Babbo Natale a cui ho sostituito le ruote e aggiunto qualche dettaglio. I più attenti si ricorderanno che l'originale era blu ma questo l'ho realizzato nei colori bianco e verde, una combinazione cromatica che mi piace molto.
      ⬇️Ecco qualche foto⬇️

      ⬇️Il lato B con targa custom in bella vista⬇️

      Un caro saluto e alla prossima MOC!
       
    • By Norton74
      Il Chiosco del caffè
      Il caffè è probabilmente la bevanda più bevuta al mondo, con un consumo annuo di più di 400 miliardi di tazzine. Io sono un gran bevitore di caffè: moka e espresso a "leva" sono i miei preferiti. Era quindi scontato che costruissi qualcosa a tema.
      Ecco qui il mio nuovissimo chiosco del caffè in stile retrò. Non manca niente: dai tavolini sul terrazzo alle insegne in stile "googie", dagli interni super dettagliati al pick-up vintage che trasporta i sacchi di caffè verde. Dategli un occhio e scoprite tutti i dettagli del "Coffee Stand"😀

      ⬇️Qui sotto il retro del chiosco⬇️

      ⬇️Gli interni con molti dettagli⬇️

      ➡️Altre foto e info sul mio FLICKR⬅️
      Buona serata e alla prossima MOC!
    • By Giacinto Consiglio
      Ecco a voi il mio nono modulare, la Piazza dell'Orologio! Oltre alla torre, che è visitabile dalle minifigures attraverso una scala a chiocciola, la MOC include anche un gelataio e un vecchio negozio di giocattoli con un settore esclusivo LEGO al primo piano. Spero vi piaccia






×
×
  • Create New...