Jump to content

Classifica


Contenuti popolari

Mostro i contenuti con la maggior reputazione dal 13/07/2011 in tutte le aree

  1. Scrivo alcune righe di saluto, a titolo personale, come figura di consigliere in scadenza di mandato, non ricandidato alle imminenti elezioni per il rinnovo del consiglio elettivo di ItLUG. Dopo 6 anni all'interno del direttivo, è per me arrivato il momento di concludere il mio impegno "burocratico" in ItLUG, augurandomi che al mio posto possa essere eletto un socio che abbia lo stesso spirito ed energia che ho avuto io nel 2013, quando mi candidai per la prima volta. Aver fatto parte del direttivo di ItLUG in questi anni è stato, e per sempre resterà, un grande onore. Così come lo è essere anche semplicemente socio. Come ho più volte evidenziato in varie occasioni, ItLUG rappresenta la Storia del movimento AFOL italiano. Negli ultimi anni abbiamo potuto assistere ad un notevole cambiamento nel panorama AFOL, sia nazionale che mondiale (dovuto a fattori sociali, tecnologici e, non di meno, a politiche sostenute da LEGO stessa) con la conseguente nascita di mille-mila gruppi-sottogruppi-gruppettini, e ItLUG in tutto questo cambiamento ha continuato a mantenere la sua filosofia e scopo sociale, anche se con un ruolo meno centrale rispetto al passato. Per me, questi 6 anni nel direttivo sono stati molto importanti e significativi sotto molteplici aspetti e mi hanno consentito di acquisire tantissime esperienze e conoscenze sia sotto l'aspetto dei rapporti umani (nel bene e nel male, ovviamente) sia sotto quello più "noioso e burocratico" ma, per certi versi interessante, inerente la complessa gestione di un ente associativo. Certamente sono cresciuto tantissimo anche dal punto di vista AFOL, inteso come conoscitore di questo mondo "variegato" (proprio come le forme e i colori dei mattoncini LEGO). In cambio, ho donato a ItLUG molto del mio tempo, della mia passione e messo a disposizione le mie conoscenze in altri settori. In questi giorni ho riflettuto sulle tante iniziative ed attività che sono state istituite/avviate su mia proposta (di cui l'ultima, cronologicamente parlando, il prestito dei set) mirate a stimolare la vita associativa, la condivisione della nostra passione e, più in generale, dare un senso all'articolo 3 del nostro statuto. Non voglio fare il falso modesto: sono particolarmente fiero delle tante cose che ho fatto per ItLUG nel corso dei due mandati. Non sto qui ad elencarle, ma non credo di "pisciare" fuori dal vaso nel dire che ho fatto tanto, tanto, tanto. Consentitemelo Ovviamente, il merito è anche del resto dei membri del direttivo che hanno sempre appoggiato le mie proposte, salvo rarissime quanto giustificate eccezioni e con i quali ho lavorato per tutto questo tempo. Sicuramente ho commesso anche alcuni errori. Non lo nego. Ma, d'altra parte, fa parte del gioco... Dopo 6 anni di impegno, è arrivato il momento di tornare a dedicarmi al 100% alla parte più giocosa di questa passione, recuperando un po' più di tempo per me e per la mia famiglia. Questo non vuol certo dire che mi allontanerò da ItLUG, anzi! (non sarà per nulla facile liberarsi di me ) Sarò sempre un socio onorato di far parte di questa Associazione Culturale e sarò sempre attivo sul forum, negli eventi (quest'ultimi, compatibilmente con le risorse finanziarie) e in tutte quelle attività alle quali potrò contribuire nel limite della mie capacità. Naturalmente resterò a disposizione del futuro direttivo laddove fosse utile una mano "esterna", anche solo come memoria storica di quanto accaduto/gestito nel periodo pregresso. A questo punto, vorrei ringraziare un po' di persone, a partire dai vari membri del direttivo in carica e di quello precedente (esercizio 2013-2016): grazie per avermi SOPPORTATO in tutti questi anni. E grazie anche per aver supportato e sostenuto le mie proposte-iniziative, come io ho supportato-sostenuto quelle proposte da voi. È stata veramente una bella esperienza lavorare insieme a voi e, ribadisco, è stata un'esperienza interessante soprattutto a livello umano. Un ringraziamento particolare lo devo a @Laz, con il quale ho avuto più di qualche volta "accessi confronti" su vari temi, trovando comunque sempre una sintesi. Del resto, far parte di un gruppo dirigente di una associazione non vuol dire essere sempre d'accordo con gli altri membri su tutte le questioni trattate. L'importante, alla fine, è trovare un punto di incontro, sempre e solo nell'interesse del bene primario dell'associazione. Ringrazio tutti i soci che si sono spesi per ItLUG organizzando eventi ed altre iniziative o che partecipano alla vita associativa con la loro presenza agli eventi, intervenendo nelle discussioni sul forum, costruendo MOC per i vari contest e, più in generale, contribuendo a mantenere viva ItLUG. Vorrei potervi citare tutti, ma questo post diventerebbe così lungo, impossibile da leggere... Però, permettetemi di ringraziare un socio su tutti, con il quale ho avuto modo di confrontarmi spesso e volentieri su ItLUG e insieme al quale abbiamo scritto "La Storia di ItLUG raccontata da ItLUG". Un socio di lunga, lunghissima data (presente da ancor prima che ItLUG diventasse associazione a tutti gli effetti), così come spesso lunghe sono le nostre chiacchierate telefoniche sul mondo LEGO e su ItLUG: @AirMauro! L'unico socio fondatore di ItLUG che non compare sullo statuto, nell'elenco dei soci fondatori Un AFOL di quelli speciali... E poi, non con minore importanza, voglio ringraziare tutti i soci che pur volendo, non possono essere attivi oltre al "semplice" versamento della quota associativa annuale. Il vostro far parte di ItLUG è comunque un apporto fondamentale a sostegno delle iniziative organizzate dall'associazione le cui finanze sono fondamentalmente costituite dalla quota associativa. Infine, un ringraziamento anticipato lo voglio fare a quei soci che si candideranno e che si prenderanno l'onere, qualora eletti, di gestire l'associazione nel prossimo trienno. C'è ancora molto da fare e il loro impegno sarà fondamentale alla prosecuzione di questa community nata ben 20 anni fa. Insomma, grazie a tutti Gianluca
  2. Un anno dopo Santa Maria del Fiore la mia vocazione si è fatta di nuovo viva e ne ho approfittato per progettare una cattedrale barocco-neoclassica, che concluderà il viale principale della città e darà finalmente agli abitanti di Bricksfield un luogo dove pregare in pace. La pianta è praticamente quella del duomo di Firenze mentre il colonnato ricorda quello di San Pietro. Questi sono rendering, ma la cupola (autoportante) l'ho già completata. Spero vi piaccia! Qualche numero N.PEZZI 13305 LUNGHEZZA 86.6 cm LARGHEZZA 76.8 cm ALTEZZA 50 cm
  3. Ciao a tutti, oggi vi presento una MOC che avevo in mente da diversi mesi ma che ho realizzato solo recentemente per una occasione specifica: l'Evento LEGO di Firenze (BiFF 2017). I paesaggi della Toscana sono da sempre nel mio cuore, negli ultimi 15 anni mi sono recato più volte in primavera ed estate in una zona specifica della toscana che sono le Crete Senesi. In questa area geografica che parte dal sud di Siena fino ad arrivare alla cittadina di Pienza ci sono paesaggi formati da colline sinuose con casolari e cipressi. Da anni fotografo queste zone e non potevo mancare di realizzare una MOC proprio dedicata a questa terra. Come ispirazione ho utilizzato una mia foto che potete vedere qui: http://www.unafotoalgiorno.it/portfolio/visgallery.php?cat=paesaggi&id=11838 Tra progettazione e costruzione c'è voluto un solo mese: credo sia una delle MOC che ho realizzato in meno tempo nella mia storia da AFOL! Avevo poco tempo ma le idee abbastanza chiare di cosa volevo realizzare. Con soli 4 ordini di Bricklink effettuati tutti lo stesso giorno non ho fatto altro che attendere che arrivassero a casa e poi tutta la costruzione è avvenuta nel giro di un paio di settimane (nei ritagli di tempo). E' una moc molto semplice, non è composta da tecniche particolari (la parte più complicata è stato realizzare le nuvole). Mi sono comunque divertito moltissimo a costruirla perchè in parte ho rivissuto i miei ricordi di viaggi fotografici che ho fatto in passato. Con questa MOC volevo anche dimostrare che senza nessuna tecnica speciale e con una spesa modesta si possono realizzare delle moc molto colorate e d'effetto. Nonostante i suoi 3500 pezzi ho infatti utilizzato in modo accurato parti poco costose che non si notano ma che fanno parte della moc stessa. Ecco la galleria di Flickr: https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72157690184763535 Spero vi piaccia e se avete domande sono a disposizione! Saluti, Sandro
  4. Il Chiosco del caffè Il caffè è probabilmente la bevanda più bevuta al mondo, con un consumo annuo di più di 400 miliardi di tazzine. Io sono un gran bevitore di caffè: moka e espresso a "leva" sono i miei preferiti. Era quindi scontato che costruissi qualcosa a tema. Ecco qui il mio nuovissimo chiosco del caffè in stile retrò. Non manca niente: dai tavolini sul terrazzo alle insegne in stile "googie", dagli interni super dettagliati al pick-up vintage che trasporta i sacchi di caffè verde. Dategli un occhio e scoprite tutti i dettagli del "Coffee Stand" Qui sotto il retro del chiosco Gli interni con molti dettagli Altre foto e info sul mio FLICKR Buona serata e alla prossima MOC!
  5. Ecco a voi il mio nono modulare, la Piazza dell'Orologio! Oltre alla torre, che è visitabile dalle minifigures attraverso una scala a chiocciola, la MOC include anche un gelataio e un vecchio negozio di giocattoli con un settore esclusivo LEGO al primo piano. Spero vi piaccia
  6. Dario3643

    New York 1929

    ciao a tutti questa è la mia ultima moc ,Nee York 1929,molto similare a Detroit 1930 ma con piu colori
  7. Ciao a tutti! Dopo più di 3 anni dal mio primo messaggio, finalmente ho avuto modo di entrare attivamente a far parte della vostra community. Per iniziare, vi morrei mostrare una delle mie ultime MOC, cioè il complesso fiorentino della Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Spero vi piaccia!!
  8. Vi presento la mia Moc a tema Leonardo da Vinci, pesentata per la prima volta al BiFF 2018 di Firenze, un tema a me particolarmente caro, in quanto io vivo proprio a Vinci, città natale di Leonardo e un omaggio al il mio famoso concittadino nell'anno in cui si celebra il 500entenario dalla morte. L'dea era quella di ricostruire un laboratorio di Leonardo, e lo spunto è preso da un quadro in cui si raffigurava l'arrivo di Leonardo a Milano e venivano mostrate alcune sue opere (macchine, quadri e studi sul volo e sull'anatomia) come se fosse un vero e proprio curriculum. Ho voluto anche inserire il momento in cui veniva dipinta la Monna Lisa, con tanto di modella.... Al Piano interrato ho inserito un laboratorio di anatomia ed uno di falegnameria.
  9. Ecco a voi la mia ultima creazione, il museo di storia romana. I primi pezzi sono stati raccolti a febbraio, e ora è finalmente completo (in tutto sono più di 7000 pezzi).Buona visione!!! PIANO TERRA Laboratorio di restauro Toilette PRIMO PIANO
  10. sdrnet

    Mulino a vento medievale

    Nome MOC: Mulino a vento medievale Numero pezzi: 5.200 circa Tema: medievale, paesaggio Minifig: 2 Particolari: pale motorizzate A metà gennaio 2018 dopo uno stop costruttivo durato un paio di mesi, mi sentivo bloccato da troppe idee e senza un progetto concreto da realizzare. Dopo un po' di prove in LDD arriva finalmente lo "sblocco" e nel giro di una decina di giorni avevo pronta una nuova bozza di progetto LDD da realizzare dal vivo. Per la prima volta avevo in casa così tanti pezzi utili per questa moc che ho dovuto fare solo 3 ordini BL. La costruzione è poi avvenuta nell'arco di un paio di mesi. Volevo da tempo realizzare un mulino a vento ma in passato avevo in mente il classico mulino olandese immerso tra i tulipani. Poi girando una sera su Pinterest mi sono imbattuto in un'immagine di un mulino a vento medievale e sono stato colpito dalla sua bellezza. Mi sono quindi ispirato a questo mulino trovato in rete e ho deciso di realizzarlo in LEGO, facendo ovviamente diverse modifiche. Mi piace pensare a questo mulino ambientato nel medioevo, abitato da una famiglia semplice che viveva in un'era dove non esisteva ancora la tecnologia di oggi, senza cellulari, computer, internet. Solo una casa di pietra e legna costruita con la fatica delle braccia e una vita condotta a produrre la farina per il pane e coltivare le verdure e i prodotti della terra. Il tutto circondato da una natura rigogliosa senza traffico e aria inquinata. Una vita senz'altro molto dura ma molto più semplice e costruita su concetti basilari come la famiglia, la terra e il cibo. Il mulino non ha arredamenti interni perchè l'interno è stato progettato per contenere il pacco batterie, il motore e anche un trasformatore a cui sono collegate delle luci a led. Il mulino di notte si illumina con una bella striscia di led. Azionando invece un piccolo pulsante sul retro della casa si attiva il motore che fa girare lentamente le pale del mulino a vento rendendolo così più dinamico. Questa la considero una delle mie moc meglio riuscite e spero di avere riscontri positivi anche da parte vostra per capire se il risultato finale è all'altezza delle mie aspettative. Verrà presentato per la prima volta al MEI di Verona 2018. Galleria immagini su Flickr: https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72157690184763535 Saluti a tutti alla prossima! Sandro
  11. Ciao a tutti, ho realizzato un isolato micropolis che esporró a Genova, rappresentazione di un impianto chimico, spero vi piaccia!
  12. Grazie ai social, penso che oramai la stragrande maggioranza di voi è già a conoscenza che, anche per il secondo anno, un altro italiano è stato selezionato dal team della LEGO House per esporre alcune sue creazioni nella "Masterpiece Gallery". Andrea @Norton74 Lattanzio, prende il posto di Cristiano @vedosololeg0 Grassi e ItLUG è onorata di essere nuovamente "presente" nella LEGO House con uno dei suoi soci! Andrea è stato "suggerito" da ItLUG lo scorso gennaio (insieme ad altri 2 nomi, sempre soci ItLUG) e la sua 'selezione' si è potuta conoscere già lo scorso aprile, benché non è stato possibile "ufficializzarla" fino ad oggi. Giusto per dovere di cronaca, anche il povero Luca @Lukaseddy Di Lazzaro fu suggerito a tempo debito (da @Damiano, per AFDL). Benché sia particolarmente presto, non si può non pensare al detto "non c'è due senza tre" ed immaginare che, nel periodo 2019/2020, possa esserci nuovamente un AFOL italiano ad occupare una di quelle teche. Magari non tutti ricordano, ma la proposta di esporre opere di AFOL all'interno della LEGO House nasce sempre in seno a ItLUG: fu il socio Nico @ZioTitanok Mascagni a suggerire questa possibilità quando (nel 2015) fu mandato in missione a Billund per partecipare ad un brainstorming con lo staff della LEGO House, per avere "pareri da AFOL" sui contenuti della "Home of Brick". Complimenti a @Norton74 e un applauso anche a @vedosololeg0 per il termine del suo periodo espositivo! Bravi, bravi, bravi...
  13. Ecco il mio primo modulare angolare, in stile liberty, con colori più vivaci del solito. Al piano terra un negozio di minerali (con laboratorio d'alchimia segreto - il proprietario, un alchimista occulto, è riuscito a trasformare i metalli poveri in oro grazie ad una formula ricercata da secoli) e al primo piano uno studio di architettura con luminosi lucernari di rame ossidato. Spero vi piaccia!
  14. vedosololeg0

    Space Explorer

    Ciao a tutti. Vi presento la mia ultima creazione, in ordine di tempo, che comunque credo avrete già visto dalle foto durante l'allestimento alla LEGO House. L'ho chiamata Space Explorer, ma sicuramente avrei potuto fare di meglio. E' nata per creare un'ambientazione per la minifig della serie collezionabile, a mio parere la minifig più bella di sempre creata da LEGO. L'ho costruita in due mattine, circa sei ore, cercando di utilizzare per la maggior parte pezzi provenienti da buste di BrickBox e pezzi "inutili" da vari part-out fatti nel corso degli anni. Non era previsto che portassi questa costruzione alla LEGO House, anche perchè l'ho fatta giusto qualche giorno prima della partenza, e non ero affatto sicuro che avrei potuto esporla. Stavo allestendo la mia vetrina quando ho chiesto a @Laz di tradurre per me "Adesso ne ho una che non avete mai visto (rivolgendomi a Jan Beyer e Stuart Harris che mi stavano osservando), se però non vi piace la riporto a casa". Ho aperto la scatola, hanno visto il contenuto e mi hanno detto di metterla assolutamente, davanti alle altre, sono rimasti colpiti. E' assurdo che proprio l'ultima, quella fatta di fretta e con pezzi di "scarto" sia proprio quella che è piaciuta di più. Potete trovare altre foto sulla mia pagina Flickr https://www.flickr.com/photos/vedosololego/ Spero vi piaccia. Ciao e alla prossima, Cristiano
  15. "Barn Find": un tesoro nel fienile. Il sogno di ogni appassionato di auto d'epoca è ritrovare in un fienile o in una vecchia rimessa un tesoro a quattro ruote, caduto nell'oblio per anni e sepolto sotto la polvere. E' quello che gli inglesi chiamano BARN FIND. Non potendo vivere quell'esperienza nella vita reale, l'ho ricostruita con i mattoncini LEGO: due car-hunter si trovano davanti a una gloriosa Bugatti Type 35 blu Francia scovata quasi per caso in un fienile. Il fattore non capisce cosa stia succedendo...e il "gioco" è fatto! La Type 35 è la più famosa Bugatti da corsa mai costruita. Il suo esordio sportivo avvenne nel 1924 al Gran Premio di Lione, ma fu al Gran Premio di San Sebastian dello stesso anno che colse la sua prima vittoria. Da lì in poi, la Type 35 collezionò circa 2.000 vittorie in 7 anni di gare. Dagli stabilimenti Bugatti ne uscirono 96 esemplari. Pochi giorni fa una Type 35 del '25 è stata aggiudicata per più di 1.4 milioni di euro ad una asta organizzata da Artcurial a Parigi. La mia vale qualcosina meno
  16. sdrnet

    Weekend al mare

    Ecco una mia nuova MOC. Dopo aver fatto per 5 anni diorami con la stagione invernale avevo voglia di qualcosa di più estivo! Per i primi 3 mesi di quest'anno ho avuto uno "stop artistico". In realtà avevo molte idee in mente, che probabilmente realizzerò in futuro, ma nessuna che mi prendesse completamente. l primo giorno di Primavera invece mi è venuta in mente questa moc. Immaginavo di bere un buon caffè seduto al tavolino di un bar in riva al mare. Ho così deciso di progettare questa moc molto diversa dai miei soliti temi ma altrettando divertente da costruire. La moc si poggia su 4 basi 32x32. Come ispirazione ho scelto la riviera Ligure dove ogni tanto faccio un giro, ma tutto quanto è stato inventato senza basarmi su scene reali. I 4 edifici colorati che vedete sullo sfondo sono (partendo da sinistra): un bar, un negozio di souvenir, un fruttivendolo, un fiorista. Inizialmente volevo fare solamente la parte della facciata e poi ho deciso di fare dei semplici abbellimenti degli interni visibili (come sempre) dal retro. La parte ciottolata è una classica passeggiata dei paesini di mare con panchine, lampioni, aiuole... La spiaggia è ancora poco affollata perchè mi sono immaginato un periodo pre-estivo nel quale c'è ancora poca gente in giro. L'intera moc è stata costruita in 3 mesi (nei ritagli di tempo) impiegando circa 5.500 pezzi. Spero vi piaccia. Verrà presentata dal vivo tra pochi giorni a Lecco 2017. Ciao a tutti! Sandro Ecco la galleria completa su Flickr: https://www.flickr.com/photos/sdrnet/albums/72157683391045352
  17. Don't mess with Eleven! Tra pochi mesi partirà la terza stagione della serie TV Stranger Things e nell'attesa mi sono divertito a ricostruire una delle location più iconiche della seconda serie: la baracca dello Sceriffo Hopper. La baracca, usata per nascondere Eleven, ricercata dal "cattivo" Dr. Martin Brenner a capo degli Hawkins Laboratory, era di proprietà del nonno dello sceriffo. Da notare anche lo Chevrolet Blazer in una bellissima colorazione, perfetta per la palette dei colori LEGO: tan + dark tan. Ecco qualche foto: Qualche mese fa avevo realizzato una delle scene più famose delle prima serie, il "flip" del furgone sulle teste dei 4 protagonisti in bici. Un caro saluto e alla prossima MOC!
  18. Ciao a tutti, vi presento la MOC che avevo preparato per il concorso dei 10.000 like che poi è andato perso. La realizzazione vuole rappresentare le diverse fasi della mia vita in relazione ai LEGO, ed all'evoluzione dei mattoncini stessi, soprattutto nei colori. La riproduzione è strettamente "autobiografica" ma penso che molti di noi possano riconoscersi. Fatemi sapere se vi piace.
  19. Prenota un tavolo nella Braceria Fiorentina! I clienti possono scegliere carne di alta qualità nella Macelleria e poi assaporarla nella Braceria, all'interno o nella romantica loggia. Vi è anche la casa di tre piani di una coppia di anziani. Spero vi piaccia ragazzi! Se volete costruirla anche voi, date un'occhiata QUI!
  20. Norton74

    Antique gas station

    Il pieno, grazie! Le prime stazioni di servizio erano semplici baracche e la benzina veniva venduta insieme ad altri prodotti di prima necessità. A volte erano drugstore, a volte erano rivendite di farmaci. Quel che è certo è che erano molto diverse dalle stazioni in stile Art Déco o modernista degli anni '50 e '60. Nel mio ultimo lavoro la Bugatti Type 35 Grand Prix, che verrà poi ritrovata dopo anni abbandonata nel fienile, sta per rifornirsi in una tipica pompa di benzina anni '20, una baracca appunto... Grazie per l'attenzione e alla prossima MOC! Qui su flickr.
  21. GiancasStick

    Morning Star

    Il progetto che mi salvò la vita. Nel 2012 ancora non avevo mai acquistato un singolo pezzo che non fosse stato contenuto in un set, ma per questa impresa avrei dovuto cominciare. In effetti avevo già tentato l'impresa svariati anni prima senza risultati, ma la passione per certi decenni, costumi e leggende è incontenibile. Ispirazioni qua e la, film videogame libri "Assassin's Creed Black Flag", "Corsari" titolo originale "Cutthroat Island" film del 1995, ma anche "L'isola del Tesoro", "La Vera Storia del Pirata Long John Silver" e via dicendo. Dopo giorni di studi e conteggi vari mi resi conto che avevo i pezzi necessari per realizzare il tessuto/struttura technic interna (grazie anche ai pezzi di un 10179) permettendo cosi lo sviluppo dei piani (tre per i primi 4 blocchi e quattro per il blocco poppa) che avrebbero dovuto caratterizzare il modello con una splendida vista interna completamente arredata, obiettivo principale del tutto. Per rendere le cose più facili suddivisi il modello in 5 blocchi, sia per facilità di costruzione ma anche di spostamento. Perni avrebbero poi permesso la completa apertura laterale del vascello in ambo i lati per osservarne meglio l'interno. I primi ordini ed esperimenti da vero AFOL mi presero parecchio, ottenere i pezzi giusti nelle giuste quantità mi spalancava un mondo nuovo e dopo 3 anni il vascello cominciò ad avere un suo stile. Per quanto riguarda i colori che dire, tutte le tonalità di marrone, beige, grigio, e nero. Riguardo ai pezzi originali sapevo che dovevo inventarmi qualcosa. La struttura, le coperture e la base sono tutti pezzi LEGO originali. Purtroppo è impossibile utilizzare tessuti LEGO per le vele o funi. Ho introdotto di recente parti custom, stampe da me create. Vi presento uno dei progetti a me più cari in continua evoluzione, il galeone pirata Morning Star.
  22. L'avventura BiFF 2017 si è conclusa... Un'avventura direi fantastica per ToscanaBricks e ItLUG, vista la numerosa partecipazione di espositori, il livello e la varietà delle MOC e non di meno, la numerosa (ma sempre ben gestita) presenza del pubblico. La coda incessante del pubblico (pagante, dai 6 anni su) con tempi di attesa di 40-60 minuti, iniziata sin dalle 10 della domenica e scemata solo verso le 18, nonostante la pioggia pomeridiana arrivata su Firenze fino a termine dell'evento e SENZA ALCUNA LAMENTELA del pubblico stesso, ritengo sia un evidente dimostrazione di quanto l'evento sia ben riuscito. Ovviamente ha contato la città (Firenze), la location (il teatro ObiHall), la promozione dell'evento (incluso il pre-evento presso il Museo del Duomo), un oramai rodato staff organizzativo, il supporto tecnico dello staff del teatro... ma nulla di tutto ciò sarebbe potuto accadere senza l'impegno delle decine di AFOL che hanno esposto le loro stupende creazioni (molte delle quali inedite) e risposto alle incessanti domande del pubblico. Non vi nascondo che questa volta ho difficoltà a scrivere un messaggio di ringraziamento pubblico, perché dovrei ringraziare veramente UNO ad UNO gli espositori, i volontari, il direttore del teatro, il personale dell'Opera del Duomo, lo staff tecnico del teatro e tutti coloro che in questi mesi hanno lavorato "dietro le quinte"... Non di meno, dovrei ringraziare il team di LuccaCrea (organizzatori di Lucca Comics & Games) che, con le sue scelte di quest'anno, ci ha "liberato" da un impegno autunnale oneroso consentendoci di investire le energie in un nuovo evento assolutamente più stimolante e, soprattutto, in un contesto "100% solo LEGO/AFOL" che ci ha dato tantissima soddisfazione. Del resto, le lacrime di emozione che hanno reso lucidi gli occhi di diversi espositori a fine evento (anche i miei, non lo nascondo) dicono tutto... qualsiasi altra parola, sarebbe inutile. Pertanto, evitando la figuraccia di dimenticare qualcuno da ringranziare, dico un 'generico' ma veramente sincero e profondo GRAZIE A TUTTI VOI, anche a nome di @Fabbbbbricks Maiorana e Nico @Zio_Titanok Mascagni con i quali ho condiviso GIOIE e "dolori" nell'organizzazione di questo evento. Come sempre, invito espositori ed collaboratori a dire anche la loro impressione perché ritengo sia bello per tutti raccontare l'esperienza vissuta in queste occasioni. P.S. Nei prossimi giorni, pubblicherò foto delle varie attività, un po' di rassegna stampa ed alcune considerazioni sul futuro di questo evento.
  23. Dal 1999 ad oggi, ovvero da quando i 'pionieri' di ItLUG iniziarono a 'chiacchierare' di LEGO tramite 'messaggi elettronici', la tecnologia ha fatto passi da gigante... in questo lasso di tempo molte cose sono cambiate ed anche ItLUG ha cercato di restare al passo adottando la piattaforma di 'discussione online' che, in quel determinato frangente, rispondesse alle esigenze del gruppo. Dopo un periodo di 5 anni e mezzo di utilizzo del sistema SMF - Simple Machine Forum si sentiva sempre più l'obsolescenza di tale piattaforma ed era quindi arrivato nuovamente il momento di adottarne una più versatile, più 'adattabile' ai device mobili e più ricca di funzionalità... La scelta è Invision Power Service Community Suite 4. Molti di voi, tra l'altro, già la conosceranno considerato che è la stessa utilizzata da Eurobricks! Nei precedenti due passaggi di piattaforma (LUGNET>Forum proprietario, Forum proprietario>SMF) ItLUG è stata costretta a lasciarsi indietro lo storico dei messaggi, iniziando ogni volta da un forum vuoto. Questa volta, grazie al tool di conversione integrato in IPS, ma soprattutto grazie ad un lavoro certosino di riadattamento e pulizia dei contenuti eseguito manualmente o con script PHP, siamo riusciti a fare una migrazione integrale preservando i quasi 60.000 messaggi pubblicati sul precedente forum. L'intera attività di migrazione, durata quasi 4 giorni, è stata preceduta da una migrazione di test mediante la quale abbiamo identificato alcuni problemi di conversione dei dati: da qui, la necessità di prenderci il 'giusto tempo' per eseguire la vera e propria migrazione che, oggi, riteniamo essere avvenuta nel migliore dei modi. Una migrazione quindi 'indolore', che preserva anni di contenuti offrendo allo stesso tempo uno strumento dalle caratteristiche più funzionali e potenti. Sicuramente, nella mole dei messaggi, qualcosa sarà sfuggito e, anche grazie alle segnalazioni che riceveremo, provvederemo a sistemare ulteriormente il forum (a tal proposito, sappiate che il 'vecchio forum' è comunque accessibile agli amministratori e che può essere recuperato/verificato qualsiasi contenuto pre-conversione). Contemporaneamente al cambio di piattaforma, si è colta l'occasione per riorganizzare i contenuti veri e propri rendendoli più organici e tematici, sia per facilitarne la consultazione, sia per identificare subito il giusto posto dove iniziare una nuova discussione. Non è escluso che, ad un primo approccio al nuovo forum, possiate trovarvi disorientati... ma vedrete che vi basteranno pochi minuti di 'surfing' tra le varie sezioni per sentirvi nuovamente 'a casa vostra'. Alcune cose (come gli 'avatar', ad esempio) abbiamo preferito non impostarle direttamente noi per dare l'opportunità a tutti gli utenti di fare un giro sul proprio profilo personale e provvedere in autonomia scoprendo, in questi modo, alcune delle nuove feature della piattaforma. Sicuramente c'è ancora del lavoro da fare, anche sulla base dei feedback/suggerimenti che voi soci ed utenti del forum vorrete inviare usando questa specifica discussione.
  24. Praetorian

    Lady Lake Castle

    Altra aggiunta alla mia folle utopia medioevale che nelle intenzioni si collega alla città descritta in uno degli altri post
  25. Questa volta a diventare Skyline è Il Signore Degli Anelli con un architecture dedicato alla Terra di Mezzo  Il viaggio di Frodo dalla Contea a Mordor. Passando per Gran Burrone; Le Miniere di Moria; Gli Argonath; Il Fosso di Helm; Minas Tirith fino ai Cancelli di Mordor con il Monte Fato , il Barad-dûr e l'occhio di Sauron. Pezzi: 730 Misure: 47 x 12 x 28 studs 37.2 x 9.5 x 22.5 cm Altre immagini, informazioni ed istruzioni qui
  26. Caio, questa è la mia ultima MOC, l'iconico camper della serie televisiva Breaking Bad. Il Fleetwood Bounder , un camper utilizzato come laboratorio mobile in cui Walter White e Jesse Pinkman cucinavano metanfetamina , soprannominato "The Krystal Ship". Il modello include interni dettagliati e ha una porta laterale apribile. Spero vi piaccia, contattatemi se siete interessati alle istruzioni Altre foto nella pagina flickr con le minifig
  27. kriminal

    Train Station 1944

    Un saluto a tutti. Dopo aver presentato il mio ultimo diorama all'evento di Lecco, posto alcune foto qui sul forum. Ringrazio tutti coloro che sono passati a visionarlo e a fare due chiacchiere sul medesimo. Come da titolo, ho voluto ricostruire un'angolo di stazione verosimile occupata dalla Wehrmacht durante la seconda guerra mondiale. Faccio una precisazione su due GROSSI errori storici presenti in foto: le locomotive! Quella "grossa" a vapore è una copia della BR23 che nel 1944 NON esisteva essendo post bellica e prodotta negli anni 50. Mentre il manovratore sullo sfondo (il D.236) era si esistente ed utilizzato ma non in questa combinazione di colori (era tutta grigia, la versione rosso\nero è post bellica). Detto questo vi lascio alle immagini per chi ancora non lo avesse visto. Per poter vedere singolarmente ogni treno, vagone, mezzo presente nel diorama vi rimando a questa PAGINA o a QUESTA dove sono catalogate tutte le mie realizzazioni. Se ci fossero domande, sentitevi liberi di lasciare un commento (non fatemele sul numero dei pezzi perchè non ne ho idea, a spanne 10000)
  28. Ciao a tutti. E' passato più di un mese da quando sono tornato da quella che è stata la mia trasferta LEGO più grande, bella ed emozionante: LEGO House e Skaerbaek 2017. E' stata una trasferta molto lunga, e durante il viaggio io e @Laz abbiamo avuto modo di parlare delle cose più disparate. Una di queste è che, tornato a casa, avrei finalmente iniziato a sistemare la mia LEGO room e fino a quando non ci fossi riuscito non avrei più costruito nulla... Non ce l'ho fatta. E' più forte di me. Ogni volta che mi ritrovo un pezzo in mano mi viene voglia di costruire. Lasciate quindi che vi presenti la mia nuova moc che è anche il mio nuovo progetto LEGO Ideas (non ho resistito nemmeno a questo): L'idea mi è venuta mentre sistemavo una minifig Classic Space. Ho pensato: quasi quarant'anni che viaggiano nello spazio, come avrà fatto a non invecchiare e a non impazzire di noia? Allora mi sono immaginato lui insieme ai suoi compagni di viaggio da quasi quarant'anni a costruire ed a giocare con una base spaziale fatta proprio di LEGO. Forse è proprio vero che questo gioco fa restare giovani. Secondo me potrebbe stare bene su una mensola o su una scrivania, ma anche (in uno spazio contenuto) farvi tornare bambini giocandoci un po’, oppure modificandolo ricreando la base che avreste sempre sognato costruire da bambini. L'occasione del 40° anniversario potrebbe essere quella buona per vedere ristampate le nostre amate minifig Space, o perché no qualche nuovo set a tema. Fino ad oggi hanno costruito due monorotaie Classic Space con le rispettive stazioni, una base con due torri di controllo, un razzo con la rampa di lancio, qualche navicella e qualche altro veicolo (lascio a voi valutare se possono assomigliare a qualche set Space). Lo so, in quarant'anni non hanno costruito molto, ma questo è secondo me un punto a favore del progetto perchè si apre a infinite possibilità di trasformazione. Voi come sviluppereste la vostra base spaziale? Non so, impressioni, commenti? Vi piace, non vi piace? Ho fatto bene o male a metterlo su LEGO Ideas? Io credo di aver avuto una bella idea, per quanto ne so anche nuova. Voi cosa ne pensate? Anche soltanto per la possibilità che ristampino le minifig Classic Space (magari anche con il casco giusto) io ne comprerei un camion. Vi lascio anche il link se volete votarlo e condividerlo. https://ideas.LEGO.com/projects/b21ccd00-a013-4509-9614-65cdab72ec82 Grazie e ciao a tutti. Cristiano
  29. LittleLords

    ISS

    Quando ho costruito la ISS, uno dei miei sogni era mostrarla a Samantha Cristoforetti e magari farmela autografare. Ebbene... ieri ci sono riuscito. Con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale del Politecnico di Milano, ho avuto la possibilità di montare la ISS nella sala riunioni dove il dipartimenti avrebbe incontrato Samantha. Occasione da non perdere... e quindi vai con la costruzione: E, come promesso, ecco Samantha che incontra docenti e dottorandi del Dipartimeto: E c'ero anch'io... emozionato come un bambino davanti al suo primo trenino LEGO: E per finire... brick wall firmato: Obiettivo raggiunto! Qui altre foto: https://www.facebook.com/csspacebricks/
  30. LT12V

    Vagoni FS

    Buongiorno a tutti, è un po' che non pubblico nuovi treni sul forum, perchè mi riprometto sempre di farlo a fine collezzione (ormai prossima al termine ...così almeno mi piace ripetermi ) , ma questi due vagoni così semplici ma così iconici non potevo non mostrarli a tutti gli appassionati di materiali rotabili italiani. Si tratta delle carrozze UIC di prima e seconda classe delle FS nel classico color rosso "fegato" ed il vagone letto, che da piccolo mi faceva sognare con il suo colore blu notte (ricordo anche le bellissime riproduzioni della Rivarossi) Ora posso finalmente abbinare alla Caimano l'intero treno...
  31. Ciao a tutti! Vi pubblico qualche foto della mia prima MOC, progettata in Stud.io e realizzata qualche mese fa. Il tutto nasce dalla malsana idea di collezionare le minifig di IronMan. Dico a mio marito: "Uh che bello, però bisognerebbe fargli un display fatto bene!". Morale: lui si illumina e io mi lancio nella progettazione XD La moc è progettata per essere il più simile possibile alla versione filmica ed espandibile per contenere altre future minifigure. Che ne pensate? Qui di seguito il link Flickr a cui ho pubblicato le foto, dove vorrei continuare a pubblicare le mie moc in futuro! https://flic.kr/s/aHsmn7fWpm
  32. Questa moc nasce durante lo studio delle soluzioni per la costruzione del foro di Augusto. Avevo realizzato il prototipo di 2 colonne, e realizzare l'assetto attuale è stato quasi naturale. ogni colonna ha circa 380 pezzi, il totale della MOC è di 2500 3000 pezzi. Avendo trovato le giuste soluzioni e dimensioni ho iniziato il vero lavoro... ecco un assaggio di quel che verrà
  33. Vi presento in ritardo una delle mie ultime fatiche, la Stazione Centrale in stile viennese. Buona visione!
  34. ItLUG LEG GODT Award 2018 Regolamento base I contest sono aperti ai soli soci ItLUG. È possibile utilizzare solo pezzi LEGO® originali. È concesso l’utilizzo e la creazione di sticker personalizzati o di mattoncini stampati per rendere al meglio eventuali caratteristiche. Resta inteso che la personalizzazione dovrà essere resa nei limiti tipici dei prodotti LEGO. La costruzione dovrà sempre contenere uno qualunque dei gadget LEGO personalizzati da ItLUG (tile, flag ecc…). La creazione della costruzione dovrà seguire lo standard di costruzione dei prodotti dell’eventuale linea appartenente al contest. Per esempio un modulare o un BrickHeadz dovranno seguire lo standard LEGO di quelle linee. Il regolamento specifico farà riferimento a questa regola se necessario. La costruzione dovrà essere originale e mai pubblicata in precedenza su blog, forum, social network o altri canali simili, aver partecipato ad altri contest o esposta in occasione di eventi e manifestazioni. Il contest sarà ritenuto valido se il numero minimo partecipanti, indicato nel regolamento specifico, sarà raggiunto. Il contest sarà pubblicizzato sul forum cinque giorni prima dell’apertura del modulo di partecipazione indicando sommariamente il tema o le caratteristiche (a eccezione del primo contest). Il regolamento specifico sarà pubblicato il giorno stesso dell’apertura del contest previsto, indicativamente, intorno al primo sabato a cavallo tra la fine e l’inizio del mese (a eccezione del primo contest). Partecipando al contest si avrà accesso all’ItLUG LEG GODT Award 2018. Come si partecipa Il socio che vorrà partecipare dovrà compilare e inviare il modulo relativo al contest scelto entro la data indicata nel regolamento specifico. Tutti i campi del modulo dovranno essere compilati e dovranno essere inviate il numero minimo di foto richieste. La costruzione sarà valutata in base al regolamento e al regolamento specifico e, in caso di irregolarità, sarà concesso al socio di correggere la propria creazione che potrà quindi essere inviata una seconda volta. Le foto delle creazioni saranno successivamente rese visibili nell’apposita sezione del forum per essere votate tramite sondaggio pubblico. Ogni socio può partecipare a ogni contest una sola volta. Come si vota Tutti gli utenti registrati del forum possono votare, attraverso un sondaggio pubblico, la loro costruzione preferita assegnando il proprio voto. La fase di votazione durerà sei giorni, dal martedì successivo alla chiusura del contest fino alla domenica. È possibile esprimere un solo voto. Chi vince La costruzione che riceverà più voti e si piazzerà al primo posto della classifica vincerà il contest e riceverà il premio indicato nel regolamento specifico. In alcuni casi, il regolamento specifico indicherà anche l’eventuale presenza di premi aggiuntivi per altre posizioni della classifica. In caso di parità sarà effettuata una seconda votazione tra le costruzioni coinvolte. Tutti i partecipanti al contest riceveranno un tile speciale di partecipazione. Consegna dei premi Il premio o i premi saranno inviati a casa tramite corriere a spese dell’associazione. Le tempistiche di consegna potranno essere variabili. I tile di partecipazione potranno essere ritirati esclusivamente in occasione di eventi o attività organizzato o partecipati da ItLUG e successivamente alla chiusura del contest. Per il tile di partecipazione non è prevista la spedizione a casa. ItLUG LEG GODT Award L’ItLUG LEG GODT Award 2018 è composto da dieci contest mensili (da febbraio a novembre) di durata, complessità e impegno variabili. La partecipazione ad uno qualunque dei dieci contest garantisce l’accesso alla classifica dell’ItLUG LEG GODT Award. Per concorrere nell’ItLUG LEG GODT Award non è necessario partecipare a tutti e dieci i contest. La classifica finale di ogni singolo contest assegnerà una quantità di punti calcolati sul numero minimo di partecipanti e sulla complessità e l’impegno che il contest richiederà. Tutti i partecipanti oltre il quarto posto riceveranno la stessa quantità di punti. Punteggio e classifica La posizione nella classifica finale di un singolo contest assegnerà al partecipante un punteggio nella classifica dell’ItLUG LEG GODT Award 2018. Il punteggio assegnato dipenderà dalla durata, dalla complessità e dall’impegno che il contest richiederà e sarà calcolato sul numero minimo di partecipanti. Tutti i partecipanti oltre il quarto posto riceveranno la stessa quantità di punti. Il coefficiente difficoltà base è uno, ma potrà anche essere inferiore. La base sulla quale vengono calcolati i punti è: Coefficiente difficoltà: 1 Numero minimo di partecipanti: 8 Primo classificato: 12 punti Secondo classificato: 8 punti Terzo classificato: 4 punti Quarto classificato e oltre: 2 punti Classifica e premio finale La classifica finale sarà generata alla conclusione della votazione del decimo contest ovvero a partire da lunedì 10 dicembre 2018. Il premio finale è composto da una copia del set LEGO 4002017 insieme al trofeo ItLUG LEG GODT Award 2018. Il premio e il trofeo saranno inviati a casa del vincitore entro il 25 dicembre 2018. Modifiche al regolamento Il presente regolamento potrà essere modificato in qualsiasi momento. Le modifiche saranno effettive dal contest successivo e saranno sempre riportate in fondo a questo testo. Le foto inviate attraverso il modulo di registrazione saranno successivamente utilizzate sui canali sociali e non dell'associazione.
  35. durante la realizzazione del foro di Nerva, ricercando tra tutto quanto disponibile per ottenere una ricostruzione credibile, ho trovato una serie di immagini e descrizioni di come l'area si è evoluta nel medioevo, e ho pensato che sarebbe stato interessante ipotizzare una diorama del foro nell'alto medioevo. Ho scelto questa specifica data perché in quell'anno venne a Roma Ottone I, che arrivò da re e ripartì da Imperatore del Sacro Romano Impero, e ho immaginato che lui e la sua scorta visitassero le rovine dei fori. realizzazione 2 mesi, pezzi forse 10.000 12.000 (ho perso il conto delle plate 1x2 usate).
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Crea nuovo...