Jump to content
Laz

LEGO PoweredUp! (aka power functions 2.0)

Post raccomandati

Tutto molto interessante. Col nuovo firmware e la nuova app varrebbbe la pena di riprovare a utilizzare il sensore di colore per comandare l'arresto e la ripartenza di un treno... ma il mio attuale progetto prevede di utilizzare la seconda porta dell'hub per comandare l'apertura delle porte. L'hub technic dovrebbe essere più ingombrante visto che ospiterà batterie stilo, quindi dubito che si possa utilizzare su un treno.

Se l'app potesse comandare più hub contemporaneamente, allora sarebbe una svolta... in quel caso forse si potrebbe anche fare a meno dell'ATS per semplici automazioni di diorama ferroviari...

P.S. i costi degli hub sono assurdi, ha molto più senso comprare i set che li contengono!

Ultima modifica: da LegoAmaryl

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
47 minuti fa, LegoAmaryl ha scritto:

Tutto molto interessante. Col nuovo firmware e la nuova app varrebbbe la pena di riprovare a utilizzare il sensore di colore per comandare l'arresto e la ripartenza di un treno...

Stasera faccio qualche test anche se il problema della sensibilità/precisione/influenza dai fattori esterni resta comunque un nodo intrinseco del sensore stesso.

47 minuti fa, LegoAmaryl ha scritto:

L'hub technic dovrebbe essere più ingombrante visto che ospiterà batterie stilo, quindi dubito che si possa utilizzare su un treno

Sono proprio curioso di vedere il design e di capire quanto sia "piccolo".

47 minuti fa, LegoAmaryl ha scritto:

Se l'app potesse comandare più hub contemporaneamente, allora sarebbe una svolta... in quel caso forse si potrebbe anche fare a meno dell'ATS per semplici automazioni di diorama ferroviari...

E' la prima cosa che mi è venuta in mente. Al momento sembrerebbe che l'App possa controllare un solo hub. Visto che ne ho 4 a disposizione, proverò comunque a vedere se c'è verso di accoppiarne più di uno.

47 minuti fa, LegoAmaryl ha scritto:

P.S. i costi degli hub sono assurdi, ha molto più senso comprare i set che li contengono!

Non ho parole: 50 euro per il solo hub.
Tanto vale prendere il set di Batman (sta al 20% di sconto) che include l'hub e 2 motori "M" WeDo 2.0
https://www.amazon.it/Super-Heroes-Batmobile-telecomandata-76112/dp/B0792RB3B5

...oltre al fatto che il Batman presente in questo set è 'esclusivo'!

P.S. Il motore WeDo 2.0 può essere acquistato tramite CampuStore (a 24,40 euro) o tramite il Brick & Pieces, a ben 31,70 euro!
Al momento non è disponibile sullo shop 'classico'.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Dato che la nuova versione dell'App per il sistema Powered Up è praticamente identica a quella del Boost, qui trovate la documentazione dei principali blocchi di programmazione:
https://www.LEGO.com/en-us/service/help/products/electronics-robotics/boost/guide-to-LEGO-boost-programming-blocks-408100000009897

Allego anche un PDF con la documentazione di TUTTI i blocchi.

legoboostcoding.pdf

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
11 ore fa, LegoAmaryl ha scritto:

Tutto molto interessante. Col nuovo firmware e la nuova app varrebbbe la pena di riprovare a utilizzare il sensore di colore per comandare l'arresto e la ripartenza di un treno... ma il mio attuale progetto prevede di utilizzare la seconda porta dell'hub per comandare l'apertura delle porte. L'hub technic dovrebbe essere più ingombrante visto che ospiterà batterie stilo, quindi dubito che si possa utilizzare su un treno.

Se l'app potesse comandare più hub contemporaneamente, allora sarebbe una svolta... in quel caso forse si potrebbe anche fare a meno dell'ATS per semplici automazioni di diorama ferroviari...

P.S. i costi degli hub sono assurdi, ha molto più senso comprare i set che li contengono!

sperando ce ne sia una versino a batteria ricaricabile lipo...

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
9 minuti fa, Laz ha scritto:

In che senso?

tipo ora: sono loggato in LEGO.com. Vado al tuo link lan.LEGO.com. Mi dice di dare il consenso e registrarmi, clicco, muore.

Poi vai nella pagina e scopri che:

Access to resource at 'https://identity.LEGO.com/connect/authorize?client......._uri=https://lan.LEGO.com/oauth/callback/&s.....' (redirected from 'https://lan.LEGO.com/manifest.webmanifest/') from origin 'https://lan.LEGO.com' has been blocked by CORS policy: No 'Access-Control-Allow-Origin' header is present on the requested resource.

🤣🤦‍♂️

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Intendi per loggarti e commentare, immagino, l'accesso alla pagina è pubblico.

Strano comunque... hai provato da un browser pulito senza cookie? Perché in teoria dovrebbe sì assegnarti uno di quei nomi divertenti "safe" per i bambini (se non ricordo male questa cosa è nata quando l'hanno uniformato all'app LEGO Life per i bambini), ma poi qui dovresti poterlo cambiare tranquillamente e risultare registrato.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
Il 16/4/2019 alle 11:42, GianCann ha scritto:

Mi correggo: del motore M ne esistono due versioni:

Per la precisione, i motori (sebbene siano entrambi identificabili come 'Medium') hanno una caratteristica fondamentale di differenza: quello più squadrato include un encoder e quindi è possibile farlo ruotare di 'x gradi' o 'x giri' ed è possibile anche leggerne la velocità di rotazione.

Isogawa (che ogni mattina se ne inventa una nuova...) ha subito messo alla prova la nuova App e il nuovo firmware del PU HUB realizzando un mezzo che "intercetta" un ostacolo (sfruttando i motori come sensori) e cambia direzione per aggirarlo.

La presenza dell'encoder "giustifica" il prezzo più elevato (17,99 euro) del motore, rispetto a motore PF 1.0 (8,99 euro). 

C'è anche una differenza di giri tra i due motori LPF2.0: quello con l'encoder gira più lentamente.

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Ieri mi è arrivata la Batmobile, presa su Amazon esclusivamente per i motori e l'Hub

IMG_20190417_135917.jpg

...ed oggi ho fatto un primo test reale della nuova versione dell'App. Innanzitutto, appena ha "sentito" l'hub (ci sono voluti diversi secondi) ha eseguito l'upgrade del firmware senza chiedere alcuna conferma... l'aggiornamento ha richiesto circa un paio di minuti. L'avanzamento viene mostrato sullo schermo dello smartphone mentre il LED dell'hub cambia colore ciclicamente.

Screenshot_20190418-140235.jpg

Una volta aggiornato, viene "agganciato" ed evidenziato. Nella finestra di connessione viene anche mostrato lo status della batteria.

Screenshot_20190418-140608.jpg

Come potete notare dall'immagine qui sopra, l'App vede due hub, perché ne ho accessi due nelle vicinanze dello smartphone. Però sono riuscito ad agganciare solo uno dei due... non ho trovato il modo di farli per entrambi. Del resto, nei blocchi di programmazione non mi pare di aver visto nulla relativo alla selezione di uno o di un altro hub.

In ogni caso, come i più attenti avranno notato, uno dei due hub si chiama 'Gianluca' perché in precedenza, tramite ATS, avevo impostato un nome personalizzato. Spero che in futuro possano evolvere l'App per controllare più hub contemporaneamente...

IMG_20190418_141725.jpg

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
2 ore fa, GianCann ha scritto:

Isogawa (che ogni mattina se ne inventa una nuova...) ha subito messo alla prova la nuova App e il nuovo firmware del PU HUB realizzando un mezzo che "intercetta" un ostacolo (sfruttando i motori come sensori) e cambia direzione per aggirarlo.

Ecco il "codice" che mi ha gentilmente fornito Isogawa:

FB_IMG_1555594865881.jpg

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Ho dedicato una mezz'ora a provare la nuova versione dell'App con il motore tachimetrico:

 

Nel secondo test ho usato il sensore di colori/prossimità del Boot per simulare il funzionamento di un PL (lo so, il funzionamento dovrebbe essere al contrario, ma ho inserito l'axle in modo errato e non avevo voglia di rifare il video). Questo è il "codice" che ho utilizzato:

Screenshot_20190418-170932.jpg

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Alcune mie personali considerazioni sul sistema PU, alla luce delle recenti novità...

Finalmente si inizia a vedere qualcosa di più interessante rispetto a quando annunciarono questo sistema di controllo, al momento dell'uscita dei nuovi treni LEGO City.

Il fatto che l'hardware abbia il firmware aggiornabile permetterà di sviluppare il prodotto (almeno lo spero) per implementare nuovi sensori (quelli dello Spike, ad esempio?) o aggiungere funzionalità al momento non previste.

Una su tutte: la possibilità di caricare un programma/sketch sulla memoria interna per essere eseguito senza la necessità di avere uno smartphone come "gestore applicativo". Sicuramente non sarà una cosa semplice, visto che l'hub ha un solo pulsante (quello di accensione) e che lo stesso ha già una funzione aggiuntiva (quella del pairing con l'apposito telecomando) oltre al meccanismo di shutdown (long press). Pertanto, dovrebbero trovare una "sequenza" per lanciare uno sketch a bordo, oltre che segnalare (ma questo è più che fattibile) eventuali problemi legati ad una errata configurazione dei motori/sensori connessi alle porte. Cioè, se carico uno sketch che usa un motore sulla porta A ed un sensore di colore sulla porta B, l'hub deve essere in grado di segnalare l'errore nel caso in cui questi dispositivi non siano presenti o connessi in modo invertito. Ma questo è fattibilissimo per mezzo del LED multicolore: basta una sequenza di lampeggio codificata.

Comunque, già così (ovvero con il legame hub-smartphone/tablet) il sistema PU inizia a mostrare le sue potenzialità rispetto al "vecchio" Power Function 1.0 basato su IR.

La nuova versione dell'App che consente una programmazione dell'hub è ancora acerba ma nell'arco di poco tempo (3-4 mesi) dovrebbe uscire un nuova versione che supporterà il misterioso Control+ previsto nel mega-set Technic e di cui l'unica informazione "sicura" che abbiamo al momento è la presenza di 4 porte di I/O (cosa che potrebbe far "morire" l'SBrick).

Manca l'help sui singoli blocchi, così come è già disponibile nell'App del Boost (un tap lungo sul blocco fa apparire un popup con la spiegazione), e quindi bisogna andare un po' ad intuito/tentativi nell'utilizzo dei vari blocchi (alcuni dei quali, un po' complessi). La documentazione online è praticamente scarna, se non inesistente... confido in un aggiornamento veloce del nuovo sito che hanno dedicato al sistema PU.

Ecco un paio di screenshot che mostrano questo help
WhatsApp Image 2019-04-19 at 09.43.03 (1).jpeg

WhatsApp Image 2019-04-19 at 09.43.03.jpeg
(nota: a nulla serve installare l'app del Boost per sfruttare il suo help: senza connessione al MoveHub non si entra nella schermata di programmazione, a differenza dell'App Powered Up che permette di progettare uno sketch senza che ci sia l'hub connesso)

L'App è inoltre limitata al controllo di un solo hub. Voci (o speranze?) danno per certo che questo limite sarà superato in una prossima versione/firmware. Tecnicamente è più che fattibile (su iPad si possono agganciare fino a 10 hub contemporaneamente, su Android almeno 5) e tutto dipenderà solo da come TLG intende sviluppare questo prodotto.

Il fatto che stiano organizzando un workgroup con 15 AFOL lascia ben sperare... staremo a vedere.

Come mia ultima considerazione personale, ritengo che in questo momento la confusione regni sovrana sia in casa LEGO, sia tra gli AFOL: LPF2.0, Spike Prime, Control+, Boost, EV3, WeDo e compagnia bella... sicuramente ognuno con il suo specifico target/ambito applicativo ma tutti in via di "sviluppo" (eccetto l'EV3, che è in giro oramai da 5 e passa anni e che 'forse' sarà sostituito nell'arco dei prossimi 2)

Sul blog The Rambling Bricks c'è un bell'articolo sulle nuove funzionalità dell'App, con alcuni test dedicati al controllo di un treno.
Resta il fatto, come riscontra anche l'autore dell'articolo, della non assoluta precisione del sensore: "I initially attempted to make it work using black and white, but they were unreliable – perhaps due to colours in the table. Green and yellow worked well as a combination. Occasionally the yellow was missed. Ultimately, it might be better to spread plates over multiple tiles."

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Ho scoperto come modificare il nome dell'hub direttamente dall'App.
Una volta, connesso, è sufficiente fare 'tap' sul nome e digitale quello nuovo.
Il nome resta memorizzato nella flash dell'hub.

WhatsApp Image 2019-04-19 at 10.53.41.jpeg

WhatsApp Image 2019-04-19 at 10.53.41 (1).jpeg

WhatsApp Image 2019-04-19 at 10.53.41 (2).jpeg

 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Ho chiesto a Marc-André Bazergui (Ambassador del LUG Robot Mak3rs) di fare un test con l'hub Powered Up e i nuovi motori dello Spike.

Marc-André è infatti uno degli AFOL che ha avuto in anteprima lo Spike Prime e lo "testando".

Sappiamo già da tempo che il sistema Powered Up ha un meccanismo tramite il quale identifica il tipo di dispositivo connesso alle sue porte (che, vi ricordo, sono sia di input che di output).

Pertanto, al momento, il firmware dell'hub PU (e l'App relativa) ignorano la presenza del motore Spike. Questo non è detto che, comunque, non sia utilizzabile... Nathan Kellinicki, autore della utilissima libreria JS per controllare il PU hub, sostiene che dovrebbe potersi comunque controllare bypassando l'App ma al momento, non avendo a disposizione un motore Spike, non può effettuare un'anali della comunicazione Bluetooth per capire cosa succede quando all'hub è connesso un motore di questo tipo.

Nella foto, i 3 motori e il PU hub.

FB_IMG_1555826701171.jpg

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti
Il 21/4/2019 alle 08:18, GianCann ha scritto:

Pertanto, al momento, il firmware dell'hub PU (e l'App relativa) ignorano la presenza del motore Spike. Questo non è detto che, comunque, non sia utilizzabile... Nathan Kellinicki, autore della utilissima libreria JS per controllare il PU hub, sostiene che dovrebbe potersi comunque controllare bypassando l'App ma al momento, non avendo a disposizione un motore Spike, non può effettuare un'anali della comunicazione Bluetooth per capire cosa succede quando all'hub è connesso un motore di questo tipo.

Aspetto con ansia il momento in cui l'HUB potrà essere programmato e una volta attivano manda in esecuzione il programma salvato al suo interno, senza utilizzo di smartphone, tablet, ecc...

#IOciCREDO 

Condividi questo post


Link al post
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per postare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai un account? Accedi .

Accedi ora

  • Visualizzato ora da   0 utenti

    Nessun utente registrato su questa pagina.

×
×
  • Crea nuovo...