Jump to content
Nitro_Lori41

Treno cantiere

Post raccomandati

Avendo una gran quantità di pezzi gialli e sfruttando una moc precedente ( Per ricominciare... Un Badoni senza troppe pretese.) ho deciso di costruire un piccolo treno cantiere composto da locomotiva, piccola tramoggia per la distribuzione della massicciata, carro carico di rotaie , e un mezzo d'opera strada/rotaia.   

La riproduzione è fantasiosa ma ispirata a mezzi reali.

Questa moc è espandibile a piacere, in quanto vi sono una miriade di macchine da cantiere che volendo si possono aggiungere; conto infatti di riuscire a riprodurre una profilatrice Plasser & Theurer SSP 100 SW  in una delle sue mille varianti (http://www.bdf.business.t-online.de/schotterpflug/ssp110sw/ssp110sw99.htm#99x001 , una volta entrati nel sito scorrete in basso e vedrete un sacco di questi macchinari).

 

48422901_690596984669138_3106682718600036352_n.jpg

48962008_299425477352434_7037251241017081856_n.jpg

49089397_329730987752740_1606694707918798848_n.jpg

49414069_2407879062772628_7665112392392507392_n.jpg

49479798_275187629810219_714864286710628352_n.jpg

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

I treni da cantiere rappresentano un tema altamente giocabile, affascinante e stimolante per la fantasia!

Molte volte da adolescente ho fatto sopralluoghi in stazioni secondarie, per ammirare le motrici gialle da manovra, i vagoni di servizio manutentivo e le ruspe per "portare" a casa un po' di idee e di spunti di gioco.

Mi piace la trasposizione di situazioni reali nell'universo LEGO, in cui anche il caos del cantiere appare ordinato ...bellissimo progetto!

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Mi piace molto questa moc soprattutto per la presenza dei vecchi binari grigi, 12V, o 4.5V che se ne voglia,con le vecchie traversine Dark Grey. Hanno un che di nostalgico per quelli come me che ci hanno giocato da piccolini. 

Anzi riguardando la tua MOC mi sembra tutta in stile anni 90, con pochi pezzi recenti, solo qualche brick round qua e la. È stata una scelta voluta, pezzi disponibili o altro? 

Aspettiamo di vedere la prossima espansione del cantiere! 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Vi ringrazio molto per i complimenti.

La scelta dei pezzi anni 90 è stata obbligata dal fatto che ne ho una discreta quantità... Di LEGO nuovi ne ho pochissimi e vorrei provare a usare più pezzi possibili prima di comprarne altri. 

Questa cosa ha pro e contro; da un lato mi limita un po' nella creazione, dall'altro mi obbliga a ingegnarmi con ciò che ho e quindi a scoprire varie tecniche di costruzione.

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
Il 8/6/2019 alle 16:19, Nitro_Lori41 ha scritto:

Questa cosa ha pro e contro; da un lato mi limita un po' nella creazione, dall'altro mi obbliga a ingegnarmi con ciò che ho e quindi a scoprire varie tecniche di costruzione.

Beh personalmente è solo un pro essere limitato dalla tipologia di pezzi 🙂 diventa più divertente. E poi cosi' facendo hai la possibilità di arrivare a MOC che, in effetti, sono "in stile" con quel periodo, una cosa secondo me molto bella a vedersi... 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Prime prove di assemblaggio dei vari pezzi che andranno a comporre la profilatrice Plasser & Theurer SSP 100 SW.

72334475_446465419551770_5251338379743723520_n.thumb.jpg.080578ee2b5b66e7debd9eb1f66c6c24.jpg  

Questo è il tentativo di riprodurre i vomeri mobili che servono a dare il giusto profilo al ballast che compone la massicciata71371446_416630235660741_8073582555544158208_n.thumb.jpg.9f461b7c7d442e25f99418e0ec193504.jpg

Mentre questa è la spazzola presente in coda che serve a ripulire i binari da eventuali residui, sopra è presente anche la spazzola di ricambio71206947_2384508248476264_9123998369209909248_n.thumb.jpg.bdaf3f0ba19adf4a8db205e9d927801c.jpg

Purtroppo, come spesso accade, il realismo si scontra con la funzionalità, quindi ho dovuto optare per uno snodo centrale al posto di un telaio rigido come invece si presenta nella realtà. Inoltre non disponendo di una finestratura adatta ho dovuto arrangiarmi con qualche adesivo.71521270_992277381110772_6295908807344128000_n.thumb.jpg.25a85b1f27e790871f816979735ee16e.jpg71885599_457931854811784_1799383936002949120_n.thumb.jpg.a0358497133c5190e606c4e45d27e5a9.jpg

Di seguito una foto di uno dei mille modelli di queste macchine, le quali si distinguono per piccoli particolari dovuti alle diverse esigenze dei vari proprietari (compagnie ferroviarie e operatori privati della manutenzione dell'armamento)30040069676_6c2137c0f2_c.jpg.fd60525a6df5af03fae9430d564919a2.jpg 

Scusate il post prolisso, un saluto a tutti!

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

La macchina reale non ha carrelli, ma ha solo 2 assi, pertanto volevo mantenere il suo schema reale. Inoltre lo snodo centrale credo possa permettere un eventuale accoppiamento più agevole con altri vagoni.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
Il 3/10/2019 alle 23:00, Nitro_Lori41 ha scritto:

Scusate il post prolisso

Magari ce ne fossero di più di questi post 😉

Mi ha incuriosito, ed ho fatto un giro su YT per vedere il funzionamento di queste (ed altre) macchine da cantiere ferroviario.

Ritengo sia un tema poco sviluppato nel settore "LEGO Train", ma particolarmente affascinante vista la complessità di questi macchine operatrici.

Non ho però capito il motivo per il quale hai messo lo snodo centrale. Vuoi far girare il mezzo su un circuito LEGO?

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

L' idea che ho in testa è quella di riprodurre le macchine che servono a risanare l'armamento ferroviario.  Vorrei riprodurre un piccolo diorama in cui si vede un tratto di ferrovia malmesso a causa di uno smottamento, con all'opera i vari mezzi durante la riparazione della sede ferroviaria. Con LDD sto già progettando un 214 RFI con un vagone tramoggia per il pietrisco, che andranno a sostituire la piccola locomotiva e il vagoncino presente nelle foto precedenti. Inoltre con il tempo vorrei arrivare a costruire una macchina rincalzatrice/livellatrice (che serve a livellare i binari sollevandoli, rincalzando al contempo il pietrisco della massicciata), e infine una stabilizzatrice ( che serve a compattare ulteriormente il pietrisco ). Da notare che vi sono macchine che riuniscono queste due funzioni, quindi potrei optare per riprodurne una, anziché fare rincalzatrice e stabilizzatrice. 

Per quanto riguarda lo snodo, non credo le farò mai girare su un circuito LEGO a causa della loro scarsa robustezza, ma mai dire mai... Quindi ho deciso di cercare una soluzione in caso debba affrontare curve strette ( vorrei anche comprare dei bonari da Trix Brix, mi sembrano abbastanza realistici in confronto a quelli LEGO).

In conclusone, questo è un progetto ad ampio respiro, che non garantisco nemmeno di portare a termine, e che in ogni caso richiederà molto tempo. Senza contare che ho la mia passione principale, ovvero la moto, che si accaparra molte delle risorse finanziarie disponibili 🙂

Ultima modifica: da Nitro_Lori41

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
22 ore fa, Nitro_Lori41 ha scritto:

vorrei anche comprare dei bonari da Trix Brix, mi sembrano abbastanza realistici in confronto a quelli LEGO

Ieri notavo proprio questa loro ultima realizzazione:

FB_IMG_1570214916494.thumb.jpg.a2b3b9f792fbd86ff1e385a032977ba7.jpg

FB_IMG_1570214919432.thumb.jpg.2f0c0ffe27cde588dd0f7e36b04258e7.jpg

...continuando a chiedermi perché LEGO snobba questo settore. Non lo capirò mai...

22 ore fa, Nitro_Lori41 ha scritto:

In conclusone, questo è un progetto ad ampio respiro, che non garantisco nemmeno di portare a termine, e che in ogni caso richiederà molto tempo.

Comunque vada, ricordati di tenerci informati sui progressi 😉

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
23 ore fa, GianCann ha scritto:

 

Comunque vada, ricordati di tenerci informati sui progressi 😉

Certo che lo farò!

Tra qualche giorno dovrei riuscire a mostrarvi la profilatrice finita.  Poi seguirà qualche immagine dei prossimi progetti. Inoltre con la quantità di pezzi a mia disposizione, che non mi sono utili per i mezzi ferroviari, conto di costruire qualche mezzo di supporto al cantiere, come ruspe e camion.

Un saluto a tutti.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Finalmente ho completato la profilatrice!

Ho cercato, per quanto possibile, di rispettare le proporzioni del mezzo reale. Se avessi progettato il modello con LDD forse sarei riuscito a fare un po' meglio, ma uno degli obiettivi era non acquistare altri pezzi , bensì utilizzare quelli che posseduti sin dall'infanzia. Inoltre per arrivare a certi risultati visti sul web, credo dovrò fare ancora tanta esperienza.

Di seguito vi lascio qualche immagine, sperando il risultato possa piacervi, facendovi nel frattempo scoprire un mondo per me molto interessante come quello delle macchine operatrici (specialmente quelle ferroviarie).

IMG_20191015_215150.jpg

IMG_20191015_215508.jpg

IMG_20191015_215134.jpg

IMG_20191015_220442.jpg

IMG_20191015_220803.jpg

IMG_20191015_221101.jpg

IMG_20191015_221112.jpg

IMG_20191015_220737.jpg

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per postare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai un account? Accedi .

Accedi ora

  • Visualizzato ora da   0 utenti

    Nessun utente registrato su questa pagina.

  • Contenuto simile

    • di Teazza
      Ciao a tutti, con alcuni afol genovesi ( @pivan ; @Vitriol ; @Iry ) stavamo pensando di sviluppare un diorama a tema futuristico / post apocalittico
      Vi presento il mio primo "modulo", una sorta di baraccopoli decadente:



      Cosa ne dite? suggerimenti?
      Il tema mi piace molto e ho in mente diversi soggetti per nuovi moduli, vi aggiorno.
      Ciao
       
    • di sdrnet
      Eccomi qui con una nuova moc.
      Questa volta sono uscito fuori dai miei soliti schemi per creare una cosa che mi interessava fare da tempo.
      Quando ero un ragazzino mi piaceva molto la mitologia greca, leggevo le storie dei miti ed eroi greci e mi affascinava scoprire le incredibili avventure che si trovavano ad affrontare.
      Tra i miti più conosciuti quello che mi ha sempre colpito è la storia di Perseo e Medusa.
      Ci sono varie versioni del mito di Perseo. Quella più acclamata però è questa:
      "Perseo, figlio di Zeus, per via di una disputa con il re Polidette gli viene chiesto di recuperare un oggetto magico e pericolosissimo: la testa di Medusa.
      Medusa era una delle tre Gorgoni, tre sorelle e mostri che abitavano nell'estremo occidente del mondo conosciuto dai greci.
      Aveva dei serpenti al posto dei capelli e un terribile potere ovvero quello di pietrificare chiunque le volgesse lo sguardo.
      Perseo si deve recare nel regno degli inferi e navigare nel fiume Stige attraverso il traghettatore di anime, Caronte.
      Per riuscire nella sua ardua impresa, in questo regno spettrale dovrà recuperare dei manufatti magici dalle Graie e poi scoprire il luogo segreto dove si trova il tempio di Medusa. Atena donò invece a Perseo uno scudo lucido come uno specchio dicendogli che avrebbe dovuto guardare Medusa solo di riflesso.
      Grazie allo scudo di Atena, l'elmo di Ade che rende invisibili e un falcetto, Perseo recise la testa di Medusa e la ripose in una sacca magica.
      Con la testa riuscì successivamente anche a liberare la bellissima Andromeda, sua futura sposa, salvandola da un terribile ed enorme mostro marino liberato da Poseidone.
      Ancora oggi si può ammirare la magnifica scultura bronzea di Perseo nella Piazza della Signoria a Firenze."

      Ho cercato con questa modesta opera di ricreare la scena principale, con il fiume Stige e il traghettatore Caronte, l'ambiente spettrale e ovviamente Perseo in procinto di tagliare la testa di Medusa mentre usciva dal suo tempio. La moc è abbellita da un filo di microled nascosti tra i brick per donare luce in questo luogo infernale.
      La costruzione mi ha richiesto un mese di tempo, e questa volta non ho realizzato il progetto su cad ma sono andato di istinto.
      La moc è realizzata con circa 3.900 pezzi e sarà presentata per la prima volta al MEI di Verona 2020.
      Buona visione delle foto
      Saluti da Sandro
      Galleria Flickr: https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72157690184763535



    • di Pix
      Come il Negozio Sarto e la Sweet Bakery, anche questa è una MOC realizzata per @Frank4bricks e per il suo libro (La Casa in Città). 
      La MOC in questione è indirizzata a dei "giovani AFOL" o per chi si affaccia per la prima volta al mondo delle MOC, in questo caso alla realizzazione di piccoli "palazzi" per creare una prima città(dina).
      La richiesta fu di MOC semplici, basilari e facili da realizzare, ovviamente (quindi) con pochi pezzi.
      L' Irish Pub è un piccolo Pub per la bevuta di qualche birra analcolica in LEGO city. All'epoca non esisteva ancora Stud.io, quindi utilizzando LDD dovevo "rispettare" certe limitazione di pezzi (esempio il tile round 2x2 per le freccette, o i tile 1x effetto legno). Bando alle "scuse", vi allego delle immagini della MOC. Il Render è stato volutamente realizzato in stile fumettoso.
      IRISH PUB - Assieme





      IRISH PUB - Dettaglio interni



      LEGGENDA...
      Si mormora tra i bassi fondi di LEGO City, che qui Vito viene a festeggiare e a bersi una birra analcolica dopo ogni colpo...
       
       
    • di Pix
      Come il Negozio Sarto, anche questa è una MOC realizzata per @Frank4bricks e per il suo libro (La Casa in Città). 
      La MOC in questione è indirizzata a dei "giovani AFOL" o per chi si affaccia per la prima volta al mondo delle MOC, in questo caso alla realizzazione di piccoli "palazzi" per creare una prima città(dina).
      La richiesta fu di MOC semplici, basilari e facili da realizzare, ovviamente (quindi) con pochi pezzi.
      Sweet Bakery è un piccolo laboratorio di pasticceria. All'epoca non esisteva ancora Stud.io, quindi utilizzando LDD dovevo "rispettare" certe limitazione di pezzi.
      Bando alle "scuse", vi allego delle immagini della MOC. Il Render è stato volutamente realizzato in stile fumettoso.
      SWEET BAKERY - Assieme




      SWEET BAKERY - Dettaglio interni


      LEGGENDA...
      Si mormora tra i bassi fondi di LEGO City, che qui Vito svolse il suo primo lavoro da giovane, scaricando i sacchi di farina nel retro bottega...
       
       
       
    • di Pix
      A distanza di due anni (ma forse anche di più) realizzo questo post con una mia MOC realizzata per @Frank4bricks e per il suo libro (La Casa in Città).
      La MOC in questione è indirizzata a dei "giovani AFOL" o per chi si affaccia per la prima volta al mondo delle MOC, in questo caso alla realizzazione di piccoli "palazzi" per creare una prima città(dina).
      La richiesta fu di MOC semplici, basilari e facili da realizzare, ovviamente (quindi) con pochi pezzi.
      La prima MOC è il "Negozio Sarto". Piccolo "modulare" (se così si può definire) di due piani; il piano terra dedicato alla vendita, il piano superiore dedicato al laboratorio della sarta.
      All'epoca non esisteva ancora Stud.io, quindi utilizzando LDD dovevo "rispettare" certe limitazione di pezzi (esempio non ci c'era ancora il tile con il metro o altro) e di "unione" (esempio i pantaloni dovevano essere messi sotto il plate, per simulare un appendino). Bando alle "scuse", vi allego delle immagini della MOC. Il Render è stato volutamente realizzato in stile "fumettoso"...
      NEGOZIO SARTO - Assieme


      PIANO TERRA - Reparto vendita


      PIANO TERRA - Dettaglio cassa

      PRIMO PIANO - Laboratorio


      PRIMO PIANO - Dettaglio interni





      LEGGENDA...
      Si mormora tra i bassi fondi di LEGO City, che qui Vito si fece fare il primo completo gessato...
       
       
       
×
×
  • Crea nuovo...