Jump to content
AirMauro

Distanziamento sociale e inaugurazione LCS Genova

Recommended Posts

Purtroppo o per fortuna, ormai è così ovunque. Un esempio visto di recente è la riviera romagnola, le regole e le distanze ormai sono un optional...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto il tema sollevato non posso esimermi dal commentare.

Perchè questo tema avrei sollevarlo io qualche giorno fa. Ben prima dell'apertura, perchè i presupposti per creare assembramento erano già tutti presenti, in grande evidenza. Poi pensando di aprire un post non troppo "simpatico" avevo deciso di lasciare perdere. Ma ora in qualche modo mi sento chiamato in causa.

Sono genovese e partecipo in una chat di Afol (veri e presunti) genovesi, ed avevo manifestato all'interno di quella chat  le mie perplessità su quanto sarebbe potuto accadere all'inaugurazione. Diversi Afol hanno manifestato le stesse perplessità: inaugurazione del negozio e misure anti Covid 19 si coniugavano piuttosto male specie poi in quella via, Via Fieschi, con marciapiedi stretto.

Mi ha così risposto uno degli organizzatori dell'apertura dello store, che lavora per l'agenzia che ha curato l'"evento", rispondendomi che non si trattava di "inaugurazione", ma di "apertura". Onestamente: la differenza non l'ho colta.

Lo stesso organizzatore mi aveva anche replicato che la data del periodo era stata scelta per evitare troppo assembramento. Poco credibile.

Insomma mi si voleva far notare che il profilo era basso. Questa giustificazione cozzava parecchio con : la pubblicità sui bus, i cartelloni alle pensiline sempre dei bus, e un paio di ragazze che giravano la città su segway distribuendo cartoline valide per il ritiro di un omaggio (una poliybag) valida solo nei due primi giorni di apertura, e la promozione di parecchi articoli sulla stampa cittadina.

Ovviamente all'apertura ( e non "inaugurazione" come mi è stato precisato) molti fonti d'informazioni cittadine hanno rimarcato l'assembramento che ne è conseguito (https://liguriaoggi.it/2020/07/25/LEGO-inaugurazione-con-assembramento-a-genova/    https://www.genova24.it/fotogallery/apre-il-LEGO-store-folla-in-in-centro-a-genova/2/ , https://www.genova24.it/2020/07/tutti-pazzi-per-i-LEGO-folla-in-coda-in-via-fieschi-per-linaugurazione-del-negozio-239780/ , https://www.lavocedigenova.it/2020/07/25/leggi-notizia/argomenti/cronaca-5/articolo/LEGO-store-a-genova-coda-interminabile-per-entrare-nel-nuovo-negozio-video.html , ect.) 

Volevo poi solo ricordare che a Genova l'epidemia di Covid 19 non è affatto scomparsa, che Genova, nella triste classifica del contagio,  è la quinta città italiana per numero di contagi, e la terza per incidenza di contagi rispetto al numero degli abitanti.  Non è per nulla una città che ha passato indenne la pandemia. Se da un lato sono contento dell'apertura di un LCS nella mia città, ho parecchia amarezza per come si sia proceduto all'apertura.

Rimane poi la curiosità di sapere quanti tra coloro che si sono messi in coda in modo sconsiderato, sono poi tra quelli che si lamentano dei bus affollati, o non concordano sulle modalità in cui a settembre apriranno le scuole,  lamentando l'insufficienza delle misure di distanziamento ... 

C'era un'altro modo per "aprire" il negozio ? Non lo so, ma l'immagine della coda e dell'assembramento a me non è piaciuta per nulla. 

spacer.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Vitriol onestamente non posso che condividere quanto hai scritto. 

Si poteva fare meglio.

Però al di là dell'organizzazione, che giustamente viene criticata... io mi sento di porre l'attenzione su chi si è messo in fila così e in quel modo. Non era un obbligo.

Per fortuna che al momento il contagio sembra essere più difficile. Irresponsabilità a gogo comunque: siamo a 680.000 morti nel mondo, e non è certo finita purtroppo...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, AirMauro ha scritto:

@Vitriol onestamente non posso che condividere quanto hai scritto. 

Si poteva fare meglio.

Però al di là dell'organizzazione, che giustamente viene criticata... io mi sento di porre l'attenzione su chi si è messo in fila così e in quel modo. Non era un obbligo.

Per fortuna che al momento il contagio sembra essere più difficile. Irresponsabilità a gogo comunque: siamo a 680.000 morti nel mondo, e non è certo finita purtroppo...

 

L'organizzazione ha fatto del proprio meglio. Non è certo onere e responsabilità del negozio gestire l'esterno dello stesso. Runner solitari che correvano su una battigia deserta sono stati inseguiti col drone e raggiunti da poliziotti su Quadbike. Massa di diversamente normodotati cerebralmente in assembramento coatto in pieno centro invece non se l'è filata nessuno. Per cosa poi? Per avere in omaggio una cornice del valore di 15 euro a fronte di una spesa di 80? Vabbeh...

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, carlo.fadel ha scritto:

Se penso che sto ancora aspettando il rimborso del viaggio a Torino cui ho rinunciato... perdendomi il lancio del set della 500 pur di non rischiare... sgrunt.

Quello è stato annullato proprio da LEGO Italia (che infatti fece un evento solo online) se non ricordo male...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, AirMauro ha scritto:

Però al di là dell'organizzazione, che giustamente viene criticata... io mi sento di porre l'attenzione su chi si è messo in fila così e in quel modo. Non era un obbligo.

Amen.

Share this post


Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, Frank4bricks ha scritto:

Quello è stato annullato proprio da LEGO Italia (che infatti fece un evento solo online) se non ricordo male...

 

È stata annullata solo la presentazione col designer, il resto si è tenuto regolarmente e c'era una ressa che non ti dico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
54 minuti fa, carlo.fadel ha scritto:

È stata annullata solo la presentazione col designer, il resto si è tenuto regolarmente e c'era una ressa che non ti dico.

Ah ho capito, ti riferivi all'evento nel LEGO Store di Torino... leggermente poco pridente anche quello, soprattutto vsto che si sapeva ancora poco o nulla del virus

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi prendo la mia responsabilità a dire che la mamma delle persone sceme è sempre incinta.

Potevano essere anche in diecimila, bastava un po’ di senso civico e mettersi in fila, dove arrivava-arrivava (vedi cose epiche in lockdown all’Esselunga).

Mi immagino sempre un mondo utopico dove la gente possa fare le cose in regola senza essere tassativamente controllata.

Alla fine sono scemo io a pensare a un mondo così.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
44 minuti fa, Pix ha scritto:

Alla fine sono scemo io a pensare a un mondo così.

 

Non sei scemo, è solo che a volte ti dimentichi che sei in Italia, dove se non vieni controllato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che il commento migliore su questo fatto l'abbia espresso un seguitissimo sito e canale genovese [ https://www.ilmugugnogenovese.it/  ] che al fatto ha dedicato una pagina: https://www.ilmugugnogenovese.it/LEGO-a-genova-apertura/ .

Che scrive: "Unico mugugno da fare? (Altrimenti non sareste su ilmugugnogenovese.it) LA CODA INFINITA per entrare nel negozio… che in un momento così delicato, si sarebbe potuta evitare, con un pizzico di intelligenza da parte nostra e rigore da parte del negozio . Negozio che… di certo nulla ha fatto per invitare al distanziamento quantomeno davanti al locale… così giusto per gesto, per poter dire “io ve l’avevo detto” 😂 "

Penso sia il miglior commento che sintetizza il pensiero dei genovesi, genovesi che in questi giorni hanno messo dentro alle loro conversazioni, in spiaggia come in ufficio, l'apertura dello store.

Il buonsenso andava usato da entrambe le parti, certamente un pò di più da parte di chi si mettava in "coda", "coda" tanto disordinata che se osservate sia il video che la foto era doppia: una a destra e una a sinistra del negozio, con confluenza innanzi alla porta. Probabilmente, come ha scritto @Pix, ci si è dimenticati, molto velocemente, come si fa una coda .....

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Vitriol ha scritto:

...ci si è dimenticati, molto velocemente, come si fa una coda .....

Ma la cosa che mi lascia più perplesso, è che tra tutta le gente che era in coda (accecata dall'idea dell'acquisto) e che è passata di fronte, ma possibile che nessuno abbia chiamato la municipale? bah... 

Ma anche lo stesso Store Manager, dopo che vedi così tanta gente, due domande te le fai.

Edited by Pix

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Pix ha scritto:

Ma la cosa che mi lascia più perplesso, è che tra tutta le gente che era in coda (accecata dall'idea dell'acquisto) e che è passata di fronte, ma possibile che nessuno abbia chiamato la municipale? bah... 

Ma anche lo stesso Store Manager, dopo che vedi così tanta gente, due domande te le fai.

Più che "due domande te le fai", magari "due telefonate - polizia locale e Carabinieri - te le fai"... però si sa, biznes is biznes...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, Frank4bricks ha scritto:

Più che "due domande te le fai", magari "due telefonate - polizia locale e Carabinieri - te le fai"... però si sa, biznes is biznes...

Si era quello che intendevo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

  • Similar Content

    • By AirMauro
      E' successo a Torino. Iniziativa interessante e encomiabile di LEGO:
      https://torino.repubblica.it/cronaca/2020/07/31/news/lego_papa_cerca_lavoro_arriva_gioco-263366924/
      Ora però temo aumenterà il loro traffico postale....
    • By vedosololeg0
      Ciao a tutti.
      E' passato più di un mese da quando sono tornato da quella che è stata la mia trasferta LEGO più grande, bella ed emozionante: LEGO House e Skaerbaek 2017.
      E' stata una trasferta molto lunga, e durante il viaggio io e @Laz abbiamo avuto modo di parlare delle cose più disparate. Una di queste è che, tornato a casa, avrei finalmente iniziato a sistemare la mia LEGO room e fino a quando non ci fossi riuscito non avrei più costruito nulla...
      Non ce l'ho fatta. E' più forte di me. Ogni volta che mi ritrovo un pezzo in mano mi viene voglia di costruire.
      Lasciate quindi che vi presenti la mia nuova moc che è anche il mio nuovo progetto LEGO Ideas (non ho resistito nemmeno a questo):

      L'idea mi è venuta mentre sistemavo una minifig Classic Space. Ho pensato: quasi quarant'anni che viaggiano nello spazio, come avrà fatto a non invecchiare e a non impazzire di noia?

      Allora mi sono immaginato lui insieme ai suoi compagni di viaggio da quasi quarant'anni a costruire ed a giocare con una base spaziale fatta proprio di LEGO. Forse è proprio vero che questo gioco fa restare giovani.

      Secondo me potrebbe stare bene su una mensola o su una scrivania, ma anche (in uno spazio contenuto) farvi tornare bambini giocandoci un po’, oppure modificandolo ricreando la base che avreste sempre sognato costruire da bambini.

      L'occasione del 40° anniversario potrebbe essere quella buona per vedere ristampate le nostre amate minifig Space, o perché no qualche nuovo set a tema.

      Fino ad oggi hanno costruito due monorotaie Classic Space con le rispettive stazioni, una base con due torri di controllo, un razzo con la rampa di lancio, qualche navicella e qualche altro veicolo (lascio a voi valutare se possono assomigliare a qualche set Space). Lo so, in quarant'anni non hanno costruito molto, ma questo è secondo me un punto a favore del progetto perchè si apre a infinite possibilità di trasformazione. Voi come sviluppereste la vostra base spaziale?

      Non so, impressioni, commenti? Vi piace, non vi piace? Ho fatto bene o male a metterlo su LEGO Ideas?
      Io credo di aver avuto una bella idea, per quanto ne so anche nuova. Voi cosa ne pensate?
      Anche soltanto per la possibilità che ristampino le minifig Classic Space (magari anche con il casco giusto) io ne comprerei un camion.
      Vi lascio anche il link se volete votarlo e condividerlo.
      https://ideas.LEGO.com/projects/b21ccd00-a013-4509-9614-65cdab72ec82
      Grazie e ciao a tutti.
      Cristiano
    • By AirMauro
      Ho trovato interessante questo uso alternativo dei mattoncini per spiegare la fisica nucleare:
       
    • By Shintaku
      Salve a tutti.

      Come promesso, inizio a muovermi per organizzare le AFOlympics come avevo detto nella mia candidatura al CD di ItLUG.

      Si svolgeranno durante un weekend (orario indicativo sab@10:00 -> dom@16:00) in una location comoda a tutti (riprendendo quanto precedentemente avvenuto, potrebbe essere Bologna).

      Questo topic mi serve per raccogliere adesioni (in privato o pubblico) non tanto per chi vuole effettivamente giocare ma per chi vuol far parte del team organizzativo.
      Compiti del team organizzativo saranno:
      Prima delle AFOlympics Decidere i giochi  Stendere il regolamento dei giochi Decidere chi supervisionerà ogni gioco durante l'evento Durante le AFOlympics Arbitrare i giochi e riportare i risultati Fornire informazioni ai partecipanti Gestire l'evento genericamente E' indubbio che per la corretta riuscita di un evento del genere io debba raggiungere un team di almeno una decina di persone, senza il quale l'evento stesso non può neanche immaginarsi.
      Non mi importa niente la vostra razza, religione, sesso, orientamento sessuale, orientamento politico, idee sul mondo, basta che non mettiate l'ananas sulla pizza e siete dei nostri.

      L'unica cosa che chiederei è di prendere l'impegno seriamente. Non servirebbe molto, mi servirebbe gente disposta a proporre dei giochi, non rimanerci male se tali giochi non possono essere realizzati e soprattutto che possa venire all'evento e non abbia problemi dell'ultimo minuto.

      Quello che stiamo realizzando potrebbe avere una grossa cassa di risonanza, l'invito verrà esteso anche ai LUG esteri.
      Nella mia idea esposta al consiglio direttivo vorrei più creare un FORMAT che un evento nato e finito.

      Percui, fatemi sapere. Io ci sono, ma mi serve il vostro aiuto per portare la cosa davvero al traguardo.
      Buttatevi!
    • By AirMauro
      Sempre più spesso, ultima è il caso della batmobile, LEGO sta usando la tecnica del LIMITED EDITION per incrementare le vendite, inseguire i prezzi del mercato secondario e far percepire come raro e prezioso il collezionare.
      Da studioso del giocattolo e collezionista, mentre scorrevo sorridendo la pazzia di molti venditori che a prezzi folli hanno rimesso in vendita la limited edition su brick link, mi chiedevo se chi organizza queste cose in LEGO ha una cultura industriale ben chiara sui pericoli che può correre un'azienda quando cerca di entrare nel suo mercato secondario.
      Vi voglio quindi parlare di un episodio clamoroso, in cui una limited edition sancì un disastro economico assurdo per chi la creò:
      IL FIASCO 1701: PLAYMATES vs STAR TREK
      Playmates produttrice allora (periodo di Star Trek the Next Generation) delle action figures di STAR TREK, all'apice del suo successo, con vendite in espansione ovunque, e un numero impressionante di set sfornati giorno dopo giorno, influenzata dal mercato secondario, decise di produrre una serie limitata e numerata di action figures. Tre personaggi che sarebbero stati prodotti in soli 1701 esemplari (1701 è il numero di registro dell'astronave Enterprise).
      E' stata una delle più catastrofiche scelte sbagliate che si ricordi nel mondo dei giocattoli.
      I collezionisti che in quel momento erano in crescita in tutto il mondo, numerosissimi e affamatissimi di nuovi prodotti, si lanciarono subito alla caccia dei set, non riuscendo per lo più ad averli. Le lamentele si fecero così pressanti che PLAYMATES tentò una retromarcia cercando di aumentarne la tiratura a posteriori.
      Non servì a nulla, l'effetto psicologico sui suoi clienti fu devastante.
      Come potete immaginare, immediatamente i prezzi schizzarono alle stelle (Vi ricorda qualcosa?...), aumentando di decine di volte il prezzo originale dei set incriminati, per arrivare in pochissimo tempo a superare i 1000$ ciascuno.
      In breve la grande maggioranza dei collezionisti si rese conto che non avrebbe mai potuto completare la collezione (se collezioni hai solitamente l'insana idea che vuoi tutti i set di un dato tema...non tutti tranne uno... pensate a chi fa i modulari ad esempio). In più uno dei set in questione rappresentava un personaggio minore, che appariva in un solo episodio, ma che i fan adoravano (Tasha Yar in Yesterday's Enterprise se ricordo bene...)
      A peggiorare ulteriormente le cose, PLAYMATES pensò bene di distribuire i set solo negli USA... risultato tutto il resto del mondo seppe immediatamente di non poter accedere a quei set se non attraverso costosi intermediari sul mercato secondario (vi ricordate i set LEGO vintage esclusivi solo da WALMART?).
      Il risultato di questa operazione fu che una marea di collezionisti in tutto il mondo, amareggiata per non poter completare la propria collezione... SMISE DI COLLEZIONARE TUTTA LA SERIE.
      Le vendite, come in MARY POPPINS... fioccarono sul mercato secondario, e crollarono le vendite nei negozi di giocattoli.
      PLAYMATES colò a picco e lasciò perdere...
      1701 FIASCO!
      Ora adesso che conoscete questa storia, onestamente, non vi sembra che molte operazioni LEGO degli ultimi anni camminino pericolosamente sullo stesso crinale che percorsero i manager PLAYMATES ingolositi da quel che vedevano succedere?
      Se avessero continuato a dedicarsi solo a sfornare giocattoli da mettere sugli scaffali.... ma no... hanno comprato BRICKLINK, pardon scusate un refuso, hanno prodotto la serie 1701...
      Mediatate gente, medita @GianCann medita @sdrnet...
      Meditate....
      PS: @Laz avvisali... da notare che LEGO quando ristampa alcuni set... vedi millenium falcon UCS, forse non l'ha fatto come molti di voi sostengono per combattere i repeller, ma piuttosto, realizzando che troppi collezionisti ne erano sprovvisti, di evitare un FIASCO 1701.....
       
       
×
×
  • Create New...